banner_Edicola Mastromatteo
Articoli filtrati per data: Sabato, 17 Agosto 2019 - Rete Gargano
L' attività di controllo e repressione poste in essere dal personale della Delegazione di Spiaggia di Peschici, unitamente a tutti i militari del Circondario Marittimo di Vieste, ha indotto gli stessi cittadini, autori di illeciti in materia, a procedere autonomamente alla demolizione delle opere non autorizzate in tutto il territorio di del Comune di Peschici edi Vico del Gargano (San Menaio). Proprio durante la prima settimana di agosto è avvenuta l’ultima autodemolizione su di un’area sottoposta a vincoli paesaggistici, nonché all’interno del demanio marittimo e relativa fascia di rispetto, e di cui numerose sono state le segnalazioni all’Autorità Giudiziaria, con relativi sequestri di iniziativa e delegati susseguitisi negli ultimi quattro anni. La Guardia Costiera di tutto il Circondario Marittimo di Vieste continuerà tale azione repressiva senza soluzione di continuità contrastando gli illeciti che comportano il deturpamento delle bellezze naturali del territorio.
Pubblicato in Notizie
Cibo e solidarietà, un binomio voluto dalla famiglia Bezzi, titolare dello storico villaggio turistico Baia Calenella, uno dei primi camping del Gargano, e dal direttore della struttura Enzo Azzarone. Ieri sera è andata in scena la 19^ edizione dela rassegna "Stand Gastronomici Regionali" i cui artefici sono stati gli stessi ospiti del villaggio impegnati a preparare le varie specialità dei propri luoghi di provenienza. Un ricco menù a base di prodotti tipici di almeno una decina di regioni italiane, dalla Lombardia al lazio, dalle Mrche all'Emilia Romagna, dal Trentino Alto Adige alla Toscana e ovviamente alla Puglia. Tra i vari piatti tipici: strozzapiedi con speck, zucchine e pancetta, ravioli al ragù, polenta con salsiccia, piadine romagnole, bruschette garganiche, orecchiette con le cime di rapa. I tanti ospiti hanno trascorso una serata all'insegna del relax, scoprendo la cucina italiana, assaporando tante pietanze. Poi musica e balli in riva al mare e gli spettacolari fuochi pirotecnici nello specchio acqueo della suggestiva baia di Calenella. L'incasso della serata è stato devoluto in beneficenza ad una associazione che si occupa della sindrome di Kartagener, una malattia rara, conosciuta anche come discinesia ciliare
Pubblicato in Notizie
In questi giorni è ancora possibile trovare qualche tartaruga marina che tenta di nidificare lungo le spiagge sabbiose del Gargano. "In tal caso - spiega il naturalista Maurizio Marrese - evitate il più possibile il disturbo (foto, assembramenti, rumori etc.), controllate che non restino bloccate da lettini e/o ombrelloni etc., seguite a distanza il punto dove scavano per depositare le uova (servirà per tutelare il nido durante il periodo di schiusa) e chiamate subito il 1530 della Guardia costiera e, mio consiglio, contattate qualche associazione ambientalista o naturalista esperto. Sono animali rarissimi e bisogna tutelarli. Altresì anche le loro "piste" lasciate sulla sabbia possono essere un utile indizio per capire del loro passaggio".
Pubblicato in Notizie

Questa sera tra purezza e combinazione di sapori l’eccezionale DUO dei
 
MAESTRI:
Alessio Walter De Palma (tenore)
Giuseppe Giannetta (baritono)
TRA LIRICA E POP

Ristorante IL CAPRICCIO

Armonia tra cielo e terra…

Località Porto Turistico - Vieste –
tel 0884 705073 –
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Inizio ore 20:30

Pubblicato in Avvisi
Per molti italiani oggi è l'ultimo giorno di vacanze, per molti altri le vacanze sono in corso, ma per la maggior parte iniziano solo oggi. Già, proprio oggi 17 agosto, perchè da alcuni anni gli italiani scelgono gli ultimi giorni di agosto per andare in ferie in quanto i costi sono più contenuti. Il Gargano, con Peschici e Vieste mete preferite, da oggi al 31 agosto registra il tutto esaurito. Questa mattina traffico da bollino rosso su quelle strade che portano al mare, soprattutto sulla statale 89 garganica tra Manfredonia e Mattinata e sulla sp 53 tra Mattinata e Vieste dove si sono verificate lunghe code. Traffico a rilento anche sulla SSV del Gargano in direzione Peschici-Vieste. Non sono mancati piccoli incidenti dovuti alla solita negligenza degli automobilisti che non rispettano i limiti di velocità. Lunghe code anche in uscita dal Gargano in direzione autostrade. Tempo buono con temperature gradevoli su tutto il Promontorio.
Pubblicato in Notizie
Sabato, 17 Agosto 2019 15:01

AL VIA GARGANO IN DANCE!

Dal 3 al 6 settembre 2019 a Mattinata la prima edizione del Camp intensivo di Danza Gargano in Dance

Gargano in Dance è un Camp Intensivo dedicato al mondo della danza, con focus su Moderno e Hip Hop, che si terrà a Mattinata presso la location dell’Hotel La Rotonda, dal 3 al 6 settembre 2019.

Il Camp è promosso e organizzato in collaborazione con Uisp e Hotel La Rotonda di Mattinata. Già da questa prima edizione Gargano in Dance sta sviluppando numeri importantissimi, sintomo sia della richiesta del territorio rispetto a manifestazioni di questo genere, sia della crescente attenzione verso percorsi professionalizzanti nel mondo della danza. I numeri di questa prima edizione:

-       10 insegnanti;

-       70 partecipanti;

-       30 ore di lezioni intensive in quattro giorni;

-       ballerini professionisti e coreografi di fama mondiale.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

A Gargano in Dance possono partecipare sia singoli ballerini di livello Avanzato e/o Intermedio, sia scuole di danza interessate a percorsi di approfondimento per i propri allievi nei diversi stili e generi di danze urbane e contemporanee. Ci sono ancora posti disponibili sia nella formula DAY che nella formula OPEN.

 

IL CORPO DOCENTI DI GID2019

Per questo suo “numero zero”, la manifestazione conta già nel suo corpo docente nomi di rilievo del panorama coreografico italiano e internazionale.

-     Steve LaChance - Ballerino, coreografo e insegnante statunitense. Una carriera ricca di successi in tutto il mondo, impossibile da racchiudere in poche righe. Approda in Italia nel 1985, conosciuto al grande pubblico grazie a programmi televisivi molto seguiti.  Dal 2008 è attiva anche la prima scuola di danza che porta il suo nome, la "LaChance Ballet".

-     Michele Sarcina Ballerino e coreografo italiano. Nasce come insegnante di hip hop conseguendo gli studi presso la MC Hip Hop School della Cruisin con i formatori Omid Ighani e Marisa Ragazzo. Si specializza poi nella VIDEO DANCE, conseguendo meriti e riconoscimenti come coreografo. Ha studiato con esponenti di fama mondiale, approfondendo le sue conoscenze a New York e Los Angeles.

-     Zita Nagy Ballerina e coreografa professionista ungherese, ha iniziato a danzare all’età di 8 anni. Tra il 2003 e il 2009 ha partecipato a diverse competizioni internazionali vincendole. Si è trasferita a Budapest dopo il diploma e dal 2016 è insegnante presso la R3DONE di Budapest, la scuola di danza fondata da Duc Anh Tran, al momento una delle scuole di danza più importanti e di tendenza nel settore dell’Hip Hop. Il videoclip di Puri "CONO" Choreography ha raggiunto, in poco più di 6 mesi, oltre 15 milioni e mezzo di visualizzazioni su Youtube.

-     Peter Valentin Ballerino e coreografo di Santo Domingo, si avvicina da bambino alla danza, seguendo suo fratello, Miguel Valentin, nelle sue lezioni di Hip Hop in varie scuole in tutta Italia. Nel 2005 entra a far parte dei Maliantes Dance Project. Nel 2006 vince il primo concorso nazionale come ballerino, giudicato da Michel Forget, Alfonso Paganini e Alex Atzewi. Nel 2010 comincia ad affermarsi a livello nazionale ed europeo e si esibisce in tour sotto la direzione coreografica del ballerino e coreografo di fama internazionale Sponky Love. Nel 2012 entra a far parte degli N.ough Company, Compagnia creata da Alessandro Steri e Filippo Ranaldi, partecipando a Showcase e gare in tutta Europa.

-     Micky P Ballerino e coreografo italiano, specializzato in Hip Hop. Testimonial per alcuni brand emergenti come Los Santos e Starter Black Label, Micky P fa anche parte dei Dangerous Crew e di Rest in Puglia. Grazie all’esperienza formativa maturata in America, ha avuto la possibilità di sviluppare il proprio talento ed accrescere le proprie competenze studiando con insegnanti di fama mondiale. Ha consolidato la sua formazione artistica anche partecipando a progetti come Familia Rhome Mentorship Program. Insegna Hip Hop in diverse scuole pugliesi.

-     Federica Soncin, Ballerina e creografa italiana. Ha studiato per 7 anni presso la sua scuola, IntiDanza dall’hiphop al contemporaneo fino all’afro. Si trasferisce a Milano, intraprendendo 2 anni di studio presso la MODULO FACTORY. Entra a far parte della Megacrew italiana N.ough, con la quale partecipa al WOD Olanda ed Italia, posizionandosi al primo posto in entrambe. Conclusi i due anni accademici, vuole continuare a studiare, lavorare e iniziare a creare per il suo futuro una realtà Italiana nuova ed interessante.

-     Valentina Vernia Ballerina professionista specializzata in Hip Hop. Concorrente e finalista di Amici 18, la sua passione nei confronti della danza è così forte ed inizia così presto che Valentina la trasforma in un vero e proprio lavoro. Entra nel cast del corpo di ballo di Dance Dance Dance, talent show di Fox Networks Group Italy, in onda in prima serata da dicembre 2016 sui canali satellitari Fox Life e Fox. Ha fatto parte anche del corpo di ballo di X Factor, sotto la direzione di Roberto Ferrari. Nel 2019 ha ballato anche nelle coreografie dello show di Al Bano, 55 passi nel sole, trasmesso su Canale 5.

-     Lady Cun Faya, Insegnante, coreografa e ballerina di Dancehall, classe 1994. Ha iniziato la sua carriera in Italia vincendo quasi tutte le battaglie di Dancehall freestyle 1vs1. Da quando si è trasferita a Parigi (2012) ha iniziato a creare video sul suo stile e sulla sua visione della danza. È una delle migliori ballerine della scena underground di Parigi. Ha iniziato a tenere workshop nel 2014 in Francia e all'estero e frequenta regolarmente corsi a Parigi dal 2013. Ballerina ufficiale di DJ Gruff, che ha introdotto la cultura hip hop in Italia.

-     Jasmine Andriano, ballerina professionista e coreografa italiana.

-     Tonio Ronzino, ballerino professionista.

Dopo essersi formati a New York e Los Angeles, sono i rappresentanti di C-FAM Italia, nonché  componenti di C-FAM Olanda. Nel 2018 hanno vinto il premio Crowd Favorites al WOD. Insegnanti a Camp ed Eventi come: I Dance Camp, Flava Camp, Salento Be Dancers, WSB Winter Camp, Bounce Factory Dance Studio Bari, Easter Camp in Portogallo. Di rilievo l’esperienza presso la Chapkis Dance Family, compagnia di danza creata nel 2004, per la formazione di ballerini e coreografi professionisti, da Greg Chapkis, attuale coreografo di Daddy Yankee, Ozuna e tanti altri artisti di rilievo. Nel 2019 hanno partecipato a Italia’s Got Talent.

Info: +39 347 566 5222

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Spettacolo

La sezione Garganica del Centro Studi Storici e Socio-Religiosi in Puglia, già insignita nel 2017 della Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana, On. Prof. Sergio Mattarella, per la Giornata di studi “Devia Millenaria”, ha pubblicato una monografia sull’Arciconfraternita del Sacratissimo Rosario e della Santissima Trinità di San Nicandro Garganico. Il volume costituisce un tributo che il Centro Studi ha voluto offrire all’Arciconfraternita in occasione del III centenario dalla sua erezione canonica (1718-2018). Ne è autore uno studioso insigne e affermato, Gianclaudio Petrucci, con al suo attivo alcune pubblicazioni, tra le quali spicca la fondamentale e preziosa opera “Gli affreschi della chiesa di S. Maria di Devia” (Foggia, 2015).

 Il titolo dato al lavoro che si presenta in questa sede è “Nos igitur dictam confraternitatem instituendi licentiam concedimus”, ed è la formula con la quale il Ministro Generale dell’Ordine Domenicano, P. Antonino Cloche, in una Bolla datata 6 gennaio 1718, autorizzava l’istituzione della confraternita domenicana in San Nicandro. Una scelta, questa, per legare ancora di più il libro alla ricorrenza e alle celebrazioni del III centenario.

 La ricerca è stata salutata con vivo entusiasmo dai massimi esperti dell’associazionismo laicale, e della storia della devozione e della religiosità.

 Il Prof. Cosimo Damiano Fonseca, accademico dei Lincei, già Rettore dell’Università della Basilicata nonché iniziatore e coordinatore degli studi sull’istituzione confraternale in Puglia, ritiene che questa indagine abbia il grande merito di aver raccolto, organizzato, e reso intelligibile tanti documenti sparsi e spesso parziali, e si dice convinto che la pubblicazione «contribuirà a ricostruire adeguatamente il fenomeno confraternale che è tanta parte della religiosità del Mezzogiorno».

 Per la Prof.ssa Liana Bertoldi Lenoci, già docente di storia moderna e contemporanea negli atenei di Bari e Trieste-Gorizia, fondatrice e già Presidente del Centro Studi Storici e Socio-Religiosi in Puglia, autrice di oltre trenta pubblicazioni inerenti l’associazionismo laicale (non solo cristiano), «particolarmente interessante è la ricerca del dottor Petrucci riguardante l’Arciconfraternita Domenicana del Sacratissimo Rosario e della Santissima Trinità di San Nicandro Garganico (FG) perché soddisfa diverse esigenze. La prima è quella di inserirsi nella storia generale delle confraternite laicali presenti presso tutte le religioni del mondo. La seconda è quella di innestarsi nella storia delle confraternite nel mondo europeo cattolico e luterano. La terza, infine, è quella inscriversi nella storia delle devozioni universali per i culti cristologici, mariani, dei santi e delle sante universali e locali. È in questo contesto che lo studio del dottor Petrucci si colloca e costituisce una notevole tessera del mosaico confraternale regionale, nazionale, europeo e mondiale».

 La Prof.ssa Anna Maria Tripputi, già docente di Storia delle tradizioni popolari presso la Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Bari, ricercatrice della religiosità popolare analizzata nelle sue varie manifestazioni, Presidente del Centro Studi Storici e Socio-Religiosi in Puglia, ha così accolto questa pubblicazione: «Numerosi e approfonditi sono gli studi sul fenomeno confraternale in generale e su quello pugliese in particolare. Altrettanto importanti sono gli studi sulle confraternite locali, spesso prive di una adeguata documentazione ma fondamentali per la vita sociale e religiosa dei vari paesi e di un intero territorio. È questo il senso e il valore del lavoro di Gianclaudio Petrucci, che da anni si occupa di storia locale e ricerca le radici di una cultura che, priva di documentazione, vivrebbe solo nella memoria di pochi. Un lavoro pregevole e interessante, dunque, quello di Gianclaudio Petrucci, che restituisce alla sua città un frammento della sua storia. Storia devota e storia sociale; non la storia dei grandi eventi e dei grandi uomini, ma la storia quotidiana di tutta la collettività, storia di vita e di fede che va raccontata prima che se ne perda la memoria».

 Anche P. Mario Villani, già Direttore della Biblioteca “P. Antonio Fania” del Convento di S. Matteo a San Marco in Lamis, docente, esperto di storia e religiosità garganica, ha avuto parole di elogio: «Il tema dei Beni culturali delle confraternite avrebbe bisogno di un lungo approfondimento. I dipinti e le statue, spesso di grande valore artistico, le raccolte di paramenti e arredi sacri, magistralmente proposti da Gianclaudio nel suo lavoro, rappresentano un patrimonio pubblico di grande interesse. Documentano, altresì, un sistema di rapporti con artisti e istituzioni, e, insieme, la capacità di una società ingiustamente chiamata chiusa e disinteressata ad aspetti della conoscenza che non siano diretti esclusivamente alla soddisfazione di bisogni materiali».

 In “Nos igitur dictam confraternitatem instituendi licentiam concedimus” Petrucci conferma pienamente le sue eccellenti doti di studioso profondo e acuto. Con stile chiaro e scorrevole, ricco di contenuto, con competenza e scrupolosità critica fa oggetto della sua lineare e bene strutturata disamina non solo la storia dell’Arciconfraternita, ma tutti i manufatti artistici in custodia al sodalizio. Dati e notizie di natura storica, artistica e sociologica sono esposti e considerati con rigorosa precisione e con tanta perspicuità da rendere semplice e gradevole il complesso argomento trattato. L’appassionata e attenta analisi di documenti archivistici e di testi antichi e moderni consente all’Autore di emendare arbitrarie approssimazioni contenute in alcuni scritti, a lungo considerati attendibili, ormai entrati nella “vulgata versio”, e perciò difficili da correggere. È il caso della convinzione, priva della benché minima plausibilità, che la prima sede della confraternita fu la Cappella del Buon Consiglio: tale notizia, apparsa per la prima volta negli anni ’80 del Novecento, è stata pedissequamente riportata nelle pubblicazioni successive (l’ultima in un opuscoletto del 2018). Petrucci, documenti alla mano, smentisce tale infondata ipotesi, collocando nella chiesa del Carmine di San Nicandro l’altare della confraternita. Rilevante anche l’appendice contenente la trascrizione dei principali documenti utilizzati, e l’elenco cronologico dei Priori e dei Cappellani.

 Per i suoi plurimi pregi quest’opera si presenta da sé, e non difetterà di essere letta con vivo appagamento da chi ama la storia e l’arte religiose, ma è auspicabile che il pubblico sappia trarre beneficio dall’esempio di fede intensa e laboriosa dei nostri avi, quale si rivela fulgidamente nelle pagine del libro.

 Particolarmente encomiabile è la scelta di realizzare la pubblicazione con la formula on demand: in un momento in cui l’attenzione alla sostenibilità ambientale è giustamente in crescita, e caldeggiata anche da papa Francesco, optare per una edizione che non preveda la stampa di un numero preciso di esemplari è davvero lodevole. In questo modo si riduce lo spreco di carta, e vengono stampate solo le copie richieste dai lettori. Per questo motivo il libro non è disponibile in libreria, ma è ordinabile online (https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/religione/452489/nos-igitur-dictam-confraternitatem-instituendi-licentiam-concedimus), pagandolo con una qualsiasi carta di credito, debito o prepagata, e ricevendolo comodamente a casa dopo pochi giorni.

Autore: Gianclaudio Petrucci

Titolo: Nos igitur dictam confraternitatem instituendi licentiam concedimus

Sottotitolo: Note sulla storia dell’Arciconfraternita del Sacratissimo Rosario di San Nicandro Garganico nel III centenario dalla sua erezione canonica

Editore: GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.

Anno: 2019

ISBN: 978-88-92357-46-4

Prezzo: € 20,00

Pubblicato in Cultura
La "tre giorni ferragostana" appena trascorsa, il periodo più "caldo", in ogni senso, dell'estate, quest'anno è stata caratterizzata dalla praticamente totale assenza di gravi incidenti e turbative dell'ordine e della sicurezza pubblica. Il dato, di non poco rilievo in una provincia tanto vasta e territorialmente diversificata, va senz'altro a merito di una sempre più sentita e diffusa educazione civica dei singoli, ma altrettanto all'impegno di chi, in silenzio e sempre con discrezione, ha trascorso il periodo normalmente dedicato a famiglia e relax a vegliare e controllare che nulla potesse rovinare la festa. Uomini e donne dell'Arma foggiana, infatti, nei loro 58 presidi sul territorio, hanno vigilato sulla sicurezza stradale, lungo le vie urbane, le arterie principali e le stradine di campagna, sul regolare andamento della vita dei centri più popolosi e delle contrade più lontane, sul rispetto delle norme che tutelano la salute delle persone in ristoranti, lidi balneari e altri locali pubblici, sull'impossibilità di interferire negativamente con la serenità delle persone libere da parte dei numerosi soggetti sottoposti ai rigori della Legge, pur in forme detentive alternative alla reclusione carceraria. Di giorno e di notte i Carabinieri hanno perlustrato, controllato, ispezionato, perquisito e sanzionato quanto in ogni altro periodo, ma con la consapevolezza di una maggiore responsabilità, derivante dal diffuso clima di spensieratezza che generalmente si impadronisce di chi gode di un periodo di festa in famiglia o con gli amici. L'estate 2019 comunque, anche se ha da tempo effettuato il giro di boa, continua, e con essa anche l'impegno dei Carabinieri affinché nella memoria di residenti e turisti ne rimangano solo ricordi di gioia, serenità e sicurezza. RIASSUNTO DATI STATISTICI DI PARTICOLARE INTERESSE: − MILITARI IMPIEGATI: 785; − PATTUGLIE/PERLUSTRAZIONI EFFETTUATE: 385; − MEZZI CONTROLLATI: 1893; − PERSONE IDENTIFICATE: 2747; − CONTRAVVENZIONI AL C.D.S. ELEVATE: 383 (PER UN TOTALE DI 77774,10 EURO); − CONTESTAZIONI PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA (ALCOLICA E DA STUPEFACENTI) EFFETTUATE: 6; − PATENTI RITIRATE: 12; − MEZZI SOTTOPOSTI A SEGUESTRO O FERMO: 92; − ARRESTATI/DETENUTI DOMICILIARI CONTROLLATI: 1358; − ATTIVITÀ RICETTIVE, DI RISTORAZIONE, INTRATTENIMENTO, ETC., CONTROLLATE: 215; − CONTRAVVENZIONI NELLO SPECIFICO SETTORE ELEVATE: 16 (PER UN TOTALE DI 19738,00 EURO, 4 PROPOSTE DI SOSPENSIONE DELLE LICENZE); − PERQUISIZIONI EFFETTUATE (PERSONALI E DOMICILIARI): 119; − ARMI SEQUESTRATE: 5; − STUPEFACENTI SEQUESTRATI: GR. 257,81; − SEGNALAZIONI AMMINISTRATIVE DI TOSSICOMANI EFFETTUATE: 37; − PERSONE ARRESTATE: 11; − PERSONE DENUNCIATE A PIEDE LIBERO: 57.
Pubblicato in Notizie

- 27

17 Agosto 2019

     La santità per essere autentica deve essere certa. Due sono gli organismi che la Chiesa locale mette in campo per verificare la santità: il Tribunale ecclesiastico e la commissione storica ed archivistica. Il Tribunale volge la su attenzione alle persone che hanno conosciuto il candidato alla santità. Li interroga e ne raccoglie la memoria viva. La Commissione storica rivolge invece la sua attenzione ai documenti storici a cominciare dagli scritti del candidato per finire alle pubblicazioni, alle testimonianze e alla consultazione degli archivi relativi al Servo di Dio. Raccolto tutto il materiale a livello diocesano, il processo passa al vaglio della Sacra Congregazione dei Santi che ne verifica l’esattezza processuale e dichiara la venerabilità del candidato.

     Il tutto ha bisogno della comprova di due miracoli per riconoscere e proclamare la beatificazione prima e la santità poi. Nel processo di don Antonio noi siamo giunti alla conclusione a livello diocesano. È un traguardo importante, perché ora la Causa intraprende un’altra strada che terminerà, ce lo auguriamo tutti, con la proclamazione della santità.

Pubblicato in Società

Gentilissimi, vi scrivo perché ormai siamo all’esasperazione. Da circa una settimana a Monte Sant’Angelo stiamo vivendo una situazione paradossale, che ci sta portando a mettere alla prova i nostri nervi. Infatti, da lunedì 12 agosto molte zone della città e tutte le abitazioni dei piani alti della città sono senza acqua. Purtroppo, sia l’Acquedotto sia l’Ente comunale si sono accorti di questo a danno già fatto: non ci basta che si scriva un avviso sul sito del Comune o che il Comune dica in piena emergenza, alla vigilia di Ferragosto, che Acquedotto pugliese deve intervenire; no, non basta questo, perché noi siamo stati a Ferragosto, i giorni prima, ma anche oggi senza un goccio d’acqua. E non sono certamente le botti messe nelle piazze per approvvigionarci, quasi come se fossimo in una zona di guerra bombardata, a far passare o anche solo alleviare il problema: una città come Monte non merita questo. Qualcuno deve pagare per questi gravi danni a tutti noi, perché, ripeto, non è normale che io, e come me tanti altri miei concittadini la mattina, mi sveglio sapendo che non potrò uscire di casa, non avendo potuto soddisfare le minime esigenze igieniche. E né si può pretendere che sopperisca tutto con l’acqua minerale, perché i cittadini già pagano un servizio, indecente possiamo dire, ad Acquedotto pugliese, un servizio pagato come l’oro ma che vale meno del ferro arrugginito. Spero intervenga qualcuno per darci una mano e per toglierci dall’esasperazione. Non accettiamo solo la solidarietà, ma pretendiamo che chi ha responsabilità faccia i fatti. Grazie. 

Giuseppina Nanni, Monte Sant'Angelo

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Reporter della tua città

13 Settembre 2019 - 10:15:45

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Tancredi, il Gargano negli occhi e nel cuore nei fascinosi “Racconti di viaggio”

Il Gargano di Antonio Beltramelli, di Riccardo Bacchelli, di Anna Maria Ortese, di Pier Paolo Pasolini è stato raccontato con roc­chio del forestiero che s’inoltra in una realtà…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -