Articoli filtrati per data: Venerdì, 07 Giugno 2019 - Rete Gargano

Anche il Consiglio di Stato boccia Angelo Riccardi, ex sindaco di Manfredonia ed ex presidente dell’ASI di Foggia. Riccardi dopo aver perso al TAR si era rivolto al Consiglio di Stato per chiedere l’annullamento dell’inconferibilità della carica di presidente del Consorzio ASI decretata dall’ANAC. Il Consiglio di Stato ha ritenuto che non sussistono i presupposti per la concessione della richiesta misura cautelare. L’Ordinanza è così sintetizzata: “Tenuto conto, in particolare, per un verso, dell’afferenza delle questioni poste dall’appellante alla disamina propria della fase di merito, per altro verso, della insussistenza di un danno di carattere irreparabile; P.Q.M. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta), respinge l’istanza cautelare. Condanna la parte appellante alla refusione in favore delle parti resistenti delle spese della presente fase cautelare, liquidate nella misura di € 1.500,00 (euro millecinquecento/00) oltre oneri di legge per ciascuna di esse. La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la Segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti. Così deciso in Roma nella camera di consiglio del 6 giugno 2019 con l’intervento dei magistrati”.  (www.teleblu.tv)

Pubblicato in Notizie

La Corte Costituzionale ha stabilito che le Regioni possono istituire registri per mappare anche il "fenomeno nuovo" della locazione turistica e che a tal fine possono istituire un codice identificativo.

La Corte, però, ha anche stabilito che l’attività negoziale del locatore attiene all’ordinamento civile e che la sfera contrattuale del locatore resta disciplinata dal diritto privato. Dunque l'alloggio dato in locazione (anche turistica) non è mai una struttura ricettiva ma sempre e comunque l'oggetto del godimento concesso con il contratto di cui all'articolo 1571 del codice civile.

Deve quindi intendersi TACITAMENTE ABROGATA la norma di Regione Puglia (articolo 10 bis, comma 2, l.r. 49/2017) che, ai fini della iscrizione nel registro regionale di cui al Capo II bis della l.r. 49/2017, stabilisce che gli alloggi dati in locazione per finalità turistiche ai sensi dell’articolo 1, comma, 2, lettera c) della l. 431/1998, sono strutture ricettive. 

Qualora la delibera della Giunta Regionale di cui all’articolo 10 ter, comma 2, della l.r. 49/2017 che deve dare pratica attuazione al registro regionale, non dovesse prevedere sezioni distinte per le locazioni turistiche di diritto privato e per le vere e proprie strutture ricettive disciplinate dalla legge regionale, si renderà inevitabile il ricorso al TAR, al quale verrà chiesto di applicare proprio la sentenza 84/2019 della Corte Costituzionale e di annullare la delibera.

 

Notaio Fabio Diaferia

Presidente dell’associazione Pro.Loca.Tur.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.prolocatur.org

https://www.facebook.com/Prolocatur/

Pubblicato in Turismo

Come già fatto trapelare pochissimi giorni fa, la dirigenza della Bisanum Viaggi Vieste è fortemente intenzionata ad alzare l’asticella rispetto alle ultime stagioni, ed ecco che grazie al tenace lavoro del team Manager Gianluca Monacis porta a casa il primo botto di mercato.

Nato il 12 gennaio 1986, a Buenos Aires, Rodrigo Monier è una vecchia conoscenza dei campionati pugliesi (ha infatti militato a Manfredonia e a Nardò), nell’ultima stagione ha militato ad Osimo in serie C Gold, chiudendo il campionato con 164 punti (13 di media, con il 46% da 2, il 33% da 3 e il 73% dalla lunetta), 34 assist (3 di media) e 16 palle recuperate (1,5).

Rodrigo è il play guardia che ha tutte le caratteristiche del leader chiesto dal coach Gianpio Ciociola, il leader su cui la Bisanum Viaggi Vieste vuole costruire il roster per la prossima stagione. Monier fa dell’intensità, della corsa, delle giocate spettacolari uniti a tanta dedizione e sacrificio difensivo i suoi punti di forza.

Ecco cosa ci ha detto Rodrigo appena raggiunto l’accordo con la Susnhine: “Sicuramente mi aspettavo che il mercato si muovesse verso luglio ma l’interesse dimostrato da Vieste da qualche settimana a questa parte, ed in più il buonissimo rapporto che ho con coach Ciociola, hanno fatto si che l’accordo si svolgesse in maniera molto naturale. Sono contento di arrivare ad una piazza bella come Vieste, dove cercherò di dare il mio meglio come ho sempre fatto nella mia carriera, coinvolgendo squadra, staff tecnico, dirigenza e pubblico”.

Pubblicato in Sport
Il protagonismo dei soci Anpis, sarà elemento centrale di tutta la manifestazione, affermando di fatto il concetto che la diversità è arricchimento, e che da vicino nessuno è normale. “Sottosopra”, è giunta alla diciannovesima edizione si svolgerà da oggi fino al 15 giugno 2019 a Pugnochiuso dove vede la partecipazione di 700 soci Anpis, tra pazienti, operatori, volontari e famigliari provenienti da tutta Italia trascorrere una settimana in cui saranno protagonisti del proprio tempo, inteso come protagonismo attivo nello stare insieme, praticando esperienze di socializzazione, partecipando ai ricchi eventi programmati spaziando dallo sport alla musica passando per il teatro e la scoperta del territorio sviluppando promozione di turismo sociale “accessibile e sostenibile per tutte le persone”. Importante sarà l’attività della vela, in collaborazione con la Lega Navale e il Comune di Vieste che permetterà ai soci di vivere un’esperienza unica e scoprire le bellezze naturali di una costa stupenda.
Pubblicato in Manifestazioni

La Regione Puglia ha pubblicato l’avviso per l’individuazione dei beneficiari della fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per l’A.S. 2019/2020, rivolto alle studentesse e agli studenti residenti nei comuni della Regione Puglia.
Il beneficio è contemplato dalla normativa in materia di diritto allo studio tra gli interventi volti a facilitare l’accesso e la frequenza alle attività scolastiche e formative da parte degli alunni meno abbienti delle scuole dell’obbligo e secondarie superiori per l’A.S. 2019/2020.
Per accedere al beneficio l’indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del richiedente, in corso di validità, non potrà essere superiore ad € 10.632,94.
Le istanze dovranno essere presentate unicamente per via telematica, attraverso la procedura attiva sul portale  ww.studioinpuglia.regione.puglia.it, a partire dalle ore 10:00 del 20/06/2019 e fino alle ore 14:00 del 20/07/2019. Oltre tale termine il sistema non accetterà ulteriori trasmissioni di istanze.
La documentazione prodotta dal sistema (istanza di richiesta del contributo) non dev’essere in nessun modo modificata. Si precisa che la compilazione dei campi, senza aver effettuato la trasmissione dell’istanza, costituirà motivo di esclusione della stessa. L’avvenuta conclusione
del processo di compilazione e invio dell’istanza viene confermata da una ricevuta di trasmissione inviata via mail dal sistema all’indirizzo di posta elettronica all’uopo indicato. Sarà possibile ricevere assistenza da un Help Desk Tecnico (arrivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 18) attraverso i seguenti canali:
-  telefono 080 8807404;
-  email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;
-  chat online.

Pubblicato in Società
Partirà dal prossimo 15 giugno e fino al 15 settembre anche a Rodi Garganico e Mattinata il progetto Spiagge Sicure 2019 per la prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della vendita di prodotti contraffatti nella stagione estiva. Il progetto è finanziato dal Ministero dell’Interno. Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto in Prefettura a Foggia, permetterà di poter accedere ad una somma, pari a 42mila euro per ciascuno dei comuni litoranei.
Pubblicato in Ambiente

Saranno gli “ambasciatori delle Tarantelle del Gargano” in Spagna: dal 17 al 19  giugno 2019, i Tarantula Garganica si esibiranno in due città della Costa Brava nei pressi di Barcellona, Calella e Pineda de Mar. Nati nel 2003 i Tarantula Garganica vantano già molteplici esibizioni fuori dai confini nazionali: dall’Inghilterra alla Spagna, dal Portogallo al Belgio, dalla Germania alla Francia, dagli Stati Uniti al Canada, fino alla più recente tournèe in Svizzera dello scorso inverno.  A gennaio 2018 hanno inaugurato l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, esibendosi al Parlamento Europeo di Bruxelles, tra qualche giorno saranno protagonisti del XIII World Music  Festival di Calella, insieme a più di venti gruppi folk provenienti da quattro continenti. Saranno tre le esibizioni dei Tarantula Garganica durante il Festival, nelle quali il ritmo e i suoni delle Tarantelle del Gargano riecheggeranno e si contamineranno con le sonorità delle più diverse culture musicali mondiali. La tournèe “Chi nasce e chi more – u timpe è fatte pe l’ammore” è organizzata da Studio Uno in collaborazione con il Festival Internazionale di Calella, grazie al sostegno di Puglia Sounds, nell’ambito del progetto “Programmazione Puglia Sounds Export 2019”. “Con questa tournèe il gruppo raggiunge 30 concerti internazionali. Siamo sempre onorati di esportare la nostra musica e la tradizione del Gargano e della Puglia all’estero” – commenta il leader dei Tarantula Garganica, Peppe Totaro, e annuncia – “Un momento molto importante per il gruppo che, in vista dei numerosi appuntamenti in tutta Italia dell’imminente tour 2019, si appresta a pubblicare anche un nuovo singolo”. Il gruppo ha all’attivo ben 5 album: “Sope a na muntagne” (2004), “Quelle strette vie del Sud” (2005), “Chi non capisce l’amore abbastanza” (2006), “ ‘Nda nu litte d’amore” (2012) e “Chi nasce e chi more” (2017).  Dal 2008, inoltre, inizia la collaborazione con i Cantori di Monte Sant’Angelo con i quali hanno realizzato altri tre lavori discografici: “All’use antiche” nel 2008, “ ‘Nfanne ‘Nfanne “ nel 2009 ed un libro-cd (2010) in ricordo del cantore di Monte Sant’Angelo, Michele Totaro “Ciucquette”. Dal 2011 il gruppo è impegnato nell’organizzazione del Raduno dei Suonatori di Tarantella, manifestazione che si svolge nel primo weekend di agosto a Monte Sant’Angelo e che già da anni è un riferimento per tutti gli appassionati di musica popolare, giunta alla nona edizione.

 LE TOURNÈE INTERNAZIONALI - Le melodie e le danze del Gargano sono sbarcate già nel 2007 presso il prestigioso Robinson College dell’Università di Cambridge UK e in Spagna nell’ambito del noto Festival di Barcellona. Tre le tappe del 2010: alle Olimpiadi invernali di Vancouver (British Columbia-Canada) esibendosi a Casa Italia, quartier generale degli Azzurri e al Centro Culturale Italiano di Vancouver; alla 6^ Giornata italiana tenutasi a Blegny-Mine in Belgio e al Maia Folk Festival sull’Isola di Santa Maria nell’arcipelago delle Azzorre - Portogallo. Nel 2011 il gruppo ha partecipato alla manifestazione “Le Sud c’est Chic” tenutasi a Bruxelles-Belgio. Nel 2012 hanno svolto una grande tournée in Europa: al Centro Multiculturale di Parigi, al Centro Culturale Italiano di Londra per “Puglia Excellence”, al Museo delle Culture Europee di Berlino e a "Venez vivre le Gargano à Marchin" esibendosi nel centro culturale di Marchin-Liegi in Belgio. Nel 2013 la tournée in Canada, con il supporto di Puglia Sounds Export, nell'ambito della manifestazione "Sapori di Puglia", suonando a New Westminster, Vancouver, Kelowna e Edmonton.  Nel 2016 la tournée in Francia con il supporto di Puglia Sounds Export. Tre concerti tra Parigi e Angers. Il 10 gennaio 2018 hanno inaugurato l’anno europeo del patrimonio culturale esibendosi nel Parlamento Europeo di Bruxelles nell’ambito della manifestazione “la musica e le tradizioni popolari del Gargano”. Nel 2018 la tournée in Svizzera con il supporto di Puglia Sounds Export. Due concerti nel Canton di Zurigo.

#PugliaSounds #PugliaSoundsExport #WeAreinPuglia

Pubblicato in Spettacolo

Nei prossimi mesi in Puglia arriveranno 579 operatori delle Forze dell’ordine e presto saranno ancor più rafforzati dai 4.290 Allievi Carabinieri che verranno immessi in servizio entro il 2023 e in quota parte destinati anche in regione. Lo annuncia in una nota del Viminale il ministro dell’Interno, Matteo Salvini che commenta: «Felice di annunciare l’arrivo di nuove Forze dell’ordine in Puglia. Avevamo promesso assunzioni e particolare attenzione al territorio. Stiamo mantenendo la parola, dopo anni di tagli che hanno penalizzato le donne e uomini in divisa a discapito della sicurezza».

In particolare - precisa la nota - un contingente interforze di 459 unità sarà già operativo dal prossimo 1° luglio nell’ambito del potenziamento uffici delle Forze dell’ordine predisposto in vista della bella stagione e finalizzato a specifici progetti individuati dal Viminale. Di questi 92 a Bari, 77 a Brindisi, 75 a Foggia, 156 a Lecce, 35 a Taranto e 24 a Barletta-Andria-Trani. Ulteriori 120 agenti della Polizia di Stato, assunti a seguito dei concorsi programmati, entro aprile 2020, saranno distribuiti nelle varie questure: 25 a Bari, 35 a Brindisi, 20 a Foggia, 25 a Lecce, 15 a Taranto. 

Pubblicato in Società

La giunta regionale, come riportato dalla Gazzetta del Mezzogiorno, spende 1,4 milioni di euro per il Piano di comunicazione per la sanità, con fondi reperiti “tra le pieghe del bilancio dell’Agenzia Aress”, ovvero l’agenzia regionale strategica per la salute.

Si utilizzano soldi pubblici per finanziare la “produzione e promozione” anche di dieci opere audiovisive in collaborazione con Apulia Film Commission, connesse al racconto del sistema sanitario e quindi della sua promozione.

Le politiche adottate dalla Giunta Emiliano hanno contribuito alla chiusura di ospedali e reparti, a lunghi tempi d’attesa, ad una specialistica ambulatoriale carente oltre alle tante riconversioni di laboratori d’analisi come nel caso di Vieste e di molte altre realtà pugliesi. Ci chiediamo, quindi, cosa ci sia da promuovere con queste opere cinematografiche se non la mala gestione della sanità pugliese.

Considerato tutto questo, invitiamo il nostro Governatore a girare presso la nostra città uno di questi famosi filmati, così da scoprire, magari un po’ in ritardo, le tante problematiche della sanità di Vieste.

Matteo Parisi

Coordinatore FDI Vieste

Pubblicato in Politica

Piano di Sviluppo Rurale, siamo alle solite: Regione Pug­lia ultima in Italia per l’avanza­mento della spesa del PSR 2014-2020, secondo i dati forni­ti dalla Rete rurale nazionale, fermo al 19,60%, con il rischio - divenuto ormai quasi certez­za - di perdere i fondi comuni­tari per lo sviluppo rurale, denuncia Coldiretti Puglia. E ve­niamo al dunque. “La Puglia è la peggiore in Italia nella spe­sa dei fondi del PSR e lo sce­nario a tinte fosche è anche più grave perché finora la Re­gione Puglia ha evitato il disi­mpegno (n+3) grazie esclusiv­amente alle misure a superfi­cie, mentre è risibile la spesa sulle misure strutturali, lega­ta tra l’altro al trascinamento del PSR 2007/2013. Per evitare il disimpegno automatico delle risorse del PSR al 31 dicembre 2019, l’Assessorato regionale all’Agricoltura dovrebbe spen­dere 176 milioni di euro nei prossimi mesi, impresa ardua, soprattutto se si continua di questo passo, con l’Assessore regionale che guarda il dito che indica la luna”, è la denuncia di Savino Muraglia, presidente Coldiretti Puglia. Infatti, dopo la paralisi provocata dai ricor­si al TAR, fioccano adesso le esclusioni delle imprese dalla graduatoria del bando del PSR per gli investimenti a causa di DURC e documenti bancari. “E’ l’ennesima beffa ai danni deg­li agricoltori che aspettano dal 2016 un sostegno agli investi­menti che, ad 1 anno dalla chiu­sura del PSR, non si concretiz­za, aggiunge il presidente Mu­raglia. Come se non bastassero i criteri per cui si sono moltipli­cati ricorsi e ricorrenti avver­so un bando datato 2017, oggi per DURC negativi per disal­lineamento o mancato aggior­namento dei dati, anche per bancabilità e cantierabilità le aziende sono escluse dalla graduatoria, senza contare che molti agricoltori hanno già ini­ziato ad investire a spese pro­prie, aspettando Godot”. E il peggio deve ancora ar­rivare. “E’ una sconfitta per le speranze degli agricoltori pug­liesi - insiste il presidente Mu­raglia - che perdono opportu­nità strategiche per lo svilup­po in un settore chiave per la ripresa economica, l’occupazi­one e la sostenibilità ambien­tale, in una regione dove mag­giore è il bisogno occupazio­nale e più elevati sono i tassi di fuga dei giovani all’estero”. Le priorità per il mondo agri­colo pugliese sono gli inves­timenti e il futuro dei giovani - denuncia ancora Coldiret­ti Puglia - e risposte serie da dare agli imprenditori agricoli che vivono il dramma della Xylella, schiacciati dal peso del­la burocrazia. Neppure con il PSR l’Assessore regionale Di Gioia - aggiunge il presiden­te Muraglia - è riuscito ad ai­utare gli olivicoltori dell’area infetta dalla maledetta Xylella, con 536 aziende finanziabi­li con il bando per la ricosti­tuzione del patrimonio olivico­lo che, dopo mesi di istrutto­ria, non hanno ricevuto anco­ra 1 euro di sostegno per cavil­li, incroci con multe elevate dai Carabinieri Forestali e ogni al­tro intoppo burocratico, di cui in Puglia ormai facciamo col­lezione. Tutto serve a non fare. Ancora al palo la misura 4.1C per gli investimenti delle im­prese olivicole dell’area infet­ta per il funzionamento a sing­hiozzo del portale e sofismi bu­rocratici e il bando per le strut­ture di trasformazione, frantoi cooperativi, aziendali e indus­triali, altri 50 milioni di euro tuttora inutilizzati”. “Oltre alla scure della Corte dei Con­ti sull’avanzamento della spesa del PSR Puglia per i giovani in agricoltura, ferma al 3% - con­clude il presidente Muraglia - secondo i dati della Rete Ru­rale Nazionale è stato speso solo l’11,6% delle risorse utili ad evitare il disimpegno auto­matico”.

Antonio De Luigi

Pubblicato in Economia
Pagina 1 di 2

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -