Silvestri gas
Articoli filtrati per data: Mercoledì, 06 Febbraio 2019 - Rete Gargano

Giovedì 7 febbraio l'assessore al Turismo della Regione Puglia, Loredana Capone, torna a Foggia per parlare di Piano Strategico del Turismo. L'appuntamento è alle ore 15 presso il cineporto di Foggia in via San Severo.

"In attuazione del Piano Strategico del Turismo “Puglia365”, abbiamo avviato, nel corso dello scorso anno, uno studio approfondito su alcuni prodotti turistici considerati di rilievo per una maggiore destagionalizzazione della destinazione Puglia.

In particolare sono stati intrapresi tre percorsi di analisi relativamente ai prodotti: enogastronomia; arte e cultura; sport natura e benessere.

Siamo partiti da una mappatura delle risorse attualmente disponibili sul territorio a cui è seguita una fase di ascolto di alcuni attori istituzionali e territoriali e una fase di analisi dell’offerta.

Tutti i dati fino ad ora raccolti e le prime elaborazioni fatte ci hanno consentito di individuare le prime sottotipologie di prodotto sulle quali nel 2019 lavoreremo, grazie anche al Vostro supporto (se vorrete), al fine di operare assieme per la costruzione di un’offerta di qualità. Pertanto per l’ enogastronomia ci soffermeremo su vino, olio e prodotti da forno; per arte e cultura su rete museale, piccoli borghi e paesaggio; per sport natura e benessere su cicloturismo e cammini/trekking. 

Un lavoro che ci porterà a rafforzare, e ove possibile, a generare reti di imprese che diverranno interlocutori fondamentali per le nostre future attività di marketing promozionale, al fine di rendere più efficace e mirata la nostra azione.

Abbiamo iniziato ad attivare tavoli di lavoro tematici proprio sul cicloturismo il mese scorso partendo da Lecce, alla presenza dell’Assessorato alle Infrastrutture per la Mobilità e dell’ Asset - Agenzia Regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio – proprio in vista dei risultati significativi ed in crescita che il segmento del Bike sta esprimendo anche come destinazione Puglia.

Per proseguire questo percorso vorremmo incontrarVi Giovedi 7 Febbraio p.v., alle ore 15.00, a Foggia, presso il Cineporto di Foggia, sito in Via San Severo Km 2 -, al fine di definire un percorso teso alla valorizzazione e alla messa a sistema del “prodotto cicloturismo” in Puglia".

Pubblicato in Notizie

L'amministrazione provinciale di Foggia dopo aver appaltato i lavori di consolidamento del ponte sul torrente Carapelle sulla sp 141 Manfredonia-Zapponeta, ha avviato di fatto il cantiere. Pertanto a breve anche i mezzi pesanti e i pullman di linea potranno tornare a percorrere l'importante arteria che collega il Gargano alla Valle dell'Ofanto.

Pubblicato in Notizie

Il Servizio Demanio Costiero e Portuale della Regione Puglia, a seguito dei mancati pagamenti in ordine ai canoni dovuti, ha reso noto l’avvio del procedimento di decadenza  per la Società Gespo - titolare del Porto Turistico di Manfredonia “Marina del Gargano” - ai sensi del Codice di Navigazione. 

In pratica, qualora la Società Gespo srl non dovesse ottemperare nei tempi prescritti alla regolarizzazione delle pendenze amministrative, verrà revocata la concessione demaniale, che costituisce l’elemento imprescindibile per l’operatività e la stessa esistenza del Porto Turistico.

Ancora una volta – ha dichiarato Gianni Rotice - trovano conferma le preoccupazioni da me espresse sin dall’inizio,  che alla base dell’acquisizione delle quote Mucafer da parte di Finappula (gruppo Gelsomino) vi fosse un intento speculativo, privo di progettualità e non supportato da alcuna garanzia economica e finanziaria.”

E’ auspicabile, quindi, una netta e chiara inversione di tendenza per sostanziare di contenuto quella che ancora oggi, al di là delle dichiarazioni di facciata, appare un’operazione dubbia e pericolosa, perché fatta sulla pelle altrui”.

Diversamente, risulterebbe sempre più chiaro, evidente ed indubitabile – ha concluso Rotice – il malcelato obiettivo di Finappula e del gruppo Gelsomino, con il concorso della società in concordato Moretoc, di acquisire la governance della Gespo senza rischiare risorse proprie, con la conseguenza di portare al fallimento il Porto Turistico di Manfredonia, nel totale disprezzo del bene comune, del territorio e dell’intera comunità”. 

Pubblicato in Notizie

La marineria pugliese è in crisi e chiede aiuto alla Regione perchè solleciti al Governo più attenzione, anche in sede europea, sulla complessità delle norme che regolano l'attività e che spesso sono difficili da rispettare e le pesanti ricadute sanzionatorie sulla categoria.
    I pescatori che sono mobilitati da oltre dieci giorni, con le loro rappresentanze di categoria hanno partecipato oggi ad un incontro nella sede dell'assessorato regionale alle Attività agricole, di caccia e pesca alla presenza dell'assessore competente, Leonardo Di Gioia, e del contrammiraglio Giuseppe Meli, direttore Marittimo di Puglia e Basilicata.
    Chiedono la modifica della legge 154/2016 che prevede sanzioni fino 150mila euro e il ritiro della licenza. Importi ritenuti esorbitanti che spesso determinano la chiusura del'attività. I pescatori ritengono inadeguate le norme che prevedono, ad esempio, l'obbligo di calare reti in mare di taglie non adatte ai nostri mari e alla maturità sessuale dei pesci.

Pubblicato in Ambiente

Sono stati firmati oggi in Fiera 102 disciplinari per il potenziamento e la realizzazione di impianti sportivi comunali. Sono intervenuti i Sindaci e i delegati di tutti i Comuni che hanno partecipato al bando promosso dalla Regione.

“Mi congratulo con i Sindaci per la rapidità e l’efficienza con le quali hanno impiegato gli oltre otto milioni di euro messi a disposizione dalla Regione per rafforzare l’impiantistica sportiva. Si tratta di un intervento di grande valore perché gli impianti non servono solo alle società sportive, che in maniera eroica portano avanti la loro attività in mezzo a tante difficoltà, ma servono anche per dare la possibilità di migliorare quei contenitori sociali che si usano per tante iniziative:  ad esempio, per fare riunioni sulla legge per la partecipazione, che ci sta dando tante soddisfazioni, per fare piccoli spettacoli, tenere eventi legati alle scuole, per organizzare manifestazioni culturali o di natura artistica” ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. “Non ci sono precedenti di politiche di questo genere in Regione Puglia – ha aggiunto Emiliano - è la prima volta che la Regione destina tante risorse allo sport e di questo bisogna dare atto all’Assessorato e agli uffici regionali per il grande lavoro fatto insieme agli uffici di tutti i Comuni”.

L’assessore allo Sport Raffaele Piemontese ha dichiarato: “La Regione Puglia per la prima volta ha finanziato con oltre otto milioni e mezzo di euro 102 impianti sportivi pubblici dei Comuni della Regione Puglia. Quindi è una ristrutturazione dell'impiantistica sportiva e riteniamo che questi siano contenitori sociali utili per poter dare l'opportunità a tutti i cittadini pugliesi di fare sport all’interno di strutture comunali. Significa anche dare socialità, significa fare in modo che i cittadini possano fare sport per avere migliori stili di vita nei quartieri popolari, nei quartieri di periferia e avere modelli positivi anziché modelli negativi. È un investimento soprattutto sociale che abbiamo fatto in maniera imponente perché lo sport significa vita”.

Ha aggiunto la dirigente regionale Francesca Zampano che “oggi si sottoscrivono i 102 disciplinari relativi agli importi ammessi a finanziamento nel bando per i contributi per l'adeguamento degli impianti sportivi comunali. Si tratta complessivamente di 8 milioni 565 mila euro di risorse finanziarie sul bilancio autonomo, di cui circa 7 milioni e mezzo già impegnati in favore dei 102 comuni che hanno presentato istanza e sono stati ammessi a finanziamento. L’importo ammissibile per ciascun contributo è di 100.000 euro: abbiamo un plafond di interventi vario, che va da realizzazioni da 6.7 milioni e quindi con contributi di cofinanziamento importanti da parte degli enti locali, a piccoli interventi di manutenzione ordinaria. L’obiettivo è quello di cominciare a intervenire sulla riqualificazione funzionale degli impianti che sono patrimonio degli enti locali del territorio per renderli più fruibili e a disposizione a beneficio dell’intera popolazione”.

 

I COMUNI DEL GARGANO CHE HANNO RICEVUTO IL FINANZIAMENTO

60.000 euro a Vico del Gargano

Sostituzione del manto in erba sintetica dei campi da tennis comunali (spesa prevista 80.000,00)

 85.000 euro a Carpino

Interventi per la rigenerazione  e il completamento degli impianti sportivi, campo da calcio a 5, campo da tennis  e infermeria pubblico (spesa prevista 100.000,00)

 100.000 euro a Cagnano Varano

Lavori di manutenzione straordinaria e recupero funzionale degli impianti sportivi esistenti siti in zona F5 del P.R.G (spesa prevista 135.140,00)

85.000 euro a Peschici

Lavori per il miglioramento funzionale ed adeguamento energetico della palestra a servizio della Scuola Media "G.Libetta" (spesa prevista 100.000,00)

91.708,71 euro a Monte Sant'Angelo

Recupero funzionale e manutenzione straordinaria (spesa prevista 122.278,28)

85.000 euro a Rignano Garganico

Ristrutturazione spogliatoi campo sportivo (spesa prevista 100.000,00)

25.125,00 euro a Lesina

Adeguamento normativo del campo sportivo comunale (spesa prevista 33.500,00)

Pubblicato in Sport

Nella tarda serata di ieri in località Mandrione, a circa dieci chilometri da Vieste, un'auto ha investito un cavallo che vagava sulla carreggiata. A bordo dell’auto, completamente distrutta dall'impatto, il giovane sacerdote don Antonio de Padova, uscito fortunatamente illeso dall’incidente.

Pubblicato in Cronaca

Le prime domande po­tranno essere presentate dal 6 marzo prossimo. In Puglia, prendendo come riferimento i dati del 2018 del Rei (il reddi­to di inclusione che nel 2019 verrà cancellato) diffusi dall’Inps, il reddito di cittadinan­za potrebbe interessare alme­no 100 mila persone (35 mila famiglie). «Ma al momento preferiamo non dare numeri ufficiali», chiosa Sebastiano Leo, assessore al Lavoro e alla Formazione della Regione Pu­glia. Il vero problema saranno i centri per l’impiego che, co­me si sa, forniscono informa­zioni e servizi di orientamen­to e permettono 1’incontro tra domanda e offerta di lavoro. «In Puglia non saremo pronti per il 6 marzo, ma tutte le re­gioni si trovano in queste con­dizioni», aggiunge ancora l’assessore. I numeri sono emblemati­ci. In Puglia gli addetti dei centri per l’impiego sono 391. «Ma ce ne servirebbero alme­no altri 400 - dice ancora l’as­sessore Leo - a Bari ci sono solo 7 dipendenti per un solo centro. In Puglia man­ca il personale ma servono an­che strutture, piattaforme in­formatiche e servizi. Il gover­no ci dia l’opportunità di espletare i bandi per le assun­zioni». La Puglia, come le al­tre regioni, ha rivendicato le sue esigenze nell’audizione che si è svolta in commissione Lavoro del Senato. «Abbiamo confermato al Parlamento la volontà di collaborazione isti­tuzionale per fare in modo che il beneficio economico previsto dal provvedimento sul reddito di cittadinanza ar­rivi nelle tasche dei cittadini, nei tempi e con le modalità previste dal decreto», prose­gue ancora l’assessore Leo. «C’è un pò di confusione ma non è colpa delle Regioni». Nel corso dell’audizione i rap­presentanti delle Regioni so­no stati chiari: «Fin dal primo incontro con il ministro: ri­spetto all’organizzazione dei servizi per il lavoro e alle politiche attive non siamo disposti ad accettare pasticci o soluzioni improvvisate, con diversi aspetti di incostituzionalità». L’assessore Leo ha ricordato poi che le Regioni stanno ancora attendendo l’assunzione di 1.600 unità per i centri per l’impiego già stabilita nei provvedimenti del Governo Gentiloni, mentre il ministro Luigi Di Maio ha annunciato il potenziamento delle strutture con altre 4 mila unità. «C’è bisogno anche chiarezza sul ruolo dei navigator, come interagiranno con i Cpi, in quali sedi lavoreranno e a chi dovrebbero rispondere». Infine il Red, reddito di dignità istituito dalla Regione Puglia. «Non verrà abolito ma è chiaro che chi percepirà il reddito di cittadinanza non potrà avere an­che il Red», conclude l’asses­sore regionale al Lavoro e alla Formazione, Sebastiano Leo. Nel frattempo ieri l’Inps ha reso noto i primi dati ufficiali sulle richieste per Quota 100, il pensionamento anticipato. A livello nazionale le doman­de presentate sono già 20 mi­la, in Puglia quasi 2 mila. In modo particolare sono state presentate 608 a Bari, 150 a Barletta-Andria-Trani, 226 a Brindisi, 308 a Foggia, 330 a Lecce e 197 a Taranto. Al Sud è Napoli ad avere il record di domande (1.059), ma prima di Bari ci sono anche Palermo (696) e Catania (640). In Basi­licata Matera al momento si è fermata a 119 e Potenza a 176. Maria Sciarrino, direttore re­gionale Inps Puglia, spiega: «In Puglia siamo al 10 per cen­to delle domande presentate a livello nazionale. Secondo le stime che abbiamo raccolto i candidati dovrebbero essere almeno 20 mila». Poi prose­gue: «Ma i numeri possono cambiare perché anche il per­sonale della scuola ha tempo fino al 28 febbraio per presen­tare domanda per Quota 100 e nei nostri uffici un centinaio di dipendenti potrebbe chie­dere il pensionamento antici­pato». In Puglia, attualmente, gli uffici dell’Inps hanno 1600 di­pendenti. «Ma abbiamo biso­gno di almeno altri 100 addet­ti. Entro giugno però il con­corso dovrebbe essere con­cluso per l’assunzione di 1600 dipendenti a livello naziona­le, così anche in Puglia ci sarà il potenziamento del persona­le», dice ancora il direttore Maria Sciarrino. In Puglia, co­me nelle altre regioni del Sud, è boom di richieste da parte dei disoccupati. Dall’1° aprile scatterà Quota 100 per il priva­to, dall’i agosto invece per il pubblico. Infine l’Inps è in fi­brillazione anche per il reddi­to di cittadinanza. «Avremo il compito di verificare l’Isee e le dichiarazioni presentate dai candidati interessati al sussi­dio - conclude Maria Sciarri­no, direttore regionale Inps Puglia - ma al momento sia­mo ancora fermi perché con il governo faremo degli incontri in videoconferenza per mette­re a punto la macchina buro­cratica e organizzativa».

Salvatore Avitabile

corrieremezzogiorno

Pubblicato in Economia

IL SINDACO

VISTE le diverse segnalazioni pervenute a questo ente da parte di privati cittadini i quali lamentano la presenza di veicoli in sosta sulla via Don Tonino Bello che creano intralcio alla circolazione stradale;

RITENUTO che, per motivi di sicurezza pubblica e di pubblico interesse, nonché per esigenze di carattere tecnico e di tutela del patrimonio stradale, si rende necessario provvedere ad istituire il divieto di sosta sulla predetta via Don T. Bello;

VISTI gli artt. 5, 6, e 7 del Codice della Strada;

VISTO il “Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo Codice della Strada”;

ORDINA

Che a far data dal 06 febbraio 2019, su via Don Tonino Bello, é istituito il “DIVIETO DI SOSTA” “0-24” su entrambi i lati.

DISPONE

e Che il Comando della Polizia Locale proceda alla regolare rimozione della eventuale segnaletica, orizzontale e verticale, in contrasto con la presente ordinanza e alla installazione della nuova segnaletica in collaborazione con il servizio di manutenzione comunale.

NOTIFICHE E COMUNICAZIONI

IL COMANDO DI POLIZIA LOCALE in coordinamento con I’Ufficio Notifiche curera la notifica della presente Ordinanza alla Prefettura UTG di Foggia ed ai Comandi di Polizia operanti sul territorio comunale presso le rispettive sedi: e Tenenza dei Carabinieri, Tenenza Guardia di Finanza, Sottosezione Polizia Stradale, Stazione Corpo Forestale dello Stato. Ai Sigg. componenti della Giunta comunale, al Segretario-Direttore Generale, ai Sigg. Dirigenti del Comune di Vieste.

DISPONE INOLTRE

L’INVIO agli uffici comunali preposti alla disciplina del Traffico, dell/Ambiente, ed all’espletamento della manutenzione per quanto di loro competenza.

L'INVIO agli organi di informazione locale (Ondaradio e Gargano TV Vieste, Il Faro Settimanale) per ’opportuna divulgazione al pubblico;

L’AFFISSIONE della presente Ordinanza all’Albo Pretorio del sito web istituzionale www.comune.vieste.fg.it per 30 giorni.

La Polizia Locale e gli Agenti della Forza Pubblica sono incaricati della esecuzione della presente Ordinanza.

EVIDENZIA CHE

Avverso la presente Ordinanza é possibile ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dalla data di pubblicazione o notificazione, ovvero proponendo ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nei termini di legge.

IL SINDACO

Avv. Giuseppe Nobiletti

Pubblicato in Avvisi

L’ultimo a bussare alla porta dell’ambulatorio è un ragazzo giovanissimo e terrorizzato. Alla clinica Malattie infettive del Poli­clinico di Bari ci è arrivato dieci ore dopo un rapporto sessuale non protetto. «Ho bisogno della profilassi contro l’Hiv», chiede in preda al panico nel primo, or­dinario lunedì di febbraio, nel tentativo di evitare un possibile contagio con il trattamento post esposizione. La maggior parte dei casi intercettati dal reparto diretto dal professore Gioacchi­no Angarano è in fase avanzata della malattia, quando il virus ha già indebolito il sistema immuni­tario e iniziano a presentarsi le manifestazioni dell’Aids. Solo il Policlinico di Bari registra una nuova diagnosi a settimana.

Pubblicato in Sanità

Il primo appuntamento il 16 febbraio con il geniale polistrumentista e compositore Mauro Ottolini, in duo con il poliedrico Vincenzo Vasi. Il secondo appuntamento il 9 marzo con un’altra prima, la presentazione del disco “Pasta Nera”, il progetto musicale della formazione Pasta Nera Jazz Project.

Sono due gli appuntamenti di Winter Cave, il programma invernale della Green Cave di FestambienteSud, organizzati in collaborazione con l’associazione GustiAmo la Musica.

Si parte all’insegna del genio sabato 16 febbraio, alle 21, con Mauro Ottolini, in duo con Vincenzo Vasi, che presenta in anteprima il suo nuovo lavoro musicale: Sea Shell, musica per conchiglie.

Sea Shell, il nuovo progetto musicale di Ottolini, è un’opera si compone di un cd e un cartoon, in uscita il primo marzo, entrambi presentati al pubblico della Green Cave, che rappresentano un atto di devozione verso l’universo marino e i problemi che lo mettono in pericolo. "SEA SHELL Musica per conchiglie" vuole essere un contributo di amore e di civiltà verso l'uomo e la natura. In una ricerca che dura da molti anni dopo aver approfondito l’uso delle conchiglie come strumento musicale grazie agli insegnamenti del Maestro Steve Turre, Ottolini recupera conchiglie da tutte le parti del mondo, le ripara e le trasforma in strumenti musicali a fiato, talvolta a percussione.

I musicisti coinvolti da Mauro Ottolini in questo viaggio, edito da Azzurra Music e che gode del partenariato delle associazioni Legambiente e Greenpeace, e dei festival Umbria Jazz e FestambienteSud, sono: Vinicio Capossela, Vanessa Tagliabue Yorke, Gavino Murgia, Vincenzo Vasi, Rhys Waite, Maurilio Balzanelli ed il coro "Little Mermaids" un coro multietnico di voci bianche fatto di sole bambine diretto da Vanessa Tagliabue Yorke.

Nel secondo appuntamento, sabato 9 marzo alle ore 21, sarà protagonista la formazione musicale Pasta Nera Jazz Project con la presentazione in prima assoluta del disco “Pasta Nera”.

E’ possibile colorare la musica jazz con le sfumature sonore della Capitanata e profumarla con gli odori della terra e della sua tradizione culturale? Contaminare il jazz è uno dei motivi che hanno ispirato la nascita del Pasta Nera Jazz Project, alla ricerca della bella ed antica melodia che affonda le radici nelle varie e continue mescolanze sonore e culturali avvenute nel corso del tempo. Lo spettacolo musicale del gruppo è un viaggio sonoro tra l’energia vitale della Tarantella di Carpino, gli Sciamboli dei Monti Dauni e le più belle ballate d’amore, fatica ed ingiustizia del cantastorie apricenese Matteo Salvatore. Ma c’è spazio anche per composizioni originali, dove le melodie più celebri di queste tradizioni rivivono nell’appassionata interpretazione del gruppo in chiave jazz e moderna. Il Pasta Nera jazz Project nasce nel 2018 dall’incontro di due musicisti di Capitanata il pianista e compositore Felice Lionetti ed il sassofonista e clarinettista Antonio Pizzarelli, entrambi appassionati di jazz e di musica della tradizione, ai quali si aggiungono il contrabbassista Giovanni Mastrangelo e il batterista Antonio Cicoria.

Appuntamenti:

Sabato 16 febbraio 2019, ore 21, Mauro Ottolini e Vincenzo Vasi in “Sea Schell, musica per conchiglie”.

Sabato 9 marzo 2019, ore 21, Pasta Nera Jazz Project in “Pasta Nera”.

In preparazione altri incontri musicali per la stagione primaverile.

Per partecipare agli incontri con la musica di Winter Cave è necessaria la prenotazione, fino ad esaurimento dei posti, presso la Green Cave in via Garibaldi 27 a Monte Sant’Angelo. Infoline 379 1175345

Pubblicato in Spettacolo

ReteGargano consiglia...

Ristorante Il Capriccio

Reporter della tua città

21 Aprile 2019 - 09:03:24

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ LIBERATORI SENZA GLORIA: I crimini alleati e le stragi partigiane di Gianfredo Ruggieri

Nel corso dei conflitti l'uomo tende a perdere la sua dimensione umana per accostarsi a quella animale. Atti eroici e nefandezze si confondono nel vortice degli eventi. Dei…
- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -