Sono entrati in un bar con pistole in pugno e un fucile, con il volto coperto da maschere di carnevale. E’ accaduto la scorsa notte in un bar di Corso Giannone a Cagnano Varano, nel Foggiano. I malviventi, tre armati di pistola e uno di fucile, hanno fatto irruzione poco dopo la mezzanotte, costringendo il titolare a farsi consegnare l’incasso della serata, circa 200 euro.

Subito dopo sono fuggiti, facendo perdere le proprie tracce. Sono intervenuti i Carabinieri, che hanno avviato le indagini e hanno acquisito i filmati delle telecamere di sicurezza del locale nel tentativo di identificare gli autori.

Pubblicato in Cronaca

Per il maresciallo maggiore dei Carabinieri, vice comandante della locale stazione Vincenzo Carlo Di Gennaro barbaramente ucciso a Cagnano Varano il 13 aprile 2019 a 46 anni da Giuseppe Papantuono, durante un normale controllo, dopo la intitolazione del larghetto nel cuore della città di San Severo del luglio scorso, da ieri anche il Palasport del Comune di Cagnano Varano porta il suo nome: PalaDiGennaro, con la “o” finale in tricolore. “Oggi siamo qui per esercitare il nostro diritto-dovere alla memoria” le toccanti parole del sindaco Claudio Costanzucci, visibilmente emozionato dinanzi alla folta platea – in prima fila il padre Luigi (“qui vive mio figlio”), la fidanzata Stefania e la sorella Lucia dello sfortunato militare caduto in servizio - che ha gremito la struttura sportiva inaugurata nel dicembre 2017 sempre da Costanzucci dopo 22 anni di attesa. “Cagnano Varano non ha dimenticato il maresciallo Di Gennaro. Ma soprattutto non ha dimenticato Vincenzo –ha incalzato Costanzucci- non lo hanno dimenticato le istituzioni locali, non lo hanno dimenticato le migliaia di cittadini onesti che la sera stessa si sono radunati spontaneamente ed hanno attraversato silenziosamente le vie della città fino alla caserma. Un silenzio mai così assordante, significativo del genuino sentimento di dolore provato dai cittadini che qui mi onoro di rappresentare.” Rispettato in pieno il programma stilato alla vigilia: alle 10 c’è stato l’arrivo delle autorità e l’accoglienza da parte del primo cittadino di Cagnano Varano presso la parrocchia San Francesco d’Assisi, dove è stata poi celebrata la Santa Messa officiata dall’arcivescovo Padre Franco Moscone. Il quale nell’omelia si è soffermato sulla pericolosità derivante dalla detenzione delle armi da parte dei cittadini ed ha citato come esempio (in negativo) gli Stati Uniti d’America dove ai cittadini è consentito possedere delle armi, con il risultato che l’America oggi è – ha sottolineato l’arcivescovo- il paese con il maggior numero di morti assassinati a causa proprio delle armi detenute dagli stessi cittadini americani. Al termine della funzione religiosa il trasferimento presso il Palasport per il momento clou ovvero la scopritura della targa posta sul lato dell’ingresso della struttura, fissata per le ore 11.30. Una targa in memoria del maresciallo assassinato sul lavoro. Tutto l’evento è stato accompagnato dall’orchestra IC Nicola D’Apolito “Musicando”. Alla cerimonia oltre al sindaco, erano presenti numerosi sindaci della zona, il presidente dell’ente Parco nazionale del Gargano Pasquale Pazienza, il vescovo Padre Franco Moscone, il generale di corpo d’armata Vittorio Tomasoni, il comandante provinciale dei Carabinieri Nicola Lorenzon e l’assessore allo sport della Regione Puglia Raffaele Piemontese. “E’ bello – ha rimarcato quest’ultimo- che una struttura dove possano incontrarsi bambini, ragazzi, giovani, adulti e anziani porti il nome di Vincenzo, grande uomo e grande carabiniere”. Ieri si è così concretizzato quell’annuncio dato dal sindaco Costanzucci sette mesi fa, subito dopo i solenni funerali (si svolsero qualche giorno dopo il barbaro omicidio del 13 aprile): dedicheremo il Palazzetto alla memoria di Di Gennaro. Da ieri quella targa posta sulla facciata del Palasport ricorda a chiunque – atleti e spettatori- l’immane sacrificio del maresciallo maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro (in quel tragico episodio rimase ferito il carabiniere Pasquale Casertano che era con lui, rientrato dopo la lunga convalescenza al lavoro), medaglia d’oro al valoro civile.

IMG 20191120 WA2

IMG 20191120 WA3

IMG 20191120 WA4

 

Pubblicato in Manifestazioni

Il sindaco, la Giunta e l'Amministrazione Comunale sono lieti di invitare la cittadinanza, questa mattina, alla cerimonia di intitolazione del Palazzetto dello Sport di Cagnano Varano in onore del Maresciallo Maggiore dell'Arma dei Carabinieri Vincenzo Carlo Di Gennaro, ucciso da un pregiudicato lo scorso aprile.

Ecco il programma della cerimonia:

ore 10.00 : arrivo delle autorità e accoglienza del Sindaco Claudio Costanzucci Paolino presso la parrocchia San Francesco d'Assisi;

ore 10.30: Celebrazione della Santa Messa;

ore 11.30: Spostamento a piedi al Palazzetto dello Sport con scopertura della targa in memoria del Maresciallo Maggiore Carlo Di Gennaro e intervento delle autorità militari e civili con la partecipazione dell'Orchestra IC Nicola D'Apolito 'Musicando'

Pubblicato in Personaggi

  Domenica mattina in località Isola Varano è stata inaugurata la passerella per disabili che finalmente consente a persone con difficoltà fisiche di accedere alla spiaggia del litorale nord, attraversando la riserva naturale.

L’opera è finanziata e progettata dall’Ente Parco Nazionale del Gargano e la sua apertura al pubblico ha visto la partecipazione del sindaco di Cagnano Varano Claudio, Costanzucci Paolino, di Pasquale Pazienza, Presidente del Parco Nazionale del Gargano, della direttrice dell’Ente Carmela Strizzi e del comandante del reparto Biodiversità dei Carabinieri della Foresta Umbra, Claudio Angeloro.

Un momento per noi bellissimo per un'opera fortemente voluta dall'Ente Parco - commenta Costanzucci- Siamo nel Comune di Cagnano Varano però è un’opera per tutte le comunità della zona. Opere come queste fanno sì che il territorio sia fruito in maniera agevole da tutti i cittadini. La passerella facilità l'inclusione dei disabili, dà loro la possibilità di fruire della bellezza del mare e della spiaggia, e faremo in modo che anche quello che è al di là, alla fine della passerella, in attesa di stabilimenti balneari attrezzati da questo punto di vista, sia fruibile. Ci attiveremo come Comune per far sì che le persone con difficoltà psicomotoria possano anche fare il bagno, entrare proprio in acqua, e fare un'esperienza che molti di loro purtroppo non hanno mai fatto o fatto poche volte.

Costanzucci ha ringraziato l'Ente Parco “per aver pensato a quest'opera, un Ente Parco che ho avuto l'onore di rappresentare per due anni come Presidente facente funzione e  apprezzo l’intenzione del Presidente di proseguire questo lavoro, con una visione molto sensibile agli aspetti della disabilità.

Vogliamo che quest’opera sia un passo in avanti rispetto alla tutela del territorio e alla legalità e noi come comune di Cagnano ci impegneremo insieme ai cittadini affinché l'opera venga fruita - conclude Costanzucci - Custodirla è compito di tutti: dal sindaco ai cittadini”.

Pubblicato in Società

Domenica 10 novembre 2019 è in calendario la tanto attesa inaugurazione della passerella per disabili all’Isola di Varano. L’appuntamento è fissato per le ore 10,30 del mattino. Quella passerella rappresenta un traguardo fortemente voluto dall’ente Parco nazionale del Gargano, che – non a caso - ha provveduto a finanziare l’opera.

La scaletta della sobria cerimonia prevede in apertura i saluti del sindaco Claudio Costanzucci (attuale vicepresidente dell’area protetta), e in progressionegli interventi di Pasquale Pazienza, neo presidente dell’ente Parco (in carica dal 7 agosto 2019 e lo sarà fino alla stessa data del 2024) e di Claudio Angeloro, colonello Raggruppamento Carabinieri Biodiversità. Al grido “tutti al mare! senza frontiere senza barriere”, il Gargano si arricchisce così, grazie all’ente Parco, di una nuova struttura a sostegno “dei meno fortunati”: una passerella -lunga 290 metri- in legno (e relativo sentiero in “terre solide”) che permetterà di raggiungere con facilità un tratto del litorale dell’Isola di Varano, nel Comune di Cagnano Varano, rendendolo così fruibile anche ai “portatori di handicap”.

Sul percorso sono state infatti installate delle tabelle in braille per facilitare l’accesso e la comprensione della zona a persone con deficit visivo.L’ente Parco mostra, finanziando l’opera, la giusta sensibilità e ladoverosa attenzione verso il tema della mobilità ed accessibilità per i disabili, che in una società civile deve essere la priorità. Come spiega del resto, e molto bene, la cornice motivazionale riportata sul tazebao dell’evento che recita.

“Per godere e vivere l’ambiente in tutte le sue forme occorre abbattere tutte le barriere, da quelle architettoniche a quelle culturali. Il turismo rappresenta una esperienza importante per il benessere psicofisico della persona, un’occasione di arricchimento culturale e sociale, che consente di aprirsi alla conoscenza di nuove realtà, in un’ottica sempre più globale. Il Turismo Accessibile deve essere attento ai bisogni di tutti con una qualità dell’offerta molto alta, capace di trasformare il viaggio, anche per chi è più in difficoltà, in una vacanza con effetti positivi.” Proprio quello cui punta il Parco nazionale del Gargano che mira ad estendere ed ampliare la accessibilità e la fruibilitàdella Montagna del Sole a tutti: anche e soprattutto ai “meno fortunati”.

Francesco Trotta

Pubblicato in Società

La giornata dedicata al millenario culto di San Michele Arcangelo, quella del 29 settembre, diventa l'occasione per conoscere il Gargano segreto.
A Cagnano Varano, infatti, è prevista una visita guidata che permetterà di immergersi nella storia del Gargano attraverso le sue grotte, usate dall'uomo come abitazioni, luoghi di lavoro e per praticare culti. Quello di domenica sarà un percorso a tappe nella storia dell'uomo dalla preistoria ai giorni nostri: si comincerà dalla grotta di Tommasone che, grazie ad alcuni graffiti, testimonia la presenza dell'uomo qui da decine di migliaia di anni per poi proseguire ai "Pannoni", inaspettate grotte a picco sul Lago di Varano utilizzate nel medioevo come abitazioni e luoghi di ricovero degli attrezzi da pesca; il tour si concluderà nella Grotta di San Michele Arcangelo di Cagnano Varano, meno nota di quella di Monte Sant'Angelo ma ugualmente suggestiva e frequentata persino dalla preistoria. Con la guida turistica Domenico Antonacci, dunque, si conoscerà meglio l'intricato culto di San Michele Arcangelo, protettore della Provincia di Foggia (ne è il simbolo ufficiale) e sintesi del sincretismo tra cristianesimo e religioni pagane, capo delle milizie celesti e colui che, secondo le credenze popolari, combatte il diavolo nelle grotte del Gargano.
La visita guidata si svolgerà nella mattinata, non richiede preparazione fisica specifica ed è adatta anche a famiglie e bambini.
Informazioni al 3931753151.

Pubblicato in Manifestazioni

L'occasione è la seconda edizione della Varanea  in programma il 18 e il 19 agosto in località Bagno di Varano.
Vivremo insieme due intensi giorni di attività, scoperte, assaggi, musica.
Con il Parco Nazionale del Gargano, i Comuni di Cagnano Varano e Ischitella, l'associazione Cuochi Gargano e Capitanata abbiamo definito un ricco e interessante programma di attività.
Vi aspettiamo in riva al lago di Varano.

Domenica 18 Agosto
ore 9.00 - trasferimento in barca da Capojale per Bagno di Varano
ore 10.00 - apertura del Museo della Civiltà Contadina in località Bagno di Varano
ore 10.00 - inaugurazione della mostra fotografica “I Laghi di Varano e Lesina” a cura di Giovanni Fiorentino
ORE 10.00 - inizio dell’estemporanea di pittura “Lago, io ti vedo così” 
ore 10.30 - partenza in barca da Bagno di Varano alla scoperta della costa del lago
ore 10.30 - passeggiate in riva al lago e visite guidate ai “Pannoni” e “la Tufara”
ore 12.30 - degustazione enogastronomica di prodotti locali
ore 15.30 - partenza da Bagno di Varano alla scoperta della costa del lago con destinazione San Nicola Imbuti
ore 16.30 - Aquiloni in volo e musica in riva al lago a San Nicola Imbuti
ore 18.00 - dimostrazione tecniche di pesca in laguna a Bagno di Varano
ore 18.30 - a Bagno di Varano incontro di animazione territoriale sul tema del miglioramento ambientale del lago di Varano e le connesse opportunità di lavoro, a cura dell’Ente Parco Nazionale del Gargano e progetto SAC-SISTEMI AMBIENTALI E CULTURALI
a seguire - proiezione del documentario sul Parco Nazionale del Gargano e i Laghi di Varano e Lesina a cura di Giovanni Fiorentino
ore 19.30 - Showcooking e degustazione a base di prodotti locali e vincotto di fichi
a seguire - Spettacolo musicale
ore 23.00 - Lanterne in volo a Bagno di Varano

Lunedì 19 Agosto
ore 9.00 - trasferimento in barca da Capojale per Bagno di Varano
ore 10.00 - apertura del Museo della Civiltà Contadina in località Bagno di Varano
ore 10.30 - partenza in barca da Bagno di Varano alla scoperta della costa del lago
ore 10.30 - passeggiate in riva al lago e visite guidate ai “Pannoni” e “la Tufara”
ore 13.00 - degustazione enogastronomica di prodotti locali. 
ore 15.00 - tour nel Lago con imbarcazioni in partenza da Bagno di Varano
ore 15.30 - partenza da Bagno di Varano alla scoperta della costa del lago con destinazione San Nicola Imbuti
ore 17.00 - partenza della processione nel lago da San Nicola Imbuti a Bagno di Varano
ore 19.00 - a Bagno di Varano videomapping artistico
ore 20.00 - Showcooking e degustazione a base di prodotti locali e vincotto di fichi
ore 21.00 - concerto finale con il “Parisi Quintet Social Club”
ore 24.00 - spettacolo di luci e colori nel Lago

Pubblicato in Manifestazioni
Venerdì, 16 Agosto 2019 09:40

Sagra delle Cozze a Capojale il 17 Agosto

Ritorna il consueto e atteso evento estivo della Sagra delle Cozze che si svolgerà Sabato 17 Agosto a Capojale, presso il Piazzale della Pesa.

Giunge alla diciottesima edizione la Sagra delle Cozze, una manifestazione conclamata e sempre presente nel palinsesto di eventi estivi della comunità di Cagnano Varano che ogni anno si celebra nella località balneare di Capojale.

L’evento è organizzato dalla Pro Loco di Cagnano Varano ed ha l’obiettivo di valorizzare il mitilo, prodotto che riveste un ruolo fondamentale nel settore economico legato alla pesca del paese.

Alle 17.30 si svolgerà la processione della Madonna delle Grazie in mare con visita guidata agli allevamenti delle cozze, benedizione degli impianti e dei natati; a seguire alle 19.30 inizierà la gara dei sandali, una tradizione dei pescatori che continua a tramandarsi negli anni.

Alle 20.00 ci sarà l’apertura degli stand gastronomici che offriranno numerosi piatti a base di cozze, alcuni tipici della tradizione culinaria garganica altri più innovativi, per dar vita ad un vero trionfo di sapori.

La serata sarà condita con buona musica live ed intrattenimento per offrire un piacevole momento estivo all’insegna del gusto e della tradizione.

Pubblicato in Manifestazioni

La gara agonistica è organizzata dai tesserati e volontari del Veloclub Carpino Runners, ed è riservata ai tesserati Fidal, Enti di Promozione Sportiva e possessori di Runcard e si svolge ininterrottamente sin dal 1987, una delle gare più antiche nel panorama sportivo meridionale e nazionale. La manifestazione è patrocinata dai Comuni di Carpino e Cagnano Varano, oltre che dal Parco Nazionale del Gargano. Con il passare degli anni, la stessa è diventato un appuntamento irrinunciabile per i podisti foggiani e pugliesi, nonchè per i numerosissimi appassionati provenienti da ogni parte d'Italia, che trascorrono un periodo di vacanze sul nostro meraviglioso ed accogliente territorio Garganico. Uno dei motivi per i quali gli atleti rinnovano la partecipazione alla Maratonina dei 2 Colli, è lo stupendo e naturale paesaggio, con visioni mozzafiato sul lago di Varano, sul mare Adriatico e sulle Isole Tremiti, attraversando una dei posti più suggestivi e frequentati del Parco Nazionale del Gargano. La dura gara, viene compensata, arrivati a Carpino, dalla stupefacente e meravigliosa accoglienza della popolazione del centro Garganico, che ogni anno attende il realizzarsi della manifestazione e da un abbondante e fresco frutta Party, magistralmente organizzato daill'Associazione Cuochi di Capitanata,  dagli amici irrinunciabili Mario Falco e Matteo Sanzone. Alle 17,30, un'ora prima della partenza della Maratonina, ci sarà la camminata, sullo stesso percorso, ad andatura libera, riservata a tutte le persone che vogliono liberamente ammirare e vivere una giornata di amicizia e di sport. La Maratonina dei 2 Colli, è intitolata alla memoria di Michele Di Perna, nostro amato concittadino, trasferitosi in Toscana, precursore del podismo a Carpino ed in Capitanata, prematuramente scomparso il 2 giugno del 2018. Dopo le premiazioni dei vincitori e partecipanti, oltre che dei ragazzi per le gare promozionali giovanili, in Piazza del Popolo a Carpino, a cura del Veloclub Carpino Runners, ci sarà l'esibizione della BandOrchestra  di 9   elementi "La mmuina". Abbinata alla Maratonina, vi è anche una lotteria a premi, regolarmente autorizzata dalla Agenzia delle Entrate e dei Monopoli di Foggia. Nel ringraziare tutti per l'aiuto ed il sostegno dato alla manifestazione, si invita la gentile cittadinanza Carpinese a non usare dalle 19,00 alle 20,30 di sabato 17 agosto 2019, gli automotomezzi, ma a vivere appassionatamente un pomeriggio di sport e serena amicizia. Ne abbiamo bisogno un po tutti quanti !

Per qualsiasi informazione chiamare il 333/4267454.

Pubblicato in Sport

Prove tecniche di presidenza per Pasquale Pazienza, l’economista ambientale foggiano di 50 anni, designato dal ministro dell’Ambien­te Sergio Costa alla guida dell’ente Parco Nazionale del Gargano per il prossimo quinquennio (2019-2024). Nei giorni scorsi il presidente ha partecipato all’ultima serata di MareterraMia all’ex idroscalo Imbuti a Cagnano Varano. Presenti anche la direttrice facente funzioni dell’area protetta Carmela Strizzi, i componenti del consiglio direttivo Michele Merla (sin­daco piddino di San Marco in Lamis) e Pasquale Coccia (assessore ente Parco) nonché il vicepresidente Claudio Costanzucci (sindaco piddino di Cagnano Va­rano). Quest’ultimo, in attesa dell’insediamento ufficiale di Pazienza (previsto per la prima decade di settembre prossimo) continuerà a ricoprire il ruolo di reggente dell’ente (lo fa dall’aprile 2017 quando uscì definitivamente di scena il sipontino Stefano Pecorella dopo sette anni di mandato, due da commissario e cinque da presidente). “E’ stato un in­contro cordiale. Lo aspettiamo a Monte Sant’Angelo per lavorare insieme allo scopo di tutelare il nostro amato Gargano” ha dichiarato l’assessore Pasquale Coccia che forma - con Claudio Costanzucci - la giunta esecutiva dell’ente. Il percorso per la nomina definitiva del docente universitario al vertice dell’area protetta negli ultimi giorni ha “subito" una forte accelerazione. Infatti tra mar­tedì 30 luglio (commissione Ambiente Camera dei Deputati) e giovedì 1 agosto (commissione Ambiente Senato) la pro­cedura prevista dalla normativa ha evaso i due passaggi fondamentali previsti in­cassando i due pareri (favorevoli) non vincolanti delle rispettive commissioni. Quindi la firma del ministro dell’am­biente, Sergio Costa. Pasquale Pazienza, 50 anni il prossimo dicembre, foggiano (con origini di San Giovanni Rotondo), docente di economia all’Università degli studi di Foggia, ex assessore della giunta Pepe alla Provincia nel 2008, sarà il quinto presidente (dopo Petrilli, Fusilli, Gatta e Pecorella) nella “giovane" storia del Parco che ha 24 anni di vita (1995-2019). Avanzato a metà luglio dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il nominativo ha incassato martedì 23 luglio l’ok formale all’intesa da parte di Michele Emiliano (che nel dicembre 2017 aveva proposto, all’allora ministro Gal­letti, Gianni Maggiano di Peschici, facente parte della terna di nomi insieme a Raf­faele Vigilante, indicata dai sindaci della Comunità del Parco).

Francesco Trotta

Pubblicato in Ambiente
Pagina 1 di 11

ReteGargano consiglia...

OLMO generico

Reporter della tua città

09 Dicembre 2019 - 15:14:11

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ La forza di essere migliori di Vito Mancuso

Viviamo secondo un modello di sviluppo che adora gli oggetti, non la lettura, la cultura, la partecipazione sociale e politica. Consumiamo, inquiniamo, ma così devastiamo noi…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -