Articoli filtrati per data: Lunedì, 15 Aprile 2019 - Rete Gargano

Una scossa di terremoto è stata regostrata alle 21,18 dai sismografi dell'INGV. Epicentro Cerignola, magnitudo 3.1. La scossa è stata avvertita dalla popolazione ofantina e da quella dei 5 Reali Siti e della Bat. Nessun danno a cose e persone.

Pubblicato in Notizie
Nel corso dell’attività ispettiva programmata per l’anno 2019 dall’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Foggia, finalizzata a contrastare il fenomeno del lavoro nero e al controllo dell’osservanza delle disposizioni di legge in materia di lavoro e legislazione sociale sulla regolarità dei rapporti di lavoro, gli ispettori del lavoro hanno effettuato 23 accessi ispettivi nella città di Foggia e in alcuni Comuni della Provincia riguardanti il settore dei Parrucchieri. Dai controlli sono emersi 20 esercizi irregolari e sono state riscontrate violazioni che hanno riguardato l’occupazione in nero di 7 lavoratori. Inoltre, sono stati adottati 4 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale, in applicazione dell’art. 14, comma 1 del D. Lgs. 81/08 e successive modificazioni, per un importo pari a 8.000 euro, per aver accertato un impiego di personale non risultato regolarmente assunto, in misura pari o superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori regolarmente occupati. Complessivamente, sono state contestate 22 sanzioni amministrative, di cui 1 per aver corrisposto la retribuzione in contanti al personale dipendente e non tramite tracciabilità, come previsto dalla normativa vigente. In totale verranno comminate sanzioni amministrative per un importo pari ad euro 35.550,00.
Pubblicato in Economia

L'effettiva operatività della ricetta veterinaria elettronica sarà graduale. I Medici Veterinari sono pronti, ma ci vorrà almeno un anno di collaudo senza sanzioni.
La carta potrebbe ancora essere necessaria.

I Medici Veterinari sono pronti a digitalizzare le loro ricette, il sistema lo è molto meno. "Ci sarà almeno un anno di collaudo"- fa sapere Marco Melosi, Presidente dell'ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani). "Solo pochi giorni fa, alle interruzioni di connessione si aggiungevano le difficoltà operative di molte farmacie. Non possiamo certo pensare che tutto funzionerà alla perfezione da un giorno all'altro".
 
Assestamento senza sanzioni- 
Nelle scorse settimane, l'ANMVI ha scritto alla Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari (DGSAF) affinché gli enti preposti ai controlli e alla vigilanza considerino- sulla base di una apposita circolare-  il primo anno di avvio della ricetta veterinaria elettronica "di assestamento", con conseguente sospensione di interventi di tipo sanzionatorio. Del resto, era stata la stessa DGSAF, già a gennaio, a prospettare l'esigenza di una collaborazione fra tutti gli attori del sistema, improntata ad agevolarne l’avvio piuttosto che ad un rigore di vigilanza su criticità e difficoltà dalle quali non sono esenti nemmeno le stesse autorità di controllo.

Cartaceo: eccezione inevitabile-
Per il Presidente Melosi "sarà inevitabile un periodo di tolleranza in cui potrà essere ancora necessario ricorrere al cartaceo e durante il quale si dovrà dare la priorità alla collaborazione anziché alle verifiche, dal momento che il sistema è completamente nuovo anche per le stesse autorità di controllo".

Interoperabilità con i gestionali già in uso-
I Medici Veterinari stanno sperimentando l'emissione elettronica della ricetta dal 2015, con risultati più avanzati nel settore degli animali allevati che in quello degli animali da compagnia, dove permangono criticità da risolvere come l'interoperatività tra il sistema informatico del Ministero della Salute e i gestionali già in uso presso molte strutture veterinarie. Il dialogo fra i software eviterebbe duplicazioni di attività e il raddoppio dei tempi di prescrizione.

"Si tratta di un svolta operativa che investe tutto il mondo del farmaco veterinario, da quando è fabbricato a quando è consegnato. E' necessario riconoscere che – anche ad obbligo cogente- il sistema richiederà inevitabilmente una fase di rodaggio e di realismo, senza sanzioni"- conclude Melosi.

Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani

Pubblicato in Sanità

È on line la prima lista degli spazi pubblici che accedono al programma Luoghi Comuni,sul sito luoghicomuni.regione.puglia.it, che si popolerà progressivamente di idee ed opportunità nei prossimi mesi.

“Si apre il catalogo di un’offerta di spazi che adesso aspettano solo di essere riempiti da buone idee proposte e organizzate dai giovani pugliesi”, commentano dall’assessorato regionale alla Politiche giovanili.

Sono 8 gli spazi, tra i quali Musei, Teatri, Centri di Aggregazione, Palazzi Storici disseminati su tutto il territorio regionale, che danno inizio alla fase dedicata alle Organizzazioni Giovanili pugliesi, a cui l’iniziativa delle Politiche Giovanili della Regione Puglia si rivolge.

Sul sito sono presenti anche le schede dettagliate con descrizioni, foto, piante quotate e forniture;  pronte per dare informazioni a tutti i giovani che vorranno proporre progetti di innovazione sociale dedicati al territorio.

Per ciascuno spazio, l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’innovazione - ARTI pubblicherà, nell’arco di 30 giorni, un Avviso Pubblico per raccogliere le proposte progettuali delle Organizzazioni giovanili.

Le candidature saranno valutate da una commissione di esperti e i vincitori potranno ricevere fino ad un massimo di 40.000,00 euro per realizzare negli spazi le attività proposte.

Luoghi Comuni è partito con il piede giusto: dallo scorso 11 dicembre sono già state attivate 116 candidature di spazi, di cui 54 inoltrate ed in valutazione, 70 Enti hanno aperto un profilo utente, di cui 64 sono Comuni.

Gli Enti coinvolti sono: 17 nella provincia di Bari, 12 nella provincia di Foggia, 5 nella provincia di Bat, 11 nella provincia di Taranto, 6 nella provincia di Brindisi, 19 nella provincia di Lecce.

L’avviso per la candidatura degli spazi rimane aperto fino ad esaurimento fondi ed i Comuni e gli altri Enti Pubblici che non hanno candidato uno spazio, o organizzato un evento di presentazione, possono ancora attivarsi per contribuire davvero a migliorare il nostro territorio.

Gli spazi pubblici sottoutilizzati presenti in Puglia aspettano di essere riattivati e rivissuti dalle comunità e dalle idee delle organizzazioni giovanili.

Pubblicato in Economia

L’Associazione storico-culturale “Imperiales Friderici II” (http://www.imperialesfriderici.com/), impegnata da tempo nella ricerca storica medievistica, nella divulgazione e rievocazione filologica dell’età sveva (Living History e Reenactment), e il blog “Lucera: memoria e cultura” (https://www.luceramemoriaecultura.it/), in coorganizzazione e con il patrocinio del Comune di Lucera, e con la collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Barletta-Andria-Trani e Foggia, dell’Università degli Studi di Foggia, della Società di Storia Patria per la Puglia, dell’Associazione del Centro di Studi Normanno-Svevi di Bari, del Club Unesco “Federico II” di Lucera, delle delegazioni del FAI di Foggia e Lucera, di IgersFoggia, dell’Istituto Comprensivo “Bozzini-Fasani” e della Galleria “Manfredi” di Lucera, in occasione del 750° anniversario dell’assedio di Luceria Saracenorum e della fondazione della fortezza angioina, presentano una serie di appuntamenti culturali per commemorare entrambe le ricorrenze.

Link di riferimento su Facebook e Instagram dell’iniziativa: Luceria 1269 - 2019

Gli eventi e le attività in programma:

❖ Mostra “In castris in obsidione Lucerie - la storia, i protagonisti e le ricostruzioni”, dal 25 Aprile al 10 Maggio 2019, presso la Galleria “Manfredi” di Lucera (Corso Manfredi, 12).

I contenuti della mostra, già presentati nel marzo 2015 presso il Museo di Archeologia Urbana “Giuseppe Fiorelli” di Lucera, saranno arricchiti e riproposti negli spazi della Galleria “Manfredi” con l’esposizione di pannelli esplicativi roll-up, manichini, ricostruzioni di equipaggiamenti e manufatti ad uso civile e militare inseriti in percorsi tematici didattico-divulgativi.

❖ Attività collaterali (già calendarizzate):

Nella serata di Martedì 30 Aprile, dalle ore 19,00, presso la Galleria Manfredi, verrà effettuata la seguente performance:

  • • Martedì 30 aprile: “Primus canticum” a cura del Gruppo “Ensemble Bona Fides” facente parte dell’Associazione Porta San Severo. Direzione artistica a cura di Mosé la Cava.

Le mattine del 3 e 4 Maggio, dalle ore 10,30, presso la Galleria Manfredi, saranno presentati, a cura degli Autori, i seguenti libri:

  • • venerdì 3: R. Engl, “Die verdrängte Kultur: Muslime im Süditalien der Staufer und Anjou (12.-13. Jahrhundert)” (Ed. Thorbecke, 2018);
  • • sabato 4: F. Canaccini, “1268 La battaglia di Tagliacozzo” (Ed. Laterza, 2019).
  • ❖ Convegno, dal 3 al 5 Maggio 2019, presso l’auditorium dell’Istituto Comprensivo “Bozzini-Fasani” di Lucera (viale Raffaello s.n.).
  • • Venerdì 3 Maggio: Lucera nel contesto del Regno di Sicilia nel XIII secolo
  • • Sabato 4 Maggio: L’assedio di Lucera del 1268-1269
  • • Domenica 5 Maggio: Archeologia medievale a Lucera e in Capitanata
  • ❖ Escursioni dal 25 Aprile al 10 Maggio.

Itinerari alla scoperta dei luoghi coinvolti nell’assedio, alla fortezza e ai siti d’interesse storico-artistico della città di Lucera.

❖ Commemorazione della resa, il 27 Agosto 2019.

Cerimonia commemorativa nel giorno anniversario della resa della città con la partecipazione delle autorità civili, militari, religiose e della cittadinanza tutta, per veicolare un messaggio di coesione ed unione al di là delle posizioni culturali, religiose e politiche.

Pubblicato in Cultura

Si svolgeranno domani, martedì 16 aprile, nella Chiesa Cattedrale Santa Maria Assunta in San Severo, con inizio alle ore 16,30, i solenni funerali del Maresciallo Maggiore Vicenzo Di Gennaro, Vice Comandante della Stazione dei Carabinieri di Cagnano Varano, ucciso la mattina di sabato 13 aprile con colpi di pistola da un pregiudicato, successivamente fermato ed arrestato dai carabinieri.

La camera ardente verrà allestita presso la Sala Consiliare Luigi Allegato di Palazzo Celestini – Residenza Municipale – in Piazza Municipio a partire dalle ore 10,00 di martedì mattina fino alle ore 15,30. Ai funerali, che saranno officiati dall’Arcivescovo Ordinario Militare d’Italia. Mons. Santo Marcianò e concelebrati da S.E. Mons. Giovanni Checchinato, Vescovo della Diocesi di San Severo,  sarà presente il Ministro della Difesa on. Elisabetta Trenta.

Per la giornata di domani il Sindaco avv. Francesco Miglio ha proclamato il lutto cittadino, invitando, in segno di rispetto, tutte le scuole di ogni ordine e grado a sospendere le lezioni per osservare un minuto di silenzio alle ore 10,00, in coincidenza con l’apertura della camera ardente e ad una successiva ora di Educazione Civica con una riflessione sull’impegno profuso giornalmente dai Militari per far rispettare ordine e sicurezza su tutto il territorio. Per l’inizio dei funerali, e per tutta la loro durata, vale a dire dalle ore 16,00 alle ore 18,30, tutti gli esercizi commerciali sono invitati ad abbassare le proprie saracinesche. L’intero centro storico dalle ore 8,00 alle ore 20,00 sarà chiuso al traffico ed alla sosta anche per i residenti, cui si richiede la massima collaborazione e disponibilità, al fine di evitare spiacevoli disguidi. 

Poco fa la Giunta Comunale, presieduta dallo stesso Sindaco Miglio, in seduta straordinaria convocata d’urgenza, ha deliberato la concessione di un suolo nel Cimitero, così come accaduto in passato per altri militari deceduti durante l’espletamento del proprio dovere.

Pubblicato in Cronaca
Dichiarazione del presidente del Gruppo del Pd in Consiglio regionale,  Paolo Campo.
"L'aggressività, da quella criminale a quella da social network, è  diventata la trama sottile dell'agire quotidiano di tanti, troppi di noi. Il Gargano e l'intera Capitanata sono diventati teatro di questa forma degradata e imbarbarita di relazione tra uomini, assurta a nuova identità territoriale e comunitaria per chi ci osserva da lontano. E' tutto molto, molto triste.
I tempi, quelli che ci è toccato in sorte di vivere, sono tristi. E amari. Resi tali da modelli culturali che inneggiano alla sopraffazione verbale e materiale, al disprezzo per l'altro esterno al proprio gruppo, alla vendetta personale e di clan.
Una deriva avallata e valorizzata da scelte come quella del Governo sulla legittimazione all'uso delle armi, che mira a cancellare secoli di cultura giuridica e sociale sobillando l'irrazionale paura dell'altro.
Come ha giustamente detto il procuratore della Repubblica di Foggia, Ludovico Vaccaro, l'omicidio del maresciallo Vincenzo Di Gennaro è l'ultima, crudele testimonianza di quanta violenza si nasconda nell'animo di tanti, troppi di noi.
A questa cultura di morte dobbiamo opporre il rispetto della vita, la volontà di pace, la pratica della legalità. E tocca alla politica, a chi rappresenta le istituzioni a qualunque livello perseguire prassi e offrire esempi di rettitudine, comprensione e moderazione.
Lo dobbiamo alla nostra terra, a noi stessi".
Pubblicato in Notizie

Si svolgeranno domani, martedì 16 aprile, nella Chiesa Cattedrale Santa Maria Assunta in San Severo, con inizio alle ore 16,30, i solenni funerali del Maresciallo Maggiore Vicenzo Di Gennaro, Vice Comandante della Stazione dei Carabinieri di Cagnano Varano, ucciso la mattina di sabato 13 aprile con colpi di pistola da un pregiudicato, successivamente fermato ed arrestato dai Carabinieri.

La camera ardente verrà allestita presso la Sala Consiliare Luigi Allegato di Palazzo Celestini – Residenza Municipale – in Piazza Municipio a partire dalle ore 10,00 di martedì mattina fino alle ore 15,30. Ai funerali, che saranno officiati dall’Arcivescovo Ordinario Militare d’Italia. Mons. Santo Marcianò e concelebrati da S.E. Mons. Giovanni Checchinato, Vescovo della Diocesi di San Severo,  sarà presente il Ministro della Difesa on. Elisabetta Trenta.

Per la giornata di domani il Sindaco Francesco Miglio ha proclamato il lutto cittadino, invitando, in segno di rispetto, tutte le scuole di ogni ordine e grado a sospendere le lezioni per osservare un minuto di silenzio alle ore 10,00, in coincidenza con l’apertura della camera ardente e ad una successiva ora di Educazione Civica con una riflessione sull’impegno profuso giornalmente dai Militari per far rispettare ordine e sicurezza su tutto il territorio. Per l’inizio dei funerali, e per tutta la loro durata, vale a dire dalle ore 16,00 alle ore 18,30, tutti gli esercizi commerciali sono invitati ad abbassare le proprie saracinesche. L’intero centro storico dalle ore 8,00 alle ore 20,00 sarà chiuso al traffico ed alla sosta anche per i residenti, cui si richiede la massima collaborazione e disponibilità, al fine di evitare spiacevoli disguidi. 

Poco fa la Giunta Comunale, presieduta dallo stesso Sindaco Miglio, in seduta straordinaria convocata d’urgenza, ha deliberato la concessione di un suolo nel Cimitero, così come accaduto in passato per altri militari deceduti durante l’espletamento del proprio dovere. 

Pubblicato in Notizie
Un festival in cui l’arte, nelle sue molteplici forme, diventi strumento di valorizzazione delle meraviglie paesaggistiche del nostro territorio e il territorio parte integrante dell’opera. La città vecchia trasformata in un teatro a cielo aperto, concerti acustici in riva al mare, letture e musica traghettati da una barca, danza tra trabucchi e torri saracene, scrittori che si raccontano in un giardino o al porto, note al chiaro di luna o sul selciato di una chiesetta. Un evento poetico e sensibile, delicato e forte, che attraverso continuità e crescita nel tempo, si leghi al nostro territorio e ne diventi portavoce. L’associazione “Collateral” in collaborazione con l’associazione “Seconda Stella a destra” e con il Comitato Festività “S.Maria Stella Maris”, con il patrocinio del Comune di Vieste, è in cerca di persone e aziende che possano supportare l’iniziativa. Il Collateral Maris nasce nel settembre 2018 quando, in concomitanza con la festa religiosa di S. Maria Stella Maris, si è pensato di organizzare una serie di eventi di natura artistica e culturale, “collaterali” alla festa tradizionale, volti ad ampliarne prospettive ed orizzonti. La scorsa edizione ha visto una mostra fotografica di respiro internazionale: “ Fata Morgana ” di Alessia Rollo (progetto esposto a Tokyo, Madrid, Arles, Monopoli, Berlino); un concorso fotografico; una gita in caicco all’alba con colazione garganica; letture dedicate al mare su una barca al tramonto con accompagnamento musicale; un'installazione di poesie in collaborazione con il MEP di Foggia, un laboratorio creativo per bambini e una performance musicale. Per il 2019, dal 5 al 7 settembre il programma, ancora in definizione, prevede: performance di danza e musicali, mostre fotografiche, aperitivi letterari con la partecipazione degli autori, un reading letterario e sonoro in mare al tramonto, laboratori di creazione in danza-teatro, fotografia, video e un laboratorio creativo per bambini, visite guidate esperienziali, degustazioni e un concorso fotografico. Il tema sarà “ Sotto la Superficie ”, argomento dalle molteplici declinazioni che si faccia veicolo di sensibilizzazione e di promozione della bellezza così come delle contraddizioni universali che ci circondano. Chiunque fosse interessato a diventare partner del progetto o semplicemente a saperne di più può scrivere alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. sito collateralmaris.wordpress.com Facebook CollateralMaris Vieste
Pubblicato in Manifestazioni

Implacabile. La Xylella fasti­diosa, la batteriosi che stermina gli ulivi e che, dopo avere azzerato l’olivicoltura di una vasta area del Salento, si accinge a sferrare l’at­tacco al Nord Barese, spadroneg­gia in lungo e in largo in Puglia. Colpiti altri 12 ulivi nella zona di contenimento che vanno ad ag­giungersi ai 338 del pallottoliere. Dieci alberi sono stati aggrediti ad Ostuni, uno a Fasano e un altro a Cisternino. La «città bianca», in­somma, versa il prezzo più alto. Sei delle dodici piante infettate sono prossime a quelle individua­te con il monitoraggio 2017-2018 quando il focolaio ricadeva nella zona cuscinetto, imponendo - se­condo le norme comunitarie - lo sradicamento delle piante ospiti nel raggio dei 100 metri. Inoltre, sia i nuovi 6 alberi infetti che i 16 già risultati ammalati nei prece­denti aggiornamenti, ricadono nei 100 metri di raggio intorno alle piante colpite del monitoraggio 2017-2018. Insomma, i conti non tornano: se fosse stata applicata per tempo e alla lettera la nor­mativa comunitaria, il focolaio sarebbe stato estinto. «L’11 giugno prossimo saranno in Puglia gli ispettori dell’Ue e in queste condizioni non possiamo di certo aspettarci comprensione e aiuto perché, a distanza di anni, la Regione Puglia continua ad es­sere inadempiente rispetto alle misure di contenimento imposte dall’Ue», denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia. Nel Barese, l’individuazione di un ulivo colpito dalla batteriosi a Monopoli ha reso rovente il clima fra gli olivicoltori. Il timore è che il disastro salentino possa repli­carsi. «Il tentativo di istituire, prima, un’altra inutile agenzia regiona­le, l’Arxia e oggi il commissaria­mento dell’Arif e la non ancora precisata struttura speciale di 'coordinamento tecnico ammini­strativo dedicata all’emergenza Xylella sempre in seno all’Arif, la dicono lunga sull’operato inade­guato dell’assessore regionale all’Agricoltura, Leo Di Gioia», polemizza Carlo Barnaba, olivicoltore di Monopoli e titolare dell’agriturismo Tenuta Chianchizza, a pochi metri dall’ulivo infetto dissequestrato dalla Pro­cura nei giorni scorsi. Il paesag­gio agrario della Piana degli oliveti è uno dei paesaggi rurali storici riconosciuti dal ministero. A Fasano c’è apprensione per i meravigliosi ulivi monumentali. «Nell’area di Fasano, Ostuni, Carovigno e Monopoli sono presenti 250mila ulivi, esemplari di pregio straordinario - afferma Floriana Fanizza, olivicoltrice di Montalbano di Fasano - che potrebbero fregiarsi della prestigiosa dichia­razione di “sito patrimonio dell’Unesco”, azione per cui ab­biamo sostenuto il Parco delle du­ne costiere nel percorso di riconoscimento della Piana degli ulivi monumentali quale patrimonio dell’Unesco. È impensabile che questo immenso patrimonio di ulivi straordinari vada perduto». Intanto, cresce il numero delle specie ospiti di Xylella fastidiosa. Nell'ambito delle attività di ricer­ca svolte nell’ambito del Progetto europeo H2020 POnTE e del Pro­getto regionale EPIZIXY, con un azione di monitoraggio, sviluppa­ta congiuntamente dai gruppi di ricerca dell’Ipsp del Cnr, del Dipartimento delle scienze del suo­lo, della pianta e degli alimenti dell’Università di Bari e dal Centro di ricerca, sperimentazione e formazione Basile-Caramia di Lo­corotondo, mirate alla definizione della gamma di ospiti naturali di Xylella fastidiosa nella zona in­fetta, le specie erbacee infestanti Euphorbia chamaesyce L. e Amaranthus retroflexus L. sono risul­tate infette mediante analisi Elisa e Pcr. Ha trovato conferma in en­trambi i casi l'appartenenza alla sottospecie Pauca, ST53 e conse­guentemente è stata aggiornata la lista delle specie ospiti della po­polazione di Xylella presente in Puglia.

Marco Mangano

gazzettamezzogiorno

Pubblicato in Ambiente
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Reporter della tua città

21 Aprile 2019 - 09:03:24

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ LIBERATORI SENZA GLORIA: I crimini alleati e le stragi partigiane di Gianfredo Ruggieri

Nel corso dei conflitti l'uomo tende a perdere la sua dimensione umana per accostarsi a quella animale. Atti eroici e nefandezze si confondono nel vortice degli eventi. Dei…
- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -