categoria cronaca

L’ex questore di Foggia Piernicola Silvis - oggi brillante scrittore e al momento al lavoro sul nuo­vo libro - conosce bene la criminalità organizza­ta della provincia di Foggia. A capo della Questura del capoluogo daunio dal 2014, il poliziotto ha poi rico­perto gli incarichi di dirigente dei commissariati di pub­blica sicurezza di Vasto e Senigallia, capo delle squa­dre mobili di Vicenza e Verona, capo di gabinetto del­la questura di Ancona, vice questore vicario di Mace­rata e questore di Oristano. Per…
Il gup del Tribunale di Bari, Giovanni Abbattista, ha condannato a pene comprese tra i 18 anni e i 2 anni e 10 mesi di reclusione sette presunti narcotrafficanti foggiani che avevano le loro basi logistiche a Vieste, Foggia e Manfredonia, con articolazioni territoriali in Abruzzo. I fatti contestati risalgono agli anni 2017-2018. La sentenza è stata emessa al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato. A capo della presunta associazione per delinquere c’erano, stando alle indagini del…
Rinvio a data da destinarsi per i due processi previsti questa mattina davanti alla corte d’assise di Foggia: quello per un omicidio di mafia avvenuto il 21 marzo 2017 a Monte Sant’Angelo collegato alla guerra tra clan garganici, che vede imputati due manfredoniani quali presunto omicida e presunto favoreggiatore; e quello all’anziano di Cagnano Varano che il 13 aprile di un anno fa uccise a colpi di pistola in paese un maresciallo dei carabinieri e ferì gravemente un altro mi­litare…
I detenuti fuggiti il 9 marzo scorso dal carcere si sono resisi poi protagonisti della rapina di un veicolo da un’autocarrozzeria della città. Dopo il relativo arresto avvenuto in provincia di Bari lungo la SS 100 dopo un lungo inseguimento, i quattro erano stati poi trasferiti alla Casa Circondariale di Napoli. Su ordine della Procura della Repubblica di Foggia, èstato eseguito dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale CC di Foggia una misura cautelare applicativa del carcere emessa dal…
Sono almeno una trentina le baracche distrutte nell'incendio divampato la scorsa notte all'interno dell'insediamento abusivo in cui vivono molti migranti a Borgo Mezzanone, accanto al Cara che si trova a pochi chilometri da Foggia. Non si registrano feriti. Sul posto hanno operato sette squadre dei dei Vigili del Fuoco che hanno lavorato fino all'alba per domare il rogo. Stando a primi accertamenti, l'incendio sarebbe di natura accidentale. Non è la prima volta che nella baraccopoli di Borgo Mezzanone si verificano…
Sono le indagini di Dda, squadra mobile e carabinieri del nucleo investigativo sulla guerra tra clan di Vieste che tra agosto 2018 e ottobre 2019 hanno porfido a 43 arresi i per droga, armi e 2 tentati omicidi. Colpiti presunti («ponenti di entrambi i clan in guerra per la laedership nei traffici di droga su Vieste, il gruppo Raduano e la batteria Perna: quest’ul­timo ucciso ad aprile 2019. Il primo atto dell’inchiesta «Neve di marzo» è datato 7 agosto 2018,…
La sentenza di primo grado pro­nunciata dal gup di Bari nel processo «Scacco al re» con la condanna a 14 anni e 6 mesi a testa dei cugini viestani Claudio e Giovanni Iannoli per il tentato omicidio aggravato dalla mafiosità del presunto capo clan rivale Marco Raduano del 21 marzo 2018 è in qualche modo «storica». Al momento è la prima sentenza di condanna a fronte di una scia di sangue che a Vieste dal gennaio 2015 al 14 ottobre…
I cugini Giovanni e Claudio Iannoli viestani di 34 e 44 anni, sono detenuti in carcere dal 21 agosto 2018 quando furono fermati dalla squadra mobile in esecuzione di decreti della Direzione distrettuale antimafia nell’inchiesta «Agosto di fuoco» (10 arresti in tre atti tra agosto, settembre e novembre 2018) relativa a traffici di droga aggra­vati dalla mafiosità e armi; per «Agosto di fuoco» è in corso un altro processo che si celebra sempre con rito abbreviato davanti al gup del…
Prima comandava Marco, gli ho sparato. Mo’ voglio comandare io. Non è morto e sia­mo rivali, quello da una parte e io sto da un’altra. Quello dà fastidio a chi sta vicino a me, e io do fastidio a chi sta vicino a lui». Per Dda e investigatori le frasi pronunciate a luglio 2018 da Giovanni Iannoli mentre parlava con un familiare senza sapere della microspia piaz­zata, sono una confessione del suo coinvolgimento nel tentato omi­cidio del capo clan rivale…
Condannati a 14 anni e 6 mesi di reclusione a testa i cugini di Vieste Giovanni e Clau­dio Iannoli di 34 e 44 anni, ri­conosciuti colpevoli in primo gra­do del tentato omicidio aggravato dalla premeditazione e dalla mafiosità del presunto capo clan rivale Marco Raduano di 37 an­ni. Rimase feri­to la sera del 21 marzo 2018 dai . colpi di arma da fuoco esplosi da tre killer appostati sotto casa; ag­guato collegato alla guerra di mala con il clan rivale…
Pagina 1 di 566

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -