Silvestri gas

Articoli filtrati per data: Giovedì, 10 Ottobre 2019

Giovedì, 10 Ottobre 2019 15:24

In Provincia incontro sui bandi comunitari

Si è svolto nella Sala della Ruota di Palazzo Dogana, l’incontro “IN EUROPA” sui Bandi Comunitari promosso dalla Consigliera delegata alle Politiche Comunitarie, Angela Lombardi e che ha visto la partecipazione dei sindaci o loro delegati dei comuni di: Foggia, Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo, San Severo, Bovino, Sannicandro Garganico, Lesina, Volturino, Alberona, Castelluccio dei Sauri, Orta Nova, Torremaggiore, Peschici, Cagnano Varano, Carlantino, Roseto Valfortore e Vieste.

Nel suo intervento la Consigliera Lombardi ha sottolineato che è dovere della politica prestare attenzione alle esigenze dalla comunità e che è prioritario riuscire ad intercettare le risorse previste dai bandi comunitari. Occorre quindi un lavoro sinergico per raggiungere obbiettivi di crescita e di sviluppo. Per l’accesso diretto ai bandi ed ai fondi comunitari, ha relazionato Pasquale Castellano, esperto in cooperazione, che ha segnalato alcuni bandi ed avvisi ancora attivi e come le Istituzioni pugliesi potrebbero sfruttare maggiormente l’accesso diretto ai fondi europei. Dopo numerosi interventi dei presenti, si è convenuto sull’opportunità di consolidare il rapporto tra Provincia e Comuni della Capitanata per istituire una piattaforma territoriale sinergica per intercettare le risorse rinvenienti dai bandi comunitari.

Pubblicato in Economia

Nuove indagini sono state disposte dal gip del Tribunale di Bari sul caso della palazzina della morte. Il condominio in via Archimede 16, nel quartiere Japigia, nella quale 21 inquilini dalla metà degli anni Novanta ad oggi si sono ammalati di neoplasie rare causate dai roghi della vicina ex discarica comunale e molti di essi sono frattanto morti.

Il gip Valeria La Battaglia ha accolto l'opposizione alla richiesta di archiviazione presentata dall'avvocato Michele Laforgia che rappresenta i familiari degli inquilini morti o in cura, ritenendo che "le investigazioni suppletive indicate dagli opponenti siano indubbiamente pertinenti e necessarie rispetto all'accertamento dei fatti" relativi al reato di morte e lesioni come conseguenza di altro reato.
Secondo la Procura erano trascorsi troppi anni per perseguire penalmente i responsabili, sindaci e direttori Amiu di Bari del ventennio dal 1962 al 1988. Per questo il pm Baldo Pisani aveva chiesto l'archiviazione.

Per il giudice, invece, il reato "non può considerarsi allo stato prescritto" perché "è da individuarsi nell'epoca dell'insorgenza della malattia o di verificazione dell'evento morte", facendo così risalire l'epoca delle condotte illecite "dall'inizio degli anni '90 al momento attuale".

Pubblicato in Società

Assonautica del Gargano, Regione Puglia - Assessorato allo Sport-, Comune di Rodi Garganico, Istituto Superiore Mauro del Giudice, Club Sommozzatori Gargano e Porto Turistico di Rodi Garganico insieme per la pulizia dei fondali e della spiaggia di Rodi Garganico nell'ambito del progetto "MARINE LITTER" di Assonautica Italiana e Acatamar - Associazione Nautica Brasiliana - sabato 12 ottobre.

Sabato mattina alle ore 9 si terrà presso il Porto Turistico di Rodi Garganico il raduno dei partecipanti alla giornata dedicata alla raccolta della plastica abbandonata in mare, affondata o spiaggiata sulla costa del Comune di Rodi Garganico. Da San Menaio a Lido Del Sole sia a terra che in acqua, 80 volontari daranno il via a questa prima operazione di pulizia dell'ambiente su vasta scala. I volontari hanno aderito all'appello lanciato dal Prof.Nicolò Carnimeo, delegato WWF della Regione Puglia e direttore di Linea Blu (RAI), al Salone Nautico di Genova durante la conferenza internazionale ITALIA-BRASILE, dove come auditori erano presenti, tra gli altri, il Vice Sindaco di Rodi Giuseppe Ventrella, l'Assessore Arturo Fabiani e la Professoressa dell'Istituto Nautico di Rodi G. Mauro Del Giudice Cabiria Volpi. L'Amministrazione Comunale al completo ha aderito con entusiasmo all'iniziativa e fin da subito si è adoperata per la buona riuscita dell'evento. Altrettanto ha fatto l'Assessore allo Sport della Regione PugliaRaffaele Piemontese, sempre attento alle tematiche ambientali ed appassionato subacqueo, che ha concesso immediatamente il patrocinio e che interverrà alla campagna nelle prossime date di raccolta.

Il Salone Nautico di Genova è stato illuminante per tutti.

Queste le parole del delegato WWF della Regione Puglia che hanno indotto gli ospiti rodiani intervenuti alla conferenza, ad avviare la raccolta del "marine litter" garganico: "Un’altra bella notizia di questi giorni in tema di plastiche è l'intesa tra WWF Italia e Assonautica italiana, un accordo che travalicherà i confini nazionali per approdare in Brasile, nello stato di Santa Catarina, con il progetto "LimpezadosMares" promosso da Acatamar.

L’associazione nautica brasiliana capitanata dall'amico del Porto di Rodi Garganico Mimmo Calabria, ha infatti dato vita al progetto "LimpezadosMares" che fa parte del protocollo d'intesa dello Stato di Santa Catarina con il Ministero dell'Ambiente.

La novità rispetto ad altri luoghi dove sono state fatte esperienze simili, è che a fare la pulizia della costa parteciperanno gli studenti delle 5e classi dell'Istituto Nautico assieme ad un folto gruppo di iscritti di Assonautica del Gargano, mentre a fare la pulizia dei fondali saranno i nuovi brevettati del locale Club Sommozzatori. Le operazioni saranno coordinate dai Professori della scuola, dal Presidente della locale sezione di AssonauticaAvv. Raffaele Carrassi, dal Team Leader del DivingGianfranco Lapertosa e dal Direttore del Porto Emanuele di Sabato.

Ad assistere alle operazioni appartenenti al programma di sensibilizzazione del pubblico della FEE che ha assegnato laBANDIERA BLU al Porto di Rodi, saranno presenti oltre ai rappresentanti dei gruppi promotori, anche il Sindaco di Rodi Garganico Carmine d'Anelli, il Presidente di Assonautica Italiana Prof. Alfredo Malcarne, la Preside dell'Istituto Statale Teresa Cuciniello e l'Amministratore del Porto Turistico Marino Masiero.

In acqua, condizioni meteo permettendo, una decina di subacquei con due imbarcazioni di appoggio provvederanno al recupero del materiale affondato. Gli organizzatori della giornata "Marine Litter" di Rodi Garganico hanno dichiarato che si tratta di una buona occasione per chi partecipa alla raccolta, di operare per il bene dell'ambiente e della Comunità, mentre per la pubblica opinione e per chi farà da spettatore sarà un invito a riflettere sui comportamenti dell'uomo: il mare è fonte di vita primaria del pianeta. Attualmente, stime attendibili sostengono che in Mediterraneo ci siano più pezzi di plastica che pesci. Serve invertire al più presto la rotta e questi sono i primi piccoli ma significativi passi concreti per riuscire a farlo.

Per partecipare alle operazioni o per informazioni chiamare

La Direzionedel Porto 0884 965398.

Pubblicato in Ambiente

La sera del 6 ottobre si è svolta la processione della Madonna del Rosario.

La Madonna ha camminato con noi, lungo le strade della nostra Parrocchia ed ha portato a tutti la speranza di un mondo nuovo. Ha pregato per noi e con noi e per tutte le nostre famiglie, soprattutto per i nostri bambini, i nostri giovani e i nostri ammalati. Ha asciugato le lacrime di tante persone che vivono disagi e sofferenze. Su tutti ha invocato la benedizione del Signore Gesù. Con il Rosario, che il Beato Bartolo Longo ha definito catena dolce che ci rannoda a Dio, davvero potremo sconfiggere il tanto male presente in questo nostro tempo.

Meditando i misteri del Santo Rosario contempliamo con Maria l'amore infinito che il Signore ha per questa nostra umanità e potremo sentire il respiro di una vita nuova che ci rasserena nonostante le tante tribolazioni che il mondo stesso presenta a noi poveri peccatori.

 

Sento ora il dovere di ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita di questa Festa, sempre tanto bella: Il Consiglio Pastorale Parrocchiale, il gruppo Liturgico e il gruppo delle pulizie, i tre Cori della Parrocchia, adulti, giovani e bambini, il Gruppo dei Ministranti, l’Azione Cattolica Parrocchiale, le educatrici che con i bambini e i ragazzi hanno realizzato i due recital e la mostra espositiva dei lavoretti a mano, il Gruppo delle ragazze della scuola parrocchiale per i balletti dei “nastri e ritmi”, i bambini che durante la processione le hanno fatto corona, le congreghe della Madonna del Rosario e di Santa Maria di Merino, della Trinità, di San Giorgio e di Sant’Antonio, la Pegaso e il motor Club per il servizio d’Ordine,la polizia locale, Ondaradio e Gargano Tv per la diffusione del programma della festa, la corale Santa Cecilia di Biccari per il bellissimo concerto di sabato 5 ottobre, i fotografi per i servizi fotografici, il Comitato di Santa Maria di Merino che ha offerto le cassette dei fuochi d’artificio, i giovani e gli adulti che hanno realizzato il tronetto di esposizione della statua e l’illuminazione del cortile della parrocchia e… soprattutto il Signore e la Vergine Santa. Grazie di cuore a tutti!                                              

 

Don Tonino Baldi - Parroco

Pubblicato in Società

I renziani scaldano i motori anche in Capitanata per la decima Leopolda, che si svolgerà a Firenze dal 18 al 20 ottobre. Un appuntamento che quest’anno è imperdibile: se nel 2018 furono lanciati i comitati di azione civile “Ritorno al futuro” stavolta l’ex stazione sarà il luogo in cui nascerà ufficialmente il nuovo partito, Italia Viva. Tra quanti non mancheranno il viestano Aldo Ragni, ex presidente provinciale del Pd di Foggia. L’Attacco lo ha intervistato.

Come nasce Italia Viva in Capitanata?

Italia Viva è nata in Parlamento con un pezzo del Pd che si è staccato. Nel territorio sta già accadendo altro. Nella nostra provincia già ci sono adesioni che non vengono dalla nostra esperienza piddina. Penso ad esempio ai foggiani Valerio Ricci e Antonio De Sabato, come pure a Sergio Izzi che era a Carapelle il responsabile di +Europa.

Ha funzionato in questa provincia l'operazione dei comitati di azione civile?

La fase di avvio dei comitati è partita in sordina. Anche perchè c'era poca chiarezza su cosa dovessero essere: una corrente del Pd? L'embrione di un nuovo partito? Una confusione che ha raffreddato molti. In Capitanata eravamo all'inizio 4 o 5 comitati. Poi c’è stato il passaggio successivo con la nomina di Ettore Rosato a coordinatore nazionale. La macchina organizzativa si è messa in moto, ora abbiamo oltre 20 comitati in provincia di Foggia ed altri sono in via di formazione. La prima dimostrazione pratica l'abbiamo data con la raccolta firme sullo Ius culturae, ne abbiamo raccolte circa 2000 in questa provincia dimostrando una prima capacità di mobilitazione.

Cosa è oggi il Pd?

Negli anni passati, quando alcuni dirigenti del Pd lasciavano il partito, criticavo sempre il loro atteggiamento volto a bombardare il partito da cui erano appena usciti. Io non voglio fare ciò che addebitavo agli altri. Mi rendo conto tuttavia che l'operazione è talmente grande che è necessario un passaggio sui perché. Non sono contento di aver lasciato il Pd, ho dedicato tanto tempo e ci ho creduto. L'errore è stato smarrire sin da subito la missione per cui questo partito era nato, cioè dare vita in Italia ad una nuova cultura politica. E non è un problema di sole correnti: le correnti, prese nella loro accezione positiva, sono momenti di aggregazione e di elaborazione. Il problema vero, a mio avviso, sono i vari potentati locali formatisi attorno al consigliere regionale di turno che hanno creato i tanti comitati elettorali di cui è pieno il Pd. Noi vogliamo formare il gruppo dirigente attraverso l'elaborazione politica. In Italia Viva ci dobbiamo cimentare con le idee, non con le tessere. Questo perchè Italia Viva nasca da una lettura del tempo, non da esigenze tattiche.

Qual è il suo giudizio su Emiliano?

Mi ha colpito molto che sia venuto a luglio a Vieste, la mia città, dicendo di essere arrivato “per rendersi conto della situazione”. Ma un amministratore in carica da 4 anni deve dire anzitutto cosa ha fatto non solo cosa vorrà fare. In politica bisognerebbe introdurre il principio della rendicontazione.

L’Attacco ha provato a tracciare un bilancio della gestione delle ASP targata Pd. Come vengono scelti i manager nell'ex suo partito?

C'è un ragionamento più generale che non riguarda solo le ASP. Uno dei limiti della politica del Sud è assegnare incarichi come compensazione per mancate soddisfazioni sul piano elettorale o per l'impegno speso nel partito. Nella Prima Repubblica questo modo di fare era la regola. Ma l'impegno politico non può essere totalizzante in questo secolo. Nella Prima Repubblica l'impegno politico era un lavoro a tempo pieno e l'accesso alle istituzioni era una forma di premio. Quanti sono diventati parlamentari solo perché bisognava garantire loro una pensione? Questo sistema non regge più. Se nomino non chi ha una competenza specifica per svolgere quella funzione ma chi può darmi una mano per la campagna elettorale è normale che ci sono problemi e difficoltà poi anche a fare rendiconti della gestione.

Lasciare il Pd è dipeso anche dalla sua insofferenza rispetto al Pd provinciale?

La situazione di coma profondo in cui si ritrova il Pd di Capitanata non è stata una motivazione ma l'esempio migliore per capire che bisognava fare altro.

Quante fuoriuscite prevedete dal Pd di Capitanata in direzione Italia Viva?

Non ho la palla di vetro, non so cosa possa accadere. So quello che sta accadendo e cioè l'apertura, senza alcuna rete organizzativa, ogni giorno di un nuovo comitato nei vari comuni della provincia.

Arriveranno anche da Forza Italia?

Io sono tra chi crede che esista una differenza tra la destra e la sinistra, ma che non siano più sufficienti a delimitare il campo da gioco. Avere una visione delle cose di destra o di sinistra non è più sinonimo di contrapposizione che oggi è tra sovranisti ed europeisti. Ritengo del tutto normale che alcuni, pur non provenendo dal Pd, vogliano aderire ad Italia Viva. Ed è quello che già in questi giorni sta avvenendo.

Regionali pugliesi del 2020. Che succede in caso di accordo nazionale PD-M5S?

Non lo so. Credo risulterebbe difficile per il Pd, così come per il M5S, imporre in tutte in tutte le regioni del Sud al voto – Puglia, Campania e Calabria - i suoi candidati. Anche se nel caso del PD si tratta dei presidenti uscenti. Vediamo.

L’Attacco

Pubblicato in Politica

È stato approvato dalla G.M. il progetto di riqualificazione della pubblica illuminazione di alcune vie del centro abitato: Via Federico II di Svevia, Via Giovanni XXIII e completamento di Via Spadolini

Importo lavori: € 90.000

I lavori saranno appaltati entro il 31 Ottobre 2019

Pubblicato in Ambiente

La presentazione del disegno di legge sulla bel­lezza (il Testo unico di norme urbanistiche predisposto dall’assessore Alfonso Pisicchio) avrebbe dovuto conclu­dere la stagione delle norme straordinarie. Ma a soli sei mesi dall’ultima proroga, la Regione ci riprova: in com­missione Lavori pubblici è ar­rivato un nuovo disegno di legge che riguarda il Piano casa, la norma (lanciata per la prima volta ai tempi del go­verno Berlusconi) che prevede bonus volumetrici del 20% per l’ampliamento delle abitazio­ni. La discussione, program­mata ieri, è stata rinviata alla prossima settimana per con­sentire la presentazione di emendamenti. La proposta, firmata da Fabiano Amati (Pd), per il momento non con­sente infatti altri elementi se non il semplice slittamento dei termini anche per il 2020: potranno infatti essere am­pliate entro il 31 dicembre del prossimo anno tutte le costru­zioni esistenti al 1° agosto 2019 (oggi è al 1° agosto 2018). Una 'misura che, pensata per dare una scossa straordinaria all’edilizia, si è trasformata poi nei fatti in una misura strutturale. Tanto da essere estesa ben oltre l’idea origi­naria: oggi in Puglia è pos­sibile ampliare anche unità non residenziali, sono consentiti i cambi d’uso (i capannoni industriali trasformati in bed&breakfast), e tra le maglie larghe degli emendamenti so­no passate anche normette (poi impugnate da Palazzo Chigi) che sembravano scritte apposta per risolvere qualche caso particolare. Il Piano casa risale esat­tamente a 10 anni fa (governo Berlusconi), e in Puglia fu recepito con la legge 14/2009. Da allora i termini sono stati prorogati sei volte, in par­ticolare dal 2014 di anno in anno: quella in discussione domani sarebbe la settima. Nello scorso novembre la leg­gina di proroga fu subissata dagli emendamenti, ben 13, costringendo il presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo, a rinviare la discus­sione: nel testo era entrato di tutto. Eppure, poco meno di un mese fa l’assessore Alfonso Pisicchio ha presentato il testo sulla bellezza che - come an­nunciato - si occupa anche di mettere ordine nella premialità per l’edilizia introducendo una serie di norme che ri­guardano chi interviene sugli edifici esistenti con tecniche innovative. Per questo ha pre­visto un bonus volumetrico automatico fino al 10% per tutti gli interventi edilizi ef­fettuati con criteri sostenibili, cui sommare un eventuale ul­teriore 10% per la demolizione e ricostruzione di vecchi edi­fici (che potranno essere de­localizzarli) e con la possi­bilità di arrivare fino al 35'» di volumetria aggiuntiva. Ma è possibile (per non dire pro­babile) che il testo, molto com­plesso, non riesca ad essere approvato prima della fine della legislatura. Ed ecco dun­que spuntare l’ennesima pro­roga.

[m.s.]

Pubblicato in Economia

Saranno avviate nelle prossime ore le vaccinazioni su migliaia di capi di bestiame sul Gargano, dove nelle ultime settimane sono morti sei bovini per l’infezione del carbonchio ematico. “Rischi molto limitati per l’uomo”, ribadisce l’Asl di Foggia. Nessun caso di infezione nell’uomo e, comunque, si tratta di un rischio molto basso di contagio; ad ogni modo, sono stati aller­tati tutti i medici di base dei Comuni del Gargano per monitorare la situazione: lo ribadisce il dipartimento di prevenzione dell’Asl di Foggia, alla luce dei sei bovini morti, nelle ultime settimane, per carbonchio ematico, causato dal bacillus antracis. I casi sono stati registrati a San Meandro Garganico, San Marco in Lamis e Cagnano Varano. Nelle prossime ore, l’Asl avvierà una maxi vaccinazione del bestiame, dopo aver acquistato, in Spagna, diecimila antidoti.

Pubblicato in Ambiente

Torna l’estate sulla Puglia. I meteorologi parlano di un “ribaltone climatico” nel fine settimana e di un “boom di caldo” con temperature fino a 28-29 gradi nel Mezzogiorno. Puglia compresa, naturalmente. A portare su il termometro, sempre secondo gli esperti meteo, è l’anticiclone africano che si sposta gradualmente da nord a sud. 
 
Già da ieri, in tutta la Puglia, le temperature massime hanno toccato i 26-27 gradi. Con cielo sereno in gran parte della regione. Ma il boom, appunto, è previsto per sabato 12 e domenica 13 ottobre. Con cieli sereni, venti deboli e un picco delle temperature massime a quota 28.

Pubblicato in Ambiente

Fu aggiunto Berardino Turbolo pubblico banchiero in Napoli i dì passati per questa regia Camera furono ecepte del tenore seguente.In questa il Mag.co Berardino Turbolo pubblico banchiero in Napoli ,lo magnifico Jo Camilo Barba computante de lo Mag.co Antonio Varrese reggente l'affitto delle percezioni di capitanata ne ha fatto intendere che per lo M.co Augustino Catteo suo predecessore in detto affitto gli lasciò gli lasciò l'amministrazione di quello li diede nota dei residui che ne restavano da esigere tra li altri per il Mag.co Ferrante di Sangro per la somma di ducatti 288.4.13 ,1/3 per l'adoxa del donativo del milione per tutto il detto 14 Agosto in detto 1571 per le terre d'Ischitella e Peschici quali de fide ne sono state vendute per ordine del sacro regio consiglio e come da questo non può essere soddisfatto e si pretende che in un banco ce sono denari del prezzo della vendita di dette terre ne ha fatto in questa che ne ordinassimo che dedotti i denari ne pagate la somma generale di detta somma di ducati 288.4.13.1/3 e volendone debitamente provvedere ne dicemmo ordine e comando che detti denari che restano in detto banco di dette terre dobbiate tenere per la capitanata sequestrati in detto banco ducati 288.4.13.1/3 ad odine di questa regia Camera e tanto meno pagare ad esso Mag.co Ferrante ed ad altri e a chi entra il denaro del prezzo di queste terre perchè apprezzo si ordina quello si bada eseguire e sì anltro si pretenderà alcuna legittima somma sopra il diritto che proponga in questa regia camera che l'amministrato debito comporta in questa detta Napoli nella stessa regia Camera Sommaria il giorno 10/1/1572 Berardino de Santacroce p.m. c di Francesco Alvarez de Ribera ,Jo Carola de Canfora ,Ronalis Vincenzo Crispus per lo mag.ro attore Consenso de Curtis in parte XXX foglio 131 al presente per parte del detto Mag.co Marchese Antonio è stato fatto in questa e vogliamo desequestrarli in detto sequestro fatto in questo vostro banco dei ducati 288.4.13.1/3 come sopra debito deposito poi fatto in questo nostro banco del nostro castello presente si abbiano poi da pagare al detto M.co Antonio Varrese per la capitanata per questo vi diciamo dobbiate questi pagati 228.4.13.1/3 pagarli al detto M.co Antonio Varrese o al suo legittimo procuratore come sopra espresso e così sia il giorno 29/1/1572.

Appendice: Al banco del Mag.co Turbolo che li ducati 288.4.13.1/3 sequestrati franco banco del e dato a pena per Napoli il giorno 29/1/1572 rev.do dìavalos s.m.c deposito per prezzo del prezzo fatto di Ischitella e Peschici ed esse vendute per lo M.co ferrante di Sangro per questa delli adoxi debiti per lo M.co Ferrante dobbiate in residuo al M.co Varrese per lo M.co Cataneo suo precettore li beni de lo M.co Varrese per questa Camera in diritto la relazione fattane in cambio per la rata da debito delle terre di Ischitella e Peschici dell'anno 14 c

ALVAREZ DE RIBERA,jO CAMPORA rls,JOIS BAPTA FERIS pus MAG.CO ATTOR,CONSENSUS DE CURTIS.

GIUSEPPE LAGANELLA.

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

OLMO generico

Libro & disco della settimana

Statistiche di accesso

Ora online:

187
Visitatori

Giovedì, 13 Agosto 2020 19:26

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -