Articoli filtrati per data: Domenica, 06 Gennaio 2019 - Rete Gargano

Barletta-Alto Salento – RINV.

Unione Bisceglie- Severo 4-0

6', 12' e 45+2' Triggiani, 42' De Mango

Corato-Atletico Vieste - RINV.

Otranto-Brindisi – RINV.

Molfetta-Fortis Altamura RINV.

Gallipoli-Mesagne 0-0

Vigor Trani-Molfetta 1-0

55' Monopoli

Casarano-Terlizzi RINV.

 

 

LA CLASSIFICA

Casarano 36

Brindisi 30

Barletta 28

Gallipoli 27

Vieste e Otranto 25

Fortis Altamura 24

Terlizzi e Trani 23

Molfetta Calcio 20

U. Bisceglie 19

Mesegne 16

Alto Salento e Corato 15

San Severo 12

US Moffetta 9.

Prossimo turno (13.01.2019 h 14.30 – giornata n. 18 – 3a rit.)

F. Altamura-Barletta

Mesagne-Casarano

San Severo-Corato

Brindisi-Gallipoli

Atl. Vieste-Molfetta Calcio

Terlizzi-Otranto

Molfetta Sportiva-UC Bisceglie

Avetrana-Vigor Trani.

Da recuperare (data da definire)

Barletta-AS Avetrana

Casarano-Terlizzi

Corato-Atl. Vieste

Molfetta Sportiva-F. Altamura

Otranto-Brindisi

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pizze a chilometro zero? si distinguono al Ristorante Pizzeria Bella Napoli a Vieste di fronte al faro.

La semplicità dei sapori.

Alla Bella Napoli i piatti per fare gol non hanno bisogno di tanti passaggi.

La genuinità e la qualità dei prodotti contadini da sempre utilizzati sono il segno distintivo del Ristorante pizzeria Bella Napoli.

Anche quando la tua squadra non fa gol. …alla Bella Napoli la pizza è sempre tonda.

Ti aspettiamo questa sera.

Bella Napoli – Di fronte al Faro – Viete -

-------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Sport

È 'frode in pubbliche forniture' il reato ipotizzato dalla Procura di Bari che indaga su alcuni costi relativi alla realizzazione, ormai ultimata, della nuova sede del Consiglio regionale della Puglia, in via Gentile a Bari. L'esistenza dell'indagine - finora senza indagati né ipotesi di reato - era nota da mesi, da quanto il Codacons ha presentato una denuncia e i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno integrato un esposto già presentato in estate, fornendo agli inquirenti un elenco dettagliato dei presunti sprechi. La Guardia di Finanza sta ricostruendo l'iter amministrativo relativo alla realizzazione della struttura, per verificare i costi previsti dal capitolato d'appalto e gli eventuali aumenti illegittimi degli stessi. Stando a quanto denunciato, alcuni costi della sede, la cui realizzazione ha comportato un investimento complessivo di 87 milioni di euro, sarebbero stati sovrastimati, per esempio le 1.600 plafoniere da 637 euro. Sulla medesima questione indaga anche la Corte dei Conti.

Pubblicato in Cronaca

La penisola italiana è ancora interessata da un flusso di aria fredda legato ad una profonda depressione sull’Europa orientale che, nella giornata odierna, 6 gennaio, porterà sulla Puglia residue deboli precipitazioni che potranno assumere carattere nevoso fino a quote collinari (400-600 m).

Il passaggio di una nuova debole perturbazione dai Balcani produrrà, a partire dalla serata di oggi un’intensificazione dei venti dai quadranti settentrionali e un abbassamento delle temperature minime con la possibilità di gelate nelle ore notturne ed al primo mattino nelle zone interessate dalle nevicate. Per la giornata di domani, 7 gennaio, sono previste ulteriori deboli piogge e nevicate fino ai 300-500 m che, lungo la fascia costiera adriatica, potranno sconfinare fino a quote di pianura; non sono tuttavia previsti apporti al suolo rilevanti e in molti casi potrebbe non esservi alcun deposito nevoso.

La Protezione Civile Regionale invita a prestare particolare attenzione alla formazione di ghiaccio attenendosi alle raccomandazioni di seguito riportate:

  • Spostarsi solo se strettamente necessario, avendo cura di abbigliarsi con vestiario e calzature adeguati a neve e ghiaccio e procedendo sempre con estrema cautela;
  • Se si utilizzano auto o altri mezzi di trasporto:

-         circolare esclusivamente dopo aver verificato la presenza delle opportune dotazioni dell’automezzo (pneumatici da neve o catene da neve, liquido antigelo nell radiatore, …) e lo stato di efficienza di batteria e spazzole tergicristallo;

-         guidare con particolare prudenza, mantenendo una velocità ridotta, evitando le brusche frenate e aumentando la distanza di sicurezza dal veicolo che precede.

In vista della riapertura di scuole e uffici pubblici si sollecitano le Amministrazioni comunali a garantire l’agibilità degli accessi alle strutture e un adeguato riscaldamento di aule ed ambienti accessibili alla pubblica utenza.

Pubblicato in Ambiente

La S. Messa delle ore 18.00, in Cattedrale a Vieste, sarà presieduta da Sua Ecc.za Mons. Domenico U. D'Ambrosio e saranno consegnati gli attestati ai Presepianti.

Vi aspetto  don Gioacchino Strizzi

Pubblicato in Avvisi

Via libera alla vendita di farmaci e prodotti da banco di notte, senza necessità di esibire la ricetta medica, anche nei piccoli comuni della Puglia. Dal 2019 la fruizione del servizio far­maceutico notturno si uniforma: in vigore le stesse regole anche per gli utenti dei comuni sotto i quarantamila abitanti. Ad annunciarlo è Francesca Franzoso, consigliere regionale di Forza Italia, autore dell'emendamento, dive­nuto legge nella Finanziaria regio­nale, sul servizio notturno farmaceu­tico. «Nel Bilancio della Regione - spiega - è stata inserita la nuova re­gola (comma 4 dell’ art. 8 della finanziaria 2019) sulla disciplina oraria delle farmacie. Il Consiglio ha mo­dificato, su mia proposta, la legge regionale -18 febbraio 2014 n.5 - in materia di "Disciplina dei turni e de­gli orari del servizio farmaceutico ter­ritoriale". Una modifica - prosegue Franzoso - che abbatte le disuguaglianze tra cittadini di piccoli e gran­di comuni». Il testo, così come modificato, uni­fica la modalità di utilizzo del ser­vizio «a chiamata» anche per i far­maci che, per legge, non prevedono l'obbligo di ricetta. Fino a ieri, infatti, in Puglia i cittadini dei Comuni al di sotto dei quarantamila abitanti per avere un farmaco da banco - come una comune tachipirina - di notte dovevano esibire una ricetta urgente della guardia medica. Al contrario, nelle grandi città, l’erogazione del far­maco era ed è garantita normalmen­te, come di giorno, senza alcun ob­bligo di prescrizione. «Con la modifica, dopo Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, anche la Puglia si allinea e in un colpo porta a casa un duplice risultato: semplifica - aggiunge Franzoso - la vita ai cit­tadini-utenti, che per farmaci da banco non dovranno più esibire alcuna prescrizione, né di giorno né di notte; e dall'altra parte tutela i farmacisti, scongiurando per questi ultimi la pos­sibilità di incorrere nell'ipotesi di in­terruzione di servizio pubblico, di pubblica necessità».

Pubblicato in Sanità

È notizia di questi giorni la decisione della giunta regionale, a guida PD, di trasformare i laboratori di analisi nel presidio di Vieste e Vico del Gargano in centri prelievi funzionanti due volte alla settimana. È indubbio che questo comporterà disagio ai cittadini che vedranno così dilazionati i tempi di risposta delle analisi, si pensi anche al PPI che verrà privato di uno strumento diagnostico utile. Siamo dunque alle solite, la nostra comunità si ritrova sempre ad essere figlia di nessuno e ci ritroviamo a difendere il minimo indispensabile quando invece abbiamo diritto ad una sanità di qualità. I cittadini di Vieste e di tutto il Gargano nord non posso assistere a questo sfregio continuo del loro diritto alla salute e non è un caso che, nel corso dello scorso anno, i cittadini si siano riuniti in un comitato per la sanità, il quale venne snobbato dal Sindaco e dalla sua giunta. Erano, infatti, molte le rassicurazioni del Sindaco, il quale diceva a mezzo stampa che non ci sarebbe stato “nessun depotenziamento dell’offerta sanitaria” per poi scoprire come questa giunta comunale si sia smentita da sola qualche mese più tardi per cercare di far dimenticare le fin troppe rassicurazioni fatte in nome, probabilmente, dell’amicizia politica con Emiliano e con qualche suo assessore "taglia nastri". Peccato che in questo, seppur simpatico siparietto, sono solo i cittadini viestani a rimetterci. Il circolo di Fratelli d’Italia Vieste denuncia, ovviamente, questa assurda situazione e si impegnerà a portare la questione in Regione, attraverso il proprio consigliere regionale Erio Congedo.

Matteo Parisi

Coordinatore cittadino FDI Vieste

Pubblicato in Sanità

Il Gruppo Consigliare “i Democratici” si è speso sin dalla istituzione di questa consiliatura per il potenziamento dei servizi sanitari della nostra Città compreso il potenziamento del laboratorio di analisi, come si evince anche dalle linee programmatiche approvate dal nostro Consiglio Comunale.

Ad oggi ci troviamo in una situazione in cui anziché potenziare si converte il laboratorio analisi in un centro prelievi e questo non è assolutamente accettabile in un territorio orograficamente disagiato e ad alta affluenza turistica.

Le nostre preoccupazioni riguardo il depotenziamento della sanità a Vieste sono state continuamente manifestate sia in diversi consigli comunali, sia a mezzo stampa, sia contribuendo alla costituzione del Comitato cittadino pro P.P.I. ma abbiamo sempre ricevuto mendaci rassicurazioni. Addirittura all’evento tenutosi il 10.11.2017 a Vieste presso il Cinema Adriatico per cercare di rendere chiaro quanto previsto nel piano di riordino ospedaliero, evento al quale furono invitate TUTTE le forze politiche in seno al Consiglio Regionale e il Sindaco di Vieste, quest’ultimo e i responsabili regionali della sanità furono gli UNICI a non partecipare ritenendo che la situazione non destasse preoccupazioni e che noi con il nostro fare procuravamo solo falsi allarmi.

Finanche nel consiglio comunale del 07.11.18 alla preoccupazione espressa dalla consigliera Cannarozzi circa la situazione sanitaria a Vieste e l’imminente chiusura del laboratorio analisi Il Sindaco ribadiva per l’ennesima volta quanto fosse inutile la nostra preoccupazione e che, anzi, negli anni della nostra consiliatura la situazione sanitaria fosse nettamente migliorata.

Ci sorprende oggi, in maniera positiva e favorevole, la presa di coscienza che in fondo non va proprio tutto bene e che la posizione del Sindaco rispetto alla conversione del laboratorio di analisi finalmente coincida con la nostra. Sappia il Sindaco che in questa battaglia noi saremo al suo fianco e lo sosterremo con tutte le nostre forze.

Auspichiamo altresì che la stessa consapevolezza e lo stesso ardore vengano spesi contro la conversione del P.P.I. in attesa della battaglia più importante che sarà quella della conquista del PRESIDIO OSPEDALIERO DI BASE previsto dal D.M. 70/2015 per zone particolarmente disagiate nelle quali rientra la nostra Vieste.

I Consiglieri

Rita Incoronata CANNAROZZI

Paolo PRUDENTE

Pubblicato in Sanità

L'acquasala salvera' il mondo. Il nuovo tour in Italia. Il podolicesimo garganico alla conquista della capitale. Giovedì 28 Febbraio presso CLUB55 Pigneto in Via Perugia, 14 - ROMA

Uno spettacolo teatrale, musicale, gastronomico che risceglia i sensi anche dei sassi dei brulli paesaggi della nostra fonte ispiratrice: la vacca. Con lei, per lei ed in lei parta la degna consacrazione, la conversione al movimento spirituale più antico ed innovativo di sempre: il podolicesimo. Il religioso, spirituale ritorno a quello che siamo veramente.

Terra…brulla, arida, verdeggiante, produttiva, natìa, adottiva. Qualunque accezione si voglia assumere, quello che sta diventando un atavico, iperuranico urlo, una celata ma palese esigenza, un forte richiamo è proprio il ritorno ad essa. Il ritorno alle origini. Alla semplicità delle piccole cose che generano grandi cose. 

Alla bellezza di una mandria di vacche, coi loro campanacci, che procedono lentamente e senza affannarsi su un terreno pieno di ostacoli; non si interrogano su quale possa essere il loro destino, non hanno la pretesa di stravolgere la terra che le ospita, di distruggerla. Vivono felici nella semplicità della loro esistenza!

Al profumo del pane, emblema della terra, del senso più profondo di essa, da sempre cibo dei popoli, nato dall’unione di soli due elementi naturali incredibili, l’acqua ed il grano; al rosso appassionante ed appassionato del “pomme d’amour” , del pomodoro; alla viscosità dell’olio, altro grande simbolo della terra, ed alla maestosità degli ulivi; al richiamo inebriante dell’origano, a quello pungente della sponsala.

Metano’s è tutto ciò! Voce di un graduale, evolutivo ritorno alla terra, al senso di noi stessi. Portavoce di un messaggio disperato, del disagio di quei “padroni” della terra che hanno provato a deturparla, dopo aver deturpato se stessi per sete di possedimenti, per rivalse contro chi governava territori vicini, per vendette contro nemici pastori. Fautrice di un messaggio forte: riappacificarsi con le proprie origini.

Con il suo spettacolo, Metano’s, impersonificandosi nel genio del suo padre creatore, il poliedrico e folle Luciano Castelluccia, coinvolge, stravolge, emoziona, crea subbuglio, per poi infondere calma, per poi ricominciare la rivoluzione del suo spettacolo enogastrofonico. 

Uno spettacolo teatrale, musicale, gastronomico che risceglia i sensi anche dei sassi dei brulli paesaggi della nostra fonte ispiratrice: la vacca. Con lei, per lei ed in lei parta la degna consacrazione, la conversione al movimento spirituale più antico ed innovativo di sempre: il podolicesimo. Il religioso, spirituale ritorno a quello che siamo veramente.

"Convertitevi al Podolicesimo, Adorate il Caciocavallo". 

Pubblicato in Spettacolo

 “La Regione Puglia sostiene tutti gli olivicoltori pugliesi che chiedono aiuto al Governo nazionale per fare fronte ai danni gravissimi che le gelate dell’anno scorso hanno provocato alla produzione olivicola più che dimezzando il raccolto, le giornate di lavoro, gli introiti e il potenziale produttivo futuro.  A questo scopo avevamo richiesto e ottenuto la promessa da parte del Ministro Centinaio di dichiarare lo stato di calamità a seguito di una specifica deroga alle normative ordinarie da approvarsi con un provvedimento legislativo entro la fine del 2018. La deroga si rendeva necessaria al fine di superare l’impedimento legislativo che esclude gli olivicoltori dalla possibilità di essere ristorati a causa di gelate in quanto eventi assicurabili. Non è dunque neppure concepibile un ritardo burocratico, erroneamente e strumentalmente ascritto alla Regione per la richiesta della dichiarazione dello stato di calamità per i danni 2018, visto che la procedura è alla Puglia preclusa in assenza di una deroga specifica alla legge 102 del 2004. Non si può essere in ritardo per una procedura cui ad oggi non si ha diritto. Rispetto a questo dramma che ha portato danni catastrofici misurabili in centinaia e centinaia di milioni di euro, non possiamo che invitare tutti i pugliesi a stringersi attorno ai loro olivicoltori e questi ultimi alla più attenta unità tra loro e con le istituzioni. La delusione per la mancata approvazione da parte del Parlamento delle norme promosse dal Ministro Centinaio - che ci è parso egli stesso deluso dalla mancata approvazione della legge - è cocente e dolorosa. Ma non può giustificare irrazionali divisioni del fronte naturalmente comune delle associazioni datoriali. Invitiamo dunque il sofferente mondo dell’agricoltura e in special modo della olivicoltura pugliese a manifestare in modo unitario e solidale tra i vari soggetti rappresentativi della stessa e a non dividersi in contrapposte fazioni. Per la parte istituzionale facciamo appello affinché in questa vicenda vengano bandite le locali speculazioni politiche. In un momento delicato in cui tra Regione Puglia e Ministero dell’Agricoltura abbiamo in corso l’emanazione dei provvedimenti per rallentare la espansione della xylella e per risarcire danni relativi agli olivicoltori delle zone divenute improduttive a causa di tale fitopatia, serve coesione ed unità di intenti. In questo senso appare apprezzabile il segnale lanciato da Centinaio che ha richiamato il solido rapporto con la Regione Puglia e prefigurato una soluzione condivisa che porti rapidamente ad un decreto legge urgente che consenta  la dichiarazione dello stato di calamità per le gelate del 2018 e per la rapida emanazione del decreto antixylella”.

 Lo dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Pubblicato in Ambiente
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

BELLA NAPOLI

Reporter della tua città

16 Marzo 2019 - 10:46:29

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Fedeltà di Marco Missiroli

Candidato al Premio Strega 2019 Con una scrittura ampia, carsica, avvolgente, Marco Missiroli apre le stanze e le strade, i pensieri e i desideri inconfessabili, fa risuonare…
- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -