Articoli filtrati per data: Venerdì, 10 Maggio 2019 - Rete Gargano

Mi preme evidenziare che le mancate ottemperanze da parte del Centro di riabilitazione non sono state solo di carattere economico, come è stato correttamente già scritto, ma anche dei servizi offerti, sempre più ridotti e precari: eliminazione del servizio navetta per i diversamente abili, riduzione del personale, liste d'attesa sempre più lunghe e inevase.  Grazie a chi ha rilevato tali inefficienze si è attivato finalmente un confronto deciso ma costruttivo con la Fondazione di Padre Pio, che non porterà alla chiusura del centro, come si cerca di insufflare ai cittadini, ma ad un ripotenziamento dello stesso, così come convenuto a seguito dell'interessamento della nuova amministrazione comunale con la Dirigenza. Questo per chiarire, rasserenare e completare quanto già rappresentato.

D'Amato Domenico, consigliere comunale

Pubblicato in Società

Caro amico (sempre se mi consideri ancora tale), mi permetto di darti un consiglio. Per il futuro anche per evitarti brutte figure, dovresti recarti presso il centro motorio Padre Pio.
Se lo avessi fatto avresti visto lo stato di degrado in cui viene tenuto il centro. Il degrado della struttura ( intonaci che cadono, umidità ovunque, ecc) e pari alla cattiva tenuta dello stesso da un punto di vista igienico e sanitario (erbacce dappertutto e ricettacolo di immondizie che favoriscono la presenza di ratti). Se questo è il rispetto che si ha per i peschiciani che hanno problemi di salute, caro amico, siamo su posizione completamente diverse. Rispettare i cittadini e garantire loro un servizio sanitario in quelle condizioni significa non avere rispetto né nei confronti dei cittadini, né nei confronti dei pazienti e nè nei confronti degli operatori che in quel centro lavorano. Una documentazione fotografica analitica e a disposizione tua e di tutti i cittadini che vogliono chiarimenti. E’ bene precisare che i servizi erogati dal centro in favore dei pazienti, vengono pagati dal servizio sanitario pubblico (ASL) e non gratuitamente. Inoltre si sta semplicemente facendo rispettare il contratto di locazione tra il comune di Peschici e la Fondazione Centri di Riabilitazione sottoscritto il 14 dicembre 2011 quando, caro amico, TU ERI AMMINISTRATORE di questo comune.
Contratto che ovviamente conosci bene e prevedeva un canone mensile a favore del comune di €400.00 mensili pari a (4.800.00 annui). Lo stesso contratto prevedeva che tutti i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria fossero a carico della fondazione. Oggi la fondazione non solo non ha eseguito i dovuti lavori di manutenzione che potevano evitare l'attuale degrado e vergogna, ma non ha pagato i canoni di locazione per complessivi € 30.000.00 circa che sommati ai circa 40.000.00 ( salvo accertamenti più approfonditi) necessari alla urgente manutenzione creano un danno economico per il nostro ente comunale di € 70.000.00.(settantamila euro).
Comunque sfrattare un inquilino moroso ed irrispettoso di un contratto sottoscritto non significa eliminare il servizio. Ti tranquillizzo che il servizio verrà erogato in maniera più efficiente e nel rispetto sia dei pazienti che degli operatori impegnati nella struttura.
Non prendere per i fondelli i cittadini con informazioni completamente incomplete, inesatte e che creano confusione.
I cittadini vanno rispettati con la verità.

Ti saluto

Rocco Vecera

Vicesindaco Comune di Peschici

Pubblicato in Società

“Allora ricapitoliamo: per il presidente Michele Emiliano il suo assessore Leo Di Gioia sosterebbe alle Europee il candidato Massimo Casanova della Lega perché avrebbe avuto ‘un momento di cedimento’, lo stesso ‘cedimento’, ma più duraturo, che avrebbe un altro suo assessore Salvatore Ruggeri che sta facendo campagna elettorale per il candidato di Forza Italia, Lorenzo Cesa, sostenuto anche dal consigliere regionale di centrosinistra Napoleone Cera. A questo punto, per par condicio, è giusto che un altro assessore della Giunta Emiliano abbia un ‘cedimento’ a favore di Fratelli d'Italia… non sarebbe giusto che questo resti l'unico partito di centrodestra senza nessuno che abbia un ‘cedimento’. E che diamine, non possiamo restare orfanelli!

 

“Emiliano non può non assicurare pari considerazione e pari rispetto per tutte le forze politiche di centrodestra, del resto è sempre stato di tutte le ‘ruote’ perché non deve esserlo ora? Allora individui un assessore che faccia campagna elettorale per Fratelli d’Italia e chiaramente porti voti a Raffaele Fitto senza perdere tempo, visto che restano pochi giorni per un proficuo lavoro. Per Fitto siamo in ritardo rispetto a Cesa e Casanova e, quindi, occorre recuperare il tempo perduto. Perciò mi aspetto che nelle prossime ore Emiliano mi chiami e mi indichi il nome dell’assessore al quale devo consegnare il nostro materiale elettorale.

 

“Chiaramente è solo una provocazione! La verità è che in Puglia con Emiliano in Politica abbiamo toccato il fondo, mai c’è stato un degrado politico e morale come quello che registriamo in questi ultimi tempi. L’unico vero invito che faccio ad Emiliano è quello di dichiararsi inadeguato a rappresentare i valori della gente di Puglia e a togliere il disturbo”.

Pubblicato in Notizie

Gli alunni della Scuola Primaria Auciello Michelantonio, De Filippo Giorgio e Falcone Maria parteciperanno, sabato 18 maggio a Campobasso, alla semifinale nazionale dei giochi “Kangourou della matematica”, una competizione internazionale che nasce in Australia nel 1981 e viene introdotta in Europa ed in Italia, con lo scopo di promuovere la diffusione della cultura matematica.

Gli alunni della Scuola secondaria di I grado Artone Pasquale, Augelli Marco, Di Giovine Andrea e Donofrio Vincenzo, invece, parteciperanno domani alla finale nazionale dei Campionati Internazionali di Giochi Matematici che si svolgeranno presso l’Università Bocconi, dopo essere stati selezionati nel corso delle semifinali regionali, che si sono svolte il 16 marzo scorso a Canosa, in cui due alunni in particolare si sono classificati al primo posto ex – equo nella categoria riservata agli alunni di prima e seconda media.

L’adesione a queste competizioni ha come obiettivo avvicinare i ragazzi alla matematica, ritenuta da molti ostica, attraverso un approccio diverso, informale e ludico. Per affrontare i giochi non è necessaria la conoscenza di nessun teorema particolarmente impegnativo o di formule troppo complicate, occorre invece una voglia matta di mettersi in gioco, un pizzico di fantasia e quell'intuizione che fa capire che un problema apparentemente difficile è in realtà più semplice di quello che si poteva prevedere.

“Un ottimo risultato a testimonianza dell’impegno dell’Istituto Comprensivo teso a valorizzare le eccellenze e ad accompagnare gli alunni nel loro processo di crescita didattica e culturale ed una grande soddisfazione che premia l’impegno degli oltre 600 alunni che si sono cimentati nelle fasi d’Istituto ” ha detto il dirigente scolastico prof. Pietro Loconte.

Pubblicato in Società

AU STRUSC D SANDA MARIJ

 

U dich a quidd che no u sann

che au strusc d cuss'ann

cummä Sabbllucc la tapuner

p na bella ndruscia ner,

tutt azzmet, ma com na mop,

c la spassjev sott e sop.

S chi no Tha vist sott L’archet

a Fulmjucc pu fdanzet ?

Tes, jess, mmizz la trupp,

com spcchjev p cudd tupp.

Bell pur Ndogn 1'urtlen,

p tand d cravatt amr'chen,

che au fiangh d Teres

russchev nucedd appes.

U chjù maffius perö era G'sepp,

a braccett a Marg'sepp,

che pu cappidd tr'zzjet,

u custmicchj stind e tarlet,

sicch e jrt com na cann

vocch apirt s'ndev la bann.

Sti bell cos succedn a Vist.

I vulit vde? Vnit ai fist.

 Gaetano Dellisanti

 

AL PASSEGGIO DI SANTA MARIA

Lo dico a quelli che non lo sanno

che al passeggio di quest'anno

comare Isabella, la talpa di casa,

con un elegante vestito nero,

tutta agghindata, ma come una sciocca,

se la spassava su e giù per il corso.

E chi non ha visto sotto le arcate

Filomena col fidanzato ?

Dritta, lei, in mezzo alla gente,

come si distingueva con quel tupè.

Bello era anche Antonio l'ortolano

con una vistosa cravatta americana

che a fianco di Teresa

sgranocchiava noccioline appese.

Il più vistoso però era Giuseppe,

sotto braccio a Mariagiuseppa

che col cappello alla ventitré

l'abito stinto e pieno di tarme,

alto e magro come una canna

a bocca aperta ascoltava la banda.

Queste cose belle succedono a Vieste.

Volete vederle ? Venite alle feste.

PROGRAMMA RELIGIOSO

GIORNO 10 MAGGIO

Ore 10,00 - ss. Messa a seguire riposizione del Simulacro nella cappella della città.

Ore 7,30 / 9,30 / 19,00 – SS. Messe nel Novenario.

Ore 11,00: ss. Messa Capitolare (giorni festivi)

Sito WEB: www.comitatosantamariadimerino.it

La Santa Messa della mattina del 30 aprile e le novene saranno trasmesse in diretta su CANALE 878 ( GarganoTv) del digitale terrestre.

PROGRAMMA CIVILE

 

GIORNO 10 MAGGIO

Ore 9,30 - Giro per l'abitato del Gran Complesso Bandistico Città di Vieste "P. Rinaldi".

Ore 19/21,30 - Esibizione per il corso L Fazzini e Giardini Comunali (Pietra della Madonna) del Gruppo Folk Città di Vieste PIZZECHE E MUZZECHE

 

Ore 21,30SPETTACOLO MUSICALE CON QUISISONA E MARIELLA NAVA

Ore 24,00 - Chiusura della festa con spettacolo di fuochi pirotecnici presso il nuovo molo del Porto.

Pubblicato in Manifestazioni

I carabinieri di Monte Sant'Angelo hanno tratto in arresto Enzo Miucci pregiudicato di 36 anni, ritenuto dagli investigatori uno dei reggenti il clan mafioso Libergolis, per violazione delle misure imposte dalla sorveglianza speciale. L'uomo, soprannominato "u criatur", è cugino dei tre fratelli Libergolis, Armando, Franco e Matteo, tutti attualmente detenuti. Il padre di Enzo, Antonio Miucci, venne ammazzato a Monte Sant'Angelo nella sanguinosa faida tra Libergolis e Primosa-Alfieri.
    Il provvedimento - si apprende da fonti investigative - è frutto dei numerosi controlli compiuti dai carabinieri proprio alla luce della sua pericolosità sociale e della sua dimostrata non osservanza delle regole. Miucci dovrà scontare la pena di un 1 anno e 6 mesi di reclusione.

Pubblicato in Cronaca

Con riferimento alle noti­zie di stampa dei giorni scorsi e alle dichiarazioni del “Comitato Vola Gino Lisa” in ordine a pre­sunti ritardi nell’esecuzione dei lavori di prolungamento della pista di volo 15/33 dell’aeropor­to di Foggia, Aeroporti di Puglia comunica che, contrariamente a quanto dichiarato e ai dubbi espressi, tutte le fasi previste dal cronoprogramma dei lavori, e pubblicamente rese note, sono in pieno e regolare svolgimento. In particolare si comuni­ca che si stanno completando le operazioni di B.O.B. (Bonifi­ca Ordigni Bellici) sulla nuova “bretella” di raccordo tra Trat­ture Castelluccio e Tratturo Camporeale (area già espropri­ata, esterna al sedime aeropor­tuale), effettuate sotto la sor­veglianza del 10° Reparto Infra­strutture di Napoli dell’Esercito Italiano. Tale delicata attività, co­ordinata dal RUP, ing. Dona­to D’Auria, dal Direttore dei Lavori, ing. Michele Mongelli e dal Coordinatore per la Si­curezza, arch. Roberto Faedda, peraltro prevista in sede di programmazione e nota anche a quanti seguono con attenzi­one le vicende relative all’aero­porto Gino Lisa, ha interessa­to parte delle nuove aree ogget­to dei lavori di prolungamento della pista di volo e ha permes­so di rinvenire numerosi resid­uati bellici del secondo conflitto mondiale durante il quale tutta la città e i suoi principali centri nevralgici di trasporto, compre­so l’aeroporto, furono letteral­mente devastati dai continui e disastrosi bombardamenti aer­ei che comportarono un altissi­mo prezzo di vite umane. Il Direttore Generale di Aeroporti di Puglia, arch. Mar­co Catamerò, conferma che contestualmente a tali inter­venti, l’ATI “Fili De Beflis srl e Sideco srl”, sta completan­do la progettazione esecutiva, anch’essa rientrante nel crono- programma dei lavori, così come procede alacremente, ed è in via di completamento, tut­ta la complessa procedura am­ministrativa relativa agli espro­pri delle aree.

Pubblicato in Economia
Venerdì, 10 Maggio 2019 11:50

Il Gargano di Matteo Salvatore

Il Gargano di Matteo Salvatore è un omaggio fatto al Gargano attraverso il patrimonio musicale che ci ha lasciato in eredità il più grande dei cantori del ‘900, Matteo Salvatore. Le sue canzoni sono universalmente riconosciute come la mas­sima espressione della musica popolare foggiana. Antonio Munno, poeta contadi­no, e Franx Ciava, ar­tista e musicista, con la direzione artistica del poeta Raffaele Niro, so­no i protagonisti di un reading musicale che delle canzoni di Matteo Salvatore esalta la ter­ra e i frutti del Gar­gano. Lomax, il più grande antropologo del ‘900, ha scritto, in un saggio dedicato al patrimonio di cultura e tradizioni popolari d’Italia, che Matteo Salvatore dovrebbe essere consi­derato un tesoro nazionale. Le ballate di Matteo Salvatore sono per­vase da un’aura di allegria e comicità, e arricchite da aneddoti divertenti narrati attraverso un linguaggio caratterizzato da particolare irriverenza, che esaltano i pro­dotti della terra, il cibo, i sapori, gli odori, i colori e gli stati d’animo della sua terra. Il progetto ha la caratteristica di va­lorizzare sia le risorse materiali (i frutti della terra, l’enogastronomia) sia le risorse immateriali (il repertorio musicale di Sal­vatore). Il Gargano di Matteo Salvatore risponde all’esigenza di quel turismo slow voglioso di vivere intensamente e in profondità le esperienze; come ad esempio visitare con calma (e senza l’assillo dell’orario di chiu­sura), e con una guida dedicata, i musei che custodiscono la cultu­ra contadina, o essere partecipi di un rea­ding musicale che gli permetta di compren­dere meglio l’autenti­cità, la genuinità e la creatività caratteriz­zanti la terra che stan­no visitando. Il reading musicale sarà proposto all’interno di luoghi custodi della cultura con­tadina come il META di Monte Sant’An­gelo (Patrimonio UNESCO), il Museo di Arti e Tradizioni Popolari di S. Giovanni Rotondodo e il Centro Arte e Tradizioni Popolari di Mattinata, oltre al Palazzo sto­rico Paolicelli, oggi sede della Casa della Cultura di Apricena, città che ha dato i natali a Matteo Salvatore.

Il progetto è vincitore del bando “#InPuglia365. Cultura, natura, gusto 2018-2019” dell’Agenzia regionale del tu­rismo, Pugliapromozione. in collaborazione con META – Museo Etnografico “Tancredi” di Monte Sant’An­gelo, F.I.T.P. - Federazione Italiana Tra­dizioni Popolari di San Giovanni R.do, Centro Arte e Tradizioni Popolari di Mat­tinata e con il Patrocinio gratuito dei Comuni di Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo, Apricena e Mattinata. Gli appuntamenti: sabato 11 maggio, ore 17.00: Apertura straordinaria e visita gui­data al META (Museo Etnografico Tan­credi); sabato 11 maggio, ore 19.00: Reading- musicale “Il Gargano di Matteo Salvatore” con Antonio Munno e Franx Ciava con la direzione artistica di Raffaele Niro al ME­TA (Museo Etnografico Tancredi); a se­guire degustazioni di prodotti da forno (anche per celiaci); domenica 12 maggio, ore 17.00: Apertura straordinaria e visita guidata al Museo di Arti e Tradizioni Po­polari di San Giovanni Rotondo; domenica 12 maggio, ore 19.00 : Reading musicale “Il Gargano di Matteo Salvatore” con Antonio Munno e Franx Ciava con la direzione artistica di Raffaele Niro al Museo di Arti e Tradizioni Popolari di San Giovanni Ro­tondo; a seguire degustazioni di prodotti da forno (anche per celiaci). L’ingresso è libero ma è necessaria la prenotazione. A tutti i partecipanti sarà donata ima t-shirt, una bags ed un segnalibro personalizzati.

Per informazioni e prenotazioni è pos­sibile inviare una email al seguente in­dirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., telefonare al numero (+39) 351 864 4878.

Raffaele Niro

Pubblicato in Personaggi

Commenta il Presidente, Nicola Gatta: “Dalle parole ai fatti. Dovevamo assolutamente intervenire ed ecco il motivo per cui l’Ente ha presentato ri­corso al TAR Lazio per l’annul­lamento, previa sospensiva, del decreto ministeriale relativo al riparto a favore delle province di 250 milioni di euro per i pia­ni di sicurezza, a valenza pluri­ennale (2019 - 2033), per la ma­nutenzione di strade e scuole.

La somma di euro 1.249.737,84 annui assegnata, è totalmente inadeguata rispetto alle esi­genze reali, di uno dei territori tra i più vasti d’Italia, con circa 3.000 km di strade e 172 scu­ole. I criteri adottati per la ri- partizione non tenevano conto dei reali fabbisogni dell’Ente. Tanto che Province molto più piccole, hanno ottenuto mag­giori finanziamenti”. La Provincia di Foggia ha presentato il ricorso al TAR Lazio, con il patrocinio dell’Av­vocatura Provinciale, per l’an­nullamento, previa sospensiva, del decreto ministeriale rela­tivo al riparto a favore delle Province di 250 milioni di euro al finanziamento di Piani di Si­curezza, a valenza pluriennale, per la manutenzione di strade

e scuole, per gli anni dal 2019 al 2033. Come è noto, a segui­to di detto riparto si è riscon­trato che alcune Province come: Alessandria, Treviso, Pavia, Verona etc. sono risul­tate beneficiarie di significa­tivi contributi, a valenza pluri­ennale, superiori ai 5 milioni di euro (Treviso ed Alessandria ad esempio, la prima con euro 9.881.102,51 e la seconda con euro 7.212.717,33) tantissime altre con fondi superiori ai 3 milioni di euro annui, mentre altre Province han­no visto il riconos­cimento di risorse assolutamente in­congrue rispetto al fabbisogno di inves­timenti su strade e scuole. La quota destinata alla Provincia di Foggia pari ad E 1.249.737,84 è irragionevole e notevolmente inferiore ad altre Province più piccole con un pa­trimonio demaniale di consis­tenza minore. Con il ricorso è stata an­che richiesta la rimessione alla Corte Costituzionale del­la questione di legittimità della norma della Legge di Bilancio 2019 in base alla quale è stato emanato il decreto impugnato.

Pubblicato in Politica

Il Gargano, Montagna Sacra per eccellenza, oltre a San Pio e San Michele Arcangelo, annovera numerosi Santuari e mistici luoghi dell'anima dal pregevole valore storico-culturale, capaci di andar oltre il culto e la spiritualità e collega i luoghi degli antichi cammini e pellegrinaggi.

Nei weekend 11-12 e 25-26 maggio “Evviva Viaggi – tour operator” valorizzerà – con attività gratuite come visite guidate, luoghi fruibili in apertura straordinaria e laboratori del gusto - l'essenza pura del Gargano. Sabato 11 a Monte Sant’Angelo, domenica 12 a San Marco in Lamis i primi due appuntamenti. Prenotazione obbligatoria, info 0882412703 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Con la sorprendente ed originale performance di guerrilla marketing, sabato 13 aprile è partita da Matera (Capitale Europea della Cultura 2019) l’experience di “Mangia, Prega, Ama…il Gargano”, progetto di promozione ed animazione territoriale di “Evviva Viaggi – Tour Operator” risultato vincitore del bando “InPuglia365. Cultura, natura, gusto 2018-2019 - Primavera” dell’Aret PugliaPromozione.

Nei due weekend di maggio sarà possibile, dunque, visitare la Montagna Sacra lungo un percorso che conduce lungo le strade degli antichi pellegrinaggi che portano al Santuario di San Michele Arcangelo ed all’Abbazia di Santa Maria di Pulsano (sabato 11 maggio). Ci si recherà presso i Santuari di San Matteo e Santa Maria di Stignano a San Marco in Lamis lungo il cammino della Via Francigena del Sud (domenica 12 maggio). Si giungerà lungo la strada del mare alla Cattedrale di Manfredonia ed alla Basilica di Santa Maria di Siponto per ammirare inoltre la meravigliosa installazione di Tresoldi (sabato 25 maggio). Si farà visita, infine, ai luoghi di Padre Pio per assaporarne la spiritualità (domenica 26 maggio).

"Mangia, prega, ama" è un inno a vivere profondamente il Gargano e portarlo per sempre con sé come luogo del cuore, tra visite ai luoghi "terreni" e percorsi esperienziali per nutrire il corpo con degustazioni di prodotti tipici del territorio e laboratori artigianali. <<"Mangia, prega, ama… il Gargano" – spiega Angelo Coco, titolare di Evviva Viaggi tour operator - è ideato per coniugare la sacralità dei luoghi, la tradizione ed il folklore degli antichi pellegrinaggi e la ricchezza culturale ed enogastronomica custoditi dal "genius loci", che rendono questo territorio turisticamente affascinante e poliedrico, capace di proporre l'esperienza turistica come esperienza di vita. Traendo spunto dal titolo di un famoso film, il progetto declina l’esperienza di viaggio attraverso tre parole, tre azioni che puntano a far vivere il Gargano attraverso le sue più importanti peculiarità ed un invito a diventarne ambasciatori, rendendo il visitatore il principale promotore di questi luoghi del cuore>>.

La partecipazione alle attività è gratuita ma con prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: Evviva Viaggi – tour operator: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., +390882412703.

Pubblicato in Turismo
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Reporter della tua città

12 Agosto 2019 - 15:39:52

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Regine. Carolina e Antonietta di Paolo Sciortino

Alla corte di Vienna, dove sono nate entrambe, arciduchesse, figlie dell'imperatrice Maria Teresa d'Austria, l'infanzia di Carolina e Maria Antonietta scorre serena, tra i…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -