Martedì, 05 Febbraio 2019 15:23

Operazione Chorus a Foggia, rapine e bombe: cinque arresti, due i viestani

Nell’ambito dell’operazione Chorus eseguiti questa mattina da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, a Foggia e Vieste, anche, tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti di cinque persone, ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di fabbricazione e detenzione di ordigni esplodenti, rapine aggravate, porto e detenzione illegale di armi. E un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di Michele Notarangelo, cl. '96, e Michele Pinto, cl. 95, gravemente indiziati dei reati di possesso illegale di micidiale materiale esplodente per conto del clan di riferimento. L'ordinanza costituisce l'esito in sede cautelare delle indagini iniziate lo scorso 17 settembre, allorquando i carabinieri di Vieste arrestarono in flagranza l'incensurato Ninni Pasquale cl. '93, sorpreso a custodire cinque micidiali ordigni esplosivi di fabbricazione artigianale, del peso di due chilogrammi ciascuno. In particolare, le attività di indagine intraprese successivamente all'arresto del ragazzo determinavano l'acquisizione di elementi probatori tali da delineare le responsabilità dei predetti soggetti, per conto dei quali Ninni deteneva illecitamente il materiale esplosivo.

 

Pubblicato in Cronaca

ReteGargano consiglia...

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -