Venerdì, 23 Agosto 2019 14:41

Fermo Pesca/ Prorogato all’8 settembre

Il fermo pesca obbligatorio nelle marinerie pugliesi, da Bari a Manfredonia, proseguirà fino all'8 settembre 2018, anziché  fino al 27 agosto. È  quanto deciso dalla Regione Puglia, d’intesa con le organizzazioni di categoria, al fine di tutelare l’ecosistema marino, riducendo lo sforzo pesca e la mortalità delle risorse ittiche.

Lo stop di un mese alle attività delle flotte pugliesi con il sistema a strascico è partito lo scorso 29 luglio, come da Decreto Ministeriale n. 173/2019, il cui provvedimento autorizza, altresì, le regioni, ove ritenuto necessario per la tutela del comparto, a deliberare ulteriori periodi di arresto temporaneo obbligatorio per le attività con reti, cosiddette, a strascico a divergenti, sfogliare rapidi, reti gemelle a divergenti (ad esclusione delle unità abilitate alla pesca oceanica che operano oltre gli stretti).

"Abbiamo ritenuto – dichiara il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano -  che la richiesta delle Associazioni di categoria della pesca fosse, oltre che fondata dal punto di vista economico e sociale, anche doverosa da quello ambientale. Pertanto la Giunta regionale è in procinto di deliberare, nella prossima riunione di lunedì 26 agosto, un ulteriore periodo di arresto temporaneo obbligatorio per le navi da pesca iscritte nei Compartimenti marittimi da Manfredonia a Bari. La Puglia, ancora una volta, si distingue per saper cogliere le deleghe concesse dalla normativa nazionale e per attuare misure a sostegno della pesca professionale e dell’economia ambientale a essa connessa, anche nel complesso sistema marittimo Adriatico”.

 La decisione di prorogare il fermo è stato valutato dagli Uffici regionali, anche su sollecitazione del sistema imprenditoriale ittico. Sussistono, difatti, specifiche esigenze biologiche  nonché la necessità di ridurre lo sforzo di pesca che incide negativamente sulla condizione dei principali stock ittici oggetto di prelievo.

Pubblicato in Ambiente

"Inizia un nuovo viaggio, la prima pagina di un libro tutto da scrivere e da raccontare, insieme. 'La Fondazione Re Manfredi',  intende partire da una nuova forma di narrazione e d’azione, che sia linfa e stimolo 365 giorni l’anno per il tessuto sociale, culturale ed economico delle nostre comunità. (Ri)partiamo da qui, dal 'Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi' che si evolve nel 'Festival delle Terre d’Acqua' ".

Così Michele De Meo, da qualche mese nuovo Presidente della "Fondazione Re Manfredi", lancia l'articolata tre giorni del "Festival delle Terre d'Acqua" (organizzato con la collaborazione del Gal DaunOfantino ed il patrocinio di Regione Puglia, Aret PugliaPromozione, Comune di Manfredonia e Confcommercio Foggia) in programma a Manfredonia il 26, 27 e 28 agosto con distinte giornate tematiche, il cui trait d’union è il turismo, concepito non solo come mero fattore economico, ma come fulcro dello sviluppo di una nuova vision di crescita sociale e culturale, come la valorizzazione del patrimonio storico-artistico, l’accrescimento della consapevolezza dei cittadini, l’accoglienza e l’ospitalità, il senso civico e la vivibilità dei luoghi.

Il programma del "Festival delle Terre d'Acqua", infatti, prevede la prima edizione del “DESTINATION MARKETER – PUGLIA AWARDS 2019” (lunedì 26 agosto), "BUSKERS IN MANFREDONIA - RASSEGNA DEGLI ARTISTI DI STRADA" (martedì 27 agosto) e il "XXVIII PREMIO INTERNAZIONALE DI CULTURA RE MANFREDI" (mercoledì 28 agosto).

"La nuova governance della Fondazione - spiega il Presidente De Meo - ha voluto dare un’impronta molto connessa a un territorio, quello meridionale, che ha bisogno e vuole guardare al futuro partendo dal presente ma anche dal passato, partendo dai propri valori, dalle proprie tradizioni, dalla propria cultura; per guardare al futuro ma anche ad uno sviluppo possibile, ad un progresso concreto, e che quindi tende a valorizzare i protagonisti di questo possibile futuro. Consapevoli che la ricchezza del nostro territorio è anche la capacità di riconoscere colori i quali per questo si sacrificano ed agiscono".

Nella prima giornata del "Festival delle Terre d'Acqua" (lunedì 26 agosto, c/o la nuova Piazza Terrazza sul mare nel centro storico), è in programma la prima edizione del “DESTINATION MARKETER – PUGLIA AWARDS 2019” (condotto dal giornalista Micky De Finis), I premiati hanno legami forti con il nostro territorio (e per territorio si intende il Gargano, la Daunia, la Puglia, il Mezzogiorno) in una prospettiva di possibile valorizzazione dello stesso che leghi il nostro territorio con il palcoscenico nazionale all’interno di una visione futura:

• Attilio Romita – Giornalista RAI;
• Giuseppe "Peppone" Calabrese – Gastronomo – Conduttore  di “Linea Verde” e "Grand Tour" -  Rai 1;
• Lino Patruno – Editorialista e già direttore della Gazzetta del Mezzogiorno;
• Nancy Dell’ Olio – Ambasciatrice della Puglia nel mondo;
• Pinuccio – Inviato di Striscia La Notizia;
• Rossella Iannone – Giornalista “RadioMonteCarlo” e coordinatrice press tour “Manfredonia e le Terre d’Acqua”;
• Enrica Simonetti – Responsabile delle pagine Cultura della Gazzetta del Mezzogiorno;
• Sonia Gioia – firma di "Repubblica Sapori", "Gambero Rosso" e "Identità Golose", cronista di gola e d'inchiesta;
• Tony Di Corcia – Scrittore e Giornalista.


Con loro e con le numerose Istituzioni e stakeholders - tra i quali il Prof. Pasquale Pazienza, neo Presidente del Parco Nazionale del Gargano - si affronteranno i temi dello sviluppo economico del territorio in chiave di valorizzazione e promozione turistica, ambientale e storico-culturale. A seguire, vi sarà un percorso enogastronomico con le eccellenze del territorio, tra le quali spiccano i vini della rinomata azienda "Cantine D'Alfonso del Sordo".

Alle ore 19.30, a fare da opening alla serata, vi sarà la presentazione del libro "LA FUGA IN PUGLIA DI CELESTINO V", nato sull’onda della curiosità del  giornalista Vincenzo D’Errico  della scoperta dei luoghi in cui papa Celestino V, che, tornato frate Pietro dal Morrone, ha vissuto le sue ultime giornate da uomo libero in luoghi conosciuti dall’autore del volume, cari al cuore e allo sguardo, e a pochi chilometri dalla sua città: Apricena, la Foresta Umbra, Rodi Garganico, Vieste.
Dialogherà con l'autore, Felice Sblendorio.
 
La "Fondazione Re Manfredi" informa che in merito alla cerimonia del "XXVIII Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi", l'accesso ai posti a sedere di Piazza Falcone e Borsellino è libera  (fatto salvo i settori autorità, premiati e sponsor, ai quali è stato assegnato un equo numero di posti rispetto al totale disponibili) a partire dalle ore 20 seguendo le indicazioni del personale addetto al servizio d'ordine. Altresì, è previsto un settore riservato ai diversabili che potranno accreditarsi entro le ore 12 di martedì 27 agosto inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Gli eventi del "Festival delle Terre d'Acqua" sono all'interno di "Manfredonia d'estate 2019", il cartellone (in programma dal 24 agosto al 1° settembre) voluto e realizzato da Gal DaunOfantino, Fondazione Re Manfredi e Bottega degli Apocrifi in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese ed il patrocinio del Comune di Manfredonia, Regione Puglia e Polo Museale della Puglia.

Pubblicato in Manifestazioni

La riedizione del racconto che il celebre scrittore americano dedicò alla cittadina garganica.

Con la presentazione a Manfredonia, in programma venerdì 23 agosto alle ore 19, continua il tour del racconto "Monte Sant'Angelo" di Arthur Miller, primo dei Quaderni della Green Cave di FestambienteSud pubblicato da Andrea Pacilli Editore. L'evento si terrà sulla terrazza panoramica dell'Infopoint di piazzetta mercato, con la gentile concessione dello spazio da parte del Gal DaunOfantino. Interverranno Mariantoniatta Di Sabato e Cosma Siani, curatori del libro, l'editore Andrea Pacilli, Giuseppe Aulisa di Legambiente FestambienteSud, il presidente del Gal Michele D'Errico e Rossella Angelillis come coordinatrice. Una pubblicazione importante, in distribuzione presso la Green Cave in via Garibaldi 27 a Monte Sant'Angelo e sarà disponibile nella sede della presentazione, perché ripropone, con testo inglese a fronte e una nuova traduzione, il racconto che il grande drammaturgo americano scrisse dopo la sua visita a Monte Sant’Angelo, sul Gargano, avvenuta nel 1948. Uno scritto avvincente, pregno di contenuti e significati importanti, che fruttò all’autore il premio come miglior racconto degli USA nel 1951, l’anno della pubblicazione sulla prestigiosa rivista Harper’s Magazine.

Ingresso libero

Pubblicato in Cultura

Giovedì 29 agosto 2019:

ore 18,30: CELEBRAZIONE DEI PRIMI VESPRI della Solennità della BEATA VERGINE MARIA di SIPONTO, presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Franco Moscone c.r.s., Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, con l’assistenza del Capitolo Sipontino della Cattedrale.

Ore 19,00: CELEBRAZIONE EUCARISTICA presieduta da un canonico.

Venerdì 30 agosto 2019:

SOLENNITA’ DELLA BEATA VERGINE MARIA DI SIPONTO.

  1. Messe alle ore 7,00; 8,00; 9,30

Ore 11,00: SOLENNE CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA PONTIFICALE presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Franco Moscone c.r.s., Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, con la partecipazione delle Autorità civili e militari.

Ore 17,45: Recita del Santo Rosario e SS Messe: Ore 18,30 e ore 20,00.

Sabato 31 agosto 2019:

  1. Messe, alle ore 7,00; 8,00; 9,30 e 11,00.

Ore 18,00: PROCESSIONE DELL’ICONA DELLA BEATA VERGINE MARIA DI SIPONTO che percorrerà il seguente itinerario:

Cattedrale, via Arcivescovado, corso Manfredi, viale Aldo Moro, via E. Tulliano, via della Croce, via di Porta Pugliese, via Palatella, via Antiche Mura, via Magazzini, (Ospedale civile “S. Camillo”), via Isonzo, via G. Matteotti, viale Beccarini, via S. Giovanni Bosco, corso Manfredi, via Campanile, piazza Giovanni XXIII, Cattedrale.

Domenica 1 settembre 2019: FESTA DI SANT’ ANDREA APOSTOLO

Ore 11,00: Chiesa di Sant’Andrea Apostolo – Villaggio dei Pescatori, CELEBRAZIONE EUCARISTICA presieduta da Don Carlo Sansone, Rettore della Chiesa.

Ore 17,00: PROCESSIONE DEL SIMULACRO DEL SANTO, presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Franco Moscone c.r.s., Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, secondo il seguente itinerario:

Chiesa di Sant’Andrea, viale Kennedy, Molo di Ponente-Imbarco sul moto peschereccio. Al largo del porto, un momento di preghiera in suffragio dei caduti in mare. Attracco al Molo di levante e prosieguo per viale Miramare, via dell’Arcangelo, corso Manfredi, piazza Marconi, viale Kennedy, Chiesa di Sant’ Andrea.

Al rientro della Processione, CELEBRAZIONE EUCARISTICA SUL SAGRATO DELLA CHIESA, presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Franco Moscone c.r.s., Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo.

Programma delle Manifestazioni Civili

Giovedì 22 AGOSTO

Ore 07,00 ~ Apertura della Novena per la Festa in onore di Maria SS. di Siponto. Sparo di mortaretti.

Domenica 25 AGOSTO

Ore 10,00 ~ Spazio antistante Lido La Sirenetta, 1° Regata Maria SS di Siponto coastal rowing 4x + 1, a cura de l’ASD Canottaggio Delfino Manfredonia e Centro Velico Gargano.

Giovedì 29 AGOSTO

Ore 07,00 ~ Solenne apertura dei festeggiamenti con sparo di mortaretti.

Ore 10,00 ~ Piazza del Popolo, Matinèe con la Banda Città di Manfredonia.

Ore 18,00 ~ Piazza Del Popolo – Centro Storico “CorriManfredonia” Trofeo Madonna S.S. di Siponto, organizzata dall ‘A.S.D. Gargano 2000; manifestazione nazionale non competitiva di corsa su strada di Km 9.

Ore 18,30 ~ Stadio Miramare, Semifinale del quadrangolare di calcio a 11, trofeo Maria SS. di Siponto, a cura della UISP Gargano di Manfredonia.

Ore 19,30 ~ Centro Storico, inizio Notte Bianca dei Bambini, a cura de l’associazione turistica Pro Loco di Manfredonia.

Ore 20,30 ~ Chiostro del Comune ~ Gran Concerto bandistico “Città di Manfredonia” diretto dal M° Direttore e Concertatore Giovanni Esposto.

Ore 20,30 ~ Piazza Papa Giovanni XXIII ~ Musical, “Forza Venite Gente”, a cura della Parrocchia Sacra Famiglia di Manfredonia.

Ore 21,30 ~ Basilica di Siponto – Teatro, “Quando l’Amore è troppo” (Storie di Santi, Soldati e Pellegrini) di Stefania Marrone, con Giuseppe Ciciriello, musiche originali eseguite in scena dall’autore Fabio Trimigno (violino) e da Giovanni Salvemini (chitarra classica). Regia Cosimo Severo. Spettacolo realizzato nell’ambito della rassegna “Manfredonia d’Estate 2019”, in collaborazione con Gal DaunOfantino, Bottega degli Apocrifi, Teatro Pubblico Pugliese e Fondazione Re Manfredi.

Ore 22,00 ~ Piazza Papa Giovanni XXIII ~ Serata spettacolo “Riprendiamo Manfredonia”, organizzata dall’Associazione Socio Culturale “AGIAMO”. Serata finale del Concorso Fotografico con premiazioni, esibizioni canore, recitative e tersicoree. Con la partecipazione delle Scuole di Ballo e Danza: “Art Ballet Dance”, “Etoile”, “Mary J Style”, “My Dance”, “Playa del Niño”. Presenta: Annarita Granatiero.

Venerdì 30 AGOSTO

Ore 07,00 ~ Sparo di mortaretti.

Ore 08,00 ~ Giro per le vie della città della Banda Musicale Città di Manfredonia e della Gran Concerto Bandistico Città di Conversano “G. Piantoni” (Ba).

Ore 10,30 ~ Piazza del Popolo ~ Matinèe con il Premiato Gran Concerto Bandistico Città di Conversano “G. Piantoni” (Ba) diretto dal M° Direttore e Concertatore Susanna Pescetti.

Ore 18.30 ~ Stadio Miramare, Finale del quadrangolare di calcio a 11, trofeo Maria SS. di Siponto, a cura della UISP Gargano di Manfredonia.

Ore 18,30 ~ Giro per le vie della città della Gran Concerto Bandistico Città di Conversano “G. Piantoni” (Ba).

Ore 20,00 ~ Chiostro Palazzo San Domenico ~ Premiato Gran Concerto Bandistico Città di Conversano (Ba) “G. Piantoni” diretto dal M° Direttore e Concertatore Susanna Pescetti.

Ore 21,00 ~ Piazza Papa Giovanni XXIII ~ Spettacolo Musicale con l’orchestra Voci del Sud: Maria, la Donna vestita di sole, presentazione del DVD con le più famose Ave Marie, con l’esibizione del soprano Libera Maria Granatiero e la partecipazione di Michele PLACIDO come voce recitante.

Ore 22,00 ~ Piazzetta Mercato ~ Joe Bavota, tra i primi sosia al mondo del mitico Elvis Presley, in concerto. A seguire Dj set Micky Potito e DJ Morris.

Sabato 31 AGOSTO

Ore 07,00 ~ Sparo di Mortaretti.

Ore 10,30 ~ Piazza del Popolo ~ Matinèe con la Big band dell’ Associazione Culturale Musicale “Sistemus” di Manfredonia, composto da 20 giovani musicisti di Manfredonia.

Ore 17,30 ~ Tradizionale colpo di mortaretto “u’ calcasse” per l’inizio della processione dell’icona della Beata Vergine Maria SS. di Siponto.

Ore 18,30 ~ Sparo di mortaretti all’uscita della Sacra Icona della Madonna di Siponto dalla Cattedrale; a seguire colpi di mortaretto, che accompagnano la processione, ad intervalli regolari.

Ore 22,30 ~ Piazza Papa Giovanni XXIII ~ Spettacolo musicale con ospite.

Ore 23.30 ~ Piazzetta Mercato ~ Dj set Teo Valentini.

Ore 01,00 ~ Piattaforma a Mare da Spiaggia Castello ~ Spettacolo di fuochi pirotecnici terra-mare-cielo, a cura della Ditta “Pirotecnica San Pio” di San Severo.

Domenica 01 SETTEMBRE

FESTA DEL MARE dedicata a SANT’ANDREA, PATRONO DEI PESCATORI

Ore 07,00 ~ Sparo di mortaretti.

Ore 07,00 ~ 18,00 Porto Turistico Marina del Gargano, “Pesca senza frontiere”, gara di pesca a Cura della UISP Gargano di Manfredonia;

Ore 20,30 ~ Piazza Papa Giovanni XXIII ~ “Apocundria, viaggio nella musica di Pino Daniele”; spettacolo realizzato nell’ambito della rassegna “Manfredonia d’Estate 2019”, in collaborazione con Gal DaunOfantino, Bottega degli Apocrifi, Teatro Pubblico Pugliese e Fondazione Re Manfredi.

Ore 22,30 ~ Piattaforma a Mare, località Acqua di Cristo: Spettacolo di fuochi pirotecnici della Ditta “Pirotecnica San Pio” di San Severo; con il contributo di “Caffetteria Albatros”, “La Roca – Solarium Beach”, “Braceria Pizzeria Arnold’s”, “Darsena – Lounge Bar”, “La Frutta che si beve”, “Autopaninomania Bergantino”, “Bar – Gelateria Marea”, “Marina Cala delle Sirene”.

Le luminarie artistiche sono curate delle Società “Fratelli Carlone” e “Luminarie Mastrangelo Salvatore”.

Dal 28 Agosto al 1° Settembre (dalle ore 17.30 alle 22.30), Mostra Fotografica devozionale “Ritorno al Futuro”, a cura di Bruno Mondelli, presso “Centro Anna Castigliego”, Corso Manfredi, 254. Saranno esposti scatti donati da fedeli e cittadini relativi ai festeggiamenti e del folklore di Maria SS. di Siponto.

L’addobbo floreale in occasione dei Primi Vespri del 29 agosto e del Pontificale del 30 agosto e alla Statua di Sant’Andrea del 1° settembre, sono offerti e curati dalla Ditta Mimmo Rignanese. L’addobbo del Sacro Quadro in processione del 31 agosto è offerto e curato dalla Ditta Gagliardi di Jonatan Gagliardi.

Il luna park e le bancarelle autorizzate saranno ubicate presso l’area mercatale Scaloria.

Crediti e ringraziamenti

Il Gal DaunOfantino per l’organizzazione della 183^ Festa Patronale ringrazia: Massimo Verderosa, Michele De Meo, Antonietta D’Anzeris, Enza Bartoli, Valeria Impagnatiello, Gerardo Zino, Bruno Mondelli, Giuseppe Rinaldi, Giovanni Corvaglia, Nunzio Stoppiello, Elvira Virgilio, Michele Marasco, Luciano Trotta, Raffaella De Filippo, Antonio Armiento.

Un sincero ringraziamento si rivolge alla cittadinanza, ai fedeli ed agli imprenditori che hanno contribuito fattivamente alla realizzazione della 183^ Festa Patronale.

Si ringrazia altresì per la collaborazione: il Commissario ed i Sub-Commissari Prefettizi, l’Ufficio Tecnico – Servizio Manutenzione del Comune di Manfredonia, Ufficio Demanio e Patrimonio, Ufficio Cultura, Ufficio Annona, Ufficio Attività Produttive, Autorità Portuale, Polizia di Stato, Capitaneria di Porto, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale, ASE SPA, Associazione Nazionale Marinai d’Italia sez. di Manfredonia, Associazione Paser, Associazione Nazionale Carabinieri, Associazione ProLoco di Manfrdonia, Uisp Gargano di Manfredonia, Infopoint Turistico di Piazzetta Mercato, tutti i media e gli organi di stampa.

Pubblicato in Manifestazioni

Un tuffo nel pas­sato a pochi chilometri da casa. È quanto accade a Manfredonia, grazie agli ipogei riportati alla luce dall’unio­ne speleologica Manfredonia in località Tomaiuolo. Come per gli ipogei Capparelli situati vicino alla basilica di Siponto, anche questi siti rinvenuti in località Tomaiuolo, dopo essere stati abitati nella preistoria, divennero aree sepolcrali, per poi essere utilizzati come stalle. Gli ipogei Tomaiuolo più che scoperti sono stati «riscoperti», poiché i segni lasciati dall’uomo in età recente ed un cancello divelto ad uno degli ingressi fanno intendere che comunque gli stessi siano stati occupati in epoche recenti, anche se giacciono in stato di abbandono.

Non sono al momento ancora vi­sitabili poiché si ignora di chi sia la proprietà. «Il nostro gruppo speleolo­gico sta provvedendo ad effettuare i dovuti rilievi per provvedere all'ac­catastamento regionale delle grotte e delle cavità artificiali», spiega Matteo Borgia dell’unione speleologica Man­fredonia cui si deve la riscoperta di tracce dell’antichità. Gli ipogei in lo­calità Tomaiuolo si trovano muoven­dosi da Manfredonia in direzione della frazione di Pulsano, a circa sette chi­lometri salendo su per la montagna; hanno l'ingresso ostruito da una fitta vegetazione, risultando quindi comple­tamente nascosti alla vista dei pas­santi. L’uso di scavare ipogei funerari nella roccia è antichissimo in Puglia e pro­babilmente risale alla fine del Neolitico (IV millennio avanti Cristo). Durante l’età del bronzo il fenomeno interessò in modo particolare l’antica regione della Daunia, in Capitanata, dove negli spet­tacolari ipogei scavati nella roc­cia calcarea, venivano celebrati riti legati ai misteri della vita e della morte e venivano utilizzati come sepolcri collettivi per cen­tinaia di defunti. Esattamente come per gli ipogei di Capparelli e per quelli ubicati sotto la chiesa di Santa Maria Maggiore a Siponto, anche negli ipogei di To­maiuolo vi sono elementi che si ripetono: oltre agli evidenti se­polcri scavati nella roccia, poi adibiti a mangiatoia, vi è una croce greca sulla parete e spic­cano delle nicchie utilizzate per le lucerne. «Il nostro gruppo ha anche organizzato una passeg­giata serale da Tomaiuolo a Pulsano e siamo passati davanti ai “nuovi” ipogei, effettuando anche una breve sosta al sito», conclude quindi Borgia, che nell’attesa dei riscontri sulla proprietà dei luoghi, sta iniziando a studiarli come componente dell’unione speleo- logica Manfredonia e a portarli all’at­tenzione dell’opinione pubblica e degli esperti per reperire ulteriori informa­zioni su questa nuova scoperta.

M.T.V.

Pubblicato in Cultura

«Il Ministero dei Trasporti è in attesa di ricevere notizie dalla Regione Puglia sul treno-tram Foggia-Manfredonia. Tutti si augurano pre­sto, anche se la scelta regionale di mettere un sistema su gomma al posto del tra­dizionale sistema su ferro non ci convin­ce». A dirlo è la deputata Francesca Troia­no del Movimento 5 Stelle, commentando la risposta avuta dal sottosegretario ai tra­sporti Michele Dell’Orco su un’interroga­zione dedicata all’infrastruttura che ven­ne compresa nel Piano operativo delle in­frastrutture 2014-2020. Secondo quanto ha detto Dell’Orco in commissione trasporti alla Camera (ri­spondendo all’interrogazione che ha visto proprio Troiano come prima firmataria), il ministero, lo scorso 14 maggio, ha con­vocato una riunione con tutti i soggetti coinvolti per esaminare congiuntamente le criticità evidenziate da Rfi in relazione alla proposta della Regione Puglia di di­smissione parziale. E’ lì che sia la Regione sia il Comune di Manfredonia hanno con­fermato la necessità di sistemare e rior­ganizzare il progetto passando dall’origi­nario treno-tram al sistema Brt (bus rapid transit, l’autobus a rapido transito) «sulla quale - ha spiegato il sottosegretario - gli uffici del Mit non hanno alcuna osserva­zione tecnica da formulare». Osservazioni, che non potrebbero ve­nire dal Governo in termini di merito per­ché la competenza ora è tutta regionale. «Il ministero aspetta ancora risposte - spiega Troiano -. Rfi ha evidenziato nel corso della riunione proprio due criticità da appro­fondire con la Regione: la realizzazione del sistema Brt, infatti, presuppone l’utilizzo di 4 km di sedime ferroviario attualmente nel patrimonio della stessa società e c'è la necessità di definire con la Regione l’eser­cizio ferroviario da svolgere nella parte residua della linea ferroviaria». Per la con­sigliera regionale pugliese, Rosa Barone (M5S) «il Governo di Emiliano non ha sa­puto cogliere l’opportunità della cura del ferro e così ripiega sulla cura della gomma. E’ incredibile come oggi la Regione Puglia sia costretta a dare il contentino ai suoi cittadini che si traduce in una sorta di preferenziale con un bus». «E’ l’ennesimo trattamento che subisce la Capitanata - ha aggiunto Barone - per Emiliano tutta la Provincia di Foggia è da declassare. Noi a questo non ci stiamo perché, come suo solito, poi dice che la colpa è da additare ad altri, non a lui. Da settembre lavoreremo per incontrare Rfi per capire come va­lorizzare la “cura del ferro”, andando a capire come valorizzare le stazioni sot­to-utilizzate o quelle nuove. Crediamo che il treno sia più sicuro della solita politica dei mezzi su gomma e penso che questo sia un valore indiscusso su cui puntare».

Pubblicato in Economia

E’ Pinuccio, l’istrionico e pungente inviato pugliese di “Striscia la Notizia”, il primo premiato del “Festival delle Terre d’Acqua” (in programma a Manfredonia il 26,27 e 28 agosto 2019), organizzato dalla “Fondazione Re Manfredi” con il patrocinio di Regione Puglia, Aret PugliaPromozione, Comune di Manfredonia e ConfCommercio Foggia. La consegna del premio di “Destionation Marketer – Puglia Awards 2019”, per mano del nuovo Presidente della Fondazione Michele De Meo, è avvenuta a Manfredonia durante l’opening di presentazione del Festival.

Tale riconoscimento è emblematico rispetto al concept del Festival: riconnettere il territorio ai propri protagonisti, promuovere e sostenere gli attori dello sviluppo del territorio per valorizzarne le qualità e le azioni e rimetterle in circolo. Riconoscere chi da sempre si batte e lavora per il territorio per amplificarne le azioni e le voci, perché le idee camminano sulle gambe degli uomini, e senza uomini non ci sono idee. La nuova governance della Fondazione, infatti, intende mettere in luce chi ha fatto o fa qualcosa di concreto per il nostro territorio, chi lo tiene a cuore e chi lo promuove, chi agisce per il suo sviluppo e chi progetto per il suo futuro.

In particolar modo nell’ultimo anno, Pinuccio, si è contraddistinto per le sue inchieste e battaglie sulla tutelata dell’ambiente in Puglia atte a salvaguardare e dare impulso allo sviluppo del territorio, come ad esempio, quella sul depuratore del Candelaro a Manfredonia.

L’inviato di “Striscia la Notizia”, dunque, è l’apripista del premio “DESTINATION MARKETER - PUGLIA AWARDS 2019” (simboleggiato dal pumo di ceramica, emblema dell’artigianato e dell'identità pugliese), in programma lunedì 26 agosto, c/o la nuova Piazza Terrazza sul mare nel centro storico, con la conduzione del giornalista Micky De Finis. La prima giornata del “Festival delle Terre d’Acqua” sarà incentrata sul tema del turismo come fattore di sviluppo tout court del territorio: turismo è economia ma è anche sviluppo ulteriore del territorio; è progettazione, è visione del futuro e del paesaggio, delle città, dell’ambiente. I premiati hanno legami forti con il nostro territorio (e per territorio si intende il Gargano, la Daunia, la Puglia, il Mezzogiorno) in una prospettiva di possibile valorizzazione dello stesso che leghi il nostro territorio con il palcoscenico nazionale all’interno di una visione futura:  Attilio Romita - Giornalista RAI; Enrica Simonetti - Responsabile delle pagine Cultura della Gazzetta del Mezzogiorno; Giuseppe Calabrese - Gastronomo - Conduttore "Linea Verde", Rai 1; Lino Patruno - Editorialista e già direttore della Gazzetta del Mezzogiorno; Nancy Dell’ Olio - Ambasciatrice della Puglia nel mondo; Rossella Iannone - Giornalista "RadioMonteCarlo" e coordinatrice press tour "Manfredonia e le Terre d'Acqua"; Sonia Gioia - Responsabile della Guida la Repubblica - Puglia e titolare della Rubrica Food "Un poco di buono"; Tony Di Corcia - Scrittore e Giornalista.

Il secondo giorno del Festival (martedì 27 agosto) spazio alla rassegna degli artisti di strada che, con i loro talenti, inonderanno e valorizzeranno il centro storico ed i maggiori punti di aggregazione turistica della città: BUSKERS IN MANFREDONIA – RASSEGNA DI ARTISTI DI STRADA. 

Il terzo giorno (mercoledì 28 agosto, c/o Piazza Falcone e Borsellino) chiude in bellezza il Festival con la XXVIII^ edizione del Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi. Quest’anno, il fil rouge della kermesse sarà quello della valorizzazione e promozione del territorio, soprattutto in ottica culturale e turistica, quale volano di rilancio e sviluppo socio-economico. Il Premio “RE MANFREDI” è diventato un peculiare evento culturale, una straordinaria occasione per far conoscere e promuovere il territorio pugliese, punto focale nel Mediterraneo. E’ un riconoscimento delle eccellenze e della valorizzazione di talenti regionali, nazionali e internazionali. Chi viene premiato quest’anno? Chi si è impegnato e distinto, a vario titolo, nella tutela e valorizzazione della Puglia, del Gargano, di Manfredonia - intesi come ambiti territoriali e possibili “marchi” di destinazione - e chi, con la propria professionalità nel proprio ambito lavorativo contribuisce quotidianamente allo sviluppo del territorio, e ad esso porta lustro ed orgoglio: 

  • Dino Abbrescia, Attore (cinema);
  • Fabio Troiano, Attore e Direttore artistico del "Teatro Curci" di Barletta (spettacolo); 
  • Andrea Prencipe, Rettore della Luiss Guido Carli (Premio Speciale Città di Manfredonia); 
  • Antonio Decaro, Sindaco di Bari e Presidente Anci (politiche culturali e turistiche); 
  • BCC San Giovanni Rotondo (Economia);
  • Franscesco Schittulli, Presidente Nazionale Lilt (ricerca scientifica e salute); 
  • Luciana Delle Donne, Fondatrice e Ceo di "Officina Creativa - Made in Carcere" (innovazione sociale e legalità); 
  • Enzo Muscia,  Ceo A Novo Italia srl (imprenditoria); 
  • Eugenia Isetti, Istituto italiano di Archeologia Sperimentale di Genova, studiosa del sito archeologico di "Grotta Scaloria" (tutela e valorizzazione del territorio); 
  • Alberto Cazzella, Università La Sapienza, studioso del sito archeologico "Coppa Navigata"  (tutela e valorizzazione del territorio); 
  • Giovanni Tricarico, storico patron del Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi (Promozione della cultura e del territorio); 
  • Vincenzo D'Onofrio, storico Console del TCI  (tutela e valorizzazione del territorio); 
  • Lucia Scarabino, ballerina professionista del corpo di ballo dell’Orchestra Popolare de “La Notte della Taranta” "La Notte della Taranta" (danza); 
  • Fabio Porreca, Ceo Svicom (commercio e sviluppo del territorio); 
  • Lucio Mele & Pescaria (innovazione d'impresa e marketing).

A presentare la serata saranno Roberta Morise e Vincenzo De Michele, ospiti il cantante Riccardo Fogli ed il cabarettista Gianni Ciardo.

Pubblicato in Manifestazioni
Domenica, 11 Agosto 2019 10:18

“LA SCIABICA DI MANFREDONIA”

" Si svolgerà Mercoledì 14 Agosto, presso la spiaggia libera Castello di Manfredonia, la manifestazione de la “Sciabica”, organizzata dall’associazione turistica Pro Loco di Manfredonia, che curerà i dettagli insieme ai pescatori della città.

 “La Sciabica”, termine che deriva dall’arabo “sabaka” che significa rete,  è l’evento che rievoca un antico metodo di pesca effettuato con una rete  azionata manualmente e a strascico per pesce piccolo, usata sotto costa, in bassi fondali. La tecnica di pesca con la sciabica prevede di mantenere un capo della rete a terra e l'altro su una barca a remi che, dopo essersi allontanata in mare, lo riconduce nuovamente a terra. Per raccogliere il pescato la sciabica viene tirata a terra da due squadre di pescatori. La rievocazione è organizzata in ricordo di Michele Carpano detto “panzerotto” storico capo ciurma delle passate edizioni della “sciabica”, in collaborazione con i pescatori dell’epoca che insceneranno la rievocazione, facendoci rivivere le emozioni di un tempo.

L’associazione Pro Loco di Manfredonia da anni cerca di valorizzare la storia e le tradizioni della città, rivisitandone gli usi e i costumi dell’epoca. La rievocazione del la “Sciabica” rappresenta un’occasione per raggiungere tale obiettivo - dichiara Francesco SCHIAVONEpresidente della Pro Loco – l’evento, infatti, appassiona anche i turisti presenti in città coinvolti dalla storia, la voce e il cuore dei nostri saggi pescatori che, indossando i costumi dell’epoca, ci riportano indietro nel tempo. Ringrazio i soci della Pro Loco che hanno contribuito fattivamente all’organizzazione dell’evento e il Gal DaunOfantino e il Touring Club Italiano del Club di Territorio di Manfredonia per aver patrocinato l’evento.”

L’animazione sarà diretta dallo storico duo de i “Forbicioni”, composto da Franco Rinaldi e Lello Castriotta che da sempre contribuiscono, alla crescita culturale della città con la loro propensione  alla valorizzazione della patrimonio di conoscenze locali.

L’evento sarà replicato Mercoledì 28 Agosto, presso Spiaggia libera Castello a Manfredonia.

 La Pro Loco sei anche TU!"

Pubblicato in Manifestazioni

Riconnettere il territorio ai propri protagonisti, promuovere e sostenere gli attori dello sviluppo del territorio per valorizzarne le qualità e le azioni e rimetterle in circolo. Riconoscere chi da sempre si batte e lavora per il territorio per amplificarne le azioni e le voci, perché le idee camminano sulle gambe degli uomini, e senza uomini non ci sono idee. Questo il senso del “Festival delle Terre d’Acqua 2019”, nella tre giorni di eventi (26-27-28 agosto 2019) promosse dalla “Fondazione Re Manfredi” (in collaborazione con il Gal DaunOfantino e con il patrocinio di Comune di Manfredonia, Regione Puglia, Aret PugliaPromozione, ConfCommercio Foggia) che contiene anche il Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi, giunto alla sua XXVIII edizione. La nuova governance della Fondazione (guidata dal Presidente Michele De Meo) intende mettere in luce chi ha fatto o fa qualcosa di concreto per il nostro territorio, chi lo tiene a cuore e chi lo promuove, chi agisce per il suo sviluppo e chi progetto per il suo futuro.

L’acqua è del resto intimamente connessa con la storia e la memoria del nostro territorio, che da sempre ha avuto bisogno di essa per svilupparsi ma che ha saputo anche custodirla nella forma religiosa e cultuale a partire dal neolitico con la Grotta Scaloria fino ai giorni nostri con la Stilla di San Michele. Un territorio che ha dato e preso acqua e attraverso le acque ha messo in comunicazione la nostra sponda con quella balcanica per un rapporto di civiltà che dura da millenni. L’acqua dunque sono segno di nascita e sopravvivenza, comunicazione e sviluppo nel suo essere, Siponto e Manfredonia e il Gargano, nei secoli approdi e porti e ponte sull’Adriatico. Il Gargano infatti con i suoi torrenti, ora purtroppo quasi del tutto sotterranei, e le sue sorgenti che tuttora si conservano, è un monumento all’acqua e alle acque, di tutti i tipi, mentre l’intero territorio, con il Candelaro fino all’Ofanto a sud e il Fortore a nord, e le sue paludi e zone umide, ha visto le acque trionfare nei millenni.

Nella prima giornata (lunedì 26 agosto, c/o la nuova Piazza Terrazza sul mare nel centro storico), è in programma la prima edizione del “DESTINATION MARKETER - PUGLIA AWARDS 2019” (condotto dal giornalista Micky De Finis), perché l’economia di questo territorio passa attraverso lo sviluppo turistico: turismo è economia ma è anche sviluppo ulteriore del territorio; è progettazione, è visione del futuro e del paesaggio, delle città, dell’ambiente. I premiati hanno legami forti con il nostro territorio (e per territorio si intende il Gargano, la Daunia, la Puglia, il Mezzogiorno) in una prospettiva di possibile valorizzazione dello stesso che leghi il nostro territorio con il palcoscenico nazionale all’interno di una visione futura: 

 

  • Attilio Romita - Giornalista RAI;
  • Enrica Simonetti - Responsabile delle pagine Cultura della Gazzetta del Mezzogiorno;
  • Giuseppe Calabrese - Gastronomo - Conduttore "Linea Verde", Rai 1;
  • Lino Patruno - Editorialista e già direttore della Gazzetta del Mezzogiorno;
  • Nancy Dell’ Olio - Ambasciatrice della Puglia nel mondo;
  • Pinuccio - Inviato di Striscia La Notizia;
  • Rossella Iannone - Giornalista "RadioMonteCarlo" e coordinatrice press tour "Manfredonia e le Terre d'Acqua";
  • Sonia Gioia - Responsabile della Guida la Repubblica - Puglia e titolare della Rubrica Food "Un poco di buono";
  • Tony Di Corcia - Scrittore e Giornalista.

Il secondo giorno (martedì 27 agosto) spazio alla rassegna degli artisti di strada che, con i loro talenti, inonderanno e valorizzeranno il centro storico ed i maggiori punti di aggregazione turistica della città: BUSKERS IN MANFREDONIA – RASSEGNA DI ARTISTI DI STRADA.

Il terzo giorno (mercoledì 28 agosto, c/o Piazza Falcone e Borsellino) spazio al XXVIII Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi.

Quest’anno, il fil rouge della kermesse sarà quello della valorizzazione e promozione del territorio, soprattutto in ottica culturale e turistica, quale volano di rilancio e sviluppo socio-economico. Il Premio “RE MANFREDI” è diventato un peculiare evento culturale, una straordinaria occasione per far conoscere e promuovere il territorio pugliese, punto focale nel Mediterraneo, con un forte intervento di comunicazione mirata attraverso i media. E’ un riconoscimento delle eccellenze e della valorizzazione di talenti regionali, nazionali e internazionali. Vengono premiati protagonisti nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti e delle professioni che con la propria attività abbiano contribuito alla crescita civile e morale della collettività. In passato, tra gli altri, sono stati insigniti di tale Premio: Roberto Bolle, Giorgio Albertazzi, Pietro Grasso, Nicola Gratteri, Gianrico Carofiglio, Franco Migliacci, Guillermo Mariotto, Lino Banfi, Italo Cucci, Gigi Marzullo, Vittorio Cecchi Gori, Valeria Marini, Peppino Di Capri, Ricky Tognazzi, Paolo Mieli, Pier Francesco Pingitore, Eleonora  Abbagnato.

Chi viene premiato quest’anno? Saranno premiati alcuni protagonisti che lavorano per lo sviluppo dei nostri beni archeologici e turistici ormai da quarant’anni. Premiamo chi si è impegnato e distinto, a vario titolo, nella tutela e valorizzazione della Puglia, del Gargano, di Manfredonia - intesi come ambiti territoriali e possibili “marchi” di destinazione - e chi, con la propria professionalità nel proprio ambito lavorativo contribuisce quotidianamente allo sviluppo del territorio, e ad esso porta lustro ed orgoglio.  

 

I PREMIATI DEL XXVIII PREMIO INTERNAZIONALE DI CULTURA RE MANFREDI

  • Andrea Prencipe, Rettore della Luiss Guido Carli (Premio Speciale Città di Manfredonia);

 

  • BCC San Giovanni Rotondo (Economia);

 

  • Franscesco Schittulli, Presidente Nazionale Lilt (ricerca scientifica e salute);

 

  • Luciana Delle Donne, Fondatrice e Ceo di "Officina Creativa - Made in Carcere" (innovazione sociale e legalità);

 

  • Enzo Muscia, Ceo A Novo Italia srl (imprenditoria);

 

  • Eugenia Isetti, Istituto italiano di Archeologia Sperimentale di Genova, studiosa del sito archeologico di "Grotta Scaloria" (tutela e valorizzazione del territorio);

 

  • Alberto Cazzella, Università La Sapienza, studioso del sito archeologico "Coppa Navigata" (tutela e valorizzazione del territorio);

 

  • Giovanni Tricarico, storico patron del Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi (Promozione della cultura e del territorio);

 

  • Vincenzo D'Onofrio, storico Console del TCI (tutela e valorizzazione del territorio);

 

  • Antonio Decaro, Sindaco di Bari e Presidente Anci (politiche culturali e turistiche);

 

  • Lucia Scarabino, ballerina professionista del corpo di ballo dell’Orchestra Popolare de “La Notte della Taranta” "La Notte della Taranta" (danza);

 

  • Fabio Porreca, Ceo Svicom (commercio e sviluppo del territorio);

 

  • Lucio Mele & Pescaria (innovazione d'impresa e marketing);

 

  • Dino Abbrescia, Attore (cinema);

 

  • Fabio Troiano, Attore e Direttore artistico del "Teatro Curci" di Barletta (spettacolo).

 

 

 

 

 

 

PRESENTATORI E OSPITI DEL XXVIII PREMIO INTERNAZIONALE DI CULTURA RE MANFREDI:

 

  • Roberta Morise (Conduttrice);

 

  • Vincenzo De Michele (Conduttore);

 

  • Riccardo Fogli (Cantante);

 

  • Gianni Ciardo (Cabaret).
Pubblicato in Manifestazioni

Il “Premio Internazionale di cultura Re Manfredi”, giunto alla sua XXVIII edizione, si evolve e diventa un Festival che si appresta a dare linfa all’estate di Manfredonia. La presentazione di tutte le novità della “Fondazione Re Manfredi”, a partire dal nuovo management, è in programma mercoledì 7 agosto p.v. alle ore 19 presso la terrazza panoramica dell’Infopoint di Piazzetta Marcato. Ad illustrarle saranno Michele De Meo (Presidente della “Fondazione Re Manfredi”), Michele d’Errico (Presidente del Gal DaunOfantino) e Giovanni Tricarico (storico patron della manifestazione). L’opening del Festival sarà una serata spettacolo con musica dal vivo del "Sometimes acoustic duo" e degustazioni di prodotti tipici locali, alla quale prenderà parte, Pinuccio (al secolo Alessio Giannone)  il noto inviato pugliese di “Striscia la Notizia”, al quale la Fondazione conferirà un Premio speciale. Non solo l’irriverenza e lo spirito satirico che lo caratterizza: Pinuccio dialogherà su temi importanti legati alla tutela e valorizzazione della Puglia.

L’ingresso all’evento è libero e gratuito. 

Pubblicato in Manifestazioni
Pagina 1 di 28

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -