banner_Edicola Mastromatteo

Visualizza articoli per tag: Peschici

Sta facendo discutere il sondaggio lanciato sui social dal sindaco di Peschici Franco Tavaglione, rivolto a tutti i suoi concittadini affinché si esprimano sull'opportunità di dare ai non residenti la possibilità di raggiungere il comune da lui amministrato per fare la manutenzione delle seconda case. Il sondaggio è stato lanciato sabato sera nel corso di una diretta Facebook ed ha spaccato in due l’opinione pubblica.

Peschici da una decina di giorni è una delle poche zone bianche della provincia di Foggia, ovvero comune dove non si registrano contagi da Covid 19. «Io personalmente - commenta Tavaglione - ero più propenso a un rinvio di questa possibilità.

Ma se la Regione ha deciso in tal senso e se noi siamo tutti d’accordo vuol dire che verrà applicata questa decisione». «Sarà un po' difficile - prosegue nel corso della diretta Facebook - riuscire a monitorare tutte queste persone che potranno venire a Peschici per la manutenzione delle seconde case.

Diventa complicato il controllo e occorrerebbero eserciti di persone: bisognerebbe andare casa per casa per vedere quanti effettivamente sono all’interno».
Poi Tavaglione chiede il parere ai propri cittadini. «Voglio chiedere ai peschiciani cosa ne pensano».

Il sindaco chiede di ricevere una risposta in pochi giorni. «Fate pervenire il vostro parere al comune, in forma ufficiale o via on line, con segnalazioni agli uomini della protezione civile, con segnalazioni alla polizia locale». Poi Tavaglione si spinge anche oltre: " potete utilizzare anche il numero di telefono del sindaco. Io sono disponibile a prendere un provvedimento di ulteriore restrizione limitatamente a questo aspetto».

Pubblicato in Coronavirus
In seguito a quanto letto ed ascoltato nelle ultime ore riguardante anche la fase 2 dell'emergenza umanitaria-sanitaria, Domenico (detto Mino) Mastromatteo, titolare di "Baia San Nicola" e tra gli imprenditori di punta del comparto turistico peschiciano, su facebook lancia (senza peli sulla lingua) la sua proposta agli organi competenti, per risvegliare le coscienze di tutti e, in questo delicato momento storico, ridimensionare i toni, stimolando chi ha l'interesse comune. 
Qui di seguito, si riporta integralmente il suo commento:

Sperando in una risoluzione positiva della imminente fase 2, sarebbe opportuno organizzare un incontro di lavoro anche on line viste le restrizioni, al fine di poter rilanciare tutti insieme con proposte indispensabili e serie, l'immagine positiva e propositiva e farsi trovare pronti sul mercato turistico e nn IMPREPARATI, considerando la stagione alle porte e nn strumentalizzare con sondaggi senza senso e inutili anche perche' nella precedente fase, il sindaco  o chi per lui nn ha chiesto indicazioni e pareri su come gestire la comunità in tutti i sensi, quindi direi a mio modesto parere di abbandonare polemiche sterili e concentrarci sul da farsi.....  altre località sono già AVANTI in tal senso, ne va' per il futuro di tutti noi e per la nostra Peschici........ RIFLETTIAMO.

Buona domenica.

Pubblicato in Coronavirus

Con questa ordinanza il Sindaco prende atto di quanto disposto dal Prefetto di Foggia che con propria nota aveva dichiarato inefficaci le precedenti ordinanza in quanto intervenivano su questioni attinenti attività produttive ritenute essenziali dalle disposizioni emanate dal governo. Sulla stessa materia è intervenuta con ben due sentenze sospensive il TAR Puglia.

CNA si augura che tutti gli operatori possano tornare a lavorare in serenità contando sulla certezza del diritto.

Abbiamo tutelato l’interesse delle imprese socie che si sono viste, con un atto monocratico sindacale, precluse la possibilità di garantire le forniture alla propria rete commerciale costruita in tanti anni di duro lavoro, in presenza di provvedimenti del governo che dispongono esattamente il contrario sia per il pane che per le produzioni dolciarie artigianali ( codici ateco 10.7 ), che precisiamo non sono mai state chiuse, a differenza delle gelaterie e  pasticcerie  rientranti nelle attività di ristorazione (codice Ateco 56.10.30 ).

Per CNA la questione è chiusa a dimostrazione che l’unico nostro interesse era garantire la certezza del DIRITTO alle imprese che sono chiamate ad operare in un mercato libero ed in regime  libera concorrenza.

Siamo dispiaciuti per alcune dichiarazioni rese in pubblico dal SINDACO di Peschici, ma siamo sicuri che il tempo consentirà di recuperare la serenità  e lo spirito di collaborazione per il bene delle imprese del Gargano.

Siamo consapevoli che viviamo tutti un periodo difficile e cogliamo l’occasione per ringraziare i Sindaci che con spirito di sacrificio hanno dovuto e stanno affrontando una situazione difficilissima.

Di fronte abbiamo da organizzare la fase 2 e ci auguriamo la fase 3 che possono avere successo solo in presenza di un forte coinvolgimento del sistema delle imprese e delle sue rappresentanze.

Non è questo il periodo delle scelte monocratiche ma quello della condivisione e della corresponsabilità delle scelte.
CNA è a disposizione dei Comuni per collaborare,  col  difficile compito di rappresentare un sistema imprenditoriale che vede sfumare giorno per giorno la possibilità di rimettere in moto le proprie aziende ma con la convinzione che ce la faremo.

Dott. Antonio Trombetta
Direttore provinciale della CNA Foggia

Pubblicato in Coronavirus

Siamo vicini all'inizio della cosiddetta "Fase 2" e molti protocolli di prevenzione non sono ancora ben chiari, ma incombe la necessità di aprire per molte aziende, soprattutto nel settore della ristorazione. Così nasce la mia idea! Ripartiamo dal menù, abbandoniamo il menù cartaceo, lasciando spazio al Menù 4.0 visualizzabile attraverso la semplice scansione (via smartphone) di un QRcode posizionato sul tavolo del vostro locale.

In questo modo il cliente non avrà contatto con il menu cartaceo (possibile vettore del virus e poco ecologico), evitando agli operatori la disinfettazione e sanificazione ad ogni utilizzo.

Un modo semplice ma innovativo per ripartire e cercare di affrontare la stagione in maniera più sicura possibile per tutti gli clienti ed operatori. Io sono Vincenzo Tavaglione, ho 22 anni, sono di Peschici e studio Management e nuove tecnologie digitali all’università di Parma. Non bastano solo le consegne a domicilio, bisogna ritornare alla "normalità", aprendo al pubblico le attività, rispettando sempre le norme a tutela della nostra salute.

Pubblicato in Coronavirus

A Peschici, ieri notte, alcuni titolari di bar, ristoranti e pizzerie, hanno simbolicamente protestato, tenendo accese le luci dei locali per tutta la notte.

Pubblicato in Notizie

“Ai tempi del Corona Virus” può succedere di tutto, anche che un sindaco decida di chiudere l’ingresso al paese al pane ed ai prodotti da forno prodotti fuori dal paese. Succede a Peschici, importante paese turistico del Gargano, dove nonostante le norme antitrust e le liberalizzazioni Bersaniane la “lotta del pane” è ancora in corso.

La lotta del pane era tipica degli anni 90 del secolo scorso. I panificatori di ogni comune protestavano con i sindaci per le incursioni che facevano nel loro territorio panificatori di altri comuni. E la fantasia dei sindaci già allora produceva atti amministrativi di diverso tipo.

Già allora, ad esempio, il Sindaco di Peschici prescrisse che il pane straniero poteva entrare a Peschici dalle ore 10,00 in poi, fidando sulle abitudini dei paesani che andavano presto a comprare il pane per scoraggiare gli incursori stranieri. Ai tempi del Corona Virus, però, questa barriera non era più sufficiente.

I cittadini rinchiusi in casa si sono messi a panificare, fare dolci tradizionali, taralli e tarallucci al punto da determinare una caduta del mercato di oltre il 30%. Così il Sindaco ha pensato bene di sospendere la vecchia ordinanza e di produrne una nuova adducendo a motivazione l’epidemia del Corona Virus.

L’Ordinanza è la numero 34 del 2020. “Un esempio di atto amministrativo tra i più scorretti che abbia mai avuto tra le mani ma che, fin quando non verrà dichiarato illegittimo, produrrà danni diretti ai produttori locali dell’area garganica e che già ha visto sanzionare per ben due volte il produttore che si vuole scoraggiare a portare il pane a Peschici, perchè il pane del Mulino Bianco e tutti i prodotti da forno della grande industria continuano ad essere presenti sugli scaffali dei negozi alimentari del paese” dichiara il direttore provinciale della CNA Antonio Trombetta.

Con l’ordinanza n° 34 il Sindaco di Peschici vieta l’introduzione di pane e di suoi derivati (?) nel territorio di Peschici adducendo a motivazione il divieto previsto dal DPCM 22 MARZO 2020 a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui si trovano, omettendo la parte dello stesso decreto che esonera da tale limite gli spostamenti per motivi di lavoro.

Ma le omissioni non si fermano a questo. Adotta un’ordinanza che ha immediate ricadute su una attività produttiva ritenuta essenziale dalle disposizioni del governo e lo fa richiamando proprio l’articolo del D.L. 25 marzo 2020 n° 19 che vieta l’adozione da parte dei sindaci di ordinanze contingibili ed urgenti in contrasto con le misure statali e che abbiano ricadute sulle attività produttive, a pena di inefficacia.

Si inventa un possibile ricorso al SINDACO contro l’ordinanza omettendo di indicare l’autorità a cui presentare legittimamente ricorso. Insomma un guazzabuglio cha ha avuto l’unico effetto di bloccare l’attività di un panificatore e favorire la vendita di colombe pasquali della grande industria.

Come CNA abbiamo sollecitato il Sindaco alla revoca dell’ordinanza ma non abbiamo ricevuto nessuna risposta e per questo ci siamo rivolti al Prefetto per ottenere l’annullamento di questo obbrobrio amministrativo.

A dire il vero abbiamo riscritto anche al Sindaco sperando in una lettura più attenta dell’atto e della presa d’atto delle incongruenze in esso contenute. Una azione in autotutela del Sindaco chiuderebbe un brutto episodio e consentirebbe a tutti, ai tempi del Corona Virus, di lavorare con serenità.

Il Direttore provinciale della CNA Foggia

dott. Antonio Trombetta

.

Pubblicato in Coronavirus

Durante le attività di controllo del litorale di Peschici finalizzate al rispetto delle misure urgenti in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da covid19 e al contrasto delle attività illecite, i militari della Delegazione di Spiaggia di Peschici hanno eseguito numerosi sequestri in località denominata CALALUNGA.

In particolare, durante il periodo di marzo e aprile viene effettuata un tipo di pesca abusiva per le seppie mediante l’utilizzo di alcuni trabucchi, all’occasione armati con reti di tipo “TREMAGLIO” privi di qualsivoglia segnalamento e pericolose per la navigazione. Nella predetta località, i militari hanno rinvenuto e sequestrato circa metri 300 di rete unitamente a gavitelli e funi asserviti alla messa in opera delle reti.

L’attività di controllo continuerà senza soluzione di continuità contrastando tale attività di pesca illegale svolta da pescatori di frodo privi della prevista Licenza di pesca.

Si coglie l’occasione per ricordare che la partecipazione attiva dei cittadini (anche tramite 1530) alle varie vicissitudini legate al mare risulta essere un ottimo contributo a preservare non solo la vita umana in mare, ma anche a proteggere l’intero ambiente marino.

Pubblicato in Cronaca

ILL.MO SIGNOR SINDACO COMUNE PESCHICI

I consiglieri comunali di minoranza Domenico Afferrante e Francesco Piracci, nella loro qualità, espongono quanto segue.

Siamo, ormai, in piena emergenza e le nostre attività, lavorative e nel disbrigo delle faccende giornaliere, sono tutte rapportate a quanto ci sta accadendo attorno. E’, certamente, qualcosa di enorme che ci è caduta addosso, con cui dobbiamo fare i conti ogni giorno.

Proprio per questo motivo, però, dobbiamo trovare le energie ed attivarci per reagire, sappiamo che dovremo convivere con il coronavirus per qualche tempo .Allora?

Bisogna dare una prospettiva , senza promettere miracoli, per esempio, a chi vuole iniziare ad attrezzarsi per la imminente stagione estiva. Bisogna consentire ai villaggi, agli stabilimenti balneari a chi può e vuole, di avviare le attività di preparazione alla stagione estiva. Si corre il rischio, altrimenti, di rimanere indietro e di non essere preparati, per quello che la stagione estiva ci potrà portare.

NON POSSIAMO PIU’ ASPETTARE!!

Ora, in tal senso ci sono realtà a noi vicine , altre più lontane, con esigenze comunque identiche, che da qualche tempo si sono in tal senso attrezzate, emettendo provvedimenti. Certo, li hanno emessi, magari, già da qualche tempo ed a Lei sono sembrati “ingiustificati” allora. Ora, però, è passato quasi un mese, è passata la pasqua.

Vi è la necessità di riavviare, o provare a farlo, il motore delle nostre attività produttive. Ci sembra, pertanto, opportuno consentire le attività sopra richiamate, che peraltro consentirebbero, probabilmente, ad alcuni di poter , finalmente , iniziare a lavorare, MI RIFERISCO A TUTTI, IN PARTICOLARE AGLI OPERAI STAGIONALI!

Il paese è fermo, cerchiamo di fare il possibile per riavviarlo. Senza nessuna polemica, solo un consiglio dato per contribuire a meglio affrontare questo momento. Penso ci sia consentito, anzi, sia nostro dovere darlo. Le ordinanze che in tal senso hanno consentito attività, nella vicina Vieste, lei le conosce. Le possiamo dire che sono stati emessi provvedimenti analoghi in Liguria, Abbruzzo, Friuli Venezia Giulia... 

Si coglie l’occasione per distintamente salutare. 

Domenico Afferrante 

Francesco Piracci 

Pubblicato in Coronavirus

In occasione della Santa Pasqua, il Direttivo dell'Associazione peschiciana "Amici dei Bambini" (Leonardo Biscotti, Luciano Biscotti, Pierpaolo Olivieri, Elia Salcuni), ha avuto il piacere di donare delle mascherine protettive, agli organi preposti all'emergenza umanitaria-sanitaria. 

Il quantitativo è stato suddiviso così:

-  Volontari della Protezione Civile Comunale;

- Volontari dell'Associazione "Insieme Siamo Liberi";

- Personale Medico e Paramedico del 118;

- Medici Associati;

- Stazione Carabinieri; 

- Corpo Polizia Municipale. 

Anche suddetta Associazione, se pur con poco,si è resa partecipe di questa importante, costruttiva e commovente corsa alla solidarietà.

In collaborazione con le altre Associazioni locali, si stanno programmando altre iniziative, sempre in rispetto delle disposizioni emanate dal Governo. 

I Gesti realizzati con il cuore vanno condivisi con tutti! 

Si coglie l'occasione per augurarci, più uniti che mai, una Buona Pasqua.

Peschici c'è!

#iorestoacasa #andràtuttobene #celafaremo

Pubblicato in Coronavirus
Lunedì, 06 Aprile 2020 16:11

Peschici c'è anche con la Lega Navale Italiana.

Si Comunica che la raccolta fondi per l’emergenza CORONA VIRUS  organizzata dalla LEGA NAVALE ITALIANA - SEZIONE DI PESCHICI, ha raggiunto, finora la cifra di € 1.500,00. 

Detta somma è stata interamente devoluta in favore dell’Unità di Crisi, istituita presso il Comune di Peschici, affinché possa essere di aiuto alle  famiglie del nostro territorio per superare questo periodo  di difficoltà, che coinvolge l’intero pianeta. 

Siamo certi  che  questo  piccolo contributo in favore della comunità Peschiciana, unitamente ai  tanti altri contributi da parte di altri privati e da parte di altre associazioni e volontari,  servirà a superare questo difficile momento  per tanti nostri concittadini.

Pertanto auguriamo  buon lavoro ai componenti dell’Unità di Crisi ed a tutta l’organizzazione della Protezione Civile Comunale, che si occupa della gestione dell’emergenza e comunichiamo la nostra disponibilità a collaborare,  per il momento nei modi e nelle forme che ci sono consentite, ma,  per quanto possibile nei prossimi giorni anche in maniera più fattiva e diretta per la risoluzione di questioni che riguardano il nostro territorio. 

Pubblicato in Coronavirus

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -