Articoli filtrati per data: Martedì, 23 Giugno 2020

Mercoledì, 24 Giugno 2020 00:13

LEGA, VENERDI SALVINI A FOGGIA

Dopo aver chiuso le trattative con gli alleati di destra per scegliere i nomi dei candidati presidenti nelle vatie regioni chiamate al voto, il leader della Lega Matteo Salvini, tornerà in Puglia per aprire di fatto la campagna elettorale della sua coalizione.  Arriverà  giovedì 25 giugno alla stazione centrale di Barletta alle 18.35, dove sarà accolto dai militanti della BAT, successivamente si sposterà ad Andria per l'incontro con la stampa e i militanti e inaugurerà il comitato di via Duca D'Aosta.
L'indomani, di prima mattina, sarà a Corato a fare visita ad un centro per anziani «con il candidato sindaco della Lega» e successivamente si sposterà a Bari per la conferenza stampa.  Chiuderà il suo giro all'ora di pranzo a Foggia.

Pubblicato in Notizie

I Magnetic Fields sono uno dei tesori nasco­sti della musica. Non è una vera band, perché fa tutto il quasi geniale Stephin Merritt, classe 1965 di Boston, che da trent'anni manda avan­ti questo progetto sognante, malinconico, iro­nico. Sembra di tornare all’operetta, ai Beatles e ai Beach Boys con la disillusione del tempo e la libertà che può avere un artista senza brame di classifica. Solo i Magne­tic Fields possono avere un titolo come The biggest tits in history e permet­tersi un disco di 28 canzoni che sono racconti brevi, arguti, sognanti. Semplici pennellate che la musica accompagna e talvolta, come Kraftwerk in a blackout e My stupid boyfriend, esalta con arrangiamenti essenziali. Disco ra­ro e divertente. Imperdibile.

THE MAGNETIC FIELDS Quickies (Nonesuch)

Kekko Pennelli

In ascolto:

The Magnetic Fields - The Day the Politicians Died

Pubblicato in Il libro della settimana

L’offerta estiva pensata da Trenitalia e Ferrovie del Sud Est, condivisa dalla Regione Puglia, offrirà nuovi e più numerosi collegamenti, anche di domenica e nei giorni festivi, con le spiagge e le località turistiche pugliesi, grazie a un incremento dell’intermodalità che favorirà i collegamenti con le città capoluogo e fuori regione.

Per la Capitanata Trenitalia riattivati, fino a fine agosto, i treni sulla linea Foggia–Manfredonia per raggiungere le spiagge di Siponto e Manfredonia. Un servizio che si integra con l’offerta di Ferrovie del Gargano, la cui linea Foggia-Peschici Calenella collega Foggia, San Severo, Apricena, San Nicandro Garganico, Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, con il litorale garganico e le sue spiagge come Baia Santa Barbara, Sotto la Costa, Rodi Porto, Rodi Garganico, Mulino di Mare, Murge Nere, Vico-San Menaio, Bellariva e Peschici.

Il servizio sarà operativo di domenica, a partire dal 21 giugno fino al 6 settembre, e  dal 19 luglio al 30 agosto garantirà anche corse notturne. E con Puglia Promozione, sul sito ViaggiareinPuglia, c’è la sezione “Muoversi in Puglia” con le news aggiornate in tempo reale e i link diretti alle pagine di FSE e Trenitalia per visualizzare con più facilità gli orari e le tratte del periodo estivo.

Pubblicato in Turismo

Dopo ben sette tentativi di valorizzazione o dismissione dell’immobile regionale “Centro pilota per lo sviluppo integrato del turismo pugliese” sito in località Baia dei Campi provincia di Foggia –tutti precipitati nel vuoto—la Giunta regionale decide di coinvolgere imprenditori e società private. Come? Tramite avviso pubblico con oggetto “… due ipotesi alternative dell’acquisto e dell’ottenimento in locazione migliorativa del complesso immobiliare”. Bando che non costituisce proposta contrattuale né comporta alcun obbligo nei confronti di acquirenti/locatori,restando da parte della Regione “qualsiasi discrezionalità e valutazione in ordine all’avvio o meno della procedura e scelta della soluzione più opportuna  in vista del pubblico interesse perseguito”.

Operazione che verrà gestita dalla Sezione demanio e patrimonio,profondendo la massima pubblicità con estensione a livello internazionale.

Baia dei Campi viene ideata nell’anno 1984 dall’Ente regionale pugliese,insieme al Centro previsto per Otranto, quale punto strategico per le attività turistiche d’Apulia.

Inizio lavori a metà 1988. Affidati a Italscavi spa e Icamar srl e Trisciuglio srl(Fg) e  Giannotta Leonardo Cannole(Le) e  Diemme Costruzioni Otranto.

La catena dei finanziamenti inizia con 23 miliardi di lire della Regione e 38,86 elargiti dallo Stato, mentre il Ministero del Bilancio ne revoca 19.

Tra manufatti aggiuntivi e varianti  l’importo complessivo presunto è di 95 miliardi di lire,di cui 45 per Baia dei Campi. Qui il progetto dell’arch. Paolo Portoghesi immagina un albergo di 360 posti letto, piscina olimpionica, campi tennis, ristoranti, sala congressi, pista da ballo. Nel 1999 la Commissione di collaudo firma il certificato con riserva. Nasce pertanto la diatriba amministrativa fra Assessorato lavori pubblici della Regione e Italscavi spa, in merito a documenti mancanti e ripristino infrastrutture realizzate in difformità.

Passano gli anni segnati da  operazioni peritali, consulenti di parte,espropri e fornitura arredi,superfici ammalorate,udienze e decreti ingiuntivi,dispositivo della Corte di Cassazione,tentativi di conciliazione.

Soprattutto “…abbandono e degrado del cespite edificato in agro Baia dei Campi”. Un notevole fabbricato a misura ottagonale,disposto su tre piani oltre il seminterrato,zona alberghiera con 171 camere e servizi,scuola alberghiera e stanze per il personale,ristorante con 400 posti,sala conferenze,lavanderia industriale ,garages,impianti di illuminazione,due piscine,parcheggio,aiuole,due campi da tennis,un’area scoperta complessiva di 36.100 metri quadri.

Dentro l’elenco delle  opere pubbliche incompiute pugliesi,certificato ultimamente dal Ministero delle Infrastrutture, si riscontrano sia il Centro turistico di Baia dei Campi sia quello di Otranto(laghi Alimini).

Un esempio notevole di uso del pubblico denaro.

Nino Sangerardi

statoquotidiano.it

Pubblicato in Economia
Martedì, 23 Giugno 2020 15:06

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO 23 GIUGNO 2020

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 23 giugno 2020 in Puglia, sono stati registrati 2.658 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi due casi: 2 residenti in provincia di Foggia.
 
Sono stati registrati due decessi: 1 in provincia Bat e 1 in provincia di Foggia.
 
Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 165.958  test.
Sono 3.797 i pazienti guariti.
190 sono i casi attualmente positivi.
 
Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.529, così suddivisi:
 
1.491 nella provincia di Bari
380 nella Provincia di Bat
659 nella Provincia di Brindisi (un caso è stato eliminato dal database)
1.170 nella Provincia di Foggia;
520 nella Provincia di Lecce;
280 nella Provincia di Taranto;
29 attribuiti a residenti fuori regione.
 
 
I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.
Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 23-6-2020 è disponibile al link:  http://rpu.gl/7dRil

Pubblicato in Coronavirus

Circa 300 avvocati dei fori di Bari, Trani e Foggia sono scesi in piazza oggi, come in molte città italiane, per protestare contro la paralisi della Giustizia e chiedere la riapertura dei Tribunali. Negli oltre tre mesi di lockdown l'avvocatura distrettuale stima che siano stati rinviati circa l'80% dei processi civili e penali e che ancora oggi "la giustizia è in agonia per bulimia normativa e regolamentare".

L'iniziativa "Salviamo la Giustizia" è stata promossa dall'Organismo congressuale forense con gli Ordini dei tre fori del distretto. Al centro dell'attenzione dell'avvocatura barese torna anche il tema dell'edilizia giudiziaria, con in presidenti di Ordine e Camera penale che chiedono al ministro di "riprendere l'iter per il polo della giustizia barese".

"Abbiamo deciso di manifestare in piazza della Libertà a Bari, davanti al teatro Piccinni e al palazzo della Prefettura - dice il presidente degli avvocati baresi, Giovanni Stefanì - perché il nostro intento è richiamare all'attenzione dell'intera collettività sulla paralisi quasi totale della giustizia, rivendicando il nostro luogo di lavoro che è il Tribunale e il diritto alla difesa e alla giustizia che è diritto dei cittadini, non degli avvocati"."I diritti di cittadini e imprese sono in attesa - continua Stefanì - , ostaggio di scelte inadeguate oltre che della deprecabile situazione in cui versa la nostra edilizia giudiziaria. In questo periodo, oltre al danno inferto dalla pandemia alla macchina della Giustizia, il nostro territorio registra la beffa dell'arresto dell'iter per la realizzazione del nuovo polo giudiziario".

"Il ministro - ha detto il presidente dei penalisti, Guglielmo Starace - riapra il cassetto dove ha buttato la pratica del Tribunale di Bari".Al Governo gli avvocati chiedono un "piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici giudiziari" e "una norma di legge, anche con decretazione d'urgenza, che consenta lo svolgimento di tutte le attività giudiziarie anche nei prossimi mesi di emergenza", oltre "all'immediato stanziamento di risorse" per la "dotazione di adeguati strumenti informatici, di linee a banda larga e di personale tecnico di supporto per lo svolgimento in sicurezza delle attività da remoto".

Pubblicato in Società

 Nei mesi dell'emergenza Covid la Guardia di finanza ha svolto in Puglia 5.466 controlli per assicurare il rispetto delle misure di contenimento della pandemia. All'esito di queste verifiche 334 persone sono denunciate per violazioni legate all'epidemia. Nel bilancio 2019, spicca invece il dato relativo alle indebite percezioni di "reddito di cittadinanza", con 72 persone denunciate. Sono alcuni dei dati resi noti in occasione dei 246 anni di fondazione della Guardia di finanza.
   

Con riferimento agli accertamenti legati al coronavirus, emerge che 109 persone sono state denunciate per i reati di frode in commercio, vendita di prodotti con segni mendaci, truffa, falso e ricettazione, con il sequestro di oltre 380 mila mascherine e dispositivi di protezione individuale, circa 30 mila prodotti igienizzanti venduti come disinfettanti, nonché, per la prima volta in Italia, il profitto illecito per la commercializzazione di questi dispositivi pari a circa 2 milioni di euro con 39 soggetti denunciati per manovre speculative su merci per ricarichi fino al 6.000%.
   

Nel contrasto all'infiltrazione della criminalità organizzata nel tessuto economico, i primi cinque mesi del 2020 hanno impegnato i finanzieri pugliesi in accertamenti patrimoniali nei confronti di 344 soggetti, con oltre 20 milioni di euro di beni proposti per il sequestro.
   

L'anniversario della fondazione del corpo è stato anche l'occasione per tracciare un bilancio del 2019, anno durante il quale sono stati eseguiti 53.735 interventi ispettivi e 7.522 indagini delegate dalla magistratura ordinaria e contabile, con 756 reati tributari scoperti, 643 persone denunciate, di cui 7 arrestate, e il sequestro di oltre 46 milioni di euro.
   

Individuati 588 evasori fiscali totali. In applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 885 soggetti. Nell'ambito del contrasto ai traffici illeciti di sostanze stupefacenti via mare, sono state sequestrate oltre 3 tonnellate di droga e arrestati 5 narcotrafficanti, mentre sul fronte dell'immigrazione irregolare sono stati arrestati 32 presunti scafisti, sequestrate 19 imbarcazioni e intercettati 816 migranti.

Pubblicato in Cronaca

La Guardia Costiera pugliese ha sequestrato 9 tonnellate di prodotti ittici e comminato sanzioni per 71mila euro nell'ambito di controlli ad esercizi commerciali al dettaglio e all'ingrosso e punti di sbarco del pescato. I controlli, che hanno impegnato per più giorni tutte le capitanerie di porto della regione, erano finalizzati alla verifica del rispetto delle norme sulla tracciabilità del prodotto ittico e delle relative prescrizioni igienico-sanitarie, oltre che al contrasto della pesca abusiva e illegale di specie sottoposte a tutela.
    Durante le attività di controllo sono stati sequestrati circa 2000 esemplari di ricci di mare, di cui è vietata annualmente la pesca a maggio e giugno. Due persone sono state denunciate per vendita di prodotti in cattivo stato di conservazione.

Pubblicato in Cronaca

Ancora maltempo sul Gargano.  Un mese di giugno anomalo con temperature autunnali. A caratterizzare la giornata di oggi è il forte vento da nord che sta sferzando soprattutto la costa settentrionale del Promontorio con mare in burrasca. Ed è proprio a causa delle avverse condizioni meteo che la Capitaneria di Porto di Termoli ha bloccato il traghetto veloce "Ischia Jet" diretto alle Isole Tremiti. Ad assicurare i collegamenti con l'arcipelago garganico è stata la motonave Isola di Capraia. Giovedì 25 giugno il primo viaggio della motonave del Gruppo Armatori Garganici dai porti di Vieste e Peschici.

Pubblicato in Notizie

Movimento Popolare Progetto “MOLDAUNIA”

 
 


http://www.moldaunia.it   W 339 7244001    Via A. Gramsci 143 - 71122 F O G G I A

Al Dott. Sergio MATTARELLA Presidente della Repubblica

e

p. c.

A l

P r e s i d e n t e Consiglio dei Ministri

e

p. c.

A l

P r e s i d e n t e Provincia di Foggia

e

p. c.

A l

P r e f e t t o Provincia di Foggia

OGGETTO: Richiesta di incontro con delegazione del Movimento MOLDAUNIA in merito al boicottaggio del diritto all’autodeterminazione operato in provincia di Foggia,

Facendo seguito alla precedente richiesta dell’08/06/2017, restata purtroppo inevasa, lo scrivente: Ing. Gennaro AMODEO da Foggia, quale Presidente del “Movimento Popolare Progetto MOLDAUNIA”, promotore del passaggio dell’intera provincia di Foggia dalla regione Puglia al Molise, torna a chiederLe un incontro diretto, al fine di sbloccare il boicottaggio che, a livello politico ed istituzionale locale, viene perpetrato ai danni della provincia dauna, tenendo prigioniera in Puglia la sua popolazione (di 630.000 abitanti) da oltre 18 anni di lotta del Movimento innanzi richiamato.

Questo, benché la richiesta referendaria sia supportata da 16 delibere comunali, ivi  compresa quella del capoluogo: Foggia, in rappresentanza di oltre il 40% dell’intera popolazione provinciale. Dopo il referendum chiesto dalla provincia di Piacenza, con delibera n.78 del 24/09/2012, ed approvato con DPR 10/12/2012 ed il successivo referendum chiesto dalla provincia del Verbano – Cusio – Ossola, con delibera n. 11 del 03/05/2018, ed approvato con DPR 09/08/2018, non si spiega come, solo in provincia di Foggia non si riesca ad ottenere alcun riscontro dai rappresentanti istituzionali menzionati in epigrafe a questa missiva.

A questo punto viene spontaneo chiedersi: ”ma la regione Puglia appartiene ancora al territorio italiano? E se la risposta è <SI’> i suoi abitanti godono ancora dei diritti costituzionali?”

Per cui, prima di portare questo vulnus costituzionale all’attenzione della Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU), il Movimento si rivolge a Lei, quale garante della Costituzione e dei diritti civili in essa contemplati, per chiederLe un possibile incontro, onde documentare la situazione di cui innanzi e trovare, eventualmente, una possibile soluzione per superare l’incubo politico vissuto a Foggia da oltre 18 anni.

In attesa di formale riscontro, deferenti ossequi.

Foggia 20/06/2020                                                                        Il Presidente M. P. P. MOLDAUNIA (Ing. Gennaro AMODEO)

 

Pubblicato in Notizie
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Libro & disco della settimana

06 Luglio 2020 - 11:27:42

IL DISCO DELLA SETTIMANA/ NORAH JONES Pick me up...

Dopo un esordio di enorme successo spes­so ci si perde per sempre. Ma qualche volta, come nel caso di Norah Jones diventata cele­bre nel 2002 con lo «smooth jazz» di Come away…

Statistiche di accesso

Ora online:

25
Visitatori

Sabato, 11 Luglio 2020 01:02

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -