Articoli filtrati per data: Sabato, 05 Settembre 2020

Si è svolta nella mattinata di oggi 5 Settembre, nella contrada “Difesa”, la cerimonia di inaugurazione dei lavori della vasta area comunale destinata all’Elisoccorso, con la posa della prima pietra. Alla presenza di numerosi cittadini sono intervenuti, tra gli altri: il Sindaco di Carpino Rocco Di Brina e vari altri Amministratori Comunali, il Direttore Generale dell’A.S.L. Foggia Vito Piazzolla, il Direttore del nostro Distretto Socio Sanitario della ASL/FG Matteo Cannarozzi de Grazia, l’Assessore Regionale Raffaele Piemontese e il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, nonché il Vice Parroco di Carpino don Michele Abbatantuono.

Il necessario, utile ed ormai indispensabile servizio di Elisoccorso, che sarà fruibile anche di sera in quanto l’area sarà utilmente illuminata, sarà utilizzato non solo per i cittadini di Carpino, ma anche per tutti gli altri paesi del comprensorio nord garganico, e non solo, che ne avranno necessità (e dove ovviamente non sono presenti altre aree per gli atterraggi e decolli delle Eliambulanze).

I relativi lavori, con la posa oggi della prima pietra da parte del Presidente della Regione Michele Emiliano, possono considerarsi ormai avviati e saranno portati a termine nel più breve lasso di tempo possibile, al fine di venire incontro alle esigenze della popolazione che per troppo tempo, purtroppo, è stata abbandonata a se stessa nel passato, così come ha sottolineato il Sindaco Di Brina che ha ringraziato il Presidente Emiliano e l’Assessore Piemontese per il contributo determinante della Regione senza del quale questa opera non avrebbe mai visto la luce.

                                                                                                                              Mimmo Delle Fave

Pubblicato in Sanità

I Carabinieri della Compagnia di San Severo continuano, senza sosta, le attività di vigilanza sulla fascia costiera, finalizzati a prevenire i più comuni reati, che si manifestano con maggiore frequenza in questo delicato periodo dell’anno, e ad effettuare specifici controlli per verificare il rispetto delle normative di sicurezza anti-Covid19.

Nel corso di tali servizi, in questi ultimi giorni, i militari della Stazione Carabinieri di Lesina, con il supporto del Nucleo Cinofili di Bari-Modugno e del personale di rinforzo dell’11° Reggimento Carabinieri “Puglia”, hanno battuto il territorio, con particolare attenzione all’area turistica di Marina di Lesina, in cui vi è ancora la presenza di molti villeggianti, riscontrando, purtroppo, una diversificata serie di irregolarità.

I Carabinieri deferivano in stato di libertà un 32enne, attualmente ristretto alla misura degli arresti domiciliari, e la compagna 31enne per furto aggravato di corrente elettrica. I militari, nel corso di un approfondito controllo all’abitazione dei due, riscontravano delle anomalie nei dispositivi di erogazione della corrente elettrica e, ad una verifica tecnica, si evidenziava la manomissione del contatore e la presenza di un by-pass nello stesso, che consentiva di usufruire in modo fraudolento della corrente per l’intero appartamento.

Nel corso dei controlli alla circolazione stradale i militari deferivano poi un 26enne per guida in stato di alterazione psicofisica. Lo stesso, visibilmente agitato, rifiutava di sottoporsi ai previsti accertamenti alcolemici e tossicologici, finalizzati a verificare se lo stesso si fosse posto alla guida della propria autovettura successivamente all’assunzione di alcol o di sostanze stupefacenti. Nello stesso contesto, venivano elevate alcune contestazioni di violazione al Codice della Strada relative alla mancanza di copertura assicurativa di alcuni veicoli ed al mancato utilizzo da parte degli utenti delle cinture di sicurezza.

Una 25enne del posto, invece, veniva segnalata alla competente Prefettura quale assuntrice di sostanze stupefacenti. La donna, infatti, a seguito di una perquisizione domiciliare veniva trovata in possesso di un grammo di cocaina e due grammi e mezzo di hashish.

Nel prosieguo dei continui accertamenti, in particolare presso le strutture balneari della zona, volti alla verifica del rispetto della stringente normativa per il contenimento del contagio da virus Covid-19, i Carabinieri provvedevano a sanzionare il titolare di un lido e tre suoi dipendenti per il mancato rispetto delle specifiche disposizioni e per l’assenza degli ormai indispensabili dispositivi di protezione individuale.

Pubblicato in Coronavirus

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi sabato 5 settembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 3163 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 55 casi positivi: 32 in provincia di Bari, 5 in provincia BAT, 8 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto.

Sono stati registrati 2 decessi: 1 in provincia di Bari e 1 residente fuori regione.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 323.322 test.

4.112 sono i pazienti guariti.

1.122 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 5.796, così suddivisi:

2.091 nella Provincia di Bari;

468 nella Provincia di Bat;

710 nella Provincia di Brindisi;

1.414 nella Provincia di Foggia;

686 nella Provincia di Lecce;

378 nella Provincia di Taranto;

48 attribuiti a residenti fuori regione;

1 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 5.9.2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/qUGAM

^^^^^^^

DICHIARAZIONI DEI DG DELLE ASL:

Dichiarazione del Dg Asl Bari, Antonio Sanguedolce; “Nelle ultime 24 ore il nostro Dipartimento di Prevenzione ha rilevato 32 nuovi positivi al Sars-Cov2. La parte più cospicua riguarda 21 positività individuate attraverso il tracciamento di contatti stretti collegati a casi già sotto sorveglianza; nel computo complessivo si registrano anche 1 rientro dalla Sardegna e 1 caso rintracciato in fase di screening pre-ricovero, mentre gli altri casi sono emersi durante l’attività di triage effettuata in strutture sanitarie”.

Dichiarazione del Dg Asl BAT, Alessandro Delle Donne: “Sono 5 i casi registrati oggi nella provincia Bat, di  cui 4 contatti stretti di casi positivi registrati nei giorni scorsi e 1 proveniente dalla Sardegna”.

Dichiarazione del Dg ASL Foggia, Vito Piazzolla: “Sono 8 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore in provincia di Foggia. Si tratta di: 2 stranieri presenti sul territorio provinciale; 4 persone sintomatiche; 1 rientro dalla Sardegna; 1 contatto stretto di un caso già noto. Tutti sono in sorveglianza sanitaria attiva volontaria”.

Dichiarazione del Dg Asl Lecce, Rodolfo Rollo: “I 2 casi registrati oggi dal nostro Dipartimento di prevenzione riguardano un residente in stretto contatto con casi positivi già noti e una persona domiciliata in provincia che ha contratto l’infezione fuori Regione”.

Dichiarazione del Dg Asl Taranto, Stefano Rossi:  “Gli 8 casi Covid di Taranto sono da  attribuire a soggetti i cui congiunti erano risultati già positivi nei giorni scorsi.

I pazienti, tutti asintomatici, sono seguiti costantemente e con attenzione dal dipartimento di prevenzione attraverso i tecnici e medici”.

Pubblicato in Coronavirus

"L’11 settembre - ha annunciato Emiliano - il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, sarà qui proprio sul Gargano e sui Monti Dauni perché annuncerà un investimento molto rilevante, da 100 milioni di euro, sulla riprogettazione di tutte le strade garganiche in modo tale da poterle finanziare con il recovery fund, quella grande e importante operazione che l’Europa ci sta consentendo di fare. Arriveranno in Puglia circa 8 miliardi di euro  e una buona parte di questo danaro verrà investita per la viabilità del Gargano, ma abbiamo bisogno di progetti aggiornati e ambientalmente sopportabili. Questo ovviamente cambierà in meglio la vita delle popolazioni di quest’area".

--
Pubblicato in Notizie

Il Presidente della Provincia, Nicola Gatta, comunica che, dopo la pausa estiva, sono stati appaltati, ed inizieranno a breve,  i lavori di manutenzione straordinaria per un importo di circa 2.5 milioni di Euro relativi ad alcune strade litoranee del Gargano, di collegamento ai siti Unesco e ai laghi di Lesina e Varano.

A tal riguardo, il Presidente Gatta sottolinea che si tratta di strade non solo con una elevata intensità di traffico che riguarda l’intero arco dell’anno, ma  interessate anche da diversi collegamenti tra i vari centri abitati nonché tra le aziende presenti lungo i percorsi.

Queste le strade provinciali interessate:                   

S.P. N. 53 (MATTINATA-VIESTE);                                  

S.P. N. 54 (CAMPI-PUGNOCHIUSO-SANTA TECLA);                                  

S.P. N. 141 (DELLE SALINE EX S.S. 159);          

S.P. 55 (Macchia – Monte Sant’ Angelo);         

S.P. 42 (Civitella - Piano dei Sagri).

Pubblicato in Ambiente

Ufficializzato il Girone A del campionato di Eccellenza pugliese 2020/21. Le compagini foggiane tutte assieme. Un raggruppamento equilibrato dal punto di vista tecnico.

Tanti i club che in queste ultime settimane hanno migliorato e implementato il proprio organico anche con elementi di categorie superiori. L’Atletico Vieste c’è, pronta a fare la sua parte che sarà tanto più consistente, quanti più aiuti riceverà.

Pubblicato in Sport

L’ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" -  di seguito solo retegargano.it  - comunica che pubblica messaggi elettorali a  pagamento in occasione delle elezioni regionali e referendarie del 20 e 21 settembre 2020 in conformità della legge che regolamenta la vendita degli spazi pubblicitari per propaganda elettorale e nel rispetto delle Delibere adottate dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni della Repubblica Italiana.

Tali messaggi devono riportare la dicitura “Pubblicità elettorale” e indicare il soggetto politico committente.

MODALITA’ E CONDIZIONI

- Gli spazi di propaganda saranno offerti a tutti i partiti, a tutte le liste e a tutti i singoli candidati che ne facciano richiesta; 

- L’assegnazione degli spazi avverrà in base all’ordine temporale in cui avverranno le prenotazioni. Le prenotazioni si baseranno esclusivamente sulla data e ora della ricevuta di pagamento avvenuto. 

- Il pagamento si intende anticipato in base all’accettazione della prenotazione. In caso di alleanze, ogni partito sarà considerato in modo autonomo;

- Le prenotazioni e la consegna del materiale sarà possibile in qualunque giorno fino ad una settimana prima della data delle elezioni;

- retegargano.it si impegna a pubblicare i banner entro un giorno lavorativo successivo la ricezione dell’adesione, della grafica e del pagamento degli spazi.

- E’ vietata la pubblicazione e la trasmissione  di qualsiasi messaggio elettorale nel giorno precedente (un minuto dopo la mezzanotte) ed in quello stabilito per le votazioni

Per prendere visione delle tariffe (uguali per tutti i committenti) e per richieste di informazioni e di pubblicazione di messaggi  di propaganda elettorale a pagamento è necessario contattare la redazione via email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

I prezzi saranno fissi e non negoziabili e non sono previsti sconti. 

Il committente si assume la responsabilità esclusiva (civile e penale) di quanto affermato e dichiarato nello spazio autogestito  sollevando retegargano.it da ogni responsabilità. Non saranno accettate inserzioni dal contenuto testuale o grafico difformi da quanto stabilito da tutte le norme di Legge e dalle disposizioni dell’Autorità Garante per le Comunicazioni vigenti in materia con riferimento particolare, ancorché non esclusivo, alla Legge 10 dicembre 1993, n. 515 e successive norme attuative  regolamentari. 

retegargano.it  si riserva di verificare i contenuti ed i corredi grafici dei messaggi e, ove ritenuti gli stessi difformi dalle previsioni normative sopra citate, potrà rifiutarne la pubblicazione.

In caso di spazio pubblicitario prenotato e pagato e di non approvazione del banner, sarà rimborsata la quota versata.

Sarà cura del committente fornire a retegargano.it il materiale informativo attraverso e-mail  in tempo utile per la realizzazione  e personalizzazione dello spazio acquistato.

Il pagamento, in un’unica soluzione, dovrà essere anticipato e avverrà  contestualmente alla formalizzazione contrattuale degli spazi di cui al presente codice di autoregolamentazione, dietro  regolare fattura. 

Per ogni eventuale richiesta di chiarimento è possibile contattare la testata alla E-mail:  info@ retegargano.it 

Pubblicato in Avvisi

Oggi ultima giornata di program­mazione della terza edizione del Tremiti Music Festival, promosso da Regione Puglia, PugliaPromozione e amministra­zione comunale con l’orga­nizzazione di Puglia Sounds/Teatro Pubblico Puglie­se e la direzione artistica di Roberto Ottaviano (in­gresso gratuito con preno­tazione obbligatoria infor­mazioni su pugliasounds.it).

Questa sera sabato 5 set­tembre alle ore 20.30 in Piaz­za Sandro Pertini a San Do­mino Mario Rosini Trio pre­senta “Una canzone intorno al mondo”. Il trio composto la Mario Rosini - pianoforte e tastiere, Paolo Romano - basso elettrico e Mimmo Campanale - batteria, si muove tra jazz e musica d’autore con un repertorio che va da Bruno Lauzi a George Benson, da Al Jarreau a Stevie Wonder e propone composizioni originali dello stesso Ro­sini.

Alle ore 21.30 arriva Gaetano Partipilo Boom Collective, con Angela Esmeralda, voce, Carolina Bubbico, voce e synth, Seby Burgio, pianoforte, Gae­tano Partipilo, sax alto e soprano, electronics, tastiere, Giuseppe Bassi, con­trabbasso e basso elettrico e Dario Con­gedo, batteria, una delle più interessanti realtà del jazz italiano, una vera e propria formazione All-stars jazz made in Puglia. Il collettivo si è riunito per registrare un primo album pubblicato da Auand, con il sostegno di Puglia Sounds Record, un album con un timbro moderno ed un sound attuale. I riferimenti infatti suggeriscono le so­norità indie rock dei Radiohead, le celebri soundtrack di John Barry e le contaminazioni elettroni­che di John Zorn legati da un unico filo conduttore che si chiama jazz. Tutti i con­certi sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria secondo tre modalità: presso la pro loco delle isole Tremiti ore 9.30/13.30 e ore 16/18.00; scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.e te­lefonando allo 080-5243000

Pubblicato in Manifestazioni

“Giorni a Varano”, un ra­rissimo documentario a colori prodotto nel 1958 dall’Istituto Luce e girato da Giuseppe Sala testimonia una particolarissi­ma forma di caccia al cefalo es­eguita con la tecnica pressoché preistorica dell’ ‘incannizata'.

A praticare l’incannizzata era una ‘ciurma’ di otto uo­mini, distribuiti su tre barche a remi. Una di queste, l’unica a non portare reti e con a bordo il rematore e l’avvistatore-battitore, disposta al centro del­la formazione, precedeva le al­tre. Questa disposizione a V, ' una volta che dalla prima im­barcazione fosse partito il seg­nale d’avvistamento, si capo­volgeva.

Ovvero, le barche dis­poste lateralmente superava­no quella centrale e si portava­no in testa al branco. A ques­to punto, con un bastone, il segnalatore si metteva a per­ percuotere l’acqua per spaventare i cefali e spingerli nella trappo­la. La trappola era tesa dalle imbarcazioni di testa che, fer­mandosi, stendevano una rete, la quale, resa rigida da canne palustri disposte a interval­li regolari e appesantita lungo il bordo inferiore da piombini, scendeva verticalmente rispet­to alla superficie dell’acqua creando una barriera.

All’avvicinarsi del branco, le due im­barcazioni iniziavano a retrocedere imprimendo alla dispo­sizione della rete una curvatu­ra via via più accentuata. La manovra avvicinava gradatamente sia le barche che i lati opposti della rete. Perché la manovra fosse perfetta, il bat­titore doveva finire di spaven­tare i pesci quando il cerchio si fosse chiuso e le tre barche si fossero trovate affiancate. In­torno al branco si era così chiu­sa una gabbia in qualche nodo vicina alla camera della morte delle tonnare ‘di corsa’, ovve­ro quelle allestite in mare ap­erto.

Con la differenza che la tecnica dell’incannizzata non prevedeva l’impiego di arpioni: la raccolta delle prede avveni­va a mano, dopo che era stato riportato in superficie il bordo inferiore della rete. Oggi a Va­rano la tecnica dell’incannizza­ta non trova più applicazione, non perché superata, ma per altro motivo: stanno sparendo i cefali. Per una serie di ragioni al 90% riconducibili all’attiv­ità dell’uomo, le acque del più vasto lago salmastro d’Italia si vanno eutrofizzando.

Ques­to impoverimento dell’ossigeno sta segnando la morte di flora e fauna nel sito (e il danno va ripercuotendosi pure sulla ric­ca avifauna della zona, partico­larmente concentrata sull’iso­la di Varano, l’istmo che divide il lago dall’Adriatico e che os­pita l’omonima Riserva natu­rale). Sicché, insieme a spigo­le e orate, anche i cefali si stan­no avviando all’estinzione: E pensare che una volta questo pesce era così comune a Vara­no da rappresentare una risor­sa per le popolazioni costiere. Fino ai primi anni sessanta quotidianamente decine e de­cine di pescatori scendevano da Cagnano, Carpino e Ischitella a gettare le reti a Varano.

Pubblicato in Cultura
Sabato, 05 Settembre 2020 09:51

5 Settembre/ TEMPO LIBERO

Per chi suda il pane quotidiano il tempo libero è un piacere fortemente so­spirato; lo è fino a quando lo si ottiene.

JOHN M. KEYNES

Abbiamo da pochi giorni lasciato alle spalle le vacanze, da alcuni tanto sospirate e subito dissolte. Ho voluto proporre, allora, questa considerazione che nel 1930 faceva il famoso economista John M. Keynes nel suo saggio Prospettive economiche per i nostri nipoti.

È una riflessione, forse scontata ma non molto considerata, sul desiderio. Quando si è nella miseria, si sogna il benessere come un paradiso; una volta raggiunto e assaporato, esso si rivela non così decisivo e li­beratorio. Lo stesso accade per il lavoro e le ferie o la pensione e per tante altre realtà agognate che, una volta conquistate, si rivelano in­sipide e insignificanti, certamente prive di quella magia di cui la loro assenza le alonava.

Il desiderio è certamente una molla che spinge in avanti la vita e l'agire umano. Un testo sacro indù, il Dhammapada, lo definisce «la liana dell'esistenza» perché è attraverso questa sorta di fune che si riesce a fare un balzo oltre l'abisso e verso l'alto. Ma c'è una nota da allegare subito a questo aforisma.

Appena hai raggiunto la meta lu­minosa del tuo desiderio, subito t'accorgi che essa è meno gloriosa e affascinante di quanto immaginavi. Pirandello in una delle sue No­velle per un anno ha questa considerazione forse amara, com'era nel suo stile, ma spesso confermata dalla realtà: «Riponi in imo stipetto un desiderio. Aprilo: vi troverai un disinganno».

Questi due profili antitetici rendono il desiderio una componente necessaria sia per evitare l'inerzia e la rassegnazione sia per combattere le illusioni, i miraggi e le chimere.

Gianfranco Ravasi

Pubblicato in Società

ReteGargano consiglia...

Libro & disco della settimana

Statistiche di accesso

Ora online:

70
Visitatori

Giovedì, 01 Ottobre 2020 08:37

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -