banner_Edicola Mastromatteo
Lunedì, 24 Febbraio 2020 10:26

24 Febbraio/ APRIRE GLI OCCHI

La biblioteca è il luogo ove i morti aprono gli occhi ai vivi.

ANONIMO

Nonostante le tante parole, progetti, proclami riguardanti la scuo­la e la sua riforma, l'Italia rimane ben insediata negli ultimi posti in Europa per livello culturale. Esperienza triste e amara se si pensa a quel passato che non ci vergogniamo di ignorare e talvolta di calpe­stare (basti vedere come abbiamo ridotto il paesaggio, devastato tanti beni artistici, depredato e umiliato aree storiche).

La lettura, poi, è un esercizio raro, dato che il nostro nervo ottico è destinato or­mai a lavorare quasi esclusivamente per la televisione. Ho, così, vo­luto riproporre una frase che - stando a quanto mi diceva il bibliote­cario dell'Escorial spagnolo - è incisa sul frontone della biblioteca pubblica della città di Murcia, nel Sud della Spagna.

Nei libri, infatti, sono i morti che interpellano noi, vivi, costrin­gendoci a scoprire il senso della realtà, a riflettere sul mistero che è in noi, a cercare nelle cose e negli eventi il loro segreto profondo.

Lo scrittore francese Gustave Flaubert (1821-80) ammoniva: «Non leg­gete, come fanno i bambini, solo per divertirvi o, come fanno gli am­biziosi, solo per istruirvi e far bella figura. No, leggete per vivere».

La vera lettura suppone, quindi, una scelta tra la valanga cartacea ma impone soprattutto un vigoroso esercizio della mente e del cuo­re, perché si scopra nelle pagine quella fiamma che ci illumina sul si­gnificato della vita e che ci offre una risposta al seme delle domande che germoglia nell'anima. E, in particolare, non dimentichiamo il Li­bro per eccellenza, la Bibbia appunto, «grande codice» della nostra cultura ma anche «lampada per i passi» nel cammino della vita.

Gianfranco Ravasi

ReteGargano consiglia...

Lucatelli arredamento

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -