Martedì, 13 Agosto 2019 09:21

Questa mattina inizia l’«era Pazienza» al parco nazionale del Gargano.

Il neo presidente, in carica per un quinquennio fino al 7 agosto 2024, è atteso presso la sede dell’ente in via Sant’Antonio Abate a Monte Sant’Angelo per il suo primo giorno da «numero uno» dell’area protetta. Pasquale Pa­zienza, 50 anni a dicembre, docente di politica economia all’università di Foggia, con trascorsi da assessore all’ente Provincia risalenti al 2008 (quando faceva parte della giunta Pepe di cen­trodestra), dopo il decreto di nomina numero 230 del 7 agosto 2019 a firma del ministro Sergio Costa (manca solo il passaggio della registra­zione alla Corte dei Conti) è a tutti gli effetti il quinto presidente nella giovane storia (24 anni) dell’area protetta: prima di lui ci sono stati nell’ordine Petrilli, Fusilli, Gatta e per ultimo Pecorella.Dopo gli auguri dell’assessore della giunta esecutiva del parco Pasquale Coccia, oggi ar­rivano quelli di Claudio Costanzucci, il vice- presidente nonché reggente dall’aprile 2017 della struttura: «A nome mio e dell’intero ente che ho avuto l’onore di guidare, gli giungano i migliori auguri di buon lavoro». Costanzucci tiene a sot­tolineare l’importanza per il parco dell’arrivo di un presidente effettivo che mancava da anni, «perché darà ulteriore impulso al lavoro di tu­tela e valorizzazione del territorio garganico, che con il consiglio direttivo e la tecnostruttura abbiamo cercato di portare avanti con impegno in questi due anni di vacatio, intensi ma molto stimolanti». Con l’arrivo di Pazienza, Claudio Costanzucci esce di scena al vertice apicale dell’ente, ma non dalla governance, in quanto è membro insieme a Pasquale Coccia dell’esecu­tivo dell’ente parco. Organismo che oggi passa da due a tre rappresentanti. Proposto a metà luglio dal ministro dell’am­biente Sergio Costa, il nominativo di Pazienza ha incassato martedì 23 luglio l’ok formale all’in­tesa da parte del presidente della Regione Mi­chele Emiliano; e tra martedì 30 luglio e giovedì 1 agosto i due pareri favorevoli alle commissioni ambiente di Camera e Senato. Oggi ci sarà il simbolico passaggio di consegne tra Costanzucci e Pazienza. «Ho già percepito in Pasquale Pa­zienza, con il quale ho avuto più volte occasione di confrontarmi» prosegue Costanzucci «una grande disponibilità al dialogo. Sono questi i presupposti giusti per lavorare in armonia e in squadra e per fare del Parco nazionale del Gar­gano il volano di uno sviluppo economico che parta sempre dalla tutela di quell’immenso pa­trimonio ambientale che ci invidiano in tanti». Il programma di massima della prima gior­nata di lavoro del neo presidente prevede la visita della sede in via Sant’Antonio Abate a Monte Sant’Angelo, rincontro e la conoscenza dei 21 dipendenti dell’ente, nonché della diret­trice facente funzioni Carmela Strizzi, in carica dal settembre 2015 e di diversi sindaci del com­prensorio. Dall’intervento di Pazienza sarà pos­sibile intuire le direttive di marcia che con­traddistingueranno il mandato presidenziale 2019-2024.

Francesco Trotta

Pubblicato in Ambiente
Etichettato sotto

ReteGargano consiglia...

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -