Silvestri gas
Articoli filtrati per data: Domenica, 01 Dicembre 2019 - Rete Gargano

Con il taglio del nastro avvenuto oggi alla presenza di diverse autorità civili e militari è iniziato un nuovo capitolo della lunga storia dell’Albergo – Rifugio in Foresta Umbra che, dopo trent’anni, ritorna ad offrire ospitalità a  turisti e visitatori che si recano nel cuore della Riserva Naturale del Parco Nazionale del Gargano. L’apertura dell’Elda Hotel e del nuovo Ristorante “Il Rifugio” - che evoca il nome della struttura ricettiva aperta nel 1940, ma da anni in stato di abbandono – segna il traguardo di un complesso progetto di recupero ecosostenibile realizzato da Marcello Salvatori. Da oggi, quindi,  sarà possibile soggiornare tutto l’anno in una struttura elegante e dotata di ogni comfort, nell’abbraccio della Foresta Umbra - tra le  “faggete vetuste”, Patrimonio Naturale dell’Umanità dall’Unesco - a pochi chilometri dalle splendide coste garganiche. 

Pubblicato in Notizie
Monte Sant'Angelo sempre più punto di riferimento economico e turistico del Gargano. Dopo un periodo buio, la città dell'Arcangelo sotto la guida del giovane sindaco del PD, Pierpaolo D'Arienzo, si sta riprendendo il ruolo che gli spetta. Un fine settimana importante con la rinascita della zona industriale di Macchia dove ieri è stata inaugurata la Sisecam, e con l'apertura del primo albergo nel cuore della Foresta Umbra.
"Per Monte Sant’Angelo - ha detto il sindaco -  questo è il weekend della rinascita: la rinascita di un sito industriale e di un luogo di accoglienza e di attrattività turistica. 
Veniamo da un altro evento importante  che si è tenuto ieri presso l’area industriale di Macchia-Monte Sant’Angelo, alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, dove si è celebrato un importante ritorno alla vita di un ulteriore sito produttivo del nostro territorio, lo stabilimento di produzione di vetro della SISECAM (ex Sangalli Vetro). Circa 200 famiglie sono tornate a sperare e noi con loro. Oggi invece siamo qui per dare il benvenuto, anzi, il bentornato, a questo luogo magico: il Rifugio. Già, il bentornato, poiché per lungo tempo il rifugio è stato un punto di accoglienza, un punto di riferimento per quanti giungevano in foresta.
Come spesso accade, nelle nostre zone vi sono luoghi magici a cui sono legate storie di vita, di tante vite che hanno incrociato il destino di questa struttura. Luoghi che richiamano alla memoria gli anni della propria spensieratezza, gli anni della fatica e del duro lavoro per assicurare un futuro dignitoso alle proprie famiglie, gli anni della gioia nel vedere i propri figli crescere accanto a questi monumenti naturali, gli anni dell’amicizia e della solidarietà tra uomini. Insomma un luogo, che nella sua elegante austerità, è stato testimone di vita, di tante vite.
 Oggi questo luogo torna a vivere di un nuovo splendore grazie ad un grande progetto ecosostenibile e alla visione illuminata di un uomo, di un grande imprenditore, Marcello Salvatori, che con coraggio e determinazione ha restituito al territorio e a noi tutti questo luogo meraviglioso ed identitario, immerso nel cuore di questa magica Foresta.
Proprio nel cuore di questo polmone verde che, come sapete, dal luglio 2017, grazie alle faggete vetuste, è divenuto Patrimonio mondiale dell’Umanità, rendendo così Monte Sant’Angelo la Città dei due Siti UNESCO. 
Ed è proprio su questo brand che, insieme al Parco Nazionale del Gargano, stiamo concentrando la programmazione, le strategie e le risorse per promuovere il nostro immenso patrimonio storico, culturale, naturalistico. 
Questo albergo-rifugio, con la sua bellezza e con il suo fascino, sarà un importante vettore di promozione del territorio e una grande attrattiva per il turismo naturalistico ed esperienziale. 
Perché dormire e svegliarsi circondati da così tanta bellezza, vivere la Foresta Umbra appieno, godere del silenzio interrotto solo dai suoni della natura è di certo un’esperienza meravigliosa, unica".
Pubblicato in Notizie

Un patto forte per vincere le prossime elezioni regionali della Puglia. Michele Emiliano strizza l'occhio al premier Giuseppe Conte e si appresta ad affrontare una lunga e difficile campagna elettorale che è già iniziata. La presenza di entrambi all'inaugurazione alla Sisecam di Monte S. Angelo con diversi rappresentanti del PD, lascia presagire un patto di ferro per Puglia 2020.

Pubblicato in Notizie

“Abbiamo salvato 160 posti di lavoro. E dato prospettiva a una grande fabbrica pugliese. La storia della ex Sangalli Vetro è una storia di resilienza. Una storia di dignità e professionalità. Una storia che ha messo insieme i lavoratori decisi a difendere il loro patrimonio di competenze, un'azienda che ha saputo immaginare un futuro imprenditoriale, la Regione che da anni sostiene attraverso i propri strumenti finanziari lo sviluppo e il lavoro. Sono davvero molto felice, perché quello che è successo in questi anni sarà uno dei ricordi più belli della mia esperienza politica e amministrativa. Abbiamo sofferto, abbiamo avuto paura, in alcuni momenti ci è sembrato avere davanti a noi una montagna non scalabile. Ma abbiamo tenuto duro. E oggi siamo qui a festeggiare. Insieme. Non lasceremo mai nessuno indietro. Perché da sempre lottiamo con forza per salvaguardare anche un singolo posto di lavoro. Saremo sempre al fianco di quegli imprenditori che vorranno contribuire alla crescita che la Regione Puglia sta realizzando da 4 anni, anche in controtendenza rispetto al resto del paese”. Sono le parole del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in occasione della inaugurazione oggi a Monte Sant'Angelo, alla presenza del premier Giuseppe Conte, della nuova vetreria di Manfredonia (ex Sangalli).


La società turca Sisecam dopo un lungo confronto col sindacato e la stessa Regione Puglia, ha acquisito dalla curatela fallimentare  gli stabilimenti della Sangalli Vetro, per circa 16 milioni di euro.

Il punto di svolta è stato l'impegno assunto nel piano industriale a favore del rifacimento del forno, che ha dato certezza alla prospettiva produttiva dello stabilimento, essendo cosi accettato al tavolo di confronto regionale.

“L'inaugurazione odierna del nuovo forno rappresenta un momento simbolico molto forte per il territorio e per la stessa Regione: reindustrializzare si può e una rinascita è possibile - spiega Leo Caroli presidente della Task Force Occupazione della Regione Puglia - i lavoratori sono stati i protagonisti assoluti del processo: anni di lotta, presidio permanente dei cancelli, lunghe trattative presso la task force. L'impegno per il  rifacimento dell'altoforno è sempre stata la precondizione per loro posta dai sindacati. Sisecam ha onorato tutti gli impegni presi con la Regione Puglia: ha assunto già circa 160 lavoratori della ex Sangalli ed è impegnata ad assumere gradualmente i circa 20 lavoratori del “Vetro Satinato”, i primi entro fine anno, licenziati da Sangalli ancor prima del fallimento. Questo fa onore alla Sisecam ed al suo gruppo dirigente.

I lavoratori, pur soffrendo e resistendo, nei 4 anni necessari per la nuova industrializzazione, non sono rimasti un solo giorno senza reddito e senza copertura contributiva, grazie alle misure straordinarie di cassa integrazione in deroga garantite dalla Regione. 

Sono stati anche coinvolti in percorsi di riqualificazione professionale che li ha preparati a nuova occupazione dando loro un'ulteriore integrazione al reddito".

Ma occorre dare grande valore anche al lavoro fatto delle Istituzioni locali (Comune di Monte Sant’ Angelo in primis) che non hanno mai abbandonato la vertenza.

“La Regione Puglia è fiera del ruolo che ha saputo svolgere - dichiara Antonio De Vito direttore di Puglia Sviluppo - in assenza di politiche nazionali, ha messo in campo proprie politiche industriali e politiche attive del lavoro con risultati lusinghieri.

L'investimento Sisecam di circa 34 milioni di euro sarà sostenuto dalla Regione Puglia con oltre 8 milioni di cofinanziamento pubblico, grazie ad in nuovo  contratto di programma. Questa risultato è anche frutto della nostra strumentazione che oltre a sostenere i programmi di crescita e di sviluppo delle imprese le accompagna anche nel percorso amministrativo, attraverso una interlocuzione costante e propositiva. 

Quello di Manfredonia è dunque un meraviglioso esempio di una Puglia che resiste,  sa proporsi, attrae investitori, sa essere protagonista del proprio futuro”.

Pubblicato in Notizie

Alla presenza del sindaco di Monte S. Angelo, Pierpaolo D'Arienzo, e del presidente della Puglia, Michele Emiliano, il premier  Giuseppe Conte ha inaugurato ufficialmente la Sisecam, la fabbrica del vetro rinata dalle ceneri della Sangalli nella zona industriale di Monte S. Angelo. Conte ha elogiato soprattutto i 170 lavoratori che non hanno mai mollato e che dopo quasi 4 anni di sacrifici e di lotte pacifiche, hanno vinto la battaglia, trovando nella Regione Puglia e nelle ammainistrazioni locali un valido alleato per convincere al colosso turco Sisecam di acquistare l'azienda del Gruppo Sangalli che nel frattempo era fallita. Il presidente del consiglio ha annunciato nuovi investimenti.

Pubblicato in Notizie

Bisceglie – Palese 1-2

Canosium – Minervino 2-0

Molfetta – A. Peschici 0-8

Ruvese – S. Severo 6-0

Trinitapoli – Ascoli Satriano 2-0

Castelluccio – U. Monte S. Angelo 3-1

 

CLASSIFICA

Palese 24

Peschici (una partita in meno) 19

Trinitapoli 19

Bisceglie (una partita in meno) 18

Canosium 14

Ascoli Satriano 13

Castelluccio (una partita in meno) 13

Ruvese 12

Monte S. Angelo (una partita in meno) 7

S. Severo 6

T.P. Minervino (una partita in meno) 4

Molfetta (una partita in meno) 0

Pubblicato in Sport

Ultimi giorni per pagare la rata in scadenza il prossimo 2 dicembre per tutti coloro che nei mesi scorsi hanno aderito alla “rottamazione-ter” e al “saldo e stralcio” delle cartelle. Si tratta di una platea di 1,8 milioni di contribuenti per oltre 15 milioni di cartelle e avvisi che saranno pagati in modo agevolato (11,4 milioni per la “rottamazione-ter” e 4,2 milioni per il “saldo e stralcio”).

La scadenza del 2 dicembre (il termine fissato al 30 novembre cade di sabato ed è posticipato al lunedì successivo) riguarda il pagamento della prima rata di circa 385 mila contribuenti che hanno aderito al “saldo e stralcio” e di circa 267 mila “ritardatari” della “rottamazione-ter”, cioè chi ha usufruito della riapertura dei termini fino al 31 luglio 2019 per presentare la domanda (la scadenza iniziale era fissata al 30 aprile 2019).

A questa platea si aggiungono circa 1 milione 170 mila contribuenti che hanno aderito alla “rottamazione-ter” entro il 30 aprile, compresi coloro che hanno mancato l’appuntamento della prima rata fissato allo scorso 31 luglio.

Per questi ultimi, infatti, è prevista la possibilità di rientrare nei benefici della “rottamazione” saldando prima e seconda rata entro il 2 dicembre. Alla stessa data è fissato il termine per il pagamento della seconda rata della “rottamazione-ter” per i contribuenti che hanno versato la prima entro lo scorso 31 luglio.

Si ricorda che il mancato, insufficiente o tardivo pagamento anche di una sola rata, oltre la tolleranza di cinque giorni prevista per legge (sono validi i pagamenti effettuati entro il 9 dicembre 2019), determina l’inefficacia della definizione agevolata, il debito non potrà essere più rateizzato e l’Agente della riscossione dovrà riprendere le azioni di recupero.

Rientrano nel “saldo e stralcio” (Legge n. 145/2018) i contribuenti persone fisiche che versano in una situazione di grave e comprovata difficoltà economica (ISEE del nucleo familiare inferiore a 20 mila euro).

Per questa tipologia di agevolazione è previsto il pagamento nella misura che varia dal 16 al 35% dell’importo dovuto, già scontato di sanzioni e interessi. La “rottamazione-ter” (Decreto Legge n. 119/2018) prevede invece l’annullamento esclusivamente delle sanzioni e degli interessi di mora.

COME E DOVE PAGARE. È possibile pagare le rate del “saldo e stralcio” e della “rottamazione-ter” presso la propria banca, agli sportelli bancomat (ATM) abilitati ai servizi di pagamento Cbill, con il proprio internet banking, agli uffici postali, nei tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it e con l'App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa oppure direttamente agli sportelli. Infine, è possibile effettuare il versamento mediante compensazione con i crediti commerciali non prescritti, certi liquidi ed esigibili (c.d. crediti certificati) maturati per somministrazioni, forniture, appalti e servizi nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Sul portale agenziaentrateriscossione.gov.it sono attivi i servizi online per richiedere la copia della “Comunicazione delle somme dovute” con i relativi bollettini e per scegliere le cartelle/avvisi che si intendono effettivamente pagare in via agevolata.

Pubblicato in Economia

Ci sono giornate che la nostra Piazzetta Petrone si mostra come nelle foto di seguito.

Come risolvere questa situazione? Cosa ne pensate di organizzare un incontro per venirne a capo, proprio in piazzetta di sabato sera, aperto sia a residenti che non, possibilmente senza strumentalizzazioni politiche?

Mail firmata

petrone2

petrone3

petrone1

petrone4

petrone5

Pubblicato in Notizie

Domenica 1 dicembre

Ore 10,00: Santa Messa

Ore 11,00: Distribuzione di Calze di San Nicola e di caramelle ai bambini

Ore 18,00: Santa Messa e novena dell’Immacolata

Lunedì 2 dicembre

Ore 17,00: Fiaccolata di preghiera con la riproduzione dell’Icona di San Nicola di Myra Partenza dalla Chiesa di Gesù Buon Pastore e Conclusione davanti al monumento a San Nicola.

Ore 18,00: Santa Messa

Martedì 3 e Mercoledì 4 dicembre:

Ore 18,00: Triduo di San Nicola, Santa Messa e novena dell’Immacolata

Giovedì 5 dicembre: Anniversario della Consacrazione della Chiesa Gesù Buon Pastore e Primi vespri della Festa di San Nicola

Ore 18,00: Celebrazione solenne della Santa Messa e amministrazione della Cresima presieduta da Padre Franco Moscone, Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni R.

Venerdì 6 dicembre: Festa di San Nicola

Ore 08,30: Celebrazione della Santa Messa

Ore 18,00: Celebrazione solenne della Santa Messa

Ore 19,00: Serata di festa animata ed allietata dal gruppo Folk: “La V-st-sen” Con - Pettolata - Vendita in beneficenza di Stelle di Natale

Domenica 8 dicembre:

Festa dell’Immacolata

Ore 10,00: Santa Messa e Festa dell’Adesione all’Acr

Ore 11,00: Fiera del dolce

Ore 11,30: Santa Messa e Celebrazione del Santo Battesimo

Ore 18,00: Santa Messa e Festa dell’Adesione in Azione Cattolica

Ore 19,00: Mercatino Natalizio

 

Don Tonino, don Maurizio e il Consiglio Pastorale Parrocchiale

Pubblicato in Società

Le delegazioni FAI di tutta Italia, da lunedì 25 a sabato 30 novembre, hanno aperto luoghi straordinari e suggestivi, per una settimana di visite guidate gestite dagli Apprendisti Ciceroni, ovvero studenti che, nei panni di narratori d’eccezione, raccontano la storia di questi beni culturali ai ragazzi delle scuole medie e superiori in visita guidata.

Un progetto nazionale del FAI dedicato al mondo della scuola, giunto alla sua ottava edizione, ha registrato quest'anno il coinvolgimento degli studenti delle classi III e IV Turismo, della III AFM  e della IV CAT (Costruzioni –Ambiente e Territorio) dell’Istituto Superiore “Mauro del Giudice” di Rodi Garganico. A capitanare le fila del Progetto artistico-culturale, sostenuto dalla dirigente Teresa Cucciniello, le tutor Maria Grazia Bocale, Laura Maroni, Anna Grazia Infante, Raffaela Martino,  oltre alle prof. Giuseppina Bocale, Lucia Nicoletta de Maio e Cabiria Volpi.

I Piccoli Ciceroni hanno guidato, lungo un percorso a 360° gradi “alla scoperta dei tesori di Rodi”, oltre alle classi dell’IISS “Mauro del Giudice”, tutti gli alunni della scuola media del Comprensivo “Rovelli” di Rodi Garganico. Varie le scuole ospiti provenienti dalla provincia, tra cui due classi del liceo linguistico di Cagnano Varano, due classi  di seconda e due di terza media del Comprensivo “D’Apolito” di Cagnano Varano.

Il percorso di visite guidate ha riguardato i “luoghi del cuore” dei Rodiani: Madonna della Libera, Chiesa SSmi Apostoli Pietro e Paolo, Convento dello Spirito Santo dei Padri Cappuccini, senza tralasciare il borgo antico e il trabucco,  ampiamente descritti dagli apprendisti Ciceroni.

Oltre ai dirigenti Francesco Iocolo, Angela de Paola, Francesco Giuseppe Donatacci, ai docenti e agli alunni delle varie scuole partecipanti che hanno accolto prontamente l’invito dell' IISS "Mauro del Giudice", un grazie di cuore va al Comune di Rodi Garganico, al sindaco Carmine d’Anelli, all’assessore alla cultura Peppino Ventrella, e all’imprenditore turistico Giancarlo Vigilante, che hanno assicurato il servizio navetta verso il Convento dei Cappuccini, rendendo possibile la realizzazione ottimale del progetto. Un vivo ringraziamento va al Centro Studi "Giuseppe Martella" di Peschici, che ha fornito il supporto storico- bibliografico al Progetto.

Grazie altresì al parroco di Rodi, don Fabio Clemente, ai Padri Cappuccini di Vico del Gargano e ai custodi delle chiese e del Convento che hanno assicurato la vigilanza delle strutture durante la formazione e le visite guidate. Un ringraziamento particolare va infine al FAI, alla referente scuola Anna Lucia de Seriis, alla capodelegazione provinciale Gloria Fazia, che hanno inserito Rodi Garganico in un percorso nazionale che anima le città e i paesi durante le "Mattinate d’inverno", movimentando un turismo alternativo che vede protagonisti gli studenti.

Il progetto “Alla scoperta di Rodi Garganico”, elaborato come attività di alternanza scuola/lavoro di Apprendisti Ciceroni in collaborazione con il FAI si inserisce nel quadro delle azioni finalizzate al potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico, nella sua definizione più ampia di  patrimonio immateriale, sensibilizzando gli studenti alla tutela e alla “cura” verso di esso, e alla diffusione  della conoscenza nella società.

Le "Mattinate Fai d’inverno" resteranno sicuramente impresse nella mente degli studenti più di tante lezioni curriculari svolte in classe. Gli studenti sono stati posti di fronte a un vero e proprio "compito di realtà": Apprendisti Ciceroni, ma anche organizzatori di un percorso di turismo culturale con vari gruppi scolastici. L’esperimento è perfettamente riuscito con una comunicazione rivolta a target diversi.

L’educazione tra pari ha favorito la partecipazione attiva degli allievi nel processo di apprendimento. Una vera e propria esperienze “sul campo”, a contatto con il patrimonio culturale, bene prezioso da valorizzare. Alla prossima!

FB IMG 1574787651678

FB IMG 1574787961591

FB IMG 1574788007523

FB IMG 1574788069063

FB IMG 1575152644325

 

 

Pubblicato in Notizie
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

BELLA NAPOLI

Reporter della tua città

09 Dicembre 2019 - 15:14:11

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ La forza di essere migliori di Vito Mancuso

Viviamo secondo un modello di sviluppo che adora gli oggetti, non la lettura, la cultura, la partecipazione sociale e politica. Consumiamo, inquiniamo, ma così devastiamo noi…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -