Articoli filtrati per data: Mercoledì, 30 Ottobre 2019 - Rete Gargano

Si è conclusa nella serata di lunedì 28 ottobre la seconda giornata del campionato "Gazzetta footbal League"

Il primo incontro ha confermato la solidità della corazzata "Racing Chionchio" che ha vinto e convinto contro un Chiavengers non ancora in forma.

Il secondo match ha confermato la solidità  e la voglia di far calcio del Bar Garibaldi/Carpenter che ha sconfitto una delle squadre più ordinate del torneo.

I ragazzi del duo Garibaldi/De Simio non conoscono più sconfitte vincono e convincono quasi come la Juventus di Sarri.

Nel terzo match si sono scontrate due squadre che grazie ai play-off finali potrebbero raggiungere la finale di Manfredonia.

La vecchia Vieste orfana di Protano "ex giocatore di categorie professionistiche (serie B)" vince a fatica contro una delle squadre più tecniche del torneo.

La terza giornata: lunedì 4 novembre.

La festa calcistica è stata squarciata dalla notizie della grave perdita del piccolo Angelo, figlio di Gianni Vario. Giuliano Chionchio, amico e organizzatore del torneo, a nome di tutti i partecipanti, sottolinea la vicinanza alla famiglia. “ Le nostre sincere condoglianze per il vostro momento di dolore! Se è vero che le parole non servono in momenti come questi è anche vero che il dolore può essere alleviato con la vicinanza di chi vi vuole bene.

I funerali del piccolo Gianni si svolgeranno domani alle 16,00 in Cattedrale.

 

1Risultati 2 GIORNATA

 

2LA CLASSIFICA

3LA 3 GIORNATA

4CLASSIFICA MARCATORI

5MIGLIOR GIOCATORE

6MIGLIOR PORTIERE

Pubblicato in Sport

Dopo la recente presentazione del libro di Vincenzo Ruggieri (“La popolazione di Vieste 1563-1584”) proseguono anche per il mese di novembre gli appuntamenti letterari. “Abbiamo un paio di appuntamenti importanti verso fine novembre – ha annunciato l’assessore comunale alla Cultura Graziamaria Starace – Il 21, ma la data è ancora da confermare, ci sarà l’incontro con Carlo Bonini e Giuliano Foschini che vengono a presentare il loro libro “Ti mangio il cuore” sulla mafia garganica. Sarà un incontro con le scuole ma comunque aperto a tutta la cittadinanza. E’ un libro che è stato molto letto, un libro veramente molto crudo, ma reale. Poi il 30 abbiamo fissato un appuntamento con Laura Boldrini, ex presidente della Camera dei Deputati. Parleremo delle donne, della violenza sulle donne. Poi ancora avanti in dicembre ci saranno altri appuntamenti sempre dedicati alla cultura”.

Pubblicato in Cultura

Il Seminario si svolgerà presso l’Ipssar “E.Mattei” di Vieste. E’ proposto dalle sezioni di Vieste e Foggia dell’Associazione Italia Nostra e rientra nel più ampio Progetto Nazionale di Italia Nostra, “Le pietre e i cittadini”, giunto ormai alla nona edizione, e si articolerà in 4 incontri frontali di 13 ore, 1 uscita sul territorio di 4 ore (novembre-dicembre 2019) e 1 incontro conclusivo di 3 ore (marzo 2020),

Il corsista potrà integrare la formazione attraverso due webinar. Ogni webinar è suddivisa in due puntate di 2 ore ciascuna. La prima webinar andrà in diretta il 5 e il 12 dicembre 2019 dalle ore 17:00 alle ore 19:00. L’argomento sarà “Educare al Paesaggio secondo l’art. 9 della Costituzione. Il ruolo della scuola nei processi partecipativi” e sarà tenuta dal Prof. Antonello Alici.

Sono parte integrante della proposta formativa i Concorsi nazionali per la scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado: “IN cerca del mio paesaggio” e “Culture, professioni e mestieri per il futuro del patrimonio culturale. Progetti e percorsi di PCTO”.

Obiettivo generale:

L’obiettivo principale del Corso di formazione è quello di sensibilizzare i docenti ai temi della tutela e valorizzazione del patrimonio storico-artistico- naturale e paesaggistico del territorio di Capitanata, attraverso la conoscenza approfondita della rete di percorsi sacri e profani che intersecano il nostro territorio e la sperimentazione di metodologie innovative di analisi e interpretazione delle emergenze culturali e ambientali.

Obiettivi specifici:

− Acquisire competenze sugli strumenti operativi da utilizzare nella lettura degli elementi del territorio.

− Promuovere l’accessibilità culturale e fisica ai Beni Culturali

− Approfondire, attraverso i temi della tutela dei “beni comuni”, il tema della cittadinanza attiva, volta a sviluppare negli studenti la “dimensione pubblica”, il senso civico, il senso di appartenenza ai luoghi con le loro specificità e vulnerabilità

− Pervenire ad una maggiore consapevolezza dell’importanza dell’educazione al patrimonio inteso come patrimonio di origini, di memorie, di segni, di simboli, di relazioni che costituiscono il sostrato e la sostanza del nostro essere.

− Rivalutare il paesaggio "storico-archeologico" costruito lungo (dentro e fuori, in vicinanza) i percorsi e i cammini del territorio di Capitanata, intesi come paesaggi capaci di determinare un tessuto organico di varia quantità e qualità, dando vita ad itinerari eno-gastronomici e culturali lungo le direttrici sacre e profane, considerate come ampi “corridoi” multivalenti.

− Potenziare la capacità progettuale dei docenti volta alla riscoperta, individuazione, segnalazione e valorizzazione dell’antica rete di cammini.

Il Corso, rivolto ai docenti, ha un costo di 50 euro, a titolo di rimborso spese. I docenti si iscrivono attraverso la Piattaforma ministeriale SOFIA e potranno effettuare il pagamento utilizzando la Carta del docente. In alternativa il corsista potrà effettuare il pagamento attraverso un bonifico bancario alla sede nazionale di Italia Nostra. Le coordinate bancarie sono disponibili sul sito www.italianostra.org. I corsisti acquistano altresì il diritto di ottenere, se lo desiderano e senza oneri aggiuntivi la tessera di socio di Italia Nostra per l’anno 2020.

Per la partecipazione al Corso, i docenti potranno avvalersi dell’esonero dall’insegnamento, ai sensi del comma 6 del D.M. n.90/2003; è stato, tuttavia, predisposto un calendario di incontri pomeridiani per evitare di intralciare il normale lavoro scolastico. Eventuali modifiche del calendario potranno essere concordate secondo le esigenze dei corsisti dopo l’avvio del Corso.

A conclusione del Corso, accreditato presso il MIUR, ai docenti sarà rilasciato un attestato di partecipazione rilasciato dal MIUR stesso con il quale Italia Nostra ha sottoscritto da tempo un Protocollo d’Intesa, così come con il MIBAC, entrambi rinnovati nel 2019.

PROGRAMMA

1° INCONTRO: 06/11/2019 - 15,30-18,30

Saluti Istituzionali: G.Nobiletti, sindaco di Vieste e l’assessore alla P.I G.M.Starace

Ettorina Tribo’, Dirigente Scolastico IPSSAR E. Mattei – Vieste

Pasquale Del Giudice, Presidente sezione Italia Nostra di Vieste

Giovanni Passiante, Presidente sezione Italia Nostra di Foggia

Pina Cutolo, Referente Settore EDU Italia Nostra Foggia

  • Illustrazione del progetto nazionale “Le pietre e i cittadini” e dei suoi nuclei fondanti.
  • Rilevazione delle aspettative, delle conoscenze pregresse ed eventuale rimodulazione del seminario.

Feliciano Stoico, Docente di storia dell’Arte Istituto Fazzini-Giuliani Vieste

  • La valorizzazione dell’identità e della memoria di un territorio attraverso il recupero funzionale dei Paesaggi Archeologici.

Carmela Esposito, Referente Settore EDU Italia Nostra Vieste

  • Presentazione del Corso, del Settore EDU e della piattaforma Sofia.

Distribuzione di materiali e navigazione guidata sul sito di Italia Nostra Educazione con illustrazione dei prodotti multimediali e saggi inerenti il tema dell’educazione al Patrimonio.

2° INCONTRO: 15/11/2019 - 15,30-19,00

Renzo Infante, Docente di Storia del cristianesimo- Università di Foggia

  • Le vie dei pellegrini, itinerari sacri dal Medioevo ai nostri giorni. La Via Sacra Longobardorum

Teresa Maria Rauzino, Presidente Centro Studi Martella - Peschici

  • Analisi di saggi e testi letterari inerenti il tema del viaggio di fede. Il viaggio di fede e la sua trasfigurazione letteraria. Dal testo ai luoghi e ritorno.

Michele Clemente, Italia Nostra Vieste

  • Costumi, canti, piatti e riti agro-pastorali dei pellegrini devoti detti “Sammicalari”, Testimonianza.

Laboratorio: Condivisione di esperienze di viaggio e riflessione sulle metodologie più idonee per un maggiore coinvolgimento degli studenti nella conoscenza e tutela del territorio.

3° INCONTRO: 03/12/2019 – 15,30-19,00

Giovanni Passiante, Presidente Italia Nostra Foggia ed esperto di restauro architettonico

  • Le architetture della fede: Cattedrali, Conventi, Hospitia, luoghi di ricovero del pellegrino.

Pina Cutolo, Referente Settore EDU Italia Nostra Foggia

Apparizione in grotta, un topos del culto micaelico.

Pilar Orti Huelin, Docente di Storia dell’arte IPSSAR E. Mattei - Vieste

  • Santa Maria di Merino, da Villa romana a cammino di fede.

Laboratorio: Strumenti di rilevazione delle emergenze archeologiche, architettoniche e paesaggistiche.

Laboratorio: costruzione U.D.A.

Uscita sul territorio: 10/12/2019 - 15,00- 19,00

Escursione guidata lungo un tratto della Via Sacra Longobardorum: Dal Convento di Stignano all’Abbazia di Pulsano/ sulla Via sacra Longobardorum: da Valle Carbonara a Monte S. Angelo

4° INCONTRO: 05/03/2020 - 15,30- 18,30

Seminario conclusivo, a cura del Settore Nazionale Educazione al Patrimonio Culturale e al Paesaggio

  • • Le nuove tecnologie applicate alla gestione e tutela dei Beni Culturali.
  • • Presentazione dei percorsi didattici progettati e sperimentati con le classi.
  • • Osservazioni, commenti, dibattito e proposte.

Direttrici del Corso:

Carmela Esposito, cell. 3485107363; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pina Cutolo, cell. 3475386282; e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per ulteriori informazioni:

-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito della sede nazionale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Link utili: http://www.italianostraeducazione.org/homepage/la-nostra-formazione/

Link Videoconferenze: IACONO https://www.youtube.com/watch?v=EjJAR3m_u6g&feature=youtu.be ALICI https://www.youtube.com/watch?v=7T4p2LLEsbw&feature=youtu.be NITTI https://www.youtube.com/watch?v=WQwm-nx3YmA&feature=youtu.be BROCCOLINI https://www.youtube.com/watch?v=r5nWE7s4uig&feature=youtu.be

L’Associazione Italia Nostra in Capitanata e il suo impegno nella formazione dei docenti.

La sezione di Foggia di Italia Nostra, nata a metà degli anni ’70, in tempi in cui la sensibilità per i temi ambientali era tutta da creare, sin dai primi tempi ha impostato il suo intervento su due linee d’azione differenti, ma tra loro sinergiche: di formazione e di prevenzione.

Una capillare opera di educazione e sensibilizzazione ai temi della tutela è stata condotta attraverso l’informazione della comunità e l’aggiornamento degli insegnanti (i primi corsi di aggiornamento su tematiche ambientali a Foggia, cui parteciparono numerosissimi insegnanti, attratti anche dagli strumenti didattici elaborati appositamente dalla sezione, furono tenuti agli inizi degli anni’80 da Italia Nostra, con il coordinamento della sig.ra Masullo).

Nel tempo questa azione educativa non è mai venuta meno, pur nell’avvicendamento dei responsabili del settore. La sezione ha coordinato diversi progetti, seminari e corsi di aggiornamento quali

  • • Il Carsismo nel Gargano”;
  • • “Leggere la città: alla ricerca del Medioevo”, in collaborazione col Museo Civico e Accademia di Belle Arti;
  • • “Esplorambiente”, nell’ambito del progetto nazionale di educazione ambientale ed interculturale attuato in quattro scuole cittadine collegate in rete e finanziato dal Ministero degli Esteri;
  • • “I palazzi gentilizi a Foggia”. Catalogazione dei principali palazzi gentilizi della città;
  • • Progetto di Recupero e valorizzazione della civiltà della transumanza, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Foggia e l’Università degli Studi di Foggia; Corso di formazione per docenti tenuto nel 2016 nell’ambito del Progetto “Le pietre e i cittadini” sul tema: “Origini e sviluppo della città: i paesaggi tratturali”.La sezione di Vieste di Italia Nostra, nata nel 2018, intraprende con questa iniziativa di formazione la sua azione nel settore dell’Educazione al Patrimonio Culturale, confidando sul sostegno delle altre sezioni della provincia di Foggia e della Puglia tutta, oltre che del Settore Educazione/Formazione nazionale.
Pubblicato in Cultura

Buona, pulita e giusta. Come la domenica appena trascorsa a Mattinata, a celebrare una comunità e i prodotti della sua terra. All’insegna di Slow Food. L’occasione è nata dal ventennale dell’istituzione del primo Presidio Slow Food; la Capitanata (con le condotte di Manfredonia, Foggia e Monti Dauni, Gargano e Gargano Nord) ha riunito al sole di ottobre la comunità degli appassionati e i produttori dei 4 Presìdi locali: gli Agrumi del Gargano, la Fava di Carpino, il Caciocavallo podolico del Gargano, la Capra Garganica, la Vacca Podolica del Gargano. Location gli spazi all’aperto, le sale e il frantoio dell’Agriturismo Giorgio di Mattinata.

A sancire l’importanza dell’evento - in uno con la partecipazione del rappresentante legale di Slow Food Puglia Marcello Longo accompagnato da Luigia Ciuffreda, referente regionale per la provincia di Foggia - è stata la presenza di Piero Sardo, che da Bra ha portato la sua esperienza di Presidente della Fondazione Slow Food per la biodiversità.

In un periodo storico caratterizzato da un crescente interesse per le politiche che mettono al centro l’ecologia e il futuro sostenibile del pianeta, sono le iniziative concrete che danno speranza e certificano la necessità di tener viva e desta l’attenzione. E, in questo, Slow Food vanta un’esperienza ormai più che ventennale e diffusa ovunque nel mondo. Anche con i Presìdi che, come dichiarato da Antonio Lauriola, fiduciario della Condotta di Manfredonia, “col sostegno alle produzioni tradizionali a rischio, oltre a salvare dall’estinzione le razze autoctone e le varietà di ortaggi e frutta, valorizzano i territori e rilanciano gli antichi mestieri e le tecniche di lavorazione. Un lavoro che, sull’identità e la storia di un popolo, progetta un futuro migliore”.

La giornata, cominciata con un momento di incontro e confronto tra tutti i partecipanti, ha messo in evidenza, tra le altre cose, le soddisfazioni dei produttori che, dopo il lungo e spesso faticoso processo di certificazione, rilevano con gioia come i risultati del mercato stiano dando risultati molto positivi, con importanti risposte da parte di un mercato di consumatori sempre più attenti ed informati. La strada segnata, dunque, è quella giusta.

Il menù ha ovviamente messo al centro le ricchezze del territorio: alla colazione a base di latte di mucca munto alla mattina, ha fatto seguito il pranzo con pasta di grano duro al ragù di vacca podolica, muscisca e tagliata di vacca podolica e carne di capra garganica alla brace. Chiusura affidata alle crostate e al panettone agli agrumi canditi del Gargano.

Interessanti le degustazioni offerte dalle aziende locali (all’iniziativa, hanno preso parte le aziende Fulgaro, Piano, Michele Vaira, Rosagra, Bramante, Casa Prencipe, Coppa Rossa, Ricucci, Essenza Garganica, Giovanni Laidò): olio extravergine di oliva biologico, marmellate, limoncino, mandorle, bresaola podolica, formaggi vaccini e di capra, pecorino e, ovviamente, caciocavallo podolico. Tutto rigorosamente realizzato con i prodotti locali.

L’iniziativa è stata lodata da Piero Sardo – tra i fondatori di Slow Food – che ha dichiarato di voler diffusamente raccontare dell’esperienza a Bra per renderla un caso esemplare da replicare in tutta Italia. “Viva i Presìdi, viva i Presìdi pugliesi” ha concluso Sardo; “i Presìdi rappresentano ancora oggi, a distanza di 20 anni dalla loro istituzione, il principale progetto della nostra Associazione perché mettono in rete i produttori, la gente e le loro comunità con il proprio territorio. È necessario conservare la biodiversità alimentare, attraverso prodotti naturali ottenuti con le risorse che la nostra Madre Terra ci mette a disposizione e che abbiamo il dovere di preservare per le generazioni future”.

Pubblicato in Manifestazioni

Si è svolta ieri mattina, su iniziativa dell’Associazione Arma Aeronautica Jacotenente, con il patrocinio del Comune di Vieste, ed in collaborazione con il Comando del 32° Stormo di Amendola, una giornata commemorativa in ricordo del cittadino viestano Riccardo Spina, pilota e Medaglia d’Argento al Valore Militare. Alle 9,30, c’è stata la benedizione (officiata da don Giuseppe Clemente) e la deposizione di una corona d’alloro al Monumento dei Caduti (da pochi mesi rinnovato negli spazi adiacenti) A seguire, presso il Cineteatro “Adriatico”, si è svolto un incontro con le autorità civili e militari, fra cui il sindaco Giuseppe Nobiletti e gli assessori Rossella Falcone e Graziamaria Starace, i dirigenti scolastici, Pasquale Romano (Polivalente “Fazzini–Giuliani”) ed Ettorina Tribò (Ipssar “E.Mattei”) il colonnello Michele Bettuelli, Giuseppe Chiucini. Ha chiuso i lavori il il colonnello Stefano Castelnuovo, comandante del 32° Stormo di Amendola. Qui di seguito i report video delle varie fasi della manifestazione realizzati da Antonio Abatantuono

Cerimonia al Monumento ai Caduti

 

Discorso del sindaco Giuseppe Nobiletti

 

Incontro al cine-teatro Adriatico

Pubblicato in Società

Un incentivo di 30 euro ai genitori che acquisteranno i seggiolini antiabbandono per il trasporto in auto dei bambini d’età inferiore ai quattro anni, è pre­visto dal Governo da marzo del prossimo anno. L’apposito sedile che accoglierà i bambini dovrà essere dotato di un allarme che avrà il compito di prevenire l’ab­bandono dei piccoli, attirando l’at­tenzione del conducente con se­gnali visivi o acustici. Questo al­larme potrà già essere incluso nel seggiolino, oppure potrà essere ac­quistato a parte per poi essere abbinato al modello che già si possiede. Coloro i quali non rispetteranno la legge dovranno fare i conti con una sanzione amministrativa compresa tra gli 81 e i 326 euro, oltre alla decurtazione di 5 punti sulla patente.

Partirà il 1° gennaio 2020, il documento unico di circolazione. Sostituirà e sintetizzerà in un solo documento sia la Carta di Cir­colazione che il Certificato di Pro­prietà, rilasciati rispettivamente dalla Motorizzazione Civile e dal Pubblico Regi­stro Automobili­stico gestito dall’ACI. Nel nuovo documen­to saranno con­tenuti i dati tec­nici e di intesta­zione del veico­lo, nonché le al­tre informazioni validate dal PRA inerenti la situazione giuridico pa­trimoniale del mezzo e la cessazione dalla circolazione conse­guente alla sua demolizione o alla sua definitiva esportazione all'e­stero. Verranno riportate, inoltre, le informazioni sulla presenza di privilegi e ipoteche, di provve­dimenti amministrativi e giudi­ziari che incidono sulla proprietà e sulla disponibilità del veicolo, an­notati presso il PRA. Ancora, il DUC conterrà i dati relativi a - eventuali provvedimenti di fermo amministrativo.

Costerà sempre più caro tenere lavoratori in nero. Il datore di lavoro, infatti, rischia una maxi sanzione pecuniaria che può rag­giungere anche i 36mila euro per ogni lavoratore occupato in modo irregolare. L’importo viene cal­colato in base ai giorni effettivi di lavoro per ciascun'lavoratore ir­regolare e con un aumento del 20% in caso di impiego di lavoratori stranieri sprovvisti di regolare permesso di soggiorno o minori in età non lavorativa. Quando la som­ma indebitamente percepita è pari o inferiore a euro 3.999,96 si ap­plica solo la sanzione ammini­strativa o il pagamento di una somma di denaro da euro 5.164 a euro 22.822, tale sanzione non può comunque superare il triplo del beneficio conseguito.

Il lavoratore occupato in nero che abbia reso all’Inps o al centro per l’Impiego la dichiarazione cir­ca il proprio status di disoccupato, rischia una condanna per il reato di «Falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico».

Arriva anche per il 2020 il bonus cultura per i diciottenni. Si tratta di un’erogazione di 500 euro per spese culturali. 160 milioni di euro lo stanziamento previsto, com­prensivo della somma riveniente dai bonus non ritirati nel passato. Il bonus si richiede per via te­lematica, tramite la piattaforma 18app, disponibile anche su smartphone e tablet in versione di app caricabile. Per accedere a 18app è necessario essere in possesso delle credenziali SPID - Sistema Pub­blico di Identità Digitale. Si ri­chiede li codice SPID; si esegue l’iscrizione a 18app; serve poi as­sicurarsi dell’accredito dei 500 eu­ro (in automatico); e, infine, si potrà utilizzare il bonus cultura negli esercenti secondo le moda­lità indicate su 18app. Si potranno acquistare: biglietto per cinema, concerti o eventi culturali, libri, ingresso musei, monumenti e par­chi, spettacoli teatro e danza; e ancora corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

Il pranzo di noz­ze va pagato anche se gli sposi non sono contenti del servizio di risto­razione. Lo ha sta­bilito la Cassazio­ne che ha negato il risarcimento del danno non patrimoniale a una cop­pia di sposi che, a causa della pessi­ma qualità del cibo e del servizio, si sono visti rovinare dalla s.r.l incaricata il banchetto di nozze. Gli Ermellini, contrariamente a quanto affermato dai ricorrenti, hanno precisato che «il danno non patrimoniale da “banchetto rovi­nato” deve essere provato nello specifico poiché non è intrinseco all’inadempimento della prestazio­ne». Contenti o scontenti gli sposi devono quindi pagare per intero chi ha organizzato loro la festa di matrimonio e, se proprio hanno qualcosa da ridire, devono spor­gere denuncia entro i 60 giorni ore visti dalla legge.

Tenere gli animali in catene è reato. L’ha deciso la Cassazione che ha confermato la condanna nei confronti di un gestore di un circo ritenuto responsabile di aver te­nuto alcuni elefanti legati con catene che limitavano i loro mo­vimenti più elementari. Secondo gli Ermellini tenere gli animali così legati, è reato perché si tratta di una condizione non compatibile con la loro natura e perché causa di sofferenze.

Per la Cassazione integra il rea­to di disturbo alle persone far cantare i propri galli di giorno e di notte ignorando le lamentele degli altri condomini. Singolare la vi­cenda. I galli e le galline, tenuti dall’imputato nel cortile condo­miniale cantavano di giorno e di notte, alla vista della luce naturale, dei lampioni e dei fari delle automobili. Questa situazione, prolungatasi nonostante le proteste degli altri abitanti del con­dominio e i richiami formali dell’amministratore, provocava non pochi disagi ai condomini «impedendo loro di dormire re­golarmente e di compiere durante il giorno le ordinarie attività do­mestiche senza fastidi» al punto che una di loro ha deciso di cam­biare casa.

Offrivano on line prodotti che non erano disponibili, non consegnavano quindi ai consumatori la merce da questi acquistata, né restituivano le somme versate no­nostante i reiterati reclami e gli annullamenti degli ordini. Per questo motivo l’Antitrust ha ir­rogato sanzioni per complessivi 515mila euro a tre società operanti nella vendita online di apparec­chiature elettroniche per telecomunicazioni e di altri componenti attraverso i rispettivi siti azien­dali Tecnotrade S.r.l.s. è stata san­zionata con una multa di 65.000 euro , HP Group S.r.l. con 200000, Tiger Group S.r.l. con 250.000. 16000 euro di multa sono stati inflitti dall’Autorità alla società Mailtrade che aveva promosso sul sito UNILIBRO la vendita di beni anche non presenti nel suo ma­gazzino. La scritta «disponibile in 3/5 gg» induceva il consumatore a ritenere che i 3/5 giorni fossero un termine massimo entro il quale ricevere il bene acquistato. Mailtrade poi stabiliva caso per caso se riconoscere o meno il diritto di recesso per ordini inferiori ai 50 euro .

Federconsumatori di fronte alla volontà del Governo di adottare provvedimenti tesi a cal­mierare le tariffe delle polizze di assicurazione estremamente one­rose e sproporzionate rispetto alla media nazionale, chiede l’adozione del premio base uniforme. Con la tariffa base unica, infatti, si opererebbe solo una redistribuzione del rischio senza premiare l’au­tomobilista virtuoso. Per abbassare le polizze secondo l’associa­zione invece è necessario dare maggiore rilevanza alla premialità dei comportamenti corretti: in questo modo si avrebbe il doppio vantaggio di far abbassare le ta­riffe e aumentare la sicurezza sulle strade. Inoltre è fondamentale cal­mierare le polizze per contrastare il fenomeno della circolazione di vetture prive di copertura.

Pubblicato in Società
Mercoledì, 30 Ottobre 2019 09:37

Visite mediche biennali per i lavoratori agricoli

Troppa burocrazia sulle aziende agricole, il governo corre ai ripari. Due le anticipazioni fat­te dal sottosegretario all’Agricol­tura, Giuseppe L’Abbate, di cui dà notizia la Coldiretti: «Il Sottosegretario ha garantito che le visite mediche diventeranno biennali per i lavoratori agricoli e saranno fatte presso le Asl o gli enti bi­laterali».

Prevista una semplifi­cazione per 100mila operai agri­coli pugliesi, con il decreto in­terministeriale dei ministeri del­la Salute e dell’Agricoltura, capofila il ministero del Lavoro. «La semplificazione degli adempimenti legati alla forma­zione consentirà di allentare costi e tempi, anche in considerazione dei tanti lavoratori stranieri sta­gionali impiegati nelle aziende agricole pugliesi», ha spiegato Ro­mano Magrini responsabile rela­zioni sindacali Lavoro Immigra­zione di Coldiretti nazionale.

Le nostre imprese - rileva l’or­ganizzazione agricola - sono spes­so penalizzate dai costi di buro­crazia e lavoro, con una tassa­zione sul lavoro stagionale più alta che in Paesi come Francia e Spagna. «Occorre rafforzare la ca­tena della legalità in agricoltura, minacciata e indebolita dalle di­storsioni lungo la filiera, dalla di­stribuzione all’industria fino alle campagne, dove i prodotti agri­coli sono pagati sottocosto pochi centesimi».

Pubblicato in Società

Il giorno 23 del mese di Giugno 1579 presso il m.co capitano.

Per Antonio de Bais della terra di Rodi e per tutti gli eletti dell’Università e come seguita dal 1578 e dagli atti e come erano detti e regie provvisioni e in formazione per tutto il fatto e condizioni di detta terra e l’Università di detta terra non hanno altra maggior necessaria entrata a pagare i regi pagamenti fiscali ordinari ed extraordinari e gli altri di detta Università che lì agrumi limoncelle ed arance li quali agrumi i frutti smaltiscono per li fabbricati e genti di mare da Venezia ed altri luoghi del regno e da tutti i frutti che si hanno e ricavano i cittadini pagano le collette regie pagamenti fiscali ordinari ed altre occorrenze della Università e questi detti agrumi e frutti vengono come gli anni passati dal 1575 fino all’altro giorno che per la peste si proibì il commercio e fabbrica di Venezia ed altri extraregno ,né si possa navigare detti frutti ed agrumi come fecero dagli alberi che per il regno detti agrumi dall’Università predetta e i cittadini di essa per pagare i pagamenti detti fiscali si potessero fare molti debiti- continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Il Comitato “Peschici Eventi”, col Patrocinio del Comune di Peschici e degli Sponsor locali, per il nono anno consecutivo, torna ad allietare le giornate autunnali, in occasione della Commemorazione dei Defunti. 

E’ abitudine secolare, infatti, che nei giorni immediatamente precedenti il “2 Novembre” bambini e bambine, ragazzi e ragazze, vadano di casa in casa bussando alle porte di chi si aspetta la visita – praticamente tutti visto che l’usanza è da ciascuno molto sentita e chieda qualcosa per le “anime dei morti”: “Dammë ’na causë p’ll’anëmë ‘i mortë / sennò të sfascë ‘a portë”. Alla richiesta si risponde in genere con un sorriso e si mette mano al portafoglio oppure si cedono dolciumi, caramelle, frutta, etc. Terminato il giro delle piccole squadre di “cercatori”, il bottino viene diviso fra i partecipanti e le discussioni non mancano, ovviamente. 

I membri del Comitato hanno allora pensato di finalizzare meglio tutto l’impegno che i ragazzini mettono, innanzitutto a mantenere viva una usanza antichissima (niente di assimilabile alle americanate di Halloween!) e poi a coprire distanze veramente da maratoneti, premiando i “cercatori” più dinamici ed efficienti.

La consegna avverrà quando finirà la ricerca e tutte le squadre - che da questo momento sono messe in allarme - saranno passate, al termine dei loro giri, dalla postazione sistemata fin dalle ore 16.00 di venerdì 1° novembre in P.zza Pertini, per la pesatura del loro “bottino”.

Il sale e scendi dei gonfiabili, una spumeggiante animazione, musica, balli...faranno da cornice al tradizionale evento, oramai diventato una vera e propria attrazione per locali ed ospiti. 

Peschici c'è. 

Pubblicato in Società

ReteGargano consiglia...

Reporter della tua città

16 Gennaio 2020 - 11:10:54

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Meglio che sto zitto di Lucio Palazzo

Perchè? La domanda d’obbligo. Perché scriverci un libro? E che ne so? In realtà non avevo nessuna intenzione di scrivere un libro, ma alla fine, messe insieme, sono risultate…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -