Silvestri gas
Articoli filtrati per data: Sabato, 09 Marzo 2019 - Rete Gargano

Lupi, cinghiali, cormorani. La Capitanata, e soprattutto il Gargano, sono invasi dagli animali selvatici. Ma evidentemente in un'area protetta è giusto che ci siano. Sull'argomento è intervenuto il noto biologo e scrittore, autore di numerosi documentari televisivi, Francesco Petretti. "Questo è un argomento assai complesso, e tutta l'Italia risente di questa situazione. Diciamo che i lupi possono controllare i cinghiali e quindi portare dei benefici a compensazione dei danni arrecati al bestiame, i cormorani in realtà sono in aumento anche perchè si nutrono di specie aliene divenute invasive, come pesci gatto, carassi e gamberi killer. Quindi anch'essi forse andrebbero riconsiderati con minore ostilità. E' fuori di dubbio che l'aumento di alcune specie, comunque, è frutto di equilibri ecologici ormai alterati".

Pubblicato in Notizie

Dopo averci fatto pregustare quelli che sono stati i primi scampoli di Primavera, ad inizio settimana correnti d’aria fredda o moderatamente fredda si riverseranno fin sull’Italia, portando un brusco crollo delle temperature, rinnovata instabilità soprattutto al Sud e sul medio versante Adriatico e poi la neve, che diffusamente tornerà ad imbiancare la dorsale appenninica a partire dai 900-1000 metri di quota, tra lunedì e mercoledì. La neve potrebbe interessare anche le alture del Gargano e dei Monti Dauni.

L’aria fredda - a detta degli esperti del sito Neve Appennino -  inizierà ad affluire sulle estreme regioni settentrionali nella tarda serata di lunedì, dopo essersi addossata alla barriera alpina nel corso della giornata. Gradualmente, ma con estrema rapidità, il fronte freddo scivolerà lungo il versante Adriatico e terminerà la sua corsa, tra martedì e mercoledì, sulle regioni del Sud, ove andrà ad alimentare un vortice di bassa pressione che dalla Puglia traslerà rapidamente verso il sud dei Balcani. Sarà un crollo termico in alcuni casi anche piuttosto corposo, nell’ordine degli 8-10°C, con scarti addirittura fino a 12-13°C sul medio Adriatico e nelle zone interne. Tra martedì (soprattutto) e mercoledì ecco che il freddo si concentrerà soprattutto all’estremo Meridione, con scarti mediamente compresi tra 6/10°C, addirittura fino a 12-13°C sul settore jonico. Sarà quindi un contesto climatico che proporrà valori termici nuovamente inferiori alla media di circa 5-7°C, a seconda delle zone.

Per quel che riguarda il capitolo relativo alla neve, confermiamo che gran parte della dorsale appenninica centro-meridionale vedrà il ritorno di precipitazioni nevose a partire dalla medio-alta collina, in generale tra i 900 e i 1000 metri di quota. Non escludiamo fioccate anche più in basso in presenza di forti rovesci temporaleschi che, a seconda dei casi, determineranno altresì un calo della quota dello zero termico.

La ferita inflitta dall’irruzione fredda di inizio settimana aprirà probabilmente la strada ad un periodo meteorologico caratterizzato da maggior variabilità/dinamicità, con la “porta” che si manterrà aperta per nuove incursioni fredde almeno (probabilmente) fin verso la metà del mese di Marzo.
Pubblicato in Notizie

 

Che notte stanotte! Il 66° Carnevale di Manfredonia è pronto a sprigionare il meglio della sua allegria, della sua bellezza, del suo coinvolgimento emotivo. Tutto concentrato nella lunga e magica serata di oggi (sabato 9 marzo), quella della "Notte Colorata", la Notte bianca più pazza di Puglia con animazione, divertimento, musica e degustazioni nelle vie più belle del centro storico.

Oltre alla Gran Parata delle Meraviglie e dei Gruppi Mascherati (dalle ore 18), uno degli eventi invernali più attesi e partecipati del Mezzogiorno, presenta un intenso programma di appuntamenti sino a tarda notte. Tra gli eventi più attesi, c'è "Lo Show" (dalle ore 21.30) in Piazza Papa Giovanni XXIII.  La grande discoteca all'apertoavrà un gruppo molto quotato negli ambienti dance internazionali e simbolo degli anni '90 e 2000: Marvin e Prezioso – booking from: BAM AGENCY - autori di brani celeberrimi come “VOGLIO VEDERTI DANZARE”, “TELL ME WHY”, “LET ME STAY”, “LET’S TALK ABOUT A MAN”, ” WE RULE THE DANZA”.

Marvin e Prezioso sono pronti a scatenare il divertimento con i loro successi dai ritmi inarrestabili. 

Oltre a loro, ci sarà un altro grande protagonista della musica dance, John Biancale, artista eclettico, che ha prestato la sua inconfondibile voce ad alcuni tra i più grandi successi dance dagli anni 90 fino ai giorni nostri. Infatti, a cavallo tra gli Anni 2000 e 2005, John interpreta tutti i brani del progetto BILLY MORE, successi Italodance  di fama internazionale che hanno permesso di raggiungere palcoscenici importanti come FESTIVALBAR & TOP OF THE POPS:  UP & DOWN, THE NEW MILLENIUM GIRL,  COME ON AND DO IT (SATURDAY NIGHTLIFE), LONELINESS, I KEEP ON BURNING, TRY ME,  GIMME LOVE. Negli stessi anni partecipa attivamente al progetto SOUVENIR D'ITALIE, cantando la hit BOYS AND GIRLS. Tra i molteplici brani di successo cantati da Biancale spiccano I'M IN LOVE, successo planetario del dj/produttore italiano Alex Gaudino, SEX ON THE BEACH, EVERYONE'S A DJ e CHUPA RICO del progetto  SPANKERS', con cui spesso è impegnato in tourneè mondiali.

Tanto colore e divertimento saranno garantiti poi dalla "Carioca Animazione" (spettacolo ed animazione brasiliana) che, insieme a John Biancale, sostanziano il contributo artistico dell’Agenzia BellaVita Eventi di Foggia per la serata dello Show, che vede come media partner "ilsipontino.net".

Sul palco di Piazza Papa Giovanni XXIII ci saranno anche i "WildSound" e gli immancabili "Max & Dominik" accompagnati dall’energica Ginevra Voice e dal "Mythos Party" di Francesco Morales.

Lo start della "Notte Colorata 2019", sarà dato dalla Gran Parata delle Meraviglie e dei Gruppi Mascherati (percorso: raduno in Viale Miramare, a partire da Via Alessandro Volta; Piazzale Ferri; Lungomare Nazario Sauro; Piazza Marconi). Con incredibili e sfavillanti costumi ed accessori (opportunamente illuminati) sfileranno per le "Meraviglie": l'Istituto Comprensivo S.G.Bosco con "Ze' Peppe nel Paese delle Meraviglie", l' Istituto Comprensivo Ungaretti - M.T. Di Calcutta con "Cactus mania che passione!Chi ce pongeche jesse fore”, l'Istituto comprensivo Giordani – De Sanctis (Scuola Primaria) con "Musica…che spasso!", la Scuola dell’infanzia e Scuola Primaria dell’I.C. Croce-Mozzillo con "La Magia della musica",l'Istituto Comprensivo Perotto-Orsini con “Ze Pepp e l'arte della Commedia", l'Istituto Comprensivo Don Milani + Maiorano con "Jî Carnevél... murte, murte ,ma ama sfîlé!!!". Partecipano al festoso corteo la Banda dell’Associazione “Sistemus” diretta da Francesco Spagnuolo, Michele Guerra e Vincenzo Aiace e la Banda diretta dal Maestro Dino Marasco e le Majorettes guidate dall’insegnante Paola Balzamo, dell’Istituto Giordani De Sanctis.

Ad aprire la Parata sarà la Banda Città di Manfredonia, diretta dal Maestro Giovanni Esposto, con il graditissimo ritorno della tradizionale Banda della “Ciambotta” (a cura di Manfredonia Shitposting). Immancabili anche le dieci Principesse del Carnevale, in concorso per il titolo che incorona la più bella e le Mini Majorettes dellaScuola d’ Arti sceniche My Dance di Rita Vaccarella.

Sarà possibile (ri)ammirare sei le Associazioni di Gruppi Mascherati. Quattro in concorso: Coltiviamo L' Amicizia con "A stu pajöse cj’ammèsckene sèmp i carte" (in questo Paese si mischiano sempre le carte), La Fenice con "Our heads are a Jungle - J Chep Nostre so na Jongl", Hamama Beach e A.S.D. Mary J Style con "Modern Art" ed Anime Del Sud con "La Battaglia dei tre regni". Fuori concorso, invece, ci saranno Anfass e Polo Sociale Le Rondinelle con "Merachele nen le ja feje jeje, ma la cuscenza vostre" (I miracoli non li devo fare io, ma la vostra coscienza).

 

In Piazza Marconi la conduzione è affidata a Marzia Campagna, Matteo Perillo e Valeria Tricarico ( postazione Piazzale Ferri: conduzione e animazione di Max, Dominik e Andrea Cubano).

Tra gli eventi inseriti nel programma ufficiale della "Notte Colorata" ci sono “A tavola con ZePèppe“, (dalle ore 19; percorso eno-gastronomico con cinque postazioni che si snoderà per le vie del centro storico, a cura della Pro Loco di Manfredonia), "Socia uno, due, tre… Stella!" (ore 19; Centro “Anna Castigliego”, Corso Manfredi 254 - serata dedicata a Luciano Gatta, ospite: Leo Paglione&Live Music Patrizio Di Gennaro; organizzazione: Associazione Arte in Arco con il patrocinio del Patto di Promozione per Manfredonia), “Mascherata folkloristica e popolare” (ore 19; con la presenza de “I Forbicioni” e con tappa finale presso la terrazza dell’info-point  turistico del GalDaunOfantino in Piazzetta Mercato),  "Mostra fotografica Città di Manfredonia" (dalle ore 17; Chiostro del Palazzo San Domenico - Piazza del Popolo, a cura della Pro Loco Manfredonia).

Alla "Notte Colorata" prenderanno parte (in collaborazione con l'Associazione ESN ASE Foggia150 studenti Erasmus dell'Università degli Studi di Foggiaprovenienti da Spagna, Turichia, Ucraina, Polonia, Brasile, Romania, Francia, Moldavia, Georgia, Albania, Slovacchia, Portogallo, Grecia ed Armenia.

Durante la giornata, turisti e cittadini, potranno gratuitamente prendere parte agli "Open Days" del patrimonio storico-culturale della città (a cura del “Patto di Promozione per Manfredonia”:GAL DaunOfantino, Agenzia del Turismo, Touring Club Italiano, Slow Food e Pro Loco di Manfredonia), secondo il seguente calendario: Ore 10.30/12.30 – Apertura straordinaria degli Ipogei di Siponto, in collaborazione con l’associazione ArcheoClub di Manfredonia; Ore 10.30/12.30 – Apertura straordinaria degli Ipogei Capparelli, in collaborazione con l’associazione Scic di Manfredonia; Ore 19,00 – “Chiese e Musei aperti” in città un tour esperienziale nelle chiese più antiche di Manfredonia: Chiesa di Santa Chiara, chiesa di San Domenico, Chiesa di San Matteo, Cattedrale, Cappella della Maddalena con il museo dei Santi sotto campana e Museo Diocesano; Ore 19.00 – Proiezioni video inerenti la manifestazione carnevalesca presso Info Point del Gal DaunOfantino e altri punti del centro storico.

Pubblicato in Notizie

“La Regione Puglia avvia 61 progetti in aree a rischio idrogeologico. Per noi la tutela del territorio e la prevenzione del rischio sono priorità assolute”: è quanto annuncia il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, nel giorno in cui un gruppo di parlamentari del Movimento 5 Stelle e FdI hanno incontrato Elio Sannicandro in rappresentanza del Commissario di governo del dissesto idrogeologico per la Puglia.

“Si tratta di progetti che intervengono su aree, a rischio frane e inondazioni, segnalate dai Comuni e inserite da Regione e Ministero per l’Ambiente nella piattaforma “Rendis”, che stabilisce le priorità di intervento per situazioni urgenti. I 61 progetti sono stati affidati ad altrettanti gruppi di professionisti, costituiti da ingegneri, geologi, architetti, agronomi e archeologi.

Saranno seguiti da task force di tecnici regionali per garantire elevata qualità e tempi rapidi di approvazione. Questa è una novità assoluta, soprattutto nel metodo. L’obiettivo è di disporre nel più breve tempo possibile di progetti cantierabili” spiega Emiliano.

“Rispondiamo come sempre con fatti concreti alle chiacchiere del Movimento 5 Stelle, che pochi giorni fa mi accusava, in maniera del tutto infondata, di inerzia. La realtà è una sola: la Regione Puglia nel settembre 2016, ha indicato ben 21 interventi urgenti e prioritari, a seguito di una lunga fase istruttoria condotta dal Ministero. I fondi per finanziarli sono stati stanziati con delibera CIPE nel 2016 e previsti dal famoso Patto per il Sud. Sono passati due anni e mezzo e quei soldi non sono ancora arrivati. Parliamo di 100 milioni di euro per la Puglia destinati alla mitigazione del dissesto idrogeologico.

Al danno, si aggiunge la beffa. Nella riunione convocata dal presidente del Consiglio Conte, lo scorso 28 febbraio, abbiamo scoperto che le uniche risorse certe previste dal Piano nazionale per il dissesto idrogeologico sono i 3,1 miliardi di euro assegnati alla Protezione civile per il risarcimento danni provocati da calamità del 2018.

Tali risorse sono state distribuite fra tutte le Regioni italiane ad eccezione di Puglia, Campania e Marche che giusto nel 2018 non hanno avuto ordinanze di emergenza. L'esclusione di tre importanti regioni dal piano di protezione civile nazionale è un fatto grave, considerando che i nostri territori vivono gravi problematiche idrogeologiche come dimostra la storia passata.

Le somme assegnate a Veneto, Trento e Bolzano, peraltro, assorbono quasi un terzo di tutto il budget nazionale. 

Ancor più preoccupante è la mancanza di certezze sui fondi destinati alla prevenzione del rischio idrogeologico, e sulle modalità di riparto ed erogazione in favore di tutte le regioni.  È evidente che programmare gli interventi è fondamentale e lungimirante proprio per evitare di trovarsi in situazioni di emergenza. Per questo ho chiesto al presidente Stefano Bonaccini una riunione urgente della Conferenza delle Regioni per discutere la questione del Piano nazionale contro il dissesto idrogeologico”.

“La cosa che sconcerta e amareggia -  conclude Emiliano - è che l’ennesimo scippo verso il Sud avvenga con l’avallo del Presidente del Consiglio Conte che non solo è il responsabile della Protezione Civile italiana, ma è anche impegnato – senza coinvolgere la Regione Puglia – nella redazione di un accordo di Programma per investire altre risorse dall’origine sconosciuta nella sua Provincia nativa, che è una delle zone italiane a più alto rischio idrogeologico alla quale vengono sottratti inopinatamente i fondi promessi e già impegnati, con ben 21 delle 61 progettazioni suddette.      

Si assiste così al tradimento di ogni impegno e di ogni attenzione al solo fine di illudere gli italiani sulla lotta al dissesto del territorio da sempre assai scarsa, ma che con questo Governo è diventata una tragica barzelletta”.

Pubblicato in Notizie

Quasi 6mila agricoltori, frantoiani e vivaisti con i trattori insieme a cittadini e rappresentanti della società civile che hanno invaso il centro di Lecce contro la gestione inconcludente della Regione Puglia dell’emergenza Xylella che ha devastato milioni di ulivi in Puglia e dal Salento sta avanzando inesorabile verso Nord. “Fermiamo la Xylella E' #disastrocolposo”, “Burocrazia fa più danni della Xylella”, “Piu' scienza e meno stregoni”, “Assessore Di Giqoia giu’ le mani dall’agricoltura del Salento: Dimettiti”, sono solo alcuni degli slogan che si leggono su striscioni e cartelli della protesta con i manifestanti che distribuiscono volantini a firma Coldiretti e Unaprol  “Coraggio Salento” per denunciare i ritardi e chiedere interventi decisi per espiantare, reimpiantare e far rinascere le aree colpite, dopo anni di annunci, promesse, rimpalli di responsabilità della burocrazia.

“Aver ottenuto un decreto legge sulla materia delle emergenze agricole è già di per sé un risultato molto positivo. Il provvedimento, per il suo carattere immediatamente applicativo, ci mette nelle condizioni di affrontare meglio le due questioni cruciali che impattano sull'olivicoltura pugliese: ovvero quello della deroga al Piano assicurativo per accedere al Fondo di solidarietà nazionale, relativamente alle Gelate del 2018, e il contrasto alla Xylella. Di questo siamo grati al Ministro Centinaio”.

Lo dichiara l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, all’indomani dell’approvazione, da parte del Consiglio dei Ministri, del decreto-legge che introduce disposizioni urgenti in materia di rilancio dei settori agricoli in crisi, nel quale sono contenute, tra le altre cose, misure a sostegno delle imprese agricole pugliesi colpite dalle gelate del 2018 e il Piano dì intervento per il rilancio dei territori colpiti dalla Xylella.

“Abbiamo oggi una buona base normativa – prosegue di Gioia – e, anche se ci sono obiettivamente delle migliorie da apportare fino alla conversione del decreto alle Camere, possiamo aprire una nuova stagione, in particolare nella gestione delle pratiche amministrative della batteriosi Xylella".

“La deroga per le gelate, al netto delle risorse che si dovranno valutare nel riparto, ci consente sin da subito di accedere a tutti gli strumenti agevolativi della legge 102 del 2004. Benefici previdenziali per abbattere i costi per i contributi ai lavoratori agricoli e per l'abbattimento dei mutui passivi”.

“Sulla questione della Xylella le norme contenute nel decreto accolgono bene l’esigenza di semplificazione del quadro normativo nazionale che vincola e limita di molto la possibilità di fare i tagli degli alberi in tempi rapidi. E’, però, indubbio che in sede di conversione del decreto noi tenteremo di ampliare queste deroghe, esplicitando quali sono le problematiche tecniche che incontriamo quando attiviamo le procedure di abbattimento  delle piante  infette”.

“Abbiamo, dunque, a disposizione oggi uno strumento legislativo idoneo  – conclude l’assessore di Gioia – e sono fiducioso si possano apportare quelle dovute modifiche in termini di risorse e semplificazioni per cui abbiamo lavorato e ci siamo impegnati in tutto questo tempo”. 

Pubblicato in Notizie
Si voterà domenica 31 marzo dalle 8 alle 21 nei comuni di San Severo, Lucera e San Giovanni Rotondo per scegliere il candidato Sindaco del centrodestra. Le candidature, e le relative sottoscrizioni dei presentatori, saranno presentate domenica 10 marzo dalle ore 9.00 alle ore 12.00 per San Severo presso la segreteria di Direzione Italia (via Masselli 88), per Lucera preso la sede di Forza Italia (via Biagio Di Giovine 13). Per la sola San Giovanni Rotondo le candidature saranno presentate mercoledì 13 marzo dalle ore 18.00 alle ore 20.00 presso il Chiostro Comunale. Potranno partecipare al voto - gratuito - tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali dei diversi comuni muniti solo di un documento di identità.
Il Comitato organizzatore, costituito dai segretari provinciali e cittadini dei comuni chiamati al voto, unitamente ai membri del comitato di garanzia indicati dai candidati, individueranno per ogni singolo centro il luogo in cui si terrà la consultazione. Le schede elettorali per le primarie dei centri della provincia di Foggia seguiranno il modello già utilizzato per le primarie della città capoluogo. 
Vista la grande partecipazione avutasi per Foggia, si attende anche per i comuni superiori ai 15.000 abitanti una buona partecipazione popolare per quella che senza dubbio è una novità assoluta nel centro destra. Oltre alla sfida fra i candidati, infatti, c'è anche quella della partecipazione popolare segnale di quanto potrà essere attrattivo il centro destra nella campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale del prossimo maggio. Una partecipazione popolare cui i partiti hanno deciso di aprirsi, allontanando le ombre che in questi giorni hanno avuto quale unico intento quello di minare lo spirito della consultazione delle primarie. Nessuna investitura dall’alto. Il sindaco del centrodestra di San Severo, San Giovanni Rotondo e Lucera sarà scelto delle singole comunità e dalla base dei partiti cui è affidato il senso di coesione politica del Centrodestra di capitana.
Pubblicato in Notizie

Samuele ha trent'anni, una gran voglia di essere felice e la fastidiosa sensazione di girare a vuoto, proprio come fa Galileo, l'amico "molto speciale" con il quale si confida ogni giorno. Sognatore nato, sfortunato in amore, vorrebbe diventare un creativo pubblicitario ma i suoi progetti vengono puntualmente bocciati. Così di giorno è un reporter precario e malpagato, mentre la sera soddisfa il proprio animo poetico facendo la guida al piccolo osservatorio astronomico di Perinaldo, sopra Sanremo: un luogo magico per guardare le stelle ed esprimere i desideri. Proprio lì, la notte di San Lorenzo incontra una misteriosa ragazza, che dice di chiamarsi Emma e di fare l'illustratrice di libri per bambini. Samuele ne rimane folgorato e la invita a cena, ma è notte fonda e commette il più imperdonabile degli errori: si addormenta. Quando si risveglia, Emma è scomparsa nel nulla. Ma come la trovi una persona di cui conosci soltanto il nome? Non sarà l'ennesimo sogno soltanto sfiorato? In un tempo in cui persino l'amore sembra un lusso che non possiamo permetterci, questo romanzo di Luca Ammirati ci ricorda che per realizzare i nostri desideri è necessaria un'ostinazione che somiglia molto alla follia. E che a volte bisogna desiderare l'impossibile, se vogliamo che l'impossibile accada.

La Sezione Bersaglieri "Gen. Michele Bosco" e il Gruppo Folk “La Vestesene” si fanno in due: tornano oggi e domani in piazza. Saranno nelle parrocchie: S. Giuseppe Operaio e Gesù Buon Pastore per sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla. Dona anche tu: un gesto importante a sostegno della ricerca scientifica, regala una gardenia o un’ortensia. Due fiori per sottolineare lo stretto legame tra le donne e la malattia, perché le donne sono colpite il doppio degli uomini.

Vi aspettiamo.

Pubblicato in Società

“Siamo stanchi di esser presi in giro tutti gli altri Parchi in Italia pagano per i danni, qui non vediamo niente. Per questo vogliamo sapere dove sono i soldi, vogliamo trasparenza sul bilancio”. Questo il grdo di allarme dei pastori garganici, ieri radunati sotto la sede del Parco del Gargano a Monte S. Angelo. È una lotta di dignità umana al fianco di chi nel Parco nazionale del Gargano ci vive, lavora e ha rispetto verso l’ambiente ma anche verso noi cittadini garganici! Numerosi lupi sbranano le nostre greggi; cinghiali devastano le nostre colture, sono portatori di malattie e causano incidenti mortali; la fauna e l’avifauna ittica dei nostri laghi sono decimate da cormorani, corvi, bisce e ratti, ormai numerosissimi”. Claudio Costanzucci, presidente del Consiglio direttivo, ha assicurato che “sono già stati dati 120mila euro per i danni da lupi, dopo le 280 richieste arrivate”. Frase che ha fatto infervorare alcuni allevatori, secondo i quali questi indennizzi non sarebbero arrivati a tutti.

Pubblicato in Ambiente

ADTM srl, Ente di Formazione accreditato presso la Regione Puglia, organizza presso la sede di Peschici il corso di formazione per il conseguimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario,  rivolto a 18 soggetti  inoccupati o disoccupati e  residenti o domiciliati in Puglia, che abbiamo compito i 17 anni di età e che abbiano assolto all'obbligo formativo ai sensi della normativa vigente.
Il  corso è  gratuito  ed  è finanziato dalla Regione Puglia sul programma operativo regionale 2014-2020. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata all'1 aprile 2019 ore 12,00. Per
info ed iscrizioni visita il sito www.adtm.it, chiama lo 0881638927 oppure recati presso la sede operativa in via Cavour ex I.T.T. a Peschici dalle ore 9,00 alle 12,00.

Pubblicato in Avvisi
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

BELLA NAPOLI

Reporter della tua città

20 Maggio 2019 - 09:19:05

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Il nostro ampio presente di Hans Ulrich Gumbrecht

Disneyland, una piccola città della Louisiana, il centro di Vienna durante i campionati europei di calcio, la Silicon Valley: tutti luoghi apparentemente slegati che in questo…
- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -