Articoli filtrati per data: Martedì, 22 Ottobre 2019 - Rete Gargano

Quest’anno il Comune di Vieste intende allestire nuovamente la “Casa di Babbo Natale”, un luogo di incontro e di divertimento per bambini e grandi, che resterà aperto per il periodo natalizio. A tale scopo, l’assessore alle Attività Produttive, Rossella Falcone, invita tutte le Associazioni locali interessate, il giorno giovedì 24 ottobre alle ore 12,00 presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale, per condividere proposte relative alle attività da effettuare ed ai criteri dell’organizzazione.

Pubblicato in Avvisi

Sono nate in 1 anno 49 start up innovative in provincia di Foggia, di cui l’8,2% ha puntato su ambiente e settori green investendo su tecnologia e innovazione, iniziative imprenditoriali rigorosamente condotte per il 50% da giovani. E’ quanto emerge da un’analisi di Coldiretti Puglia, sulla base dei dati della Camera di Commercio di Milano Brianza Lodi, diffusa in occasione dell’apertura di Job, il Salone del Lavoro e della Creatività, a cura dell’Università di Foggia.

“C’è bisogno di sostegno per consentire ai millenials di realizzare il proprio sogno imprenditoriale, giovani intelligenze emergenti anche in campagna. E’ grande lo sforzo creativo e di innovazione dei giovani agricoltori di Capitanata che in solitudine, senza l’aiuto di finanziamenti e sostegni regionali, stanno rivoluzionando la vita e il lavoro nelle campagne con la passione, la fierezza e la lungimiranza di chi ha scelto un percorso lavorativo in agricoltura patriottico e complesso, dove non manca il sacrificio, ma abbondano anche le soddisfazioni”, commenta Giuseppe De Filippo, presidente di Coldiretti Foggia.

Numerosi gli esempi da Oscar dei giovani innovatori dei campi e del mare, come Ezio Grieco di Manfredonia. Appassionato da sempre di pesce, sceglie un percorso in discontinuità rispetto alla tradizione di famiglia. Ha realizzato l’unico impianto in Italia di acquacoltura multitrofica, con una filiera integrata e il risultato finale è il burger di pesce, un alimento ready-to-cook ovvero già pronto per essere cucinato.

Ad Orsara di Puglia Antonio Anzivino ha realizzato una linea di prodotti per avvicinare i bambini al miele, aromatizzandolo con il cioccolato e il limone, mentre Alessandra Germano a San Giovanni Rotondo alleva le galline rigorosamente all’aperto con le ‘nobiluova’ confezionate in un packaging innovativo.

Uno storico ritorno alla terra che ha portato 5mila giovani under 40 a presentare domanda per l’insediamento in agricoltura in Puglia, ma quasi 9 richieste su 10 (86%) non sono state al momento accolte per colpa degli errori di programmazione dell’Amministrazione Regionale con il rischio concreto di restituzione dei fondi disponibili a Bruxelles, denuncia Coldiretti.

“Sono ancora troppe le “molestie” che un giovane che vuole fare impresa in agricoltura si trova costretto a subire”, dice il leader di Coldiretti Giovani Impresa Foggia, Guido Cusmai. “Aspettare oltre 4 anni per poter trasformare il proprio sogno in attività imprenditoriale agricola, per colpa di una burocrazia che spesso compromette il destino di un’impresa giovane, sottrae ricchezza al territorio. Parliamo di un esercito di giovani talenti, pronto ad investire in agricoltura, costretto spesso a fare le valigie per lasciare la Capitanata in cerca di un lavoro”, conclude Cusmai.

Pubblicato in Notizie

Il Gruppo Interparlamentare per la riforma della geografia giudiziaria, riunitosi presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio in Roma, ha ospitato magistrati, cancellieri e avvocati in pubblica audizione. La discussione ha interessato l’annoso problema dei presidi di giustizia dopo la riforma che di fatto ha chiuso anche il Tribunale di Lucera e la sezione distaccata di Rodi Garganico.
Le ragioni di una necessaria e urgente riapertura della sede soppressa di Rodi G.co, sono state spiegate e illustrate dal Presidente dell’Associazione Avvocati Garganici Gianni Maggiano e da Alfredo Ricucci, che sono sempre più impegnati nella lotta per il riconoscimento di un legittimo diritto delle popolazioni garganiche ad un tribunale di territorio, presidio non solo di giustizia ma baluardo di legalità e di presenza palese dello Stato.
«Abbiamo partecipato tutte le nostre istanze, commenta l’avv. Maggiano, e abbiamo ricevuto rassicurazioni e la promessa di una visita sul Gargano da parte dei parlamentari, che intendono rendersi conto personalmente dei punti di criticità evidenziati, tali da giustificare la riapertura di un ufficio giudiziario ministeriale. Mi riferisco chiaramente alle distanze, all’orografia del territorio, alla situazione dei trasporti pubblici e delle vie di comunicazione oltre al non più procastinabile intervento risolutivo del problema legato al pianeta giustizia».

Pubblicato in Società

Con questa nuova iniziativa si continua ad aprire ulteriormente il museo al territorio ed alla comunità consentendo ad affermati autori di libri, come anche a giovani neolaureati, di presentare le proprie tesi e pubblicazioni in una cornice adatta a valorizzare gli sforzi culturali provenienti dalla propria terra, di dialogare e CONVERSARE in un ambiente culturale aperto proiettandosi verso un confronto allargato e stimolante.

L’appuntamento di giovedì 24 maggio 2019 si svolgerà nella Sala Convegni (Torrione dell’Annunziata) del Castello di Manfredonia, con inizio alle ore 19,30, e tratterà il tema “Museo e Territorio - Il Gargano tra storia e società”.

Interverranno con propri contributi:

prof. Michele Ferri;

prof. Lorenzo Pellegrino;

prof. Michele Presutto;

prof. Andrea Pacilli;

Introduce Alfredo de Biase direttore del Museo

Per l’occasione il Castello resterà aperto, in via straordinaria, sino alle 22,30 con ultimo ingresso alle ore 22,00.

Con cortese richiesta di diffusione,

 L'Ufficio rapporti con la Stampa del Polo Museale della Puglia.

Bari,    2019

Info:

Castello di Manfredonia

Tel: 0884.587838  

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Parco Archeologico di Santa Maria di Siponto

Tel: 331.9137971

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina Facebook   Museo Nazionale Archeologico Manfredonia e Parco archeologico di Siponto

Polo Museale della Puglia

Via Pier l’Eremita 25b – 70122 Bari

Ufficio Rapporti con la Stampa

Tel: +39 0805285217 – 5274 – 5276                 

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Cultura

L’anno scor­so, furono scelti per il servizio di moda femminile della pre­stigiosa rivista Vogue, edizio­ne Ucraina, la bianca scogliera di Vignanotica, posta al con­fine tra Mattinata e Vieste, gli ipogei Capparelli, il Lago Salso, la casa realizzata dall’architet­to Mauro Galantino tra Vigna­notica e Baia delle Zagare. Come l’anno scorso, anche i luoghi scelti ora non sono ca­suali, raccontano di una terra antica e splendida, dove la ma­no dell’uomo, laddove è inter­venuta, non ha creato intru­sioni ma architetture rispet­tose della bellezza aspra e ac­cecante. Paesi, scorci tipici e scene di vita quotidiana a Vie­ste, Vico e Monte Sant’Angelo sono quindi l’ambientazione ri­cercata per lo speciale moda uomo di questo ottobre de “Le Nouvel Observateur”, il prin­cipale periodico generalista francese in termini di diffu­sione. Il Gargano sembra farci tonare indietro nel tempo. La ricercata finezza delle proposte per l’autunno inverno 2020 - 2021, indossate dai modelli se­lezionati, sapientemente combinata all’autenticità dei luo­ghi vuole indicare che ogni oc­casione è speciale per essere eleganti: si può indossare un capo originale in qualsiasi oc­casione o contesto. Le location selezionate dal fotografo Marco Imperatore e dal casting e pro­ducer manager Michele Bisceglia, nei giorni precedenti lo shooting che si svolto a metà settembre, hanno subito susci­tato l’entusiasmo della fashion editor Clémence Belin. Gli abi­ti dei tre modelli diciottenni (Aleksadella Serbia, Roy di Israele e l’italiano Enrico), se­lezionati dall’Agenzia di moda “Street people casting” di Mi­lano - non un’agenzia solita ma un’agenzia alla ricerca di volti autentici, che si possono tro­vare in ogni strada, appunto di “talent Street people” - riferi­scono che la tendenza sempre più forte è la ricerca di autenticità. Per Michele Bisceglia, originario di Mattinata, è un modo di promuovere il ter­ritorio del Gargano, come già fatto durante l’estate 2018 con il magazine Vogue Ucraina.

Francesco Bisceglia

Pubblicato in Turismo

Termineranno oggi alle Isole Tremiti le riprese di una nuova puntata della trasmissione Linea Blu. L’arrivo della troupe di Rai 1 è coinciso con ‘Un mare di storia’, l’ultimo evento di archeologia subacquea organizzato dal Parco Nazionale del Gargano per celebrare i trent'anni della Riserva Marina Isole Tremiti. 

Per l’occasione, il presidente dell’Ente Pasquale Pazienza ha accompagnato la conduttrice Donatella Bianchi sull'isola di Pianosa, su cui abitualmente è vietato l’accesso e addirittura l'avvicinamento entro i 500 metri. Le telecamere di Linea Blu hanno documentato la pulizia straordinaria di quell'angolo di paradiso, liberato parzialmente dai tanti rifiuti che il mare trasporta sulle basse coste dell'isola e che il vento spinge all'interno. Plastica, sacchetti, contenitori, migliaia di frammenti di cassette di polistirolo, blister, reti per la coltivazione dei mitili, stoviglie usa e getta, stracci, scarpe, tronchi e rami di legno sono stati rimossi durante le operazioni di pulizia, effettuate con il supporto logistico della Guardia di Finanza che ha messo a disposizione tre mezzi nautici, due motovedette ed un gommone.

Questo intervento - dichiara il presidente del Parco Nazionale del Gargano Pasquale Pazienza - è solo un primo passo verso un impegno che vedrà l’Ente attivarsi per riqualificare Pianosa. Per farlo occorrerà incrementare le attività di ricerca, le uniche per le quali la legge consente l’accesso all'isola. Penso ad esempio ad un ‘Centro studi sul mare’ che possa contemplare tra le sue attività anche la rimozione dei rifiuti che si accumulano nel tempo”.

Alla pulizia di Pianosa è dedicata una parte della puntata di Linea Blu, in onda sabato 2 novembre ed interamente incentrata sul trentennale della Riserva Marina Isole Tremiti. 

Pubblicato in Ambiente

Tutti d’accordo sul­la necessità di lottare con determinazione per sconfiggere l’abbandono dei rifiuti in area protetta puntando sulla sensibilizza­zione dei cittadini per riuscire nell’impresa. Perché di tale si tratta, visto che - come ha ammesso Claudio Angeloro, colonnello dei carabinieri forestali - «l’abbandono dei ri­fiuti è in aumento». Presso l’aula convegni della sede del Parco nazionale del Gargano oggi è andato in onda un convegno fina­lizzato a sensibilizzare - sul delicato tema dei rifiuti in area protetta - i circa 200mila cit­tadini dei diciotto Comuni (Mattinata, Mon­te Sant’Angelo, Manfredonia, Vieste, Peschi­ci, Vico, Rodi, San Nicandro, Cagnano, Apri­cena, Serracapriola, Rignano, San Marco in Lamis, San Giovanni Rotondo, Ischitella, Vieste, Isole Tremiti, Lesina) che ricadono all’interno del perimetro (120mila ettari). Il dibattito, mirato ad illustrare le finalità della nuova campagna “Parchirifiutifree” (realiz­zata in sinergia tra Legambiente ed ente Parco nazionale del Gargano) ha rimarcato l’importanza di tutelare le aree protette. La campagna si prefigge l’obiettivo di sti­molare attività concrete di raccolta e mo­nitoraggio dei rifiuti ed è un percorso in 17 tappe nei Comuni dell’area protetta. «Da un lato sono previste attività di pulizia e mo­nitoraggio delle aree boscate, dall’altro - ha spiegato in apertura il neo presidente dell’ente Pasquale Pazienza - l’attenzione sa­rà su marine litter e beach litter. Lo scopo è quello di preservare il patrimonio naturalistico del Gargano, coinvolgendo in modo diretto chi lo vive ogni giorno». «Il rifiuto è una risorsa, se invece viene abbandonato no», ha sottolineato Francesco Tarantini, in doppia veste (neo presidente del Parco na­zionale dell’Alta Murgia e presidente Le­gambiente Puglia). «Auspichiamo uno sfor­zo da parte dei Comuni» ha poi aggiunto rivolto ai (pochi) sindaci presenti. «Abbiamo il dovere di tutelare questo nostro splendido territorio per lasciarlo integro ai nostri figli, alle future generazioni» ha rimarcato Sal­vatore D’Arenzo, delegato all’ambiente della Provincia di Foggia. «Puntare in misura de­cisa sulle campagne di educazione ambientale nelle scuole» è stata la proposta di Biagio Di Iasio, presidente Gal Gargano. «Io comincerei - ha suggerito- dalle scuole ma­terne...». Mario Palmieri, maggiore dei ca­rabinieri forestali, si è soffermato prima sul­la dotazione organica (da rimpinguare) «c’è un carabiniere forestale ogni 4 mila ettari di area Parco» - e poi sui risultati ottenuti (49mila euro di sanzioni) grazie alla tecnica delle foto trappole. A chiudere il convegno il caloroso scambio di doni tra i presidenti dei due Parchi pugliesi, Pasquale Pazienza e Francesco Tarantini.

Francesco Trotta

Pubblicato in Ambiente

Hanno per liberarsi ducati 373,grana 13 i quali ducati dei duemila sono stati fatti per questa Università per la provvisione che non hanno potuto smaltire i loro fiscali reggii pagamenti ed altro accettati dall'Università ed eletti al prezzo così fatto si è osservato in essa e in questa regia camera e per questo mi sono bene informato che per comodo e mano di questa Università e favori sarà assai meglio attenersi alla gabella attesa che per il presente fatto ed essendo terra d'industria e le loro entrate di agrumi sogliono non seccarli e non possono entrate e frutti e la pratica proibita patirà una perdita grandissima e per detta terra e altre Università e poveri e pagati questo ed altri beni sarà assai utile in questa una gabella e per comodo potrà essere sodisfatta la regia corte e i loro creditori e di più sono ancora in formazione ducati ...... Continua,

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

ReteGargano consiglia...

BELLA NAPOLI

Reporter della tua città

16 Gennaio 2020 - 11:10:54

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Meglio che sto zitto di Lucio Palazzo

Perchè? La domanda d’obbligo. Perché scriverci un libro? E che ne so? In realtà non avevo nessuna intenzione di scrivere un libro, ma alla fine, messe insieme, sono risultate…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -