Silvestri gas
Articoli filtrati per data: Lunedì, 09 Settembre 2019 - Rete Gargano

La notte scorsa ignoti, hanno rubato oltre 40 metri di guardrail a protezione della strada provinciale n. 43 “San Giovanni Rotondo-Cagnano Varano”, al km 7+800. Gli uffici hanno provveduto ad effettuare la denuncia alle Forze dell’Ordine. "Attività delinquenziali di questo genere, che purtroppo si sono già verificate altre volte, non sono assolutamente tollerabili. Siamo tutti invitati a collaborare per la tutela dei beni comuni", ha affermato il presidente della Provincia, Nicola Gatta.

Pubblicato in Notizie
Con l'autunno ormai alle porte il Gargano torna ad essere una delle mete preferite in Puglia per l'escursionismo.
Tra le iniziative proposte una certamente originale è il "Moonlight Love Trekking" di sabato 14 settembre, una piccola avventura da vivere con una persona speciale sotto l’atmosfera romantica della Luna piena, ispiratrice di tanti pensieri d’amore, canzoni e poesie che ci fanno sospirare.
L'escursione partirà al tramonto e, accompagnati da guide turistiche esperte, si svolgerà al chiaro di luna sul sentiero che porta fino alla cima di Monte Calvo, la più alta del Gargano (oltre i 1000 metri) nel territorio di San Giovanni Rotondo.
Vivere momenti nella natura insieme, condividere le emozioni e le impressioni di piccole avventure, aiuta a essere in sintonia e rafforzare il legame, rompere i tabù, o magari fare delle dichiarazioni.
Una volta in cima si potranno aprire i cuori e condividere pensieri e letture con i partecipanti, illuminati dalla calda luce della Luna piena.
Amici, fidanzati, sposi o familiari, l’amore ha forme infinite, tutte ben accette.

Si consigliano torce e pile di ricambio, iscrizioni e informazioni al 3931753151.

Pubblicato in Notizie

– «Sinergia è una parola che usiamo poco. Significa che un singolo si avvale della forza degli altri che sono in campo. Perché la squadra conta più dei singoli». L’affermazione di Arrigo Sacchi, riferita al calcio, ben si presta a quanto realizzato con la 1^ edizione del “Gargano Media Festival”,svoltasi dal 4 all’8 settembre a Peschici, San Menaio e Vico del Gargano.

L’evento - che ha proposto ragionamenti sui nuovi media e sul futuro della comunicazione-è stato realizzato grazie al gioco di squadra tra Comune di Vico del Gargano, Comune di Peschici e Pro Loco San Menaio & Calenella, con il sostegno di Regione Puglia e Ferrovie del Gargano.

«Sul nostro territorio sinergie di questo genere, in passato, non ci sono mai state», hanno affermato in coro Franco Tavaglione e Michele Sementino- rispettivamente sindaci di Peschici e Vico del Gargano – convinti che quella della collaborazione sia la strada giusta da seguire per promuovere il territorio.

Una strada calcata da Bruno Granieri, presidente della Pro Loco di San Menaio & Calenella, che ha sostenuto il progetto per regalare al Gargano un evento importante.

«Un evento capace di destagionalizzare il turismo e di parlare dei nostri luoghi oltre i confini regionali», ha ribadito l’assessore di Vico delegato alla Promozione del Territorio Raffaele Sciscio.

Il filo conduttore della cinque giorni è stata la comunicazione, argomento vasto e quanto mai attuale, di cui si è discusso con alcuni tra i volti più noti di tv, cinema, sport, spettacolo e giornalismo del panorama nazionale.

Si è partiti il 4 settembre da Peschici con Massimo Giletti, che sul Gargano veniva da ragazzo a trascorrere le vacanze a casa della nonna di un suo compagno di scuola. Lo showman torinese, raccontando le sue esperienze e facendo un’analisi della situazione che vive il nostro Paese, ha sottolineato l’importanza di avere una stampa liberae, ancor più, degli editori liberi.«E non mi sembra che lo siano», ha affermato Giletti con preoccupazione, guardando anche al mondo della politica.

«La politica sarebbe una cosa molto alta e nobile, ma a volte trova interpreti non all’altezza della situazione» ha dichiarato Neri Marcorè, aggiungendo che questo accade in tutto il mondo e non solo in Italia.

Il noto attore ha emozionato il pubblico, presente a Peschici la sera del 5 settembre, con interpretazioni musicali, imitazioni e racconti. Non è mancato un messaggio rivolto ai giovani, che Marcorè ha invitato ad essere curiosi e a coltivare le proprie passioni, che spesso si trasformano in strumenti di lavoro, come è accaduto a lui.

A parlare ai giovani anche Arrigo Sacchi, che ha evidenziato quanto sia fondamentale allenare prima l’intelligenza.«La cultura e la conoscenza sono importantissime. Cercate sempre di manifestare la vostra bravura in modo corretto, siate onesti», ha detto “il Profeta di Fusignano” rivolgendosi ai ragazzi dell’Asd Gargano Academy (che raggruppa Cagnano Varano, Vico, Carpino, Ischitella e Rodi) presenti alla serata del 7 settembre a Vico del Gargano. Questo perché non basta vincere, bisogna avere dei valori.

«L’Italia, purtroppo, è un Paese che ha disconosciuto meriti e valori, un Paese in cui ci si accontenta e si usa la furbizia», ha ribadito Sacchi.

E a sottolineare l’importanza dei valori è stato anche Walter Veltroni, che domenica 8 settembre ha chiuso il “Gargano Media Festival” in piazza San Domenico a Vico. «La competenza, l’esperienza, la fatica sono un valore. E questo valore va messo al centro del villaggio», ha sostenuto Veltroni, che ha parlato di cinema, storia e politica. E a proposito di quest’ultima,ha messo in guardia tutti sulla mancanza di una visione futura, dovuta anche alla fretta dei tempi dettati dai social network.«Attenzione perché la bellezza della vita non è la velocità ma è la profondità», ha ricordato Walter.

Ed è la profondità che rivela chi siamo, perché «I media ci impongono di essere noi stessi, di essere veri», come ha detto Gianfranco Vissani, presente il 6 settembre a San Menaio, suggerendo la ricetta della buona comunicazione.

«Queste serate sul Gargano dimostrano che il mestiere di giornalista esiste ancora e che di giornalisti c’è sempre più bisogno», ha evidenziato il giornalista Stefano Meloccaro, direttore artistico dell’evento, che durante le serate ha intervistato gli ospiti.

A ciascuno di loro gli organizzatori hanno consegnato un ricordo, la Torre di Monte Pucci, ubicata a metà strada tra il territorio di Peschici e Vico del Gargano, una torre che è simbolo di divisione e di unione. Un’unione, quella intrapresa con la 1^ edizione del “Gargano Media festival”, da continuare a giocare a tutto campo e a tutto tempo.

Pubblicato in Notizie

Tutto sommato, almeno fino ad oggi, sul Gargano è stata un'estate tranquilla sul fronte degli incendi boschivi. Solo qualche piccolo focolaio nell'entroterra garganico, prontamente domato. Tuttavia ieri, a causa del forte vento che soffiava dai quadranti settentrionali, un incendio si è sviluppato nei pressi di San Giovanni Rotondo, alle falde del Monte Calvo, a ridosso della sp 43 che conduce dal centro caro a Padre Pio a Cagnano Varano. Sul posto sono interventute alcune squadre dei Vigili del Fuoco, i Carabinieri Forestali e i volontari della Protezione civile. Ma la quasi impossibilità di raggiungere l'area interessata dalle fiamme, sono dovuti intervenire due canadair che hanno effettuato diversi lanci per spegnere il fuoco.

Pubblicato in Notizie

"Continuare a minimizzare il disastro colposo che si è consumato in Puglia è inaccettabile. Vengono propinati numeri al lotto da chi evidentemente ignora, ancora dopo sei anni, la differenza tra le zone demarcate, dove è in atto l'attività di monitoraggio, e l'area infetta dove non ci sono abbattimenti e monitoraggi". Lo afferma in una nota Coldiretti Puglia, evidenziando che "secondo i dati dell'ultimo monitoraggio, che risale ad agosto, sono stati trovati altri 43 ulivi infetti nelle province di Brindisi e Taranto, con il numero di piante infette che sale a 928". "Da Brindisi a Santa Maria di Leuca - prosegue l'associazione di agricoltori - ci sono 100 chilometri di patrimonio olivicolo devastato: in questa zona dal 2015 non vengono effettuati monitoraggi, a seguito della decisione della Commissione Ue che ha previsto, per i territori infetti in modo stabile, il venire meno dell'obbligo degli abbattimenti e dei monitoraggi in un'area infetta di quasi 200mila ettari con 21 milioni ulivi".

Pubblicato in Ambiente

         “Tra qualche giorno avrà inizio l’anno scolastico che chiude i primi vent’anni del nuovo secolo.

         Circa 572mila alunni si stanno preparando per tornare tra i banchi delle scuole pugliesi accolti dai dirigenti scolastici, dai docenti e dal personale Ata.

         A tutti faccio l’augurio di un buon anno scolastico, con la consapevolezza che il sistema scolastico pugliese  è un’eccellenza della nostra regione.

         Al personale della scuola voglio rivolgere anche un ringraziamento. Dobbiamo a voi se i nostri alunni possono crescere e formarsi con percorsi di qualità, capaci di dare quegli strumenti critici necessari all’evoluzione di cittadini consapevoli.

         Siamo consapevoli delle difficoltà che devono affrontare quotidianamente per la costante penalizzazione del Mezzogiorno. Il rapporto docente numero di alunni per classe più alto rispetto alle regioni del Nord, il tempo pieno rappresenta ancora una percentuale minima dell’offerta scolastica, tra i docenti e il personale Ata i precari sono in numero rilevante.

         Con l’insediamento del nuovo Governo riproporrò in Commissione istruzione l’impellenza di dare risposte a problemi ormai troppo datati.

         Agli alunni e alle alunne pugliesi, augurando di frequentare la scuola con merito, rivolgo l’auspicio di vivere questi anni coltivando i loro talenti e le loro aspirazioni.

         Lo studio richiede dedizione e impegno ed è una palestra che insegna il metodo per affrontare la complessità dell’esistenza fatta di bellezza e difficoltà.

         Voi siete il nostro presente e il nostro futuro, a noi spetta starvi accanto e accompagnarvi nel corso della formazione.

         Buon anno scolastico”.

Pubblicato in Società

I RISULTATI

Molfetta Calcio - A.Vieste   1-0

16' Triggiani rig.

           

U.C. Bisceglie - Martina F 1-1         .  

67' Zinetti (B), 89' Lopez (M)

           

V.Trani - F.Altamura 1-1     

46' Negro (VT), 90+3' Greco (A)

 

A.Barletta - San Marco   2-0           

60' e 66' Terrone

 

Corato - Deghi Calcio   0-1  

72' E. Palma rig.

 

Gallipoli - Otranto 0-1          

51' Cisternino

 

Team Orta Nova - Alto Tavoliere     4-1      

13' Melino (ON), 27' Tusiano (ON), 37' D'Introno (ON), 45+2' De Palma (SS), 90+2' Pelosi (ON)

 

Ugento - Barletta 3-2               

7' Fanelli (B), 39' Sansò (U), 52' Caputo (B), 79' Castrì (U), 85' Pardo (U)

 

LA CLASSIFICA

Team Orta Nova

3

           

A.Barletta

3

           

Deghi Calcio

3

           

Molfetta Calcio

3

           

Otranto

3

           

Ugento

3

           

F.Altamura

1

           

Martina F.

1

           

U.C. Bisceglie

1

           

V.Trani

1

           

A.Vieste

0

           

Barletta

0

           

Corato

0

           

Gallipoli

0

           

San Marco

0

           

Alto Tavoliere

0

           

 

PROSSIMO TURNO DOMENICA 15.09.2019 ore 15.30

AT San Severo-Molfetta

Atl. Vieste-Ugentoù

Barletta 1922-Corato

Deghi-Gallipoli

Altamura-A. Barletta

Martina-Orta Nova

Otranto-Vigor Trani

San Marco-UC Bisceglie.

Pubblicato in Sport

- 4

9 Settembre 2019

     Affascina pensare a un Dio che non ci abbandona un istante solo nella vita. È sempre in me e lo percepisco accanto come fine ultimo della mia vita, cioè io vivo per Dio e per Lui solo. Questo sentimento don Antonio lo chiama “semplicità”. “Essa altro non è che un atto di carità puro e semplice, il quale ha l’unico fine di acquistare l’amore di Dio: l’anima nostra è semplice quando in tutte le sue azioni ha solo di mira questo fine! Semplicità = andare dritto a Dio con animo pieno di amor per Lui! Dio, sempre Dio, l’unico fine.

     È tutto”.

     Che messaggio è questo pensiero per noi, che Dio lo consideriamo marginale nella nostra vita, che quanto meno s’immischia nel nostro destino tanto meglio è per noi e per Lui. Poveretto l’uomo! Tu chi sei, uomo, che ora sei e fra un attimo potresti non esserci più? Dio è per sempre.

Pubblicato in Personaggi

E' quello pugliese di fieno greco, prodotto a Melendugno (Lecce) dall'apicoltore Pierluigi Petrachi, il miele dell'anno che si aggiudica il premio 'Miele del sindaco' 2019. Il riconoscimento, spiega una nota, promosso dalle Città del miele e giunto quest'anno alla sua nona edizione, è l'unico concorso italiano dedicato all'identità d'origine del miele e al suo legame esclusivo con i territori italiani, che danno vita a 64 mieli diversi.
    Il vincitore è stato proclamato a Montalcino (Siena) nell'ambito della Settimana del miele e la cerimonia di premiazione si svolgerà il 16 settembre a Melendugno.

Pubblicato in Ambiente
Lunedì, 09 Settembre 2019 09:22

Puglia seconda in Italia nel biologico

La Puglia è seconda nella classifica delle regioni più bio d'Italia, con un aumento costante anche nel 2018 (+ 4,5%) di superaci coltivate a biologico, a conferma della forte espansione del segmento bio nell'area del lifestyle. A diffondere i dati è Coldiretti Puglia, sottolineando che «si sta assistendo ad un processo di stabilizzazione e normaliz­zazione rispetto alla diffusione del metodo biologico regi­strato negli ultimi anni, mentre contestualmente continua l'aumento tendenziale dei consumi, delle ditte di trasforma­zione e dei servizi connessi alla filiera dell'agricoltura biolo­gica come agriturismi, mense bio, ristoranti e operatori cer­tificati, il tutto pari ad un aumento dell'81%», spiega il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia.

La svolta bio interessa tutti i comparti agricoli su una super­ficie di 264mila ettari coltivata a biologica, con una inciden­za del 20% sul totale nazionale e 9.275 operatori biologici, dove più marcata è la scelta bio per l'olivo con 74mila ettari di superficie, cereali con 55mila ettari, colture foraggere con 29mila ettari, la vite con 17 mila ettari di superficie colti­vata.

«Altro punto centrale del nostro progetto sul biologico è l'attenzione alla sicurezza alimentare nei servizi di ristorazio­ne collettiva, divenuto un preciso dovere degli enti locali (Comuni, Province e Regioni). Il settore biologico - prose­gue Coldiretti - può diventare uno strumento di valorizza­zione e un bacino di approvvigionamento di prodotti di alta qualità al prezzo giusto e un valore aggiunto per gli enti pubblici sensibili alla corretta alimentazione di adulti e bam­bini», conclude il presidente Muraglia.

Pubblicato in Ambiente
Pagina 1 di 2

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -