Articoli filtrati per data: Mercoledì, 05 Giugno 2019 - Rete Gargano
Di seguito, in sintesi, i principali argomenti discussi ed approvati dalla Giunta regionale: La Giunta regionale ha disposto la conferma dell’adesione della Regione Puglia all’Associazione AVVISO PUBBLICO - Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie - con sede in Grugliasco (To), per l’anno 2019. Conseguentemente, l’Esecutivo ha approvato la spesa di € 2500 a valere sul Bilancio autonomo. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha espresso nell’ambito del procedimento ministeriale di Valutazione di Impatto Ambientale e di Valutazione di Incidenza Ambientale, in conformità al giudizio reso dal Comitato Regionale per la V.I.A, parere favorevole condizionato di compatibilità ambientale sul progetti di Rifacimento Metanodotto San Salvo - Biccari DN 650 (26") DP 75 bar - lunghezza 87,875 km, proposto da Snam Rete Gas S.p.A., con sede legale in S. Donato Milanese (Mi) . ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha approvato, in maniera definitiva il Regolamento Regionale recante “Modifica al Regolamento Regionale n. 12 del 10 settembre 2018 recante "Commissione Consultiva Locale per la pesca e l'acquacoltura”. Il Regolamento verrà pubblicato sul Bollettino ufficiale. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha approvato la scheda di intervento di programmazione del Fondo Nazionale Politiche Giovanili anno 2019 “Azioni di sostegno e accompagnamento alla crescita di Imprese e Organizzazioni giovanili”, programmando la copertura del co-finanziamento regionale a carico del Bilancio regionale e di dare atto che con successivi e distinti provvedimenti si procederà alla prenotazione delle somme da destinare al cofinanziamento dell’Accordo. L’Esecutivo ha poi, con la stessa delibera, approvato lo schema di Accordo di collaborazione e lo schema di Scheda di monitoraggio . ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha istituito presso la Sezione “Strategie e Governo dell’Offerta” un’apposita Commissione per disciplinare le modalità di Cessione dei beni ed apparecchiature elettromedicali dismesse per la realizzazione di interventi di solidarietà e di cooperazione allo sviluppo ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ Approvata dalla Giunta regionale il Piano Triennale del Fabbisogno del personale dell’IRCCS di Castellana “De Bellis”. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha approvato il Piano Triennale del Fabbisogno del Personale dell’IRCCS “Giovanni Paolo II” di Bari. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha abrogato, con un apposito ddl , l’art. 102 della legge di bilancio Puglia 2018 rubricato “Ulteriori disposizioni in materia di rifiuti” che così testualmente recita: “I rifiuti urbani e quelli speciali provenienti da fuori Regione destinati allo smaltimento nei siti discarica, ubicati nel territorio regionale Pugliese, soggiacciono al riconoscimento in favore della Regione Puglia di oneri finanziari nella misura pari ad un incremento del 20 per cento della tariffa applicata dal soggetto gestore, a titolo di ristoro e compensazione ambientale. Il gettito andrà a finanziare un fondo per la realizzazione di interventi di piano volti al miglioramento ambientale del territorio interessato, alla tutela igienico – sanitaria dei residenti, allo sviluppo di sistemi di controllo e monitoraggio ambientale, nonché alla gestione integrata del ciclo dei rifiuti”. Tale decisione si è resa necessaria a seguito della valutazione delle censure di incostituzionalità sollevate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (per il tramite dell’Avvocatura di Stato). ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha deciso di richiedere al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo l’emissione del decreto di declaratoria per l’annualità 2018, anche in deroga al D.Lgs n. 102/04 - art. 6, delle eccezionali avversità per le nevicate e gelate di febbraio – marzo 2018 verificatesi nei territori delle Province di Taranto, di Bari, di BAT, di Foggia e di Brindisi, al fine di consentire l’accesso al Fondo di Solidarietà Nazionale, come previsto dal D.Lgs n. 102/04, modificato dal D.Lgs 82/2008, art. 5 comma 2 lett. a),b),c),d) e comma 3 (danni alle strutture aziendali) agli aventi diritto.
Pubblicato in Politica

Arte pubblica a Vico del Gargano. Nel ‘paese dell’Amore”, devoto a San Valentino, presto un’altra opera d’arte arricchirà il già famoso e apprezzato centro storico del borgo. Si tratta di una Sirenetta, una scultura lignea realizzata dall’artista Antonio Sorace. “In realtà”, ha spiegato il sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino, “si tratta di un ritorno”. Ed è proprio così. Nel 2015, in occasione dell’evento “Vivi l’Arte nel Parco”, la splendida e sinuosa ‘donna-sirena’ fu donata al paese e posizionata nel Rione Casale, su un balcone, a indicare l’appartenenza di questo borgo incantato a ‘due cieli’, quello che sovrasta la vicina Foresta Umbra e l’altro, disegnato dalle onde del mare di San Menaio e Calenella. Dopo una fase di restauro, di cui si è occupato personalmente l’artista autore dell’opera, la Sirenetta sta per tornare a Vico del Gargano. Sabato 8 giugno, alle ore 17, si terrà una cerimonia di riconsegna in via Stefanelli 52 (giro esterno nei pressi del locale Orto del Conte") con la partecipazione della "Carovana degli Artisti" presenti a Peschici per il simposio d'arte intitolato Percezioni. "Grazie all'associazione Nuova Vico in Arte", ha spiegato l'assessore alla Cultura Rita Selvaggio, "il nostro borgo torna a essere protagonista di un evento culturale che promuove la bellezza della scultura e il patrimonio architettonico vichese". Ad accogliere la Sirenetta di Vico, oltre all’Amministrazione comunale, ci saranno i 16 protagonisti della “Carovana degli Artisti” e l’associazione promotrice dell’iniziativa, “Nuova Vico in Arte”.

 

CHI E’ ANTONIO SORACE. Antonio Sorace è uno scultore romano molto apprezzato. Le sue opere “sorgono” dalla pietra, dal legno, dalla sua viva passione per la fotografia e l’architettura. Affascinato dai simboli e dai miti che mettono insieme umanità e leggenda, realtà e fantasia, Antonio Sorace ha donato alla Sirenetta di Vico uno slancio e un’energia che, attraverso la materia, riescono a proiettare quell’opera d’arte oltre le dimensioni incatenanti del tempo e dello spazio, superando la distinzione tra ciò che è reale e ciò che, forse, non lo è. E’ uno slancio verso le profondità dell’insondato, diretto verso l’esplorazione di mondi che offrono sogni, opportunità, orizzonti nuovi.

Pubblicato in Cultura
La Puglia è una regione ancora trendy nonostante dieci anni di crescita costante dei flussi turistici, in particolare dall’estero, e il Salento ha ancora grande appeal. L’estate 2019, slittata per via del maltempo, partirà nel migliore dei modi. La conferma arriva da alcuni indicatori di tutto rispetto che incutono fiducia sull’andamento dell’anno in corso per la Puglia, nonostante le previsioni sfavorevoli di alcuni recenti studi. Come ad esempio la ricerca JFC ripresa dal Sole24Ore che descrive uno scenario al ribasso per la regione ma si basa in realtà su un campione ridotto e raccolto in 11 località del balneare pugliese. La conferma di un andamento ancora una volta positivo, arriva da una molteplicità di fonti raccolte dall’Osservatorio regionale sul Turismo: i dati Expedia sulle prenotazioni e il fatturato da gennaio a maggio, i dati SPOT/ISTAT finora trasmessi da un campione di 2.500 strutture ricettive del territorio (il 50% delle attive da gennaio a maggio), i dati Expedia sulle prenotazioni e il fatturato da gennaio a maggio, l’analisi dei prezzi effettuata da Travel Appeal, i dati di Aeroporti di Puglia sul traffico passeggeri negli scali di Bari e di Brindisi, e infine le conferme che giungono dall’approfondita ricerca sull’impatto economico del turismo affidata agli esperti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. I dati Istat/SPOT, parziali e provvisori, trasmessi direttamente da 2.500 strutture ricettive del territorio (il 50% di quelle attive nel periodo da gennaio ad aprile 2019) attestano un andamento pressoché stazionario rispetto all’anno precedente e che tiene conto degli effetti del maltempo che ha inciso sugli short break disincentivando, nei primi mesi dell’anno, i viaggi di prossimità. Per Expedia, invece, l’agenzia leader dei viaggi online, nel periodo da gennaio a maggio 2019 cresce il fatturato delle prenotazioni alberghiere (+23,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) e dell’acquisto di biglietti aerei con destinazione Puglia (+5,1% sul 2018), per un totale di 3,2milioni di dollari, ben il 14% in più rispetto all’anno precedente. Expedia conferma l’aumento di acquisto di camere del +28% rispetto al periodo gennaio/maggio dell’anno precedente per un totale di 10mila notti, mentre l’incremento di acquisti di biglietti aerei è stato del +4,4% con buone performance soprattutto da Stati Uniti, Regno Unito, Svizzera, Germania, Austria e Polonia. Risultati più che lusinghieri che emergono anche dalla fonte Aeroporti di Puglia: +10,5% i passeggeri negli scali di Bari e Brindisi da gennaio a maggio, con +12,5% solo a maggio rispetto all’anno precedente. Puglia sempre più internazionale: +21% il traffico dalla Germania e dal Regno Unito, +24% dalla Francia e +17% dalla Spagna. Ancora a due cifre gli incrementi da Svizzera, Romania e Ungheria. Per quanto riguarda i prezzi, secondo la piattaforma di Travel Appeal - che raccoglie e monitora la presenza digitale delle strutture pugliesi attraverso l’analisi dei siti di recensioni, delle OTA e dei social media più diffusi in Italia come TripAdvisor, Booking.com, Google, Expedia, Hotels.com, TheFork, Facebook, Airbnb, Homeaway e altri – il prezzo medio di una camera in Puglia nel mese di giugno 2019 sarà di 117 euro, il 3,5% in più rispetto all’anno scorso. “La Regione non può certo intervenire nelle scelte libere e imprenditoriali degli operatori del turismo, ma sento di fare un appello agli operatori turistici pugliesi ad essere competitivi, puntando su qualità dell’offerta e sul migliore rapporto possibile qualità/prezzo - commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone – La Regione è a fianco degli operatori. L’offerta ricettiva è cresciuta del +7% e del +3% per i posti letto. E crescono anche gli occupati nel comparto turistico, +4% dal 2017 al 2018. E questo anche grazie agli incentivi per la realizzazione o ristrutturazione di strutture alberghiere (Pia turismo e Titolo II). Invitiamo quindi gli imprenditori ad utilizzare gli incentivi a disposizione e a migliorare le loro strutture. Non dimentichiamo che la Puglia nel Mediterraneo compete con destinazioni che sono storicamente mete ambite del turismo internazionale. Non solo, oltre ai paesi del Nord Africa, che dopo un momento di crisi sono oggi nuovamente sfidanti sul piano dell’attrazione turistica, si sono aggiunti alcuni paesi dell’Est Europa che sono diventati nuove mete interessanti. Per questo a maggior ragione l’obiettivo per raccogliere la sfida è puntare assolutamente sulla qualità e su prezzi veramente competitivi”. La Puglia, comunque, non è più una destinazione a esclusiva vocazione balneare ma offre di anno in anno un’offerta sempre più ampia di percorsi culturali, naturali, enogastronomici; gli stranieri la prediligono per i borghi storici e i paesaggi naturali che si dipanano dalla costa all’entroterra, 365 giorni l’anno e non più solo in piena estate. Lo conferma anche l’indagine condotta dagli economisti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia che hanno intervistato in profondità 400 turisti che hanno trascorso un soggiorno in Puglia. Sono sempre meno coloro che scelgono la Puglia per il mare (dal 67% del 2016 al 50% del 2018) mentre aumenta la quota di coloro che optano per un soggiorno itinerante rivolto alla ricerca dei borghi e delle vie del gusto. Il 50,3% degli intervistati pensa di ritornare in Puglia in futuro. Il 26,7% ci tornerà nel 2019 scegliendo la medesima località, mentre il 9,0% sceglierà un’altra località. Tra questi ultimi, le località prescelte sono soprattutto quelle del Gargano e del Salento.
Pubblicato in Turismo
Mercoledì, 05 Giugno 2019 17:39

La sirenetta torna a Vico del Gargano

La nostra Sirenetta torna a casa, pronta a solcare veloce il nostro mare Adriatico, quello di San Menaio.E’ sorella della più celebre e celebrata Sirenetta a guardia del porto di Copenaghen. Somiglia molto alla bella Eline, moglie dello scultore Eduard Eriksen che la rese eterna agli occhi dei marinai e al traffico delle navi. Perse la testa portata via dai Situazionisti in una grigia giornata di nebbia. A quelle latitudini il sole è raro. La nostra invece perse la coda, probabilmente per troppo sole, quello che fa maturare i fichi, i fichidintia, i fiori d’arancio e limoni dei nostri giardini di agrumi, l’ulivo, quello delle nostre estate e delle nostre vacanze. E’ sorella anche di quella pudica Sirenetta che guarda l’sola di Ischia, di fronte Lacco Ameno. Nasconde le sue grazie coprendo i seni con le mani. La nostra invece è sfacciata, non nasconde nulla. Libera e slanciata, è tutta protesa verso le braccia di chi l’accoglie con amore. E’ come la poesia di Gibran. Vico del Gargano, paese dell’amore, non avrebbe accolto con tanto ardore nessuna altra sirenetta se non quella di Antonio Sorace, scultore, in occasione della manifestazione estiva di “ Vivi l’Arte nel Parco, edizione del 2015. Sorace, animatore di quella Casa degli Artisti, infaticabile sulle vie della “ Passeggiata d’arte “ girovago di borghi antichi, quella land art che dalla Gola del Furlo ha portato questo gruppo di artisti marchigiani fin dentro il Parco Nazionale del Gargano, ci riporterà la nostra Sirenetta con la sua bella coda pinnata l’otto giugno. L’Amministrazione comunale prepara una cerimonia di “ ritorno “ e di riposizione nel cuore del Centro Storico di Vico del Gargano, a guardia del Borgo più Bello d’Italia, accogliendo la nutrita compagnia della Carovana degli Artisti in occasione del X Simposio d’Arte “ Percezioni “ che si svolgerà nelle vie di Peschici. Il sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino, e l’assessore alla Cultura, Rita Selvaggio, aspettano il ritorno a casa della nostra Sirenetta: "Grazie all'associazione Nuova Vico in Arte" - ha spiegato l'assessore -il nostro borgo torna a essere protagonista di un evento culturale che promuove la bellezza della scultura e il patrimonio architettonico vichese". Alle parole di apprezzamento di Rita voglio aggiungere anche le mie – dice il Sindaco - ringraziando l'associazione Nuova Vico in Arte per questa nuova opportunità. Mercoledì 8 giugno daremo il nostro benvenuto agli artisti. Bentornata Sirenetta!” Michele Angelicchio
Pubblicato in Società

Nota dell’assessore dell’Ambiente, Gianni Stea:

“C’è un intero pianeta che si sta mobilitando in occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente che, con la partecipazione attiva dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, quest’anno si svolge in Cina, ovvero in una delle realtà più complesse per quanto riguarda l’inquinamento dei grandi centri urbani. C’è però una nuovo approccio che può cambiare stili e abitudini estremamente pericolose per la salute dell’uomo e del pianeta. Ognuno deve fare la propria parte. E a questo proposito posso assicurare che la Puglia c’è. Ci stiamo lavorando e i risultati non tardano ad arrivare. Non a caso nel recente rapporto Ispra illustrato in occasione della giornata del mare e della cultura marina, è stato portato quale esempio virtuoso il divieto adottato in tutta la nostra regione dell’uso della plastica sui lidi nella prossima stagione estiva. In tema di plastic free in Puglia siamo partiti dal basso, dalla quotidianità, ma puntando in alto con la legge sull'economia circolare e con il piano dei rifiuti. È un risultato prezioso e anche questa volta siamo all’avanguardia. Così come siamo all'avanguardia in tema di ecofeste a basso impatto ambientale, per le quali è stata messa a disposizione una dotazione finanziaria di 250mila euro per i Comuni e gli organizzatori di eventi. Mentre stiamo partendo, con il coinvolgimento delle marinerie pugliesi, con un progetto per la raccolta della plastica nei mari. Non è un mondo senza plastica quello per cui dobbiamo batterci, ma un mondo senza plastica nei mari, nei fiumi, nei boschi, nello stomaco delle balene, nei parchi dove giocano i nostri figli e nell’acqua che beviamo. Un mondo che usi la plastica con la consapevolezza della pericolosità di questo elemento se non si accompagna ad una gestione corretta e se se ne fa abuso. Infatti solo attraverso un’educazione adeguata si può affrontare in modo efficace la questione, promuovendo una ‘rivoluzione dal basso’ che veicoli su larga scala l’importanza di un approccio green. E in questo tragitto la presenza delle istituzioni, delle università, delle scuole è indispensabile e fondamentale. Non a caso come Regione abbiamo avviato il percorso “Puglia X Natura…A TUXTU con…” previsto all’interno del progetto di educazione ambientale (e di vita) “Il BELLO del nostro RIFIUTO…io lo USO – Consiglieri Rivoluzionari in Partecip(AZIONE. Si tratta di un momento di confronto tra studenti delle scuole pugliesi e rappresentanti di istituzioni, enti, associazioni impegnati sul tema dell’ecologia, in cui sono i più giovani a salire in cattedra per porre quesiti e avanzare proposte ai grandi al fine di cooperare nell’ottica dell’etica delle 3R: Ridurre, Riutilizzare, Riciclare”, è quanto sottolinea in una nota l’assessore all’Ambiente della Regione Puglia, Gianni Stea.

Pubblicato in Ambiente

In occasione dell'anniversario della morte di Giacomo Matteotti, siamo felici di comunicare la prossima presentazione di "Il giudice e Mussolini" di Raffaele Vescera, fissata per lunedì 10 giugno ore 17:30 al Senato, presso la Sala Caduti di Nassirya di Palazzo Madama. Con l'autore interverranno lo scrittore e giornalista Pino Aprile; il senatore Saverio De Bonis; il presidente del Circolo Culturale "Giuseppe Saragat - Giacomo Matteotti" di Roma Enzo Pirillo; gli attori Roberto D'Alessandro e Marina Polla, che leggeranno alcune pagine significative del romanzo.


"Il giudice e Mussolini"

Allo scoccare della seconda guerra mondiale, il vecchio Mauro Del Giudice vive a Vieste. La sua è una routine da pensionato: i libri, pochi amici, la figlia adottiva Franca e sua madre Vincenza, l’attività sovversiva contro il fascismo.
Ma  il passato continua a tormentarlo. Tornando indietro al delitto Matteotti, da cui prende avvio il Ventennio, lo ritroviamo presidente scomodo della Sezione della Corte d’Appello di Roma a cui fanno capo le indagini. Il processo non e? di quelli facili, esecutori e mandanti nascondono la verità sotto le camicie nere ancora nuove. Tra false piste, minacce e lusinghe, collusioni e intimidazioni, Del Giudice, uomo riservato e magistrato integerrimo, oltre che umanista e appassionato meridionalista, si trova a dover sbrogliare una matassa sempre più intricata.
E scopre che le ragioni della soppressione dell’onorevole socialista, oltre che nella sua denuncia al nascente regime, sono da cercare in quella dimensione oscura dove, oggi come sempre, i giochi segreti della politica si intrecciano a quelli dell’economia, e il potere, trasversale a ogni ideologia, a ogni confine, a ogni tempo, si fa semplicemente tradimento e impunita violenza.

Pubblicato in Cultura
“Dopo una lunga riunione – scrive il primo cittadino di Vieste – tenutasi ieri a Bari, tra la Regione Puglia, la Sovrintendenza di Foggia e il Comune Vieste, riparte il finanziamento della nostra “Community Library”. Grazie al caparbio impegno delle assessore alla cultura, GraziaMaria Starace, e ai lavori pubblici, Mariella Pecorelli, è stata infatti archiviata la procedura di revoca del finanziamento e ridisegnato il percorso per la realizzazione dell’opera con la fissazione delle nuove scadenze. Il sogno di vedere il convento di San Francesco tornare a vivere, riparte. L’ impegno costante di questa amministrazione è garanzia per il raggiungimento di traguardi importanti per la nostra città”.
Pubblicato in Cultura

Sarà traslata dal Cimitero nella cattedrale di Altamura la salma di mons. Michele Castoro, che dal 2009 al 2018 è stato arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, presidente di Casa Sollievo della Sofferenza e segretario generale dei Gruppi di preghiera di Padre Pio.

Lo ha annunciato questa mattina, durante la riunione della Conferenza Episcopale Pugliese, l’arcivescovo Giovanni Ricchiuti, pastore della Diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti, che presiederà una solenne Concelebrazione Eucaristica per la benedizione della tomba alle ore 19,00 del 25 giugno prossimo, in coincidenza del 14° anniversario dell’ordinazione episcopale di mons. Castoro, avvenuta ad Altamura il 25 giugno 2005.

teleradiopadrepio

Pubblicato in Personaggi

Gli insegnanti di asilo e di scuole elementari parificate, a far data dal 1° gennaio 2020 potranno ottenere una rendita vitalizia per i periodi di con­tribuzione non versati. Nel caso di spe­cie quando il datore di lavoro ha omes­so «di versare contributi per l'assicu­razione obbligatoria invalidità, vec­chiaia e superstiti e che non possa più versarli per sopravvenuta prescrizio­ne» il diretto interessato può chiedere all'Istituto nazionale della previdenza sociale di costituire una rendita vita­lizia reversibile pari‘alla pensione o quota di pensione adeguata dell'assi­curazione obbligatoria, che spettereb­be al lavoratore dipendente in rela­zione ai contributi omessi».

 

Arriva lo «sport bonus il credito d'imposta per le erogazioni liberali in denaro effettuate nel corso dell'anno solare 2019 per interventi di manu­tenzione e restauro di impianti spor­tivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche. Possono beneficiare del credito in pa­rola, per il 2019, le persone fisiche che non svolgono attività d'impresa, gli en­ti non commerciali, le imprese, eser­citate in forma individuale e collettiva, e le stabili organizzazioni nel terri­torio dello Stato di imprese non re­sidenti. Per le erogazioni liberali in denaro effettuate nel corso dell'anno solare 2019, il credito d'imposta viene riconosciuto nella misura del 65 per cento con i limiti del 20 per cento del reddito imponibile per le persone fi­siche e gli enti non commerciali; del 10 per mille dei ricavi annui per i soggetti titolari di reddito d'impresa.

 

Il Wwf ha aperto uno sportello di consulenza gratuito che fornisce con­sigli su come rendere la propria casa o il condominio più efficienti e instal­lare le rinnovabili. Lo sportello di con­sulenza nasce per rispondere ai tanti quesiti che riguardano la riduzione delle emissioni e dei consumi della propria casa o del condominio o la possibilità di integrare sistemi per la produzione di energia rinnovabile ne­gli edifici. Gli utenti, tramite apposito forum potranno chiedere consigli su come rendere la propria casa o il con­dominio più efficienti e installare le rinnovabili, ma anche per indicare eventuali problemi riscontrati nell'in­stallazione degli impianti. Tutte le se­gnalazioni ricevute serviranno al WWF Italia per affrontare le proble­matiche più diffuse nel confronto con ì gestori e le istituzioni preposte. Ba­sterà compilare il modulo alla pagina web wwf.it/casaefficiente e cliccare sul tasto invia.

La Cassazione ha stabilito che in caso di nullità del con­tratto part time il lavoratore ha diritto alla retribuzione a tempo pieno in mancanza di forma scritta.

Dopo i notai e i dottori commer­cialisti diventeranno obbligatorie le norme antiriciclaggio per gli avvocati e i consulenti del lavoro. Le regole riguarderanno tutti gli iscritti, chia­mati ad attivarsi sia per valutare il rischio delle attività che svolgono sia per capire quanto determinati clienti, individuati secondo alcuni indicatori siano affidabili.

 

La compagnia di assicurazioni che con l’assicurato ha stipulato una po­lizza per la responsabilità civile, è ob­bligata a tenerlo indenne delle spese e competenze legali necessarie per di­fendersi dall'azione giudiziaria del danneggiato. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione che ha stabilito che «le spe­se sostenute per resistere all'azione del danneggiato contro 1'assicurato sono a carico dell'assicuratore nei limiti del quarto della somma assicurata. Nel caso sia dovuta al danneggiato una somma superiore al capitale assicu­rato, le spese giudiziali si ripartiscono tra assicuratore e assicurato in pro­porzione del rispettivo interesse».

Il divieto di fumare sulle spiag­ge dovrebbe essere un provvedimento nazionale in quanto tutela la salute pubblica. È quanto afferma il Codacons commentando l’annuncio di Lampedusa e Linosa di consentire di fumare solamente in apposite aree do­tate di posacenere. «Lampedusa e Linosa - scrivono in una nota - sono solamente due degli ultimi esempi del­la diffusione delle “no smoking beach” sul territorio italiano. Ormai sempre più comuni hanno dichiarato guerra al fumo in spiaggia, per ultimi, infatti, gli esempi di Sassari e di Savona, che hanno proibito il fumo in spiaggia san­zionando duramente i trasgressori». Un provvedimento necessario, secon­do il Coordinamento delle associazio­ni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori che «deve essere diffuso nelle spiagge di tutta Italia, al fine di tutelare la salute pubblica della collettività». Di qui l’appello del Codacons: «Ci rivol­geremo al Ministero dell’Ambiente chiedendo un provvedimento di por­tata nazionale che normi e vieti espres­samente il fumo sulle spiagge italia­ne».

Pubblicato in Avvisi

Le restrizioni idriche sono un lontano ricordo: le quattro dighe del Foggiano, gestite dal Consorzio per la Bonifica della Capitanata, registrano livelli record di riempimento. Nessun prob­lema, dunque, anche nel lungo periodo, per gli usi civili e irrigui. Complessivamente, ci sono 45 milioni di metri cubi d’acqua in più rispetto agli inizi di giugno dello scorso anno. Gli invasi sono tutti pieni: Occhito (al confine tra Puglia e Molise), Capacciotti (nel Basso Tav­oliere), Capaccio (fra Lu­cera e Troia) e Osento (in Alta Irpinia). La disponibil­ità idrica totale per la pro­vincia di Foggia è di 304 mil­ioni di metri cubi.

Pubblicato in Ambiente
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Lilly Frutta

Reporter della tua città

23 Giugno 2019 - 09:51:37

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ ITALIA PER TERRA E PER MARE Riccardo Bacchelli

Da quel Mulino del Po agli ex voto e alla gente del Gargano. Riccardo Bacchelli raccontò la Puglia del 1929. Il piacere della scoperta negli articoli su Monte S. Angelo, Peschici.…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -