Noi Luogotenenti della Regia Camera Sommaria Portolani di questa Regia Camera e sorveglianti di questa Corte instruita dovete sapere come in questa Regia Camera si è commissionato da parte del Mag. Camillo Barbarese e dice come avendo convenuto l’Università d’Ischitella della Provincia di Capitanata acciò l’avesse soddisfatto alcune somme dovute per i fiscali tenuti in appalto per tutto l’Aprile1691 della santa Casa degli Incurabilie della M.ca Emilia e sorelle di Pellecino ,si è da quelli del Governo mandato lo stato della cadente annata dal quale appare tenere entrate bastantissime per soddisfare gli assegnatari,ma esitanti molte centinaie di ducati in spese di capriccio e contro la forma della Regia Pragmatica che però al fine di moderarsi detto stato ed essere soddisfatto esso componente accedendo suo credito in atti prodotto e delle moltissime annate dovute alli detti eredi di Francesco Pellecino ricorre in essa Regia Camera e fa istanza e da ordinarsi a quelli del Governo che compongono e costituiscono Provvisione per la discussione e moderazione di detto stato e fra tanti ordinasi agli affittatari et rendenti delle tasse e gabelle di detta Università che dedotte le quantità spettanti alla Regia corte ,tutto il di più depositano in essa Regia camera e pene atte al fine deliberatamente et liberamente et ugualmente di suoi principali e la maggior somma altre che siano tenute dei propri in contumacia. Pertanto ne diciamo e ordiniamo che dobbiate far ordine e mandato agli odierni del Governo dell’Università della terra d’Ischitella acciò che tra il termine di giorni quattordici dobbiate comparire in questa Regia Camera- Continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Natale con auguri “di corsa” nel giorno di Natale per le vie di Ischitella.

Torna come di consueto per il quinto anno consecutivo l’appuntamento con la “XmasRun”, manifestazione nella quale decine di atleti agonisti, amatori e camminatori si radunano per augurare tutti insieme “Buon Natale” in un percorso di 5 km che si snoderà per le strade della cittadina garganica.


Appuntamento alle ore 09.30 presso piazza “de Vera d’Aragona”.

La manifestazione, organizzata dalla “A.S.D Runners Gymnasium Ischitella” in collaborazione con la Pro Loco “Uria” è aperta a tutti ed è completamente gratuita, non ci sono classifiche o medaglie in palio, basta un indumento rosso e tanta voglia di correre e divertirsi insieme.

Sono ben accetti anche costumi di Babbo Natale, fischietti, campane e qualsiasi altro gadget a tema Natalizio.
Giunti al traguardo, ad attendere il gruppo dei runners, ci sarà un brindisi offerto dagli organizzatori. Non mancate!

Pasquale Di Perna

Pubblicato in Manifestazioni

Altrimenti l'infrascritto Regio Presidente Commisario si procederà in contumacia nè debbano far ordine far ordine e mandato all'all'affittatore e rendenti delle tasse e gabelle dell'Università sudetta,che dedotte la quantità spettante alla Regia Corte tutto il di più ne debbano far deposito in questa Regia Camera a pene atte al fine di liberarsi per questo e alla liberazione et eguagliarsi detti esponenti dei creditori della minore somma di detta Università e la maggior parte servita la forma della Regia Provinciale altrimenti siano tenuti di proporsi per il pagamento suddetto e così eseguirete e farete eseguire :Dato in Napoli il giorno 9 Agosto 1692.SALVA PROVVISIONE DA FARE RISPEETO IL DEPOSITO VISTO L'ESITO DELLE DISCUSSIONI CHE E' STATO.

Don Sebastiano de Cores R.M. C.L

Don Davide de Lanzina Ulloa

Conf. Iulianus Ludovicus

Andrea de Flore attuario.

Ad est Summaria informa - Continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Noi luogotenenti e Presidente della Regia Camera portulani di questa Regia Camera e servienti di questa regia Corte insignissima dovete sapere come in questa Regia Camera è stata presentata la seguente composta come sopra instrumentata.Pertanto ne facciamola presente con la quale vi diciamo e ordiniamo che dobbiate far ordire emanato agli ordini del Governo dell'Università della terra d'Ischitella acciò che fra il termine di giorni quindici dobbiate debbiano comparire in questa regia Camera a pena per atti a dire quello che occorre avverso della discussione e moderazione dello stato delle entrate di essa Università in questa Regia Camera presentato né no fra il medesimo termine debbiano costituire legittima procedura istruito e matricolato a Napoli degente ed il quale si possa procedere alla discussione predetta.Continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Vista la completa indifferenza delle istituzioni verso la torre piccola di Varano il sottoscritto a breve denuncerà ai vigili del Fuoco i gravi e immediati pericoli derivanti dalla torre per l'incolumità pubblica.

La torre piccola infatti, è ubicata su di una via pubblica attraversata da passanti e automobilisti e quindi il conseguente crollo potrebbe provocare seri danni per persone e automobili che si trovassero a passare sotto la torre. In materia esiste una precisa legislazione.

Il cittadino che intende segnalare eventuali situazioni di pericolo per la pubblica incolumità deve rivolgersi al Comando Provinciale dei Vigili del fuoco che che, ai sensi della legge 139/06, assicura il servizio di soccorso pubblico.Ricevuta la comunicazione di un loro intervento di soccorso pubblico derivante dallo stato di conservazione e manutenzione, ricevuto il controllo si provvede ad una apposita transennatura provvisoria dell'area interessata al fine di evitare il pericolo incombente sul pubblico paesaggio.

Si provvede poi a un invio di ordinanza sindacale urgente ai sensi dell'art. 54 comma 4, del Tuel n. 267 /200 affinchè si provveda alla messa in sicurezza della costruzione entro un termine preciso qualora vengano segnalati immediati pericoli per l'incolumità pubblica.

Allo scadere del termine previsto qualora il proprietario o l'avente titolo non abbia dato riscontro a quanto prescritto si provvede ad inviare un sollecito, nel caso questo non sortisca effetto si procede con l'invio dell'ordinanza sindacale.

Gli articoli 2051 e 2053 attribuiscono al proprietario di un edificio agli aventi diritto, la responsabilità in ordine alla custodia, senonchè ai danni della loro rovina. L'articolo 66 salvaguardia al patrimonio architettonico del vigente regolamento urbanistico Edilizio (Rue) stabilisce che gli edifici, le loro parti e le loro relative aree di pertinenza devono essere mantenuti a cura del titolare dell'immobile in condizioni di sicurezza che è disciplinata dal RUE e spetta allo sportello unico vigilare su di essa. Dopo questa ennesima segnalazione si spera ancora di salvaguardare una torre che costituisce un importante testimonianza del nostro passato.

òòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòò

Fu proprio il genero di Federico II a far costruire le torri tra il 1269 e il 1270.

Che le torri di Varano fossero state edificare da Riccardo di Lauro ,genero di Federico II l'ho sempre sostenuto,tanto che nel mio Libro "Ischitella e il Varano " che pubblicai unitamente alla prof.ssa Rauzino già dal 2003 lo avevo asserito.

Ma quello che ci dà la certezza assolute sono alcune fonti angioine che avvalorano il mio discorso e ne danno l'assoluta certezza.

In una fonte del 1269, anno in cui furono costruite le due torri si evince quanto segue: "Pro Abbate S.Marie de Calena ,de decimis,Karolus ect,Secreo Apulio etc. Ex parte et conventus Santa Mariae de Calena ..fuit supplicatum ut,cum ipsi a Catholico Regum Sicile temporibus ..decimam proventum totius Pantani Bayrani sit in montana Monti Sancti Angelii ,duas, vid.. partes... per Curiam nostram e tertiam quond. Riccardum Comitem Caserta percipere consueverint.... sibi pro anno pres. XII ind decimam ipsam ..,tam vid ipsarum duarum partium quam tertie partis...que ad manus nostre Curie est revocata...manderemus .Ideo que f.t. (mandemus) quatenus ,si dicti abbas e conventus tempore turbatione se fideliter gesserunt erga nosttram regia Maiestatem et...predecessores sui..decimam percepire consueverint ,..illam sibi cum pred. terta parte ,,,exihibeas.. Datum in Capua, ultimo marii XIII ind/Reg. 5 F. 14O t). " In pratica la fonte tratta da un documento dell'Abazia di Calena di cui le torri territorialmente appartenevano dice che Riccardo conte di Casera e quindi di Lauro in quell'anno essendo feudatario d'Ischitella si occupava dei proventi del Pantano di Varano e quindi l'autore delle torri non può che essere lui.

Un'altra fonte ci dice che nel 1278 doveva essere morto e che senza dubbio si trattasse di Riccardo di Lauro II marito di Berardesca del Duca. ecco l'altra fonte angioina:

(Similis assensus pro Petro de Suria mil.fam et Berardisca (del Duca) relicta q.Riccardi Comitis Caserts tenente terram Montori in Principato in dodarium a dicto Ricardo). dat XXVI ind(Reg, 1278 C. F.109).

Torri quindi che hanno avuto un passato glorioso e che è un vero peccato che stiano per scomparire tra l'indifferenza di tutti.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Relazionata in atti. Don Ill.mo Ulloa Commisario.Andrea de Flore attuario.

Provvisione di esponenti procedura dei creditori di minore somma sopra l'Università della terra d'Ischitella ed inserzione di altre provvisioni a suo bene spedite sull'ordine che faccia ordine e mandato agli odierni del Governo di essa accio' ed effetto tra il suddetto altro termine composto in Camera per questi atti per dire quello che occorre ad corso la discussione e moderazione legittima dello stato delle entrate di essa Università NELLA REGIA CAMERA PRESENTATO

Né FRA IL MEDESIMO ALTRO TERMINE debba ad effetto costituito dell'ordine e mandato agli effetti delle tasse e gabelle della medesima ordinata che dedotte le quantità spettanti alla Regia camera tutto il più che faccino effetto e deposito in Camera a pena atti al fine di asserire come sopra.                                            

Continua

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

 Anche Ischitella si candida ad entrare nel lotto dei Comuni che si insignono del marchio “più belli d’Italia”. Il consiglio comunale ha approvato una delibera che rispolvera un Piano di recupero del centro storico risalente agli anni ’80, voluto dall'allora assessore all'urbanistica Nazzareno Voto e dal consigliere Giu­seppe Merolla.

L'assessore all’urbanistica, Anna Rita Russo, in base a quel piano ritiene «doveroso e im­prorogabile» proporre la candidatura. «Le origini del centro storico - informa una nota del Comune - risalgono al V-VI sec. a.C., quando alcuni gruppi si insediarono nell'area di "scarcafarina", oggi, sottoposta a tutela della Soprintendenza di Foggia.

Le origini dell’abitato odierno si fanno risalire all’XI se­colo. Il paese, a forma di nave, si sviluppa lungo l’asse est-ovest ad un’altitudine di circa 314 metri sul livello del mare, degradando dolcemente verso occidente e goden­do dell’incantevole vista sull’istmo, che separa il lago di Varano dal mare.

Il profondo legame con il cuore antico, “a terra” (nome dialettale del nucleo primordiale), o “a suttana” (parte di sotto), quasi totalmente disabitato, situato nel­la parte più occidentale, si esprime attraverso il luogo stesso.

L’impianto urbanistico, le porte del “Rivellino” e della “Purtedda” e le archi­tetture presenti, sono l’unica reale cerniera con la storia e con la cultura locale; qui, la preziosa dimensione spazio-temporale, rende le vie inaccessibili ai veicoli a motore, protegge dal sole e dal vento, che soffia forte dal mare, cu­stodisce chiese, piazze, scale, viuzze».

La disanima continua. «A breve - informa l’assessore - partiranno i lavori per migliorare la fruizione abitativa anche in previsione di una pos­sibile ospitalità diffusa. In programma, numerose ini­ziative culturali. Sabato 21, in concomitanza con il “Pre­sepe Vivente”, organizzato dalla “Pro Loco Comunale Uria”, l’amministrazione Guerra, presenterà il progetto “I borghi più beffi d’Italia».

Pubblicato in Turismo

Così per il quale e ora e ugualmente detti esponenti pretendenti della minore somma sopra detta Università e la maggiore somma conservata la forma regia pragmatica ed altrimenti siano tenuti dai propri per i pagamenti suddetti e così eseguirete e farete eseguire. Dato in Napoli il giorno 3 Ottobre 1692.

Salvata provvisione da fare e seguire depositata da farsi non impedita soluzione e regolarmente tra i creditori.

Seguono tre firme non decifrabili.Joseph de Jannuario Mag. attuario Con. Juliano.

il detto.....Presidente Palumbo. -Continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

E perchè detti del Governo non hanno curato obbedire al seguito che con dette provvisioni veniva ordinato che pena ne facciano la presente con la quale ne dicono et ordiniamo che di nuovo dobbiate far ordino e mandato agli odierni del governo dell'Università della terra d'Ischitella acciò che con effetto tra il termine d'altri giorni otto debbiano comparire in questa Regia Camera et pene fatte a dire quello che occorre e verso la discussione e moderazione del fatto delle entrate di essa Università in questa regia Camera ha presentato ,nèfra il medesimo altro termine debbiano con effetto costituire legittimo Procuratore istruito e matricolato Napoli degente ed il quale si possa procedere alla discussione predetta altrimenti per l'infrascritto Regio Commissario si procederà in contumacia nè dobbiate far ordine e mandato all'affitatore e rendite delle tasse e gabelle dell'Università che dette che dedotte la quantità spettante alla Regia Corte tutto il resto il dì più e ad effetto ne debbiano far deposito in questa Regia Camera e pene atta al fine dobbiate_ Continua

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Noi luogotenenti e Presidente della regia Camera Portulani di questa regia Camera e al servizio di questa regia Corte dovete sapere come in questa regia Camera e' stata presentata la seguente composta come vostra istanza. Pertanto ne facemmo la presente con la quale vi dicemmo e ordinammo che dobbiate far ordine che debbano far ordinare e mandato agi odierni del governo della Università della terra d'Ischitella acciò che fra il termine di  giorni debbano compire in questa regia Camera a pena di atti ordine quale occorre avverso della discussione e moderazione allo stato delle entrate di essa Università in questa Regia Camera presentato né fra il medesimo termine dobbiamo costituire legittima procedura imbrutta e matricolata a Napoli degente ed il quale si è posta procedere alla discussione predetta-Continua,

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -