Articoli filtrati per data: Giovedì, 02 Maggio 2019 - Rete Gargano

Tappa tutta garganica quella di sabato 4 maggio per il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Alle 11 si recherà a San Marco in Lamis per la consegnare dei diplomi al Liceo Classico "Giannone", scuola che ha frequentato da ragazzo. Alle 16,30 si trasferirà a Manfredonia per visitare i laboratori dell'Orto Urbano "Maherspace", mentre alle 18 è atteso a San Giovanni Rotondo per le celebrazioni del centenario  della Banca di Credito Cooperativo che si svolgeranno nella tensostruttura di Parco del Papa. Il primo ministro torna nella sua terra dopo poche settimane.

Pubblicato in Notizie
Grande è l’attesa per gli ospiti celebri che faranno parte delle varie sezioni in cui si articola la manifestazione ed in particolare per l’arrivo di Elio, presidente di giuria del Talent Voice, e di Christian Meyer, batterista del gruppo Elio e le Storie tese, che presiederà la commissione “drums”. Intanto si sono concluse le preselezioni del Talent Voice, la categoria dedicata al canto moderno. Saranno cinquantotto, e non trenta come previsto, i finalisti che il prossimo 9 maggio si esibiranno dal vivo davanti ad Elio nella fase finale. Erano oltre cento i candidati, giunti da varie regioni d’Italia e anche dal Galles, che si sono presentati all’Auditorium Santa Chiara di Foggia il 16 e 17 aprile e che hanno cantato davanti alla commissione esaminatrice composta dal crooner foggiano Ottavio De Stefano, da Loredana D’Anghera e Stefano De Martino, fondatori del Premio Lunezia, e dagli organizzatori del contest: il direttore artistico, Lorenzo Ciuffreda, e il presidente del Concorso, Gianni Cuciniello. “Il livello qualitativo delle performance e il grado di preparazione dei giovani candidati di quest’anno sono risultati talmente elevati che la commissione tutta, in accordo con la direzione artistica, ha deciso di permettere a quasi il doppio del concorrenti di accedere alla finale. In particolare, è stata premiata la qualità di alcuni dei tanti inediti presentati (ne sono arrivati più di quelli che ci aspettavamo) e sono stati valorizzati i cantanti più motivati e bravi”, spiegano gli organizzatori. Questi i nomi dei finalisti: Leonardo Addatti, Rebecca Bordo, Natalia Bua, Giorgia Bucci, Erica Burdi, Morena Caliandro, Serena Carella, Laura Cefola, Denise Pia Civitavecchia, Ilaria Cravero, Raffaele d'Alfonso del Sordo, Maria Francesca D'Ambrosio, Alexandra D'Arcangelo, Denise De Giglio, Egidio De Spirito, Marco De Vita, Sofia D'Elia, Laura Dimitri, Giorgia Dipasquale, Ciro Famiglietti, Savina Faramondi, Benedetta Farano, Ivan Fiorentino, Fabio Graziani, Edoardo Guarini, Veronica Leone, Giuseppe Lorusso, Sara Marini, Annalaura Marseglia, Ludovica Martino, Francesca Claudia Massari, Simone Mencucci, Luigina Mennuti, Esmeralda Mongiello, Michele Mundo, Simone Mastragostino e Silvia Logiudice (Duo Musikè), Claudia Napolitano, Federica Neglia, Rosangela Onorato, Michela Parisi e Ylenia Mangiacotti (Duo Mikyami), Filomena Passidomo, Cassandra Piazza, Luigi Cosimo Quitadamo, Michele Radicci, Luca Raguseo, Elisabetta Rossi, Lucia Ruggieri, Damiano Ruggiero, Adriano Sannicandro, Alessia Sapone, Michele Sgamarella, Luca Simone, Francesca Soliveri, Valentina Sorsi, Ivana Spaccavento, Fabio Stango, Antonella Tempesta, Viviana Tummolo. Adesso toccherà alla giuria composta, come detto, da Elio e da altri illustri addetti ai lavori: il noto dj e produttore Federico l'Olandese Volante, conduttore di Radionorba e membro della Giuria di Qualità di Sanremo 2016, il celebre musicista e compositore Roberto Molinelli (presidente per tre anni di seguito della giuria di Sanremo-Lab), il giornalista Loris Castriota Skanderbegh e altri esperti del settore musicale, stabilire chi saranno i vincitori. I loro nomi saranno annunciati al termine della selezione che si svolgerà dalle 9 del mattino alle 19 al Teatro Giordano nella giornata del 9 maggio. Coloro che saranno ritenuti i migliori potranno ambire a uno dei riconoscimenti in palio quest'anno: il Premio della Critica, il Premio “10 e lode” alla migliore interpretazione, istituito dall’avvocato Fabio Verile, e il Premio “Promuovi la tua musica”, che darà a uno dei concorrenti la possibilità di partecipare gratuitamente ad una delle tappe del tour nazionale dell’omonimo contest ideato dalla cantautrice Fanya Di Croce, che consegnerà personalmente la targa al più meritevole. Tutti i vincitori, infine, incideranno un brano in italiano scelto dalla direzione artistica che farà parte del secondo cd ufficiale del Concorso. Ma il Talent Voice è solo una delle cinque sezioni in cui si articola il Concorso musicale Giordano che quest’anno ha superato le 1.400 iscrizioni. Oltre alla categoria “drums”, la sezione Solisti comprende anche altri strumenti quali pianoforte, chitarra, strumenti ad arco, strumenti a fiato, strumenti a percussione, arpa, fisarmonica, canto lirico e chitarra elettrica. Tra i riconoscimenti, è previsto il “Premio Giuseppe Caputo” alla migliore interpretazione strumentale, mentre per la batteria e le percussioni ai migliori classificati verrà consegnato il “Premio G. Clementino Santangelo” con due borse di studio di 200 euro ciascuna. Poi ci sono le altre sezioni: Musica d’insieme (gruppi strumentali da 2 a 15 elementi), Orchestra (ensemble con minimo 20 elementi a organico differenziato) e Coro (minimo 15 elementi per gruppi corali costituiti in qualsiasi ordine). Tra gli altri ospiti importanti ci saranno anche il pianista Roberto Corlianò e il direttore d’orchestra Francesco Lentini, che saranno nella commissione di musica classica. Diverso il calendario delle cerimonie di premiazione in programma l’8 maggio per la sezione “drums”, il 9 per il Talent Voice, il 10 maggio per tutte le altre, sempre al Teatro Giordano. Il Concorso è organizzato dall’Associazione musicale “Suoni del Sud” in collaborazione con il Comune di Foggia - Assessorato alla Cultura, il Teatro Pubblico Pugliese, la Fondazione Apulia Felix e la Fondazione Musicalia della Fondazione Monti uniti di Foggia.
Pubblicato in Cultura

Ha istituito anche il Centro Regionale per la Ricerca e la Cura dei Tumori Rari presso l’IRCCS oncologico “Giovanni Paolo II” di Bari chiamandolo “Maria Ruggieri” (l’Istituto infatti è già stato individuato come Centro HUB istituzionale della Rete Oncologica Pugliese (ROP) ed ospita la Consulta e l’UCOR).

Il Centro Maria Ruggieri sarà un nodo della Rete Oncologica Pugliese collegato in via sperimentale per gli aspetti assistenziali con la rete regionale delle Malattie rare. A tal proposito dovrà essere definito l’assetto organizzativo e  gestionale su indicazione del Centro  e in base alle peculiari necessità della patologia oncologica rara per una efficace gestione del paziente affetto da tumore raro, garantendo la prossimità assistenziale.

Successivamente, con un’altra deliberazione, la Giunta procederà alla istituzione della rete regionale e all’approvazione dei PDTA previsti dall’Accordo. La Conferenza Stato-Regioni ha infatti previsto la creazione di 12 percorsidiagnostico-terapeutici assistenziali (PDTA) riguardante i seguenti tipi di tumore raro:

1) Tumori rari della cute (carcinoma degli annessi cutanei) e melanoma non cutaneo (tutti)

2) Tumori rari del torace (neoplasie timiche, mesotelioma, tumori della trachea)

3) Tumori rari urogenitali (tumori della pelvi renale, tumori dell'uretere e dell'uretra, tumori del pene) e tumori dell'apparato genitale maschile (tutti)

4) Tumori rari dell'apparato genitale femminile (tumori non epiteliali dell'ovaio, tumori della vagina, tumori della vulva)

5) Tumori neuroendocrini (tutti)

6) Tumori rari dell'apparato digerente (tumori epiteliali dell'intestino tenue, carcinoma dell'ano, tumori delle vie biliari)

7) Tumori delle ghiandole endocrine (tutti)

8) Sarcomi (tutti)

9) Tumori del sistema nervoso centrale (tutti)

10) Tumori rari della testa e del collo (tutti, tranne il carcinoma della laringe e dell'ipofaringe)

11) Tumori rari ematologici (tutti, tranne i linfomi)

12) Tumori pediatrici (tutti gli istotipi propri dell'età pediatrica)

Per la loro rilevanza e complessità i tumori rari costituiscono un’area prioritaria di sanità pubblica tanto da essere frequentemente trattate in ambito normativo sia regionale che nazionale (vedi LEA, PSN e PSR). L'Unione Europea ha scelto di definire “rari” i tumori con un'incidenza inferiore a 6 casi su 100.000 persone. In Italia 198 neoplasie rientrano in questo criterio e, secondo il rapporto 2016 dell’associazione italiana dei registri tumori (AIRTUM http://www.registri-tumori.it/cms/it/Rapp2015), i tumori rari arrivano a circa il 25% di tutti i tumori.

In termini numerici, pertanto, si tratta di 89.000 nuovi casi all’anno e di circa 900.000 persone viventi che hanno una diagnosi di tumore raro.

I tumori rari richiedono procedure diagnostico-terapeutiche complesse, competenze ed interventi multidisciplinari specifici e un'assistenza specialistica continuativa. Tali competenze possono essere presenti solo in centri di riferimento collegati tra loro a formare quelle che si chiamano “reti” o “network” dedicati.

Nel corso del 2017 sono state, inoltre, costituite le “reti europee” (ERNs) per i tumori rari e solo alcuni Centri italiani hanno ottenuto tale riconoscimento.

Per essere riconosciuti ERN i Centri devono avere un’organizzazione adatta per la presa in carico globale e continuativa del paziente e in grado di dare risposta ad ogni suo problema di salute; devono, inoltre, dimostrare di avere competenza, esperienza, capacità di gestire informazione e  collegamenti con le altre strutture sociosanitarie e con le Associazioni dei malati. Le ERN, infine, devono essere in grado di gestire registri di patologia e teleconsulenze. La Puglia, al momento, non ha Centri ERN per i tumori rari dell’adulto. Una nuova call per nuove candidature verrà proposta a breve. I Centri che aspirano a tale riconoscimento, pertanto, si devono far trovare pronti e ben organizzati.

La Regione Puglia è caratterizzata da una elevata incidenza di migrazione sanitaria per tumore raro raggiungendo punte fino al 20% per i sarcomi delle parti molli e dell’osso.

Pubblicato in Sanità
Cercasi disperatamente medici e infermieri stranieri residenti in Italia per sopperire alle carenze ormai croniche delle strutture pubbliche e private delle regioni che devono fronteggiare anche i pensionamenti. Seimila le richieste a livello nazionale e la Puglia non fa eccezione, con le 300 al suo attivo, dopo Veneto, Piemonte e Lombardia. La ciliegina sulla torta è che medici e infermieri sono spesso «sottopagati rispetto al contratto vigente, ricevendo una paga oraria di 7 euro contro un minimo di 18 da contratto i primi e 5 euro l’ora i secondi». La denuncia arriva direttamente dal presidente dell’Associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) Foad Aodi ed è confermata dal presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontaiatri, Filippo Anelli che, nel giorno della festa del lavoro, lancia l’allarme sul «primo maggio grigio dei medici italiani», tra blocco dei contratti, precariato, sfruttamento e imbuto formativo che regala alla sanità italiana diecimila giovani medici laureati che non possono accedere al mondo del lavoro regolare perché mancano le borse di studio per le scuole di specializzazione.
Pubblicato in Sanità
Abbiamo celebrato il Primo maggio con una mostra fotografica ricordando due sindacalisti vichesi Francesco Apruzzese e Michele Del Conte. Lo abbiamo fatto perché crediamo che chi vuole fare politica o attività sindacale deve necessariamente partire anche da questi esempi molto vicini a noi: due persone capaci d’intercettare i bisogni della comunità adoperandosi a riguardo. Cogliamo l’occasione per ringraziarli ancora, come pure ringraziamo per la disponibilità le loro famiglie e i numerosi visitatori; tra questi consentiteci un ringraziamento ad un visitatore particolare, l’Arcivescovo S. E. Franco Moscone, che con le sue parole ci ha incoraggiato a proseguire in queste attività. Ringraziamo di cuore tutte le persone intervenute nel dibattito di presentazione, tra cui le Autorità locali, e i due segretari provinciali Cgil e Cisl, Maurizio Carmeno e Carla Costantino. La mostra, che è ancora in corso fino al 4 maggio presso la Sala Consiliare del Comune di Vico, è solamente il primo di una serie di appuntamenti che vogliono mettere al centro il tema del lavoro, perché è da qui che vogliamo ripartire: vogliamo creare lavoro e non odio. Seguiranno infatti due incontri: il primo focalizzerà l’attenzione sui giovani e le opportunità di lavoro, il secondo affronterà il tema del caporalato. Una nuova Europa, un’Italia più forte, è questo quello che vogliamo costruire. Invitiamo così chiunque voglia mettere a disposizione le proprie energie per queste causa a contattarci.
Pubblicato in Politica

Il presidente della Camera di Commercio di Foggia, Fabio Porreca scrive a nome del sistema d'impresa della provincia di Foggia una lettera al Prefetto uscente Massimo Mariani per ringraziarlo dell'impegno e della dedizione dimostrata nello svolgimento del suo incarico a Foggia.

“Abbiamo trovato in lei un interlocutore sensibile alle problematiche del territorio che ha saputo dimostrare come la presenza attenta dello Stato sia fondamentale per un sano e duraturo sviluppo economico. In questi anni – scrive Porreca - abbiamo constatato un nuovo e rinvigorito impegno in materia di legalità, sicurezza e tutela dell'ordine pubblico che ha potuto giovarsi di una favorevole e positiva congiuntura, grazie alla contestuale presenza di persone di grande valore in ruoli chiave. E lei, Prefetto Mariani, di questa squadra Stato unita e valorosa è stato uno dei grandi protagonisti. Sappiamo tutti noi che siamo solo all'inizio di un percorso difficile e faticoso ma, come lei ha dimostrato, possibile”.

Il presidente Porreca dà poi il benvenuto al nuovo Prefetto Grassi certo che proseguirà nel solco segnato in questi anni dal suo predecessore e al quale e assicura la piena e totale collaborazione della CCIAA di Foggia.

Pubblicato in Economia

Con l'inizio della Novena ai Santi Michele e Cataldo, a Cagnano Varano è partito ufficialmente il conto alla rovescia per la tre giorni di Festa Patronale che animerà il paese gargnico. La festa come ogni anno si aprirà con il pellegrinaggio alla Grotta di San Michele, a pochi chilometri dal centro garganico, l'8 maggio, e si concluderà con il concerto di Luca Carboni in piazza Giannone il 10.

Anche quest’anno, il Comitato Feste, composto da alcune associazioni locali, dalle due parrocchie e dall’Amministrazione Comunale, ha deciso di finanziare i festeggiamenti attraverso una lotteria regolarmente autorizzata dal Monopolio di Stato.

Oltre ai tradizionali tre giorni a cura del Comitato Feste e delle comunità parrocchiali, il calendario quest'anno si arricchisce di eventi collaterali a cura delle associazioni socioculturali cagnanesi.

Si parte sabato 4 maggio alle 18.30 con la presentazione del libro "La base idrovolanti di San Nicola di Varano" a cura del Gruppo di donatori di sangue Fratres di Cagnano presso l’ex convento francescano.

Domenica 5 maggio a partire dalle 16 l'associazione Montagna del Sole propone "La benedizione degli animali", domestici e non, nei pressi della Grotta di San Michele.

Martedì 7 invece una serata all’insegna della solidarietà a favore dell’Associazione AGAPE con il concerto dei The Gordons, cover band ufficiale dei Nomadi in piazza Nicola D’Apolito.

Mercoledì 8 la Festa entra nel vivo in mattinata con il giro per le vie del paese della 'Banda Musicale Città di Cagnano Varano”, alle ore 9,00 e ore 10,30 le Celebrazioni Eucaristiche alla Grotta di San Michele Arcangelo.

Alle 18 dopo il raduno presso la Croce con le Autorità Civili e Militari, il Pellegrinaggio

verso la Grotta di San Michele Arcangelo,seguito dalla Concelebrazione Eucaristica e da artistici fuochi pirotecnici. Alle 21,30 in Piazza Giannone il concerto della Opera 's Band seguito dal dj set di Ilario lacobelli B2B Berry con le Radioline.

Giovedì 9 maggio alle ore 16 appuntamento con i "Giochi Cagnanesi", a cura del Comitato feste in collaborazione con il circolo Arci arcobaleno Vecchio Frantoio e Time music: corsa nei sacchi, tiro alla fune, gara delle carrozze, torneo di braccio di ferro e cuccagna, un pomeriggio all'insegna dei giochi dei nostri nonni.

In serata alle 21.00 in Piazzetta Bellavista c’è il  concerto della Banda musicale "Città di Cagnano Varano", diretta dal Maestro Prof. Carolina Antonia Tancredi.

Venerdì 10 maggio, Festa di San Cataldo Vescovo, alle ore dopo 9,45 il raduno delle Autorità Civili, Militari e delle Associazioni a Palazzo di Città, il corteo con in testa il gonfalone si muoverà verso la Chiesa Madre dove alle 10.30 c’è Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Franco Moscone, vescovo della diocesi di Manfredonia. Seguirà la Processione per le vie del paese, accompagnata dalla "Banda Musicale Città di Cagnano Varano", in conclusione artistici fuochi pirotecnici in piazza Giannone.

Alle ore 21.00 in Piazza Giannone: estrazione della lotteria Feste Patronali Cagnano Varano, seguita alle 22 dal concerto di Luca Carboni.


Nel frattempo, ogni sera alle 19 in Chiesa Madre si tiene la novena per la preparazione liturgica e spirituale alla celebrazione dei Santi.

Il Comitato Feste  è costituito dalle  parrocchie  Santa Maria della Pietà e San Francesco e dalle associazioni: Azione Cattolica, Associazione Cuochi Gargano e Capitanata, Federcasalinghe, Le Gemme del Gargano, La Montagna del Sole, Muzia, Schiamazzi, Time Music.

.

Pubblicato in Manifestazioni

Il Comitato Festa Patronale "San Michele Arcangelo" di Monte Sant'Angelo ha ricevuto il Premio PugliArmonica 2019, un premio istituito per valorizzare le realtà pugliesi che tutelano le tradizioni e l'importanza delle feste patronali in occasione del terzo convegno regionale dei Comitati Pro-Festa patronale di Puglia tenutosi a Diso (Lecce). Il premio è un’opera realizzata dal celebre maestro cartapestaio Marco Epicochi che ha il suo laboratorio a Lecce nei pressi di piazza Duomo e premia chi, tra imprenditori, istituzioni e operatori del volontariato, si è particolarmente impegnato per la tutela e la valorizzazione delle feste patronali.

Il Comitato ha ricevuto il premio con la seguente motivazione "Esemplare gruppo di giovani innamorati della propria terra. Per aver preso in mano la prestigiosa tradizione della propria città, inscindibilmente legata al culto dell'Arcangelo Michele, con coraggio, entusiasmo e responsabilità".

A ritirare il premio c'erano Felice Piemontese, Pasquale Ciuffreda e Bernardo Bisceglia, rispettivamente Presidente e VicePresidenti del Comitato che ha sede presso la Città dedicata a San Michele Arcangelo e la cui Basilica è inserita nella lista dei Beni Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'UNESCO.

Pubblicato in Società
Il Podolicesimo Garganico, per la prima volta in Abruzzo, farà tappa a Pescara presso SPAZIO MATTA il prossimo Venerdì 24 Maggio 2019, è già si preannuncia il SOLD OUT. “L’Acquasala salverà il mondo” è uno spettacolo teatrale, musicale, gastronomico che risvegli i sensi anche dei sassi dei brulli paesaggi della nostra fonte ispiratrice: la vacca. Con lei, per lei ed in lei parta la degna consacrazione, la conversione al movimento spirituale più antico ed innovativo di sempre: il podolicesimo. Il religioso, spirituale ritorno a quello che siamo veramente. Un emozionante percorso multisensoriale, tra un morso di caciocavallo, rigorosamente “podolico”, e una scodella di acquasala preparata al momento. Un affascinante viaggio mistico che parte dal Gargano, dalle sue strade sterrate, dai suoi campanacci, dalla passione e dal forte senso di appartenenza alla terra d’origine dei suoi pastori. La performance è tutto ciò! Voce di un graduale, evolutivo ritorno alla terra, al senso di noi stessi. Portavoce di un messaggio disperato, del disagio di quei “padroni” della terra che hanno provato a deturparla, dopo aver deturpato se stessi per sete di possedimenti, per rivalse contro chi governava territori vicini, per vendette contro nemici pastori. Fautrice di un messaggio forte: riappacificarsi con le proprie origini. Con il suo spettacolo, Metano’s, impersonificandosi nel genio del suo padre creatore, il poliedrico e folle Luciano Castelluccia, coinvolge, stravolge, emoziona, crea subbuglio, per poi infondere calma, per poi ricominciare la rivoluzione del suo spettacolo enogastrofonico. "Convertitevi al Podolicesimo, adorate il Caciocavallo": salverà il mondo...
Pubblicato in Spettacolo
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Lucatelli arredamento

Reporter della tua città

20 Maggio 2019 - 09:19:05

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Il nostro ampio presente di Hans Ulrich Gumbrecht

Disneyland, una piccola città della Louisiana, il centro di Vienna durante i campionati europei di calcio, la Silicon Valley: tutti luoghi apparentemente slegati che in questo…
- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -