Articoli filtrati per data: Martedì, 01 Settembre 2020

E’ convocato in sessione straordinaria di urgenza il Consiglio Comunale: in seduta urgente di prima convocazione e con modalità ”in presenza" per mercoledì 2 settembre alle ore 8,00 ed in seconda convocazione per giovedì 3 settembre alle ore 10,00 per la trattazione del seguente ordine del giorno:

1) lnterrogazioni della seduta del 02.09.2020;

2) Estensione del S.l.l. agli agglomerati costieri di Defensola, lsola la Chianca, Sfinalicchio, Molinella, Scialmarino, San Lorenzo, Porto Nuovo, Baia di Campi nel|'abitato di Vieste. Sistema fognario - Opere per il completamento del sistema fognario del litorale nord de|l'abitato - ADOZIONE VARIANTE URBANISTICA.

Pubblicato in Politica

Nell’ultimo week end di agosto, nelle località marine di Peschici e Rodi Garganico, al culmine di questa particolarissima stagione estiva che ancora vede frotte di turisti prendere letteralmente “d’assalto” le spiagge del Gargano nonostante il riattualizzarsi dell’emergenza covid-19, la Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano ha svolto una serie di controlli per assicurare alla comunità garganica tranquillità e sicurezza.

Tra i principali obiettivi: contrastare il crescente fenomeno dello spaccio e dell’uso di stupefacenti, il contenimento del contagio da coronavirus, il lecito funzionamento degli esercizi pubblici di intrattenimento e la verifica del rispetto delle norme “salvavita” del Codice della Strada.

I Carabinieri per tutelare la sicurezza sanitaria e far si che i frequentatori della zona avessero la possibilità di muoversi serenamente negli straordinari luoghi del Gargano, hanno posto sotto particolare osservazione la “movida” ed i luoghi di maggiore aggregazione, dove il desiderio di divertirsi rischia di far dimenticare anche le più basilari norme prudenziali, e non solo in tema di contenimento del contagio, sfociando in comportamenti potenzialmente autolesionistici.

In questo quadro, in cui gli operatori turistici continuano a registrare il “sold out”, sono stati posti sotto attenta vigilanza i litorali, le piazze ed i vicoli dove i locali attirano più persone e dove si concentra la movida e gli spacciatori vanno a "caccia" di clienti.

Le località marine di Rodi Garganico e Peschici ed i loro centri storici sono in particolare stati l'obiettivo dei Carabinieri che, confusi tra i turisti anche in abiti borghesi, hanno rilevato i comportamenti irregolari, il mancato rispetto delle norme "anticovid" e i locali dove veniva diffusa musica ad alto volume oltre l’orario consentito, facendo poi intervenire il personale in divisa. 25 sono stati gli esercizi controllati, sei dei quali sono stati sanzionati e segnalati per la loro chiusura.

Un lido, che aveva organizzato attività musicale e di intrattenimento, è stato poi immediatamente chiuso poiché sprovvisto delle previste autorizzazioni.

Esito positivo hanno avuto anche i blitz per contrastare il fenomeno dell’uso e dello spaccio di droga. Sono infatti stati denunciati uno spacciatore ed un assuntore, mentre un 53enne di Ischitella, con precedenti di polizia e già colpito da foglio di via obbligatorio dal Comune di Rodi Garganico, controllato a piedi e perquisito nei pressi di un lido balneare, è stato trovato in possesso di 20 grammi di marijuana destinata a consumatori, e pertanto denunciato per spaccio di stupefacenti, immediatamente sequestratigli, ed inosservanza del divieto imposto.

Nel settore della sicurezza stradale, 45 le più gravi contravvenzioni elevate, con detrazione di punti, riguardanti in particolare il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, l'uso del cellulare alla guida, la velocità non commisurata alle condizioni della strada e, purtroppo ancora, il mancato utilizzo dei seggiolini per bambini.

Pubblicato in Cronaca

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 1 settembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 3.651 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 41 casi positivi: 24 in provincia di Bari, 7 nella provincia BAT, 4 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto, 1 di provincia non nota.

È stato registrato un decesso in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 308.671 test.

4.062 sono i pazienti guariti.

860 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 5.479, così suddivisi:

1.914 nella Provincia di Bari;

449 nella Provincia di Bat;

705 nella Provincia di Brindisi (un caso è stato eliminato dal database);

1.381 nella Provincia di Foggia;

672 nella Provincia di Lecce;

316 nella Provincia di Taranto;

38 attribuiti a residenti fuori regione (un caso è stato eliminato dal database);

4 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 1.9.2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/IMc2D

 

DICHIARAZIONI DEI DG DELLE ASL

Dichiarazione del Dg Asl Ba, Antonio Sanguedolce:

“Nella giornata odierna il Dipartimento di Prevenzione ha individuato 24 nuovi casi di positività al virus Sars-Cov2. Tra questi si segnalano 2 rientri dalla Sardegna, 17 contatti stretti di casi già presi in carico e sotto sorveglianza, altri 5 emersi durante il triage in strutture sanitarie per i quali sono in corso le attività di verifica e tracciamento”.

Dichiarazione del Dg della Asl Bat, Alessandro Delle Donne:

"Sono 7 i casi positivi registrati oggi nella provincia Bat, di questi 6 provengono dalla Sardegna, mentre su un altro caso, con sintomatologia, sono in corso le indagini del Dipartimento di Prevenzione”.

Dichiarazione del Dg della Asl Foggia, Vito Piazzolla:

"In data odierna sono stati registrati in provincia di Foggia 4 nuovi casi di persone positive al COVID 19. Nel dettaglio si tratta di: 2 contatti stretti di persone risultate positive nei giorni scorsi; 1 cittadino straniero presente sul territorio provinciale e 1 persona individuata durante le attività di screening".

Dichiarazione del Dg Asl Lecce, Rodolfo Rollo:

“Il caso registrato oggi dal Dipartimento di prevenzione riguarda un cittadino residente fuori Italia arrivato in provincia di Lecce dalla Romania”.

Dichiarazione del Dg Asl Taranto, Stefano Rossi: “I casi di oggi registrati a Taranto sono tre. Due da attribuire a soggetti che rientravano dalla Sardegna in Puglia e che grazie ad uno scrupoloso lavoro di screening del dipartimento di prevenzione è stato possibile accertare. Un altro caso è da attribuire ad un soggetto positivo al tampone ospedaliero, per il quale poi si è reso necessario il ricovero”.

Pubblicato in Coronavirus

Inviare il curriculum a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Avvisi

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Stazione di San Marco in Lamis, coadiuvati da personale dello Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori “Puglia”, hanno arrestato in flagranza di reato un ventenne, incensurato, del posto, per coltivazione di sostanze stupefacenti.

I militari, nel corso di uno specifico servizio, hanno rinvenuto su di un'impervia area demaniale del promontorio del Gargano, in località “Coppa Casarinelli” di San Marco in Lamis, un'estesa piantagione di cannabis indica composta da circa 800 piante dell’altezza media di 140 cm, ancora in fase di crescita. Le piante venivano irrigate singolarmente da gocciolatoi regolabili “in linea”, alimentati da un impianto costituito da tubi di pvc collegati a tre cisterne da 1000L, a loro volta alimentate da un allaccio abusivo alla condotta idrica dell’Acquedotto Pugliese, che corre poco distante dal campo.

Al fine di incrementarne la crescita, le piante venivano nutrite anche con sostanze concimanti di varia natura.

Scoperta la piantagione, era quindi iniziato un prolungato servizio di osservazione finalizzato ad individuarne i responsabili. Dopo diverse ore, nel tardo pomeriggio, era finalmente comparso un giovane, con il volto coperto da un passamontagna, il quale, dopo aver controllato lo stato delle piante, aveva aperto i rubinetti per l’irrigazione. I militari erano allora usciti dai loro nascondigli per identificarlo, ma questi, appena li aveva scorti, aveva tentato la fuga, venendo però immediatamente bloccato.

Le 800 piante sono state infine estirpate e, con tutto il materiale per l’irrigazione, poste sotto sequestro.

La marijuana sequestrata avrebbe fruttato alla criminalità un ricavo di oltre 300.000 euro. L’attività investigativa prosegue ora per risalire ad eventuali altri soggetti coinvolti nell’attività.

Pubblicato in Cronaca

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Stazione di San Marco in Lamis, coadiuvati da personale dello Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori “Puglia”, hanno arrestato in flagranza di reato un ventenne, incensurato, del posto, per coltivazione di sostanze stupefacenti.

I militari, nel corso di uno specifico servizio, hanno rinvenuto su di un'impervia area demaniale del promontorio del Gargano, in località “Coppa Casarinelli” di San Marco in Lamis, un'estesa piantagione di cannabis indica composta da circa 800 piante dell’altezza media di 140 cm, ancora in fase di crescita. Le piante venivano irrigate singolarmente da gocciolatoi regolabili “in linea”, alimentati da un impianto costituito da tubi di pvc collegati a tre cisterne da 1000L, a loro volta alimentate da un allaccio abusivo alla condotta idrica dell’Acquedotto Pugliese, che corre poco distante dal campo.

Al fine di incrementarne la crescita, le piante venivano nutrite anche con sostanze concimanti di varia natura.

Scoperta la piantagione, era quindi iniziato un prolungato servizio di osservazione finalizzato ad individuarne i responsabili. Dopo diverse ore, nel tardo pomeriggio, era finalmente comparso un giovane, con il volto coperto da un passamontagna, il quale, dopo aver controllato lo stato delle piante, aveva aperto i rubinetti per l’irrigazione. I militari erano allora usciti dai loro nascondigli per identificarlo, ma questi, appena li aveva scorti, aveva tentato la fuga, venendo però immediatamente bloccato.

Le 800 piante sono state infine estirpate e, con tutto il materiale per l’irrigazione, poste sotto sequestro.

La marijuana sequestrata avrebbe fruttato alla criminalità un ricavo di oltre 300.000 euro. L’attività investigativa prosegue ora per risalire ad eventuali altri soggetti coinvolti nell’attività.

--------------------------------------

Dall’1 al 30 settembre 2020: partecipazione gratuita con uno o più scatti alla seconda edizione del concorso fotografico pugliese dedicato ai beni culturali, edizione regionale del concorso internazionale Wiki Loves Monuments, organizzato in più di 50 Paesi

Wiki Loves Puglia 2020: il concorso fotografico aperto a tutti

per la libera circolazione della bellezza artistica pugliese

I cittadini sono invitati a fotografare i monumenti e a condividere gli scatti

con licenza libera sul database multimediale connesso a Wikipedia.

Valorizzare l’immenso patrimonio artistico della regione Puglia dando a chiunque lo desideri la possibilità di poterlo ammirare liberamente in rete, con un semplice click.

È questo l’obiettivo con cui Wikimedia Italia, associazione per la diffusione della conoscenza libera insieme all’associazione cine_fotografica Kaleidos di Bari e alla delegazione regionale FIAF per la Puglia organizzano anche quest’anno Wiki Loves Puglia, il concorso fotografico pugliese, edizione regionale del grande concorso fotografico internazionale Wiki Loves Monuments che coinvolge oltre 50 nazioni, raccogliendo immagini di monumenti per documentare il patrimonio storico e culturale di ogni nazione e illustrare le pagine di Wikipedia.

Dal 2012 Wiki Loves Monuments è promosso in Italia da Wikimedia Italia. Nelle scorse 8 edizioni ha raccolto nel complesso 145.000 fotografie di 13.000 monumenti nazionali scattate da 2.000 fotografi.

Nel 2019, invece, la prima edizione di Wiki Loves Puglia ha totalizzato 916 fotografie con 65 partecipanti e oltre 350 monumenti fotografabili in più di 30 comuni. 

Quest’anno Wiki Loves Puglia ha anche ottenuto il Patrocinio dell'Assessore all'Industria Turistica e Culturale Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali della Regione Puglia ed il numero di monumenti fotografabili è salito a 551 in 42 comuni.

I premi

I premi in palio ammontano complessivamente in 255 euro di buoni spesa a scelta, così suddivisi: 125 euro al primo classificato, 85 euro al secondo classificato e 45 euro al terzo classificato

I vincitori verranno premiati contestualmente all’inaugurazione della mostra delle prime 10 foto vincitrici del concorso, in luogo da destinarsi. 

La giuria

La giuria pugliese è formata da fotografi professionisti e non, soci di Wikimedia Italia e membri e volontari della comunità di Wikipedia; selezionerà i 10 migliori scatti che andranno anche a partecipare alla competizione nazionale.

Come partecipare

La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a professionisti e amatori che desiderano rendere libera e accessibile a tutti l’immagine del loro monumento regionale del cuore. Basta registrarsi sul sito di Wikimedia Commons - l’archivio di immagini liberamente riutilizzabili connesso a Wikipedia, l’enciclopedia libera - e caricare dall’1 al 30 settembre una o più fotografie, ognuna col suo titolo. Basilare è che siano scatti con licenza d’uso Creative Commons BY-SA, cioè la licenza libera adottata da Wikipedia.

Possono essere fotografati i monumenti per i quali è stata concessa un'apposita autorizzazione. I monumenti che si possono fotografare sono elencati alla pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Wiki_Loves_Monuments_2020/Monumenti/Puglia

Chi desidera immortalare un monumento nuovo, può farsi portavoce della richiesta presso l’ente territoriale di riferimento, per permettere così un nuovo inserimento nella lista degli autorizzati (sempre gratuitamente) e aumentare le occasioni di visibilità per quella città o territorio.

In Italia, infatti, le fotografie dei beni culturali sono regolate dal “Codice dei beni culturali e del paesaggio” (il cosiddetto Codice Urbani datato 2004 con il successivo Art Bonus del 2014) che vieta di pubblicare le foto di monumenti, anche se di dominio pubblico, e di pubblicarne le foto per tutti gli scopi, quindi anche con licenza d’uso Creative Commons BY-SA, a meno che non si possegga una precisa autorizzazione da parte degli enti territoriali che hanno in consegna i beni.

Inoltre, l’edizione di quest’anno porta una novità: la possibilità di partecipare con fotografie di ampia veduta generale dei comuni, riprese da un luogo sopraelevato o da grande distanza e prive di soggetto principale.

Pubblicato in Manifestazioni

Nel corso della mattinata di ieri, la Capitaneria di Porto di Manfredonia, congiuntamente al personale della Compagnia Carabinieri ed al personale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, ha concluso l’attività di rimozione dei natanti da diporto, abusivamente ormeggiati o abbandonati dai proprietari nel Porto Commerciale di Manfredonia.

L’attività, iniziata nel Gennaio scorso sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Foggia, ha anche visto l’intervento del personale specializzato appartenente al 1°Nucleo Subacquei Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, utilizzato per effettuare una preliminare ricognizione dei fondali ed accertare la presenza dei diversi corpi morti/catenarie, abusivamente installati sul fondale (costituenti un pericolo per la sicurezza della navigazione nonché un nocumento all’ecosistema marino-costiero) e successivamente rimossi.

Nella giornata di ieri, invece, si è proceduto alla rimozione degli ultimi natanti da diporto presenti nello specchio acqueo prospiciente il Molo di Levante ed il Molo di Tramontana, grazie al significativo ausilio fornito dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale la quale, in aggiunta, custodirà temporaneamente le imbarcazioni nelle more di individuare i legittimi proprietari nonché, nel caso dei relitti, avvierà direttamente gli stessi allo smaltimento tramite ditta specializzata.

L’operazione conclusa assume un valore di grande pregio per la collettività e per gli amanti e professionisti del mare, in quanto ha innegabilmente migliorato le condizioni di sicurezza della navigazione in ambito portuale, nonché è stata necessaria per il ripristino alla legalità, consentendo il pieno rispetto delle connesse norme di legge che vietano l’ormeggio dei natanti da diporto nel Porto Commerciale, possibile esclusivamente presso i sodalizi nautici, strutture appositamente autorizzate e che permettono di monitorare i requisiti di sicurezza ed ambientali da rispettare.

Pubblicato in Ambiente

Importante la prenotazione. Il cambio del buono di prenotazione la mattina dell'imbarco presso la biglietteria Bisanum Viaggi al Porto Turistico "blocco 8".

Partenza da Vieste ore 08:40 con imbarchi almeno 40 minuti prima, mentre il Porto di attracco e ripartenza sarà l’Isola di SAN DOMINO, alle ore 16:45.


La partenza è garantita salvo condizioni meteo-marine avverse.

Ripristinato il SERVIZIO NAVETTA da/per le strutture a prezzo bloccato di € 4,00 a persona (dai 3 anni in poi) andata e ritorno!

 
Alcune info utili:

1) Per il parcheggio al Porto turistico servono € 7,00 per coprire tutta la giornata e vanno informati i clienti di procurarsi le monete spicciole! 
2) La biglietteria del Porto turistico non è ancora fornita di POS per i pagamenti con carte o bancomat...
 


Per info e prenotazioni:
FRANCESCO DE STASI
Bisanum Viaggi Tour Operator
Via Santa Maria di Merino, 22 - Vieste -
Tel: 346.5709094 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Turismo

Pochissimi giorni e l'U­niversità di Foggia toma "in presenza" con i test di Medi­cina e Odontoiatria, dopo mesi di lezioni, esami e lauree a distanza.

Per UniFg (e per gli altri Atenei italiani) una no­tizia su tutte: i test di accesso a carattere nazionale, cioè Me­dicina, Odontoiatria e Profes­sioni sanitarie, fa sapere il di­rettore generale Teresa Romei, tornano su base provinciale, cioè ogni Ateneo, per dispo­sizione del Miur, ammette, alle prove di accesso e poi alle iscri­zioni, soltanto gli studenti residenti nella propria provin­cia.

I test del 3 settembre (data unica nazionale) saranno tut­tavia anche per UniFg la prima occasione post lockdown per il ritorno fra i banchi, modalità che comunque ripartirà da set­tembre con le lezioni in aula, almeno per le matricole. E' il rettore Pierpaolo Limone ad annunciarlo, specificando che la frequenza sarà perseguita in ogni dipartimento il più pos­sibile.

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

OLMO generico

Libro & disco della settimana

Statistiche di accesso

Ora online:

128
Visitatori

Martedì, 29 Settembre 2020 19:07

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -