Silvestri gas

Articoli filtrati per data: Lunedì, 14 Settembre 2020

Ora Vieste ha un nuovo stemma, con abbinato gonfalone. Questa mattina il Prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, ha consegnato al Comune di Vieste, rappresentato dal sindaco Giuseppe Nobiletti il decreto del Presidente della Repubblica con cui è stata conferita l'autorizzazione all'utilizzo del nuovo stemma e gonfalone. Il relativo decreto (13 febbraio 2020) del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, fa seguito alla richiesta inoltrata dal sindaco per adeguare l’immagine dello stemma comunale all’araldica nazionale, così come previsto per legge, in quanto finora in uso non era conforme e peraltro senza privo decreto. L’iter per avere il nuovo è durato quasi un anno. Si è partiti con una delibera del Consiglio comunale per avere il decreto del Capo dello Stato. Sono stati poi presentati due bozzetti realizzati gratuitamente Stefania Maggiulli. “Dopo un'istruttoria durata alcuni mesi finalmente Vieste ha un nuovo stemma conforme alla normativa vigente. E anche questo errore del passato è stato cancellato...”, ha commentato su Facebook il primo cittadino.

 

Pubblicato in Politica

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì 14 settembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 1.820 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 61 casi positivi: 48 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 6 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Taranto. Due casi già attribuiti nei giorni scorsi a residenti fuori regione sono stati attribuiti oggi alla provincia di Bari.

 

Sono stati registrati 2 decessi in provincia di Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 351.539 test.

4.225 sono i pazienti guariti.

1.713 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 6.510, così suddivisi:

2487 nella Provincia di Bari;

520 nella Provincia di Bat;

741 nella Provincia di Brindisi;

1529 nella Provincia di Foggia;

722 nella Provincia di Lecce;

460 nella Provincia di Taranto;

50 attribuiti a residenti fuori regione;

1 provincia di residenza non nota.

 I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 14.9.2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/TLOLr

       

DICHIARAZIONI DEI DG DELLE ASL:

Dichiarazione Dg Asl Bari, Antonio Sanguedolce: “Nelle ultime 24 ore il Dipartimento di Prevenzione ha registrato 46 nuovi positivi al Sars-Cov2. Le positività odierne riguardano in particolare 29 contatti stretti collegati a casi già isolati e sotto sorveglianza, 1 rientro dalla Calabria e 16 casi in corso di accertamento”. 2 casi dei giorni scorsi sono stati riattribuiti a Bari oggi.

Dichiarazione del Dg Asl Bt, Alessandro Delle Donne: “2 i casi positivi registrati oggi nella Provincia Bat: di questi 1 è un contatto stretto di un positivo registrato nei giorni scorsi mentre sull' altro caso sono in corso le indagini epidemiologiche del Dipartimento di Prevenzione”.

Dichiarazione del Dg della Asl Foggia, Vito Piazzolla: “Sono 6 le nuove positività registrate in data odierna in provincia di Foggia. Eccetto che per 1 contatto stretto di un caso già noto, negli altri 5 casi si tratta di persone sintomatiche, tutte prese in carico dal servizio di Igiene aziendale”.

Dichiarazione Dg Asl Taranto, Stefano Rossi: “Sei casi positivi Covid a Taranto sono attribuibili a pazienti appartenenti al gruppo di lavoratori di un caso di un’altra provincia, un altro caso positivo era già osservato in precedenza e seguito durante indagine epidemiologica del Dipartimento di Prevenzione”.

Pubblicato in Coronavirus

Dal focolaio di coronavirus che si è sviluppato nell'azienda ortofrutticola Sop "in tutto sono emersi una settantina di casi residenti a Polignano. Su una popolazione di quasi 18.000 abitanti": lo riporta l'epidemiologo Pierluigi Lopalco, consulente della task force per l'emergenza Coronavirus della Regione Puglia.

Secondo i dati riportati da Lopalco, all'interno dell'azienda, in prima battuta, sono stati effettuati 273 tamponi che hanno rilevato 108 positivi. Mentre, da mercoledì 9 settembre a venerdì 11 sono stati effettuati a Polignano, nell'area allestita dalla Protezione civile vicino allo stadio comunale, altri 338 tamponi che hanno diagnosticato altri 13 contagi.

Quindi, al momento, sono 121 i casi totali, ma l'attività prosegue. Infatti, a seguito di un'ispezione all'interno dell'azienda, eseguita da Dipartimento di Prevenzione, è stato disposto il prelievo con tampone da altri 200 dipendenti che appartengono al ciclo della raccolta alimentare, quindi esterni allo stabilimento. Nelle ultile ore i casi infetti sono saliti a 127 perchè sono risultate positive 6 persone sottoposte a tampone ieri a Grottaglie. 

Pubblicato in Coronavirus

Una scuola paritaria dell'infanzia di Bari, Flyfamily, è stata chiusa per precauzione dopo che è stata rilevata la positività di una operatrice. La notizia è confermata all'ANSA da fonti sanitarie.

Il dipartimento di Prevenzione dell'Asl Bari è intervenuto con la sanificazione della struttura che è in gestione ad una cooperativa. L'azienda sanitaria sta anche ricostruendo tutti i contatti dell'operatrice, che è già in isolamento fiduciario.

Pubblicato in Coronavirus
Si rende noto che è stato pubblicato sul BUR Puglia n. 128 del 10.09.2020 l'Avviso pubblico per la presentazione delle domande di sostegno Azione 3 – Intervento 3.3 – Sostegno alla commercializzazione.

L’intervento andrà a finanziare gli investimenti a supporto della commercializzazione dei prodotti/servizi realizzati dalle iniziative costituite con l’intervento “creazione di start up extra-agricole” e di altre attività dell’area del Gargano.

Costi ammissibili:

  • Sistemazione, adeguamento, miglioramento degli spazi dedicati alla commercializzazione
  • Acquisto di attrezzature, strumenti, arredi e impianti funzionali all’intervento;
  • Acquisto di vetrine mobili, rimorchi, o carrelli auto -negozio trainabili, carretti a pedali o elettrici e piccoli mezzi di locomozione motorizzati quali per esempio veicoli street food o auto-negozi anche coibentati, esclusivamente utilizzati per la commercializzazione e promozioni dei prodotti artigianali e per la degustazione delle produzioni agroalimentari;
  • Costi relativi alla realizzazione dell’immagine aziendale: creazione di Brand Identity, marchi e materiale promozionale;
  • Costi relativi all’acquisto di attrezzature hardware, software e sviluppo di programmi informatici e costi per realizzazione di siti internet, e-commerce, con l’esclusione dei costi
    di gestione;
  • Spese generali compresi onorari di consulenti e professionisti, nel limite massimo del 10%

L'investimento massimo ammissibile è di euro 50.000, con contributo a fondo perduto del 50% (per un massimo di 25.000 euro).

Il termine per il rilascio delle DDS è fissato al 09.11.2020 (ore 23:59). La documentazione cartacea dovrà essere presentata presso gli Uffici del GAL Gargano entro e non oltre la data del giorno 16.11.2020. Il termine per l’inoltro dei modelli 1 e 2 è fissato al giorno  26.10.2020.

Per ogni altro dettaglio, vi rimandiamo al bando (e i suoi allegati) pubblicato sul sito del GAL:

Intervento 3.3 - SOSTEGNO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE

E' stato pubblicato sul BUR Puglia n. 128 del 10.09.2020 l'Avviso pubblico per la presentazione delle domande di sostegno Azione 3 – Intervento 3.3 – Sostegno alla commercializzazione.

Beneficiari: Piccole e Medie Imprese che intendono realizzare interventi nel territorio del GAL GARGANO.

L’intervento attraverso il sostegno alle imprese ha come obiettivo quello di:

  1. migliorare l’accesso al mercato delle imprese dell’area Garganica
  2. aumentare la creazione di un valore aggiunto per i prodotti locali;
  3. sostenere la promozione dei prodotti nei mercati locali, le filiere corte, le associazioni di
    produttori;
  4. promuovere un’azione coordinata di valorizzazione e promozione del territorio Garganico

Potranno essere finanziate esclusivamente iniziative finalizzate alla
commercializzazione dei prodotti/servizi realizzati da iniziative costituite sia con l’intervento 3.2 “Creazione di start-up extra - agricole” del Piano di Azione Locale Gargano, che di altre attività dell’area GAL.

IN NESSUN CASO SARANNO AMMISSIBILI A FINANZIAMENTO DOMANDE DI SOSTEGNO CHE PREVEDONO INVESTIMENTI FINALIZZATI ALLA PRODUZIONE DI PRODOTTI E/O SERVIZI DI CUI AI CODICI ATECO INDICATI.

Dotazione: € 700.000,00

Aliquota di sostegno: pari al 50%, valore massimo investimento di € 50.000, valore massimo contributo a fondo perduto di €25.000

Il termine di avvio dell’operatività del portale SIAN è fissato alla data del 21/09/2020.

Il termine per il rilascio delle DDS sul portale SIAN è fissato al 09.11.2020. La documentazione cartacea dovrà essere presentata presso gli Uffici del GAL Gargano entro e non oltre la data del 16.11.2020.

Pubblicato in Economia

 Dagli ultimi dati indire emerge che l’80% dei diplomati ITS trova lavoro a un anno dal diploma. Quest’anno giovani e meno giovani del Gargano, in possesso di diploma di scuola secondaria superiore, avranno la possibilità di frequentare a Vico del Gargano un corso ITS Agroalimentare sul Local Food Digital Marketing. Il corso è gratuito, non sono previsti limiti di età e ha una durata di circa 2 anni: 1200 ore di aula e 800 ore di stage in azienda.

Si tratta di percorsi formativi professionalizzanti in cui la maggior parte delle docenze sono tenute da professionisti esperti del mondo del lavoro che trasmetteranno ai corsisti non solo il sapere ma anche il saper fare.

Il corso nasce dalle esigenze espresse dalle imprese della provincia di Foggia e si pone l’obiettivo di formare Tecnici Superiori con specifiche conoscenze delle eccellenze agroalimentari del territorio e competenze professionali per l’implementazione di strategie di web marketing per la valorizzazione.

L’esperto sarà in grado di sviluppare contenuti per il Digital storytelling di prodotti agroalimentari ottimizzando l’indicizzazione sui motori di ricerca e realizzando piani di social media marketing. Gli esperti formati saranno in grado, sulla base degli obiettivi aziendali e delle peculiarità dei prodotti agroalimentari, di individuare la soluzione e-commerce più idonea alla promozione e vendita del prodotto; sarà inoltre in grado di gestire piattaforme di commercio elettronico per il food, monitorare le fasi di vendita e scegliere gli strumenti digitali più efficaci e utili allo scopo.

Il corso in attivazione a Vico del Gargano vede la partnership di oltre 30 aziende provenienti da tutto il territorio nazionale, e anche dall’estero, che hanno dato disponibilità di accogliere i corsisti in stage e valutarne la successiva assunzione.

Al termine del percorso formativo i corsisti conseguiranno un diploma di quinto livello rilasciato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca oltre ad altri attestati, quali inglese e informatica, spendibili nel mondo del lavoro.

Per iscriversi al corso basta andare sul sito www.itsagroalimentarepuglia.it e selezionare il corso “Tecnico Superiore in Local Food Digital Marketing” con sede a Vico del Gargano.

Per maggiori informazioni e per supporto alle procedure di iscrizione contattare la referente Sabrina Pupillo al numero 3203869243 o all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Pubblicato in Società

Tragica passeggiata in ferie, colpita e uccisa da un albero è morta mentre era in vacanza. Ad ucciderla un incidente, è stata colpita da un albero mentre faceva trekking a Vieste nel Gargano, vane le cure ricevute nell’ospedale di San Giovanni Rotondo dove è mancata, dopo quattro giorni.

In Puglia ad assisterla le sorelle. Una fine tragica per Gianna, conosciutissima non solo a Pieve ma in tutto il Cadore, come conosciuta e stimata è tutta la sua famiglia da sempre impegnata in servizi di volontariato.

La notizia è arrivata anche a Maria Antonia Ciotti (già sindaco di Pieve) che con Gianna Sonaggere ha stretto negli anni un grande rapporto di collaborazione e di amicizia. Era andata da poco tempo in pensione dopo essere stata a lungo l’assistente sociale del comune di Pieve di Cadore.

ilgazzettino.it

òòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòò

 

From Maria Antonia Ciotti (già sindaco di Pieve): Ricordo di Gianna Sonaggere.

Andata da poco tempo in pensione Gianna, l’assistente sociale del Comune di Pieve di Cadore, deceduta oggi purtroppo ancora giovane, lascia in me un bellissimo ricordo.

Siamo state fianco a fianco per 15 anni, la sottoscritta come assessore al sociale della giunta Granzotto, poi come Sindaco di Pieve. Da Gianna ho imparato moltissimo: siamo riuscite , insieme, in armonia e sempre confrontandoci, a risolvere piccoli ma anche grandi problemi delle famiglie nella nostra comunità. Gianna Sonaggere era un funzionario pubblico ben preparato e capace di lavorare anche in altri campi quando mancavano i colleghi di lavoro.

Gianna è stata fondamentale anche nelle manifestazioni bellissime in occasione di ogni Natale, quando invitavamo gli anziani ultra ottantenni in Municipio e alla Sala Coletti di Tai: era lei che allestiva, con l’aiuto dei volontari e delle sue sorelle, i banchetti e le cerimonie in onore dei nostri concittadini più anziani. ed era sempre lei che ci preparava il calendario dele visite alle persone sole a Natale. E quante volte Gianna mi segnalava di andare a trovare qualche persona molto malata che non aveva nessuno! Ed era sempre Lei che si interessava ai nostri ospiti della Casa di riposo De Polo!

Cara Gianna, se il tuo spirito potesse sentirmi ti ringrazierei per la tua onestà intellettuale, per quanto tu ti sei prodigata per la tua comunità e non solo e non verrai dimenticata per il bene che hai fatto! Cara Gianna a me resterà l’ultimo ricordo, la tua persona che, in canonica al mercoledì in sostituzione di tuo fratello Fabrizio, stava distribuendo i pacchi alimentari per i nostri poveri. Grazie grazie per essere esistita!”.

Pubblicato in Cronaca

Mancano solamente venti giorni all’inizio del Giro d’Italia 2020. La 103esima edizione della Corsa Rosa, posticipata di quasi cinque mesi rispetto al calendario originale per via della pandemia di Covid-19, scatterà infatti sabato 3 ottobre e si concluderà domenica 25 ottobre. Si partirà dalla Sicilia, per la precisione da Monreale, e poi si risalirà lungo la penisola fino al gran finale con la cronometro che arriva a Milano. Andiamo a scoprire le date delle 21 tappe in programma, soffermandoci poi sulle piattaforme su cui saranno visibili in tv e streaming.

GIRO D’ITALIA 2020, LE DATE DELLE 21 TAPPE

Sabato 3 ottobre: PRIMA TAPPA – Monreale-Palermo (crono) – 15 km
Domenica 4 ottobre: SECONDA TAPPA – Alcamo-Agrigento – 150 km
Lunedì 5 ottobre: TERZA TAPPA – Enna-Etna (Linguaglossa Piano Provenzano) – 150 km
Martedì 6 ottobre: QUARTA TAPPA – Catania-Villafranca Tirrena – 140 km
Mercoledì 7 ottobre: QUINTA TAPPA – Mileto-Camigliatello Silano – 225 km
Giovedì 8 ottobre: SESTA TAPPA – Castrovillari-Matera – 188 km
Venerdì 9 ottobre: SETTIMA TAPPA – Matera-Brindisi – 143 km
Sabato 10 ottobre: OTTAVA TAPPA – Giovinazzo-Vieste (Gargano) – 200 km
Domenica 11 ottobre: NONA TAPPA – San Salvo-Roccaraso (Aremogna) – 208 km
Lunedì 12 ottobre: DECIMA TAPPA – Lanciano-Tortoreto – 177 km
Martedì 13 ottobre: UNDICESIMA TAPPA – Porto Sant’Elpidio-Rimini – 182 km
Mercoledì 14 ottobre: Giorno di riposo
Giovedì 15 ottobre: DODICESIMA TAPPA – Cesenatico-Cesenatico – 204 km
Venerdì 16 ottobre: TREDICESIMA TAPPA – Cervia-Monselice – 192 km
Sabato 17 ottobre: QUATTORDICESIMA TAPPA – Conegliano-Valdobbiadene – crono – 34,1 km
Domenica 18 ottobre: QUINDICESIMA TAPPA – Base Area Rivolto (Frecce Tricolore) – Piancavallo – 185 km
Lunedì 19 ottobre: Giorno di riposo
Martedì 20 ottobre: SEDICESIMA TAPPA – Udine-San Daniele del Friuli – 229 km
Mercoledì 21 ottobre: DICIASSETTESIMA TAPPA – Bassano del Grappa-Madonna di Campiglio – 203 km
Giovedì 22 ottobre: DICIOTTESIMA TAPPA – Pinzolo-Laghi di Cancano (Parco Nazionale dello Stelvio) – 207 km
Venerdì 23 ottobre: DICIANNOVESIMA TAPPA – Morbegno-Asti – 251 km
Sabato 24 ottobre: VENTESIMA TAPPA – Alba-Sestriere – 198 km
Domenica 25 ottobre: VENTUNESIMA TAPPA – Cernusco sul Naviglio-Milano – crono – 15,7 km

GIRO D’ITALIA 2020, TV E STREAMING

Il Giro d’Italia 2020 sarà trasmesso in diretta tv da Rai Sport, che dividerà la trasmissione tra Rai Sport +HD (per le battute iniziali di ciascuna tappa) e Rai 2 (per le fasi cruciali di ogni singola frazione), e da Eurosport 1. La Corsa Rosa sarà visibile anche in streaming su Rai.tv ed Eurosport Player. OA Sport, inoltre, vi offrirà la Diretta Live testuale integrale di ogni frazione, per non perdervi neanche un secondo dell’appuntamento ciclistico più importante del Bel Paese.

Pubblicato in Sport

 Hanno depositato due testa­menti falsi nel tentativo di im­padronirsi dell'azienda agrico­la che avevano condono per an­ni su incarico dell'anziana pro­prietaria. I coniugi Angelo Ca­ramia, 72 anni e Grazia De Giu­seppe. 67 anni, residenti a Vie­ste, sono stati condannati per falsità in testamento olografo e truffa ad un anno di reclusione ciascuno, con sospensione con­dizionale della pena.

Il tribuna­le ha dichiarato la falsità di en­trambi i testamenti. Il verdetto rappresenta un primo parziale successo per le legittime eredi della proprietaria dell’azienda agricola, deceduta il 30 marzo 2010. Le tre sorelle, originarie di Piove di Sacco, assistite dal l'avvocato Francesco Cibotto, hanno battagliato a lungo prima di ottenere il riconosci­mento dei loro diritti successo­ri, inficiati da due testamenti di cui è stata provata la falsità.

Ora dovranno rivalersi sui fitta­voli in sede civile, in quanto il giudice ha rigettatola richiesta di provvisionale su un danno quantificato in 100 milioni di euro.

F.T., zia per parte di madre delle tre sorelle, era proprieta­ria di una villa, di alcuni fabbri­cati ad uso produttivo e di vari terreni ad uso agricolo a Vieste. L’intero possedimento era ge­stito dai coniugi Caramia che coltivavano vigne e uliveti.

Alla morte di F.T. venivano aperti due testamenti olografi: il pri­mo, a Genova, città in cui vive­va, istituiva quale erede univer­sale una delle tre sorelle piovesi. l'altro, pubblicato a Foggia, attribuiva ai coniugi Caramia il possesso dei terreni e della vil­la. Nel frattempo l’altro testa­mento, quello vero, veniva an­nullato dal tribunale ligure per una questione formale, ovvero la mancanza della data. L'iter per la successione legittima do­veva quindi ripartire da zero.

Ma quando il custode dei be­ni li invitava a rilasciare i terre­ni i fittavoli ne rivendicavano la proprietà con modi aggressi­vi. E continuavano imperterriti a raccogliere quintali di olive. Addirittura nel dicembre 2015 informavano la controparte di un nuovo testamento olografo di F.T., pubblicato a Peschici, che li istituiva quali eredi.

A quel punto le tre sorelle si rivol­gevano alla Procura di Foggia lamentando la falsità dei testa­menti pubblicati il 23 luglio 2010 e il 15 ottobre 2015. Dal processo è emerso che i due at­ti, redatti dalla stessa mano, erano palesemente contraffat­ti. É stata la perizia affidata al Ris dei carabinieri a stabilirlo. Le comparazioni tecnico scien­tifiche hanno infatti prodotto risultati univoci. In particolare è stata la formazione della let­tera F ad attirare l'attenzione degli esperti.

L’anziana, gran­de appassionata di musica, si firmava costruendo la F come una chiave di violino. Il falsario ha invece commesso un clamo­roso errore disegnando la stessa chiave di sol in senso antio­rario.

Luca Ingegneri

gazzettinodi padova

Pubblicato in Cronaca

Con la fine delle vacan­ze estive e la ripresa delle cerimonie religio­se, è corsa a feste e banchet­ti perle Prime Comunioni gre­en in masseria, con gli agritu­rismi impegnati nei banchetti inizialmente previsti a mag­gio, ma saltati perii lungo lockdown che ha interessato an­che le cerimonie religiose. - E’ quanto afferma Coldiretti, sul­la scorta dei dati raccolti da Terranostra, associazione agrituristica di Coldiretti.

“Gli agriturismi stanno risponden­do alle richieste delle famiglie di organizzare le feste per le Prime Comunioni in chiave ru­rale tra settembre e ottobre, come conseguenza dello stop alle cerimonie religiose du­rante l’emergenza Coronavirus nella Fasel.

È un boom per i banchetti che ruotano at­torno alla cura dei dettagli ne­gli allestimenti rurali e all’enogastronomia, con gli agrichef di Campagna Amica, i cuochi contadini che preparano piat­ti della tradizione con mirabile maestria. I nostri agriturismi offrono alloggio, ristorazione, ma anche degustazioni e atti­vità ludiche, ricreative e socia­li, dove la presenza delle don­ne è sempre più forte”, dichia­ra Savino Muraglia, presi­dente di Coldiretti Puglia.

Se­condo l’analisi di Coldiretti - Terranostra sulla base degli ultimi dati ISTAT, la provincia di Bari , è al secondo posto nella classifica regionale. Al top c’è il Salento, con le 360 strutture della provincia di Lecce, sulle 876 totali autoriz­zate in tutta la Puglia. Il terzo posto è occupato da Foggia con 132.

Pubblicato in Turismo
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Libro & disco della settimana

Statistiche di accesso

Ora online:

164
Visitatori

Martedì, 29 Settembre 2020 18:22

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -