Mercoledì, 02 Gennaio 2019 09:36

Una deduzione fuochi dal 1640 al 1658 (21° parte).

Di San Marco in Lamis ,dove il detto Cesare è casato e Antonio suo fratello unitamente in ivi abitazione abitano a uno pane e a uno vino e ad uno luogo senza separazione alcuna ed animo di mai più ritornarvi in Ischitella dove non poSsiedono cosa alcuna come da testi.

Ancora si vuole provare come Giuseppe d'Ognissanto prima della numerazione se ne era partito da Ischitella e vagato per divere parti del regno povero ,ultimamente è recapitato in Sannicandro dove se ne morì e non lascià cosa alcuna come da testi.

Ancora si vuole provare come Francesco Marrochella al n° 384 prima dell'ultima numerazione se ne partì da Ischitella vagabondo e dopo ricapitò in Carpino dove continuamente ha abitato e di più si è casato ed averci procreato dei figli con animo di non più partire ed in effetti ne più vi è ritornato mai in Ischitella dove non possiede cosa alcuna come da testi.

Ancora si vuole provare come da testi Lorenzo Musillo al n° 399 era minore in tempo della numerazione e prima di detta numerazione fu sviato da uno sbirro per he si fa vagabondo e unitamente.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura
Etichettato sotto

ReteGargano consiglia...

OLMO generico
- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -