Articoli filtrati per data: Lunedì, 21 Ottobre 2019 - Rete Gargano

Non si parlerà più di concorrenza tra paesi mediterranei, ma di un’alleanza per fidelizzare i flussi turistici e per affrontare le sfide con Estremo Oriente e Americhe”

Operatori turistici, itinerari italiani e dell'area del Mediterraneo, istituzioni ed esperti provenienti da 10 Paesi si riuniranno a Bari il 24 e il 25 ottobre, presso il centro congressi della Nuova Fiera del Levante, per stilare un programma da proporre ad operatori privati e pubblici nel segno di una nuova strategia, sintetizzati in un documento ufficiale che prenderà il nome di “Dichiarazione di Bari”, cui hanno già dichiarato di voler sottoscrivere diversi Paesi e Regioni mediterranee. Due giorni intensi di analisi, strategie e nuovi obiettivi da raggiungere per valorizzare un turismo culturale che guarda al passato ma che, con forza, si immerge nel futuro delle opportunità economiche e di rilancio dei territori, in nome della creatività, dell’esperienza, dell’accessibilità e del rapporto con le comunità. La Puglia, ma anche la Sicilia, la Toscana, le Marche, la Sardegna, la Grecia, Cipro, Libano, Spagna, Malta e altre mete indiscusse di turismo di qualità, puntano ad accrescere presenze e offerte culturali che coinvolgano le persone, dunque l’identità dei luoghi e ciò che essi rappresentano. Cultura, paesaggio, enogastronomia e beni immateriali fanno di queste regioni un unicum che si mira a valorizzare attraverso strategie di rilancio che partano dal territorio stesso e per il territorio stesso.

“Riteniamo molto proficuo e interessante questo incontro di dialogo euromediterraneo. Al centro della strategia della Regione Puglia in questi ultimi anni è stato proprio il binomio inscindibile Cultura e Turismo, che valorizza le risorse e le identità locali. Cultura e turismo consentono una crescita economica inclusiva e sostenibile, occupazione e arricchimento culturale – dichiara l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - Con il Piano strategico del turismo Puglia365 e con il Piano strategico della Cultura della regione Puglia, Piiil Cultura, la Puglia è stata la prima regione italiana a realizzare una programmazione concreta e finanziata, attraverso importanti meccanismi di partecipazione, coinvolgendo tutte le forze presenti sul territorio. Sono stati messi in campo tanti strumenti finanziari a supporto degli operatori della cultura e dello spettacolo ma anche dei Comuni, degli Istituti Scolastici ed ecclesiali. Dal bando destinato alla realizzazione di Biblioteche di Comunità, che ha portato la Puglia a essere riconosciuta come un vero e proprio esempio europeo, al bando per il restauro e il rilancio degli attrattori culturali, dai beni monumentali alle piazze; e ancora il bando per il rinnovamento delle sale cinematografiche e dei Teatri storici; quello “Luoghi Identitari” per invitare i ragazzi delle scuole pugliesi a prendersi cura dell’enorme patrimonio culturale ereditato e immaginarne un altro destino. Sono tutte iniziative che hanno influito positivamente anche sull’appeal della Puglia per i turisti e che vogliamo condividere al tavolo dell'Assemblea generale Internazionale sulla Rotta dei fenici”.”

Oltre a delegati della Rotta dei Fenici provenienti dai 10 paesi mediterranei, tra gli ospiti anche tour operator internazionali, rappresentanti dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, dell’Organizzazione Internazionale di Turismo sociale, del Consiglio d’Europa e di alcune grandi istituzioni museali come il MANN di Napoli e numerosi altri attrattori culturali da tutto il Mediterraneo.

La Regione Puglia – dichiara il Direttore della Rotta dei Fenici, Dott. Antonio Barone - che nell’ultimo periodo ha dimostrato di essere molto attiva soprattutto nel campo dei cammini e degli itinerari culturali internazionali, cerniera tra Oriente e Occidente del Mediterraneo, ospiterà un evento molto significativo che traccerà un solco nelle strategie turistico-culturali del Mediterraneo. L’itinerario “La Rotta dei Fenici” certificato nel 2003 dal Consiglio d’Europa e seguito dal 2016 dall’Organizzazione Mondiale del Turismo insieme alla “Via della Seta”, con l’aiuto di esperti di vari settori di tutto il Mediterraneo sta sviluppando modelli innovativi per il passaggio da un turismo di destinazione a un turismo di motivazione. Anziché parlare di B2B (business to business) si parlerà di P2P (people to people). Non si parlerà più di concorrenza tra paesi mediterranei ma di un’alleanza per fidelizzare i flussi turistici e per affrontare le sfide con Estremo Oriente e Americhe. Certamente fulcro della strategia è puntare sulla qualità dei territori e dei servizi offerti. Tutti insieme a Bari lavoreremo a questo scopo”.

Tra gli eventi aperti al pubblico nei due giorni segnaliamo il “Capacity Building per operatori turistici e culturali” del 24 ottobre dalle h. 9.45 alle 12 e la giornata del 25 ottobre con il “Forum sul Turismo Mediterraneo” e la presentazione della Dichiarazione di Bari.

Pubblicato in Turismo

COMUNE DI VIESTE

PROVINCIA DI FOGGIA

 
  CONCORSO PUBBLICO, PER ESAMI, PER LA COPERTURA DI N. 4 POSTI DI ISTRUTTORI AMMINISTRATIVI - CAT. C1 – A TEMPO  INDETERMINATO E PARZIALE ORIZZONTALE AL 55,56% (OSSIA 20 ORE SETTIMANALI) –  CON RISERVA DI N.1 POSTO AI MILITARI VOLONTARI CONGEDATI DELLE FF.AA., AI SENSI DELL’ART. 1014, COMMA 1 E 3 E DELL’ART. 678 COMMA 9 DEL D.LGS 66/2010.-
 
  

IL PRESIDENTE
DELLA COMMISSIONE SELETTIVA 
 
RENDE NOTO

 

LE SEGUENTI DATE E ORARI FISSATI PER SVOLGIMENTO DELLE PROVE CONCORSUALI :

 
 

Giovedì 7 Novembre 2019

Ore 12,30

Cineteatro ADRIATICO

PROVA di PRESELEZIONE

 

Venerdì 8 Novembre 2019

Ore 09,00

Cineteatro ADRIATICO

PRIMA PROVA SCRITTA

(A seguire) SECONDA PROVA SCRITTA

 
 
Vieste, 21 Ottobre 2019
 
  

Il Presidente della Commissione Selettiva
F.to Avv. Antonio Coccia

Pubblicato in Avvisi

Sono stati controllati oltre 165 veicoli e 195 persone; elevate 95 contravvenzioni per scorretto comportamento alla guida e/o anomalie documentali, con decurtazione di 125 punti alle patenti di guida.

Controlli agenti Polizia in notturna Manfredonia, 18 ottobre 2019. Agenti della Polizia di Stato della Sottosezione Polizia Stradale di Vieste e Foggia, nei giorni 11-12 e 13 ottobre,  hanno effettuato servizi di alto impatto  in agro di Manfredonia e Vieste per prevenire e/o reprimere  ogni tipo  di illegalità al volante ed i comportamenti di guida più pericolosi e garantire la circolazione in condizioni di massima sicurezza, cercando di dare nuovo impulso al contenimento del fenomeno infortunistico.

Sono stati controllati 165 veicoli e 195 persone; elevate 95 contravvenzioni per scorretto comportamento alla guida e/o anomalie documentali, con decurtazione di 125 punti alle patenti di guida.

Sono state ritirare 4 patenti di guida, 3 carte di circolazione e sottoposti a fermo amministrativo 3 veicoli per violazioni alle normative del Codice della Strada.

Cinque le persone sanzionate ai sensi dell’art.  173  C.d.S.  perché sorprese alla guida utilizzando il telefono cellulare.

Nella serata dell’11 Ottobre 2019 è stato denunciato, per false attestazioni a pubblico ufficiale sulle proprie generalità,  un pluripregiudicato di Manfredonia sorpreso alla guida con patente revocata, nel 2002,  per mancanza dei requisiti morali  che,  nel corso del controllo, ha fornito  dati identificativi appartenenti all’ex proprietario del veicolo da lui condotto ed acquistato,  possessore di regolare Patente.

Gli operatori della Polizia Stradale, insospettiti   dal  comportamento del soggetto che mostrava  evidenti  segni  di  nervosismo   ed   agitazione, hanno proceduto ad una serie di verifiche e  controlli  incrociati  presso  le  banche dati  della motorizzazione, dell’A.C.I. e dello S.D.I. in seguito alle quali è emersa la vera identità del pregiudicato manfredoniano al quale, ai sensi dell’art. 116/ 15-17 (guida con patente revocata),   è  stata  inflitta  una  sanzione amministrativa di euro 5110,00 e  sottoposto a fermo amministrativo il veicolo.

Pubblicato in Cronaca

Affrettati: prima ti iscrivi, prima inizi il corso, prima troverai possibilità di lavoro!

Ultimissime iscrizioni disponibili per il Corso di Operatore Socio Sanitario (OSS) della durata complessiva di circa 7/8 mesi in partenza tra qualche giorno.

Il corso di 1000 ore è così strutturato:

200 ore di F.A.D. (Formazione a distanza col pc/internet),

350 ore di aula (CON FREQUENZA OBBLIGATORIA, PENA LA NON VALIDITA’ DELL’ATTESTATO!),

450 ore di tirocinio formativo in strutture pubbliche e private.

Compresi nella quota d’iscrizione: il materiale didattico e l’uniforme (pantalone, casacca e calzature sanitare).

È utile ricordare che può prendere parte a questi corsi anche chi è in possesso della Licenza Media.

CHIAMA SUBITO IL 3283823765. Affrettati: prima ti iscrivi, prima inizi il corso, prima troverai possibilità di lavoro!

La figura dell’OPERATORE SOCIO SANITARIO, istituita dalla Conferenza Stato Regioni con l’accordo del 22 febbraio 2001, è abilitata a svolgere attività indirizzata a: a) soddisfare i bisogni primari della persona, nell’ambito delle proprie aree di competenza, in un contesto sia sociale che sanitario b) favorire il benessere e l’autonomia dell’utente.

Opportunità sul mercato del lavoro

  • dipendente di centri di accoglienza, cliniche, ospedali, case di riposo e comunità di recupero, case famiglia, strutture scolastiche, etc.
  • partecipare a concorsi pubblici e privati inerenti posizioni in strutture di assistenza sanitaria.
  • lavorare in proprio, fornendo un servizio di assistenza alle famiglie di tipo domiciliare (anziani, disabili, bambini, etc.).

Il corso, al costo di 2.000 euro (rateizzabili) con ulteriore sconto per i primi 20 iscritti, ti permette di conseguire la qualifica di OSS e di trovare facilmente impiego presso le varie strutture assistenziali. La qualifica inoltre dà accesso ai concorsi e punteggio per il profilo di Collaboratore Scolastico.

CHIAMA SUBITO IL 3283823765. Affrettati: prima ti iscrivi, più risparmi, prima inizi il corso e prima troverai possibilità di lavoro!

Pubblicato in Avvisi

Pronti via e i ragazzi della Sunshine piazzano un parziale di 8 a 0 che costringe il coach dei padroni di casa a chiamare time out al termine del quale i padroni di casa piazzano un contro parziale di 7 a 0 riportandosi a -1. Ma gli ospiti giocano seguendo alla perfezione le direttive di coach Ciociola chiudendo il primo quarto con 9 punti di vantaggio (13-22).

Nel secondo periodo la musica non cambia, con i viaggianti che non sciupano niente e respingono il tentativo di recupero andando all’intervallo lungo con un bottino di 7 punti di vantaggio (30-37).

Al rientro in campo tutti si aspettavano la reazione della Lupa, ma sono i ragazzi della Sunshine a giocare senza sbagliare niente, difendono benissimo e chiudono il periodo sul 43-68, con un parziale di quarto di 13-31.

Negli ultimi 10 minuti di gioco la Bisanum Viaggi Vieste amministra senza nessun patema il vantaggio portando a casa i 2 punti con il risultato finale di 62-86.

Maiuscola la prova di Marko Vranjkovic che chiude la partita con una valutazione totale di 49, frutto di 31 punti a referto (7 su 8 da 2, 4 su 6 da 3, 5 su 5 ai liberi, 12 rimbalzi, 4 stoppate, 3 palle recuperate e 2 assit).

Coach Ciociola commenta così la vittoria: “dopo la prestazione opaca contro Molfetta mi aspettavo una reazione emotiva dei miei ragazzi. Durante la settimana abbiamo lavorato secondo le caratteristiche dei forti giocatori del Lecce. Nella gara siamo stati bravi a mettere intensità nelle due fasi del gioco e Lecce non è riuscita a rispondere come doveva. Sono contento per i ragazzi, perché stanno lavorando sodo cercando di colmare le lacune che si sono viste in questa prima fase del campionato.”

Lupa Lecce – Bisanum Viaggi Vieste 62-86. Parziali: 13-22; 30-37; 43-68; 62-86.

Arbitri: Matteo Rodi di Brindisi, Simone Pocognoni di Leporano.

Tabellini

Lupa lecce: Calasso 2, Salamina 2, Zezza, Cvetanovic18, Gatta, Petraitis 19, Di Savatore 4, Mocavero, Durini 11, Marinelli 6.

Bisanum Viaggi Vieste: Guzzon 2, Nicosia 8, Monier 8, Compagnoni 4, Ordine 14, Vranjkovic 31, Scozzaro 19, Gimma ne, Bentrad ne, Hoxha.

Pubblicato in Sport

Ultimo appuntamento con Di Lago In Mare, il ciclo di eventi organizzati da GAL Gargano Agenzia di Sviluppo per promuovere l'#EconomiaBlu e la cucina lagunare.

Il settimo appuntamento si terrà a #LESINA, precisamente lungo il Lago di Lesina, il 27 ottobre a partire dalle ore 10:00!

 

Programma

27 ottobre

ore 10:00- 10:30
Ritrovo per i partecipanti registrati presso Mercatino Ittico "Angelo Vassallo" (Lungolago, via Banchina Vollaro)

ore 10:30 – 12:30
Open door*
Alla scoperta della laguna di Lesina: visita guidata all’ambiente lagunare.

ore 12:45
Coffee break
Degustazione di prodotti tipici della pesca e dell’acquacoltura.

ore 15:00 – 17:00
Visita guidata al borgo di Lesina e al Centro Visite Comune di Lesina - Parco Nazionale del Gargano *

ore 17:30

Convegno presso il Centro Polifunzionale

Saluti Istituzionali:

Dott. Roberto Cristino – Sindaco di Lesina
Dott. Pasquale Pazienza – Presidente Ente Parco Nazionale del Gargano
Dott. Biagio di Iasio – Presidente del GAL Gargano

Interventi:
Dott.ssa Annarosa Notarangelo –  Direttore del Gal Gargano: Presentazione del Progetto  “Gargano Mari e Monti”
Dott. Gianfranco E. Pazienza – Responsabile FEAMP: Presentazione del GEODATABASE del GAL Gargano
Mauro De Carlo – Responsabile di DECALAB S.r.l: Presentazione dell’APP “Pesca Mia”

Conclusioni:
Dott. Aldo Di Mola – Responsabile FEAMP della Regione Puglia.

ore 19:00 – 20:30

Show Cooking
Alla scoperta dei sapori e delle ricette tipiche dell’area marino costiera e lagunare. Gargano Food Village “A tavola con l’olio extra-vergine biologico”.
(In caso di avverse condizioni meteo lo show cooking sarà realizzato nei pressi del Centro Polifunzionale)

*L’open door e la visita guidata sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.
E’ obbligatoria la prenotazione al GAL Gargano entro il giorno 25 ottobre 2019 ore 18:00.
+39088456164/0884568245 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Manifestazioni

Parte da domani martedì 22 e fino al 24 ottobre nella fiera di Foggia (nuovo paglione, c.so del Mezzogiorno) “JOB ‘19”, il Salone del Lavoro e della Creatività, a cura dell’Università di Foggia.

All’inaugurazione, alle ore 15.00, ci sarà l’assessore alle Politiche Giovanili Raffaele Piemontese.  

La Regione Puglia sarà presente con numerose attività.

Saranno molte le occasioni concrete di incontro tra domanda e offerta, di approfondimento sul mondo dell’economia, della politica e dell’imprenditoria, con workshop, seminari, laboratori e convegni, di condivisione di idee, iniziative e progetti a favore dell’occupazione giovanile: un'opportunità per ogni ragazza e ogni ragazzo che si affacci al mercato del lavoro dopo la conclusione degli studi.

È per loro che Regione Puglia ha un nuovo percorso di incentivi e aiuti: "Fatti strada", un invito a credere in sé stessi e nella propria comunità.

             

Nello stand della Regione Puglia sarà infatti disponibile un desk interattivo e digitale dove ogni utente potrà, in base al suo profilo e alle sue necessità, trovare le opportunità di finanziamento attive.

Sono comunque diverse le iniziative rivolte a giovani e imprese per orientarli tra tutte le opportunità regionali attive.

Si parte dalle misure regionali per l'autoimpreditorialità e l'autoimpiego,  con un workshop a cura di PugliaSviluppo in programma, con una sessione al mattino e una di pomeriggio, mercoledì 23 ottobre.

Nella stessa giornata, inoltre, un focus sul bando PIN, organizzato con la Sezione Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI in programma dalle alle 12:00 con la partecipazione dell'assessore Raffaele Piemontese.

Durante l'incontro, spazio alle testimonianze vincenti di imprese giovanili beneficiarie del finanziamento e la possibilità di fare una esercitazione pratica sulla compilazione del modello Canvas per partecipare al bando.

Infine, la sala workshop di Regione Puglia ospiterà, il 23 e il 24 ottobre, una serie di appuntamenti per l'orientamento alle STEM (Scienze, Tecnologie, Ingegneria, Matematica) organizzato dalla Sezione Promozione della Salute e del Benessere Assessorato al Welfare della Regione Puglia.

Tra le attività interattive che coinvolgeranno studenti e studentesse incontri dedicati a "New Gluten World: Ri-cerca e passione", "Scoprire il gene della matematica "nascosto" in ognuno di noi", "I keep on searching for ... the way to your heart!".

Pubblicato in Società

"Sabotaggi notturni alle cantine di San Severo e Torremaggiore" vengono denunciati da Coldiretti Puglia. "Sono state boicottate due strutture del territorio e sversati migliaia di litri di vino e mosto nelle campagne - commenta Giuseppe De Filippo, presidente di Coldiretti Foggia - un atto intimidatorio senza eguali.
    Chiediamo una cabina di regia interforze che stringa le maglie dei controlli nelle aree rurali e organizzi sistemi di presidio anche tecnicamente all'avanguardia perché così non è più possibile andare avanti". Ammonta a circa un milione e mezzo di euro il danno subito dalla 'Antica Cantina' sociale di San Severo, nella quale ignoti si sono introdotti per manomettere i silos e versare circa 25mila ettolitri nelle campagne circostanti.

Pubblicato in Cronaca

"Essere testimoni del passaggio dalle parole ai fatti, per interventi della portata come quello che riguarda il canale Acquarotta di Marina di Lesina, è una circostanza più unica che rara nell'esperienza di un amministratore". Lo ha detto l'assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione unitaria, Raffaele Piemontese, che, stamattina, nell'Aula consiliare del Comune di Lesina, su mandato del presidente Michele Emiliano, ha presenziato alla consegna dei lavori per gli "Interventi per la mitigazione della pericolosità geomorfologica a Lesina Marina". All'incontro erano presenti il vicesindaco di Lesina Leonardo Di Mauro, il dirigente della Sezione Lavori Pubblici della Regione Puglia Antonio Pulli, Gianni Rotice, amministratore dell'omonima impresa appaltatrice dei lavori, alcuni consiglieri comunali.

"Aldilà della dimensione economica di opere che mobilitano complessivamente circa 22 milioni di euro – ha sottolineato Piemontese nel suo intervento –, diamo concreto avvio a un cantiere storico, considerando che dà il via a opere oggetto di una discussione ventennale, costata sia alle persone che hanno investito nelle loro case per le vacanze e che se le sono viste deprezzate, sia agli operatori turistici e commerciali che hanno visto indebolita l'attrattività di un magnifico pezzo di Puglia stretto tra Mare Adriatico e Lago di Lesina".

L'ingegner Pulli ha spiegato che la durata contrattuale delle opere è di 365 giorni, a partire dal perfezionamento delle ultime formalità burocratiche che matureranno tra quindici giorni in seno al complesso di enti e autorità coinvolti in un intervento che agirà direttamente sulle cause di un dissesto idrogeologico cominciato nel 1927, proprio con lo scavo del canale Acquarotta. Siamo in un ambito territoriale caratterizzato da rocce gessose, ricoperte da sabbie marine, nelle quali sono presenti fenomeni carsici con formazioni di cavità sia in superficie che in profondità, che possono dare luogo a crolli improvvisi di porzioni di terreno anche molto ampie, come purtroppo è già successo proprio a ridosso dell'area dove sorgono le abitazioni.

"Oltre al mare, alle spiagge, alle dune, alla pineta, Marina di Lesina è un universo fisico di 180 edifici con circa 4 mila unità abitative", ha ricordato Piemontese, osservando che "dai 2-300 abitanti del periodo invernale si passa a 30 mila persone e un mezzo centinaio di attività commerciali nel periodo estivo".

"Ringraziamo l'impresa che, nel garantire velocità di esecuzione, ha accolto il nostro invito a dare subito esecuzione ai lavori per avviare il prima possibile un cantiere complesso", ha detto Pulli, illustrando sommariamente l'intervento che, a ridosso della zona edificata, prevede il consolidamento del terreno attraverso la tecnologia del "jet grounting" con iniezione di getti di fluidi, la realizzazione di due paratoie sul lato sinistro del canale Acquarotta, oltre che opere di ingegneria naturalistica e di riqualificazione urbana.

Pubblicato in Ambiente

Mediocredito Centrale e GA.FI. hanno firmato un accordo per la costituzione di un portafoglio di finanziamenti tranched cover di 20 milioni di euro a favore di micro, piccole e medie imprese delle regioni del Mezzogiorno, con l’intervento del Fondo di garanzia per le Pmi a valere sulle risorse europee del PON Imprese e Competitività 2014-2020. Mediocredito Centrale parteciperà al progetto in qualità di banca finanziatrice, mentre GA.FI. opererà come gestore del portafoglio.

 Si tratta del primo portafoglio PON gestito da un confidi e rappresenta una nuova soluzione a sostegno dell’imprenditoria del Sud. 

 I singoli finanziamenti, di nuova erogazione, avranno un importo compreso tra 25 mila e 300 mila euro e una durata massima di 60 mesi per gli investimenti produttivi e di 36 mesi per fabbisogni di capitale circolante e scorte. Le regioni destinatarie dei finanziamenti saranno Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

 La struttura del portafoglio prevede una tranche junior garantita da GA.FI. e dal Fondo di garanzia a copertura delle prime perdite mentre il rischio del resto del portafoglio è a carico della Banca. Questa suddivisione del rischio consente di ottimizzare l’offerta di credito, anche attraverso l’erogazione di finanziamenti chirografari, senza richiesta di garanzie reali alle imprese.

 “L’intesa con Mediocredito Centrale – afferma Rosario Caputo, Presidente di GA.FI. - rientra nella continua ricerca delle migliori opportunità per favorire un rapporto sempre più proficuo tra banche ed imprese. Mediante il dialogo costruttivo con una Istituzione Finanziaria seria ed affidabile, siamo convinti di dare un altro segnale inequivocabile della nostra capacità di stare al fianco delle imprese, garantendo il flusso di credito ad esse destinato per il rilancio dell’intero tessuto produttivo dell’intero Mezzogiorno”.

 “Questa operazione di tranched cover – ha sostenuto Bernardo Mattarella, Amministratore Delegato di Mediocredito Centrale - valorizza il ruolo di Mediocredito Centrale come banca di secondo livello che, attraverso il suo expertise finanziario, realizza sinergie con altri soggetti, pubblici e privati, per accrescere l’offerta di credito alle piccole e medie imprese del Sud e per sostenere la competitività del sistema produttivo meridionale”.

“Uno strumento che in questi anni è stato a vantaggio anche del territorio pugliese e che attraverso questa nuova iniziativa potrà facilitare l’accesso al credito da parte di imprese meritevoli della nostra provincia e regione”, evidenziano Pasquale Monteleone, referente Ga.Fi. per l’area Puglia Nord e Giuseppe Nitti, referente per Bari e resto della Puglia.

Per ulteriori e dettagliate informazioni 0881 024786 - www.garanziafidi.com

Pubblicato in Economia
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Ristorante Il Capriccio

Reporter della tua città

16 Gennaio 2020 - 11:10:54

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Meglio che sto zitto di Lucio Palazzo

Perchè? La domanda d’obbligo. Perché scriverci un libro? E che ne so? In realtà non avevo nessuna intenzione di scrivere un libro, ma alla fine, messe insieme, sono risultate…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -