Il passaggio non è au­tomatico, ma diventa fondamentale se non strategico nella lotta al­le mafie, alle illegalità, al malaffare. Passare dalla “squadra Stato” alla “squa­dra comunità” ed il fatto che a sollecitare questa trasmu­tazione siano figure tra i mas­simi referenti dei poteri dello Stato (il prefetto di Foggia, Grassi ed il procuratore capo di Foggia, Vaccaro), la dice tutta sulla necessità di al­largare il campo e di non delegare solo agli apparati dello Stato la lotta all’anti- Stato. Intendiamoci: non è un segnale di debolezza, ma un richiamo ad un contributo “morale” nello schierarsi nel recinto giusto, quello della legalità e della giustizia, con­tro le arroganze delle orga­nizzazioni criminali da una parte ma anche di una certa idea di convivenza civile (rac­comandazioni, appalti truc­cati, scorciatoie burocrati­che, scarso rispetto per i beni pubblici) che spesso diventa il brodo di coltura dell’antiStato.

L’appello a costituire la “squadra comunità” arriva peraltro dopo l’avvio e la con­clusione di processi (anche con condanne) che hanno vi­sto ad esempio nel segmento racket l’assenza totale o quasi delle vittime e delle associa­zioni di categoria, fatta ap­punto qualche eccezione, mentre si è assistito ad una discesa in campo forte degli enti locali (Regione e Comu­ne di Foggia ad esempio) e delle associazioni di volon­tariato (da Libera a Panunzio). Tocca dunque alla società civile, nelle varie articola­zioni, fare questo passo in avanti e dare sostanza alla “squadra comunità” per la sicurezza complessiva del territorio che si traduce spes­so anche in un ritorno con­veniente per l’economia e per l’occupazione.

Filippo Santigliano

gazzettacapitanata

Pubblicato in Società

Si terrà il prossimo 13 dicembre, presso la Pinacoteca e Biblioteca Comunale di Lucera, in un format completamente rinnovato, l’XI edizione di Expandere.

Questa edizione dell’annuale evento di Compagnia delle Opere Foggia avrà come titolo “La trasformazione digitale delle imprese: Sfide e Opportunità” e sarà fortemente orientata ai temi dell’innovazione e della digital transformation, con un focus sulle tecnologie abilitanti previste dal piano Impresa 4.0.

Un fitto programma di intereventi, workshop e appuntamenti, che consentiranno a tutti i partecipanti di approfondire il tema della trasformazione digitale sia dal punto di vista culturale, organizzativo e manageriale, sia dal punto di vista produttivo, commerciale e logistico.

Esperti, case histories, fornitori di tecnologie saranno a disposizione per fornire conoscenze e strumenti per affrontare le sfide e le opportunità che la nuova era digitale pone.

Sarà anche l’occasione per incontrare le aziende presenti e i consulenti per l’innovazione attraverso un’agenda di appuntamenti in una vera e propria attività di brokeraggio tecnologico, organizzata in collaborazione con il Punto Impresa Digitale della Camera di Commercio di Foggia. Sarà l’occasione per approfondire tecnologie come la blockchain, l’internet delle cose (IOT), la realtà virtuale, la manifattura additiva, la cybersecurity e tante altre.

Per iscriversi basta andare su http://www.cdofoggia.it/expandere-2019/

Per informazioni 0881 331493. Di seguito il programma dell’evento.

PROGRAMMA

  • ore 9.00 Accredito partecipanti
  • ore 9.30 Apertura lavori, Francesco Facciolongo, Presidente Cdo Foggia.

SalutiFabrizio Abate, Vice Sindaco Città di Lucera
Fabio Porreca, Presidente Camera di Commercio di Foggia
Stefano Di Rosa, Direttore Generale Parco Scientifico Technoscience San Raffaele

“Digital transformation: comprenderne il significato per generare valore”
Prof. Emanuele Frontoni, Docente di Fondamenti di Informatica e Computer Vision Università Politecnica delle Marche
Dott. Fabio Fraticelli, Ricercatore in Organizzazione aziendale Università Politecnica delle Marche

“Cambiamenti in atto! Come la trasformazione digitale sta cambiando la mia azienda”:

  • L’utilizzo della Blockchain nella filiera agroalimentare – Federico Mobrici, Contratto di Rete “Pelato in Rete” – Fondazione Felice Chirò
  • Comunicare oggi, comunicare in digitale – Luisa Buonpane, Comunica Creative Company
  • Innovarsi mantenendo le proprie radici – Augusto De Benedictis, BCC San Giovanni Rotondo
  • La digitalizzazione per l’affronto dei mercati esteri – Marco Cherubini, Cribis D&B
  • ore 11.30Coffee break
  • ore 11.45 Tecnologie abilitanti Industria 4.0: quali opportunità derivano dall’introduzione in azienda.Elevator pitch di presentazione delle principali tecnologie abilitanti a cura di esperti del settore.
  • ore 13.00- 14.00 Light lunch e visita guidata degli Scavi di San Giusto e della Biblioteca e Pinacoteca
  • ore 14.00 – 15.30 Brokeraggio  tecnologico e btob
  • ore 15.30 – 17.00 Workshop Lab“Tecnologie innovative per la trasformazione digitale: come costruire il proprio digital transformation plan”,  guidato dal  Emanuele Frontoni, Docente di Fondamenti di Informatica e Computer Vision Università Politecnica delle Marche.
  • ore 17.00 Chiusura dei lavori

 

 Ufficio Comunicazione Compagnia delle Opere Foggia

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Economia

E’ nato ieri 9 dicembre, alla presenza di numerosi iscritti, il circolo foggiano del nuovo movimento per l’Equità territoriale fondato da Pino Aprile. Intellettuali, professionisti, imprenditori, lavoratori, ma anche attivisti sindacali,  i componenti del gruppo che,  con la città capoluogo, raccoglie iscritti e simpatizzanti, già oltre cinquanta, del Tavoliere e dei vicini Monti Dauni, mentre il Gargano è affidato al circolo di Vieste che, insieme agli iscritti viestani, raccoglie quelli dei tanti comuni del promontorio garganico, promotori a loro volta di nuovi circoli nei paesi di appartenenza.

Le gravi discriminazioni economiche e sociali che il Mezzogiorno subisce dallo Stato italiano causano una drammatica mancanza di lavoro, determinata dalla scarsità di investimenti pubblici che lo Stato destina al Sud: appena il 28%, compresi i fondi europei, a fronte di una popolazione nazionale del 34% e di un territorio di oltre il 40%. Ciò si traduce nella sottrazione di ben oltre 3.000 euro in meno di spesa per servizi pubblici, sanità, istruzione, mobilità e altro, per ogni cittadino meridionale: ben 62 miliardi l’anno letteralmente rubati alle impoverite regioni meridionali, un tesoro che finisce nelle casse delle già arricchite regioni del Nord. Un vero e proprio scippo che il partito del Nord, che alla Lega unisce tutte le formazioni politiche nazionali, di destra o sinistra che siano, ora vuole legalizzare con la legge sull’autonomia regionale differenziata, definita da valenti economisti come il prof. Gianfranco Viesti “la secessione dei ricchi”. Scippo pur accettato dagli amministratori delle regioni meridionali in ossequio agli interessi dei partiti nazionali.

Alla sola città di Foggia, disattendendo il dettato costituzionali che garantisce uguali diritti a tutti i cittadini italiani, sono destinati ben 23 milioni l’anno in meno di quelli spettantigli dal fondo di  perequazione nazionale, per la mancata applicazione del Lep, i livelli essenziali di prestazioni, mentre considerando la differenza di spesa pubblica per servizi per abitante, la Capitanata piange un piatto di quasi due miliardi di Euro l’anno. Si pensi a quante ferite economiche-sociali si potrebbero sanare con tali fondi.

L’Equità territoriale non ha nulla a che vedere con una sorta di Lega Sud, poiché i valori cui noi ci ispiriamo, in quanto tali sono universali e riguardano tutti i cittadini italiani, ovunque essi risiedano. Laddove la Lega Nord si è affermata agitando interessi e sentimenti territoriali egoistici e gretti, anche razzisti, fondati sull’iniquità a danno del Sud, il Movimento 24 Agosto fa dell’Equità e della Giustizia sociale la sua bandiera.

Il circolo Tavoliere e Monti dauni, che ha eletto presidente Raffaele Cariglia, vicepresidente Marco D’Alessandro, segretario Pasquale Cataneo e tesoriere Giovanni Palmulli, ha programmato una serie di iniziative politiche, conferenze pubbliche, gazebi e affissi murali che, insieme alla denuncia delle iniquità subite, elencheranno proposte di crescita per la nostra provincia. Nell’immediato, la partecipazione a Bari dell’evento regionale del Movimento al mattino di domenica 15 dicembre al cinema Esedra con Pino Aprile, presidente nazionale che sarà a Foggia, la sera di lunedì 16 presso la sala Mazza del museo comunale, ospite dell’associazione Polis, mentre si prepara un accogliente saluto per il rientro natalizio dei nostri giovani, costretti ad emigrare a migliaia verso il Nord e i paesi esteri, con conseguente desertificazione sociale della nostra bellissima terra.

Raffaele Vescera

Pubblicato in Società

Ripresi stamane di buona lena i lavori di sman­tellamento della vecchia pista del Gino Lisa, cominciati ve­nerdì scorso. «In primavera la nuova pista sarà pronta», pro­mette Aeroporti di Puglia. Sul­la spinta di questa previsione il comitato Vola Gino Lisa ha scritto una lettera aperta al presidente della Regione, Mi­chele Emiliano: «Chiediamo per l’aeroporto di Foggia pari dignità con gli scali di Bari e Brindisi.

Lo scalo non ha an­cora un piano industriale - scri­vono - chiediamo l’attivazione di voli low cost non appena l’aeroporto sarà nelle condizio­ni di tornare a operare». Sarà uno scalo multiruolo. Una volta riqualificato potrà avere diverse funzioni: i voli del Sieg e della Protezione Civile, i charter turistici e i voli di linea.

Pubblicato in Economia

Difficile uscire dalla crisi, la provincia di Foggia non fa passi in avanti. Al contrario di tutte le altre province pugliesi: dopo lo Svimez anche la Banca d’Italia, nel suo annuale rappor­to, certifica la caduta verticale della nostra economia.

La Pu­glia ha recuperato oltre la metà dei posti di lavoro perduti dal periodo pre-crisi, 70mila su 130mila, la provincia di Foggia appena un terzo: 9mila su 37mila. Polemica a distanza, intanto, fra il sin­daco di Foggia, Franco Landella e il presidente di Confindustria, Gianni Rotice: «Paghiamo lo stato di arretramento della pro­vincia». «Sbagliato – la replica del sindaco - parlare così, si vince e si perde uniti».

Pubblicato in Economia

Al via questa mattina i lavori di allungamento della pista del Gino Lisa di Foggia. Gli interventi permetteranno di portare la rampa dell’aeroporto dagli attuali 1400 a quasi 2000 metri di lunghezza.

I lavori dovrebbero concludersi entro 270 giorni. In questo modo lo scalo del capoluogo dauno potrà finalmente ospitare aerei da 200 posti fondamentali in chiave turistica e commerciale. La viabilità intorno al Gino Lisa sarà rivoluzionata nei prossimi mesi con la realizzazione di una bretella stradale per bypassare l’aeroporto.

 gino lisa2

Pubblicato in Economia

«Sono 123.000 le dosi di vaccino antinfluenzale che la Asl Foggia ha già distribuito ai medici di medicina generale e utilizzato direttamente per vaccinare i soggetti appartenenti alle categorie a rischio, a cui il vaccino, cioè, è offerto gratuitamente». Lo rende noto il direttore generale della Asl Foggia, Vito Piazzolla.

L’Azienda sanitaria locale, informa una nota, è impegnata da oltre un mese nella promozione della vaccinazione e, in particolare, di quella gratuita nei confronti di adulti di età pari o superiore a 65 anni; bambini e adulti affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza; donne in gravidanza; lavoratori addetti a servizi di pubblica utilità; forze dell’ordine; operatori sanitari.

Piazzolla invita a «non lasciarsi influenzare dalla cattiva informazione e dalle fake news. La vaccinazione - precisa - è l'unico mezzo efficace e sicuro per combattere l’influenza e le sue complicanze. È ancora possibile vaccinarsi sino a fine dicembre. I vaccini sono disponibili in farmacia o presso i medici di Medicina Generale».

Pubblicato in Sanità

Reading e interventi di esperti per la presentazione “dentro” del libro di Annalisa Graziano. Al centro, le storie delle detenute protagoniste del romanzo e il tema del femminicidio.

“Solo Mia” e le storie vere di donne raccontate nel romanzo di Annalisa Graziano entrano in carcere. L’appuntamento è per martedì 10 dicembre, alle ore 15.00, nell’Istituto Penitenziario foggiano, dove verranno raccontate alla popolazione detenuta le storie custodite nel libro, fatte di violenza subita e a volte taciuta, attese tradite, affetti soffocati e speranze. Storie di dolore ma anche di svolte e di rinascita, che affrontano temi delicati come la maternità, il rapporto con i familiari, la detenzione, l’abuso, il femminicidio. A trionfare, l’importanza dei legami, del riconnettersi alla società e alle relazioni, nonostante i traumi vissuti.

“Quello detentivo – spiegano dal CSV Foggia -è un contesto interessante in cui intraprendere un percorso informativo finalizzato alla prevenzione del fenomeno della violenza. Una problematica che tocca la società in modo trasversale, passando attraverso diverse classi sociali, economiche e culturali. Si è ritenuto così diorganizzare un momento di riflessione e confronto anche in previsione della vita oltre al carcere, cioè al termine del percorso detentivo”.

Oltre all’autrice, giornalista e assistente volontario delle Case Circondariali di Foggia e Lucera, interverranno il Vice Commissario Antonio D’Amore, della Squadra Mobile di Foggia – Sezione “Reati contro la persona e in pregiudizio dei minori”; Anna Latino e Laura Spinelli dell’Ass. Vìola Dauna e Franca Dente dell’Ass. Impegno Donna.

Performance teatrale e reading saranno affidati all’artista Daniela d’Elia, ideatrice del progetto di promozione culturale e diffusione della poesia “La via d’uscita”, realizzato nell’Istituto penitenziario assieme a Maria del Vecchio, con il sostegno del Comune di Foggia – Assessorato alla cultura.

“Ringrazio della grande disponibilità e sensibilità sul tema – sottolinea la scrittrice - il Direttore del carcere, Giulia Magliulo, la responsabile dell’Area Trattamentale, Giovanna Valentini e il Commissario Luca di Mola, insieme con tutto il corpo di polizia penitenziaria. Sono molto felice di poter presentare ‘Solo Mia’ nel carcere di Foggia, dove è ambientata una parte importante del libro. Un ringraziamento particolare va anche alla coordinatrice e alle agenti della sezione femminile che, per mesi, mi hanno supportato durante gli incontri con le detenute, nella sala colloqui”.

Numerose le Autorità presenti all’incontro in Via delle Casermette: Anna Paola Giuliani, Assessore comunale alla Cultura; Claudia Lioia, Assessore comunale all’Istruzione; Mirella Malcangi, Direttore dell’Ulepe Foggia; Aldo Ligustro, Presidente della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia; Elvira Zaccagnino e rappresentanti de la Casa Editrice la Meridiana; Pasquale Marchese e Roberto Lavanna, rispettivamente Presidente e Direttore del CSV Foggia e alcuni operatori dello stesso Centro.

Pubblicato in Società

Potrebbe essere l’anno giu­sto, il 2020, per restituire un fu­turo lavorativo stabile e duratu­ro ai circa 180 precari (da più di dieci anni) delle 18 postazioni del 118 ancora gestite dalle associa­zioni di volontariato. La proroga scade il 31 dicembre prossimo, ma non è certo che dopo quella data il personale venga assorbito dalla Sanitaservice, la società in house dell’Asl.

Il direttore gene­rale, Vito Piazzolla, apre a nuove assunzioni: «Le nuove linee gui­da sulle società in house aprono nuovi scenari», dice. La palla passa alla Regione che sull’ar­gomento ha convocato un vertice oggi a Bari. Il sindacato Usb an­nuncia un presidio.

Pubblicato in Sanità

Finalmente si comincia, il via libera al prolungamento della pista del Gino Lisa adesso è de­finitivo con l’approvazione del progetto esecutivo da parte di Enac. Venerdì prossimo la con­segna dei lavori all’impresa fog­giana Sideco-De Bellis che potrà cominciare a delimitare l’area del cantiere intorno in via Castelluccio.

Sugli 11 ettari di aree espro­priate (dove è previsto il prolun­gamento di 400 metri) si dovrà procedere con la bonifica del sot­tosuolo dagli eventuali ordigni della Seconda guerra mondiale, prima di far entrare le ruspe. La nuova pista sarà completamente rifatta e sarà rinforzata per ospi­tare nuovi e più grandi aerei. Doppio ruolo: sullo scalo, aerei della Protezione Civile e di traffico commerciale.

Pubblicato in Economia

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -