banner_Edicola Mastromatteo

Visualizza articoli per tag: s giovanni rotondo

Le persone con il gruppo sanguigno A hanno maggiori probabilità di sviluppare sintomi più gravi di Covid-19. A confermarlo è una ricerca scientifica internazionale pubblicata sulla rivista scientifica New England Journal of Medicine che ha coinvolto centri di ricerca italiani, norvegesi, tedeschi e spagnoli. Tra questi vi è anche l'ospedale di San Giovanni Rotondo,  Casa Sollievo della Sofferenza, grazie al contributo del Laboratorio di Ricerca dell’Unità di Gastroenterologia.

Gli scienziati – si legge nella nota diffusa dal Policlinico di Milano – hanno preso in esame 1.600 pazienti di Italia e Spagna, i due Paesi più colpiti dall'emergenza coronavirus, scoprendo tra le altre cose che il gruppo sanguigno 0 sarebbe associato a sintomi più lievi: informazioni preziose, che consentiranno ai medici di prevedere per tempo eventuali complicazioni e che potranno migliorare le possibilità di cura sui pazienti positivi al virus Sars-CoV-2.

 «Con la nostra ricerca abbiamo stabilito che il gruppo sanguigno – spiega Luca Valenti, coordinatore italiano dello studio e medico del Centro Trasfusionale del Policlinico di Milano - è uno dei principali fattori ereditari che predispongono a sviluppare una malattia più grave per la Covid-19. In particolare, i risultati ci dicono che il gruppo sanguigno A ha un rischio aumentato di compromissione polmonare severa, mentre chi appartiene al gruppo 0 è più protetto. E dato che il gruppo sanguigno è ereditario, è possibile concludere che è ereditaria anche la predisposizione ai sintomi più gravi per questa malattia». 

 «Abbiamo partecipato allo studio fornendo parte dei dati dei controlli sani della popolazione italiana su invito di Andre Franke, docente alla Christian-Albrecht-University di Kiel, in Germania, con cui collaboriamo da 20 anni all’interno dell’IBD Genetics Consortium, che si occupa dello studio della genetica delle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali» spiega Anna Latiano, ricercatrice del Laboratorio di Biologia Molecolare dell’Unità di Gastroenterologia. 

 La ricerca permetterà di prevedere su quali persone sono più probabili eventuali complicazioni e migliorerà le strategie per la prevenzione, per trattamenti mirati e vaccini più efficaci.

Pubblicato in Coronavirus

San Giovanni Rotondo prova a ripartire dopo il lockdown e i mesi più difficili della pandemia. La città, meta di turismo religioso che proprio in questo periodo accoglieva migliaia e migliaia di pellegrini da ogni parte del mondo, ha affrontato una crisi senza precedenti e sta lentamente cercando di tornare alla normalità.

Con il progetto “Angeli del Sollievo della Sofferenza” nella terra di San Pio, ideato da Assoalbergatori, Federalberghi e Confcommercio di San Giovanni Rotondo, gli albergatori e operatori del turismo della città vogliono ringraziare medici, infermieri, sanitari e personale ausiliario degli ospedali Covid a livello nazionale per il sacrificio instancabile di questi mesi offrendo loro una vacanza gratis. Ogni struttura aderente all’iniziativa metterà a disposizione un soggiorno con trattamento B&B, 3 pernottamenti con colazione per due persone, nel periodo che va dal 1 Luglio al 31 Agosto 2020.

La pandemia ci ha davvero stravolto la vita, non solo umanamente ma anche lavorativamente - ha raccontato Nunzia Dragano, Presidente “Assoalbergatori-Confcommercio” di San Giovanni Rotondo. - In questi mesi di silenzio, il telefono ha smesso di squillare… Per noi operatori del turismo è stata davvero dura. Il nostro lavoro, i nostri sacrifici… ogni cosa è stata spazzata via dal virus. Ma è importante ripartire, ora più che mai! E abbiamo pensato di farlo offrendo un momento di relax agli operatori sanitari Covid-19 che hanno sacrificato tutto nei mesi più duri della pandemia. Nessuno più di loro merita una pausa”.

Sarà possibile visitare San Giovanni Rotondo alla scoperta dei luoghi di San Pio con lunghe passeggiate attraverso i boschi ed i percorsi della via Crucis Monumentale, provando a rinascere con il Silenzio Spirituale dei luoghi di San Pio contro il ricordo ancora vivo del rumore delle autoambulanze, dei dispositivi di ventilazione ed il bombardamento sonoro-audio-visivo dei media.

Niente sarà mai abbastanza per ricompensare tutti gli operatori sanitari e il personale ausiliario del lavoro instancabile di questi mesi e dell’immenso sacrificio, ma ci proviamo iniziando da qui e regalando loro un momento di relax e pace - ha spiegato il sindaco Michele Crisetti - La nostra città è stata duramente colpita dal virus, stiamo affrontando una crisi senza precedenti, ma siamo pronti a rinascere e ripartire. Lo dobbiamo alla nostra terra”.

Elenco Strutture ricettive aderenti all’iniziativa: -Hotel Euro – 0882/456349 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Le Cese – 0882/450972 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Vittoria – 0882/452951 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Parco delle Rose – 0882/456161 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Valle Rossa – 0882/457906 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Fini – 0882/411811 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Pegaso – 0882/457875 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Gran Paradiso – 0882/454894 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Abete – 0882/ 456886 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Rosamarina – 0882/457853 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Colonne – 0882/412936 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel San Giovanni Rotondo Palace – 0882/276433 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Ariae – 0882/453992 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Perla del Gargano – 0882/456485 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Corona – 0882/457873 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Hotel Solaria – 0882/457887 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • • l’iniziativa è valida dal 1 Luglio al 31 Agosto 2020; • la proposta comprende la gratuità di 3 notti in B&B per il sanitario ed un membro della stessa famiglia. La prenotazione non è trasferibile e non è cumulabile su più strutture; • il periodo di soggiorno deve essere concordato con la struttura ricettiva a seconda della disponibilità dei soggiorni messi a disposizione; • nel caso di richiesta di più notti (rispetto alle 3 notti offerte) sarà elaborata la proposta sulla base dei listini e delle condizioni di vendita applicate dalle singole strutture; • la proposta non comprende: tassa di soggiorno, eventuali servizi aggiuntivi (culla, terzo e quarto letto), eventuali extra; • le categorie interessate: tutti i sanitari italiani e il personale ausiliario che hanno prestato servizio negli ospedali COVID italiani. Per poter beneficiare della promozione è obbligatorio presentare alla struttura ricettiva un certificato di stato di servizio rilasciato dall’Ente per cui si è prestata l’attività professionale. Il certificato, su carta intestata dell’Ente, dovrà attestare la qualifica e le mansioni svolte presso strutture riconosciute dalle ASL come COVID-19; • in caso di dichiarazione mendace del richiedente, sarà addebitato il costo del servizio al prezzo di listino previsto dalla struttura ospitante al momento del soggiorno.
Pubblicato in Coronavirus

San Giovanni Rotondo è tra le 45 tappe di Obiettivo TriColore, la grande staffetta del Progetto Obiettivo3 con 52 atleti paralimpici che percorreranno tutta Italia da Luino (VA) a Santa Maria di Leuca (LE), attraversando 14 regioni. Una sfida lanciata da Alex Zanardi in seguito alla decisione degli organizzatori del Giro d’Italia di posticipare la corsa da Maggio ad Ottobre e che gli atleti, dopo l’incidente in cui è stato coinvolto il campione paralimpico,hanno deciso di portare avanti per omaggiarlo.

Il 25 Giugno la nostra cittàaccoglierà l’arrivo della staffetta capitanata da Lucia Nobis, ciclista e psicologa dello sport affetta da sclerosi multipla, che arriverà a San Giovanni Rotondo dopo aver ricevutoil testimone a Benevento da Antonello Pizzi.

Arrivati nella città di San Pio, gli atletisaranno accompagnati dalla Protezione Civile e dai gruppi ciclistici localiattraverso via Foggia, Corso Umberto I, Piazza Europa e viale Cappuccini per raggiungere il Piazzale di Santa Maria delle Grazie. Qui ad accoglierli ci saranno le autorità civili e religiose,le forze dell’ordine e i rappresentanti di Confcommercio e Assoalbergatori che li ospiteranno durante il loro soggiorno. Seguirà un momento di preghiera con la benedizione di padre Francesco Dileo, rettore del santuario di Santa Maria delle Grazie e della chiesa di San Pio da Pietrelcina. Il 26 Giugno alle 10.30 la staffetta ripartirà alla volta di Bisceglie.

“Un grande abbraccio all'Italia intera, a Daniela a Niccolò, per dire che rinasceremo, che ce la faremo e che Alex presto tornerà! Fino a Leuca con Lui e per lui ❤ ?? Perché nello sport come nella vita, non si molla mai!!!”: il messaggio di speranza apparso sul profilo Facebook di LuciaNobis subito dopo l’incidente dell’amico e campione paralimpico.

Pubblicato in Sport

Le sante messe sono ripartite con tre appuntamenti giornalieri: alle 10, alle 11.30 e alle 18. Gli ingressi saranno contingentati.

Con l’ok agli spostamenti tra regioni, i fedeli provenienti da tutta Italia potranno partecipare alle celebrazioni religiose a San Giovanni Rotondo dove c'è il santuario di San Pio. E sono centinaia le telefonate che da questa mattina stanno arrivando ai centralini dell’Ufficio accoglienza pellegrini dei frati cappuccini.

Fedeli e devoti del Santo con le stigmate stanno chiamando per avere informazioni sulla celebrazioni eucaristiche in programma al santuario di Santa Maria delle Grazie. Dopo la sospensione dovuta al lockdown, da fine maggio le funzioni religiose sono ripartite con tre appuntamenti giornalieri: alle 10, alle 11.30 e alle 18. «Gli ingressi saranno contingentati - precisano dal santuario - per una capienza massima di 200 fedeli a celebrazione».

Pubblicato in Società

I Carabinieri di San Giovanni Rotondo, nella serata del 25 maggio scorso hanno arrestato un 34enne di Cerignola, con precedenti di polizia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, nel corso di un apposito servizio, finalizzato al contrasto della detenzione illegale e spaccio di sostanze stupefacenti, concentravano la loro azione verso i mezzi sospetti, in transito sulle strade principali, destinate all’accesso in San Giovanni Rotondo.

Così, una volta individuato un furgoncino sospetto procedevano a un accurato controllo. La perquisizione successiva permetteva di rinvenire, celata nel bagagliaio, una busta in cellophane trasparente contenente due grossi pezzi del peso complessivo di circa 300 grammi di “cocaina” pura.

Gli accertamenti analitici eseguiti sulla sostanza stupefacente sequestrata da personale del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia permettevano di stabilire che da quel quantitativo di “cocaina” era possibile ricavare ben 1766 dosi, per un valore di mercato che si aggira intorno ai 70.000 euro.

Il soggetto arrestato, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione dell’A.G. competente.

Pubblicato in Cronaca

Il comune di San Giovanni Rotondo dà avvio agli interventi di manutenzione straordinaria per strade e marciapiedi comunali, che rientrano tra le prime opere del P.E.B.A, piano di eliminazione delle barriere architettoniche.

È di fondamentale importanza rendere la città più vivibile e percorribile, in egual modo,non solo per tutti i cittadini che vi risiedono ma anche per i turisti che da anni vi si recano in pellegrinaggio e per i pazienti che accedono quotidianamente alle cure di Casa Sollievo della Sofferenza.

Eliminare le barriere architettoniche significa anche e soprattutto rendere l’attraversamento della città più semplice per tutte le persone con disabilità o disagio temporaneo. Questo interesse ha portato il comune di San Giovanni Rotondo ad ottenere un importante riconoscimento, la bandiera illa.

 «Con la delibera n. 84 il Comune, a novembre del 2019, ha aderito all’iniziativa R.A.RE. - Registro rAmpeRaccordatE», ha spiegato l’Assessore ai Lavori Pubblici, Pasquale ChindamoQuesto progetto ha come obiettivo la corretta realizzazione dei raccordi delle rampe e scivoli esistenti con il manto stradale al fine di migliorare le condizioni di mobilità dei cittadini, con particolare attenzione verso le persone in carrozzina. Il Comune di San Giovanni Rotondo è tra i soli tre comuni di tutta la Puglia a potersi fregiare della bandiera Lilla».

Pubblicato in Società

E’ stato un viaggio che ha toccato alcuni tra i comuni più importanti della Capitanata quello compiuto da Gargano Vita, l’associazione di mutuo soccorso della Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo, per consegnare migliaia di mascherine utili per la ripresa odierna delle celebrazioni liturgiche.

San Giovanni Rotondo, Manfredonia, Rignano Garganico, Monte Sant’Angelo, Carpino, Peschici, San Marco in Lamis, San Severo e Foggia nei prossimi giorni: centinaia di chilometri per rendere ancora più evidente l’attaccamento di Gargano Vita per il territorio e “per sostenere fattivamente la sicurezza delle persone nel partecipare alle celebrazioni liturgiche”.

“Desidero ringraziare, in maniera particolare, i vescovi Moscone di Manfredonia e Checchinato di San Severo che ci hanno accolti in maniera squisita”, il commento di Donato Antonacci, presidente di Gargano Vita.

“Abbiamo, infatti, voluto manifestare la nostra vicinanza e la nostra collaborazione in primis ai Pastori delle chiese in cui hanno sede alcune filiali della BCC e poi ai parroci delle varie realtà del territorio. In questi giorni abbiamo riscoperto la bellezza del nostro Gargano e la sua genuina spiritualità che speriamo possa rifiorire in tutta sicurezza, dopo il periodo difficile che abbiamo vissuto. Nei prossimi giorni ci recheremo anche a Foggia da mons. Pelvi, concludendo così le consegne delle mascherine”, ha concluso Antonacci.

Gargano Vita scrive così un ulteriore pagina della propria storia associativa. In questi mesi l’associazione si è resa protagonista di numerose iniziative che hanno riscosso importanti successi (corsi di primo soccorso nelle scuole, implementazione delle piattaforme social e web, screening sanitari e psicologici), con un particolare occhio di riguardo alle realtà che fanno della promozione e del benessere sociale la filosofia di vita.

Azioni che proseguiranno anche nelle settimane a venire, in linea con i principi associativi a cui Gargano Vita cerca sempre di ispirarsi.

Pubblicato in Coronavirus

Crolla il turismo religioso a San Giovanni Rotondo la cui vita economica si è sviluppata attorno ai flussi di fedeli che raggiungono il paese per venerare le reliquie del frate di Pietrelcina.

A causa dell'emergenza sanitaria, sono al collasso oltre un centinaio di strutture ricettive, tra alberghi di media e piccola grandezza e B&B, in gran parte realizzate in occasione del Giubileo del 2000. Il turismo religioso rappresenta il 70% dell'economia del paese che sorge sul Gargano.

Lo scorso anno sono stati 400 mila i turisti che hanno pernottato almeno una notte a San Giovanni Rotondo, mentre San Pio richiama almeno un milione e mezzo di fedeli all'anno.
   

"Impossibile poter fare una stima dei danni subiti dall'intero comparto turistico - dice il sindaco Michele Crisetti -. La stagione era iniziata nel migliore dei modi. Dal 17 al 19 aprile avremmo dovuto ospitare il raduno nazionale della Guardia di Finanza che avrebbe portato nella nostra città circa 5mila presenze. Ora è stato tutto rinviato, forse, ad ottobre.

Così come era in corso l'organizzazione delle celebrazioni il 5 maggio per la ricorrenza della fondazione "Casa Sollievo della Sofferenza", l'ospedale voluto da padre Pio, e per l'anniversario della nascita di San Pio il 25 maggio". Naturalmente è tutto fermo - sottolinea Crisetti -.
   

Anche i chioschetti, un centinaio, che vendono oggetti sacri legati al culto di San Pio sono tutti chiusi". Questa sera, intanto, tutti i titolari delle attività commerciali come bar e ristoranti, hanno programmato un'azione dimostrativa di protesta accendendo le luci e le insegne luminose, mentre domattina consegneranno simbolicamente le chiavi delle loro attività al sindaco.

Pubblicato in Coronavirus

Un contributo economico per le attività della Casa sollievo della sofferenza. La Conferenza episcopale italiana si pone al fianco delle strutture ospedaliere cattoliche e tra queste anche all’ospedale di San Giovanni Rotondo, ospedale che ha radicalmente modificato la propria organizzazione interna per rispondere all’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

“Ai 6 milioni di euro già stanziati nelle scorse settimane in risposta alle esigenze di sette presidi sanitari e socio-sanitari cattolici distribuiti sul territorio nazionale la Cei mette a di­sposizione altri 2 milioni e 400mila euro, provenienti dai fondi dell’otto per mille, che i cittadini destinano alla Chiesa cattolica, a beneficio di altre 5 realtaà”

E fra i destinatari del con­tributo vi è la Casa Sollievo della Sofferenza di San Gio­vanni Rotondo, la cui “area Covid” annovera 131 posti letto e 18 posti letto di terapia intensiva. Beneficiari, inol­tre, del sostegno sono la Fon­dazione Papa Paolo VI di Pe­scara, la Provincia Lombar­do-Veneta Fatebenefratelli, l’Istituto Figlie di San Camillo, la Provincia Religiosa Madre della Divina Provvidenza.

Pubblicato in Coronavirus

Dopo aver sottoscritto il “Contratto Istituzionale di Sviluppo per l’area di Foggia”(CIS Capitanata), siglato alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Giuseppe Conte il 13 agosto 2019, ed aver messo a punto nell’ambito degli interventi previsti tutti i dettagli tecnico-burocratici, il comune di San Giovanni Rotondo si proietta di fatto verso il prossimo futuro che vedrà la “Riqualificazione della direttrice Centro Storico – Area Santuario” compresa tra i giardini pubblici antistanti la Chiesa di Sant’Onofrio ed il Santuario di San Pio, passando per Corso Umberto I, Corso Matteotti e Piazza Europa.

Un progetto, di impatto eccezionale per la città, dell’importo complessivo di 5.000.000 € che è stato messo a punto grazie anche agli Assessori Avv. Pasquale Chindamo e Avv. Tommaso Dimartino, ed al prezioso e professionale contributo del Dirigente dell’Area Tecnica Ing. Leonardo De Bonis, del Responsabile dei Lavori Pubblici Ing. Saverio Pio Longo, del Responsabile Unico del Procedimento Arch. Matteo Russo e di tutto il personale dell’area, a cui va il ringraziamento del sindaco e di tutta l’Amministrazione Comunale per la stesura e redazione del Documento di Programmazione dell’Intervento (D.P.I.).

Come è possibile leggere nel D.P.I. “il Comune di San Giovanni Rotondo ha posto l’esigenza di accrescere il potenziale attrattivo e turistico del proprio territorio puntando alla realizzazione di interventi organici di riqualificazione ambientale e di valorizzazione del suo patrimonio culturale e naturale”.

L’intervento nel suo complesso prevede la riqualificazione di tutto il percorso come sopra descritto e come rappresentato nell’immagine illustrativa, mediante realizzazione di opere edili e riqualificazione delle direttrici stradali interessate e di tutte le annesseopere accessorie (illuminazione, pedonali, di arredo urbano, ecc.).

Con la stesura del D.P.I., lo scorso 10 aprilealle ore 10.09èpartita, tramite la piattaforma digitale di Invitalia, la procedura aperta in modalità telematica tesa a ricercare il soggetto tecnico cui affidare i rilievi e le indagini, la progettazione definitiva ed esecutiva, il coordinamento della sicurezza e la successiva direzione dei lavori.

Sarà il primo di una serie di tre interventi fortemente impattanti e benefici per il nostro territorio ed inseriti nel suddetto Contratto Istituzionale di Sviluppo. Al riguardo, è bene accennare anche agli altri due interventi che a breve partiranno e che riguardano la riqualificazione di tutta la Circumvallazione Sud (€ 3.800.000) ed il suo prolungamento verso Monte Sant’Angelo, mediante la riqualificazione di Tratturo delle Corse ed inserimento di alcune rotatorie (€ 660.000).

Pubblicato in Ambiente
Pagina 1 di 18

ReteGargano consiglia...

Libro & disco della settimana

06 Luglio 2020 - 11:27:42

IL DISCO DELLA SETTIMANA/ NORAH JONES Pick me up...

Dopo un esordio di enorme successo spes­so ci si perde per sempre. Ma qualche volta, come nel caso di Norah Jones diventata cele­bre nel 2002 con lo «smooth jazz» di Come away…

Statistiche di accesso

0.png0.png1.png6.png9.png6.png5.png
Oggi298
Ieri6949
Questa settimana16965
Questo mese16965
Totale16965

Ora online:

18
Visitatori

Mercoledì, 08 Luglio 2020 03:15

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -