banner_Edicola Mastromatteo
Articoli filtrati per data: Domenica, 08 Settembre 2019 - Rete Gargano

IL PROGRAMMA DI OGGI DOMENICA 8 SETTEMBRE

Dalle 10:00 - Villaggio Spiaggia Lunga

Campionato italiano windsurf

 

10:00 - Molo Sud Porto turistico

Stella Maris. Le Portolimpiadi

 

18:00 - Zona porto

Collateral Maris Festival. “Un pesce è un pesce” Laboratorio creativo per bambini

 

19:00 - Molo Sud Porto turistico

Stella Maris. Sagra del pesce

 

21:00 - MARINA PICCOLA

Il cotto e il crudo. Spettacolo comico con Antonio Stornaiolo ed Emilio Solfrizzi

24:00 - Molo Nord Porto turistico

Stella Maris. Spettacolo pirotecnico

Pubblicato in Manifestazioni

Tradizioni, territorio e cultura, insieme possono ge­nerare valore economico e produttivo. E’ il risultato del “Terravecchia Festival”, svoltosi a Pietramontecorvi- no, malgrado il clima bal­lerino.

La -decima edizione della manifestazione - organizzata dall’associazione Terravec­chia in Folk, in collabora­zione con la Pro Loco e con il patrocinio del Comune di Pietramontecorvino - ha creato occasioni di riflessio­ne, confronto e condivisione intorno al tema “Il Sud che Parla” affrontato dagli ospiti durante gli incontri, i con­certi e i dj set.

Dal salotto di paglia, che è stato allestito nella piazza an­tistante Parco gotico di Port’Alta, sono partiti mes­saggi, appelli e progetti, ac­colti da un pubblico attento e numeroso.

Al centro di tutto la sug­gestiva idea di costruire “cor­ridoi culturali dal Gargano ai Monti Dauni” perché, ha spiegato Andrea Lamaruc- ciola - direttore artistico del “Terravecchia Festival”- il Gargano ha saputo conser­vare e raccontare le sue tra­dizioni. Lo testimoniano eventi importanti che ani­mano il territorio da molti anni, come il Carpino Folk Festival, Festambiente Sud e il Raduno dei Suonatori di Tarantella.

Manifestazioni che vanno avanti, nonostante le diffi­coltà soprattutto economi­che. Si pensi che quest’anno è saltata l’edizione del Carpino Folk Festival, il più antico della provincia di Foggia, ma gli operatori culturali non si arrendono e continuano ad essere presenti per combat­tere il deserto culturale, eco­nomico e demografico che rischia di impoverire il Sud.

Un “Sud di Pietra”, per usare l’espressione di Raf­faele Vescera, che serba una

grande civiltà e radici pro­fonde. Come, ad esempio, gli “sciamboli” - ossia i canti in rima con cui le donne, fa­cendosi dondolare sulle al­talene, potevano raccontare i loro sentimenti, narrare spe­ranze, amori e difficoltà della vita quotidiana - veri e pro­pri spaccati di un’identità culturale comune dei Monti Dauni.

«Con “Terravecchia Festi­val” abbiamo tirato fuori le nostre tradizioni, non solo con l’installazione nel salotto di paglia di altalene con sotto scritti gli “sciamboli” , ma anche attraverso la conta­minazióne - grazie a progetti come Pasta Nera Jazz Project e Metano’s - tra musica, odo­ri e sapori della nostra terra», dice Andrea Lamarucciola.

A confermare l’importanza dei Festival sul territorio è stato anche Pino Aprile che ha dichiarato: «Questi ragaz­zi stanno facendo qualcosa di immenso, stanno salvando le radici. Hanno il potere nelle loro mani perché sanno chi sono. E più le organizzazioni culturali e le comunità si collegheranno tra loro, più diventeranno forti».

Questo sta già accadendo sul territorio, grazie alla col­laborazione tra le associa­zioni ed i Festival. E que­st’anno è accaduto anche a Pietramontecorvino dove gli organizzatori di “Terravec­chia Festival” e “Suoni, sa­pori e colori di Terravec­chia” hanno deciso di unire le forze e fare squadra.

Il 21 e 22 settembre andrà in scena la 32esima edizione di “Suoni, Sapori e Colori di Terravecchia”, evento all’in­segna della rievocazione sto­rica e dell’enogastronomia ti­pica.

Durante la due giorni ci saranno conferenze, incontri con archeologi e storici, con­certi di musica medievale, artisti di strada e molto al­tro.

Pubblicato in Manifestazioni

Si conclude oggi il “Gargano Media Festival”, l’evento realizzato da Comune di Vico del Gargano - assessorato alla Pro­mozione del Territorio, Comune di Peschici e Pro Loco San Menaio & Calenella, con il sostegno di Regione Puglia e Ferrovie del Gargano. L’evento ha proposto ragionamenti sui nuovi media e sul futuro della comu­nicazione. Dopo Massimo Giletti, Neri Marcorè, Gian­franco Vissani e Arrigo Sacchi a salire sul palco e a dialogare con il giornalista Sky Stefano Meloccaro sarà Walter Veltroni. L’appuntamento con il politico, giornalista, scrittore e regista italiano è fissato alle 20.30 in Piazza San Domenico a Vico del Gargano. Con lui si parlerà di come la comunicazione ha cam­biato la politica nel corso degli ultimi anni e di quali possano essere gli scenari fu­turi. Non mancherà una fi­nestra sul cinema, con uno sguardo al 76° Festival di Venezia. Veltroni, infatti, oltre a ri­coprire diverse posizioni nel panorama politico italiano - è stato segretario nazionale del Partito Democratico, sin­daco di Roma, candidato pre­mier, vicepresidente del Consiglio e ministro dei Beni culturali - ha sempre avuto uno spiccato interesse per l’ambito cinematografico-televisivo, trattato anche nelle sue opere di saggistica. Non a caso, Veltroni ha conseguito nel 1973 il diploma di istruzione secondaria superiore rilasciato dall’Istituto di stato per la Ci­nematografia e la Televisione. Nel 2006 si è fatto promotore di Cinema. Festa Interna­zionale di Roma, festival cinematografico della capitale. Ha poi doppiato il personaggio Rino Tac­chino nel film d’animazione della Disney “Chicken Little - Amici per le penne”, dando il compenso ricevuto in beneficenza. Ha inoltre svolto l’attività di commentatore ci­nematografico presso Iris, canale televisivo di Mediaset. Nel marzo 2014 Veltroni ha debuttato anche come regista con “Quando c’era Berlinguer”, film documentario ispirato alla vita del se­gretario dell’allora Pci Enrico Berlinguer, seguito l’anno successivo da “I bambini san­no”, commovente fotografia dell’Italia attraverso i racconti di trentanove bambini tra i 9 e i 13 anni. Dopo aver diretto altri documentari, nel 2019 ha realizzato il suo primo film di finzione, “C’è tempo”, com­media interpretata da Stefano Fresi e Simona Molinari. È stato direttore dell’“Unità” e ha pub­blicato molti libri, fra cui “Noi”, “L’inizio del buio”, “L’isola e le rose”, “E se noi do­mani”.

Pubblicato in Manifestazioni

Si conclude oggi dopo la prima giornata di ieri il "Rally Porta del Gargano", giunto alla sua 9° edizione nel triangolo Manfredonia - Monte San­t’Angelo - Mattinata. La manifestazione organizzata dall’Asd “Piloti Sipontini” (con il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Foggia, Comuni di Manfredonia-Mattinata-Monte Sant’Angelo, Coni e Aci Foggia), con le sue peculiari prove speciali immerse in panorami unici e mozzafiato, è ormai un cult del circuito nazionale, tra le gare più attese da team e piloti pronti a sfidarsi con i loro bolidi, sul fil dei secondi dei cronometri, per conquistare l’ambita vittoria ed il campionato. Infatti, il 9° “Rally Porta del Gargano” è valido per la Coppa Rally Zona 7, mentre per mancanza di iscrizioni non vi sarà il "4 ° Rally Porta del Gar­gano Historic", riservato alle auto d'epoca. Intanto oggi prove speciali sulla Mattina­ta-Monte Sant’Angelo prevista anche una sfilata di vetture storiche al seguito delle moderne.

Durata presunta di ogni singola prova spe­ciale, 90-120 minuti. L’organizzazione informa che la chiusura nel tratto Mattinata-Monte e dal bivio Carbonara al bivio Carpino avverrà dalle ore 8 (per indicazioni sugli accessi si piò con­sultare il documento "come raggiungerci" sul sito).

Cerimonia di arrivo e premiazione alle ore 18 a Manfredonia in viale Miramare (zona Rotonda).

Pubblicato in Sport

- 5

8 Settembre 2019

     “Giocavo sul globo terrestre, ponendo le mie delizie tra i figli dell’uomo”. (Prov. 8, 31)

Non davvero gioco, ma la facilità di chi ha creato le cose e le muove. Nell’opera ha un’idea Iddio. Nel circondarci con la rete misteriosa, tanto è profonda e complessa, della sua divina Provvidenza. Egli vuole conseguire questo fine: la mente, il cuore, l’azione di Dio nostro fine!

Egli opera silenzioso, costante, infallibilmente attorno alle sue creature. Un fatto insignificante è qualche passo di questo piano divino! Tanti fatti nella vita! La nostra superficialità fa pensare “provvidenziali” solo dei fatti capisaldi della nostra vita. Ma per i santi no: Tutto era provvidenziale, tutto era mandato da Dio perché di quell’atto insignificante l’anima tesoreggiasse l’aspetto soprannaturale!

Guardala sotto questo aspetto la tua regola quotidiana! La tua ubbidienza!

… no sia mai essere uno spostato!

… Non sia mai essere sordo a questa voce.

Quanta luce, Signore Gesù! Grazie! (Giorno 10 ottobre 1950)

Pubblicato in Personaggi

Un calcio di rigore trasformato da Matteo Triggiani, nel corso del primo tempo, ha deciso il match tra Molfetta e Atletico Vieste, giocatosi ieri per la concomitanza con gare di atletica leggera previste allo stadio Poli. È stata così inaugurata la sta­gione dei dilettanti regionali.

Che oggi vedrà scendere in campo le altre formazioni di Eccellenza. Sfi­de importanti a Ruvo, dove il Co­rato giocherà le gare interne, tra una Deghi ben attrezzata e la for­mazione affidata a Fabio Di Dome­nico, da molti etichettata come la favorita. Barletta e Martina, altre probabili protagoniste, in trasferta, a Ugento e Bisceglie.

Di grande interesse anche la sfi­da di Trani dove la Vigor e la Fortis Altamura dovranno sin da subito mettere in chiaro intenzioni e am­bizioni. Orta Nova e San Severo tornano subito ad affrontarsi dopo l’andata di Coppa Italia a campi in­vertiti giocatasi domenica scorsa.

Tornando al match di ieri, vit­toria tutto sommato legittima per i molfettesi di Renato Bartoli che nel­la ripresa hanno chiuso ogni varco a difesa del vantaggio maturato gra­zie al penalty tramutato in gol dall’ex viestano, pur non riuscendo mai a impensierire più di tanto la retroguardia garganica.

Molfetta-Atl. Vieste 1-0

Oggi h 15.30 – Gli Arbitri -

Audace Barletta-San Marco: Riccardo Tropiano di Bari (Favilla-Miccoli)

Corato-Deghi: Ruggiero Doronzo di Barletta (Peloso-Rizzi) – a Ruvo di Puglia

Gallipoli-Otranto: Alessandro V. Ancona di Taranto (Battista-Petracca)

Orta Nova-AT San Severo: Jules Roland Andeng Tona Mbei di Cuneo (Alessandrino-Rizzi)

Ugento-Barletta 1922: Nico Valentini di Brindisi (Miceli-Cantatore)

UC Bisceglie-Martina: Michele Pip Pinto di Foggia (Miccoli-Magnifico)

Vigor Trani-F. Altamura: Niccolò Salomone di Bari (Nero-Massari)

[v.p.]

Pubblicato in Sport

Michel Draicchio colpisce ancora. Il gelatiere peschiciano presente sulla prestigiosa guida del Gambero Rosso valorizza ancora una volta le tradizioni di Capitanata e presenta un gelato originalissimo, quello al pancotto. "Sono orgogliosi di presentarvi il gelato che più rappresenta la nostra terra, un gelato contadino, povero, realizzato con materie prime che molto raccontano di storie vissute dai nostri nonni", dice Draicchio. Il PANCOTTO è un gelato realizzato con pane raffermo,  cime di rape, patata, fagioli, olio evo, aglio, pomodoro, peperone. "Io consiglio di gustarlo in abbinamento al nostro gelato al grano arso Senatore Cappelli con passito di Primitivo di Manduria ed uvetta", consiglia il gelatiere garganico, che ha già realizzato prodotti della tradizione come il gelato al lambascione, alla Burrata di Andria igp, alla ricotta di capra garganics, al pane con l'olio, ai "crustoli", dolce tipico del Natale pugliese e tanti altri. Gli ingredienti sono sempre a chilometro zero ed in ogni caso rappresentano eccellenze territoriali pugliesi e non solo. Il gelato al Pancotto è l'ultimo nato di casa Draicchio, che nella piazzetta del Popolo a Peschici raccoglie oramai consensi internazionali. Esistono oltre cento ricette differenti di questo piatto povero e contadino e nella sua creazione Michel ha provato con orgoglio a raggrupparne alcune. E c'è riuscito anche stavolta.

Pubblicato in Società

È l'estate del 1997 a Londra, l'estate del New Labour, della morte di Lady Diana e della fine della scuola per Charlie Lewis. Cinque anni terminati in un batter d'occhio e suggellati dall'immancabile ballo nella palestra della scuola, coi professori alla consolle, i ragazzi che si dimenano selvaggiamente e le ragazze che ancheggiano con malizia. Cinque anni in cui Charlie Lewis si è distinto per non essersi mai distinto in nulla. Né bullo né mansueto, né secchione né ribelle, né amato né odiato, insomma uno di quei ragazzi che, a guardarli nella foto di fine scuola, sistenta a ricordarli, poiché non sono associati ad alcun aneddoto, scandalo o grande impresa. Ora, però, per Charlie è giunta l'ora di definire la propria personalità, il che alla sua età è come cambiare il modo di vestire e il taglio dei capelli. Un'impresa di non poco conto, visto che, dopo aver cominciato a lavorare in nero alla cassa di una stazione di servizio per circa dodici ore la settimana, Charlie non sa che farsene di quella lunga estate. Per giunta, a casa le cose non vanno per niente bene. Sua madre se ne è andata e suo padre, un uomo mite, cade spesso preda della malinconia. Un giorno, il giovane Lewis afferra Mattatoio n. 5 di Kurt Vonnegut, scelto giusto perché c'è la parola mattatoio nel titolo, e se ne va a leggere su un prato vicino casa. Qualche pagina letta e poi si addormenta all'aria aperta, per svegliarsi qualche tempo dopo intontito dal sole e dalla meravigliosa visione di una ragazza dalla carnagione pallida e i capelli neri. È Frances Fisher, detta Fran...

«Accogliamo con soddi­sfazione le dichiarazioni del presidente Emiliano, che si è detto disponibile ad affidare le postazioni del 118 alle Sanitaservice. Ci pare una scel­ta di buonsenso, che del resto il sindacato di categoria ave­va più volte sollecitato: ora ci auguriamo che dalle inten­zioni si passi ai fatti, per il bene del sistema sanitario regionale».

Lo dichiara Giuseppe Vatinno, segretario generale della Uil Fpl di Puglia, sot­tolineando che «trasferire le postazioni del 118 a Sanitaservice significa fare un deciso passo in avanti verso l’efficientamento di un ser­vizio sanitario fondamentale e, allo stesso tempo, agire concretamente contro la precarizzazione del lavoro, evi­tando di dipendere eccessi­vamente dal volontariato».

Secondo l’esponente della Uil, del resto, «in alcune real­tà come Foggia uno schema simile già esiste, con risultati positivi, sia dal punto di vista dell’efficacia del servizio che da quello delle condizioni oc­cupazionali dei lavoratori del settore». Di qui da parte della Uil «l’invito che rivolgiamo al presidente Emiliano è quello di mantenere fede in tempi brevi alle proprie di­chiarazioni».

Pubblicato in Sanità

A Lucera, grazie alla Gisco Group, cooperativa sociale, nasce e si concretizza un sogno durato 6 mesi: “ la mappa turistica della provincia di Foggia”. La mappa ha ricevuto il patrocinio gratuito della Diocesi di Lucera Troia e di 20 comuni: Foggia, Lucera, Vieste, Pe­schici, Alberona, Biccari, Bovino, Cagnano Varano, Isole Tremiti, Lesina, Manfredonia, Mattinata, Monte Sant’An­gelo, Orsara, Pietra Montecorvino, Rodi Garganico, Troia, Torremaggiore, San Severo e San Giovanni Rotondo. "L’idea nasce dopo aver viaggiato in giro per il mondo, as­similando i vari sistemi turistici visti", afferma il presidente della Gisco Group, Giuseppe Toziano.

La mappa, donata dalle attività commerciali di Lucera, si compone di due facciate , da un lato la città di Lucerà con i suoi monumenti, ristoranti, B&B, hotel e una descrizione storico-artistica in italiano e in inglese elaborata grazie agli alunni del liceo Bonghi-Rosmini e dell’ITET Vittorio Ema­nuele II di Lucera. È stata, inoltre, inserita un'App in tre lingue, "Trawellit", creazione dei doti. Paolo Delli Carri e di altri giovani laureati rientrati in patria, al fine di soddisfare proprio tutti, anche chi chiede di visitare la città in modalità tradizionale, chiaman­do un numero indicato per essere accompagnati con una guida turistica accreditata dalla Regione Puglia, avviando una vera esperienza che possa indurre il turista a tornare e far venire altri sul territorio. Sul secondo lato abbiamo chiesto a 20 Comuni di descri­vere in poche righe la propria città in italiano ed inglese ap­ponendo una foto al fine di donare al visitatore il meglio del nostro territorio”.

Pubblicato in Turismo

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -