banner_Edicola Mastromatteo

Articoli filtrati per data: Mercoledì, 02 Settembre 2020

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì 2 settembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 4.283 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 68 casi positivi: 50 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi; 5 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto, 2 fuori regione.

NON sono stati registrati decessi.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 312.954 test.

4067  sono i pazienti guariti.

922 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 5546, così suddivisi:

1964 nella Provincia di Bari;

449 nella Provincia di Bat;

706 nella Provincia di Brindisi;

1386 nella Provincia di Foggia;

675 nella Provincia di Lecce;

323 nella Provincia di Taranto;

40 attribuiti a residenti fuori regione;

3 provincia di residenza non nota (un caso è stato eliminato dal database).

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 2.9.2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/KzDNW

^^^^^^^

DICHIARAZIONI DEI DG DELLE ASL:

Dichiarazione Dg Asl Bari, Antonio Sanguedolce: “Sono 50 i casi di positività al virus registrati quest’oggi dal Dipartimento di Prevenzione. La maggior parte, 37, sono contatti stretti di casi già presi in carico e sotto sorveglianza, poi vi sono 2 rientri da Malta, 2 dalla Sardegna, 1 dalla Sicilia e 8 sintomatici individuati nelle aree triage di strutture sanitarie. Per otto casi è stato necessario il ricovero. Ribadiamo l’importanza dell’autosegnalazione per chi soggiorna o rientra a Bari e provincia, provenendo dai Paesi più a rischio ma anche da altre regioni italiane, così come la necessità di rispettare in modo rigoroso le regole per prevenire il diffondersi del contagio: mantenere le distanze interpersonali; usare la mascherina; igienizzare frequentemente le mani con soluzioni idroalcoliche”.

Dichiarazione del Dg Asl Brindisi Giuseppe Pasqualone: "Oggi in provincia di Brindisi abbiamo registrato un solo positivo: si tratta di un contatto stretto di un caso già tracciato nei giorni scorsi".

Dichiarazione del direttore generale della Asl Foggia, Vito Piazzolla: “I casi odierni registrati dal Servizio di Igiene in provincia di Foggia sono 5. Si tratta di 1 rientro dalla Grecia; 2 contatti stretti di persone risultate positive nei giorni scorsi; 1 cittadino straniero presente sul territorio provinciale; 1 persona individuata durante l'attività di screening".

Dichiarazione del Dg Asl Lecce, Rodolfo Rollo: “I 3 casi registrati oggi dal Dipartimento di prevenzione della ASL Le riguardano due cittadini stranieri temporaneamente presenti nella nostra provincia e un residente già in isolamento”.

Dichiarazione Dg Asl Taranto, Stefano Rossi: “Oggi si registrano 7 casi in provincia di Taranto: uno riguarda un persona arrivata dall’Albania, 3 sono contatti di casi già noti al dipartimento di prevenzione. 3 casi invece riguardano una Rsa: non appena il Dipartimento di prevenzione è venuto a conoscenza di un caso positivo tra gli ospiti della Rsa ha immediatamente attivato lo screening su tutti gli ospiti e dipendenti della struttura. I casi registrati nel bollettino di oggi sono 3, ma posso già anticipare che dall’attività di screening sono risultate positive altre 17 persone, sia tra gli ospiti che tra gli operatori sanitari, tutte asintomatiche. La situazione è costantemente monitorata dalla Asl e daremo tutti gli aggiornamenti man mano che avremo i risultati dei tamponi”.

Pubblicato in Coronavirus

Con il presente comunicato si vuole rendere partecipe la cittadinanza Viestana che il 31/09/2020 si è concluso il passaggio di consegne alla Casa di riposo Gesù e Maria.

Il consiglio d'amministrazione della Pia Fondazione Onlus Gesù e Maria esprime riconoscenza e gratitudine al direttore dimissionario Giuseppantonio Chionchio, che per quasi metà della sua vita ha prestato servizio come Direttore/Segretario della Casa di Riposo ricoprendo l'incarico con impegno e passione, augurando di godersi il meritato riposo.

Subentra nel ruolo di Direttrice la dottoressa Cariglia Natalizia designata dal Consiglio d'Amministrazione, alla quale facciamo i migliori auguri di buon lavoro.

Si precisa che non si è potuto invitare alla cerimonia nessuna personalità, ma solo il CDA e tutto il personale, per problematiche COVID.

Il Presidente

Dott. Vieste Mario

Pubblicato in Società

C’è tempo fino alle 13 di sabato 5 settembre per presentare le domande relative all’iniziativa promossa da Regione Puglia e ANCI Puglia “Smart Graduation Day, finalizzata a premiare gli studenti che si sono laureati durante il periodo del lockdown. L’obiettivo è quello di restituire simbolicamente agli studenti, costretti a laurearsi in modalità telematica, l’emozione del momento conclusivo della carriera universitaria.

L'evento celebrativo si terrà simultaneamente in tutti i Comuni pugliesi il  12 settembre  e consisterà nell’attribuzione di un premio simbolico agli studenti neolaureati.

Possono aderire sia laureati (laurea triennale/magistrale) che diplomati in Conservatorio/Accademia nelle sessioni da marzo a luglio 2020, purché residenti a Vieste.

Gli interessati possono presentare domanda via mail all’indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro le ore 13,00 del 5 settembre p.v., specificando: dati anagrafici e recapiti telefono e mail; Università e facoltà di provenienza; data della seduta di laurea; titolo della tesi di laurea.

“Una bella iniziativa alla quale aderiamo con molto piacere – afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione, Graziamaria Starace. Faremo una festa per omaggiare i nostri ragazzi che hanno vissuto una tappa importane della loro vita in una condizione difficile e insolita”.

Pubblicato in Società

Il più antico cane italiano scoperto dai ricercatori dell'Università di Siena in due siti paleolitici in Puglia. I ritrovamenti archeologici potrebbero rappresentare le pionieristiche testimonianze del processo che ha portato alla comparsa del primo animale domestico. Alcuni resti rinvenuti nei siti paleolitici di Grotta Paglicci a Rignano Garganico (Fg) e Grotta Romanelli a Castro (Le) testimoniano una presenza molto antica del cane, datata tra 14mila e 20mila anni fa.

La scoperta, di fatto del più antico cane italiano, è del Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell'Ambiente dell'Università di Siena e in particolare dell'Unità di ricerca di Preistoria e Antropologia. Lo studio, frutto della collaborazione con altri enti nazionali e internazionali, è stato recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista "Scientific Reports".

"Questa scoperta è di particolare interesse - spiega Francesco Boschin, archeozoologo dell'Università di Siena e coordinatore dello studio - in quanto i cani più antichi, riconosciuti con certezza dagli studiosi di preistoria, provenivano fino a ora da contesti dell'Europa centrale e occidentale datati a circa 16mila anni fa. I resti pugliesi rappresentano quindi, a oggi, gli individui più antichi scoperti nell'area mediterranea ma potrebbero rappresentare anche le prime testimonianze in assoluto del processo che ha portato alla comparsa del cane, il primo animale domestico".

La domesticazione del cane si fa risalire all'ultimo massimo glaciale, un periodo di forte crisi ambientale durante il quale molte popolazioni animali europee, uomo compreso, hanno cercato rifugio in alcune regioni, quali ad esempio le penisole dell'Europa meridionale (Italia peninsulare, Iberia, Balcani), l'area franco-cantabrica e il bacino dei Carpazi.

"In questo periodo di forte crisi - prosegue il dottor Boschin - il lupo, un predatore sociale per certi versi affine all'uomo, potrebbe aver individuato un nuovo modo per garantirsi la sopravvivenza: adattarsi a sfruttare gli avanzi delle prede dei cacciatori-raccoglitori paleolitici, frequentandone le periferie degli accampamenti. Ciò avrebbe favorito il contatto sempre più stretto tra uomini e lupi e tra questi ultimi la sopravvivenza degli individui meno aggressivi. La selezione di animali sempre più docili avrebbe poi innescato il processo di domesticazione e la comparsa dei primi cani".

"È ancora difficile capire se la Puglia possa essere stata un centro di domesticazione - precisano i ricercatori - I dati genetici di uno dei cani provenienti da Grotta Paglicci, datato a 14mila fa, ne mettono in risalto la somiglianza con un individuo di epoca comparabile proveniente dal sito di Bonn-Oberkassel in Germania. I due cani potrebbero quindi essersi originati da una popolazione comune, più antica, poi diffusasi in varie parti d'Europa. All'epoca il nostro continente era caratterizzato da una forte frammentazione culturale ma il rinvenimento di due cani geneticamente affini, uno in Italia meridionale e l'altro in Germania, significa che nonostante le differenze culturali il cane può aver rappresentato un importante elemento di contatto tra le comunità di cacciatori-raccoglitori dell'epoca".

Lo studio è stato svolto dall'Università di Siena in collaborazione con l'Università di Firenze, il Centro Fermi di Roma, l'International Centre for Theoretical Physics di Trieste, l'Università di Bordeaux, il Museo nazionale preistorico etnografico "Luigi Pigorini" di Roma, l'Istituto Zooprofilattico sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana 'Aleandri', l'Istituto nazionale di Fisica nucleare - sezione di Firenze, il Musée de l'Homme di Parigi, Elettra Sincrotrone di Trieste e la Soprintendenza archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Barletta-Andria-Trani e Foggia.

Ulteriori ricerche, spiegano i ricetcatori, potrebbero ora far comprendere il ruolo del cane nelle comunità paleolitiche, se possa quindi avere avuto una funzione nelle battute di caccia o di difesa degli accampamenti oppure un importante ruolo simbolico, che ha ancora oggi presso alcune popolazioni dove è considerato manifestazione terrena di spiriti o reincarnazione di defunti.

repubblicabari

Pubblicato in Cultura

Sono in totale quattro gli assalti, uno portato a termine stamani e tre falliti nei giorni scorsi, avvenuti in poco più di un mese nel territorio di Cerignola, nel Foggiano.
    Oltre a quello consumato stamani ai danni del portavalori della ditta Ivri, parcheggiato all'uscita dell'ufficio postale in via Corsica, che ha fruttato un bottino di circa centomila euro, gli altri, tutti falliti, sono avvenuti il 24 luglio e il 10 agosto lungo la A14 e il 24 agosto lungo la A16.

Pubblicato in Cronaca

Ripercorrere a piedi le antiche vie di pellegrini e crociati, seguendo le tracce della millenaria presenza dell’uomo o immersi nella natura selvaggia del territorio garganico. A “Mònde - Festa del Cinema sui Cammini” - l’unico festival cinematografico che unisce l’esperienza del territorio al suo racconto cinematografico - sarà possibile fare anche questo, grazie ai cammini organizzati dall’Associazione Monte Sant'Angelo Francigena e da MAD-Memorie Audiovisive della Daunia.

Durante le tre giornate del Festival, che si terrà dal 4 al 6 settembre 2020 a Monte Sant’Angelo, sarà possibile immergersi nei temi del viaggiare “lento” e del viaggiare tout-court non solo attraverso la proiezione di film a tema e i Walk Show, ma anche partecipando a cammini e passeggiate gratuiti alla scoperta delle aree naturalistiche e di interesse storico del Parco Nazionale del Gargano, che offre una straordinaria varietà di paesaggi e percorsi, alla portata di camminatori più o meno esperti, desiderosi di vivere un’esperienza indimenticabile tra storia e natura.

Sabato 5 settembre è in programma il cammino attraverso la Vetusta Faggeta della Foresta Umbra - sito Patrimonio mondiale UNESCO - nel Parco Nazionale del Gargano, per scoprire “Magia e biodiversità” accompagnati dalla guida Matteo Falcone.

Il ritrovo è alle 7.30 all’ingresso della Basilica di San Michele Arcangelo, per partire con il servizio navetta gratuito. Lungo il percorso, quasi tutto pianeggiante, sarà possibile ammirare tassi millenari e faggi di notevoli dimensioni. Alle 9.30 si andrà dall’Area Servizio Falascone verso la Caserma Murgia dove, alle 10.30, ci sarà il Live acusticoLe tre fate e lo zampognaro di Pescocostanzo” tratto da “Il Filatoio digitale” del progetto “Le Strade della Fiaba” del Dipartimento Cultura e Turismo Regione Puglia. Perché la Foresta è anche luogo di magia, ispiratore di fiabe e racconti popolari.

Alle 11.00 si ripartirà dalla Caserma Murgia in direzione Caserma Sansone, con una sosta al Laghetto D’Umbra. Alle 12.30 nei pressi della Caserma Sansone ci sarà la degustazione sonora che vedrà Paolo Sassanelli, accompagnato dai Rione Junno, omaggiare il cantore del Gargano Matteo Salvatore.

Durante il cammino è previsto anche il laboratorio creativo per i più piccoliCon le mani e con il cuore” a cura di Stefania Guerra.

Il rientro in navetta a Monte Sant’Angelo è previsto alle 14.

Durata del cammino: 3 ore, distanza da percorre 6 km, difficoltà: percorso facile.

Due gli appuntamenti in programma domenica 6 settembre: un cammino e una passeggiata guidata.

Il villaggio monastico” è il cammino guidato dell’archeologo Giuseppe Rignanese agli Eremi e all’Abbazia di Santa Maria di Pulsano.

Gli eremi sono il cuore più intimo dell’aspro territorio garganico: il loro silenzio, il mistero che li avvolge fanno da contrappunto alla trasbordante ricchezza di vicende storiche che ha caratterizzato la vicina Abbazia. Costruita nel VI secolo sul colle di Pulsano per volere del papa-monaco San Gregorio Magno, inserita in uno scenario di rocce grigie su strapiombi di oltre 200 metri, l’Abbazia è stata nei secoli luogo di monaci, anacoreti e cenobiti che si sono dedicati alla contemplazione e all’ascesi. Intorno all’edificio si trovano numerosi eremi (per ora ne sono stati censiti 24), alcuni dei quali ubicati in luoghi davvero inaccessibili.

Il ritrovo è alle 8.00 all’ingresso della Basilica di San Michele Arcangelo, per partire con il servizio navetta gratuito verso l’Abbazia di Pulsano. Alle 8.30 ci sarà la discesa verso gli Eremi e alle 11.30 è prevista una pausa ristoro. Il rientro in navetta a Monte Sant’Angelo è previsto alle 12.30.

Durata del cammino: 3 ore, distanza da percorre 5 km, difficoltà: solo per esperti.

I segni nella storia” è la passeggiata guidata da Michelle Trotta alla scoperta del caratteristico Rione Junno con le sue tipiche case dalle facciate bianche e i vicoli stretti, e del Santuario di San Michele Arcangelo simbolo di Monte Sant’Angelo e inserito nella lista dei beni Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il ritrovo è alle 17 in Piazza de’ Galganis, dove avrà inizio la passeggiata per raggiungere il Santuario, seguendo una lunga strada tortuosa che culmina con un magnifico belvedere sul Golfo di Manfredonia. Da lì si andrà poi alla scoperta del suggestivo Rione Junno, dove perdersi in piacevoli passeggiate senza meta.

Durata del cammino: 1 ora e mezza, distanza da percorre 1,5 km, difficoltà: percorso facile.

Ai cammini è necessario portare: acqua, cappellino, scarpe da trekking, pranzo a sacco, guanti, mascherina, gel igienizzante. Prima dell’escursione verranno fornite ulteriori indicazioni sul comportamento da tenere.

Affinché i cammini si svolgano in completa sicurezza per tutti, è tassativamente obbligatorio prenotarsi - specificando il nominativo di ogni singolo partecipante unitamente ad un contatto telefonico - inviando una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattando il seguente numero: 349.5095969.

I cammini sono a numero chiuso.

“Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” è un’iniziativa della Regione Puglia - Assessorato Industria Turistica e Culturale a valere sulle risorse del Patto per la Puglia FSC 2014-2020 - prodotta da Apulia Film Commission nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network con il contributo di Ente Parco Nazionale del Gargano e del Comune di Monte Sant’Angelo. Soggetto ideatore e organizzatore della manifestazione, per la Direzione artistica di Luciano Toriello, è MAD - Memorie Audiovisive della Daunia.

L’evento è realizzato in collaborazione con: Istituto Luce-Cinecittà e Università degli Studi di Foggia e con Ass. Monte Sant’Angelo Francigena e Rete Nazionale Donne in Cammino. Con il patrocinio dell’Associazione Europea delle Vie Francigene. Mediapartner: Mediafarm e Radio NOVA IONS 97.

Pubblicato in Turismo
Mercoledì, 02 Settembre 2020 14:59

Puglia/ Piano Ospedaliero Covid: avviata la verifica

Il Dipartimento Salute della Regione Puglia ha avviato la verifica del piano ospedaliero Covid, con un esame dello stato dell'avanzamento dell'avvio dei reparti dedicati alla cura dei pazienti affetti da Covid-19.

Sono stati esaminati fattori come l'allestimento e la disponibilità di posti letto, il fabbisogno delle terapie intensive, i percorsi clinici e la separazione tra i settori e le attività covid da quelle no-covid.

E' stato impostato un lavoro che riguarda le aree vaste in modo da garantire l'efficienza dei flussi di ricovero, per permettere il regolare proseguimento delle attività sanitarie ordinarie nelle strutture ospedaliere e del territorio non interessate dall'emergenza Covid. "Il lavoro di affinamento - fa sapere la Regione Puglia - proseguirà nei prossimi giorni e permetterà di affrontare eventuali picchi di richiesta sanitaria per l'emergenza Covid senza bloccare le attività ordinarie".

Pubblicato in Coronavirus

Visite guidate, gadget turistici ma soprattutto app e servizi digitali per la promozione culturale. Si tratta di Trawellit srl, l’idea di tre giovani professionisti foggiani, vincitrice del Bando PIN - Pugliesi Innovativi.

La start up innovativa, nata a marzo 2020, premiata e finanziata dalla Regione Puglia, verrà presentata giovedì 3 settembre, dalle ore 17, presso la nuova sede di Via Dante Alighieri, 6 a Foggia.

L’idea è quella di far conoscere le bellezze della Puglia attraverso la voce di guide turistiche abilitate e innovare il settore culturale con l’aiuto di internet, dei social e di applicazioni per smartphone con tutti i servizi necessari al turista.

L’app gratuita Trawellit, per iOS e Android, accompagna il turista: dalle audioguide in tre lingue (inglese, francese e italiano) alle schede descrittive delle opere contenute nei beni culturali, dal contatto con le guide abilitate sino alle aziende locali, e, perché no, stimolando la creatività dei più piccoli con una sezione dedicata al disegno.

Trawellit promuove il territorio raccontandolo quotidianamente sui social (Facebook, Instagram, TikTok e LinkedIn), sul suo blog e con eventi particolari. Durante il lockdown, con la campagna creata il 07 marzo #viralguidedtour, sono state coinvolte guide turistiche di tutta l’Italia che hanno raccontato il proprio territorio con video, post, storie e pubblicata anche dal sito del Ministero dei Beni Culturali, a mostrare l’azione concreta di valorizzazione della cultura attraverso la comunicazione digitale.

Innovazione e promozione sono dunque il mantra di Trawellit, progetto in cui i tre fondatori, Paolo delli Carri, Bianca Iafelice e Enza delli Carri, credono molto. Uno storico dell’arte e guida turistica, un’esperta di marketing e mercati dell’arte e una laureanda in giurisprudenza, pronti a mettersi in gioco, rispondendo alle esigenze dei turisti con le armi necessarie oggi: professionalità e tecnologia.

Durante l’evento di presentazione verrà illustrato il progetto e le attività svolte fino ad ora grazie alla collaborazione di enti e associazioni locali.

La start up, che già opera localmente avvalendosi di un team già selezionato di guide, è aperta alla creazione di reti di collaborazione sia a chi ha voglia di promuovere il territorio sia alle guide turistiche abilitate che possono candidarsi tramite il portale Trawellit.

All’evento di presentazione saranno presenti i rappresentanti di enti, fondazioni e associazioni locali e l’Assessore regionale al Bilancio, contenzioso amministrativo, finanze, demanio e patrimonio, provveditorato ed economato, sport per tutti, politiche giovanili e cittadinanza sociale dott. Raffaele Piemontese. La sede di Trawellit, su appuntamento, è pronta quindi ad accogliere chiunque voglia sentirsi parte di questa nuova sfida.

Pubblicato in Turismo

Il driver di Viste conferma come da programma 2020 la sua presenza alla gara di casa.

Si aggiunge al nutrito parco partenti in particolare di R5 Bartolomeo Solitro che come da programma già anticipato in precedenza. Si preannuncia una decima edizione all’insegna delle grandi battagli per le posizioni di vertice il tutto garantito nelle prescrizioni delle norme anticovid. Una manifestazione rallistica organizzata tra le mille diffiicoltà e restrizioni ma il gruppo di lavoro organizzativo ha fatto un ottimo lavoro.

Bartolomeo Solitro dopo la prova del Rally di Pico sarà ai nastri di partenza della decima edizione del Rally Porta del Gargano su una Skoda Fabia R5,della Step Five Motorsport di Marco Perniconi, e sotto la supervisione della scuderia Project Team. .
Al suo fianco non poteva mancare il suo fido navigatore Alberto Porzio.

Bartolomeo dice:”Sono molto contento di disputare la gara di casa per l’ennesimo anno siamo presenti come da programma 2020, vista la categoria sarà una grande battaglia, speriamo di far bene. Faccio un grande saluto a tutti i concorrenti dei questa decima edizione del Rally Porta del Gargano augurando a tutti un buon soggiorno sulla nostra favolosa terra. Ringrazio in modo particolare tutto lo staff di Mattiperlecorse per il grande contributo sul piano della comunicazione.

Sante Raduano e Giorgia Ascalone al 10° Rally Porta del Gargano
Tornano a condividere l’abitacolo l’equipaggio composto da Sante Raduano e Giorgia Ascalone.

L’occasione della decima edizione della manifestazione rallistica targata ASD Piloti Sipontini ha creato i presupposti per questo grande ritorno che vede Sante Raduano tornare al volante e la bravissima Giorgia Ascalone che tra tanti impegni non ha voluto mancare a questa edizione numero dieci.
Tutto pronto per questo equipaggio già collaudato e vincitore di vari trofei tra cui coppa italia e trofeo regionale negli anni scorsi torna a sfrecciare tra le splendide ps di questo magnifico Gargano.

Sante e Giorgia prenderanno il via a bordo di una Ford Fiesta rally 4 classe r2 sotto la supervisione tecnica del Team JME di Marco Savini sotto i colori della famigerata scuderia Project Team.

Sante dice:” Contento di ritornare a correre dopo il periodo non bello che abbiamo attraversato ma con un po’ di ansia perché fermi da un’anno e al debutto con un auto tutta nuova da scoprire in gara. Contento di ritrovare Giorgia alle note.

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 2

ReteGargano consiglia...

Libro & disco della settimana

Statistiche di accesso

Ora online:

50
Visitatori

Giovedì, 01 Ottobre 2020 09:40

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -