Martedì, 04 Giugno 2019 09:57

La 1° “Giornata Ecologica” a Carpino

La giornata è organizzata dal locale Istituto Scolastico Omnicomprensivo “P. Giulio Castelli”, si è svolta, lo scorso 3 Giugno, la 1^ “Giornata Ecologica” dal tema: “Ti piace l'isola di plastica?...A me, no!! - Io amo il mio paese”. Coinvolti i ragazzi della Scuola Media Statale, sono stati guidati nella iniziativa dal Dirigente Scolastico Prof. Claudio Costanzucci-Paolino e da alcuni loro Insegnanti. Scopo della manifestazione, oltre che quella materiale della raccolta di rifiuti abbandonati sul ciglio delle strade urbane e sub-urbane del paese, è stata ovviamente quella di sensibilizzare i ragazzi stessi, ogni cittadino e le nuove generazioni ad avere rispetto per le cose comuni e per l'ambiente in cui si vive. Ma la maggior parte della popolazione locale è rimasta quasi del tutto assente alla iniziativa.

       In mare come sulla terra ferma, il mondo intero sta diventando una mega pattumiera piena di plastica, vetri ed ogni sorta di rifiuti che vengono abbandonati ovunque, non solo depositati vicino ai cassonetti, dove a volte prendono fuoco. Se poi si pensa che l'uomo è riuscito a riempire persino l'Universo intero di apparecchiature e detriti che si perdono alla deriva siderale dello spazio cosmico, allora c'è di che preoccuparsi veramente. E, quindi, ci si chiede quando e come l'uomo cesserà di trattare il proprio ambiente in questo modo (poiché in fondo siamo noi stessi a determinare questi gravi scompensi ecologici, mica gli animali di cui ogni tanto di sente l'estinzione di una razza), anche in ordine alla stessa produzione dei contenitori di prodotti o alla emissione nell'aria della cosiddetta CO2, ecc.. Di questo passo si continua insensibilmente, ma consciamente, ad avvelenare gli ambienti marini e della terra, dove le prime vittime indifese sono proprio gli animali.

         Si auspica che la sensibilità e l'iniziativa dell'Istituto Omnicomprensivo, magari poco apprezzata dai cittadini perchè avevano mille altre cose cui pensare, possa avere un seguito negli anni futuri e possa essere ripresa anche dagli adulti. L'ideale sarebbe che ciò un domani non fosse più necessario poiché significherebbe che il mondo comincia a rivivere in un ambiente sano e pulito, ma è solo utopia poiché basta percorrere le strade interne ed esterne dei nostri paesi e città per scorgere abbandonati, spesso impunemente, ogni tipo di rifiuti.

                                                                                                                            Mimmo Delle Fave

Pubblicato in Ambiente
Etichettato sotto

ReteGargano consiglia...

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -