Lunedì, 13 Gennaio 2020 09:24

13 Gennaio/ IMPARARE IL TEDESCO

Quando il tedesco che sa scrivere bene si tuffa in una frase, non lo vedi più finché non emerge dall'altra parte del suo Atlantico con il verbo in bocca.

MARK TWAIN

Chi ha imparato il tedesco sa cosa vuol dire questa immagine iro­nica usata da quella malalingua che era lo scrittore americano Mark Twain (1835-1910). Le frasi tedesche col verbo in fondo al periodo rendono sempre ardua e «sospesa» la comprensione diretta del sen­so.

Ma non ho voluto citare questa considerazione per consolare i ra­gazzi o chiunque sia alle prese con questa lingua nelle scuole: quan­do l'avranno conosciuta bene, potranno godere lo splendore di un capolavoro come il Faust di Goethe. Vorrei, invece, spingere tutti al rispetto della diversità e della complessità che ogni cultura, anzi, ogni persona porta con sé.

Quello che a noi pare una stravaganza è in realtà un modo origi­nale e specifico di porsi, di esprimersi, di rivelarsi. Orazio, il grande poeta latino, nel suo celebre Carme secolare in onore del dio Sole ha un'espressione che potremo adattare al nostro discorso: alius et idem, cioè sempre diverso e tuttavia uguale.

Le persone che incontriamo - e non solo gli stranieri o coloro che appartengono ad altre religioni - sono certamente differenti da noi e spesso questa diversità è marcata e ci imbarazza; anzi, per qualcuno è fonte di fastidio.

Eppure tutti siamo partecipi della stessa umanità, amiamo e odiamo, preghiamo e pecchiamo, speriamo e ci abbattiamo. Quella molteplicità è, allora, solo l'arcobaleno dei colori dell'unica luce che è nelle nostre anime.

Gianfranco Ravasi

Pubblicato in Società

Atletico Vieste-AT San Severo 2-1

13' Morra C. (AT), 45+2' Colella (AV), 78' De Vita (AV)

Barletta 1922-Molfetta 1-1

75' Gasbarre (B), 90' Ventura (M)

Deghi-Ugento 0-1

90+3' Garcia

Altamura-Gallipoli 0-1

10' Tardini

Martina-Audace Barletta 0-1

90' Cormio F.

Otranto-Corato 1-1

20' Trovè (O), 80' Agodirin (C)

San Marco-Vigor Trani 0-1

80' Caruso

Orta Nova-UC Bisceglie 2-1

25' Monopoli M. (ON), 39' Lamatrice rig. (ON), 81' Andriano (UC)


CLASSIFICA

Molfetta 41

Corato 37

Vigor Trani 33

Audace Barletta 28

Martina 27

Ugento 26

Barletta 1922 e Otranto 24

Gallipoli e F. Altamura 22

Atletico Vieste e UC Bisceglie 21

Deghi 20

Orta Nova 19

San Marco 18

AT San Severo 9

Pubblicato in Sport
Domenica, 12 Gennaio 2020 10:23

12 Gennaio/ DEBITORI

Siamo debitori e non proprietari di quello che abbiamo perché siamo, prima di tutto, debitori di quello che siamo.

FRANCESCO CARNELUTTI

Questa riflessione lapidaria è desunta dall'opera II granello di sab­bia del grande giurista Francesco Carnelutti (1879-1965). Il tema è profondamente cristiano, perché si lega al concetto di grazia che è «in principio» alla nostra stessa esistenza.

È famosa la variazione intro­dotta dal teologo Karl Barth all'asserto cartesiano Cogito, ergo sum, «penso, quindi sono»: Cogitor, ergo sum, «sono pensato (da Dio), quin­di sono». Alla radice del nostro essere ed esistere, vivere e operare c'è una scelta e un atto divino, una parola che ci ha chiamato. Non sia­mo, allora, proprietari ma debitori, come suggerisce Carnelutti.

Questa considerazione sulla trascendenza della vita ha una sua attualità nei giorni in cui viviamo, così inclini alla tentazione di pre­varicare su questa realtà ritenendola campo libero per ogni incursio­ne, quasi fosse solo una questione biologica o fisica.

Affermata con vigore questa dimensione «religiosa» della vita (e intendiamo l'ag­gettivo nel senso più largo del termine), esaltata la grazia divina che ci precede, dichiarata l'indisponibilità della persona a ogni manipo­lazione, dobbiamo però riconoscere che la vita è anche un compito affidato alle nostre mani. Come dicono i tedeschi, è Gabe, «dono», ma anche Aufgabe, «impegno».

Ciò che siamo lo dobbiamo al Creatore, ma ciò che diventiamo lo dobbiamo anche alle scelte della no­stra libertà, alla sollecitudine della nostra applicazione, alla nostra solerzia. Il talento ricevuto non deve essere sepolto nel fondo oscuro dell'inerzia e della noncuranza negligente.

Gianfranco Ravasi

Pubblicato in Società

Da un impegno all’altro, cambia solo il grado di difficoltà, non l’indice di impegno che i ragazzi della Bisanum Viaggi Vieste metteranno in campo nella difficile trasferta di Mol­fetta. Team barese tra i più accreditati alla vittoria del campionato: la Pavimaro di coach Carolino, attualmente se­conda in classifica, un team che vanta nel roster la presenza della guardia Staselis, miglior realizzatore del campio­nato con 290 punti (24,2 di media a par­tita), il quale, insieme all’ala forte Bogdanavicius (16,8 la sua media) compone una delle coppie di stranieri più forti e decisive del campionato.

Nonostante ciò, alla vigilia del match il coach della Sunshine tira dritto per la propria strada senza prestare attenzio­ne ad altro se non a quello che riguarda il campo e la prestazione dei suoi. «Il Molfetta è una squadra composta da gio­catori importanti - taglia corto Gianpio Ciociola - ed è inutile citarne i nomi perché la bontà di questi giocatori è nota a tutti gli addetti ai lavori. Quindi è per questo motivo che occupano con pieno merito la seconda posizione.

Noi ci stia­mo assestando nella parte centrale della classifica e il difficile arriverà ora: con­tinuare a confermare quanto di buono abbiamo fatto finora. Sul piano nume­rico abbiamo recuperato Dario Scozzaro e confido nel fatto che il ragazzo ri­prenda velocemente la condizione fisica e mentale per affrontare questa seconda parte del campionato».

 

IL PROGRAM­MA

Pali. Molfetta-B. Vieste

S.Manfredonia-C.Ostuni

Castellaneta-L.Lecce

A.Monopoli-L.Altamura

Monteroni-Cus Jonico Taranto

B.Francavilla-Mola.

 

LA CLASSIFICA

Monopoli 20

P.Molfetta 18

Cus Jonico Taranto 16

Pali. L.Lecce, B.Vieste 14

Mola, L.Altamura, C.Ostuni 12

S.Manfredonia, V.Castellaneta, Monteroni 8

B.Francavilla 2

 

M. GUE.

Pubblicato in Sport

Giornata numero 19, terza del girone di ritorno, questo pomeriggio in Eccellenza pugliese, nella quale, tra le altre sfide, è previsto il derby tra Deghi e Ugento a San Pietro in Lama, due delle matricole di questo campionato che, nello scorso anno, hanno dato battaglia in Promozione.

Missione complicata anche per l’Otranto di Gigi Bruno, al cospetto del Corato vice capolista. Ostica anche la trasferta del Gallipoli sul campo della Team Altamura. Il Martina scenderà in campo ancora con la Juniores, che domenica scorsa ha strappato un pari a Orta Nova, contro l’Audace Barletta.

L’Atletico Vieste rinfrancato dal buon periodo che stà attraversando ospita il fanalino di coda S. Severo. Partita, comunque insidiosa e soprattutto occasione da non perdere per dare continuità al lavoro fin qui svolto.

Il programma completo con le designazioni arbitrali:

Ore 14.30

Atletico Vieste-AT San Severo: Luigi Lacerenza di Barletta (Rizzi-Latini)

Barletta 1922-Molfetta: Davide Galiffi di Arezzo (Magnifico-Miccoli)

Deghi-Ugento: Gabriele Sciolti di Lecce (Cantatore-Turco)

Altamura-Gallipoli: Antonio Spera di Barletta (Massari-Alessandrino)

Martina-Audace Barletta: Rocco Epicoco di Brindisi (Coviello-Marino)

Otranto-Corato: Andrea Palmieri di Brindisi (Gorgoglione-Miccoli)

San Marco-Vigor Trani: Bruno Spina di Barletta (Favilla-Rutigliani)

Orta Nova-UC Bisceglie: Ruggiero Doronzo di Barletta (Rizzi-Miceli) – a Cerignola


CLASSIFICA

Molfetta 40

Corato 36

Vigor Trani 30

Martina 27

Audace Barletta 25

Ugento, Barletta 1922 e Otranto 23

Altamura 22

UC Bisceglie 21

Deghi 20

Gallipoli 19

San Marco e Vieste 18

Orta Nova 16

AT San Severo 9

Pubblicato in Sport

Un’esperienza unica quella vissuta dal Presidio scolastico ”Hyso Telharay” di Vieste nella giornata del 10 gennaio 2020 con la partecipazione di allievi e docenti di tutte le scuole della cittadina di Vieste e del Dirigente scolastico dell’IPEOA "Enrico Mattei". Come Presidio abbiamo avuto l'onore di aprire il corteo della manifestazione di Libera e di ascoltare le testimonianze delle vittime della mafia e le parole di Don Ciotti.

Alla partenza del corteo, il Ministro dell’agricoltura Bellanova, notando il nostro banner e gli alunni, ha salutato la nostra delegazione complimentandosi per l’impegno profuso. E’ importante sottolineare, infatti, come ho avuto modo di raccontare al Ministro, che il nostro è l'unico Presidio scolastico non solo del Gargano ma di tutta la Puglia. Sfilare per le vie della città al grido di 20.000 persone, "Foggia libera" e ascoltare al termine le fortissime parole di Don Ciotti è stato per tutti noi un momento unico, in grado di cambiare per sempre il nostro essere persone e cittadini.

Un ringraziamento ai docenti che con me hanno condiviso questo momento di vita e in particolare al Comune di Vieste nella persona dell’assessore all’istruzione, Graziamaria Starace, che ha reso materialmente possibile un così ampio coinvolgimento del Presidio stesso.

Non nascondo l'orgoglio di essere oggi sulle principali testate giornalistiche nazionali a dimostrazione dell'impegno da parte della comunità scolastica di Vieste nella lotta alla mafia. Insieme si possono fare grandi cose e ieri lo abbiamo dimostrato.

Il Dirigente scolastico
prof.ssa Ettorina Tribò 

Presidio scolastico Libera di Vieste alla manifestazione Foggia Libera Foggia

 

Pubblicato in Manifestazioni

Come è noto la Polizia Stradale è una specialità della Polizia di Stato, incardinata nella Direzione Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato. Una serie di specifiche attività connesse alla sicurezza stradale sono sicuramente i campi più rilevanti della specialità. L’elevata professionalità, la passione e l’umanità con la quale tutto il personale della Stradale opera in questo delicato settore, hanno permesso di ottenere importanti riconoscimenti e considerazioni. Pertanto consapevoli degli impegni assunti, del proprio ruolo e delle proprie responsabilità, gli operatori della Polizia Stradale continuano ad operare con oneri e responsabilità. In questo scenario operativo posto al servizio dei cittadini, a volte già provati da tragedie umane ed economiche, particolare attenzione è stata dedicata ad arginare il fenomeno della guida in stato di ebrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, con la pianificazione di linee guida e presidi di controllo in ambito provinciale.

Conseguentemente all’operazione di polizia giudiziaria che ha impegnato la Sottosezione della Polizia Stradale con esclusiva competenza sulla rete autostradale, nella denuncia in stato di libertà di due giovani italiani ed al sequestro di 129 dosi di marjuana, il personale della Sottosezione della Polizia Stradale di Vieste, nella giornata di ieri 10/1/2020, ha tratto in stato di arresto un connazionale di anni 54, residente nella città di Vieste, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e furto di energia elettrica, procedendo nel contempo al sequestro di circa 400 dosi di marjuana già confezionati e pronti per lo spaccio. Nel corso della perquisizione veniva rinvenuto anche un bilancino elettronico perfettamente funzionante e semini di sostanza stupefacente. Su disposizione dell’A.G. competente la persona è stata momentaneamente posto in stato di arresto presso la propria abitazione in attesa del rito direttissimo presso il Tribunale di Foggia. Il personale della Sottosezione della Polizia Stradale di Vieste e il suo Comandante impegnati quotidianamente nel contesto della specifica attività, restano comunque un riferimento per tutti i cittadini della zona garganica quale presidio di legalità contro ogni forma di criminalità.

Pubblicato in Cronaca

LEGA NAVALE ITALIANA - COMUNE DI VIESTE - PUNTO D’ARTECLUB

     Sezione di Vieste Ass. Culturale Vieste

Marzo:VIII Appuntamento in vernacolo e in italiano a L’ORA DEI POETI…ERA ORA!

           Serata di ascolto di poesia. -VIII Edizione- 2020

                                                    

R E G O L A M E N T O

- I poeti possono partecipare con una poesia in vernacolo o con una poesia in lingua italiana.

- La poesia in vernacolo dovrà avere la traduzione in lingua italiana.

- Le poesie dovranno pervenire entro il 15 di Febbraio 2020.

 -I componimenti sono a tema libero.

- La partecipazione comporta un contributo spese di Euro 20,00(Venti euro).

- I partecipanti dovranno spedire, per ogni poesia, 3(tre copie) dattiloscritte con il proprio indirizzo e numero telefonico.

- Il plico, contenente le poesie e il contributo, dovrà essere spedito al Maestro Saverio SciancaleporeVia Trieste,12—71019 VIESTE, FG. Oppure consegnato a mano allo stesso indirizzo tutte le sere tranne Sabato e Domenica dalle ore 17,30 alle ore 19,00.

- La manifestazione si svolgerà nella Sede della Lega Navale di Vieste nel mese marzo c.a. è gradito un breve curriculum vitae.

- Ad ogni autore sarà comunicato, in tempo utile, il giorno e l’ora della manifestazione.

- I poeti partecipanti sono dovuti a presenziare alla manifestazione in quanto saranno loro medesimi i lettori della propria poesia o possono indicare, pur essendo presenti, il lettore di propria fiducia.

- Ad ogni poeta sarà rilasciato un particolare attestato di partecipazione, nonché una targa in pietra dipinta a mano.

Per ulteriori informazioni telefonare ai numeri: 340/1700219--334/7341946.

Pubblicato in Cultura

Nella Gazzetta ufficiale n.5 dell’8 gennaio scorso è stato pubblicato il decreto 22 ottobre 2019: ”Definizione, forme, caratteristiche e modalità di attuazione dei Progetti utili alla collettività (PUC)”.

Chi percepisce il Reddito di Cittadinanza è tenuto ad offrire, nell’ambito del Patto per il lavoro e del Patto per l’inclusione sociale, la propria  disponibilità per collaborare gratuitamente a progetti  utili   alla collettività, da svolgere nel suo comune di residenza.  La mancata adesione ai PUC comporta la perdita del Reddito di cittadinanza.

Incaricati delle attività sono i Comuni e potranno riguardare gli ambiti culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e  di  tutela  dei  beni  comuni, purché non oggetto già di precedenti appalti  esterni.

La durata dell’impegno richiesto non può essere inferiore a 8 ore settimanali e può arrivare a 16 previo accordo, con una programmazione flessibile.

Non possono essere svolte attività in sostituzione di personale dipendente del Comune o dell’ente incaricato dei servizi, e non possono sostituire lavoratori assenti a causa di malattia, congedi  parentali, ferie.

Il Comune dovrà inserire i progetti attivati con il numero di posti disponibili nella Piattaforma GEPI dove possono essere valutati dai responsabili del Patto per l’inclusione sociale e dei Patti per il lavoro, per la programmazione.  In attesa della  realizzazione dell’apposita sezione della Piattaforma,  si procederà all’assegnazione degli incarichi secondo l’ordine di   convocazione dei beneficiari da parte dei Comuni e dei Centri per  l’impiego.

Pubblicato in Economia

Apprendiamo con amarezza e profondo cordoglio che in un incidente sul lavoro ha perso la propria vita un lavoratore edile, un padre di famiglia che per una manciata di euro al giorno ha visto sacrificata la propria esistenza.

Non è la prima volta e vorremmo che sia davvero l'ultima.

Da anni denunciamo e collaboriamo, con fattivi e positivi riscontri, con tutti gli organi ispettivi, in particolare con l'Ispettorato del Lavoro e l'Inail che pubblicamente ringraziamo, ma tutto ciò purtroppo non basta fino a quando non vi sarà la piena e partecipe collaborazione di tutta la cittadinanza.

Chiediamo ai lavoratori ed in particolare anche agli imprenditori di voltare pagina definitivamente.

Non è più accettabile far lavorare in nero e meno che mai scegliere di lavorare in nero e godere di prestazioni a sostegno del reddito e rischiare la propria vita inutilmente.

Chiediamo agli imprenditori tutti, non solo dell'edilizia, di farla finita con le assunzioni fittizie fatte proprio nel giorno dell'ispezione.

Basta alle assunzioni part time per eludere la contribuzione previdenziale e per risparmiare sulla pelle dei lavoratori.

Da anni questa città reclama legalità e rispetto delle regole e se non garantiremo finalmente lavoro nel pieno rispetto delle leggi è evidente che non potremo aspettarci per il futuro che il perseverare di illegalità e delinquenza.

Invitiamo quindi tutti i lavoratori ma anche gli imprenditori onesti a ribellarsi a questa grave situazione e denunciare presso il nostro sindacato e presso tutti gli uffici preposti ogni abuso, ogni irregolarità prima che sia di nuovo troppo tardi!

UIL CAMERA SINDACALE

VIESTE

Pubblicato in Società

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -