FP Cgil Foggia: “Potenziare l’organico, supporto psicologico, sistemi elettronici di sorveglianza”. Negli ultimi 3 anni, in Italia, 3500 aggressioni ai danni di agenti della Polizia Penitenziaria. A volte il carcere di Foggia e i suoi 650 detenuti sono sorvegliati da pochissime unità.

“Nel carcere di Foggia, sono detenute 650 persone a fronte di strutture adeguate ad accoglierne 350. L’attuale organico degli agenti di Polizia Penitenziaria conta su circa 280 unità, a fronte di un fabbisogno ottimale di 350. L’alto tasso di malattia tra gli agenti, le normali e fisiologiche assenze per ferie e il consueto sistema delle turnazioni, combinati con la situazione di sotto-dimensionamento dell’organico, fanno in modo che a volte, di notte, ci siano pochissime unità in una struttura con 650 persone su cui vigilare. Siamo di fronte a una situazione di fortissima pressione, in linea purtroppo con quanto accade nel resto del Paese, dove negli ultimi 3 anni si sono verificate 3500 aggressioni ai danni degli uomini e delle donne che lavorano negli istituti penitenziari”. La denuncia della FP Cgil è precisa e circostanziata: i livelli di rischio, per chi dentro il carcere ci lavora, non sono soltanto molto alti, ma in questi anni stanno aumentando.

“Sporadicamente, quando accadono fatti purtroppo tragici e clamorosi, per un breve lasso di tempo sembra che l’attenzione della politica e della pubblica opinione aumenti, ma il problema è quotidiano, si ripresenta ogni giorno, per 365 giorni l’anno”, ha spiegato Gennaro Ricci, coordinatore Polizia Penitenziaria FP Cgil Foggia.

Tra le forze dell’ordine, le donne e gli uomini che lavorano in carcere sono quelli che fanno registrare il maggior tasso di patologie legate a stress, stati d’ansia, depressione. Anche il tasso di suicidi e dei tentativi di togliersi la vita è il più alto tra gli agenti di Polizia Penitenziaria. Le particolari condizioni lavorative all’interno delle carceri, a stretto contatto con situazioni di grave disagio e di estrema pericolosità, necessitano di un sostegno più continuativo e meglio organizzato.

“Innanzitutto, occorre potenziare gli organici”, ha dichiarato Mario La Vecchia, segretario provinciale FP Cgil Foggia. “E’ necessario attivare interventi di sostegno personale, di natura psicologica, in modo continuativo all’interno delle carceri per garantire un supporto costante agli agenti e per monitorarne lo stato di salute psichica”. Inoltre, come ha aggiunto Gennaro Ricci, “occorre dotare il personale e le strutture di sistemi di sicurezza elettronici, oltre che di norme più cogenti per i detenuti che si rendano responsabili di aggressioni”. “Sono quattro richieste di buon senso, quattro priorità da cui ripartire, se vogliamo andare oltre le strumentalizzazioni, le polemiche e le analisi superficiali fatte anche in questi giorni di fronte a una tragedia immane, atroce e devastante”, ha concluso Gennaro Ricci.

Pubblicato in Società

Tutto pronto per la maratona in programma il 19 ottobre a Parco San Felice. Nel pomeriggio, salotto culturale dal titolo “Un Nastro Rosa e un Naso Rosso” a Santa Chiara.

Parte la lunga volata rosa. Tutto pronto a Foggia per la “Maratona in rosa”, la corsa di solidarietà delle donne per le donne che si svolgerà sabato 19 ottobre a Parco San Felice in occasione dell’“Ottobre Rosa”, il mese dedicato alla prevenzione del cancro del seno.

La manifestazione ludico-motoria, organizzata da Il Cuore Foggia, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, è finalizzata a sottolineare l’importanza dell’anticipazione diagnostica che, grazie a controlli periodici e regolari, permette di sconfiggere il cancro della mammella nel 90% dei casi. L’iniziativa rappresenta un atto di solidarietà per testimoniare la vicinanza alle donne che lottano per un tumore al seno.

La Maratona partirà alle ore 10.00 da Parcocittà e proseguirà con due giri del parco, con la compagnia dei Clown Dottori che contribuiranno a rendere la manifestazione più allegra. Concluderà l’iniziativa ludica il sorteggio con premi in palio messi a disposizione da vari sponsor, tra i quali Eurocoppe, Profumerie Gattullo, Farmacia Santino, Informatica Discount, Profumeria Tomaiuolo, HairTouch Parrucchieri, Abbigliamento Outsider Moda.

I partecipanti alla Maratona dovranno indossare una maglietta rosa e ritirare un biglietto numerato al momento dell’iscrizione; il ticket permetterà, con la donazione simbolica di un euro, di partecipare all’estrazione dei premi. Il ricavato verrà utilizzato per l’acquisto di termocuffie per la chemioterapia.

All’iniziativa collaborano ERA sezione Foggia, Radio Club Marconi, con l’impegno attivo della presidente Miria Spadaccino, Foggia Social Club, ERA Ambiente per la Safety, La Nuova Misericordia per il supporto sanitario, Gama e Andos.

La giornata della prevenzione de Il Cuore proseguirà nel pomeriggio nel Chiostro di Santa Chiara, dalle ore 16.30 alle 19.00, con un salotto culturale dal titolo “Un Nastro Rosa e un Naso Rosso”, con il patrocinio del Comune di Foggia, del Policlinico di Foggia e dell’Unifg – facoltà di Medicina e Chirurgia.

Interverranno Marcello Di Millo, senologo responsabile Breast Unit; Maurizio Di Bisceglie, dirigente medico del reparto di Oncologia; Antonio Cinquesanti, Dirigente medico Anestesia e Rianimazione; Raffaele Ivan Cincione, medico specialista in Endocrinologia e Malattie Metaboliche, ricercatore e docente dell’Università di Foggia; Antonio Petrone, psicologo oncologico; Loreta Ricotta, estetista oncologica; Betta Valeri dell’ANDOS e Maria Rutigliano di GAMA. Madrina del convegno sarà Flora Baldi, giornalista e conduttrice televisiva.

La location del Chiostro di Santa Chiara, in occasione dell’evento, sarà colorata di rosa con luci, palloncini e fiori grazie all’organizzazione de Il Grande Cuore eventi e all’omaggio floreale de Il Giardino del Conte.

All’iniziativa hanno contribuito altre realtà associative come ERA, ERA Ambiente, ERA Cisa, Radio Marconi, Foggia Social Club.

Pubblicato in Società

L’Università di Foggia, come di consueto, visto il grande successo delle precedenti edizioni, parteciperà alla Fie­ra per l’Orientamento Scolastico Universitario e Professio­nale della Puglia -"Orienta Puglia", realizzata dall'Associa­zione ASTER, presso l’Ente Fiere di Foggia (viale del Forto­re, n. 143- Foggia), nei giorni 15,16 e 17 ottobre. La manife­stazione, giunta alla sua IV edizione, dedicata agli studenti delle ultime classi delle scuole superiori provenienti da tutta la Puglia, rappresenta un'occasione unica per ogni singolo studente di entrare in contatto diretto con le più importanti Isti­tuzioni legate al mondo della formazione superiore e profes­sionale e con le migliori scuole di specializzazione a livello nazionale e internazionale. Il presidio dello stand e la divul­gazione delle informazioni, per le tre giornate, saranno a cu­ra dell’Area Orientamento e Placement. Personale esperto in orientamento e tutor informativi dei diversi Dipartimenti illustreranno l’offerta formativa e forniranno indicazioni e stru­menti riguardo ai servizi resi dall’Università di Foggia.

Pubblicato in Società

Si sono svolti, ieri, a Foggia i Campionati Nazionali di Pentathlon Moderno nello specifico Laser Run era presente la nazionale italiana di pentathlon che rappresenterà l’Italia alle prossime olimpiadi. Tra i presenti c’erano atleti olimpionici come Antonella Bevilacqua nel salto in alto di origine foggiana che ha rappresentato l’Italia per ben due olimpiadi 

In campo con loro come giudici di gara nazionale c’erano due garganici Troia Maria Assunta di Peschici e Domenico Gentile di Vieste che hanno diretto insieme ad altri giudici nazionali e internazionali la manifestazione nazionale con moltissimi atleti venuti da tutta Italia 

Grande esperienza per i due garganici che si sono distinti come giudici di arrivo in piscina e giudici di partenza nella Laser Run  senza nessuna sbavatura 

Verrano sicuramente richiamati per ulteriori manifestazioni che si terranno in tutta Italia 

Pubblicato in Sport

Parlano i numeri. Il Tribunale di Fog­gia in seguito all’accorpamento nel 2013 di quello di Lucerà e di sei sezioni distaccate di San Severo, Manfredonia, Cerigola, Trinitapoli, Rodi e Apricena, è Punico ufficio giudiziario della Capitanata e serve una popolazione di circa 700mila persone; in 12 mesi sono state definite 35mila cause penali e civili; ha solo 30 anni di vita ma è diventato troppo piccolo, né basta la succursale di viale Fortore (affitto annuo di mezzo mi­lione) perché ha bisogno di ulteriori 5500 metri quadri per gli uffici; 4mila metri qua­dri per gli archivi; ed altri tarila metri qua­dri per le aule. Il che significa che la struttura di viale Primo maggio va ampliato, costruendo un’altra palazzina: servono però 20 milioni per attuare il progetto già redatto, cui ag­giungere altri 7 milioni di euro per lavori di adeguamento della struttura esistente, visto che in occasione di acquazzoni piove dentro alcune stanze e uffici, impregnando i faldoni processuali. Ecco di cosa si parla in concreto quando ci si riferisce all’edilizia giudiziaria. Per rendere l’idea l’avvocato Giulio Treggiari, neo presidente della Ca­mera penale, ha esordito dicendo che il convegno sui «Trent’anni del palazzo di giu­stizia di Foggia, quali i problemi e le ne­cessità», avrebbe dovuto svolgersi nell’aula della corte d’assise, ma problemi di agibilità non consentono l’uso delle aule se non per finalità esclusivamente giudiziarie; e così il dibattito ha trovato ospitalità nel’auditorium Santa Chiara. Il dibattito, organizzato dal Rotary club Foggia in collaborazione con la locale sot­tosezione dell’Associazione nazionale ma­gistrati, Ordine avvocati e Camera penale, ha visto confrontarsi magistrati (procura­tore capo, presidente dell’Anm, presidente della prima sezione civile); avvocati (tra cui l’attuale presidente dell’Ordine e il suo pre­decessore); funzionari del provveditorato alle opere pubbliche. Hanno parlato di cosa non va e di cosa bisogna fare per risolvere i problemi. Quelli di edilizia giudiziaria - cioè Tribunale troppo piccolo - si sommano a quelli relativi alla manutenzione, acuiti questi ultimi dal passaggio di competenze. Fino al 2015 era il Comune a occuparsene, lo faceva in tempi rapidi per poi essere rimborsato dal ministero di Giustizia; da 4 anni le competenze sulla manutenzione so­no passate allo stesso dicastero e i tempi si sono allungati. Molti dei presenti al convegno sono ri­masto stupiti nell’apprendere che il Tri­bunale è ancora privo della certificazione di agibilità, non essendo mai stato mai rila­sciato - è stato detto durante i lavori - il certificato antincendio dei vigili del fuoco. Nel corso degli anni sono stati presentati progetti di adeguamento sia per preven­zione degli incendi sia per gli impianti, rimasti senza attuazione visti i costi: quelli preventivati nel 2005 ammontavano a 5 mi­lioni. I problemi maggiori per la Giustizia foggiana sono cominciati a settembre 2013, con la soppressione di 7 uffici giudiziari (Tri­bunale di Lucerà, e le 6 sezioni distaccate dello stesso ufficio giudiziario lucerino e di quello del capoluogo) per la riforma della geografia giudiziaria varata dal governo Monti; con conseguente l’accentramento di tutto a Foggia, compresi gli archivi. La Ca­pitanata per estensione è pari alla Liguria dove operano 4 tribunali. Bisogna quindi reperire ulteriori spazi, quantificati in oltre 13mila metri quadri nel corso del convegno. La soluzione è costruire nuove palazzine, il progetto c’è ma servono 20 milioni. Nel frat­tempo il provveditorato alle opere pubbli­che sta curando il rifacimento del tetto per evitare nuovi allagamenti e l’adeguamento dell’impianto termico.

Pubblicato in Società
Giovedì, 10 Ottobre 2019 15:24

In Provincia incontro sui bandi comunitari

Si è svolto nella Sala della Ruota di Palazzo Dogana, l’incontro “IN EUROPA” sui Bandi Comunitari promosso dalla Consigliera delegata alle Politiche Comunitarie, Angela Lombardi e che ha visto la partecipazione dei sindaci o loro delegati dei comuni di: Foggia, Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo, San Severo, Bovino, Sannicandro Garganico, Lesina, Volturino, Alberona, Castelluccio dei Sauri, Orta Nova, Torremaggiore, Peschici, Cagnano Varano, Carlantino, Roseto Valfortore e Vieste.

Nel suo intervento la Consigliera Lombardi ha sottolineato che è dovere della politica prestare attenzione alle esigenze dalla comunità e che è prioritario riuscire ad intercettare le risorse previste dai bandi comunitari. Occorre quindi un lavoro sinergico per raggiungere obbiettivi di crescita e di sviluppo. Per l’accesso diretto ai bandi ed ai fondi comunitari, ha relazionato Pasquale Castellano, esperto in cooperazione, che ha segnalato alcuni bandi ed avvisi ancora attivi e come le Istituzioni pugliesi potrebbero sfruttare maggiormente l’accesso diretto ai fondi europei. Dopo numerosi interventi dei presenti, si è convenuto sull’opportunità di consolidare il rapporto tra Provincia e Comuni della Capitanata per istituire una piattaforma territoriale sinergica per intercettare le risorse rinvenienti dai bandi comunitari.

Pubblicato in Economia

Si comunica che è stata presentata alla Provincia una proposta di referendum da par­te di n. 140 cittadini, riportante l’indicazione del seguente quesi­to: “Volete che il territorio della provincia di Foggia sia separato dalla regione Puglia per entrare à far parte integrante della Regi­one Molise?”. La proposta è corredata da una relazione (visibile sul sito web della Provincia) nella quale i firmatari enunciano i motivi della richiesta. Il relativo avvi­so è affisso all’Albo Pretorio on line della Provincia di Foggia e pubblicato sul sito internet dell' Ente, nella home page.

Pubblicato in Politica

Siamo quasi alla ripartizio­ne delle risorse da parte della Re­gione (la prossima settimana), il nuovo piano del trasporto pub­blico locale è pronto ma un nu­trito numero di sindaci foggiani ne chiede la revisione all’asses­sore ai Trasporti. La replica: «Vengano a trovarmi», dice Gian­nini. Lo scontro è sul trasporto urbano e sui servizi minimi (es­senziali) che saranno riconver­titi dallaRegione in “aggiuntivi”: i sindaci temono di perdere dal finanziamento statale 1,4 milioni di chilometri. A Foggia però la Regione restituisce 300mila km. di servizi minimi (su 600mila). «Non basta, li vogliamo tutti», di­ce il sindaco Landella.

Pubblicato in Economia

L’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Foggia continua nell’azione ispettiva di costante controllo nell’ambito dei cantieri edili dell’intera provincia, per l’osservanza degli obblighi in materia di lavoro, salute e sicurezza, confermando perciò la sua assidua presenza e controllo del territorio.

Effettuate nel solo periodo dal 15 al 30 settembre, 21 attività ispettive presso cantieri edili in tutta la provincia, interessando i comuni del Gargano, del subappennino, fino a Margherita di Savoia, oltre allo stesso comune di Foggia.

Riscontrate 16 violazioni penali in materia di sicurezza per un importo complessivo di 39.312 euro. Accertate inoltre 17 violazioni per lavoro irregolare per un importo complessivo di 61.200 euro e sospese 8 attività imprenditoriali con annessa sanzione complessiva di 16.000 euro.

Pubblicato in Economia

Sono arrivati da Svizzera, Inghilterra e Stati Uniti alcuni dei 110 tatuatori presenti al “Fovea Tattoo Show”, l’evento fieristico interno alla 41esima edizione della Fiera dell’Ottobre Dauno. La campionaria d’autunno ha aperto i battenti e nelle giornate di oggi, domani e domenica sarà aperta al pubblico, con ingresso gratuito e orario continuato dalle ore 10 alle ore 21.30. Complessivamente, saranno oltre 120 gli stand e circa 12mila metri quadrati che daranno spazio ad artigianato, arredamento, gastronomia, abbigliamento, sport e tempo libero. Il Padiglione 10 sarà interamente dedicato alla Filatelia e alla Numismatica. Una parte del Padiglione 71 sarà dedicata al Social Expo: il volontariato, le realtà associative del Terzo Settore, con una presenza significativa delle associazioni che a Foggia e in Capitanata sviluppano azioni sociali e culturali, con progetti e iniziative di grande spessore e con una ricaduta positiva e concreta sulla società. Nel capoluogo dauno, sono attive 156 associazioni di volontariato, 114 associazioni di promozione sociale, 28 ONLUS, 12 fondazioni e 80 cooperative sociali.

 ATTESI 20mila VISITATORI PER FOVEA TATTOO. All’interno dell’Ottobre Dauno, il nuovo padiglione del quartiere fieristico ospita la quinta edizione del “Fovea Tattoo Show”. Si tratta di uno dei più grandi eventi del Sud Italia dedicati all’arte del tatuaggio e a tutto ciò che ruota intorno a questa pratica, dalla musica al food, dalla danza alla moda. E’ un’edizione dai grandi numeri: 110 professionisti del tatuaggio, 70 stand, con l’attesa di 20mila visitatori in tre giorni da tutta Italia. I tatuatori presenti in fiera sono arrivati anche dalla California e da altri stati americani oltre che da Svizzera e Inghilterra. Al loro seguito, non meno di 300 persone tra assistenti e semplici accompagnatori.

Pubblicato in Economia
Pagina 1 di 76

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -