Articoli filtrati per data: Giovedì, 14 Marzo 2019 - Rete Gargano

Con le “Fanoje di San Giuseppe” in programma nel centro storico lunedì 18 marzo prende il via il calendario unico degli eventi per il 2019 presentato dal Comune di Monte Sant’Angelo in occasione dell’ultima edizione della Borsa Internazionale del Turismo di Milano. Dalla Settimana Santa al festival Michael per la Festa di San Michele a maggio, dagli eventi dedicati ai due Siti UNESCO cioè la Grotta-Santuario di San Michele e la Foresta Umbra ai grandi contenitori estivi ed invernali; “Monte Sant’Angelo utilizza anche gli eventi per promuoversi in quanto possono diventare potenziali motivi di viaggio e quindi attirare flussi turistici di qualità. Il calendario unico inoltre ci ha permesso di iniziare a comunicare e promuovere con larghissimo anticipo, già da febbraio” - spiega il Sindaco, Pierpaolo d’Arienzo.

“Gli eventi sono grandi costruttori di immagine e veicoli di promozione e con il calendario unico del 2019 invitiamo a vivere delle emozioni” - dichiara Rosa Palomba, l’Assessore alla cultura e al turismo della Città di Monte Sant’Angelo, che aggiunge - “Nel nostro tour di promozione che a febbraio ha toccato Roma, Milano, Torino e Firenze quest’anno abbiamo infatti promosso i nostri nuovi strumenti di promozione: insieme al calendario eventi del 2019, lo spot della Città dei due Siti UNESCO con la voce narrante di Sebastiano Somma che ha già fatto registrare numeri importanti in quanto a visualizzazioni sui social network, e un importante progetto di innovazione tecnologica qual è il virtual reality. Tutti strumenti lanciati con largo anticipo sul mercato che ora speriamo riescano ad incuriosire e a intercettare quindi un pubblico interessato a conoscere una destinazione turistica che detiene ben due Beni riconosciuti Patrimonio dell’Umanità tutelati dall’UNESCO”.

Oltre allo spot (visibile qui https://bit.ly/2E72FTH), al calendario degli eventi del 2019 (scaricabile qui https://bit.ly/2E7Ih5a), e al virtual reality (usando il visore per la realtà virtuale https://bit.ly/2tlBkam) nel tour è stato anche promosso il progetto internazionale “Il Cammino di Michael” con la Sacra di San Michele in Piemonte e verso il gemellaggio con Mont Saint-Michel che sarà firmato a Monte Sant’Angelo il 4 maggio 2019 nell’ambito della seconda edizione del festival Michael.

Il programma degli eventi 2019

Lunedì 18 marzo Fanoje di San Giuseppe - Enormi cataste di legno infuocate danno il benvenuto alla stagione calda, un rito propiziatorio tra sacro e profano con percorsi enogastronomici ed eventi di musica popolare.

Da domenica 14 a lunedì 22 aprile, Settimana Santa - Suggestivi sono i riti e le tradizioni della Settimana Santa nella Città dell’Arcangelo Michele: il culmine è rappresentato dalla emozionante Processione del Venerdì Santo. Inoltre, di notevole interesse, sono i riti del Miserere e del terremoto (il venerdì mattina) e il tradizionale “Sparo della Quarantene” (domenica di Pasqua).

Sabato 27 e martedì 30 aprile, International Jazz Day - Il Jazz Day è stato proclamato dall’UNESCO nel 2011 e si celebra in tutto il mondo il 30 aprile di ogni anno per rendere onore ai valori culturali e sociali di questo genere musicale.

Da sabato 4 a sabato 11 maggio, MICHAEL - Festival del patrimonio culturale, spirituale, naturale, enogastronomico: una settimana di eventi, incontri, convegni per promuovere il “Dies Festus” dell’Apparizione dell’Arcangelo Michele sul Monte Gargano, l’8 maggio. L’apertura della seconda edizione è affidata al gemellaggio con Mont Saint-Michel.

Da sabato 22 a martedì 25 giugno, Monte Sant’Angelo longobarda - Monte Sant’Angelo il 25 giugno celebra il riconoscimento UNESCO delle tracce longobarde del Santuario di San Michele Arcangelo nel Sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”. Notte bianca dei musei, incontri, visite guidate gratuite e appuntamenti per i più piccoli tra gli eventi in programma.

Domenica 7 luglio, Buon compleanno Faggete UNESCO - Il 7 luglio si celebra il secondo riconoscimento UNESCO, le faggete vetuste della Foresta Umbra. Il programma - promosso in forte sinergia con l’Ente Parco Nazionale del Gargano – prevede incontri, passeggiate in Foresta, mostre, concerti.

Luglio – Agosto, Monte Sant’Angelo Summer Festival - Nelle calde notti pugliesi, gli 800 metri d’altezza di Monte Sant’Angelo fanno trascorrere serate fresche all’insegna della cultura, della tradizione, del divertimento, del buon cibo. Grandi appuntamenti in programma, come: FestambienteSud (Festival nazionale di Legambiente per il Sud Italia), il Raduno dei Suonatori di Tarantella, la Torre dei Giganti, gli eventi sportivi quali la Corrimonte e a settembre il Rally Porta del Gargano e tanti altri appuntamenti.

Da venerdì 27 a lunedì 30 settembre, Festa Patronale in onore di San Michele Arcangelo - Oltre alle manifestazioni religiose in onore del Santo Patrono, San Michele Arcangelo, la Festa si compone anche di un nutrito cartellone di appuntamenti: dai concerti ai mercatini per le vie del centro, dall’accoglienza ai pellegrini che giungono a piedi dai comuni limitrofi alla suggestiva ed emozionante processione della Sacra Spada di San Michele Arcangelo del 29 settembre.

La settimana prima della Festa, inoltre, il grande appuntamento con il “Corteo storico delle apparizioni di San Michele Arcangelo”: centinaia di figuranti inscenano le tre apparizioni dell’Arcangelo Michele sul Monte Gargano.

La settimana che segue la Festa, invece, la Fondazione Apulia Film Commission insieme a MAD (Memorie audiovisive della Daunia) propone il Festival del cinema sui cammini, “Mònde”

Da lunedì 4 a sabato 9 novembre, Settimana dell’Educazione - “Storia, cultura, tradizioni tramandate alle nuove generazioni”: incontri, appuntamenti, “invasioni educative” dove i protagonisti sono gli studenti, gli storici locali, gli Istituti scolastici.

Da domenica 8 dicembre a lunedì 6 gennaio 2020, Monte Sant’Angelo Christmas festival - Il programma degli eventi natalizi prevede una rassegna cinematografica per i più piccoli, i mercatini artigianali e la mostra dei presepi artistici al Castello, il Teatro Civile Festival, concerti e teatro, artisti di strada, lirica e gospel, cabaret, laboratori per bambini, i mercatini artigianali nel centro storico.

Pubblicato in Notizie

Il Consorzio di Bonifica Montana del Gargano ha sostenuto la Festa dell’Albero, promossa a Carpino dall’Istituto Omnicomprensivo “P.G. Castelli”. Attraverso il vivaio consortile delle specie arboree ed arbustive autoctone garganiche, infatti, sono state fornite a titolo gratuito un centinaio di piante più tipiche ed adattabili al contesto pedoclimatico della località Pastromele, ubicata a circa 200 metri sul livello del mare nell’agro carpinese.

Docenti e allievi dell’Istituto “Castelli” hanno quindi provveduto alla messa a dimora di numerosi esemplari di Carpino bianco, Carpino orientale, Leccio, Orniello, Roverella e Sorbo domestico, dando così luogo ad un’interessante giornata di didattica ambientale nell’ambito del progetto scolastico “Io amo il mio Paese”.

“Siamo stati particolarmente lieti di accompagnare questa iniziativa in riferimento alla quale ringraziamo per la sensibilità dimostrata il Sindaco Rocco di Brina e l’intera amministrazione Comunale di Carpino, unitamente alle scolaresche, alla dirigenza ed al corpo docenti dell’Istituto Omnicomprensivo P.G. Castelli”, ha dichiarato il Presidente del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, Eligio G. B. Terrenzio; “riteniamo utile ed opportuno, infatti, cogliere ogni occasione per tenere alta l’attenzione sul sempre attuale tema del dissesto idrogeologico e della tutela delle aree forestali, richiamando, nel contempo, l’attenzione sulla valenza degli interventi puntuali di messa a dimora di piante arboree e arbustive nel contenimento del rischio idraulico”.

“E’ altresì importante che la sensibilizzazione su questioni che attengono al territorio ed all’ambiente parta dal coinvolgimento delle  generazioni più giovani, in modo particolare nelle aree interne del comprensorio, più frequentemente interessate dalle conseguenze dei mutamenti climatici in atto”.

“Esprimo infine l’auspicio” – ha concluso il Presidente Terrenzio - che questa iniziativa sia foriera di positivi riscontri a due nostri progetti di forestazione (candidati a finanziamento nell’ambito del PSR 2014-2020) finalizzati alla rinaturalizzazione ed alla valorizzazione ecoturistica di una significativa area proprio in località Pastromele, già oggetto di forestazione dal parte del Consorzio negli anni ‘90 e distrutta anni fa da alcuni incendi boschivi”.

Pubblicato in Notizie

Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore (Peppino Impastato)“.

La legge sulla bellezza mira alla valorizzazione e alla tutela del territorio e delle identità culturali e al riconoscimento della bellezza attraverso la memoria delle comunità, all’equilibrio fra l’opera dell’uomo e l’opera della natura.

La bozza della legge è stata elaborata da un comitato tecnico-scientifico composto da autorevoli accademici, giuristi, rappresentanti degli ordini professionali, esperti d’arte e giovani architetti su iniziativa dell’assessorato alla Pianificazione Territoriale della regione Puglia.

“La bellezza è un sistema complesso, un progetto, una visione, è l’espressione massima della qualità. Io credo, così come sostengono alcuni urbanisti, che esista un vero e proprio diritto alla bellezze delle città e che sia uno dei diritti fondamentali dei cittadini; è il diritto di ogni persona, di tutti i gruppi sociali, di vivere in un luogo piacevole, attraente, dove trascorrere dignitosamente e qualitativamente la propria vita”. Queste le parole alla presentazione della legge dell’assessore Alfonso Pisicchio.

Questa legge contiene un invito a tutti i pugliesi a partecipare alla sua scrittura, l’attività legislativa deve essere completata da tutti: Comuni, associazioni, cittadini, imprese, istituzioni scolastiche.

Per tale ragione a Vieste, mercoledì 20 marzo dalle ore 11,00, presso l’aula magna dell’Istituto IPSSAR Enrico Mattei si svolgerà un’ulteriore tappa di una legge in viaggio, un testo in movimento, che vedrà il coinvolgimento dei docenti, delle studentesse e degli studenti.

Pubblicato in Società

A pochi mesi dalla chiusura dei lavori di mitigazione del rischio idrogeologico, in località Pinceria (€. 4.000.000,00), finanziati con le risorse FSC 2007-2013 e nell’ambito del Patto per lo sviluppo della Regione Puglia durante l’amministrazione precedente, guidata da Rocco Manzo, arrivano altre due importanti novità per il Comune di Carpino nell’ambito del rischio idrogeologico. Il Ministero dell’Ambiente ha comunicato alla Regione Puglia la conclusione positiva dell’iter istruttorio relativo agli interventi contro il rischio idrogeologico, già finanziati con le risorse FSC 2014-2020 nell’ambito del Patto per lo sviluppo della Regione Puglia.
Il Comune di Carpino è presente con il seguente progetto: Lavori urgenti di mitigazione del rischio idrogeologico del centro abitato di Carpino in località Macchito di €. 2.074.000,00.
Con il via libera del Ministero si dà finalmente inizio all’iter che porterà alla realizzazione dei lavori. Inoltre, in data 6 marzo 2019, con decreto n. 111 del Commissario delegato per il rischio idrogeologico della Puglia, è stata aggiudicata allo studio Majone di Milano la progettazione definitiva ed esecutiva dei i lavori di sistemazione e regimazione idraulica degli attraversamenti, lotto n. 8, per un importo stimato di lavori di €. 3.650.000,00 (riguarda gli attraversamenti di alcuni canali di Carpino). Su questi ultimi il Commissario ha adottato misure urgenti al fine di rendere immediatamente cantierabili gli interventi. Si tratta dunque di altri due importanti risultati che l’amministrazione comunale precedente, guidata dai consiglieri del gruppo Fare Futuro, è lieta di comunicare ai cittadini di Carpino, i cui interventi sono necessari per la mitigazione del rischio idrogeologico nelle zone colpite dalle alluvioni che hanno interessato il Comune di Carpino.
Il nostro Paese, anche oggi, a distanza di quasi due anni dalla scadenza del mandato dell'ex Amministrazione Comunale guidata con la dedizione del buon padre di famiglia, dal prof. Rocco Manzo, continua a raccogliere i frutti di quel lavoro.

W Carpino

I CONSIGLIERI COMUNALI
NICOLA MARIA TROMBETTA
GIUSEPPE GENTILE
ROCCO MANZO
ROCCO RUO

Pubblicato in Politica

È arrivata martedì scorso la condanna, inflitta a seguito di rito abbreviato dal Tribunale di Foggia agli imputati Troiano Gianluigi, cl.’93, e Langi Vincenzo, cl.’78, entrambi viestani, per il reato di tentata estorsione in concorso. Al primo, condannato anche per ricettazione di un’autovettura rubata e danneggiamento, sono stati inflitti tre anni di reclusione, al secondo, a causa della recidività, quattro mesi in più.

Le pene comminate sono il risultato delle articolate indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Foggia, condotte dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Foggia e dalla Tenenza di Vieste, iniziate nel mese di dicembre 2017 e culminate nell’arresto dei due malviventi il 20 marzo 2018, in esecuzione di un’Ordinanza di custodia cautelare in carcere.

All’epoca le attività avevano preso avvio dalla denuncia di un imprenditore di Vieste, che aveva trovato un cero votivo lasciato acceso a bordo di un mezzo di lavoro, all’interno di un cantiere nel quale stava lavorando la sua impresa di costruzioni.

In breve tempo le investigazioni avevano permesso di accertare che Troiano e Langi stavano realizzando un diabolico piano per estorcere del denaro all’imprenditore, impegnato in diversi lavori edili a Vieste, magari anche attraverso l’imposizione di un “servizio” di guardiania su mezzi e cantieri. I due, infatti, avevano pianificato e posto in essere una serie di atti intimidatori volti a far cadere la vittima in un stato di soggezione tale da crollare e cedere al ricatto, pur di poter lavorare.

Nel corso delle indagini si erano verificati anche altre gravi intimidazioni e, anche in questi casi, le indagini avevano permesso di evidenziare la responsabilità dei due condannati.

In particolare Troiano, utilizzando come “ariete” un’autovettura, poi risultata rubata, una notte si era scagliato contro il cancello dell’abitazione dell’imprenditore, danneggiandolo seriamente, per poi abbandonare il mezzo sul posto.

In un’altra occasione i due arrestati, Langi alla guida e Troiano a fianco, a bordo di un’autovettura si erano divertiti a spaventare la loro vittima, sorpresa a passeggiare per Vieste con un amico, sfiorandolo in velocità alla schiena con lo specchietto retrovisore dell’auto.

Ed ancora, i due si erano presentati più volte nei pressi dell’abitazione dell’imprenditore, stazionandovi in bella vista, al fine di intimorire lo stesso e i suoi familiari.

E poi di nuovo, un altro cero votivo uguale al primo era stato collocato nei pressi dell’abitazione di un dipendente della stessa impresa, ed erano state danneggiate tre macchine operatrici di una cooperativa che stava effettuando dei lavori di manutenzione della rete idrica in Vieste, parcheggiate però all’interno di un piazzale di proprietà dello stesso imprenditore vessato.

Le risultanze investigative prodotte dai Carabinieri erano immediatamente state valutate dal Pubblico Ministero di Foggia che ne aveva colto, grazie all’approfondita conoscenza delle dinamiche criminali del territorio, tutta la pericolosità, ed insieme la necessità di porvi un freno, richiedendo al GIP l’emissione dell’ordinanza.

Si ricorda che tutto questo era avvenuto prima del tentativo di omicidio nei confronti di Raduano Marco, che aveva ulteriormente infiammato la guerra di mafia già in corso, innescando una serie di “botta e risposta” che avevano in un brevissimo lasso di tempo portato alla morte di Notarangelo Giambattista, il 06.04.2018, poi di Fabbiano Antonio, la sera del 25.04.2018, ed infine di Pecorelli Gianmarco, il 19.06.2018.

Anche in questo caso l’importante risultato raggiunto con queste condanne è l’esito della straordinaria sinergia tra l’Autorità Giudiziaria e la Polizia Giudiziaria, nello specifico l’Arma dei Carabinieri, ma anche del crescente rapporto di fiducia della popolazione verso le Istituzioni, a Foggia particolarmente coese in un’unica “squadra Stato”, che ha dato la forza alla vittima di ribellarsi, denunciando finalmente quello che nel corso delle indagini è purtroppo apparso come un autentico “sistema”, ma che queste condanne confermano come assolutamente debellabile.

statoquotidiano.it

Pubblicato in Cronaca

Al 15esimo Workshop “Tour operator e Vettori incontrano il trade”, consueto appuntamento organizzato da Aeroporti di Puglia prima della stagione estiva, non poteva mancare  Pugliapromozione con il suo desktop promozionale. “Una intensa giornata in cui si incontrano Tour operatori, agenzie di viaggio,vettori, strutture ricettive ed enti del turismo. Con Aeroporti di Puglia stiamo facendo un grande lavoro e risultati si vedono: incremento di arrivi  e incremento di voli diretti, aeroporti efficaci,efficienti e molto accoglienti - ha detto l’assessore all’industria turistica e culturale, Loredana Capone intervenuta al workshop  - Vogliamo che chi arriva, e chi parte, in Puglia possa godere del nostro patrimonio culturale e degli eventi  che ormai si svolgono in Puglia tutto l’anno. “Pugliapromozione,  insieme alle altre agenzie, è impegnata a promuovere  non solo il brand, ma anche i tanti eventi che si svolgono in Puglia e  chi prenota una vacanza  sa che non si annoierà mai e troverà un calendario di appuntamenti tutto l’anno. Fino  ad ora dovevamo incentivare le compagnie aeree e adesso invece anche  importanti vettori decidono di investire in Puglia. Perché c’è mercato, interesse, e spesso una richiesta dei viaggiatori, come il volo diretto Brindisi - Katowice che a partire da maggio prossimo, con Ryanair, ci collegherà con  un’altra città della Polonia, dopo il Cracovia - Bari, che rappresenta uno dei mercati che cresce di più per  incoming in Puglia.

Pubblicato in Turismo

Dopo una lunga battaglia contro un maledetto male, oggi purtroppo Dino Della Torre, storico portiere del Manfredonia Calcio e allenatore dei portieri di grandi doti umane e professionali è volato in Cielo.
Un UOMO dai valori inestimabili, AMICO di tutti, sempre sorridente, anche negli ultimi tempi quando quel male stava prendendo il sopravvento. Il Presidente, la Società, lo Staff Tecnico e Medico e la Squadra del Manfredonia si uniscono all'immenso dolore che ha colpito la famiglia. In occasione della prossima partita casalinga di domenica 24 marzo contro il Manfredonia Football Club, verrà osservato un minuto di raccoglimento allo Stadio Miramare e la squadra scenderà in campo  con il lutto al braccio per onorarne il grande Dino Della Torre.

Pubblicato in Notizie

Un gruppo di giornalisti, influencer, food e travel blogger provenienti da tutta Italia, dal 14 al 19 marzo, racconterà con parole e immagini il press tour che li condurrà alla scoperta di Vieste, Mattinata e Monte Sant’Angelo. Il press tour su “Il Fuoco e la Montagna Sacra” è promosso dal Comune di Vieste, con l’adesione dei comuni di Mattinata e Monte Sant’Angelo. L’iniziativa è finanziata dalla Regione Puglia, nell’ambito del Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo”, Asse VI-Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche.

LA FANOJA DI SAN GIUSEPPE. L’evento centrale del press tour è la Fanoja di San Giuseppe, la tradizione millenaria dei falò, che sabato 16 marzo a Vieste sarà al centro di un ricchissimo programma di iniziative con sfilate in costume dei gruppi folk, musica e danze della tradizione, il grande concerto dell’Orchestra Notte della Taranta di Melpignano, l’apertura di stand enogastronomici e mercatini dell’artigianato locale. La Fanoja di San Giuseppe è il perpetuarsi di una tradizione antichissima, un rito collettivo attraverso il quale si salutava l’inverno e ci si preparava alla primavera, una stagione di rinascita e rinnovamento. L’evento, a partire dal 2011, è stato riscoperto e valorizzato in chiave turistica. Marina Piccola, spettacolare “palcoscenico” sul mare nel cuore di Vieste, per un giorno si veste d’antichità, facendo compiere a cittadini e visitatori un viaggio indietro nel tempo, con allestimenti, costumi e attrezzi da lavoro ispirati a quelli in uso nell’Ottocento.

LA MONTAGNA SACRA. Prima e dopo il suggestivo accendersi della Fanoja nel cielo di Vieste, i giornalisti, gli influencer e i travel blogger giunti da tutta Italia visiteranno i luoghi d’interesse storico, culturale e ambientale della Montagna Sacra, la Montagna del Sole, gigante verde che abbraccia il mare, creando uno dei paesaggi più rari e straordinari del mondo, un ampio fazzoletto di terra dove alberga uno degli ambienti più ricchi di biodiversità di tutto il pianeta. Natura e cultura, la storia e le testimonianze di un incredibile caleidoscopio di civiltà, fedi e tradizioni culturali: il press tour metterà in evidenza e promuoverà anche le chiese, i santuari, i luoghi sacri del Gargano, meta non solo dei fedeli di tutto il mondo, ma anche di turisti affascinati dal racconto millenario di luoghi capaci di restituire il significato universale della spiritualità e della bellezza.

IL RACCONTO SOCIAL. Oltre che sui blog, le testate giornalistiche e gli account social di giornalisti e blogger ospiti del press tour, la settimana de “Il Fuoco e la Montagna Sacra” sarà seguita e raccontata giorno per giorno dalla pagina https://www.facebook.com/ilfuocoelamontagnasacra/, “diario digitale” quotidiano che attraverso foto e video promuoverà l’itinerario costruito attorno all’antica tradizione della Fanoja.

Pubblicato in Turismo

Si tratta di un evento particolarmente importante per la nostra comunità e per l'intero Gargano che ricorderà attraverso la stessa, i piatti tipici locali umili di un tempo.

Musiche e profumi dal passato….. con un messaggio di pace e fratellanza.

Domenica 17 Marzo alle ore 20,30 ritorna il grande Falò del Gargano a San Salvatore Fraz. Montagna – Manfredonia.

L ’Associazione Montagna – Coordinamento di Quartiere di San Salvatore e l’Associazione La Bella Cumpagnie, organismi di volontariato che non perseguono fini di lucro, in collaborazione con la Parrocchia di San Salvatore e guidati dal parroco Don Vincent Sasi, domenica 17 marzo 2019 dalle ore 20:00 in occasione della festività di San Giuseppe organizzano la tradizione del falò nel Borgo caratteristico di San Salvatore Frazione Montagna ( Manfredonia), Un’occasione per ritrovarsi davanti al fuoco acceso con un bicchiere di vino con cucina di una volta e prodotti tipici e con musica tradizionale popolare per inaugurare nel modo migliore la stagione che sta per arrivare....questo è quello che succederà la Notte del Falò a San Salvatore........Vi aspettiamo in tanti...per vivere un'atmosfera di amicizia e fratellanza.

                               Programma

   Mattina Ore 11,00 Santa messa celebrata da Don Vincent Sasi

   Ore 19,30 Benedizione del Falo’

Ore 20,00 Accensione del Falò e spettacolo di Musica Popolare con il Gruppo Folk “ I BUFU’” I “ Danzanova Folk Ballet” ed Eugenio La Scala e tante altre sorprese.

Coordinamento di quartiere

     Stefano Orlando

Pubblicato in Manifestazioni

L’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Sebastiano Leo, rende possibile il rinnovo anche per l’a.s. 2019/2020 del progetto educativo “Sezioni primavera”, dedicato ai minori di età compresa tra i 24 e 36 mesi, attraverso lo stanziando della quota di cofinanziamento regionale che permette l’avvio dell’azione. In questi giorni, infatti, è stata sottoscritta un’apposita intesa tra Regione Puglia e USR Puglia mirata a cofinanziare l’intervento ministeriale che annualmente viene approvato per sostenere la gestione delle Sezioni Primavera operanti in Puglia.

Le risorse stanziate si aggiungono ai finanziamenti, a valere sul Fondo regionale per l’avvio e l’attuazione del Sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita ai sei anni, già previsti ed erogati in favore di tutti i Comuni pugliesi, sedi di Sezioni primavera, con la novità che, secondo quanto stabilito in sede di sottoscrizione dell’Intesa, i due finanziamenti sono cumulabili in capo al medesimo soggetto.

Il secondo aspetto di novità del Protocollo d’intesa 2019 riguarda l’accordo raggiunto tra tutti i componenti della Cabina di regia Sezioni primavera (USR, Regione Puglia, Sindacati, ANCI e Uniba) di rinnovare per il prossimo anno i propri obiettivi e finalità, nella prospettiva di pianificare la programmazione di interventi per l’infanzia, includendo tutto il sistema dei servizi educativi e di istruzione da zero a sei anni. Ciò anche alla luce del fatto che la Conferenza Unificata Stato – Regioni ha stabilito che, a partire dall’annualità 2019, le risorse nazionali per le Sezioni primavera confluiranno nel Fondo nazionale per il Sistema integrato di educazione e di istruzione.

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 3

ReteGargano consiglia...

Lucatelli arredamento

Reporter della tua città

16 Marzo 2019 - 10:46:29

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Fedeltà di Marco Missiroli

Candidato al Premio Strega 2019 Con una scrittura ampia, carsica, avvolgente, Marco Missiroli apre le stanze e le strade, i pensieri e i desideri inconfessabili, fa risuonare…
- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -