Martedì, 05 Novembre 2019 09:13

Manfredonia/ L’ex nautico è una discarica

Doveva diventare sede della Caserma dei Carabinieri e del Commis­sariato di Polizia, invece, per ironia del de­stino, ciò che avrebbe dovuto essere il luogo di massima sicurezza della città è oggi uno dei posti più pericolosi dal punto di vista igienico e per lo stato preoccupante in cui versa. Il riferimento è all’ormai ex Istituto Nautico Gen. Francesco Rotondi di via Dante Alighieri a Manfredonia che, nel lontano 2011, fu ab­bandonato in tutta fretta da docenti e studenti, che si trasferirono nell’attuale sede del po­livalente (in zona ANAS), per lasciar spazio al progetto di una Cittadella della Sicurezza.

Per alcuni armi molte associazioni hanno utiliz­zato i locali dell’istituto per le attività di pre­parazione delle sfilate, ma l’opera incessante dei vandali ha reso gli interni del plesso ormai inutilizzabili e pericolosi. Anche da situazione esterna e pertinente alla scuola non è da meno e l’edificio, con quei vetri rotti alle finestre e le erbacce e i rifiuti di ogni tipo, water compresi, che l’avviluppano e che l’hanno trasformato in una discarica a cielo aperto, pare essere il set di un film horror a cui calzerebbe a pennello il titolo ‘Non aprite quel cancello’.

Ma ‘chi’ do­veva fare ‘cosa’? Il plesso è di proprietà del Comune che lo ha fatto costruire con fondi straordinari anni alcuni decenni fa dandolo in gestione alla Provincia di Foggia per renderlo' sede dell’istituto nautico. Nel 2011 il Comune ne è tornato in possesso per adibirlo a Cit­tadella della Sicurezza, d’intesa con la Que­stura di Foggia ed il Comando provinciale dei carabinieri. Nel febbraio 2018 il Comune di Manfredonia ha fatto richiesto al Ministero degli Interni di interventi di manutenzione straordinaria per l’adeguamento sismico del­l'edificio, ma con decreto interministeriale è stato escluso dal finanziamento per l'anno 2018 con possibilità di essere incluso in gradua­toria per gli anni 2019-2020.

Ora che l’am­ministrazione, che aveva seguito passo passo la questione, non c’è più, chi se ne occuperà? Perché lasciare abbandonato un edificio così imponente? Ed al contempo, perché le forze dell’ordine che tanto fanno per questo ter­ritorio non possono avere una sede adeguata? Ad oggi, è bene ricordarlo, sia i carabinieri che la polizia di Manfredonia si trovano all’in- temo di edifici nati come abitazioni e non per ospitare coloro che ogni giorno garantiscono la nostra sicurezza, con tutto ciò che a livello logistico questo comporta.

Dopo le dimissioni, l’ex sindaco Angelo Riccardi ha inviato una missiva al commissario straordinario Vitto­rio Piscitelli, a cui pare non esserci mai stato seguito, dove lo stesso chiedeva di candidare nel contratto istituzionale la Cittadella della Sicurezza per far sì che finalmente si possano reperire i fondi per gli adeguamenti che la struttura richiede. Al commissario, dunque, l’appello affinché possa prendere in mano le redini della questione inerente l’ex Nautico, per far sì che Polizia e Carabinieri possano avere finalmente una sede degna e che quell’area, ormai abbandonata e preda dei vandali, non sia più utilizzata come discarica abusiva.

mtv

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ReteGargano consiglia...

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -