Silvestri gas

Articoli filtrati per data: Martedì, 09 Giugno 2020

Italia in Comune guarda da sempre con attenzione ai temi ambientali che investono la nostra provincia. In particolare, desta per noi preoccupazione la situazione del Parco Nazionale del Gargano che, a ormai 25 anni dalla sua istituzione, continua a non esprimere una chiara visione di sviluppo e valorizzazione del territorio, preservandone nel contempo le peculiarità naturalistiche. A quasi un anno dalla sua nomina, non ancora si vede infatti quale direzione il nuovo presidente Pazienza voglia far prendere all’Ente che rappresenta ed anzi, sembra che sia più interessato ad alimentare tensioni e conflittualità improduttive piuttosto che creare alleanze e sinergie. Appare perfino inutile ricordare l’importanza strategica di questo ente per indirizzare logiche di sviluppo sostenibile che avrebbero importantissimi riverberi non solo nell’ambito della Montagna Sacra, ma per tutta la Capitanata. E invece assistiamo al perdurare dell’abbandono delle aree interne del Gargano e al sempre crescente scetticismo degli operatori del comparto agro-silvo-pastorale che non trovano nell’Istituzione Parco quelle risposte innovative ai problemi di convivenza tra le loro attività e la presenza della fauna selvatica. Risposte innovative che dovrebbero basarsi sulla valorizzazione turistica di entrambe queste componenti fondamentali per un’area parco e che invece appaiono lontanissime dal linguaggio che lo stesso presidente Pazienza ha scelto di utilizzare per parlare di questo problema, riferendosi a brutali attacchi di branchi di lupi e stragi di pecore. Sembra di sentire, certamente per caso, l’eco delle recenti parole dell’On. Massimo Casonova in riferimento ai lupi sul Gargano: “È evidente il pericolo che costituisce l'avvicinarsi all'uomo di questi animali. Pensate alla spiaggia, alle famiglie, ai bambini. Alle possibili ed imprevedibili conseguenze”. Argomentazioni, queste, prive di qualsiasi riscontro scientifico e sicuramente dannose per il comparto turistico del Gargano perché generano inutili paure invece che valorizzare la presenza di questi animali come si sta facendo in altri parchi. Per Italia in Comune occorrerebbe invece favorire alleanze tra agricoltori, allevatori, operatori turistici e operatori dell’ambiente in modo da creare valore aggiunto sia nel settore primario che terziario, contribuendo alla destagionalizzazione e alla decongestione delle aree costiere. Insomma, il Parco dovrebbe iniziare a capire che il suo ruolo è quello di programmare, coordinare, stimolare, innovare e non limitarsi a fare da cassa di risonanza di ataviche paure e luoghi comuni o a distribuire a pioggia i fondi del proprio bilancio senza una visione complessiva. Tutte argomentazioni scritte ormai da una quindicina d’anni nel Piano del Parco sul cui iter di approvazione, incagliatosi non si sa dove, il presidente Pazienza non ha ancora fatto conoscere il suo pensiero. Dipartimento

Pubblicato in Notizie

Domani mercoledì 10 giugno a Foggia presso il Consorzio di Bonifica della Capitanata, si discuterà del progetto per far confluire nella diga di Occhito milioni di metri cubi di acqua da destinare all'agricoltura pugliese, attraverso la costruzione di una condotta di circa 10 chilometri per la captazione dall’invaso del Liscione in provincia di Campobasso. Per la precisione potrebbero confluire dal Molise alla Puglia ben 50 milioni di acqua da destinare all'agricoltura foggiana. Fin qui tutto bene, se non fosse della presa di posizione della popolazione molisana e della consigliera regionale Micaela fanelli che contestano la possibilità di regalare acqua alla Daunia.

"Un atto di programmazione talmente rilevante per l'intero Molise, senza che il Consiglio regionale sia stato informato ed interessato, che ci ha portato a presentare, insieme ai consiglieri Facciolla, Manzo, Primiani e Iorio, una mozione al Presidente Toma, di cui, ancora una volta, stigmatizziamo il comportamento poco rispettoso delle istituzioni e la scarsa attenzione per i problemi dei molisani.

Una storia lunga e complessa, quella degli accordi tra la Puglia e il Molise per l'utilizzo delle acque della nostra regione, che ci ha sempre visti penalizzati sia sotto il profilo della disponibilità irrigua per il nostro territorio, che delle eventuali compensazioni economiche ed infrastrutturali, sempre promesse, ma alle quali non è stato mai dato seguito, con il Molise che ha sempre dato, ma mai ricevuto nulla in cambio. Generosi si, fessi no". Come dire benvenuta Moldaunia!

Pubblicato in Notizie

Che confusione! Nel giro di pochi giorni, i commissari straordinari del Comune di Mattinata prima firmano l'ordinanza che vietava la balneazione nei tratti di mare antistanti le spiagge libere, per poi revocarla. Pertanto da domani 10 giugno tutti al mare, previa leggere i nuovi cartelli contenenti le indicazioni delle misure di contrasto alla diffusione del virus corona, nonché la dicitura: "Attenzione balneazione non sicura per mancanza di bagnino".

Pubblicato in Notizie
Martedì, 09 Giugno 2020 22:31

TERREMOTO 2.4 SULLA COSTA GARGANICA

Una lieve scossa di terremoto è stata registrata questa sera lungo la costa del Gargano, tra Peschici e Rodi Garganico. Lo comunica l'ufficio stampa dell'INGV che lo ha classificato di 2.4 di magnitudo ad una profondità di 3,8 km. 

Pubblicato in Notizie

Sarà la società “F Tourism & Marketing” di Josep Ejarque, con sede a Torino, a realizzare un “Piano Strategico di marketing e Comunicazione post crisi per la ripresa e lo sviluppo della destinazione Vieste” in ambito turistico. Lo ha deciso questa mattina con apposita delibera la Giunta comunale su proposta dell’assessore al Turismo Rossella Falcone.

Per continuare ad essere una destinazione di successo - ha spiegato l'assessore Falcone - la città deve adeguare la sua proposta ed offerta turistica, in linea con il nuovo turismo. Ciò è possibile, evolvendo da città turistica da turismo balneare a destinazione turistica di tipo esperienziale. Questa evoluzione, che dovrà essere graduale, si trova a dover accelerare a causa della crisi della domanda, dell’offerta nel settore turistico, generata dal Covid 19. Ad oggi, Vieste deve reagire perché la concorrenza nel turismo incrementerà a causa dei cambiamenti immediati che il Covid 19 ha generato a breve termine, ma soprattutto di quelli che sta generando e che si consolideranno a medio termine. Vieste, dunque, come sistema destinazione deve reagire per continuare ad essere presente nel mercato, non perdere la sua quota di mercato, ma soprattutto assicurare il posizionamento e la continuità dell’attività turistica a breve periodo, ma anche nel futuro immediato 2021- 2022”.

In quest’ottica Vieste deve reagire strategicamente ed operativamente nei seguenti ambiti del “destination management”: 1) Riposizionamento della destinazione, mediante i seguenti obiettivi: costruire il prodotto destinazione; costruire il sistema destinazione; costruire il valore differenziale della destinazione; sviluppare e ristrutturare le attrattive turistiche per farle diventare prodotti turistici; sostruire le reti di prodotto – 2) Marketing della destinazione, mediante i seguenti obiettivi: destination marketing (digital e content marketing); gestire ed incentivare la reputazione della destinazione.
Il piano economico per la definizione del progetto prevede una somma pari ad euro 35 mila con scadenze dilazionate fino a giugno del 2021.

 

Pubblicato in Turismo

Da Lecce a Firenze senza cambiare treno, passando da Brindisi, Ostuni, Monopoli, Bari, Barletta, Foggia e Roma con lo stesso Frecciargento Etr-600. La "novità assoluta" nei collegamenti ferroviari tra la Puglia e il capoluogo toscano arriverà a partire da lunedì 15 giugno insieme con il nuovo orario estivo di Trenitalia. Secondo la tabella di marcia il primo treno Frecciargento 8324 lascerà la banchina della stazione di Lecce alle 16,47, per poi arrestare la sua corsa davanti alla basilica fiorentina di Santa Maria Novella dopo poco più di sette ore. Alle 23,55. Nel suo percorso toccherà Brindisi alle 17,09, Ostuni alle 17,30, alle 17,48 Monopoli, alle 18,17 Bari. E poi Barletta alle 18,47 e - ultima tappa pugliese - da Foggia alle 19,27. L'arrivo a Roma Termini è previsto per le 22,30 prima di ripartire verso la destinazione. Il ritorno è fissato alle 6 in punto da Firenze, con l'arrivo a Bari alle 12, 08 e a Lecce alle 13,30.

Pubblicato in Turismo

Aveva appena spento le 97 candeline e la sua grinta ci faceva capire che eravamo di fronte ad un uomo per il quale la morte avrebbe fatto fatica a vincere la sua battaglia.

Invece il dottor Michelangelo Medina se ne è andato in sordina, con il suo sorriso paterno,per dirci che la vita, anche quando è alle soglie dei cento anni, non è eterna e prima o poi bisogna chiudere gli occhi per aprirla ad una vita diversa. Ma quando  non è spesa inutilmente rimane sempre nel ricordo della gente e la sua memoria non sarà mai cancellata.

Michelangelo Medina è stato il nostro presidente per oltre quarant'anni, Lui ne andava fiero di questo e amava ritenersi il "presidente di sempre". Solo quando le forze cominciavano a cadere, volle lasciare il suo pur prestigioso incarico che poi venne affidato ad Alfredo Micale. Ma nonostante ciò, Michelangelo è rimasto sempre una attenta guida, pronto a dare i suoi preziosi consigli. La festa di Santa Maria era ed è la festa piu' importante di Vieste e tutto deve essere preparato con delicatezza e saggezza perchè, lo ripeteva spesso, se qualcosa non va come dovrebbe  la gente ci rimane male ma ti critica anche.

Ora Michelangelo potrà riposare dopo una lunga vita passata nelle agiatezze, ma anche nelle difficoltà. Una delle piu brutte è stata sicuramente la morte improvvisa del figlio Andrea, un medico di elevate capacità di cui Vieste conserva ancora vivo il suo ricordo.

Ciao Michelangelo. Ti ricorderemo a lungo. Ci dispiace non aver potuto vivere insieme a te la Santa Maria del 2020 che sarebbe  anche stata l'ultima. Ma sai bene che un maledetto virus ha coinvolto l'intera sfera terrestre ed ha fatto in modo che nessuna processione o festa patronale sarebbe stata celebrata. E questo ci porta ancora piu’ sconforto perchè non sappiamo ancora bene quale sarà il prosieguo di questa pandemia che, sebbene scemata, non è ancora finita.

Ciao Michelangelo, semmai dovessi incontrare tutti gli altri membri del Comitato, che ti hanno preceduto in  questo difficile viaggio, li saluterai per noi uno ad uno. In fondo anche  il nostro è un impegno che  durerà per sempre ma proietta anche noi verso una festa che sarà meravigliosa.

 IL PRESIDENTE E I MEMBRI DEL COMITATO FESTIVITA' SANTA MARIA DI MERINO

Pubblicato in Personaggi
Martedì, 09 Giugno 2020 15:26

Bollettino epidemiologico 9 giugno 2020

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 9 giugno 2020 in Puglia, sono stati registrati 2461 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus ed è stato registrato un caso positivo in provincia di Brindisi.

E’ stato registrato un decesso in provincia di Bari

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 135625 test.

3.373 i pazienti guariti.

613 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4512 così divisi:

1488 nella Provincia di Bari (un caso di ieri è stato eliminato dal database)

380 nella Provincia di Bat

654 nella Provincia di Brindisi

1116 nella Provincia di Foggia;

519 nella Provincia di Lecce;

281 nella Provincia di Taranto;

28 attribuiti a residenti fuori regione

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Pubblicato in Coronavirus

Questa mattina con grande sollievo e compiacimento abbiamo appreso del ritrovamento delle 2 biciclette elettriche sottratte ai turisti emiliani in vacanza a Vieste, un caso che aveva suscitato grande sconcerto nella nostra cittadina alle prese con la stagione turistica forse più difficile degli ultimi decenni.

La brillante operazione è stata portata a termine dai Carabinieri della locale Tenenza diretti dal Tenente Nicola Porrari che non hanno risparmiato sforzi per indagare sul caso e giungere il prima possibile ad un felice esito accolto con straordinaria riconoscenza dai coniugi Mazzetti che avevano subito il furto.

Alla luce di quanto sopra non possiamo che rivolgere un grande e particolare ringraziamento agli agenti della Tenenza di Vieste per l’operazione messa in atto e per il positivo risultato che ha costituito la migliore delle risposte al tentativo di infangare l’immagine della città.

Insieme a Loro procederemo alla riconsegna delle biciclette ai legittimi proprietari.

           

Il Sindaco

Giuseppe Nobiletti

Pubblicato in Cronaca
Martedì, 09 Giugno 2020 13:29

I Giornali locali: martedì 9 giugno

Pubblicato in Notizie
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Libro & disco della settimana

06 Luglio 2020 - 11:27:42

IL DISCO DELLA SETTIMANA/ NORAH JONES Pick me up...

Dopo un esordio di enorme successo spes­so ci si perde per sempre. Ma qualche volta, come nel caso di Norah Jones diventata cele­bre nel 2002 con lo «smooth jazz» di Come away…

Statistiche di accesso

Ora online:

38
Visitatori

Sabato, 11 Luglio 2020 01:00

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -