“Il Contratto Istituzionale dello Sviluppo per la provincia di Foggia non ha alcun senso, è privo di una seppur minima visione strategica e unitaria dello sviluppo capace di integrare tutti i territori”. Michele Sementino, sindaco di Vico del Gargano, non usa mezzi termini per bocciare il piano voluto dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. “Il premier ha scelto di finanziare, con quasi 10 milioni di euro, lavori sulla viabilità cittadina di San Giovanni Rotondo. Alla sua città, complessivamente, Conte ha riservato quasi 70 milioni di euro, circa un quarto del totale degli investimenti previsti. Una valanga di soldi concentrata in un unico comune, ma nemmeno un euro per la superstrada e per il Distretto turistico del Gargano”, ha aggiunto Sementino. “Per la provincia di Foggia siamo all’ennesima occasione perduta, purtroppo. E’ sconfortante vedere come un’opportunità per tutta la Capitanata sia stata utilizzata per ‘marcare il territorio’ col manuale dei vecchi volponi della politica. Oltre a questo, però, ci sono anche tanta approssimazione, molto pressapochismo e una concezione tutta propagandistica della politica. Le risorse aggiuntive del Governo sono poche, in molti casi i fondi per alcuni vecchi progetti erano stati già stanziati. Quello che manca è proprio la visione globale dello sviluppo di una provincia. Non sono stati finanziati, tra gli altri progetti accantonati, la Regionale 1 invocata dai Monti Dauni, la superstrada del Gargano, il Distretto turistico e il Distretto agroindustriale: paradossalmente, si tratta proprio dei progetti che avevano una visione d’insieme perché collegavano e integravano territori. Come Comune di Vico del Gargano, abbiamo deciso di presentare un unico progetto, 2 milioni di euro per la riqualificazione del centro storico. Non è nell’elenco dei progetti che saranno finanziati. Si è preferito puntare sulla viabilità di San Giovanni Rotondo, così quando Conte va a trovare parenti e amici ci arriva più comodo”, ha concluso Sementino.

Pubblicato in Politica

Si chiama “Tramonto divino” l’evento, organizzato da Comune di Vico del Gargano e Pro Loco di San Menaio e Calenella, che si terrà sabato 29 giugno 2019, a partire dalle ore 19.30, nella piazza della stazione di San Menaio. Il gastronauta Davide Paolini accompagnerà i partecipanti in un percorso attraverso i sapori autentici del Gargano. Saranno presentati e potranno essere degustati i prodotti tipici dell’area garganica. Oltre a Davide Paolini, interverranno Domenico Cilenti, uno dei migliori chef italiani, e il naturalista Nello Biscotti, entrambi profondi conoscitori e amanti dello straordinario patrimonio culturale e ambientale rappresentato dai prodotti agroalimentari del Gargano. L’evento ha in programma anche un talk show, condotto da Davide Paolini, per far confrontare autorità istituzionali, imprenditori, associazioni e semplici cittadini sulle potenzialità e lo sviluppo del territorio. All’aperitivo di “Tramonto Divino” parteciperanno i produttori del territorio e i rappresentanti delle istituzioni socioeconomiche dell’area garganica.

“Bisogna lavorare insieme, lo diciamo sempre ma da diversi anni, per fortuna, stiamo riuscendo anche a farlo”, ha dichiarato il sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino. “Vico è nel cuore del Gargano, in una posizione centrale anche per caratteristiche, poiché mette insieme il turismo balneare, quello legato ai borghi storici e l’interesse di chi ama la natura e i grandi polmoni verdi come la Foresta Umbra”, ha aggiunto Sementino. “Negli scorsi mesi, abbiamo coinvolto diversi comuni del Gargano nel nostro press tour su San Valentino, mentre nei prossimi giorni presenteremo un progetto che coinvolge altre due città garganiche nella valorizzazione del nostro olio come fattore di sviluppo e elemento che integra l’offerta turistica destagionalizzandola e arricchendola con la professionalità, le eccellenze e la capacità innovativa delle aziende olivicole. Insieme si può fare molto, la logica deve essere quella di ampliare e di includere, di vedersi come un unico territorio capace letteralmente di offrire mari e monti. Il ‘menù’ offerto dal Gargano è difficilmente replicabile in altre parti del mondo, e chiaramente non parlo soltanto di enogastronomia e cucina, ma di borghi, cultura, ambiente, spiritualità, tradizioni che si perdono nella notte dei tempi e che nelle nostre città esprimono un’intensità di partecipazione e un’autenticità di enorme valore. Noi ci crediamo, lo stiamo dimostrando con i fatti, e ne daremo ulteriore testimonianza nei prossimi giorni, quando presenteremo il calendario degli eventi estivi”, ha concluso Sementino.

Pubblicato in Manifestazioni

Arte pubblica a Vico del Gargano. Nel ‘paese dell’Amore”, devoto a San Valentino, presto un’altra opera d’arte arricchirà il già famoso e apprezzato centro storico del borgo. Si tratta di una Sirenetta, una scultura lignea realizzata dall’artista Antonio Sorace. “In realtà”, ha spiegato il sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino, “si tratta di un ritorno”. Ed è proprio così. Nel 2015, in occasione dell’evento “Vivi l’Arte nel Parco”, la splendida e sinuosa ‘donna-sirena’ fu donata al paese e posizionata nel Rione Casale, su un balcone, a indicare l’appartenenza di questo borgo incantato a ‘due cieli’, quello che sovrasta la vicina Foresta Umbra e l’altro, disegnato dalle onde del mare di San Menaio e Calenella. Dopo una fase di restauro, di cui si è occupato personalmente l’artista autore dell’opera, la Sirenetta sta per tornare a Vico del Gargano. Sabato 8 giugno, alle ore 17, si terrà una cerimonia di riconsegna in via Stefanelli 52 (giro esterno nei pressi del locale Orto del Conte") con la partecipazione della "Carovana degli Artisti" presenti a Peschici per il simposio d'arte intitolato Percezioni. "Grazie all'associazione Nuova Vico in Arte", ha spiegato l'assessore alla Cultura Rita Selvaggio, "il nostro borgo torna a essere protagonista di un evento culturale che promuove la bellezza della scultura e il patrimonio architettonico vichese". Ad accogliere la Sirenetta di Vico, oltre all’Amministrazione comunale, ci saranno i 16 protagonisti della “Carovana degli Artisti” e l’associazione promotrice dell’iniziativa, “Nuova Vico in Arte”.

 

CHI E’ ANTONIO SORACE. Antonio Sorace è uno scultore romano molto apprezzato. Le sue opere “sorgono” dalla pietra, dal legno, dalla sua viva passione per la fotografia e l’architettura. Affascinato dai simboli e dai miti che mettono insieme umanità e leggenda, realtà e fantasia, Antonio Sorace ha donato alla Sirenetta di Vico uno slancio e un’energia che, attraverso la materia, riescono a proiettare quell’opera d’arte oltre le dimensioni incatenanti del tempo e dello spazio, superando la distinzione tra ciò che è reale e ciò che, forse, non lo è. E’ uno slancio verso le profondità dell’insondato, diretto verso l’esplorazione di mondi che offrono sogni, opportunità, orizzonti nuovi.

Pubblicato in Cultura
Mercoledì, 05 Giugno 2019 17:39

La sirenetta torna a Vico del Gargano

La nostra Sirenetta torna a casa, pronta a solcare veloce il nostro mare Adriatico, quello di San Menaio.E’ sorella della più celebre e celebrata Sirenetta a guardia del porto di Copenaghen. Somiglia molto alla bella Eline, moglie dello scultore Eduard Eriksen che la rese eterna agli occhi dei marinai e al traffico delle navi. Perse la testa portata via dai Situazionisti in una grigia giornata di nebbia. A quelle latitudini il sole è raro. La nostra invece perse la coda, probabilmente per troppo sole, quello che fa maturare i fichi, i fichidintia, i fiori d’arancio e limoni dei nostri giardini di agrumi, l’ulivo, quello delle nostre estate e delle nostre vacanze. E’ sorella anche di quella pudica Sirenetta che guarda l’sola di Ischia, di fronte Lacco Ameno. Nasconde le sue grazie coprendo i seni con le mani. La nostra invece è sfacciata, non nasconde nulla. Libera e slanciata, è tutta protesa verso le braccia di chi l’accoglie con amore. E’ come la poesia di Gibran. Vico del Gargano, paese dell’amore, non avrebbe accolto con tanto ardore nessuna altra sirenetta se non quella di Antonio Sorace, scultore, in occasione della manifestazione estiva di “ Vivi l’Arte nel Parco, edizione del 2015. Sorace, animatore di quella Casa degli Artisti, infaticabile sulle vie della “ Passeggiata d’arte “ girovago di borghi antichi, quella land art che dalla Gola del Furlo ha portato questo gruppo di artisti marchigiani fin dentro il Parco Nazionale del Gargano, ci riporterà la nostra Sirenetta con la sua bella coda pinnata l’otto giugno. L’Amministrazione comunale prepara una cerimonia di “ ritorno “ e di riposizione nel cuore del Centro Storico di Vico del Gargano, a guardia del Borgo più Bello d’Italia, accogliendo la nutrita compagnia della Carovana degli Artisti in occasione del X Simposio d’Arte “ Percezioni “ che si svolgerà nelle vie di Peschici. Il sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino, e l’assessore alla Cultura, Rita Selvaggio, aspettano il ritorno a casa della nostra Sirenetta: "Grazie all'associazione Nuova Vico in Arte" - ha spiegato l'assessore -il nostro borgo torna a essere protagonista di un evento culturale che promuove la bellezza della scultura e il patrimonio architettonico vichese". Alle parole di apprezzamento di Rita voglio aggiungere anche le mie – dice il Sindaco - ringraziando l'associazione Nuova Vico in Arte per questa nuova opportunità. Mercoledì 8 giugno daremo il nostro benvenuto agli artisti. Bentornata Sirenetta!” Michele Angelicchio
Pubblicato in Società
Grandioso lavoro di squadra dell'associazione "Nuovi Orizzonti di Vico del Gargano" che si aggiudica la prima tappa pugliese della II Edizione di “Miss Whell Chair” : un concorso di bellezza per ragazze in "carrozzina". L'evento, che si terrà il 12 Agosto 2019 presso "piazza San Domenico" Vico del Gargano (FG) , si pone come obiettivo quello di sensibilizzare ed abbattere le barriere architettoniche che, molto spesso, fungono da ostacolo. I requisiti per partecipare alla tappa sono: -età compresa tra 16-40 anni -cittadinanza italiana o con doppio passaporto - avere capacità di intendere e di volere - avere una taglia non superiore alla 48. La vincitrice accederà di diritto alla finale del concorso che si terrà ad Ottaviano (Na); inoltre verranno attribuite fasce di: -MISS FOTOGENICA -MISS SORRISO -MISS ELEGANZA. Ogni titolo conquistato ed il nome della rispettiva concorrente vincitrice rimarrà nell'albo d'oro ufficiale della manifestazione per gli anni a venire. Per chi fosse interessata, puo’ contattare la pagina FB "Associzione nuovi orizzonti Vico del Gargano"oppure contattare: Filippo 347 895 4137 Teresa 327 387 5484 LA DISABILITÀ NON È UN ANTITESI DI BELLEZZA.
Pubblicato in Società

Con deliberazione del Presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta, è stato approvato il progetto definitivo per i “Lavori di manutenzione straordinaria dell’area esterna, aule e palestra dell’Istituto Publio Virgilio Marone di Vico del Gargano”.

“E’ un’ottima notizia”, ha commentato Michele Sementino, sindaco di Vico del Gargano. “In questo modo, ci avviamo a completare la programmazione per quanto riguarda manutenzione, funzionalità e ammodernamento degli istituti scolastici vichesi”, ha aggiunto il primo cittadino. Con gli interventi previsti, sarà ultimato il completamento funzionale del plesso, finalizzato al potenziamento del confort degli spazi posti al primo piano della palestra. I lavori, inoltre, miglioreranno la fruizione delle aree comuni esterne, attraverso il potenziamento della viabilità carrabile e pedonale, con la realizzazione di nuove recinzioni perimetrali e ingressi carrabili e pedonali di affaccio sulla strada comunale.

L’ammontare complessivo dell’investimento per il completamento dei lavori è pari a circa 130mila euro.

UNA SCUOLA D’ECCELLENZA. “Il Liceo Publio Virgilio Marone è un’eccellenza di Vico del Gargano. La professionalità della dirigenza, la qualità e sensibilità dei docenti e del personale a servizio della struttura ne fanno un vanto per la nostra Comunità. Studentesse e studenti, quest’anno, si sono particolarmente distinti per una serie di attività di rilievo nazionale e internazionale, come la partecipazione da protagonisti alle giornate di sensibilizzazione contro tutte le mafie andata in scena recentemente a Palermo”, ha aggiunto Michele Sementino.

L’INVESTIMENTO NELLA CULTURA. Alle parole del sindaco, si aggiungono quelle di Rita Selvaggio, assessore comunale alla Pubblica Istruzione e alla Cultura. “Con il sindaco e, naturalmente, assieme alla squadra degli assessori e dei consiglieri comunali, con il contributo di dirigenti e personale del Comune di Vico, si sta portando avanti una programmazione di assoluto rilievo per supportare la crescita delle nostre scuole, il potenziamento delle loro strutture, il sostegno alle iniziative che aiutano le nostre ragazze e i nostri ragazzi a trarre il meglio dal sistema scolastico”, ha dichiarato Rita Selvaggio.  

Pubblicato in Società

Il Convegno su “ Allergie e Intolleranze “, organizzato dalla Pro Loco San Menaio e Calenella, con la collaborazione del Comune di Vico del Gargano, che si terrà sabato 25 maggio, alle ore 09.00, presso Hotel Orchidea Blu, affronta un tema sensibile e attuale per la salute delle persone in generale e per i bambini in particolare. Il rapido e crescente numero di persone colpite da allergie e intolleranze alimentari pone la scienza medica di fronte a nuovi percorsi diagnostici terapeutici basati su principi di efficacia e appropriatezza a garanzia della salute dell’assistito e della collettività. –

INTERVENGONO - Dopo il saluto delle Autorità e l’introduzione del dr: Bruno GRANIERI (General Menager Orchidea Blu e Presidente Pro Loco San Menaio e Calenella) .Prof. Carmine PANELLA (Ordinario di Gastroenterologia) “ Inquadramento clinico delle Allergie e Intolleranze Alimentari “ -dr Luigi URBANO (Direttore Dipartimento di Prevenzione ASL FG) “ I Controlli Ufficiali “ -dr Leonardo CAROSIELLI (Phd Direttore SIAV B ASL FG. Ininsegnamento al Cdl in Dietistica Medicina e Chirurgia Università di Foggia) “ Solfiti negli Alimenti e Sicurezza Alimentare – Riscontro in prodotti carnei freschi.” - Michele PUPILLO (Presidente provinciale CNA) “ Le imprese, il rispetto delle norme sulla sicurezza alimentare e il mercato.” MODERA: Michele Angelicchio ( Collaboratore del Quotidiano l’ATTACCO )

Pubblicato in Sanità
Mercoledì, 22 Maggio 2019 17:15

Vico/ Il Gargano sotto i riflettori...

Repetita iuvant, tradotta letteralmente, significa "le cose ripetute aiutano". Il Gargano, il cinema e la «settima arte»: un connubio storico e strategico, una valenza culturale, turistica e di promozione del territorio, un vero volano di sviluppo. Ne avevamo parlato con l’ausilio di una mostra nella sala consiliare, qualche anno fa. Alcuni appunti carpiti dall’interessante libro della prof.ssa Anna Maria Renzetti, «Il Gargano sotto i riflettori», offrono spunti di riflessione e slanci emotivi di positività ad un progetto «calzante» per il nostro territorio, quel Gargano, terra globale, che ho definito «set a cielo aperto» e che continua a stupire registi, produttori e attori di ogni genere. Non siamo una semplice location, non siamo solo uno spazio utile per riprendere in digitale, siamo «oltre». Siamo profumi, sapori, culture poliedriche, scene al naturale, tramonti, spiagge, mare policromo, orchidee spontanee, limoni affollati nelle zagare. E ancora, laghi, montagne, sacri riti, santi patroni e chiese infinite. Purtroppo, siamo anche assetati nel deserto della povertà intellettuale che avanza e che rinnega un passato di grande spessore culturale, seppellito dall’incuria e dall’oblio. Siamo quello che siamo, non possiamo (?) e non tentiamo di cambiare. Dobbiamo fare leva su ciò che madre natura, generosamente, ci ha lasciato e che per anni, i nostri avi hanno custodito gelosamente. Il rapporto cinema-Gargano non deve essere solo un «motivo in più» per un turismo mordi e fuggi, sarebbe riduttivo e poco auspicabile. Deve diventare, con l’aiuto di chi decide le dinamiche di un paese, un valore aggiunto. Molto più che un semplice segno «più». Perché se è vero che l’economia trainante spinge più di cento cavalli, è anche vero che un’identità culturale di spessore internazionale, costruita intorno a stereotipi arcaici e tradizionali, autentici tesori, può diventare più redditizia di qualsiasi operazione commerciale. Dobbiamo immaginare che sin dal 1927, la «Garganica film», la società che ha prodotto il film muto «L’intrusa - Una straniera a San Menaio», pensò di promuovere il territorio «illuminando» l’allora sconosciuto Gargano, con una pellicola (purtroppo mai rinvenuta) che «raccontasse» con le immagini le bellezze di un luogo bellissimo e incontaminato. Tema «turistico» o quello del sacro? Natura primordiale o pietre scolpite del borgo antico? Fiction o docufilm? Abbiamo tantissimi argomenti per convincere produttori e registi, ma la chiave resta sempre la volontà, la capacità di programmare e pianificare, l’organizzazione di una squadra di professionisti ancor prima di un progetto di lungo respiro che può coinvolgere l’intero paese. Vi lascio con le indimenticabili locandine esposte in vari paesi dalla Pro Loco di Vico, con l’aiuto dell’amico Mimì Lombardi.

Michele Lauriola

fuoriporta.info

Pubblicato in Cultura
Un fenomeno ancora vivo e che trova sponda anche nelle nostre terre; lo sfruttamento del lavoro, lo stretto legame tra globalizzazione delle campagne e mercati agroalimentari europei, i legami che le organizzazioni criminali controllano e condizionano. Affronteremo l’argomento con Fiammetta Fanizza, docente presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Foggia, autrice del saggio 'CAPORALATO an authentic agromafia', scritto anche con il sociologo Marco Omizzolo. Nel corso dell’incontro sarà presente l’on. Elena Gentile, candidata al Parlamento Europeo nelle prossime elezioni del 26 maggio nella lista del PD . A moderare l’incontro il dott. Mario D’Altilia.
Pubblicato in Politica

Un fenomeno ancora vivo e che trova sponda anche nelle nostre terre; lo sfruttamento del lavoro, lo stretto legame tra globalizzazione delle campagne e mercati agroalimentari europei, i legami che le organizzazioni criminali controllano e condizionano.

Affronteremo l’argomento con Fiammetta Fanizza, docente presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Foggia, autrice del saggio 'CAPORALATO an authentic agromafia', scritto anche con il sociologo Marco Omizzolo

Nel corso dell’incontro sarà presente l’on. Elena Gentile, candidata al Parlamento Europeo nelle prossime elezioni del 26 maggio nella lista del PD .

A moderare l’incontro il dott. Mario D’Altilia.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 27

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -