Articoli filtrati per data: Sabato, 03 Agosto 2019 - Rete Gargano

Il sindaco di San Severo, Francesco Miglio, condanna l'episodio verificatosi nei confronti di una coppia gay, rifiutata da una struttura ricettiva della città dauna, e invita i ragazzi a tornare a San Severo.
"Sono mortificato e molto dispiaciuto per quanto accaduto a quei due ragazzi non ricevuti in un B&B della mia città perché omosessuali.
Mi auguro che loro possano presto tornare a San Severo, saranno ospiti degli amministratori comunali. 
Noi li aspettiamo, perché la nostra è una città che accoglie, non discrimina e, soprattutto, non è omofoba. Perchè San Severo, la città di cui sono sindaco dal 2014, è una comunità di persone accoglienti, affabili, ospitali".

Pubblicato in Notizie

"Nell’ augurare buon lavoro all’ avv.Massimiliano Arena nominato dalla Regione Puglia, senza nessuna condivisione con gli enti territoriali soci fondatori (Comune, Provincia e Camera di Commercio di Foggia) nuovo Commissario della Fiera di Foggia, penso che sia giunto il momento di superare questa fase commissariale che dura da oltre 4 anni, ridando una governance all’ente fiera che in questi anni ha registrato un declino imbarazzante.
Dobbiamo lavorare insieme per rilanciare e valorizzare una struttura che in passato è stata il fiore all’occhiello della città di Foggia e di tutta la Capitanata, se invece la Regione pensa di poter governare questi processi in maniera solitaria, forse, e lo dico con sommo rammarico, è tempo che gli enti territoriali ne prendano atto con l’uscita dall’assetto societario dell’Ente Fiera". E' il duro commento del presidente della Provincia, Nicola Gatta. Tutto vero caro presidente, ma una volta tanto non prendiamocela sempre con l'avversario politico di turno. La campagna elettorale per le regionali incombe, ma una volta tanto diciamo che questo territorio ha una classe imprenditoriale e politica debole e poco qualificata. 

Pubblicato in Notizie
La giunta regionale  ha deliberato di designare Commissario straordinario della Fiera di Foggia  Massimiliano Arena, avvocato di grande esperienza, di recente insignito  del premio best legale tech startup.
Compito del Commissario sarà quello di portare a termine le procedure per l’organizzazione e la gestione delle manifestazioni fieristiche e adeguare l’assetto giuridico e lo statuto dell ente fiera alla normativa.
Il mandato del Commissario, che ha carattere gratuito, avrà termine con il completamento  delle procedure per la riorganizzazione e comunque cesserà con lo scadere dell attuale governo regionale.
Il presidente della Regione Puglia ringrazia il commissario uscente Gianni Pennisi, funzionario della regione Puglia, che ha svolto il suo compito con successo predisponendo la fiera di Foggia al passaggio all’avv. Arena.
Pubblicato in Notizie
   

Nell’ambito delle attività di contrasto al traffico illegale di sostanze stupefacenti da parte del Comando Provinciale Carabinieri di Foggia, i Carabinieri della Tenenza di Vieste, insieme ai militari dell’11° BTG “Puglia di Bari”, hanno rinvenuto oltre mezzo kg di marijuana occultato da ignoti nella vegetazione. Oltre alla droga, collocata all’interno di due buste di cellophane, c’erano anche dei bilancini di precisione e dei coltelli, il tutto quindi a testimonianza che si trattava probabilmente di droga ivi occultata in quanto destinata allo smercio c.d. “su piazza”. Durante il periodo estivo, come è noto, con l’arrivo di turisti, aumenta inevitabilmente anche il pericoloso fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti soprattutto nelle zone balneari, dove appunto si concentrano maggiormente i giovani. Proprio per tale ragione, i militari dell’Arma, con una vera e propria pianificazione strategica, hanno intensificato le attività di controllo del territorio al fine così di monitorare il fenomeno e così contrastarlo efficacemente. Gli investigatori sono ora sulle tracce degli sconosciuti spacciatori. Le indagini quindi continuano, come anche la “guerra” al traffico di droga.  

Pubblicato in Notizie

 Due unità della Guardia Costiera di Termoli e Tremiti, sono intervenute presso l’isola di Capraia (Arcipelago delle Isole Tremiti) per prestare soccorso ad una unità a vela in procinto di affondare.

L’unità a causa del repentino cambio delle condimeteo in zona ha urtato contro gli scogli nei pressi di “Cala Sorrentino”, ed a causa di una falla apertasi nello scafo è rapidamente affondata, mentre i quattro occupanti, gettatisi in acqua, sono rimasti aggrapparsi alle coste rocciose dell’arcipelago.

Con le pessime condizione del mare in poco tempo gli equipaggi delle due unità della Guardia Costiera hanno sfidato le onde avvicinandosi con grande perizia marinaresca agli scogli e sono riusciti a recuperare i naufraghi.

La Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Termoli raccomanda la massima prudenza nell’intraprendere la navigazione, ricordando sempre di verificare le previsioni meteo e che in caso di emergenza in mare è sempre attivo, sul territorio nazionale, il “Numero Blu 1530”, un servizio gratuito per il cittadino, grazie al quale è possibile comunicare con la Capitaneria più prossima alla località da cui viene effettuata la chiamata di emergenza, anche se questa avviene da telefonia mobile.

Pubblicato in Notizie

Appuntamento sul Gargano, dal 4 all’8 settembre 2019, per la prima edizione del “Gargano Media Festival” che propone ragionamenti sui nuovi media e sul futuro della comunicazione.

L’evento - realizzato da Comune di Vico del Gargano-Assessorato alla Promozione del Territorio, Comune di  Peschici e Pro Loco San Menaio & Calenella, con il sostegno di Regione Puglia e Ferrovie del Gargano - vedrà la partecipazione di alcuni tra i volti più noti di tv, cinema, sport, spettacolo e giornalismo del panorama nazionale.

Secondo un’analisi Censis di fine 2018, il 97% delle famiglie italiane possiede un apparecchio televisivo, il 22,1% un pc desktop, il 48,1% un portatile ed il 26,4% un tablet. L'82% delle famiglie italiane possiede un collegamento internet ma solo la metà di esse ha sia una connessione domestica che mobile, e una su tre utilizza solo la connessione tramite mobile. I disconnessi, cioè le famiglie senza connessione a internet, sono il 17,8% degli intervistati, pari a 4,3 milioni di persone.

Il “Gargano Media Festival” nasce per riflettere su questi dati, per provare ad analizzare l’evoluzione della comunicazione in Italia e i possibili scenari futuri.

E lo fa con un format che prevede un’intervista/dibattito a tema su media, social network, nuovi linguaggi ed evoluzione della comunicazione condotta dal giornalista Sky Stefano Meloccaro.

A parlarne con lui saranno Massimo Giletti, Neri Marcorè, Gianfranco Vissani, Arrigo Sacchi e Walter Veltroni.

«Sono entusiasta di questo evento che è in linea con la volontà di promuovere attività culturali e formative capaci di coinvolgere il Gargano nella sua interezza», afferma il Sindaco di Vico del Gargano Michele Sementino. Ed infatti a fare da location al “Gargano Media Festival” saranno le piazze di Vico del Gargano, Peschici e San Menaio.

«Credo che l’unione possa fare la forza, ed è per questo che ho sposato e sostenuto questo progetto, capace di destagionalizzare il turismo sul Gargano, terra ricca di cultura e storia», dichiara il sindaco di Peschici Franco Tavaglione.

«Il Festival è un’opportunità per noi tutti ed è in sintonia con le attività messe in campo dalla Pro Loco di San Menaio & Calenella, perché eventi culturali di questa portata favoriscono la conoscenza del territorio ed il confronto», sostiene il presidente della Pro Loco di San Menaio & Calenella Bruno Granieri.

«Il Gargano Media Festival è un evento importante, un’occasione per far parlare dei nostri luoghi oltre i confini regionali», aggiunge l’assessore di Vico delegato alla Promozione del Territorio Raffaele Sciscio.

Pubblicato in Notizie

Il trattino fa bene al turismo. Sono Trentino-Alto Adige ed Emilia-Romagna le due regioni con la migliore reputazione tra i viaggiatori italiani e di tutto il mondo. Ce lo dice il Regional Tourism Reputation Index realizzato da Demoskopika per il libro Ritorno al turismo edito da Rubbettino editore. L'indice, espresso facendo 100 il dato medio, incrocia alcuni sottoindici (visibilità e interesse dei portali turistici istituzionali regionali, social appeal presso gli stakeholder, popolarità, fiducia e tendenze di ciascuna destinazione e infine reputazione del sistema ricettivo) che a loro volta sono il frutto dell'esame di 754 milioni di pagine indicizzate, del conteggio del like sulle reti sociali 8che assommano a quasi 4 milioni), di 44 milioni di recensioni e dell'osservazione di 300mila strutture ricettive.

Un lavorone, che premia l'approccio nordico alla costruzione della propria immagine e vede nelle prime quattro posizioni tre regioni a Nord del Po (Trentino-Alto adige primo con 112,5, Veneto terzo con 106,0 e Lombardia quarta con 105,2) e una comunque del Nord (Emilia-Romagna seconda con 109,7). Solo dal quinto al settimo posto si piazzano tre bellissime regioni del Centro (Marche quinte con 100,7, Toscana sesta con 100,3 e Lazio settimo con 100,1) e in ottava posizione spunta la prima regione del Sud, la Sicilia con 99,5. Le altre caselle della classifica sono occupate da Liguria (9° posto con 99,1), Friuli-Venezia Giulia (10° con 98,3), Piemonte (11° con 98,1), Basilicata (12° con 97,2), Valle d'Aosta (13° con 97,1), Campania (14° con 96,7), Puglia (15° con 96,2), Abruzzo (16° con 96,1) e Umbria 817° con 95,9) mentre nelle ultime tre posizioni ci sono Sardegna (18° con 93,3), Calabria (19° con 92,5) e Molise (20° con 91,7).

Interessanti le classifiche per le varie categorie. Nella reputazione social le tre regioni con la migliore performance sono Trentino-Alto Adige (125,6), Marche (111,8) ed Emilia-Romagna (103,7) mentre all'ultimo posto si piazza il Molise (91,2). Nel rating della valutazione del sistema ricettivo vince il Lazio (112,2) davanti a Emilia-Romagna (110,0) e Trentino-Alto adige (108,7) mentre in coda c'è la Sardegna (87,7). La regione con la pagina sitituzionale instagram più seguita è il Trentin-Alto Adige (134,5) davanti a toscana (116,9) e Puglia (109,9), quella meno popolare il povero Molise (91,5). Su facebook il maggiore appeal lo vantano Trentino-Alto Adige (135,4), Sicilia (111,8) e Marche (107,7), chiude al solito il Molise con 90,8. Twitter è la specialità delle Marche (134,1) dell'Emilia-Romagna (119,1) e del Trentino-Alto Adige (110,0) mentre il fanalino è (indovinate?) il Molise con 91,4. La regione più «googlata» con la parola «vacanze» è l'emilia-Romagna (119,5) davanti a Lombardia (117,7) e Veneto (116,0). Le destinazioni più popolari come «query» su Google trends sono Emilia-Romagna (119,8), Toscana (112,6) e Veneto (110,6) mentre chiude il Lazio (73,7). Infine sui portali specializzati vincono Trentino-Alto Adige (119,2 in Booking hotel reputation), Valle d'Aosta (116,4 in Expedia hotel reputation) e Lazio (122,8 nel Tripadvisor confidence destination).

Andrea Cuomo

 

foto: Nunziello

Pubblicato in Turismo

Dopo Bregovic il “leone del reggae”, in tour per celebrare i 25 anni di carriera, per scaldare a Vieste il palco di Marina Piccola

Alborosie nasce nel 1977 a Marsala, in Sicilia. La sua carriera musicale inizia in Italia, prima del trasferimento in Giamaica, con i Raggae National Tickets, gruppo musicale reggae di cui era leader. Con i R.N.T. Alborosie vende circa 200.000 copie in sette anni di attività e partecipa al Reggae Sumfest, uno dei più importanti festival reggae che si tiene ogni anno a Montego Bay in Giamaica.

Chiuso il capito con i R.N.T. decide di intraprendere il viaggio alla scoperta delle radici della music reggae e della cultura rastafari.

Alborosie pubblica il suo primo album da solista, Soul Pirate, nel 2008 per Forward Recordings, la sua etichetta indipendente. Ambasciatore del reggae italiano, Alborosie è riuscito negli anni a conquistare pubblico e critica, giungendo perfino a vincere il M.O.B.O. (Music of Black Origin) Awards nel 2011, primo artista bianco ad aggiudicarsi tale riconoscimento.

Il 2018 è stato un anno di successi per Alborosie, coronato con l’uscita di Unbreakable, il disco interamente suonato da The Wailers, la storica band di Bob Marley capitanata da Aston “Family Man” Barrett. In questo capitolo discografico, Alborosie affronta temi contemporanei strizzando l’occhio alla modernità, ma mantenendosi fedele come sempre alle sonorità classiche del raggae.

Il leone del reggae torna live quest’anno per celebrare i suoi 25 anni di carriera e per farci rivivere i suoi maggiori successi e i nuovi brani, conditi da una nuova scenografia e da momenti suggestivi e emozionanti.

Appuntamento il 3 agosto a Marina Piccola a Vieste.

Orario concerto 21.30, apertura porte ore 19.

Accesso con ticket, disponibile al desk del festival a Marina Piccola, nei punti vendita ufficiali vivaticket oppure online su www.vivaticket.it

La programmazione di FestambienteSud prosegue il 4 agosto con Alessandro Quarta. info 379 117 5345.

In chiusura di serata l’after party presso Ultima Spiaggia.

Dettagli sul programma su www.festambientesud.it.

Pubblicato in Manifestazioni

Due bambini allontanati dai propri genito­ri e mandati in casa famiglia contro l’or­dinanza del giudice che prescrive tutt’altro. Racconta il suo incubo P. C., cittadino di Vieste, che da mesi lotta per riavere i suoi figli. Tutto è cominciato nel febbraio 2019 quando, a seguito della separazione con la sua ex com­pagna, i loro due figli di 6 e 8 anni sono andati a vivere con la madre a Mattinata, “lo e la mia compagna avevamo problemi perché lei non accettava la mia famiglia” racconta la sua versione il signor P. “Da tre anni i miei si erano fat­ti da parte per salvaguardare la mia nuova famiglia, ma lei non accettava che i bambini ve­dessero i nonni, la zia o che ricevessero rega­li. Quando ci siamo separati i bambini sono an­dati a vivere con lei a Mattinata”. Già qui sono iniziati i guai, perché - racconta P. - a lui è sta­to permesso di vedere i bambini solo dopo un mese e mezzo. Mesi di tensione e di turba­mento: “In sei mesi ho potuto vedere i miei figli solo sei volte” riporta “All'inizio quando li ho ri­visti erano un po’ impauriti, come se mi temes­sero. Però è bastato poco che mi hanno riabbraciato forte”. La situazione è precipitata ulte­riormente nel mese di luglio, quando i bambini sono stati affidati ad una casa famiglia a Vico del Gargano e attualmente vivono li, potendo vedere il padre tre volte a settimana per un’ora. L'affidamento non è stato confermato alla ma­dre e disposto per nessuno dei due genitori “al­la luce dell'elevata conflittualità delle parti” e “in considerazione delle accuse reciproche di vio­lenza e di inidoneità genitoriale” scrive il giudi­ce. Come spiega l’avvocato Chionchio, che sta seguendo il caso, il paradosso è che nell'ordi­nanza si prescrive che i bambini potrebbero es­sere affidati ad una famiglia nella loro zona di residenza, Vieste, e se possibile dando priori­tà di affidamento a dei parenti. L’anomalia sta proprio nel fatto che i servizi sociali di Vieste hanno agito in via del tutto discrezionale e, do­po aver steso una relazione in cui la zia veniva ritenuta idonea all'affidamento, hanno portato i bambini in casa famiglia.“Il tutto è successo in 48 ore e noi non siamo stati neanche avvisati, lo abbiamo saputo dal canale telematico dei Tribunale” racconta l'avvocato, che confida in una revisione della decisione “Ad oggi noi non sappiamo le motivazioni di questa scelta: per­ché, a fronte di un provvedimento del Tribuna­le che parla chiaro i bambini sono stati portati via?”. Il papà non si capacita di quello che sta succedendo: “A me sembra di vedere un film, non mi sembra vero. Meglio se fossero rimasti con la mamma e non portarli in casa famiglia! I bambini stanno male, quando vado a trovarli e si avvicina l'ora di andare mi chiedono insi­stendo “Perché vai via? Perché non dormi qui?” lo non so cosa raccontargli. Il più grande sta già subendo dei traumi per questa situazione”, in­tanto sta mobilitando il paese, ha raccolto mil­le firme di amici e conoscenti per chiedere che venga fatta giustizia. Questa è solo una delle situazioni denunciate da genitori che vedono sottrarsi i figli ingiusta­mente. I casi sembrerebbero numerosi, certa­mente con le dovute distinzioni. Lo ha denunciato giorni fa il consigliere regionale del M5s Mario Conca: “Ci sono molti casi sommersi di abusi di potere. Inoltre spesso i genitori non so­no inadempienti ma solo indigenti, eppure si preferisce spendere molti più soldi per chiude­re i bambini in istituti che aiutare economica­mente le famiglie. Questo succede un po' ovunque”. I casi sono singolari e tutti diversi tra loro, in un sistema non sempre trasparente do­ve a volte anche non avere un lavoro stabile di­venta una colpa. Come nel caso della signora C. di Foggia, che ha visto portare i suoi figli in istituto dopo che il minore ha avuto problemi di depressione forse legata all'assenza del padre naturale seguita alla morte improvvisa del compagno della madre. “Lui aveva problemi e in neuropsichiatria gli hanno prescritto un far­maco potente. La mia colpa è stato toglierglie­lo dopo che l'ho visto stare male. Più volte ho segnalato che mio figlio aveva delle reazioni che mai gli avevo visto avere. Aveva dolori al petto, dormiva sempre. Poiché non venivo ascoltata, ho provato io stessa il farmaco e so­no stata malissimo. Allora ho deciso di non somministrarglielo più”. A questo si è aggiunto il fatto che C. e i suoi figli vivevano con la fami­glia di lei per indisponibilità economica e la ma­dre di lei ha rifiutato la presenza in casa di un’educatrice. “Quello è stato sicuramente un errore da parte di mia madre, che però non sta­va bene. Adesso stiamo cercando di rimediare accettando tutto, però non ci è più permesso”. Al momento non c’è neanche possibilità di vi­vere in case separate: “lo faccio assistenza gli anziani. I servizi sociali non mi hanno aiutato a trovare un lavoro migliore o una casa con un affitto basso, in modo che io potessi vivere da so­la con i miei figli. Me li hanno tolti e basta”.

Claudia Morelli

L’Attacco

Pubblicato in Società

Ha ragione LEO: “la pace nel mondo ha sicuramente in mano un aperitivo”……
 
A IL CAPRICCIO... serate meravigliosamente uniche… fuori dall’ordinario.

Oggi: SWING TIME TRIO

Domani 4 agosto: FOR MILES DUET e dopocena il magico violino di ALESSANDRO QUARTA

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico - Vieste –
tel 0884 705073 –
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Avvisi
Pagina 1 di 2

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -