Articoli filtrati per data: Giovedì, 21 Maggio 2020

L'emergenza coronavirus costringe a stare a casa anche gli studenti di Peschici, ma non gli addetti ai lavori che in questi mesi hanno lavorato per completare l'iter relativo alla consegna del nuovo Istituto "Libetta". Ebbene il giorno è arrivato: venerdì 22 maggio alle ore 11 in via della Tramontana a Peschici, il presidente della Provincia Nicola Gatta e la responsabile del settore, Maria Denise Decembrino, consegneranno le chiavi dell'immobile alla dirigente scolastica, Maria Carmela Taronna. Alla cerimonia , rigorosamente a numero chiuso, parteciperanno anche il sindaco, Franco Tavaglione e il consigliere provinciale, Salvatore D'Arenzo. L'inaugurazione vera e propria del nuovo istituto è rimandata ad inizio nuovo anno scolastico. Tuttavia, il prossimo 17 giugno gli studenti impegnati negli esami di maturità potranno svolgere le prove orali in tutta sicurezza. "Oggi è un giorno speciale per la nostra comunità, finalmente i nostri studenti potranno usufruire del nuovo plesso scolastico". E' il commento del consigliere provinciale D'Arenzo.

Pubblicato in Notizie

«Nella riunione  a Bari abbiamo avuto un confronto, in alcuni momenti, anche duro, sia sull’organizzazione del partito - che io, insieme a molti amministratori e dirigenti della Lega non condividiamo - sia sulla modalità di individuazione della candidatura per le prossime elezioni regionali. Al termine si era convenuto di non rilasciare dichiarazioni nè comunicati ufficiali in ordine all’incontro, né tanto meno un’indicazione di candidato presidente. Per questo mi trovo obbligato, mio malgrado, a intervenire pubblicamente, dando voce a tutti coloro i quali - e sono tanti - non trovano corretto l’agire di un gruppo dirigente che non rispecchia la reale composizione della Lega sul territorio, anche per come emersa nel corso dell’ultima tornata elettorale di un anno fa.Se la Lega davvero vuole scegliere un candidato presidente da proporre alla coalizione ed in grado di vincere, deve cambiare metodo e sceglierlo basandosi su criteri opposti a quelli richiamati nella nota stampa del commissario regionale. Un candidato vincente deve essere riconoscibile, autorevole, e deve avere reale radicamento territoriale e consenso personale, altrimenti - come ci ha ricordato Salvini nella sua ultima presenza in Puglia - deve essere espressione della società civile. Nel caso di Altieri mancano tutte queste caratteristiche.Se, invece, il gioco di qualcuno è quello di provare a favorire Emiliano spaccando il centrodestra con l'indicazione di una candidatura totalmente inadeguata, dobbiamo avere la forza ed il coraggio di denunciarlo pubblicamente perché non vogliamo essere complici».

E' quanto dichiara in una nota l'europarlamentare On Andrea Caroppo in ordine all’annuncio dato oggi dal commissario regionale D’Eramo.

Pubblicato in Notizie

La politica regionale dimentica l'emergenza sanitaria e si tuffa a pieno regime verso le elezioni di luglio o settembre. E' notizia di oggi, ma di fatto circolava da mesi, che la Lega in Puglia candida a presidente Nuccio Altieri. Ad annunciarlo è stato il segretario regionale del Carroccio, Gigi D'Eramo, attraverso un comunicato stampa. "La Lega per Salvini Premier - si legge - ha un progetto politico di rinnovamento e concretezza, per offrire alla Puglia una visione di sviluppo economico e sociale fondato su una deregolamentazione reale, sostegni economici reali al sistema produttivo per incentivare l’occupazione e una sanità efficiente, moderna e capillare sul territorio.I l centrodestra - si legge nella nota di D'Eramo - è maggioranza nell’elettorato pugliese e come primo partito della coalizione, sentiamo la responsabilità di offrire idee e interpreti di questa nuova pagina politica. L'esecutivo regionale della Lega Puglia in maniera compatta, durante una riunione svoltasi alla presenza del vicesegretario federale Andrea Crippa, ha individuato in Nuccio Altieri il miglior candidato per interpretare questo nuovo progetto, sia per le sue esperienze di amministratore locale prima, come consigliere e poi vice Presidente Provincia di Bari, ma anche per le competenze nazionali maturate come parlamentare e oggi manager di una importante società partecipata di Stato di prima fascia. Il modello amministrativo della Lega può essere per la Puglia la locomotiva di un nuovo sviluppo per la nostra regione e per questo, offriamo alla coalizione - con spirito costruttivo - la nostra proposta per cambiare, vincere e governare una nuova Puglia, con un centrodestra unito". E Raffaele Fitto? E l'accordo a livello nazionale che prevedeva un candidato di Fratelli d'Italia in Puglia? Una cosa è certa, nel centrodestra si profila un altro scontro fratricida con la leader di Fratelli d'Italia pronta a dare battaglia.

 

Pubblicato in Notizie

“Sarà l’estate della responsabilità e della sicurezza condivisa, per consentire a tutti di non perdere l’appuntamento con la bellezza del mare pugliese”. È il commento del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che ha ringraziato tutte le autorità e i soggetti economici e sociali che hanno lavorato al testo dell’Ordinanza balneare 2020 in vigore a partire da lunedì 25 maggio prossimo.

“Sono grato per lo speciale spirito di collaborazione con il quale tutti hanno dato il loro contributo in un momento così difficile e così denso di preoccupazioni”, ha detto l’assessore regionale al Bilancio, con delega al Demanio marittimo, Raffaele Piemontese, all’esito della riunione pubblica, svolta stamattina su piattaforma streaming, per la condivisione del testo dell’Ordinanza balneare 2020, ringraziando la dirigente della Sezione Demanio e Patrimonio della Regione Puglia, Costanza Moreo, e tutti i funzionari regionali.

“Il fatto che siano state condivise all’unanimità le regole per questa strana estate in cui stiamo entrando – ha aggiunto Piemontese – fa capire meglio di tante parole quale straordinario sforzo comune abbiamo concertato con la Direzione marittima, i Comuni pugliesi, le associazioni ambientaliste, le associazioni dei disabili e, naturalmente, le associazioni che rappresentano le imprese balneari, per scrivere regole chiare e semplici, che interpellino il senso di responsabilità di ciascuno, in modo che tutti possano godere dell’estate 2020 e che siano arginati gli effetti della tempesta coronavirus che ha investito anzitutto l’economia blu legata al mare”.

La possibilità di accedere liberamente ai circa 900 chilometri di costa pugliese parte da lunedì 25 maggio prossimo e finisce il 30 settembre.

I concessionari di spiagge e altri tratti di costa saranno obbligati ad aprire gli stabilimenti e assicurare servizi professionali di assistenza alla balneazione dal 1° luglio a domenica 6 settembre.

Sono confermati alcuni punti che più hanno qualificato la governance pugliese sull’uso della costa, compresi gli obblighi dell’uso di plastica biodegradabile e l’accesso regolamentato alle spiagge dei cani e di altri animali di affezione.

Tra le novità più importanti di questa estate c’è la cooperazione per cui, attraverso una specifica intesa raggiunta tra Regione Puglia e ANCI, i 69 Comuni costieri potranno svolgere, anche su siti specifici, attività di sorveglianza finalizzata al contenimento della emergenza sanitaria da Covid-19, avvalendosi di volontari, enti pubblici o privati in regime di convenzione. In generale, valgono, naturalmente, le limitazioni, il distanziamento tra le persone e gli obblighi di tracciamento dettati a livello nazionale e dalle ordinanze del Presidente della Regione Puglia.

Sarà l’estate dove si sono moltiplicati i servizi per l’accesso dei disabili alle spiagge libere, come ha riconosciuto il presidente dell’Associazione pugliese persone para-tetraplegiche, Gianni Romito, auspicando che sempre più Comuni stiano attenti a cogliere le opportunità offerte dalla Regione Puglia e la qualificazione che l’offerta turistica ricava da questi specifici servizi indirizzati a persone con limitazioni fisiche.

Per allargare l’accessibilità dei disabili alle spiagge libere affidate alla gestione comunale, a febbraio scorso la Regione Puglia ha deciso di investire altri 300 mila euro a cui i Comuni potevano attingere a sportello, presentando richiesta di contributo corredata da un progetto redatto in aderenza alle Linee guida approvate dalla Delibera di Giunta Regionale del 29 novembre 2018. Da allora, 41 Comuni, il 60% dei Comuni costieri pugliesi, ha beneficiato di contributi regionali per dotare le loro spiagge libere di passerelle, corrimani, parcheggi dedicati, gazebo, servizi igienici o pedane mobili per l’accesso diretto a mare dei disabili.

Un numero destinato ad aumentare nelle prossime settimane e che accresce il valore della dotazione di 200 sedie JOB, le speciali carrozzine che consentono ai disabili anche di fare il bagno, che la Regione Puglia acquistò e distribuì, nell’estate 2018, a tutti i Comuni costieri.

Alla riunione di stamattina, oltre al Sindacato Italiano Balneari Confcommercio, AssoBalneari Confindustria, FIBA Confesercenti, FederBalneari Confapi, CNA, Parco naturale regionale Dune Costiere, ASL di Lecce, Associazione Pro Natura, APATE, erano presenti anche il presidente di ANCI Puglia Domenico Vitto, il Capitano di Fregata Alessandro Cortesi, che guida la Sezione Demanio e Ambiente del Servizio Polizia Marittima della Capitaneria di Porto di Bari, e Nicola Ungaro, dirigente ambientale di ARPA Puglia, che ha illustrato le attività di analisi della qualità delle acque balneabili pugliesi.

Pubblicato in Turismo

Presentare tutto il magistero di Giovanni Paolo II non è impresa facile. Nell'arco di quasi ventisette anni di pontificato questo grande Papa santo, infatti, ha lasciato ben quattordici Encicliche e tantissimi altri documenti, costituiti da Esortazioni apostoliche, Lettere, Motu proprio, catechesi e omelie...

Questo volume, per la prima volta, propone una sintesi, chiara e completa, dell'insegnamento di Giovanni Paolo II. Lo fa essenzialmente a partire dalle Encicliche che l'autore, all'epoca uno dei collaboratori più vicini a Karol Wojtyla, rilegge da un'originale e interessante prospettiva.

Come ben espresso in un verso, «dentro di me il tuo nome», di una delle sue ultime opere poetiche, Trittico romano, Giovanni Paolo II era convinto che nell'intimo di ognuno, credente o meno, ci sia una presenza familiare che suscita curiosità, desiderio, nostalgia... il nome di Dio.

Per questo egli ha indicato sempre «Gesù quale via principale della Chiesa e di ciascun uomo», perché Cristo è l'uomo nuovo a cui guardare. Un volume che si pone come un prezioso contributo per ripercorrere le tappe salienti del lungo pontificato di Karol Wojtyla, in cui questo Papa santo ha saputo cogliere le grandi sfide, culturali e sociali, del mondo contemporaneo.

Pubblicato in Il libro della settimana

La curva epidemiologica sale  e scende, alternando risultati positivi a negativi. Oggi, secondo il bollettino regionale in Puglia su 1694 tamponi sono risultati positivi al covid 19 solo 7 persone, una sola in Capitanata. Non ci sono morti in tutta la regione

Pubblicato in Coronavirus

[Cliccando BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA 21/05/2020 potrete consultare il report completo] ------

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 21 maggio 2020 in Puglia, sono stati registrati 1.694 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 7 casi, così suddivisi:

4 nella Provincia di Bari;

0 nella Provincia Bat;

2 nella Provincia di Brindisi;

1 nella Provincia di Foggia;

0 nella Provincia di Lecce;

0 nella Provincia di Taranto.

Non sono stati registrati decessi oggi.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 97.589 test.

Sono 2.096 i pazienti guariti.

1.839 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.413 così divisi:

1.447 nella Provincia di Bari;

382 nella Provincia di Bat;

637 nella Provincia di Brindisi;

1.132 nella Provincia di Foggia;

509 nella Provincia di Lecce;

276 nella Provincia di Taranto;

28 attribuiti a residenti fuori regione;

2 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia.

Un caso relativo alla provincia Bat è stato eliminato dal database.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Pubblicato in Coronavirus

 Ciò che è caduto a San Severo è intollerabile. Irresponsabili sono stati i comportamenti dei promotori e dei partecipanti alla manifestazione non autorizzata con accensione di batterie» di fuochi «in questo momento di grande sensibilità, dove, come noto, sono vietati gli assembramenti di ogni genere. Assolutamente inaccettabili i messaggi circolati via Facebook all’indirizzo del primo cittadino di San Severo».

Lo sottolinea il prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, annunciando che domani mattina a partire dalle ore 11 si svolgerà nel Comune di San Severo una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

La riunione è stata indetta dopo i festeggiamenti non autorizzati in onore della patrona della città, che si sono tenuti lunedì scorso nel rione Fantasia, detto il «Texas». Festeggiamenti che qualcuno sul web ha dedicato al presunto boss Michele Russi, ucciso due anni fa. Il sindaco Francesco Miglio ha duramente condannato l’accaduto e il figlio di Russi, Antonio, lo ha minacciato in diretta Facebook: «Ti rompo la testa», ha detto rivolgendosi al primo cittadino.

«La presenza dello Stato, domani presso la casa comunale - evidenzia Grassi - vuole rappresentare un forte e deciso richiamo alla necessità del rispetto delle regole che presiedono all’ordinato svolgimento della vita della Comunità e l’impiego delle Istituzioni tutte in tale direzione».
Al comitato parteciperanno i vertici provinciali delle Forze di Polizia e il sindaco.

Pubblicato in Cronaca

Sono 13 le persone, tra cui alcuni pregiudicati di Cerignola, raggiunte da misure cautelari perché accusate, a vario titolo, di furti e spaccio di sostanze stupefacenti. In otto sono finite in carcere, cinque invece ai domiciliari. Le misure sono state eseguite dagli agenti della squadra mobile di Foggia e da quelli del commissariato ofantino.
   

A quanto si apprende, gli indagati fanno parte di tre distinti gruppi criminali. Un primo e' accusato di spaccio di sostanze stupefacenti, perlopiù hashish, proprio nel comune di Cerignola; un secondo, invece, di furti d'auto con il cosiddetto cavallo di ritorno. Ed infine, un terzo, di furti nei capannoni commessi non solo nel territorio cerignolano, ma anche al Nord Italia.

Pubblicato in Cronaca

“Quello che stiamo facendo oggi, insieme, rappresenta uno sforzo enorme per tutti noi. Oltre 60 persone collegate tra rappresentanti di diversi settori della ristorazione, del wedding, dell’entertainment. Siamo consapevoli che tutte le decisioni da prendere in questa fase 2 devono essere prese dal basso, condividendole con tutti coloro che poi dovranno metterle in pratica. Altrimenti qualunque soluzione è sbagliata, anche la più giusta di tutte. La riunione di oggi serve anche a trovare un metodo di lavoro, perché è la prima volta che anziché ragionare con dirigenti della sanità, delle attività produttive o della cultura, io sto ragionando con i cittadini che, sebbene siano portatori di un interesse specifico, per il loro prestigio professionale, sono in grado di aiutarmi a capire qual è il punto di equilibrio dell'interesse generale rispetto all' esercizio delle loro attività”.

Lo ha detto il presidente della Regione Puglia aprendo i lavori in videoconferenza del Tavolo di lavoro del comitato tecnico scientifico che oggi si riunisce per la prima volta e che dovrà sancire regole e comportamenti per la ripresa in Puglia delle attività di ristorazione, tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie e degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie, nelle aree di servizio e rifornimento carburante, wedding ed entertainment.

Oggi è iniziato quindi il lavoro di confronto e di consultazione (che poi proseguirà con tavoli ristretti e dedicati a ciascun settore) con tutte le associazioni di categoria che poi il Comitato tecnico scientifico deve tradurre in linee guida regionali, con tutte le prescrizioni necessarie di misure igienico-sanitarie sia per gli esercenti che per i clienti.

Ricordiamo che il Comitato accompagnerà per un anno la Puglia in questo lavoro di monitoraggio, sottoponendo quindi a verifica tutto quello che accade in piena libertà, producendo atti e documenti.  

“Noi dobbiamo verificare – ha continuato Emiliano - se le regole che in maniera unitaria in tutta Italia stanno funzionando nei settori di competenza di questo gruppo di lavoro, si adattano o non si adattano alla nostra realtà economica. Il nostro obiettivo è adattare le regole ai nostri territori e alla nostra realtà, in modo tale che funzionino”.

Emiliano poi si è soffermato in particolare sulle “grandi cerimonie e sui gestori delle grandi sale di ricevimento”, oltre che sull’entertainment.

“Da questo punto di vista – ha detto Emiliano – ci sono senza dubbio questioni epidemiologiche molto importanti. Ecco perché pensiamo che questo settore particolare del wedding possa avere bisogno di un piano straordinario di sostegno. Convincere le persone a non rimandare il matrimonio all’anno prossimo, potrebbe essere importante. Se noi riuscissimo a gestire un aiuto concreto alle coppie che si vogliono sposare, inducendole a fare l'investimento generale, sarebbe perfetto e auspicabile. Insomma anche la Regione Puglia partecipa al regalo di nozze per i giovani sposi”. 

“Anche per quanto riguarda l’entertainment – ha proseguito il Presidente - occorre mettere In campo misure di difesa perché questo settore ha costi (a prescindere dal funzionamento) molto, molto elevati. Qui dobbiamo capire come muoversi. Dobbiamo farlo insieme ai rappresentanti che sono qui oggi. Temo che questo settore, con un fatturato di centinaia e centinaia milioni di euro, debba oggi investire soldi sulla riattivazione stessa del settore. E comunque è inutile che la Regione Puglia, nel momento in cui si sottopone a questa dinamica di condivisione, è disponibile a realizzare con voi tutte le misure che siano immaginabili per il sostegno prima e per il rilancio dopo, di questi settori”.

Emiliano infine ha voluto ringraziare “gli chef stellati pugliesi perché sono riusciti a tenere il punto sulle eccellenze”.

“Noi non ci dobbiamo accontentare di un modello a basso costo e senza un imprinting chiaro – ha concluso Emiliano - siamo consapevoli che se la Puglia è diventata così famosa e ricercata in tutto il mondo, lo dobbiamo soprattutto all’obiettivo raggiunto della eccellenza. Ecco, io vorrei che tenessimo alto il nostro livello di eccellenza, con tutte le garanzie di qualità, di sapori, di accoglienza etc etc che ci hanno sempre caratterizzato e che devono continuare a caratterizzarci”.

“Dobbiamo reinventarci – ha dichiarato l’Assessore Capone -  mantenendo forte la nostra identità. Quali sono i margini di manovra che abbiamo? Trovare spazi quanto più è possibile all’aperto. Noi che proprio sugli spazi all’aperto abbiamo sempre contato: i borghi, le piazze e le masserie innanzitutto. Ricordo che la maggior parte dei turisti che sono stati interpellati rispetto alla bellezza della Puglia hanno detto che ciò che ricordano con maggiore empatia ed emozione sono le passeggiate nei centri storici.

Se su questo i comuni attivano una semplificazione nelle concessioni ci potrebbero aiutare. Occorrerebbe quindi fare una mappatura dei luoghi da sottoporre anche al giudizio dei nostri esperti epidemiologi che si possono presentare come accessibili e utili in questo momento. Potremmo coinvolgere Anci al tavolo tecnico per ragionare sulle formule semplificative e scarsamente onerose o addirittura gratuite per le concessioni di piazze e piazzette nei borghi.

“Dobbiamo sperimentare aperture in sicurezza – ha concluso la Capone – a cominciare da eventi che non siano particolarmente grandi. Tutte le regioni si stanno attrezzando per promuovere il turismo e il turismo di prossimità, quindi la competizione tra regioni sarà notevole e noi non possiamo perdere tutto il lavoro fatto nel corso di questi anni. Quindi, sicurezza, ma anche creatività e innovazione per fare tutte quelle attività che fanno della Puglia una regione ancora attrattiva”.

Ricordiamo infine che il comitato tecnico scientifico lo ha istituito il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, nominandone anche i componenti, a titolo gratuito, che saranno in carica per un anno e rinnovabili.

video conf. Emiliano.jpg

Pubblicato in Turismo
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

BELLA NAPOLI

Libro & disco della settimana

26 Maggio 2020 - 17:14:55

IL DISCO DELLA SETTIMANA - Inhaler - Falling In

Non esistono più le rock band di una volta. Sicuramente molti di noi lo sosteniamo da anni. In un mondo dove rap, trap e hip pop spopolano soprattutto tra i giovani,…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -