Articoli filtrati per data: Lunedì, 23 Marzo 2020 - Rete Gargano

Questo 2020 continua a riservare le sorprese più imprevedibili anche sul versante metereologico:bisognava, infatti, entrare nella stagione primaverile per ricevere la prima vera allerta meteo per neve sul Gargano. Nella tarda serata di oggi, ifatti, è stata diramata dalla Protezione Civile Regionale una allerta per precipitazioni nevose oltre 100-300 metri e sporadicamente anche a livello del mare. Il bollettino indica che l'allerta va dalle 3 di questa notte per le successiv 36 ore.

Pubblicato in Avvisi
In questo momento così difficile la Polizia di Stato affida l’Italia al suo patrono e protettore San Michele Arcangelo, che nel 590 si racconta fermò l’epidemia di peste a Roma. Possa la sua protezione guidarci con forza per la sicurezza e la salute di ogni cittadino. In questa foto di Donato Taronna, un agente di Polizia prega davanti alla statua di San Michele nella Grotta-Santuario di Monte Sant'Angelo.
Pubblicato in Coronavirus

Nel corso dell’incontro odierno fra il Direttore Generale del Policlinico Riuniti di Foggia, Vitangelo Dattoli, ed il Direttore Generale dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza, Michele Giuliani, si è di fatto dato il via alla piena operatività, affrontandone i dovuti aspetti tecnico-organizzativi, del Piano Ospedaliero della Provincia di Foggia per l’emergenza epidemica COVID-19.

Piano che, si ricorderà, fin dalla prima emissione aveva contemplato la possibilità “di continui adattamenti in funzione dell’evoluzione delle dinamiche epidemiche nei diversi territori”. L’evidenza della mutevole e ingravescente estensione del contagio nella Provincia di Foggia e nel territorio regionale e l’avvenuta necessità di una puntualizzazione e di un adattamento su base provinciale della pianificazione regionale, ha permesso ai due Enti nello spirito della leale, proficua e già esistente collaborazione fra il Policlinico Riuniti e la Casa Sollievo della Sofferenza, di presentare al Direttore del Dipartimento della Salute, Vito Montanaro, ed al Presidente della Regione, Michele Emiliano, un progetto di riorganizzazione provinciale dei percorsi COVID. Progetto che, dopo l’acquisizione informativa circa le disponibilità logistico-funzionali-organizzative idonee a riqualificare aree e percorsi dedicati, ha consentito ai competenti organi regionali l’inserimento dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza fra gli “Ospedali COVID”.

Al fine di definire gli adeguati percorsi di integrazione tra gli ospedali e tra questi e il territorio, per assicurare tempestività, appropriatezza e sicurezza dei percorsi di cura della popolazione nel rispetto delle disposizioni nazionali e regionali impartite, il Presidente della Regione ha ritenuto opportuno istituire una funzione di Coordinamento territoriale, che stabilisse ruoli e responsabilità di ciascuna articolazione del SSR, affidandone la responsabilità al direttore generale del Policlinico Riuniti di Foggia.

L’incontro odierno – hanno premesso i responsabili delle Strutture – vuole essere un’occasione per ribadire e sancire un rapporto istituzionale stabile fra i due enti a partire dagli aspetti tecnici, organizzativi ed amministrativi, per poi proseguire con un confronto quotidiano delle esperienze dei rispettivi clinici in termini di percorsi, di procedure ed iniziative poste in essere a tutela dei pazienti.

Definita e disciplinata l’attuale struttura di assistenza COVID, il punto focale della discussione ha interessato una integrazione dotazionale necessaria per affrontare in maniera organizzata i previsti afflussi di pazienti positivi delle prossime settimane.

Il Policlinico Riuniti renderà operativo il primo centro post acuzie con ulteriori 30 posti letto a cui se ne aggiungeranno in questi giorni altri 20 di medicina d’urgenza per acuti, portando così il numero totale dei posti letto COVID a 182 (50 di Medicina, 50 di Pneumologia, 32 di Terapia Intensiva, 30 di post acuzie, 20 di Medicina d’Urgenza per acuti).

La Casa Sollievo della Sofferenza, invece, nel confermare i 100 posti letto già definiti (86 COVID, 14 Terapia Intensiva) ha avviato uno studio di fattibilità per una ulteriore estensione dell’area COVID sia per la fase acuta che post acuta, secondo standard ricettivi e tipologie dei pazienti concordati con il coordinamento provinciale. Resta l’impegno, infine, a dedicare ulteriori 4 posti letto di terapia intensiva.

Restano confermate per entrambi gli ospedali le già attive sale operatorie COVID ed il percorso COVID materno infantile.

Pubblicato in Coronavirus

Il Comando della Polizia Locale di Vieste ha predisposto il nuovo modello di autodichiarazione per permettere ai cittadini di spostarsi nell'ambito cittadino. Le modifiche sono state necessarie a seguito del nuovo decreto emesso ieri dal Presidende del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte.

Pubblichiamo il modello sia in formato Word che in PDF.

Pubblicato in Coronavirus

Otto contagiati in meno ma ben quattro decessi. In provincia di Foggia non va affatto bene. Anche oggi dati preoccupanti, e la gente che continua a non capire che bisogna stare a casa. L'odierno bollettino epidemiologico diramato dalla Regione Puglia parla di nuovi 14 casi positivi al covd-19 in Capitanata che porta a 226 il numero complessivo degli infetti. Ma il dato più preoccupante è rappresentato dal numero dei decessi che nella nostra provincia con i quattro di oggi sale  sempre di più.

Pubblicato in Coronavirus

[Cliccando BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 23/03/2020 potrete consultare il report completo] ------

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì 23 marzo, in Puglia, sono stati effettuati 601 test per l'infezione Covid19 coronavirus e sono risultati positivi 120 casi, così suddivisi:

37 nella Provincia di Bari;

10 nella Provincia Bat;

2 nella Provincia di Brindisi;

14 nella Provincia di Foggia;

29 nella Provincia di Lecce;

5 nella Provincia di Taranto;

2 attribuiti a residenti fuori regione;

21 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia.

Sono stati registrati 6 decessi: 1 nella provincia di Brindisi, 4 nella provincia di Foggia, 1 nella provincia di Lecce.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 6761 test.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 906, così divisi:

268 nella Provincia di Bari;

59 nella Provincia di Bat;

102 nella Provincia di Brindisi;

226 nella Provincia di Foggia;

149 nella Provincia di Lecce;

46 nella Provincia di Taranto;

15 attribuiti a residenti fuori regione;

41 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Pubblicato in Coronavirus

Egregio direttore sento doveroso comunicare al suo giornale il nostro elogio all'arma dei carabinieri di Peschici per la prontezza con la quale hanno provveduto a risolvere il nostro problema di isolamento televisivo dovuto alla rottura dell'antenna televisiva per il forte vento di questi giorni e che per due vecchi come noi, io di anni 85 e mia moglie di anni 76, voleva significare la impossibilità di seguire le vicende create dal coronavirus anche a Peschici.

Sentiamo il dover di ringraziare la pattuglia del  maresciallo Del Russo che nel volgere  di qualche ora ha permesso a noi due di riallacciarti al mondo.

Grazie per la sua attenzione

Distinti saluti

Luigi Bettini 

Pubblicato in Società

Continua l’azione di solidarietà del Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo per fronteggiare l’emergenza Covid-19: stamattina, infatti, è stata consegnata la seconda fornitura di DPI alla farmacia dell’ASL di Foggia, consistente in centinaia di tute, occhiali e schermi protettivi, che serviranno, come annunciato nei giorni scorsi, agli operatoti del 118, ai medici e ai pediatri di base del territorio.

Giovedì scorso sono state consegnate duemila tute protettive e duecento occhiali protettivi agli operatori dell’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo.

L’azione di sostegno della BCC di San Giovanni Rotondo proseguirà anche nei prossimi giorni, di concerto con gli organi preposti.

Pubblicato in Notizie

ll Decreto Cura Italia ha introdotto, tra le altre misure, alcune indennità di sostegno in favore dei lavoratori le cui attività stanno risentendo dell’emergenza epidemiologica dovuta al Covid-19.

Si tratta di indennità previste per il mese di marzo 2020 dell’importo pari ad € 600, non soggette a imposizione fiscale.

COME FARE DOMANDA
I lavoratori, potenziali destinatari delle suddette indennità, al fine di ricevere la prestazione di interesse, dovranno presentare in via telematica all’INPS, ma, attenzione le domande saranno rese disponibili, entro la fine del corrente mese di marzo, dopo l’adeguamento delle procedure informatiche.

Ai sensi del decreto Cura Italia di seguito l’elenco delle singole indennità e delle categorie di lavoratori destinatari delle medesime:

Indennità lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria
A tale indennità possono accedere i lavoratori iscritti alle seguenti gestioni:
Commercianti
✓ Artigiani
Coltivatori diretti, coloni e mezzadri
Ai fini dell’accesso all’indennità i lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria ad esclusione della Gestione separata INPS.


Indennità liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi
A tale indennità possono accedere:
i liberi professionisti con partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020 compresi i
partecipanti agli studi associati o società semplici con attività di lavoro autonomi  iscritti alla Gestione separata  dell’INPS;
i collaboratori coordinati e continuativi con rapporto attivo alla  data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla Gestione separata dell’INPS.


Indennità lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali
A tale indennità possono accedere i lavoratori dipendenti stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali che abbiano cessato il rapporto di lavoro nell’arco temporale che va dal 1° gennaio 2019 alla data del 17 marzo 2020 
Ai fini dell’accesso all’indennità i predetti lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono essere titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.


Indennità lavoratori agricoli
A tale indennità possono accedere gli operai agricoli a tempo determinato e le altre categorie di
lavoratori iscritti negli elenchi annuali purché:

  1. possano fare valere nell’anno 2019 almeno 50 giornate di effettivo lavoro agricolo dipendente;
    non siano titolari di pensione.


Indennità lavoratori dello spettacolo
A tale indennità possono accedere i lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo, che abbiano i seguenti requisiti:

  1. almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al medesimo Fondo;
    2. che abbiano prodotto nel medesimo anno un reddito non superiore a 50.000 euro

(www.confcommerciofoggia.it)

Pubblicato in Coronavirus
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Lucatelli arredamento

Il libro della settimana

30 Marzo 2020 - 10:43:28

Il Libro della Settimana/ Fratelli d’Italia di Alberto Arbasino

Fratelli d’Italia nacque come uno sfrenato «viaggio in Italia» degli anni Sessanta, uno smisurato Grand Tour di ventenni on the road. Quando fu pubblicato nel 1963, era un romanzo…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -