Articoli filtrati per data: Domenica, 11 Agosto 2019 - Rete Gargano

“Con la fascia da sindaco, ci sarò anch’io martedì prossimo a Foggia… Ma per protestare per il mancato inserimento del completamento della Superstrada del Gargano nel  Contratto Istituzionale di Sviluppo della Capitanata”.

E’ molto contrariato Franco Tavaglione, sindaco di Peschici, per  l’opportunità persa di inserire il completamento del strada a scorrimento veloce (SSV) del Gargano nell’importante documento che stanzia un bel pacchetto di milioni di euro per diverse infrastrutture della Capitanata. La firma del Contratto, alla presenza del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, è prevista martedì 13 agosto a Foggia.

“Sono felicissimo che siano state previste delle risorse per la Strada Regionale numero 1 il cui iter, voglio ricordare, fu avviato dal concittadino Michele Protano. Altrettanto contento sono, più in generale, per i vari interventi previsti in Capitanata. – tiene a precisare il primo cittadino di Peschici -  Ritengo però grave il fatto che i sindaci del Gargano, che pure ne avevano fatto richiesta, non sono stati ascoltati su una questione di grande importanza per l’economia turistica del territorio e la vita stessa dei garganici”.

Peraltro proprio in tema di turismo Tavaglione tiene ad evidenziare che “i 50 milioni previsti per il settore turistico sono scomparsi dal Contratto”.

“Per martedì invito gli altri sindaci del Gargano ad essere insieme a me per protestare per l’ennesima speranza disattesa”, è la proposta che Tavaglione lancia ai suoi colleghi del Promontorio. “E’ importante esserci per chiedere rispetto per i diritti dei cittadini del Gargano”.  

Pubblicato in Politica

Domenica di agosto che caldo fa! recitava una canzone degli anni sessanta. Esattamente come il caldo che ha caratterizzato questa domenica sul Gargano co temperature vicinissime ai 40 gradi. Ma l'estate inizia ad invecchiare e ben presto si libererà del grande caldo. Già dopo Ferragosto le temperature tenderanno a diminuire. "L'anticiclone africano - dicono gli esperti di 3BMeteo -  arretrerà consentendo così uno smorzamento del caldo sull'Italia. Le temperature rimarranno sempre sopra la media ma il caldo sarà più contenuto. Il rinforzo del vortice polare porterà una maggiore spinta delle correnti occidentali sul centro nord Europa con queste che diverranno tese proprio nella zona di confine tra la fascia anticiclonica e la ruota di bassa pressione sulla sulla Scandinavia, ovvero sulla Mitteleuropa.

Pubblicato in Notizie

Cari cittadini di Foggia e Provincia,

La caduta del Governo del cambiamento, voluta scientificamente da Salvini dopo aver “incassato” tutti i provvedimenti legislativi pro-Lega, ultimi dei quali il Decreto sicurezza bis e la TAV, è nascondere, agli elettori del Centro-Sud, la volontà di approvare il Regionalismo differenziato tanto caro alle Regioni del Nord. Se tale Regionalismo fosse stato approvato, dall’ex Governo giallo/verde, l’impoverimento del Sud sarebbe definitivo e l’effetto di tale approvazione si sarebbe concretizzato nel non voto alla Lega, mentre, avendo deciso la crisi di Governo senza che si discutesse del Regionalismo differenziato, ciò porterà la Lega a fare il pieno di voti al Sud, per poi utilizzarli per l’approvazione del suo eterno sogno di “Secessione”, in questo caso economica (il Regionalismo differenziato), unitamente all'uscita dall’euro, che inevitabilmente indebolirebbe l’Europa, progetto sponsorizzato dal suo caro amico Putin e tutto ciò a danno dell’intero popolo Italiano. Personalmente continuerò, come Presidente del Comitato un Baffo per Foggia, a lottare affinchè la Capitanata possa sviluppare il suo sistema infrastrutturale (costruzione 2^ stazione ferroviaria a Foggia) senza fare alcun affidamento su “conquistatori” venuti da altra parte d’Italia (Lega), perché dopo la “raccolta” di voti, questi “signori” utilizzeranno tale consenso per fare unicamente gli interessi dei loro territori di provenienza e magari noi continueremo, dopo il voto, ad imprecare di essere stati defraudati dai “cugini” baresi.

Luigi Augelli presidente il Comitato Un Baffo Ferroviario per Foggia

Pubblicato in Notizie

Arriva l'evento più atteso dell'anno, per la prima volta sul Gargano il Vieste Summer Festival, una spiaggia immensa, ospiti speciali, impianto audio e luci da Festival internazionale sono solo alcuni ingredienti di un evento già pronto a diventare leggenda.

Per questa edizione saliranno sul palco ospiti nazionali del calibro di Luchè, reduce da uno degli album più ascoltati nel 2019, una collaborazione con Sfera Ebbasta per il pezzo "Stamm Fort" e dal suo ultimo libro "Il giorno dopo".

Geolier, già una star nel panorama Trap Italiano, è uno dei giovani più promettenti della scena musicale Italiana, hitmaker di canzoni come "Giro per Secondigliano", "Queen", "Como Te ft. Emis Killa".

E infine Hasta el Amanecer, il party reggaeton più fresco del momento, che assieme ai DJ ufficiali di Radionorba trasformeranno la spiaggia di Vieste in una vera e propria discoteca a cielo aperto a ritmo di reggaeton.

LUCHÈ IN CONCERTO

Dopo il grande successo dell’uscita del suo ultimo album “Potere” entrato direttamente alla numero 1 della classifica FIMI dei dischi più venduti in Italia e dopo un tour invernale che ha registrato sold out in ogni dove, il rapper Luchè torna alla dimensione live annunciando la partenza del “Potere summer tour”, nuovo tour che dal 6 Giugno lo vedrà protagonista per tutta l’estate tra principali club, festival e summer arena lungo tutta la penisola. Il celebre rapper campano, al secolo Luca Imprudente, tra le più interessanti penne della scena urban italiana, può vantare oltre mezzo milione di followers solo su Instagram. L’artista, cresciuto nella periferia di Napoli, ha esordito verso la fine degli anni novanta col gruppo Co’Sang per poi sciogliersi e intraprendere la carriera da solista entrando nell’etichetta di Marracash, ovvero la Roccia music. Considerato come uno degli artisti più originali del rap contemporaneo e contraddistinto da una personalità unica nel suo genere, Luchè negli ultimi anni ha collaborato con i migliori protagonisti della scena rap, da Guè Pequeno a Marracash, solo per citarne alcuni, sino alla recente collaborazione con Sfera Ebbasta nel brano “Stamm Fort”, hit co - prodotta da Charlie Charles e Sick Lucke e già certificata disco di platino. Durante il “Potere summer tour”, il rapper proporrà dal vivo tutti i brani tratti dall’ultimo album che ha conquistato ogni classifica, senza dimenticare i maggiori successi che hanno segnato definitivamente l’inizio della sua carriera. Da “Torna da Me” a “Potere” sino a “Lv & Balmain” feat. Guè Pequeno non mancherà inoltre occasione di ascoltare “O’ Primmo Ammore”, brano il cui video sfiora le 11 milioni di views sulla rete, nonché colonna sonora della nota serie tv Gomorra. Poliedrico e trasversale Luchè in questa nuova e grande avventura live sarà pronto a conquistare i suoi fan con la grande energia che lo ha sempre contraddistinto sul palco.

Per questo evento è abilitato l'acquisto online dell’ingresso in modalità Print-@-Home (stampa a casa).

Pubblicato in Manifestazioni

Dopo il successo della scorsa edizione, torna l’appuntamento con la musica tradi­zionale e le danze popolari di Gargano in Folk, l’evento musicale itinerante organizzato dal Parco Nazionale del Gargano per l’estate 2019. La manifestazione, che si con­cluderà il 24 agosto, è iniziata ieri a Ischitella - Foce Varano e a Monte Sant’Angelo, per poi proseguire a San Nicandro, Rignano, Carpino, Cagnano Varano, Rodi Garganico, Serracapriola, Apricena, San Giovanni Ro­tondo, Mattinata e San Marco In Lamis. Sul palco si alterneranno i migliori rap­presentanti della musica tradizionale e po­polare garganica come i Musici e Cantatori di Carpino, i Rione Junno, le Mulieres Gar- ganiche, la Pacchianella, ì Frizzicaroli, i Sud Folk e i Cantalupi, che al suono della tammorra e della chitarra battente porte­ranno a ballare in strada centinaia di turisti e cittadini.

L’evento, oltre che divertire e allietare le serate estive, si ripropone di trasmettere i valori della tradizione musicale garganica e della cultura popolare locale attraverso rac­conti di vita vissuta e stornelli d’amore, di­ventando così testimone di un territorio af­fascinante e complesso, le cui innumerevoli sfumature - non solo paesaggistiche -, a vol­te, non sono di immediata comprensione.

Pubblicato in Manifestazioni

Il Consiglio di Stato ha appena rimesso in essere il divieto di utilizzo di plastica monouso sui litorali pugliesi, ma la querelle è lontana dall’essere chiusa per i balneari.

«La questione plastica monouso merita molto di più che un semplice divieto all’utilizzo sulle spiagge di Puglia, calato dall’alto in occasione della stesura della Ordinanza Balneare vigente» afferma il presidente Sud Puglia di Fiba Confesercenti Fabrizio Santorsola. «Il tema va condiviso e ar­gomentato, cercando di smuovere le coscienze di tutti gli operatori del settore turistico prima ancora dei soli balneari.

Non dobbiamo solo rinunciare alla comoda ma dannosissima plastica usa e getta, dobbiamo guardare oltre e attuare serie politiche di tutela del mare, dell’acqua potabile, del territorio dove viviamo. E tutto questo va spiegato e non solo imposto: per questo abbiamo avviato con la Scuola di Medicina della Università di Bari un progetto per la ricerca di microplastiche a livello renale, coordinato dal Prof. Polizzi - già Presidente del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università di Bari - con l’interesse del Prof. Loreto Gesualdo, Direttore della Struttura Complessa di Nefrologia, Dialisi e Trapianto nonché Presidente Fondazione Italiana Del Rene (FIR)».

«Tutto quello che ingeriamo infatti - afferma il Prof. Polizzi - attraverso l’intestino passa nel nostro sangue e viene filtrato dei reni, dove talvolta si deposita. La continua ingestione di plastica contenuta nei pesci di cui ci cibiamo, potrebbe cau­sare nel lungo periodo patologie croniche proprio a livello renale. La ricerca che stiamo per varare, tende proprio a scoprire questo».

«Il danno causato all’ambiente da un uso eccessivo di ma­teriale plastico poi non correttamente eliminato» dice An­tonella Leone, ricercatrice del Cnr «è evidente. Legislatori, imprenditori e tutta la società civile devono avviare respon­sabilmente ogni possibile azione che possa invertire la ten­denza contro l’uso dissennato della plastica.

Pubblicato in Ambiente

Una estate che vede im­pegnato attivamente il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia, Giuseppe Tu­lipani, che ha deciso di visitare ospe­dali e strutture psichiatriche proprio nel mese più caldo di una un periodo che le temperature raggiungono pic­chi altissimi. Ha iniziato con il Re­parto Psichiatria del Policlinico di Bari. L'atteggiamento è garbato e col­laborativo di chi vuole rilevare buo­ne prassi e criticità di un sistema socio sanitario che secondo l'idea del Garante, dovrà raggiungere livelli di qualità elevata nella cura di amma­lati e persone con disabilità. Un idea utopica di chi non si arrende a ima burocrazia fatta di procedure farra­ginose che bloccano ogni buona in­tenzione e per questo nel suo per­correre la Puglia, incontra senza so­sta disabili, famiglie, associazioni e gruppi. Particolarmente significati­vo e stato rincontro con i dirigenti nazionali della «Lega del Filo d'Oro» e rincontro a Cerignola con Sara Ciaffardoni, di anni 13, affetta da una malattia rara gravissima. Sara, che ha ima corrispondenza fittissima con Papa Francesco, la mattina dopo ha inviato come sua abitudine ai tan­tissimi suoi seguaci sui sociali un messaggio: «ieri ho incontrato il Ga­rante della Regione Puglia che si im­pegnerà a portare nelle sedi oppor­tune soluzioni per tanti problemi. È stato un incontro gioioso». Così il Garante Tulipani visita strutture ed acquisisce metodi nuo­vi, incontra per strada genitori che desiderano rivolgere le loro istanze o semplicemente conoscerlo per essere ascoltati senza chiedere nulla anzi, per offrirgli sostegno e disponibilità. Entra nelle aule di terapia, ascoltato gli operatori. Stringe mani e abbrac­cia bambini come Mario e Davide, autistici, che si fanno guardare negli occhi. Raccogli documentazione per iniziare a comporre un suo dossier per portarlo a conoscenza al Mini­stero della Sanità e agli Uffici pre­posti della Regione Puglia, peroran­do le cause delle famiglie che, pur di far progredire i propri figli, sosten­gono le spese per terapie private. Con il suo Ufficio, nell'attesa di riprendere l’attività formata da atti amministrativi, conclude la pausa estiva con la sottoscrizione del Pro­tocollo d'Intesa con l'Uneba - Fede­razione Regionale Uneba Puglia Area Bari e Provincia rappresentata da Leonardo Guaricci, la presenza del Dirigente della Sezione Studio e Supporto alla Legislazione e alle Po­litiche di Garanzia, Giuseppe Musicco e dell'avvocato Iacobone.

Pubblicato in Sanità
Domenica, 11 Agosto 2019 10:18

“LA SCIABICA DI MANFREDONIA”

" Si svolgerà Mercoledì 14 Agosto, presso la spiaggia libera Castello di Manfredonia, la manifestazione de la “Sciabica”, organizzata dall’associazione turistica Pro Loco di Manfredonia, che curerà i dettagli insieme ai pescatori della città.

 “La Sciabica”, termine che deriva dall’arabo “sabaka” che significa rete,  è l’evento che rievoca un antico metodo di pesca effettuato con una rete  azionata manualmente e a strascico per pesce piccolo, usata sotto costa, in bassi fondali. La tecnica di pesca con la sciabica prevede di mantenere un capo della rete a terra e l'altro su una barca a remi che, dopo essersi allontanata in mare, lo riconduce nuovamente a terra. Per raccogliere il pescato la sciabica viene tirata a terra da due squadre di pescatori. La rievocazione è organizzata in ricordo di Michele Carpano detto “panzerotto” storico capo ciurma delle passate edizioni della “sciabica”, in collaborazione con i pescatori dell’epoca che insceneranno la rievocazione, facendoci rivivere le emozioni di un tempo.

L’associazione Pro Loco di Manfredonia da anni cerca di valorizzare la storia e le tradizioni della città, rivisitandone gli usi e i costumi dell’epoca. La rievocazione del la “Sciabica” rappresenta un’occasione per raggiungere tale obiettivo - dichiara Francesco SCHIAVONEpresidente della Pro Loco – l’evento, infatti, appassiona anche i turisti presenti in città coinvolti dalla storia, la voce e il cuore dei nostri saggi pescatori che, indossando i costumi dell’epoca, ci riportano indietro nel tempo. Ringrazio i soci della Pro Loco che hanno contribuito fattivamente all’organizzazione dell’evento e il Gal DaunOfantino e il Touring Club Italiano del Club di Territorio di Manfredonia per aver patrocinato l’evento.”

L’animazione sarà diretta dallo storico duo de i “Forbicioni”, composto da Franco Rinaldi e Lello Castriotta che da sempre contribuiscono, alla crescita culturale della città con la loro propensione  alla valorizzazione della patrimonio di conoscenze locali.

L’evento sarà replicato Mercoledì 28 Agosto, presso Spiaggia libera Castello a Manfredonia.

 La Pro Loco sei anche TU!"

Pubblicato in Manifestazioni

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -