Martedì, 08 Gennaio 2019 08:34

Una deduzione fuochi dal 1640 al 1658 a ischitella (25° parte).

Della povera elemosina che va cercando per amor di Dio ed il detto Luciano all'era clerico si è fatto sacerdote e Francesco altro suo figlio era minore ,quale possiedono la sua porzione che arriva a ducati 30 in circa che potrà importare ogni anno carlini dieci come da testi.

Ancora si vuole provare com Francescantonio delli Noci e Gio figlio n° 386 eremiti notori pubblici ,e colle bolle ,e patente del loro arcivescovo però il detto Francescantonio gli anni passati se n'è morto che il detto Giovanni continua il suo eremitaggio servendo il Dio nella quella chiesa di San Martino lontano a detta terra fabbricata dalli medesimi eremiti stanno al n°400 con l'elemosina che giornalmente in cerca andòa Ischitella vagabondando non possiede cosa alcuna come da testi ed è stroppiato e povero .

Ancora si vuole provare come Leone per essere donna e sessuagenaria del quale il suo proprietario possiede cosa alcuna ,Calabrese ,ma perché questo però soprannome si diceva- Continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura
Etichettato sotto

ReteGargano consiglia...

OLMO generico
- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -