The news is by your side.

Stoppiello: “assurde le accuse ai pescatori di vongole”. Che coraggio!!

14

Il presidente del Consorzio “Gargano molluschi”, Nunzio Stoppiello rintuzza vivacemente le accuse rivolte ai pescatori di vongole fatti oggetto nei giorni scorsi di gravi addebiti per aver esercitato la pesca delle vongole nel mare di Vieste.“Sono accuse – afferma Stoppiello – assurde, del tutto infondate eppertanto del tutto gratuite e strumentali. Particolarmente astiose quelle lanciate dal presidente del Parco del Gargano, Giandiego Gatta, che addirittura incita alla "ribellione" contro i pescatori senza conoscere, è evidente, i termini della questione nonostante si picca di essere "manfredoniano". I pescatori fatti passare per dei criminali quando non fanno altro che il loro sacrosanto lavoro”. Le accuse rivolte alle vongolare parlano di “danni provocati all'ambiente”, di “scempio costiero”.“Quello dei paventati "danni all'ambiente" e dello "scempio costiero" – incalza Stoppiello – è un problema del tutto inesistente come attestano approfonditi studi e ricerche sull'ambiente marino e sulle attività che si possono esercitare senza alcun danno e pericolo per il mare e l'ambiente. Prova provata è l'analoga attività di raccolta vongole che si svolge normalmente e dunque senza alcun problema da che mondo è mondo, lungo tutta la costiera adriatica ove pure vi sono importanti impianti e attività turistiche. Nonostante tali premesse per quanto riguarda l'area di mare di Vieste, e per evitare contrasti fra le varie attività anche turistiche, lo stesso Consorzio Gargano molluschi, autonomamente ha destinato, già da sette anni fa, il mare di Vieste a "zona di riposo biologico" da utilizzare solo nei momenti di forte crisi di raccolta molluschi delle altre aree di mare. Come purtroppo accaduto per lo specchio di mare antistante Manfredonia ove la raccolta delle vongole si è resa impossibile a causa della presenza di fanghi e detriti portati dalle alluvioni riversatesi lungo la costa negli anni scorsi”. Evidenziato che il mare di Vieste è attraversato da forti correnti e mareggiate “che rimodellano in continuazione il fondo marino e che pertanto la raccolta delle vongole è del tutto insignificante”, il presidente Stoppiello rileva come “gli eventuali problemi si affrontano e si risolvono nelle sedi opportune attraverso seri e responsabili confronti e non come pare voglia fare il presidente del Parco, con articoli di giornali compiacenti: bene farebbe il presidente Gatta a porre maggiore attenzione in casa propria, ad affrontare ed evitare gli scempi che si perpetrano sull'intero territorio del Gargano”.
Nunzio Stoppiello ha chiesto alle competenti autorità regionali e provinciali, un incontro “per chiarire la questione ed evitare strumentalizzazioni e dunque restituire dignità e serenità ad uria categoria fin troppo bistrattata”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright