Il mare, il borgo e la montagna, un’idea di vastità e bellezza spettacolare per riuscire nell’impresa di raccontare una città e il suo territorio in 80 secondi, “Se ami vieni a Vico del Gargano”: è questo il messaggio che chiude il video di Pasquale D’Apolito, una produzione “28 millimetri Studio”, realizzato col patrocinio dell’Amministrazione comunale vichese. Un’opera che nasce per promuovere Vico, uno de “I Borghi più belli d’Italia”, paradigma e compendio di ciò che rende unico questo lembo del Gargano: il connubio tra mare e montagna, architetture di pietra e monumenti della natura come la Foresta Umbra, il dono di una terra fertile che grazie al lavoro dell’uomo offre gli agrumi più buoni del mondo, un olio Evo che non teme confronti, panorami che riempiono gli occhi e l’anima. Il video è stato ammirato per la prima volta dal pubblico, nelle scorse settimane, durante il Festival Nazionale de I Borghi più belli d’Italia andato in scena al FICO Eataly World di Bologna. Il video si sviluppa come fosse un viaggio dentro i significati dell’identità storica e culturale di Vico del Gargano. Davanti agli occhi scorrono le immaginidella statua di San Valentino, la torre di Palazzo della Bella, le arance, i cervi della Foresta Umbra e, ancora, le spiagge di San Menaio e Calenella. E poi il borgo dall’alto, con il suo skyline inconfondibile.Il video-racconto è e fa rimanere senza parole, per dare spazio alle emozioni, alla luce del sole che sorge e a quella del tramonto.“Sono contenta che questo video sia stato realizzato”, ha dichiarato Porzia Pinto, consigliere comunale con delega a “I Borghi più belli d’Italia, “è un progetto in cui ho creduto e credo moltissimo.Lo porteremo in giro per l’Italia e nel mondo, così da invitare chi ama i luoghi belli e autentici a visitare Vico del Gargano”. La durata, appena 80 secondi, favorisce la sua migliore fruizione sui social, così da poter raggiungere un pubblico ampio e in modo da essere condiviso, commentato, “postato” su ogni tipo di piattaforma digitale.

Pubblicato in Notizie
Domenica, 08 Dicembre 2019 10:36

Vico/ L’uomo che sussurrava alle api.

Questa è una storia incredibile, una bella storia. La storia di un ragazzo di Vico del Gargano, Antonio Gurliaccio e come tanti altri giovani, zaino in spalla pieno di sogniapproda in Germania nel 1996. La sua passione lo studio delle api. Con un amico, Moses Martin Mrohs,dopo la visione del film “More thanHoney” che racconta l’impollinazione in vaste aere della Cina, fatta con batuffoli a mano, per mancanza di api, si danno allo studio dell’apicultura per indagare sulla vita e morte delle api nel mondo.

Creano la prima “L’Ambasciata delle Api - Progetto sui Siti di Nidificazione della Natura Sorvegliati per l’Ape selvatica nella foresta”. Il progetto dei due Ambasciatori mira alla tutela e conservazione della diversità biologica e alla protezione delle api mellifere, con la costruzione di bugni in legno che imitano perfettamente le cavità degli alberi, per millenni luogo preferito dalle api per le particolari condizioni ambientali e climatiche, situati nei boschi lontani dai pesticidi, cambiamenti climatici, campi magnetici. Il singolare progetto, in collaborazione con l’Università di Wurzburg, che raccoglie i dati sui Bugni abitati dalle api, attira l’attenzione delle Nazioni Unite premiando l’originale lavoro dei due Ambasciatori delle Api.

Viene invitato a parlare alla Conferenza Internazionale di Apicultura a Berlino dove, di fronte ai rappresentanti e studiosi di 26 paesi, Gurliaccio spiegacome contrastare la mortalità delle api costruendo un alloggio adatto alle specie da miele, imitando un cavo di albero.Non solo la scelta del legno è importante per le condizioni climatiche positive, ma anche gli aspetti strutturali deve rispondere a precisi requisiti, in modo che un alveare in realtà fornisca valori climatici interni comparabili, come un cavo naturale adatto.

Per secoli i cavi d’albero hanno costituito l’ambiente naturale adatto alla protezione e vita delle api.Una rete di sensori invierà in tempo reale l’attività delle api e lo stato dei bugni. Altri osservatori sulle api sono nel Giardino Botanico e sul tetto dell’Università di Francoforte dove è stata installata la prima Arnia Digitale fornita dall’Università di Wurzburg. Un progetto è destinato ai bambini e alla loro conoscenza del mondo e della vita delle api.

Infine la Rete nazionale della televisione germanica ha dedicato due docufilm sulla attività apistica dei due Ambasciatori delle Api.Oggi, Antonio Gurliaccio e Moses Martin, si sono trasformati in veri missionari per la tutela di questo straordinario insetto collocato al terzo posto della catena alimentare, perfettamente organizzato nei rapporti con l’ape regina, ognuno con un compito preciso nel ciclo della loro vita.

Michele Angelicchio

Pubblicato in Personaggi

Credevate ci fossimo fermati.... E invece no, siamo pronti per avviare il quarto GARGANO... IN TEATRO!!!! - IL 21 DICEMBRE ripartiamo con il RECITAL“Ciak Ascolta il cinema”. Viaggio attraverso l’universo delle colonne sonore

 I ricordi di ognuno di noi sono spesso legati ai luoghi che si è visto, agli avvenimenti vissuti di persona, alle esperienze tramandate da chi è più vecchio di noi.

Ma c’è una cosa che imprime nella nostra mente i ricordi come poche altre: è l’esperienza del cinema e delle colonne sonore che sottolineano i momenti più importanti delle sue storie.

Il ricordo delle musiche e delle canzoni che ne hanno reso immortali certe storie moltiplicano, dilatano e amplificano quelle emozioni che ci hanno lasciato ricordi vivissimi o ci hanno commosso profondamente.

Questo recital interpretato da una voce narrante (Nazario Vasciarelli), una pianista (Lea Lallo), un trombettista (Emilio Tricarico) e un pluristrumentista (Antonio Sciscioli ) che suona fisarmonica, clarinetto e sassofono, è un viaggio emozionante che rivisita luoghi, personaggi e momenti del cinema mondiale, da quello americano a quello italiano.

In realtà più che con gli occhi, organo sensitivo deputato alla fruizione del cinema, è uno spettacolo che chiede di essere vissuto attraverso l’udito dello spettatore, per intraprendere un viaggio affascinante e emozionate attraverso le più belle colonne sonore di tutti tempi da Morricone a Nino Rota, da Charlie Chaplin ad Armando Trovajoli, da Modugno ad Elvis Presley.

Uno spettacolo, frizzante, simpatico e leggero, che si avvale degli arrangiamenti del  M° Emilio Tricarico  e del brio, nella presentazione, dell’attore Nazario Vasciarelli.

Vico2

Pubblicato in Spettacolo

Da domenica 8 i mercatini, la magia dei presepi e il Villaggio di Santa Claus. Il 24 dicembre la spettacolare tradizione de “i bammnedd” per le vie del paese

Sarà la “Sagra d’Autunno”, venerdì 6 dicembre, ad aprire ufficialmente il calendario degli eventi che trasformeranno Vico del Gargano nel paese del Natale. L’evento, a cura della Confraternita del Santissimo Sacramento, prenderà il via alle ore 19 e trasformerà Piazza Castello con luci, stand e sapori tipici.

IL PAESE PRESEPE. Come da tradizione, il meglio del programma natalizio arriverà l’8 dicembre, quando apriranno i battenti contemporaneamente la settima edizione de “La Magia del Presepe”, i mercatini natalizi e, nella splendida cornice di Palazzo della Bella, il Villaggio di Babbo Natale. La “dimora” di Santa Claus resterà aperta al pubblico ogni sabato, tutte le domeniche e nei giorni festivi fino al 5 gennaio 2020.

IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO. Il 12 dicembre, l’associazione Danza e Movimento sarà protagonista della quarta edizione di “Un magico Natale”, spettacolo tra musica, balli ed esibizioni che si terrà nell’Auditorium Comunale con inizio alle ore 20.30. Fuochi, fiamme e sapori saranno gli ingredienti della serata del 13 dicembre, con “Sagra e Falò di Santa Lucia”, che si terrà a partire dalle ore 19 in Largo Misericordia, a cura della Confraternita di San Pietro. Sabato 14 e domenica 15 dicembre, a Palazzo della Bella, tornerà il Villaggio di Babbo Natale: centro storico coloratissimo e vestito a festa per i mercatini e “La Magia del Presepe”.

IL NATALE DEI BAMBINI. Il 20 dicembre, bambini protagonisti assoluti dalle ore 19, nell’Auditorium Comunale, per la “Recita di Natale” a cura della Scuola paritaria San Francesco. Nei giorni a seguire, vale a dire il 21-22 e 23 dicembre, la Sala Consiliare dalle 17 alle 19 si trasformerà in una coloratissima “Officina degli Elfi” e nel “Christmas Lab” per i bambini che s’ingegneranno a disegnare, modellare, creare e divertirsi attorno al tema del Natale, impegnandosi insieme e singolarmente con la guida della Scuola paritaria San Francesco. Bambini protagonisti anche la sera del 21 dicembre, alle ore 18, quando prenderà il via “Arriva Babbo Natale” per le vie del paese con la Banda Musicale Nardini. Sempre il 21 dicembre, ma dalle ore 19, l’Auditorium comunale ospiterà il Concerto di Natale a cura dell’Associazione Bandistica Paolo Rinaldi di Vieste.

I BAMMNEDD E I NERI PER CASO. Il 21 e 22 dicembre, oltre ai mercatini, a “La Magia del Presepe” e al Villaggio di Babbo Natale, ad animare il programma natalizio di Vico del Gargano ci saranno anche “Piccole note di Natale” e il musical “La magia del Natale”. C’è grande attesa, come ogni anno, per l’antica tradizione de “I bammnedd”, nelle vie del paese a cura delle Confraternite. Il 29 dicembre, alle 20.30, si terrà il concerto gratuito dei Neri per Caso nella Chiesa di San Pietro. Il 30 dicembre, nella Chiesa di San Domenico, ci sarà “Gospel Italian Singer with Josie Taylor” in concerto. Intenso è il programma del 6 gennaio con “Ricichristmas”, i Re Magi itineranti, il concerto dell’Epifania e la premiazione dei presepi a Palazzo della Bella. 

Pubblicato in Turismo

La Guida Peperoncino Rosso continua il tour in Puglia alla ricerca di Pizzerie d’Eccellenza e fa tappa a Vico del Gargano, per gustare la pizza della Pizzeria Le Macine.

Un locale molto confortevole, ottanta posti interni e sessanta all’esterno. Arredamento rustico ma, allo stesso tempo familiare, coccola qualsiasi cliente.
La qualità del cibo è eccellente, il menù racchiude una vasta varietà di pizze, con la possibilità di scelta tra i tantissimi gusti. La Gran Pistacchio, la Mediterranea e la Paposcia fanno la differenza.

Una nota positiva anche per la carta delle birre, che presenta un vasto assortimento tra bionde, rosse e artigianali.

La Guida fa i complimenti al Sig. Domenico Di Noia, titolare e Pizzaiolo della Pizzeria Le Macine anche per l’accoglienza. Il personale di sala è molto cordiale e professionale.

Il sui motto è “Non puoi comprare la felicità ma puoi comprare una pizza che più o meno è la stessa cosa”

Domenico Di Noia, titolare e Pizzaiolo della Pizzeria Le Macine è entrato nel mondo dell’arte culinaria, nel 2016. Per hobby si divertiva nel preparare la pizza a casa, in compagnia di amici e parenti, non pensava neanche lontanamente di aprire un locale e diventare un Pizzaiolo.

Vi è sempre un “ma” nella vita di ognuno di noi, nel 2016 stanco della sua vita imprenditoriale nel gestire un Istituto di Vigilanza, durata più di 20 anni, Domenico decide di cambiare lavoro e di prendere in gestione una pizzeria.

Non era molto esperto e l’idea che, il suo lavoro di gestore, dipendesse dagli umori dei dipendenti non gli andava assolutamente bene, cosi decise di frequentare dei corsi di specializzazione presso varie scuole, tra queste, Pizza News School con il Tecnico Luigi Ricchezza.

Il suo obiettivo, era diventare un professionista e non dipendere da nessuno

In pochissimo tempo, la vita professionale di Domenico Di Noia subisce una grande evoluzione e la sua pizza piace così tanto che la gente inizia a spostarsi dai comuni limitrofi per assaggiare quella prelibatezza di cui tanti ne parlano.

Come ultimo, Domenico si è specializzato presso l’Università di Foggia Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell’Ambiente nella disciplina dell’analisi sensoriale per dare una valutazione con metodo scientifico e oggettivo della pizza diventando un membro dell’ ONEAP, Associazione Nazionale di esperti assaggiatori di pizza.

Antonio De Simone

Pubblicato in Personaggi
Venerdì, 29 Novembre 2019 08:24

Premio Tragos 2019 al Piccolo Teatro di Milano

Il 21 novembre scorso presso il Chiostro Nina Vinchi del Teatro Grassi, Piccolo Teatro di Milano, tempio storico del Teatro italiano, si è svolta la premiazione del Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia “Tragos", dedicato alla memoria di Ernesto Calindri, con il patrocinio del Comune di Milano e della Camerata dei Poeti di Firenze.

Il Premio, nato nel 2000 da un'idea di Maria Gabriella Giovannelli, che ha presentato l'evento, è giunto quest'anno alla sua XIV edizione configurandosi tra i più importanti Premi del panorama teatrale per risonanza, partecipazione e divulgazione dei testi premiati.

Tra gli autorevoli membri della Giuria, esponenti del mondo culturale e teatrale, vi è Marilena Verri, artista e soprano, moglie per 36 anni del compianto Vincenzo Di Lalla, poeta, scrittore, compositore e musicista nato a Vico del Gargano, in onore del quale è stata ideata la segnalazione speciale “Vincenzo Di Lalla".

Quest'anno la segnalazione è andata alla drammaturga, poetessa e scrittrice termolese Maria Carmela Mugnano per l'opera teatrale “Frammenti d'amore", premiata, in nome dell'amato marito, dalla stessa Marilena Verri.

Pubblicato in Spettacolo

Sul Gargano, è Vico “il paese del Natale”. Dal 6 dicembre 2019, quando in Piazza Castello dalle ore 19 si terrà la “Sagra d’Autunno” a cura della Confraternita del Santissimo Sacramento, e fino al 6 gennaio 2020, il borgo dell’amore diventerà il magico e suggestivo scenario di un fitto calendario di eventi.   

PRESEPI NEL PRESEPE, MERCATINO E VILLAGGIO DI NATALE. Il meglio del programma prenderà il via già da venerdì 8 dicembre: contemporaneamente, inizieranno la settima edizione de “La Magia del Presepe”, i mercatini natalizi che vestiranno a festa tutto il centro storico e, nella splendida cornice di Palazzo della Bella, aprirà i battenti il Villaggio di Babbo Natale che resterà aperto ogni sabato, tutte le domeniche e nei giorni festivi fino al 5 gennaio 2020.

“Il Natale a Vico è frutto di una stretta e intensa collaborazione tra il Comune di Vico del Gargano, le associazioni socio-culturali Danza e Movimento, Nuova Vico in arte e Nuovi orizzonti, assieme a tutte le confraternite di Vico del Gargano”, ha dichiarato Vincenzo Azzarone, consigliere comunale con delega agli Eventi.

“Ringrazio una ad una le associazioni menzionate, per aver colto con proficua dedizione lo spirito di co-progettazione e condivisione che l’Amministrazione ha fortemente voluto per l’appuntamento del Natale vichese. Ringrazio il sindaco Michele Sementino per la fiducia, l'assessore Rita Selvaggio per la collaborazione, e tutta l'amministrazione per aver supportato il progetto”, ha aggiunto Azzarone. 

IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO. Il 12 dicembre, l’associazione Danza e Movimento sarà protagonista della quarta edizione di “Un magico Natale”, spettacolo tra musica, balli ed esibizioni che si terrà nell’Auditorium Comunale con inizio alle ore 20.30. Fuochi, fiamme e sapori saranno gli ingredienti della serata del 13 dicembre, con “Sagra e Falò di Santa Lucia”, che si terrà a partire dalle ore 19 in Largo Misericordia, a cura della Confraternita di San Pietro.

Sabato 14 e domenica 15 dicembre, a Palazzo della Bella, tornerà il Villaggio di Babbo Natale: centro storico coloratissimo e vestito a festa per i mercatini e “La Magia del Presepe”.

IL NATALE DEI BAMBINI. Il 20 dicembre, bambini protagonisti assoluti dalle ore 19, nell’Auditorium Comunale, per la “Recita di Natale” a cura della Scuola paritaria San Francesco. Nei giorni a seguire, vale a dire il 21-22 e 23 dicembre, la Sala Consiliare dalle 17 alle 19 si trasformerà in una coloratissima “Officina degli Elfi” e nel “Christmas Lab” per i bambini che s’ingegneranno a disegnare, modellare, creare e divertirsi attorno al tema del Natale, impegnandosi insieme e singolarmente con la guida della Scuola paritaria San Francesco.

Bambini protagonisti anche la sera del 21 dicembre, alle ore 18, quando prenderà il via “Arriva Babbo Natale” per le vie del paese con la Banda Musicale Nardini. Sempre il 21 dicembre, ma dalle ore 19, l’Auditorium comunale ospiterà il Concerto di Natale a cura dell’Associazione Bandistica Paolo Rinaldi di Vieste.

I BAMMNEDD E I NERI PER CASO. Il 21 e 22 dicembre, oltre ai mercatini, a “La Magia del Presepe” e al Villaggio di Babbo Natale, ad animare il programma natalizio di Vico del Gargano ci saranno anche “Piccole note di Natale” e il musical “La magia del Natale”.

C’è grande attesa, come ogni anno, per l’antica tradizione de “I bammnedd”, nelle vie del paese a cura delle Confraternite. Il 29 dicembre, alle 20.30, si terrà il concerto gratuito dei Neri per Caso nella Chiesa di San Pietro. Il 30 dicembre, nella Chiesa di San Domenico, ci sarà “Gospel Italian Singer with Josie Taylor” in concerto. Intenso è il programma del 6 gennaio con “Ricichristmas”, i Re Magi itineranti, il concerto dell’Epifania e la premiazione dei presepi a Palazzo della Bella. 

Pubblicato in Manifestazioni

Si è svolta, presso il Comando della Terza Regione Aerea, Quartier Generale Comando Scuole,l’Assemblea dei soci iscritti all’Associazione Arma Aeronautica delle sezioni di Puglia e Basilicata, per l’elezione del nuovo Presidente Regionale che guiderà per i prossimi 4 anni il sodalizio fregiato Aeronautica Militare.

L’Assemblea dell’A.A.A. di Puglia e Basilicata è una delle più rappresentative in Italia. Conta 42 sezioni e sono iscritti oltre 4000 soci, tutti provenienti dai ruoli, specialità, categorie e reparti dell’Aeronautica Militare.

Due i candidati in lizza: il Gen. Domenico Chirico, Presidente della sezione di Bari e il Col. Michele Bettuelli, Presidente della sezione di Jacotenente – Vico del Gargano e Vieste -. Dopo i rispettivi interventi sul programma e sulla vita dell’Associazione Regionale, si è passato alla votazione . Hanno riportato voti: Michele Bettuelli 2136 voti. Domenico Chirico 1682 voti. Il Presidente dell’Assemblea Elettiva, Gen. Vito Masiello, al termine delle operazioni di voto, ha proclamato eletto il Col. Bettuellinuovo Presidente Regionale dell’A.A.A.

Michele Bettuelli resta Presidente della Sezione di Jacotenente. Ha ricoperto, fino all’ ottobre 1990 l’incarico di Capo Servizio Amministrativo presso la Base NATO AWACS di Geilenkirchen (Germania); nel 1995 assegnato al Comitato Organizzatore dei Primi Campionati Mondiali Militari con l’incarico di definire la parte contrattuale delle sponsorizzazioni sull’evento. Dal 1995 al 1998 BudgetingOfficer presso l’Agenzia NATO di Management del Programma AWACS a BRUNSSUM (Olanda); dal 1998 al 2000 Capo del II Ufficio Finanziario. Da Settembre 2000 a Luglio 2004 Capo Sezione Host NationSupport del Comando Operativo di Vertice Interforze (COI).

Oggi, stimato Presidente della Polisportiva San Pietro, impegnato nel diffondere la pratica dello sport nelle fasce giovanili. Recentemente chiamato alla Presidenza Nazionale dell’A.A.A. nel Gruppo di Lavoro con l’incarico di verificare la modifica dello Statuto e/o del Regolamento di Attuazione di alcuni articoli.

Michele Angelicchio

Pubblicato in Personaggi

Le meraviglie pugliesi al FICO tra architetture, natura e sapori con paposce, dolci e agrumi. La delegata Porzia Pinto, la collaborazione col presidente Mario Saponaro e gli altri comuni. Si va verso la costituzione dell’associazione tra i magnifici 11 di tutta la Puglia

 

Tutto in mondo in 11 paesi, i “Borghi più belli di Puglia”, quelli che possono fregiarsi, a pieno titolo, del marchio di qualità e interesse turistico-culturale de “I Borghi più belli d’Italia”: al FICO Eataly World di Bologna, il 22-23 e 24 novembre, Vico del Gargano e gli altri ‘magnifici’ 10 hanno partecipato alla seconda edizione del Festival Nazionale de I Borghi più belli d’Italia. Migliaia di persone, nell’avveniristica struttura bolognese, hanno ammirato (e assaporato) il patrimonio naturalistico, architettonico, culturale e gastronomico di Vico del Gargano, Pietramontecorvino (Fg), Alberona (Fg), Roseto Valfortore (Fg), Bovino (Fg), Locorotondo (Ba), Cisternino (Br), Maruggio (Ta), Otranto (Le), Specchia (Le) e Presicce (Le). La delegazione vichese, guidata dal consigliere comunale delegato Porzia Pinto, a Bologna ha incontrato e lavorato fianco a fianco con il presidente dei Borghi più belli di Puglia Mario Saponaro e i delegati istituzionali di tutti gli 11 Comuni delle diverse province pugliesi. “Con il presidente e tutti gli altri responsabili comunali”, ha annunciato Porzia Pinto, “stiamo lavorando alla costituzione dell’associazione che riunirà gli 11 comuni della Puglia certificati dal marchio e promossi nella rete de I Borghi più belli di Puglia”.

I PRODUTTORI ASSIEME AGLI AMMINISTRATORI. A Bologna, negli spazi dedicati alle meraviglie pugliesi, c’erano le paposce vichesi, l’olio extravergine d’oliva prodotto a Vico, le marmellate d’agrumi dell’unico comune del Gargano a fregiarsi del marchio dei “più belli” e, ancora, i dolci tipici, i prodotti da pasticceria, i biscotti e i prodotti da forno. “Voglio ringraziare tutti i produttori e le realtà aziendali di Vico che hanno fornito gratuitamente il paniere di tipicità promosse a Bologna”, ha aggiunto Porzia Pinto citando Pizzicato, il Biscottificio Nonna Maria, l’Oleificio Fiorentino, Eco del Mare, la pasticceria Dolci Pensieri ed Essenza Garganica. Nel capoluogo emiliano-romagnolo, assieme agli altri comuni, anche Vico del Gargano ha promosso il borgo attraverso materiale informativo, fotografie e video.

NEL SEGNO DELL’ULIVO. Ci sono solo tre elementi che accomunano ciascuno degli undici paesi: il primo è l’ulivo, il secondo è l’appartenenza alla regione da molti giudicata come la più bella del mondo; il terzo è quello di aver deciso, da alcune settimane, di mostrarsi e raccontarsi tutti attraverso un’unica pagina social, quella denominata “Borghi più belli di Puglia” (https://www.facebook.com/Borghi-pi%C3%B9-belli-di-Puglia-113209940116159/). La pagina è stata attivata su facebook lo scorso 2 novembre. In 20 giorni, ha raggiunto circa 100mila persone di 10 Paesi di tutto il mondo: Stati Uniti, Canada, Germania, Regno Unito, Svizzera, Francia, Spagna, Belgio, Egitto e utenti di ogni parte d’Italia.

UN VIAGGIO NEI MAGNIFICI 11. La meraviglia di questi borghi non sta soltanto nella loro bellezza, ma anche nella varietà di paesaggi architettonici, naturalistici e culturali che sono capaci di esprimere. La Puglia, attraverso i suoi “magnifici 11”, è la rappresentazione di tutte le anime del Mediterraneo, di una terra protesa verso altri Paesi, altre culture che qui hanno trovato rifugio e dimora, lasciando e imparando qualcosa, in uno scambio che è diventato crocevia di cultura e bellezza. Nella nuova guida a I Borghi più belli d'Italia, la Puglia inizia a pagina 572. Vico del Gargano è il borgo più a Nord. Del "paese dell'amore", legato al Patrono San Valentino, la guida mette in evidenza come sia "scolpito nella pietra" e si trovi fra due cieli: il mare delle frazioni di San Menaio e Calenella e il verde della Foresta Umbra. E poi il suo centro storico, i riti intensi e coinvolgenti del periodo di Pasqua, gli uliveti a perdita d'occhio, i meravigliosi agrumeti tra mare e montagna.

 i Borghi più belli di Puglia

i delegati dei Borghi Pugliesi

Mario Saponaro presidente Borghi più belli di Puglia il primo da destra

  i prodotti di Vico

Il materiale 07

Il video di Vico con immagini anche sul mare di Calenella e San Menaio

 Vico nella guida dei Borghi più belli della Puglia

 Vico Palazzo della Bella

 

Pubblicato in Notizie

Si mobilitano le donne del Gargano per celebrare il 25 novembre  La Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Al grido “Neanche con un dito” le Associazioni Una Rosa per un Sorriso e Impresa  Piccole Donne, con la collaborazione del Comune di Vico del Gargano, gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Michelangelo – Fiorentino”,  il nucleo volontario della Protezione Civile organizzano due manifestazioni a Vico del Gargano e Rodi Garganico.

 La Giornata riporta all’attenzione delle Istituzioni e dell’opinione pubblica un fenomeno odioso e crudele che non accenna a diminuire. Gli ultimi dati ISTAT riportano: quasi 7 milioni di donne italiane dai 16 ai 70 anni hanno subito almeno una volta nella vita una forma di violenza (20,2% violenza fisica, 21% violenza sessuale con casi nel 5,4% di violenze sessuali gravi, come stupro e tentato stupro).

Numeri sconvolgenti se si considera che a praticare le violenze siano stati partner o ex partner: nel dettaglio, su una cifra di 3 milioni di donne, la violenza è avvenuta nel 5,2% dei casi dall’attuale partner e nel 18,9% dei casi da un ex partner.

Spesso le violenze sfuggono al boom mediatico e alla denuncia,  sono tenute nascoste perché consumate in famiglia. Un lavoro duro e difficile quello delle associazioni di prevenzione, soprattutto quelle garganiche, le quali operano in un contesto chiuso e omertoso.  

Nate nel 2013 l’Impresa Piccole Donne, opera nel settore delle pulizie e nel 2016 Una Rosa per un Sorriso, contano circa 200 iscritte. Le associazioni chiedono l’allargamento della rete dei Centri antiviolenza dove ogni donna sottoposta a violenza fisica e sessuale possa rivolgersi ed ottenere assistenza e protezione legale e materiale. 

La Regione Puglia ha varato un Piano Triennale 2018 – 2020, dotato di un fondo di 11 milioni di euro, destinato alla difesa delle donne, all’aumento dei Centri Antiviolenza, da 25 a 40, al numero telefonico di emergenza 1522.

Il programma della manifestazione garganica “Neanche con un dito” prevede:

Vico del Gargano, Raduno in Villa comunale alle ore 10.30 e corteo con sosta in Piazza San Domenico e distribuzione di gadget ai partecipanti.

Rodi Garganico, ore 17.30 inaugurazione Panchina Rossa, piazza Padre Pio.

Michele Angelicchio

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 34

ReteGargano consiglia...

Reporter della tua città

09 Dicembre 2019 - 15:14:11

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ La forza di essere migliori di Vito Mancuso

Viviamo secondo un modello di sviluppo che adora gli oggetti, non la lettura, la cultura, la partecipazione sociale e politica. Consumiamo, inquiniamo, ma così devastiamo noi…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -