Venerdì, 15 Marzo 2019 20:05

"San Michele", l'ostrica del Gargano allevata nella laguna di Varano il 25 marzo sarà presentata a Milano

L'ostrica concava francese trova il suo habitat ideale nel Lago di Varano ed è subito richiesta dai più rinomati ristoraanti italiani ed europei. Il debutto in assoluto lunedì 25 marzo nell'ambito di Identità Milano, la rassegna dedicata alle eccenze italiane in programma a Milano Congressi. Dalle 12,30 alle 13 con il noto chef Dario Guidi sarà presentata "San Michele, l'Ostrica del Gargano", il mollusco rigorosamente allevato nella Laguna di Varano.

L'Italia - come è scritto nel Rapporto Lagunet redatto dall'Istituto di Scienze Marine - CNR di Lesina -  ha un enorme potenziale di sviluppo nell’ambito della Blue Growth nel settore della molluschicoltura, grazie alla presenza di numerose baie riparate, estuari e lagune. La laguna di Varano è il nostro caso studio dove al fine di diversificare la produzione alieutica è stata allevata l’ostrica concava francese (Crassostrea gigas). Lo scopo del nostro lavoro è stato quello di monitorare le performance di crescita e di valutare gli aspetti qualitativi e di mercato delle ostriche allevate all’interno della laguna di Varano con riferimento ad altri casi studio in Europa. Le biometrie (SL, SW, ST) delle ostriche triploidi e i principali parametri ambientali (T°C, Spsu, O%, chla, NOX,….) sono stati monitorati durante il periodo di allevamento (novembre 2014 - settembre 2015). La componente lipidica, l’indice di condizione, l’indice economico e l’indice di polydora sono stati valutati al raggiungimento della taglia commerciale delle ostriche. I dati e gli indici ottenuti furono confrontati con i dati di letteratura ove disponibile. I nostri risultati hanno mostrato un buon potenziale di crescita per la laguna di Varano (da lunghezza 8.43±1.58 mm a 91.38±8.45 mm a dieci mesi), anche in condizioni distrofiche registrate nel mese di agosto 2015 e dopo il picco di clorofilla di 23.13 mg m-3 (media annuale di 1.98 mg m-3) osservato all'inizio di luglio 2015. La taglia commerciale (> 6 centimetri) viene raggiunta dopo 7 mesi di allevamento quando si ha anche il miglior indice economico e il più alto valore di percentuale lipidica (2.6%). I migliori indici di condizione invece sono stati trovati in maggio, con un basso indice Polidora. I risultati mettono in evidenza i potenziali benefici economici associati con lo sviluppo sostenibile della molluschicoltura nella laguna. I siti che sembrano garantire maggior successo sono quelli in cui non si abbiano ampie e repentine variazioni dei parametri ambientali come la salinità; la presenza dei blister da Polydora ciliata rappresentano un reale problema per il valore di mercato. Gli indici di condizione hanno dimostrato che un periodo di allevamento più lungo non corrisponde ad un aumento della qualità del prodotto. La pienezza e la qualità economica delle ostriche più elevate sono state osservate solo dopo sette mesi, quando la Polydora ciliata inizia a colonizzare e macchiare le valve delle ostriche in allevamento con un impatto economicamente negativo del prodotto in vendita

Pubblicato in Notizie

ReteGargano consiglia...

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -