Articoli filtrati per data: Martedì, 19 Febbraio 2019 - Rete Gargano

Dopo l'arrivo in gennaio di Vorzillo e il recente abbandono di Sorrentino la società corre ai ripari ancora una volta nel mercato di riparazione affidando il ruolo di guardia tiratrice al giovane Vincenzo De Angelis, laziale con numerose esperienze nei massimi campionati regionali a partire da Formia nella sua regione poi qui in Puglia con le maglie di Ceglie e Taranto. Fermo ad inizio stagione per problemi fisici è rientrato da poche settimane all'attività agonistica e dopo una settimana di prova é stato tesserato ed ha già calcato il parquet domenica scorsa ad Ostuni mostrando impegno e quella che é la sua miglior capacità : tirare! 2 su 4 dall'arco e 4 su 4 ai liberi in circa 24 minuti di utilizzo che lasciano ben sperare per le rimanenti gare di campionato!

Pubblicato in Sport

Nella serata di lunedì 18 febbraio u.s., a seguito di segnalazione e su disposizione e sotto il diretto controllo del Comandante del Circondario Marittimo di Vieste, T.V. (CP) Giuseppe Saverio Zaccaro, veniva eseguita una evacuazione medica a favore di un marittimo imbarcato su di un peschereccio in transito a circa 8 miglia nelle acque prospicenti la costa nord garganica, colto da malore. Il personale militare della Motovedetta CP880, dipendente dal Comando in intestazione, ha trasbordato il malcapitato e, una volta aver fatto ingresso presso il più vicino approdo, ovvero il Porto di Rodi Garganico, lo ha affidato alle cure del personale medico del 118, precedentemente allertato e prontamente giunto in banchina, per poi trasportarlo presso l’Ospedale sito in San Giovanni Rotondo, per gli ulteriori necessari accertamenti medici. Successivamente, la stessa CP880 ha scortato il peschereccio interessato fino all’ingresso nel Porto di Vieste. Si coglie l’occasione per ricordare che la partecipazione attiva dei cittadini (anche tramite il numero 1530) alle varie vicissitudini legate al mare risulta essere un ottimo contributo a preservare la vita umana in mare.

Pubblicato in Cronaca

L'associazione di promozione sociale "Ci vuole un seme", grazie al prezioso contributo della Regione Puglia "Staff Pin Giovani", si è impegnata per la realizzazione di un'aula didattica all'aperto, situata in loc. Palude mezzane con lo scopo di organizzare laboratori ludico - ricreativi per bambini/ragazzi. Obiettivo del progetto è quello di offrire l'opportunità di vivere un'esperienza educativa a contatto con la natura favorendo l'assunzione di comportamenti responsabili nei confronti dell'ambiente che ci circonda. In attesa dell'inizio delle attività all'aperto, l'associazione sta proponendo alle scuole della nostra città, la visione di un famoso documentario che presenta alcune semplici e rivoluzionarie idee volte a costruire un migliore futuro ambientale.

Sperando nell'interesse e nella collaborazione di altre associazioni e dell'amministrazione comunale,

si invita a seguire le nostre attività.

Associazione “Ci Vuole Un Seme”

Pubblicato in Società

La Guardia di Finanza ha sequestrato 32 aree demaniali adibite a discariche abusive dislocate su tutto il territorio della regione Puglia, ha denunciato 52 persone per evasione dell'ecotassa e scoperto 22 lavoratori irregolari. È l'esito di un piano straordinario di interventi finalizzato al contrasto degli ecoreati che ha portato in due giorni ad eseguire 77 controlli. Le zone sottoposte a sequestro hanno un'estensione complessiva di 226.000 mq, sulle quali erano state riversate oltre 6.200 tonnellate di rifiuti, in molti casi classificati come speciali o pericolosi (onduline di amianto, batterie esauste, scarti di lavorazione industriale ed autovetture).
    All'esito dell'attività sono stati verbalizzati 79 soggetti, di cui 52 denunciati all'autorità giudiziaria per aver evaso il tributo speciale per il deposito in discarica di rifiuti per oltre 70.000 euro e sono stati individuati 22 lavoratori irregolari, a vario titolo impiegati nelle aziende sottoposte a controllo. In particolare i finanzieri hanno scoperto che due aziende dedite alla lavorazione di pietre e marmi, sversavano illecitamente le acque reflue e i relativi fanghi nei terreni adiacenti e un'altra società operante nel commercio di prodotti petroliferi aveva adibito una vasta area a deposito incontrollato di rifiuti speciali e pericolosi. Durante i controlli sono state trovate anche auto risultate rubate e abbandonate nelle aree adibite a discarica.

Pubblicato in Ambiente

"Sono dati che fanno riflettere e che impongono un dovere ed una responsabilità di tutto il Paese a reagire ad un contesto economico che sta rallentando che è arrivato anche in casa essendo il nostro un Paese ad alta vocazione all'export". Lo ha affermato il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, commentando i dati Istat sul fatturato dell'industria. "Una delle proposte che abbiamo fatto è quella di aprire immediatamente i cantieri che sono elementi cosiddetti anti ciclici che comporterebbero occupazione e più crescita. La questione temporale - ha concluso - diventa importante: in quanto tempo lo facciamo diventa dirimente".

Pubblicato in Economia

Alessandro Borghese arriverà sul Gargano il prossimo maggio per girare una nuova puntata dei “Quattro Ristoranti”, il seguitissimo cooking show in onda su TV8 e Sky Uno che vede quattro ristoranti sfidarsi tra loro.

Quali saranno i ristoranti del Gargano che parteciperanno? Per ora si sa che sono stati contattati in diversi, dalla costa alle aree interne del Promontorio.

Alessandro Borghese è tornato on the road e, come esperto della ristorazione e giudice, gira l’Italia da nord a sud alla ricerca di ristoratori pronti a sfidarsi a suon di ricette innovative o legate alla tradizione, in ogni caso capaci di valorizzare al meglio le materie prime.

Quattro sono i ristoratori che, in ognuna delle 6 tappe del programma, si contendono il titolo di miglior ristorante in una particolare categoria.

Per prima cosa, ogni partecipante dovrà ospitare nel proprio locale gli altri tre ristoratori, accompagnati da Borghese. Completato il tour nei quattro ristoranti, il conduttore riunirà tutti e tirerà le somme dei loro voti, stilando la classifica. Ma per l’esito finale è fondamentale il punteggio assegnato proprio da Borghese che, con il suo voto, potrebbe infatti ribaltare la classifica ed essere decisivo per la vittoria. Al vincitore di ogni singola tappa andrà la somma di 5000 euro, da investire nella propria attività.

Pubblicato in Spettacolo

La passerella organizzata da Mad Mood in occasione della Milano Fashion Week vuole sottolineare la bellezza della moda e di una regione italiana davvero unica e speciale: la Puglia, rappresentata da ben 6 Brand che si misureranno con altri colleghi di livello internazionale.

Isabella di Matteo, Michele Casto, Carmen Clemente, Diamond Couture, Istituto Cordella, e Salvatore Caputo Shoes saranno infatti i protagonisti di una sfilata di moda al buio per sperimentare l'effetto “fashion” sui cinque sensi umani: giovedì 21 febbraio dalle 16, presso l'hotel Magna Pars Suites di via Forcella, la Milano Fashion Week si caratterizza per questa presentazione davvero originale delle collezioni Donna autunno-inverno 2019/2020.

La quinta edizione di questo evento moda organizzato da Mad Mood, uno dei format più audaci e particolari ideato da Marianna Miceli, prevede come unico elemento illuminato la passerella: il pubblico sarà invece completamente al buio e ciò avrà modo di esaltare la percezione dei 5 sensi attraverso esperienze sensoriali relative a gusto (cioccolatini Rovelli), olfatto (Aqua Apulia), udito (musica a tema), vista (le collezioni in passerella), tatto (i tessuti utilizzati). Aqua Apulia sarà l'ambasciatrice sensoriale della regione Puglia: la sua delicata fragranza ricorderà al pubblico la brezza marina e profumi e sapori peculiari della nostra bellissima terra.

Mad Mood continua così la sua mission di promozione della moda, dello stile e del design senza dimenticare però le sue radici pugliesi: nata con l'intento di divulgare le bellezze del territorio, l'agenzia guidata da Marianna Miceli si caratterizza ora per una forte presenza in Salento, con uno showroom a Lecce dove espone le creazioni fashion più all'avanguardia nel campo dell'abbigliamento e degli abiti da cerimonia e da sposa.

A questo proposito è interessante notare la forte presenza di sponsor e partner di provenienza pugliese a supporto della sfilata di moda milanese: dal Team Officina Paar per le acconciature, Antonella Veronique Vadruccio per il trucco e l'Istituto Cordella che coordinerà il Backstage con 10 allievi. La sfilata presenterà inoltre il lifestyle internazionale raccontando territori e culture provenienti da tutto il mondo attraverso la moda e le collezioni di stilisti internazionali: dal Marocco all'Arabia Saudita, dall'India alla Russia senza dimenticare lo stile italiano che sarà immancabilmente protagonista. E ancora, la collaborazione internazionale con la India Fashion Week connota l'evento moda Mad Mood come un vero e proprio laboratorio di stile “globale” che riunisce le principali fonti di nuove esperienze delle economie emergenti nel mondo del fashion odierno. Da notare la sfilata di moda per bambini, organizzata con una particolare sinergia stabilita con la Kids Fashion Week del Kazakistan: tra gli stilisti in passerella proporrà la sua collezione un giovanissimo stilista di soli 14 anni! Cinque sensi, emozioni e partnership internazionali dunque saranno il motore di un evento moda unico nel suo genere: pubblico al buio, sensi e moda internazionale in piena luce per la Milano Fashion Week, con le eccellenze della moda pugliese in grande evidenza.

Pubblicato in Manifestazioni

 Non meno di 700 persone: è il mini esercito che Regione Puglia e governo centrale recluteranno entro il 2019 per dare sostanza al reddito di cittadinanza, il jolly che il Movimento 5 Stelle gioca al tavolo del governo con la Lega. Sono questi i posti certi (ma non fissi) che il contratto gialloverde produrrà su questa misura a me­tà strada fra le politiche attive del lavoro e il welfare nella sua declinazione assistenzialistica. Le assunzioni che ruoteranno in­torno al reddito di cittadinanza non saranno effettuate in un’uni­ca soluzione, ma in più step.

I primi 128

 La Regione è pronta a reclutare i primi 128 operatori da inserire nella rete dei centri per l'impie­go. È questa la riserva riservata alla Puglia dai 1.600 previsti dal­la Finanziaria che era stata vara­ta dal governo Gentiloni. Sulla carta la selezione potrebbe parti­re immediatamente. Anche la prossima settimana. Manca però la convenzione con il governo per il via libera definitivo al ban­do. La selezione riguarda figure professionali quali i mediatori, gli psicologi, gli esperti in bilan­cio delle competenze. Figure pro­fessionali che richiedono come titolo di studio la laurea in giuri­sprudenza, economia, statistica o sociologia. Chi sarà seleziona­to verrà assunto a tempo deter­minato per due anni e dislocato nei centri per l’impiego.

Gli altri 250

 La ricerca di personale per at­trezzare i centri per l’impiego prevede per la Puglia l’assunzio­ne di ulteriori 250 operatori. A lo­ro spetta il compito di animare il secondo tempo del reddito di cittadinanza: quello che prevede il meccanismo delle tre offerte di lavoro, pena la revoca sei sussidio. In questo caso l’assunzione sarebbe a tempo indeterminato, ma con l’ultima di legge di bilan­cio è stato introdotto un blocco nelle assunzioni del pubblico im­piego sino alla fine di novembre. Per assumerli la Regione Puglia, così come tutte le altre Regioni, dovrebbe ottenere una deroga da parte del governo. Non è escluso che possa accadere, an­che se sono in molti ai piani alti della Regione a ritenere che deci­sivo sarà il primo tempo del red­dito di cittadinanza, quello che comincia il 6 marzo con la corsa agli uffici postali o in un Caf i Centri di assistenza fiscale) per presentare istanza e consegnare documenti nella speranza di in­cassare dal primo aprile il primo rateo. Che a seconda dei casi le­gati a reddito e carichi familiari va da un minimo di 500 a un mas­simo di 1.330 euro. Anche per questi segugi della nuova occu­pazioni valgono gli stessi requisi­ti dei primi 120: ma per loro, do­vesse concretizzarsi la deroga, l’assunzione sarebbe a tempo in­determinato.

I NAVIGATOR

 In Puglia ne sono previsti 360 dei 6mila annunciati dal vicepre­mier e ministro del Lavoro, Luigi Di Maio. A differenza dei primi 128 e dei successivi 250, però, per i navigator l’assunzione non avverrà su scala regionale: que­sta spetta al governo. O meglio: all’Anpal Servizi, una società dell’Agenzia nazionale per le po­litiche attive del lavoro, che po­trebbe quindi bypassare bandi e avvisi pubblici per essere recluta­ti attraverso una selezione per ti­toli e colloquio. Il governo punta su di loro perché la loro assunzio­ne, anche se con contratti di collaborazione per due anni, è la scorciatoia che serve per assicu­rarsi che la macchina del reddito di cittadinanza si metta in moto prima del 26 maggio, per consen­tire ai 5 Stelle di incassare un di­videndo elettorale alle europee.

 I contrasti con il governo

 Governo e Regioni sono ai ferri corti sui navigator. Una volta as­sunti da Anpal Servizi, i naviga­tor non avrebbero un luogo fisi­co nelle Regioni in cui lavorare. L’assessore al Lavoro della Regio­ne Puglia, Sebastiano Leo, era nella squadra di assessori regio­nali che ha incontrato il vicepre­mier: «Al ministro abbiamo co­municato le criticità di un decre­to legge sul quale non c’è stato al­cun confronto. Abbiamo solleva­to questioni che speriamo di af­frontare e risolvere nelle prossi­me settimane, prima della con­versione in legge. Serve - spiega Leo - un tavolo tecnico urgente per affrontare e risolvere le mag­giori criticità della misura, affin­ché lo strumento del reddito di cittadinanza possa funzionare nel migliore dei modi, essere effi­cace e non diventare una misura di mero assistenzialismo». Il reddito di cittadinanza va bene, in­somma, ma serve più condivisio­ne. «Non ci convince soprattutto la misura dei navigator», osserva ancora l’assessore pugliese.

 RdceRdc

 «Noi vogliamo assumere i futuri , dipendenti dei centri per l’impie­go tutti a tempo indeterminato e quindi abbiamo ribadito il no­stro no al nuovo precariato - insi­ste Leo - Abbiamo ancora chie­sto con forza di rivedere le moda­lità di reclutamento dei naviga­tor e di concordare emendamen­ti che portino a un accordo in Conferenza Stato Regioni». An­che perché bisognerà coordina­re il reddito di cittadinanza con altre misure come in Puglia il co­siddetto Red, il reddito di digni­tà, che è una misura di welfare. Per farlo, serve soprattutto dialo­gare con i servizi sociali. Che ol­tre alla Regione, coinvolgono so­prattutto i Comuni.

I numeri

In Puglia 360 navigator secondo i piani di Roma

128     

Gli operatori dei centri per l’impiego che la Regione Puglia è pronta a reclutare nelle prossime settimane

250

Gli operatori che la Regione Puglia potrebbe assumere se non ci fosse il blocco delle assunzioni fino a novembre.

360

I navigator che il governo, attraverso l’Anpal Servizi, potrebbe assumere come collaboratori da destinare in Puglia.

215 mila

Le famiglie pugliesi interessate al reddito di cittadinanza, che oscilla fra i 500 e i 1.330 euro al mese

 

Piero Ricci

repubblicabari

Pubblicato in Economia

Un successo oltre ogni più rosea aspettativa: il press tour su “San Valentino e il cuore del Gargano”, dal 12 al 17 febbraio, ha interessato e coinvolto migliaia di persone sui social. Sono state particolarmente apprezzate le tipicità enogastronomiche e agroalimentari: dalle arance all’olio extravergine d’oliva di Vico del Gargano, dai dolci tipici alla cucina proposta dai ristoratori vichesi. Un vero e proprio trionfo per la paposcia, il pan focaccia tipico di Vico, protagonista – assieme alla marmellata di agrumi - di un meraviglioso educational tour in un suggestivo aranceto del paese, condotto magistralmente da Francesco e Giovanni Canestrale. Ha suscitato emozioni e ammirazione l’arte di Maria Voto, una delle ultime tessitrici della Puglia a utilizzare gli antichi telai in legno. Le chiese del borgo, Palazzo della Bella, il centro storico di Vico, le tradizioni della Settimana Valentiniana, i laboratori e i mercatini di Terrarancia sono stati il cuore di un press tour durante il quale, in sei giorni, blogger e giornalisti arrivati da tutta Italia sono stati accompagnati a visitare anche Peschici, Carpino e Ischitella. Il press tour, promosso dal Comune di Vico del Gargano, è stato finanziato dal Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo”, Asse VI-Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche. In poco meno di una settimana, la pagina facebook ufficiale dell’evento (https://www.facebook.com/sanvalentinopresstour) ha ottenuto oltre 1300 follower, raggiungendo 53mila utenti, con più di 25mila interazioni tra commenti, like e condivisioni (14mila su twitter), riuscendo a promuovere il borgo e le località visitate attraverso foto e video.

I COMMENTI DI BLOGGER E GIORNALISTI. Qual è l’immagine di Vico del Gargano che blogger e giornalisti presenti al tour promuoveranno nei loro articoli? “Noi ricorderemo un borgo romantico e le persone dal gran cuore che lo popolano! Grazie per questi giorni felici”, hanno commentato i blogger di “Untrolleyperdue”, che attraverso i loro account ufficiali hanno raccontato la settimana valentiniana minuto per minuto. Roberta Isceri, di “Italiaterapia”: “Abbiamo particolarmente apprezzato il centro storico, vero e proprio gioiello, le eccellenze culinarie, il Castello e il trappeto. Indimenticabile il profumo delle arance di Vico”. Andrea Assenza, di Happily on the road: “Ricorderò la bellezza del centro storico, ma anche e soprattutto le persone che abbiamo incontrato”. Tra i blogger, anche il racconto eccentrico e originale di “Rivoglio la barbie”: “Il profumo degli agrumi è una sensazione davvero inebriante, difficile da descrivere, ma stupenda da vivere”.

Blogger e giornalisti hanno assistito alla processione della statua del Patrono di Vico del Gargano, San Valentino, per poi visitare il Vicolo del Bacio, gli stand della festa, le mostre e gli allestimenti all’interno di Palazzo della Bella, i produttori di arance e di olio di un paese che ha nel comparto agroalimentare una delle sue eccellenze riconosciute in tutto il mondo.

Non solo Rai Uno, le tv regionali e quelle provinciali, anche i social hanno raccontato l’evento. Su Twitter, Facebook e Instagram tantissimi utenti hanno rilanciato le foto scattate e le emozioni provate.

Pubblicato in Manifestazioni

Nel corso dell’attività ispettiva programmata per l’anno 2019 dall’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Foggia, finalizzata a contrastare il fenomeno del lavoro nero e al controllo dell’osservanza delle disposizioni di legge in materia di lavoro e legislazione sociale sulla regolarità dei rapporti di lavoro, nonché della normativa vigente sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, gli ispettori del lavoro hanno effettuato due accessi ispettivi in due differenti cantieri edili del Gargano. Da tali controlli sono emerse 6 aziende irregolari e sono state riscontrate violazioni che hanno riguardato l’occupazione in “nero” di n. 3 lavoratori. Sono stati adottati 2 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale, in applicazione dell’art. 14 c. 1 del D.l.vo 81/2008 modificato dal D.l.vo n. 106/2009, in quanto è stato accertato l’impiego di personale non risultante dalle scritture obbligatorie in misura pari o superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori regolarmente occupati; provvedimenti successivamente revocati su istanza delle ditte, previo pagamento delle relative sanzioni e regolarizzazione dei rapporti di lavoro. Sono state comminate sanzioni amministrative per un importo complessivo di € 14.800,00 e sanzioni penali per un ammontare di € 51.045,92 relativamente a n. 10 violazioni accertate in materia di sicurezza. Continua incessante l’attività di indagine e di accertamento che l’Ispettorato Territoriale del Lavoro Foggia ha saputo tradurre in considerevoli risultati, garantendo una efficace presenza sul territorio.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Lucatelli arredamento

Reporter della tua città

20 Luglio 2019 - 10:45:02

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ La casa degli sguardi di Daniele Mencarelli

Venerdì 26 luglio al Ristorante IL CAPRICCIO, dalle ore 21,30 tornano gli APERITIVI LETTERARI. Daniele è un giovane poeta oppresso da un affanno sconosciuto, “una malattia…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -