Articoli filtrati per data: Giovedì, 14 Febbraio 2019 - Rete Gargano

Costanzo Cascavilla da questa sera non è più il sindaco di San Giovanni Rotondo.  A mandarlo a casa anzitempo sono stati 9 consiglieri, gli 8 della minoranza e uno della maggioranza, quel Claudio Pazienza di Città Attiva, la cui firma è stata determinante per far cadere l'amministrazione comunale durata poco più di due anni. Nel pomeriggio il sindaco Cascavilla si era dimesso per cercare di trovare la quadra, l'ennesima in pochi mesi, ma è stato tradito da Claudio Pazienza

Pubblicato in Notizie

“La notizia che il giocatore di calcio Cristiano Ronaldo, fuoriclasse della Juventus, abbia mai avuto intenzione di investire in Puglia è una fake news. Come ovviamente è una fake news che abbia rinunciato a tale investimento a causa della burocrazia. Tale circostanza non risulta assolutamente a nessuno degli uffici della Regione Puglia. Una fake news che rischia di danneggiare la Puglia ingiustamente”. Lo dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano con riferimento alla notizia  di mancati investimenti da parte di Cristiano Ronaldo sul Gargano per colpa della burocrazia diffusa dal delegato al turismo di Confindustria oggi dalle pagine del Corriere del Mezzogiorno. “La Puglia è stata la prima regione italiana ad adottare il Piano paesaggistico territoriale regionale (Pptr) che ha avuto la funzione rilevante di tutelare la bellezza della regione, elemento fondamentale dell’attrazione turistica della stessa - spiega Emiliano -  È chiaro che il Pptr costituisce una regola urbanistica, paesaggistica ed edilizia, e quindi indirizza gli investimenti turistici verso il rispetto del paesaggio, dell’ambiente e del carico urbanistico. Non ci risulta che lo stesso abbia impedito sino ad oggi l’adeguato sviluppo delle strutture turistiche. Spiace che Confindustria Puglia abbia generato, probabilmente senza volerlo, un danno di immagine planetario che non aveva nessuna ragione concreta di essere prodotto in danno di tutti gli operatori turistici della Regione. Tanto per ripristinare la corretta informazione ed elidere questa fake news, senza alcun fondamento di verità, che speriamo non continui a girare. Se Ronaldo come chiunque altro volesse effettuare investimenti in Puglia, la Regione è a loro disposizione”.

Pubblicato in Turismo

Circa 200 balneatori pugliesi aderenti alla Cna dalla prossima stagione ridurranno l'utilizzo di plastica monouso, che sarà sostituita da contenitori e attrezzi in cellulosa biodegradabile (bicchieri, posate e piatti) e utilizzeranno buste di carta. Lo annuncia la Cna pugliese. Dopo l'approvazione da parte del Parlamento europeo del provvedimento per mettere al bando, a partire dal 2021, alcuni prodotti in plastica come posate, bastoncini cotonati e cannucce, per citarne alcuni, la Cna Balneatori Puglia - è detto in una nota - ha già cominciato a porre particolare attenzione alla graduale eliminazione di quei prodotti che costituiscono il 49% dei rifiuti marini. I circa 200 lidi dell'associazione hanno quindi aderito a giornate di raccolta della plastica sulla battigia e dai fondali marittimi e si sono impegnati nel ridurre il ricorso a posate e piatti in plastica per la somministrazione di cibi e bevande. "La ragione sta nel fatto che attualmente, secondo il rapporto del Parlamento europeo, bottiglie e tappi a vite rappresentano circa il 20% di tutta la plastica presente in mare - afferma il presidente di CNA Balneatori Fabrizio Santorsola -. Già da anni è obbligatorio nelle spiagge pugliesi raccogliere in maniera differenziata i rifiuti, ma ci rendiamo conto che non è più sufficiente. Oggi mettiamo mano alla volontà di ridurre noi stessi l'utilizzo di plastica monouso, che sarà sostituita da contenitori e attrezzi in cellulosa biodegradabile, bicchieri, posate e piatti, e all'utilizzo di buste di carta".

Pubblicato in Ambiente

A rilanciare l'appello dell'associazione "QuiEtica" è Fabrizio Santorsola, presidente dell'associazione Cna Balneatori Puglia e proprietario del Santos, noto locale di Torre Canne. Sul suo profilo Facebook, l'imprenditore ha postato l'immagine della campagna "Nessun riccio nel piatto, quest'anno lasciamoli in mare", un post che in poche ore ha avuto centinaia di condivisioni.

L'appello di Santorsola ha inevitabilmente aperto un dibattito. "La pesca indiscriminata di ricci - scrive l'imprenditore - ha distrutto l'ecosistema marino nella zona di Savelletri-Torre Canne. Una distruzione incontrollata, un danno difficilmente riparabile: ci vorranno almeno venti anni di blocco della pesca, ma nulla sarà più di prima". La zona di Savelletri è nota per i locali che offrono piatti a base di ricci e soprattutto nel fine settimana è presa d'assalto.

Secondo l'associazione che ha promosso la campagna, l'eccessivo e indiscriminato consumo di ricci sta creando un danno all'ecosistema marino. Nella zona che va tra Ostuni e Brindisi la Capitaneria di Porto ha rilasciato 14 licenze per la pesca autorizzata di ricci, ma, secondo le stime di Santorsola, nel fine settimana, sul litorale di Torre Canne, si arrivano a consumare anche "un milione e 200 mila ricci". Come dire il fermo biologico che vieta la pesca soltanto a maggio e giugno non basta per garantire la sopravvivenza della specie. Ma oltre a decine di condivisioni, l'appello ha racconto soprattutto i commenti indignati dei tanti amanti dei ricci.

Pubblicato in Ambiente

Il 22 gennaio 2019 la International Orienteering Federation ha annunciato che l’Italia ospiterà i Campionati Mondiali Master (WMOC) del 2022.

La regione scelta è la Puglia e più precisamente il Gargano. La data indicativa è la seconda settimana di luglio 2022.

Per l’Italia, in particolare per la Puglia e per il Gargano,  si tratta di un grande risultato, più volte sfiorato nel corso degli ultimi anni.

Questa mattina presso la presidenza della Regione Puglia è stata presentata l’assegnazione dei Campionati Mondiali Master di Orienteering 2022 che si terranno nei territori del Gargano.  

“L’assegnazione dei campionati del mondo alla Puglia di Orienteering del 2020 è un risultato straordinario per tutti noi – ha commentato l’assessore regionale con delega allo Sport Raffaele Piemontese – è un riconoscimento per il lavoro che abbiamo svolto in Puglia in questi anni, un lavoro che ha inteso intrecciare sport e turismo come connubio per la “buona vita”, all’insegna di salute e bellezza. L’Orienteering è la disciplina che meglio può testimoniare il valore di questo connubio e, nel 2022, lo farà nel Gargano, nel pezzo di Puglia con la più alta concentrazione di ricchezze naturali e architettoniche. Un patrimonio che vede le antiche faggete della Foresta Umbra riconosciute recentemente dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità”.

“Vorrei ringraziare tutti coloro che ci hanno dato fiducia – ha continuato Piemontese – la Federazione italiana di Orienteering con il suo commissario straordinario, la Federazione internazionale, il Comitato promotore e, in particolare questa mattina, vorrei ringraziare il Coordinatore Progetto di Candidatura, Gabriele Viale che ha rilevato come la Puglia sia all’avanguardia per quanto riguarda l’impiantistica sportiva”.

I numeri di questa disciplina sono molto elevati perché vi possono partecipare famiglie intere, dal bambino al nonno fino ai 90 anni di età. Non ci sono chilometri fissi da fare in questa disciplina, ma solo percorsi differenti e diversi, l’importante è che tutti abbiano una mappa e una bussola per l’orientamento.

Le competizioni si svolgono in un arco temporale di 7 giorni e richiamano circa 4.000  atleti. 

“Gli effetti più estesi sull’economia generati da così tanti partecipanti – ha concluso Piemontese - è evidente: se consideriamo che ospiteremo migliaia di atleti per una settimana, e supponendo siano accompagnati anche solo da una persona, possiamo stimare, con una certa prudenza, un valore economico di 4 milioni e mezzo di euro, basandoci sui 90 euro di spesa quotidiana calcolati dal CONI circa, la ricaduta economica degli eventi sportivi. Una grande opportunità quindi per la Puglia che salutiamo con immenso piacere e, perché no, anche con un pizzico di orgoglio”.

Hanno partecipato alla conferenza stampa anche Sergio Anesi, Commissario Straordinario Fiso, Michele Barbone, presidente Comitato Promotore, Gabriele Viale, Coordinatore Progetto di Candidatura, Elio  Sannicandro, Commissario Straordinario ASSET.

Telefonicamente è arrivato il saluto di Jorgen Martensson (ex campione di Orienteering).

“Si tratta di un grande traguardo – ha commentato Sergio Anesi, Commissario Straordinario FISO – soprattutto per la nostra Federazione che si è sempre contraddistinta per le ottime capacità organizzative. Abbiamo dovuto fronteggiare un’agguerrita concorrenza internazionale e questo vuol dire che il nostro progetto, supportato dal Comitato Promotore presieduto da Michele Barbone coadiuvato da Gabriele Viale, è stato ritenuto valido”.

Michele Barbone – Presidente Comitato Promotore WMOC in Puglia/Gargano ha aggiunto: “Sono fiero di questo risultato per l’Italia e per la mia Puglia. Nell’ultimo anno abbiamo lavorato in silenzio, consapevoli della validità della candidatura della Puglia e del Gargano,  che per ragioni di politica sportiva internazionale, indipendenti da noi,  negli ultimi anni sono stati  assegnati alla Slovacchia prima e al Giappone poi. Fin da subito ci concentreremo sull’organizzazione, abbiamo appena due anni davanti a noi per i preparativi di questo imponente e straordinario Campionato del Mondo Master di orienteering. Tutta la Puglia si farà trovare pronta per accogliere le migliaia di atleti con calore e grande ospitalità“.

 “E’ un sogno che si avvera, Gabriele Viale – ha detto Gabriele Viale -  coordinatore operativo del progetto candidatura WMOC in Puglia/Gargano - non nascondo che all’annuncio dell’assegnazione mi sono commosso.  Sono 10 anni che lottiamo per questo risultato. Il progetto di candidatura era stato elaborato coinvolgendo i massimi esperti mondiali di orienteering.  L’avevamo promesso alle istituzioni del Gargano che ci hanno sempre sostenuto.  Tra l’altro la Puglia è una regione all’avanguardia per quanto riguarda l’impiantistica sportiva”.

“Si tratta di una disciplina importante che è inserita come materia obbligatoria nei Licei Sportivi – ha detto Elio Sannicandro Commissario Straordinario ASSET - In Puglia abbiamo ormai una tradizione specifica e nel 2017 abbiamo ospitato le squadre nazionali. Per quest’iniziativa sono state attivate anche Puglia Promozione, perché non si tratta solo di fare sport. Allargheremo la sinergia a tutti gli interlocutori interessati come il Parco del Gargano”.

 

I Campionati mondiali master di orientamento (WMOC= World Masters Orienteering Championships) sono una competizione internazionale di corsa orientamento nata nel 1996. In essa gareggiano atleti che hanno dai 35 anni in su. Sono assegnati dalla IOF Internazional Orienteering Federation, e si svolgono con cadenza annuale

 

Le competizioni si svolgono in un arco temporale di 7 giorni e richiamano circa 4.000  atleti. 

L’Italia ha ospitato i mondiali master nel 2004 ad Asiago (Vicenza) e nel 2013 al Sestriere (Torino).

 

CHE COSA E’ L’ORIENTEERING

La corsa di orientamento, conosciuta nel mondo come orienteering o “sport dei boschi”, è una gara a cronometro su terreno vario in cui l’atleta, munito di mappa e bussola, deve raggiungere il traguardo transitando da una serie di punti di controllo, denominate “lanterne”, obbligatoriamente nella sequenza data. La verifica dell’avvenuto passaggio avviene mediante un sistema di punzonatura.

La mappa è consegnata al concorrente al momento del via. Si gareggia individualmente o in squadra.

Il vincitore non è sempre l’atleta più veloce. L’orienteering impegna gambe e cervello e premia spesso colui che è in grado di orientarsi più rapidamente e di compiere le scelte di percorso migliori.

L’orienteering si può praticare tutto l’anno, sempre all’aperto, in una delle quattro discipline: Corsa Orientamento (CO); Sci-orientamento (SCI-O), Mountain Bike orienteering (MTB-O); Orienteering di precisione (TRAIL-O).

L’orienteering si può praticare come sport agonistico oppure semplicemente a livello escursionistico amatoriale, da soli o in compagnia, al solo scopo di stare all’aria aperta, immersi nella natura.

Pubblicato in Sport

"La regione Puglia sboccherà il piano di sviluppo regionale a marzo". Lo ha detto il governatore della regione Michele Emiliano intervenendo alla manifestazione dei gilet arancioni a Roma.  "Purtroppo ci sono stati contenziosi tra varie aziende e questo ha determinato precedentemente il blocco delle erogazioni - ha detto Emiliano -. Ma ora ci auguriamo che a marzo il Tar definisca la graduatoria e metteremo in pagamento tutto subito. Perche è l'unico modo per rimettere in moto la fiducia degli operatori, colpiti da Xylella e gelate". Nella stessa manifestazione arriva, anche, la promessa del ministro dell'Agricoltura Gian Marco Centinaio: ci saranno il decreto urgente per le gelate ed il decreto per l'emergenza Xylella, oltre a un Piano strategico per l'olivicoltura per rilanciare la produzione e combattere le frodi. A questi decreti, ha dichiarato Centinaio, "stiamo lavorando in questi giorni, speriamo di definirli il prima possibile e quando andremo in Puglia il 26 spero di portarli già entrambi".

Pubblicato in Ambiente
Giovedì, 14 Febbraio 2019 14:45

Vieste/ Sequestrati beni a Marco Raduano

Nella mattinata odierna i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Foggia hanno dato esecuzione al provvedimento di sequestro anticipato dei beni, emesso ai sensi del Codice antimafia, nei confronti di Marco Raduano, attualmente detenuto e considerato al vertice dell’omonimo clan, nonché soggetto di spicco della criminalità organizzata del Gargano.

A seguito di complesse indagini, infatti, la Direzione Distrettuale Antimafia costituita in seno alla Procura della Repubblica barese e i Carabinieri del Nucleo Investigativo – 3^ Sezione “Misure di Prevenzione” hanno ricostruito il patrimonio del boss viestano.

Il solido impianto accusatorio sostenuto dalla Procura della Repubblica di Bari sulla base di un difficile lavoro di ricostruzione del compendio patrimoniale del proposto operato dai Carabinieri, che hanno a tal fine sfruttato anche intercettazioni e attività di indagini pregresse, è stato integralmente accolto dalla Terza Sezione del Tribunale di Bari, in funzione di Tribunale della Prevenzione. I Giudici hanno ritenuto fondata la richiesta di procedere al sequestro, non solo dei beni direttamente intestati a Raduano, ma anche quelli di cui, pur essendo formalmente intestati a terzi, disponeva come fossero propri.

Sono così stati sottratti beni alla criminalità organizzata e ai suoi fiancheggiatori per un valore complessivo di circa 700.000 euro, consistenti in quattro unità immobiliari, terreni per circa quattro ettari in zona adiacente al Parco Nazionale del Gargano, due autovetture di grossa cilindrata e un conto corrente bancario, oltre agli arredi e ad ogni altro oggetto di valore rinvenuto presso l’abitazione del pregiudicato.

I BENI SEQUESTRATI

Nel dettaglio, i sequestri hanno avuto ad oggetto una lussuosa villetta con giardino situata in prossimità del lungomare di Vieste; nello stesso comprensorio, sono stati apposti i sigilli anche ad un capannone intestato a soggetto terzo, ma di cui Raduano disponeva, tanto da possederne in via esclusiva le chiavi e di avervi installato un sistema di videosorveglianza. Inoltre, un appezzamento di terreno con relativa abitazione rurale, situato in zona particolarmente pregiata dell’agro viestano: qui il proposto ed alcuni suoi sodali – fra i quali il cognato Vescera, assassinato in agguato di chiaro stampo mafioso nel gennaio di due anni fa – aveva realizzato il quartier generale di una associazione per delinquere, finalizzata alla coltivazione di marijuana. Tra i beni oggetto del sequestro, anche un conto corrente bancario e due lussuose autovetture, di cui una utilizzata per compiere azioni delittuose e che veniva custodita all’interno di un’area, anch’essa posta sotto sequestro, situata nel centro di Vieste ed appartenuta al defunto boss Notarangelo Angelo, prima del suo brutale assassinio nel 2015.

E proprio il vuoto seguito alla morte di Notarangelo, infatti, aveva aperto la lunga scia di omicidi e agguati, che si sono susseguiti negli ultimi anni tra i sodali delle fazioni rivali: quella capeggiata da Raduano e quella, contrapposta, capeggiata da Perna Girolamo.

L’AZIONE DI CONTRASTO DELLA MAGISTRATURA E DELL’ARMA DEI CARABINIERI

Il compendio di beni sequestrati dai Carabinieri, certamente rilevante sotto il profilo economico, assume un rilievo ancora maggiore se inserito nel più articolato disegno messo a punto dalla Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia di Bari e dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia. L’azione intrapresa in tal senso è tesa a sgretolare le organizzazioni criminali della “quarta mafia”, non solo mediante le tradizionali operazioni di polizia giudiziaria, ma anche con l’aggressione dei patrimoni illecitamente costituiti.

Nel caso di specie, Marco Raduano, che può già “vantare” un curriculum criminale di spiccato spessore e, conseguentemente, un’elevatissima pericolosità sociale, ha accumulato un patrimonio non indifferente, ampiamente sperequato rispetto alla propria capacità reddituale. Al fine di salvaguardare questi beni, peraltro in alcuni casi strumentali alle attività delinquenziali, Raduano aveva adottato numerose precauzioni, come le fittizie intestazioni a soggetti terzi, che tuttavia, in fin dei conti, si sono dimostrate del tutto vane.

statoquotidiano

Pubblicato in Cronaca

Cristiano Ronaldo ha sempre avuto il «fiuto» degli affari. Come calciatore, a 34 anni, è riuscito ad ottenere dalla Juventus un contratto da 30 milioni di euro l’anno. Un record. Cinque volte pallone d’oro, Champions e scudetti vinti: nel corso della sua car­riera calcistica (tra Manche­ster e Madrid) ha prestato la sua immagine a brand celebri come Nike, Tag Heuer, Herbalife, Poker Stars, Ea Sports e tanti altri. Ottenendo profitti da capogiro. Ma la grande passione di Ronaldo è quello di fare l’imprenditore. Ha cre­ato una serie di attività che spaziano dai profumi, alle scarpe, ai jeans e all’intimo. Poi il campione portoghese si è lanciato nel business al­berghiero. Con l’imprenditore Dioniso Pestana, capo di una holding che fattura oltre 200 milioni di euro all’anno, il calciatore ha dato vita ad una società che apre alberghi di lusso, il Pestana Cr7 Hotel. Uno dei progetti riguardava anche la Puglia, in modo particolare il Gargano. Sarebbe stato un investimento di 40 milioni di euro e, secondo in­discrezioni trapelate negli ambienti confindustriali, avrebbe dovuto aprire i bat­tenti nel marzo di quest’anno. Ma, come ha spiegato Massi­mo Salomone di Confindustria, Cr7 avrebbe deciso di puntare sulla Sardegna. Cristiano Ronaldo con Dio­niso Pestana ha già aperto un hotel a Funchal, sull’isola di Madeira, la città dove è nato il calciatore portoghese, e a Lisbona, nell’elegante e storico quartiere di Baixa Pombalina, vicinissimo alla famosa Praga do Comércio. Secondo indi­screzioni, il Pestana Cr7 Hotel potrebbe approdare anche a New York, Madrid e perfino Ibiza. Quello del Gargano non sa­rebbe stato l’unico investi­mento al Sud pensato da Ronaldo. Si era parlato anche di un hotel a Tropea, in Calabria. Ma tutto è saltato.

Salvatore Avitabile

corrieremezzogiorno

Pubblicato in Turismo

Sempre più risparmio di MARCA e SICURI all’OLMO.

Tutti i giorni grandi OFFERTE.

Strano?

Il supermercato OLMO è per quelle persone che non hanno abbastanza immaginazione per essere romantiche per tutto il resto dell’anno. Oggi rose rosse GRATUITE per i Vostri AMORI !!

Continuano le giornate delle gustose e UNICHE arance di Vico del Gargano, ma anche della nostra carne e di altri centinaia di prodotti in offerta.

Le primizie, CONTROLLATE, le trovi solo all’OLMO

Un particolare ringraziamento ai signori Leonardo Mastropaolo ed ai fratelli Michele e Paolo Aprile scesi direttamente da Vico del Gargano per confezionare gli archi di S. Valentino ed abbellire per noi IL VOSTRO SUPERMERCATO…. Ricordandoci, come amava ripetere, Madre Teresa di Calcutta, che l’amore comincia a casa: prima viene la famiglia, poi il tuo paese….

Augurissimi di BUON S. Valentino da tutto lo STAFF del SUPERMERCATO OLMO

SuperMercato OLMO Despar - Viale XXIV Maggio – Vieste

Pubblicato in Avvisi

A Vico del Gar­gano è tutto pronto per festeggiare oggi San Valentino, patrono da 401 anni della cittadina garganica (da quando nel 1618 i vichesi lo sostituirono a San Norberto) e pro­tettore non solo degli innamorati ma anche degli agrumi. Quest’anno «Terrarancia», l’iniziativa che racconta storia, tradizioni e tipicità del paese dell’amore, parte proprio nel giorno di San Valentino. Questa mat­tina alle 11 ci sarà l’apertura del mer­catino che vedrà protagonisti prodotti di eccellenza in largo San Domenico, piazza Fuori Porta, piazza Castello e Palazzo della Bella. Il taglio del nastro della seconda edi­zione della manifestazione è in programma alle 18.30 in largo San Domenico. All’inaugurazione ufficiale di Terrarancia interver­ranno le autorità e Santino Caravella, che recentemente ha presentato «La tua tv», un nuovo progetto che mira a promuovere il territorio. «Crediamo che questo evento, come è già accaduto lo scorso anno, possa portare tu­risti nel nostro borgo, tra i più belli d’Italia, anche nel periodo invernale. Le nostre tra­dizioni, il buon cibo, il fascino dei luoghi autentici affascinerà tutti» ha detto l’as­sessore con delega alla promozione del ter­ritorio Raffaele Sciscio. «Amore di ciocco­lato» è il tema della seconda edizione di Terrarancia, organizzato da Regione Pu­glia, Parco del Gargano, Comune di Vico in collaborazione con Di terra di mare, RedHot e Asemet, con il patrocinio di Symbola e Puglia Promozione e la partecipa­zione del consorzio di tutela dell’arancia e del limone del Gargano. «Protagonisti» gli agrumi. Durante la quattro giorni dell’iniziativa pasticceri e maestri cioccolatieri saranno protagonisti di masterclass in cui propor­ranno ricette che ruoteranno intorno al te­ma «amore di Cioccolato». Questa sera alle 19 a Palazzo della Bella, toccherà al pa­sticciere Luigi Giannotti con le «nuvolette» di arancia, cioccolato e ricotta. «Sono nato in pasticceria, ho masticato farina e zuc­chero fin da quando ero piccolo», racconta Luigi Giannotti, classe ’81, terza genera­zione di pasticceri che a novembre scorso si è aggiudicato il terzo posto nella categoria «Miglior panettone artigianale creativo al cioccolato» alla seconda edizione di «Ma­stro panettone» a Turi. A presentare il mae­stro pasticciere sarà la blogger romana Va­lentina Morena. Lei e Alessandro Pomponi, alias «Vale Ale Two Cookies in the world», compagni nel blog e nella vita, saranno a Vico del Gargano per raccontare Terraran­cia. Protagonista di Terrarancia anche l’ar­te con la mostra fotografica, che sarà questa sera, «Dolce Gargano» a cura di Matilde Di Pumpo, artista vichese che ha incentrato la sua ricerca sui colori del Gargano. La prima giornata di Terrarancia si chiu­derà con lo spettacolo teatrale - promosso dal Comune in collaborazione con Teatro i Pubblico Pugliese - «Sparla con me» di e con Dario Vergassola, in programma alle 21 al cinema Paris. Un monologo che Vergassola porta in giro da diversi anni, uno spettacolo momento ricco di risate, freddure e musica, che nasconde una malinconia e un amore per la propria terra. Ingresso gratuito (fino ad esaurimento posti) con prenotazione ob­bligatoria presso il cinema Paris. Dal 14 al 17 febbraio la musica percorrerà i vicoli del borgo e non mancheranno per­formance itineranti di artisti di strada. In occasione della festa di San Valentino sarà presente all’interno della villa comunale una pista di pattinaggio sul ghiaccio. Du­rante i quattro giorni sarà possibile pre­notare visite guidate ai siti di interesse culturale di Vico del Gargano (info 0884.994666 0 324.8820065)

Pubblicato in Manifestazioni
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Ristorante Il Capriccio

Reporter della tua città

21 Aprile 2019 - 09:03:24

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ LIBERATORI SENZA GLORIA: I crimini alleati e le stragi partigiane di Gianfredo Ruggieri

Nel corso dei conflitti l'uomo tende a perdere la sua dimensione umana per accostarsi a quella animale. Atti eroici e nefandezze si confondono nel vortice degli eventi. Dei…
- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -