Articoli filtrati per data: Venerdì, 04 Ottobre 2019 - Rete Gargano

Nell’ambito delle attività del Digital Innovation Hub di Compagnia delle Opere Foggia, si svolgerà il Talk di UniCredit sulla Digital transformation nelle piccole e medie imprese

L’evento si terrà martedì 8 ottobre  dalle 16.30 alle 18, presso la sede di Compagnia delle Opere in Via Gramsci 39 a Foggia. Partecipazione gratuita.

Si parlerà di:

  • •    Qualitrenddella rivoluzione digitale stanno innovando i mercati e quali sono gli impatti sul mondo dell’impresa?
    •    Come il Digital sta trasformando l’azienda nel suo insieme, in termini di modelli di business, organizzazione e vantaggi competitivi?
    •    È possibile applicare strumenti e tecnologie innovative nei processi e nelle decisioni quotidiane aziendali?
    •    Esistono casi di successo nel mondo piccole e medie imprese italiane?
    •    E la banca che ruolo svolge verso le PMI in questo scenario?

.
Scarica l’agenda

Iscriviti subito al link https://education.unicredit.it/it/iscrizione-imprese.12667.html

Pubblicato in Economia

Un’altra bella conquista per le aree interne della Capitanata. Dopo la Scuola dei Monti Dauni, arrivano due nuovi ITS, Istituti Tecnici Superiori che costituiscono un buon canale formativo di livello post-secondario, parallelo ai percorsi accademici. A Troia aprirà l’ITS per la valorizzazione dei prodotti locali di qualità, a Pietramontecorvino per l’Industria dell’ospitalità del turismo allargato – management e marketing digitale e reale per lo sviluppo di una destinazione. Gli ITS oggi rappresentano l’unico canale terziario alternativo all’Università e si confermano un formidabile passe-partout per il lavoro, basti pensare che l’80%  dei diplomati, ad un anno dal titolo, ha un impiego. Il successo è legato principalmente a due fattori: il primo è che questi istituti si collegano a un reale  bisogno delle aziende; il secondo è che formano le persone direttamente per un mestiere. I corsi, sia a Troia che a Pietramontecorvino, sono gratuiti e riconosciuti dal MIUR; sono professionalizzati con 2000 ore in 4 semestri (2 anni, quindi) di cui 800 ore di stage in azienda. Possono accedere giovani e adulti in possesso di un diploma di istruzione secondaria superiore attinente alla figura professionale, previo superamento di prove per l’accesso e in relazione ai posti disponibili. Sia a Pietramontecorvino che a Troia, inoltre, è previsto l’alloggio gratuito per chi arriva da fuori. 


Sicuramente una buona opportunità per i ragazzi dei Monti Dauni, per i quali sono previste numerose certificazioni aggiuntive. "Gli ITS - spiega Michele Dedda, coordinatore di Area Interna Monti Dauni - sono una risorsa per il nostro territorio, rappresentano il canale formativo che ha maggiore successo occupazionale. Il mio invito è rivolto soprattutto ai ragazzi dei Monti Dauni in cerca di formazione e di occupazione".


Scadenze iscrizioni: 
Corso Agroalimentare: 8 ottobre 2019; Corso Turismo: 18 ottobre 2019

Iscrizioni: www.itsagroalimentarepuglia.it e nella sezione CORSI ITS del menù selezionare il corso prescelto.

info: Fondazione ITS Agroalimentare Puglia: Tel. 080/4312767- Mobile 346.1816334 - dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00 o al seguente indirizzoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Pubblicato in Notizie

Vieste, Corato e Gallipoli fanno un passetto in avanti verso le semifinali di Coppa Italia Eccellenza, ma anche il Barletta che pareggia sul campo dell'Unione Calcio segnando un gol

Su quattro campi, si sono giocati i match d’andata dei quarti di finale con le vittorie del Vieste, di misura e sul filo di lana, sull’Orta Nova; del Corato, sempre di misura, sul Martina; del Gallipoli, al ‘Nachira’, contro l’Otranto. Uno a uno, invece, tra Unione Calcio Bisceglie e Barletta 1922, risultato che favorisce i biancorossi ospiti in vista della gara di b.

I risultati

Alt. Vieste-Orta Nova 1-0
90+3′ Gallo

Corato-Martina Franca 2-1
23′ Vicedomini (C), 56′ rig. Di Rito (M), 59′ Vergori (C)

Otranto-Gallipoli 0-2
70′ Cortese, 85′ Porcino

UC Bisceglie-Barletta 1922 1-1
14′ Procida (BAR), 71′ Compierchio (UCB)

Le gare di ritorno, a campi invertiti, sono previste per il prossimo 17 ottobre.

Pubblicato in Sport

Sensibilizzare cittadini, amministrazioni e operatori turistici sulle problematiche legate alla gestione dei rifiuti solidi urbani e sull’impatto del loro abbandono nell’ambiente naturale, con strumenti di prevenzione e azioni di cittadinanza attiva. Nasce con questo fine la nuova campagna di Legambiente Parchirifiutifree, per tutelare le aree protette dalle diffuse cattive abitudini che influiscono sulla perdita di biodiversità. Parchirifiutifree è un percorso di 17 tappe nei comuni del Parco Nazionale del Gargano – habitat ricco di specie animali e vegetali – con l’obiettivo di stimolare attività concrete di raccolta e monitoraggio dei rifiuti.

La campagna è stata presentata oggi a Bari in conferenza stampa, alla presenza di Gianni Stea, assessore all’Ambiente della Regione Puglia, Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, Pasquale Pazienza, presidente dell’Ente Parco Nazionale del Gargano, e di Antonio Nicoletti, responsabile Aree protette e biodiversità di Legambiente.

“L’obiettivo è rendere i cittadini partecipi in prima persona della tutela dell’ambiente, spingendoli a prendere coscienza dell’abbandono crescente dei rifiuti, che ci invadono sempre più – ha dichiarato Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia –. Questa nuova campagna servirà a valorizzare numerose aree del Parco del Gargano, un territorio magnifico ma spesso maltrattato. Da neo presidente di un parco è indubbiamente più forte la necessità di contrastare l’inciviltà che danneggia le aree protette, luoghi dal valore inestimabile. La nostra Regione è afflitta da abbandoni e combustioni illeciti di rifiuti, per cui serve una forte risposta in termini di prevenzione e repressione”.

Perchirifiutifree comincerà a metà ottobre e terminerà a metà novembre. È un’iniziativa volta ad ampliare la conoscenza delle diverse tipologie di rifiuti presenti nel Parco del Gargano e contrastare l’illegalità connessa all’abbandono di rifiuti speciali, ingombranti o pericolosi. Le attività mirano a sensibilizzare tutti i fruitori del Parco ad adottare comportamenti corretti (dalla raccolta differenziata e giusto conferimento alla riduzione o eliminazione dei materiali plastici monouso), per migliorare le condizioni ambientali e potenziare l’attrattività turistica del territorio.

“In sinergia con Legambiente, intendiamo sensibilizzare l’intero territorio del parco sulla gestione sostenibile dei rifiuti, contrastandone l’abbandono illecito – afferma Pasquale Pazienza, presidente dell’Ente Parco Nazionale del Gargano –. La campagna Parchirifiutifree ha lo scopo di preservare il patrimonio naturalistico del Gargano, coinvolgendo in modo diretto chi lo vive ogni giorno. Da un lato sono previste attività di pulizia e monitoraggio delle aree boscate, dall’altro l’attenzione sarà su marine litter e beach litter, su quei rifiuti più diffusi come le calze per la coltivazione dei mitili, che danneggiano gravemente la biodiversità”.

Il Parco del Gargano è un connubio straordinario di mare e montagna. Spiagge, faraglioni, grotte e pareti rocciose si alternano ad ampie distese di macchia mediterranea, formando un paesaggio unico la cui integrità è minacciata dall’abbandono di rifiuti. Lo si riscontra sia nei litorali sia nelle lagune di Lesina e Varano, dove tra le maggiori criticità – secondo l’ultimo report di Legambiente Buone & Cattive Acque – si annovera la presenza di reti plastiche per la mitilicoltura e residui plastici dell’agricoltura, che si accumulano nel tempo e che vengono bruciati per essere eliminati. Assidue le segnalazioni dei cittadini che rilevano rifiuti sparsi impropriamente in aree urbane ed extraurbane, mentre prospera il fenomeno del lancio del sacchetto dal proprio veicolo.

Parchi e aree verdi, custodi di gran parte del patrimonio di biodiversità, sono spesso in balia del degrado. L’indagine Park litter 2019 di Legambiente rileva una consistente presenza di rifiuti come accendini, pacchetti di sigarette e tabacco, involucri e shopper di plastica, fazzoletti e tovaglioli, sacchetti di patatine e dolciumi, bottiglie di vetro, preservativi, salviette umidificate e pezzi di plastica non identificabili. Rifiuti trovati principalmente sotto le panchine, tra i cespugli e in cestini strabordanti. Park litter ha preso in esame 87 parchi italiani, di ognuno dei quali sono stati monitorati 100 metri quadri. È plastica il 71,8% dei rifiuti raccolti (16.526), mozziconi di sigarette il 37% (23.003), carta il 13,5% (3.101), metallo il 5,7% (1.308).

“L’abbandono dei rifiuti assume proporzioni gravi soprattutto nelle aree protette, crocevia di turisti che non sempre hanno a cuore l’ambiente che visitano – dichiara Antonio Nicoletti, responsabile nazionale Aree protette di Legambiente – Parchirifiutifree nasce per sensibilizzare cittadini e amministrazioni sulle buone pratiche di raccolta dei rifiuti, sulla necessità di dare ognuno il proprio contributo alla salvaguardia dei beni comuni. L’impatto dei rifiuti sull’ambiente naturale è estremamente dannoso. Occorre far comprendere che i parchi sono spazi da tutelare necessariamente e che di questo processo ognuno è parte fondamentale”.

Pubblicato in Ambiente

L’Associazione AAAJACOTENENTE con il Patrocinio e la collaborazione del Comune di Vieste, del Dirigente dell’Istituto Alberghiero E.Mattei di Vieste, del Dirigente dell'Istituto Fazzini di Vieste ed in collaborazione con il Comando  del 32° Stormo dell’Aeroporto Militare di Amendola, ha promosso una manifestazione per commemorare, martedì 29 ottobre, il Serg.Magg. Riccardo Spina, viestano e Medaglia d’Argento al Valor Militare, al quale è intitolato la Sezione A.A.A. di Jacotenente.

CERIMONIA COMMEMORATIVA

SERG.MAGG. RICCARDO SPINA

29/10/2019

PROGRAMMA DI MASSIMA

ore 09.30           -    Raduno di tutti i partecipantinei pressi della Villa Comunale

  • Partenza del Corteo verso Monumento ai Caduti;
  • Introduzione da parte dello speaker del 32°Stormo:

.    Brevi cenni sulla biografia del Serg.Magg. Riccardo Spina, Medaglia d’Argento al Valor Militare;

  • Benedizione del Parroco Don Giuseppe Clemente e deposizione della Corona con la partecipazione di Autorità civili:

.    Resa degli onori militari:

  • Silenzio
  • Breve allocuzione da parte del Sindaco del Comune di Vieste Giuseppe Nobiletti.
  • Formazione Corteo per il Cinema Adriatico secondo l’ordine di precedenza:

.    Banda Musicale;

.    labaro del Comune diVieste;

.    Labaro Sezione AAA di Jacotenente;

.    Labari/insegne di altre Sezioni AAA invitate ed altre Associazioni d’arma locali;

.    rappresentanza scuole

.    Autorità religiose, Autorità civili, Autorità Militari, Familiari/Parenti del Serg.Magg. Riccardo Spina;

.    Rappresentanze;

.    Cittadinanza locale/pubblico.

ore 10.30           -    Conferenza presso il cinema Adriatico”:

  • Breve saluto del Dirigente scolastico Istituto “Fazzini”Prof. Pasquale Romano; del Dirigente scolastico Istituto Alberghiero “IPSSAR” Prof.ssa Ettorina Tribo e del Sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti.
  • Presentazione: cenni storici M.A.V.M. Serg. Magg. Riccardo Spina.
  • Presentazione: cenni storici dell’AAA sezione di Jacotenente; dei Reparti “Palma Radar e Distaccamento A.M. di Jacotenente, a cura del Col. Michele Bettuelli e dell’AI Giuseppe Chiucini.
  • Presentazione: Intervento del Col. Stefano Castelnuovo, Comandante il 32°Stormo.

ore 12.30           -    Chiusura Conferenza:

  • Scambio Doni
  • Cocktail a cura dell’Istituto IPEOA “E.Mattei”.

IL PRESIDENTE AAA JACOTENENTE

COL. MICHELE BETTUELL

Pubblicato in Personaggi
Venerdì, 04 Ottobre 2019 15:10

Ivo Morelli è il nuovo Questore di Aosta

Il dialogo con il territorio e un'efficace prevenzione: su questi due strumenti punterà Ivo Morelli, nuovo questore di Aosta. Di origine pugliese, 52 anni, sposato con due figli, Morelli ha trascorso buona parte della sua carriera a Milano, dove, prima della nomina a questore, ha ricoperto l'incarico di dirigente del Commissariato Centro. "La mia attività - ha spiegato, incontrando i giornalisti - si è caratterizzata per i frequenti passaggi dall'ufficio prevenzione generale e c'è un po' nel mio dna l'idea della prevenzione e del controllo del territorio". Morelli, insediatosi lo scorso 1° ottobre, sta incontrando le istituzioni locali e i vertici delle altre forze di polizia presenti: "Mi è sembrato un territorio assolutamente accogliente, ci sono buoni rapporti con gli enti locali e con le altre forze di polizia e cercheremo di mantenerli", ha spiegato.

Una valanga di felicitazioni dagli amici della prima ora. Da giovane amante di arti marziali e instancabile mediano di spinta della Gioventù Vieste, Ivo, ha sempre avuto una grande predisposizione nelle relazioni. Sempre educato, ma tanto determinato.

Auguri sinceri!

Pubblicato in Personaggi

È l’anno del riscatto per la produzione olivicola italiana. Dopo la campagna dello scorso anno, la peggiore di sempre, sarà la Puglia a guidare la ripresa della produzione di olio extravergine d’oliva, nonostante i problemi legati alla Xylella. È quanto emerge dall’indagine degli osservatori di mercato di Cia-Agricoltori italiani, Italia olivicola e Aifo (Associazione italiana frantoiani oleari), che stimano una produzione di poco superiore alle 330.000 tonnellate di olio a livello nazionale, un dato che quasi raddoppia (+89%) la produzione finale dello scorso anno, attestatasi intorno alle 175.000 tonnellate. Il clima ha favorito lo sviluppo dell’olivo: il caldo estivo e la bassa umidità, in particolare, hanno evitato gli attacchi della mosca olearia. La qualità dell’olio extravergine sarà assolutamente eccellente ed entro la metà di ottobre comincerà la raccolta. A trainare la ripresa sono soprattutto le Regioni del Sud. Un’ottima annata per la Puglia (+175%), che da sola produrrà quasi il 60% dell’olio extravergine d’oliva nazionale. Si conferma, purtroppo, il trend negativo del Salento fiaccato dalla Xylella, con la drastica riduzione, rispetto alla già terribile annata passata, del 50% della produzione che si attesterà a meno di 3.000 tonnellate. Annata molto positiva per la Calabria (+116%), che conserva la seconda piazza davanti alla Sicilia (+38%). Al Sud bene la Basilicata, che quasi quadruplica la produzione dello scorso anno (+340%). Positiva la campagna anche in Sardegna (+183%), Campania (+52%) e Molise (+40%).

Pubblicato in Ambiente

Vico del Gargano è tra i primi 12 comuni della Puglia, su 92 che complessivamente hanno presentato il progetto, in cui sarà subito finanziata e cantierizzata l’idea progettuale che ha partecipato al relativo bando regionale relativo a “Promozione e sostegno della Street Art”. Ieri, a Bari, l’assessore comunale alla Cultura e alla Pubblica Istruzione Rita Selvaggio ha sottoscritto il disciplinare che dà il via alla realizzazione di un’opera di street art a Vico del Gargano. “Nei prossimi giorni”, ha spiegato Rita Selvaggio, “in uno degli spazi pubblici all’aperto del nostro paese, sarà realizzata un’opera che promuove lo straordinario valore e la grande attualità delle nostre radici culturali, delle tradizioni che si rinnovano e s’innovano di generazione in generazione”. “Vico del Gargano”, ha aggiunto il sindaco Michele Sementino, “è nel circuito d’eccellenza de I Borghi più belli d’Italia, grazie alle peculiarità del suo centro storico e al fortissimo legame della Comunità con le proprie tradizioni culturali. Con questo progetto, continuiamo un lavoro di valorizzazione e promozione rivolto anche, se non soprattutto, alle giovani generazioni, alle ragazze e ai ragazzi, in modo che possano comprendere pienamente quali sono il valore e la ricchezza della nostra identità storica”. L’opera d’arte sarà realizzata nel cortile dell’istituto scolastico comprensivo Manicone-Fiorentino di Vico del Gargano.

“Promozione e sostegno della Street Art” è l’innovativa iniziativa finanziata con 450mila euro in tre anni dalla Regione Puglia. Si tratta di una delle cinque azioni del programma della Regione Puglia comprese nell’ambito del progetto “La Cultura si fa Strada”, approvato dalla Giunta regionale a giugno scorso, destinata a promuovere e sostenere forme espressive visive in grado di contribuire a rigenerare e riqualificare luoghi e beni pubblici. Alla Call regionale, avviata lo scorso 7 agosto e rivolta agli enti pubblici al fine di ricevere proposte per la realizzazione di questi interventi, hanno risposto ben 92 amministrazioni, tra comuni, scuole e università. 
Tra questi, sono stati individuati i primi 12 interventi, “immediatamente cantierabili”, quelli per i quali i proponenti avevano previsto entro il 31 ottobre prossimo la conclusione dell'opera. Si tratta delle istanze presentate dai Comuni di Aradeo, Caprarica di Lecce, Gallipoli, Racale, Muro Leccese, Galatone, Sant’Agata di Puglia, Vieste, Foggia, Vico del Gargano, Andria e dall’Istituto Scolastico Comprensivo “Bosco-Fiore” di Altamura. Questi progetti sono stati finanziati in prima battuta con le risorse disponibili per il 2019 dal bilancio autonomo regionale (150mila euro). Esattamente come accade già oggi in molte città d’Italia e d’Europa,anche in Pugliala street artsi sta caratterizzando come la forma più contemporanea di creatività, favorendo l’innesco di energie vitali e positive, soprattutto dei più giovani, con un interesse crescente da parte di un pubblico sempre più vasto.

Pubblicato in Turismo
Venerdì, 04 Ottobre 2019 09:35

RACCOLTA FIRME IUS CULTURAE #italianochistudia

I Comitati di azione civile della Provincia di Foggia hanno partecipato alla raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare relativa al cosiddetto "Ius Culturæ".
Spontaneamente e senza alcuna rete organizzativa sono stati quasi duemila i sottoscrittori nei vari comuni della Capitanata.


Significativa la raccolta firme a Foggia città, dove i comitati hanno avuto anche la collaborazione di associazioni di volontariato, come "Le Ragioni del Cuore", "Africa United", “Possibili Scenari” e altre vicine ai temi dell'integrazione.
Centinaia di firme sono state raccolte inoltre anche nei comuni della provincia, ad Orsara di Puglia, Orta Nova, Apricena, Vieste, Carapelle, Lucera e San Severo.

Con questa iniziativa promossa dai Comitati di azione civile, che coincide con la ripresa in Parlamento dell’iter dell’esame del disegno di legge, si è voluto dare la possibilità anche ai cittadini di Capitanata di partecipare a una iniziativa politica, a una battaglia di civiltà.

Il nome dell’iniziativa infatti è #italianochistudia.
La misura riguarda i diritti dei figli di genitori stranieri che compiono un ciclo di studi in Italia.
Si tratta di bambine e bambini, il più delle volte nati in Italia, inseriti nei percorsi scolastici, che parlano l'italiano, che frequentano le stesse scuole di bambine e bambini già cittadini italiani, con i quali condividono giochi, passioni, percorsi formativi ed educativi.
La legge sullo "Ius Culturæ" consentirebbe a questi bambini di non sentirsi "stranieri" nel Paese nel quale sono nati e vivono, di essere del tutto uguali nei diritti ai loro compagni.
È la scuola il vero luogo di costruzione della cittadinanza di una persona, intesa come capacità di sentirsi parte di una comunità e di contribuire al bene della stessa con l’esercizio della propria responsabilità.
Il riconoscimento della cittadinanza italiana è riconoscimento della cittadinanza europea.
Nella condivisione di responsabilità e di diritti, di reciproco riconoscimento e rispetto, il sogno europeo dell’unità dei popoli può oggi trasformarsi in concreta esperienza storica e nuovo rinascimento di umanità.
Per questo la proposta di istituire lo "ius culturae" appare oggi più che mai necessaria per costruire percorsi fattivi di integrazione e sviluppo sociale.

I Comitati di Azione Civile della Provincia di Foggia

Pubblicato in Società

Proseguono le attività di controllo della Corte dei Conti sul bilancio del Comune di Vieste. E’ stato da poco chiuso il quarto monitoraggio con parere positivo.  “Anche con questo ennesimo monitoraggio della Corte dei Conti viene promosso il lavoro svolto in questi mesi dal Comune di Vieste”, ha commentato il sindaco Giuseppe Nobiletti. A testimonianza di ciò la stessa Corte, nella sua deliberazione, ha accolto la richiesta del Comune di Vieste di poter anticipare l'utilizzo del fondo di 700 mila euro, accantonato nel 2018, per poter realizzare ulteriori interventi di manutenzione delle strade cittadine.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 2

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -